lunedì 27 settembre 2010

Sindrome aerotossica: probabile un collegamento con le scie chimiche

La sindrome aerotossica è oggetto di un numero crescente di articoli ed inchieste televisive inquietanti. Con l'espressione “sindrome aerotossica" viene designata una serie di danni neurologici derivanti dall'inalazione di aria contaminata a bordo di un aeromobile. Il fenomeno colpisce tanto i piloti quanto il personale di cabina nonché i passeggeri, producendo talvolta conseguenze gravi ed invalidanti. Di solito si attribuisce il problema ai vapori tossici di olio lubrificante che filtrano all’interno delle cabine dei velivoli, ma alcuni ricercatori sospettano che la sindrome sia dovuta, invece, ai composti chimici delle chemtrails. Questi composti penetrano nelle cabine piloti e nelle sezioni passeggeri, visto che l'aria contaminata viene prelevata dall'esterno, solitamente, da uno o più motori. Bisogna, infatti, chiedersi il motivo per cui il problema è nato attorno alla fine degli anni '90 del XX secolo, proprio in concomitanza con l'avvio del "Progetto Teller". La reticenza degli organi preposti alla "tutela della salute", la levata di scudi per opera delle compagnie aeree che minimizzano il problema, la scarsità di studi medici sul fenomeno inducono a sospettare che la sindrome in oggetto sia legata, in qualche modo, alle operazioni di avvelenamento della biosfera.

Il 27 aprile 2009 fu presentata un'interrogazione al Parlamento europeo, a firma di Caroline Lucas. La riportiamo.

“Studi condotti negli ultimi decenni hanno dimostrato che numerosi passeggeri di voli civili hanno iniziato ad ammalarsi, colpiti da una serie di sintomi a breve e a lungo termine come affaticamento cronico, disturbi del sonno, amnesie temporanee, crisi improvvise, dolori neuromuscolari, debolezza, disturbi alla respirazione (se gravi, senza un sistema di supporto vitale, potrebbero essere fatali), nonché problemi gastrointestinali, cardiovascolari, alla pelle e perdita di concentrazione. Si ritiene che la causa di questa situazione sia imputabile, principalmente, a organofosfati neurotossici che contaminano l'aria nelle cabine degli aerei per errori di progettazione del sistema di prese d'aria. Dal 1999 questa condizione è stata definita «sindrome aerotossica» e, secondo gli autori, la contaminazione degli aeromobili civili sta potenzialmente mettendo a rischio la salute e la sicurezza di migliaia di passeggeri e del personale quotidianamente in viaggio su linee aeree commerciali.

Benché la sindrome aerotossica ed i noti rischi per la salute umana associati a tale difetto di progettazione dei velivoli siano fenomeni sempre più conosciuti, sono stati compiuti pochi sforzi volti a esaminare a fondo il problema e ad affrontare seriamente la questione. Non è sufficientemente promossa la ricerca scientifica, fondamentale per ottenere elementi sulla sindrome aerotossica che consentano di verificare se le persone in volo siano soggette a un'esposizione tossica e, in caso affermativo, di far fronte con responsabilità alla questione. Di conseguenza, in aria, la salute e la sicurezza di migliaia di persone restano potenzialmente minacciate; a terra, pochissimi medici sono di fatto al corrente di questa sindrome (non si tratta di una malattia riconosciuta) e non esistono orientamenti nazionali per le procedure diagnostiche.

Nel 2006 l'Agenzia europea della sicurezza aerea ha reso noto di voler riesaminare e modificare entro il 2009 le specifiche di certificazione applicabili ai grandi aeromobili (CS-25). Può la Commissione fornire informazioni in merito a quali progressi sono stati compiuti a tale proposito, nonché quali ulteriori interventi intraprenderà al fine di affrontare i rischi alla salute associati all'aria contaminata nei velivoli, visto il crescente numero di prove a dimostrazione del problema?”


Un’altra interrogazione fu inoltrata il 22 settembre 2009 dall’olandese Frieda Brepoels. Si noti la risposta evasiva dell’onorevole Antonio Tajani.

“La sindrome aerotossica, nota anche come «lo scandalo dell’amianto del trasporto aereo», è oggetto di un numero crescente di studi e articoli inquietanti. Con il termine «sindrome aerotossica» viene designata una serie di problemi di salute derivanti dall’inalazione di aria contaminata a bordo di un aeromobile. Il fenomeno colpisce tanto i piloti quanto il personale di cabina e i passeggeri e produce talvolta conseguenze gravi quali l’incapacità lavorativa.

In questo contesto, l’interrogante chiede alla Commissione di rispondere ai seguenti quesiti: 1. Nella risposta all’interrogazione scritta P3005/09, il commissario Tajani fa riferimento alla direttiva 89/391/CEE(1) per quanto concerne la salute dei lavoratori durante il lavoro.

Può la Commissione indicare quali misure sono state adottate dai 27 Stati membri per informare il personale di cabina e proteggerlo dalla sindrome aerotossica? È evidente che la citata direttiva non offre garanzie per i passeggeri. È disposta la Commissione, di concerto con gli Stati membri, ad assumere iniziative finalizzate a tutelare i passeggeri dalla sindrome aerotossica? In caso affermativo, di quali iniziative si tratta e per quando sono previste? In caso negativo, per quale motivo?

2. Nella risposta all’interrogazione scritta P3005/09, il commissario Tajani fa riferimento al fatto che i diversi studi scientifici condotti su questo argomento non avrebbero fornito conclusioni definitive. Può la Commissione specificare a quali studi si riferisce il commissario Tajani?

3. Nella risposta all’interrogazione scritta P‑3005/09, il commissario Tajani fa riferimento all’intenzione dell’AESA di pubblicare un invito a raccogliere informazioni sul tema. Può la Commissione riferire in merito agli sviluppi di tale iniziativa?"



Riteniamo che la sindrome potrebbe essere ascritta ad alcuni componenti tipici delle scie chimiche oltre che al triclesilfosfato. Infatti molti di questi caratteristici sintomi sono diagnosticati, nelle giornate contraddistinte da intensa attività di irrorazione chimico-biologica, anche tra le persone che non viaggiano in aereo. Consideriamo, infine, la sintomatologia descritta nell'interrogazione e quella collegabile all'esposizione ad altre sostanze neurotossiche presenti nelle chemtrails.

Come si può vedere dal prospetto sinottico, parecchi disturbi ed affezioni appaiono simili o identici. Sono soltanto coincidenze?






Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.


Chi è Wasp? CLICCA QUI

CHEMTRAILS DATA

Range finder: come si sono svolti i fatti

100 commenti:

  1. ciao a tutti, anche quest'anno vorrei effettuare delle analisi sui filamenti che ogni anno cadono in inverno nell nord Italia, c'è qualcuno che è disposto a raccoglierli e ad inviarmeli?

    straker dalle tue parti cadono i filamenti?

    RispondiElimina
  2. Ciao Daniel, qui ho notato filamentti durante tutto l'anno. Ovviamente la ricaduta più copiosa la si è potuta osservare nelle giornate di pesante attività di aerosol.

    Ho eseguito delle riprese in agosto ed in settembre, che spero di poter pubblicare.

    RispondiElimina
  3. Una ot.
    Ancora conoscenti mi segnalano casi si Herpes Zoster. A bolzano, sia adulti, sia piu giovani; a ció si aggiungono casi di neonati con varicelle e febbri alte.
    In comune anche spossatezza fisica e mentale.

    http://nonvotarechitiavvelena.blogspot.com/2010/09/herpes-e-vaccinazione-di-massa-per-via.html

    RispondiElimina
  4. Oh bella!

    http://www.repubblica.it/salute/ricerca/2010/09/27/news/cancro_una_molecola_spegne_i_geni_responsabili_della_crescita_delle_cellule_cancerose-7490226/

    "[...]Ma non è tutto, sul fronte della ricerca farmacologica dall'Istituto superiore di sanità arriva una notizia: i farmaci antiacidità, gli inibitori della pompa protonica e persino il bicarbonato, potrebbero sostituire la chemioterapia.[...]"

    RispondiElimina
  5. TG5 di oggi 28 settembre ore 13:35
    "Passaggio di NUBI AFRICANE sulla nostra penisola"
    Nubi africane?????
    Ah ho capito....ora non le chiamano più innocue velature, velature di passaggio o nubi basse...hanno dei nuovi termini. Certo che quelli del meteo sono sempre in continua EVOLUZIONE:))))

    Non sanno più come mascherare le nubi create dalle chemtrails!

    RispondiElimina
  6. Ciao,

    Straker, i vostri articoli, la ricerca e documentazione fornite da te e Zret sono sempre utili e importanti, a voi va il mio ringraziamento. Assieme ad un saluto ai sostenitori di T.E.

    RispondiElimina
  7. Ciao france!Mi unisco al riconoscimento al tuo riconoscimento sul grande lavoro che si sta facendo su questo blog e fuori.

    RispondiElimina
  8. Sempre da qui:

    http://www.repubblica.it/salute/ricerca/2010/09/27/news/cancro_una_molecola_spegne_i_geni_responsabili_della_crescita_delle_cellule_cancerose-7490226/

    "[...]A differenza dei chemioterapici - continua Fais - questi farmaci non hanno effetti collaterali e hanno dei costi molto più bassi. Basti pensare che quelli usati con la target therapy, che provocano tossicità e resistenza nel paziente, costano 50-60mila euro l'anno a malato. Con questa terapia invece il costo annuale sarebbe di circa 600 euro con il generico, e di 1200 con quelli di marca. Ma le industrie farmaceutiche al momento non sono molto interessate a questo tipo di approccio[...]"

    Le industrie farmaceutiche non sono molto interessate. Chissà come mai!

    RispondiElimina
  9. Vorrei ringraziare France e tutti gli altri lettori per la fedeltà, il sostegno ed i contributi che offrono. Senza il vostro feedback, il blog perderebbe la sua ratio.

    Daniel, i filamenti sono rilasciati tutto l'anno, ma soprattutto nella stagione dell'aratura affinché si incorporino, essendo biocompatibili, ai prodotti della terra.

    Manuel, la rivincita del diffamato Simoncini? Nemo propheta in patria.

    Ciao

    RispondiElimina
  10. I farmaci antiacidità! eh, certo! Dal momento che ormai lo sanno anche i muri che gli elementi alcalini sono alla base di una buona salute, a questo punto escono allo scoperto ma ovviamente, volendoci lucrare, faranno dei FARMACI allo scopo.
    Così li potranno brevettare.

    Facciamoci un favore e mettiamoglielo nel culo.
    Nutriamoci di cibi alcalini (si trovano tabelle a proposito) e compriamoci tutti un bel ionizzatore.
    A proposito per le donzelle.....l'acqua ionizzata alcalina fa andare via la cellulite.....a una velocità pazzesca (ho visto i risultati con i miei occhi, non su di me ovviamente :)).

    RispondiElimina
  11. Purtroppo spesso agli stessi medici non importa gran che delle conseguenze malevoli dei farmaci sui loro pazienti. Alcuni nemmeno sanno, e ignorano volontariamente altre strade. Siamo figli della scienza che intossica, che si é fatta strada raccogliendo adepti come dea salvifica. Ci sono persone che si affidano ciecamente; persone che appartengono ad altre generazioni, dove si rintracciano insegnamenti e cure con piante. Il distacco da quella che viene definita la cultura antica della terra, dove risiedeva anche un legame piú viscerale con la natura di questo pianeta, spiega anche perché molti ormai si sono evoluti con occhi che non sanno vedere ció che succede in cielo.

    RispondiElimina
  12. Zret, per come la vedo, almeno qui in italia, questo blog insieme ad altri pochi rimane un reale scambio di notizie ed un confronto... sopratutto non é acquisito da chi fa copertura e disinformazione

    RispondiElimina
  13. Quelle che sono arrivate in provincia di Milano sono tutto fuorchè nuvole africane.

    Sono SCIE TUMORALI IDIOTI IGNORANTI DI METEOROLOGI DEL TG5!

    Ora il cielo è totalmente artificialmente coperto.

    A proposito di alcalinizzazione all'interno del metodo Kousmine esiste una cura alcalinizzante che consiste di prendere da 1 a 10 limoni spremuti al giorno per 10 giorni suggerisce e poi tornare indietro fino a 1.
    Vedrete già come al 3° giorno il vostro organismo inizia a spurgare le scorie acide, con brufoli evidenti sul volto. Funziona, oggi sono al 9°!

    Per quanto riguarda Simoncini ormai la sanità, l'OMS e compagnia cantante sono totalmente sputtanati e andare dal dottore significa mettersi nelle mani di un semi-incompetente. Lettura, studio e volontà possono a volte salvare la vita più di quanto si immagini. Un pensiero affettuoso e una preghiera a tutte le persone che in buona fede si sono affidati alle cure chemioterapiche e che ora non ci sono più.

    RispondiElimina
  14. Ron, i limoni sono ottimi per innalzare il PH dei tessuti corporei.

    Si noti che il sangue deve mantenere un PH costante di circa 7,45 (leggermente alcalino).
    Per fare ciò, se l'organismo riceve continuamente cibi e liquidi acidi (tra i cibi i formaggi stagionati e carne; tra i liquidi le cole e le acque tipo Uliveto ecc), questo per preservare l'alcalinità del sangue acidifica ulteriormente i tessuti e le ossa i quali sviluppano tutta una serie di patologie correlate (calcoli, osteoporosi, calvizie ecc).

    Mantenere un PH elevato nel corpo preserva la saluto sotto innumerevoli punti di vista.
    L'ideale è avere un'urina a PH neutro (PH=7), il che significa (essendo l'urina anche un veicolo di espulsione dell'acidità corporea) che il corpo nella sua interezza è alcalino e in buona salute (l'alcalinità è strettamente legata alla idratazione e funzionalità delle cellule e alla vitalità e funzionalità dei globuli bianchi e globuli rossi).

    Non a caso i bimbi piccoli (pochi mesi di età) i quali hanno ancora gli istinti primordiali inalterati di ciò che per loro è salutare o meno, vanno matti per i limoni.

    Lasciando stare i filmati di Paperissima dove si vedono i bimbi storcere la bocca e fare smorfie per il sapore nell'immediato, se questi fossero privi di tagli si vedrebbe (come vedo io con i figli dei miei amici) come questi cerchino insistentemente questo succo straordinario.

    Un esempio tra tanti:
    http://www.youtube.com/watch?v=H7Njp9IKRFs

    Guardate questo bimbo come ne va pazzo e come lo cerca con gli occhi.

    RispondiElimina
  15. Riporto meglio la cura dei 10 limoni: 1° giorno 1 limone, 2° giorno 2 limoni, ..., 10° giorno 10 limoni. Poi dall'11° giorno 9 limoni, 12° giorno 8 limoni, 19° giorno 1 limone e poi stop.

    Approfitto per girare questa notizia sui
    CT Scans (Tomografia computerizzata)

    http://www.lef.org/magazine/mag2010/aug2010_Lethal-Danger-of-CT-Scans_01.htm

    Absolutely Shocking Data

    The uninformed public is in for a shocker. A study released at the end of last year reveals that CT scans deliver up to four times more radiation than what was previously believed, which was already dangerously high.

    At the same time, another study led by the National Cancer Institute showed that CT scans administered in the year 2007 alone may contribute to 29,000 new cancer cases and nearly 15,000 cancer deaths.

    The problem is that the explosion in unnecessary CT scans has been going on every year. If we carry this back just ten years, this means that 150,000 Americans are facing horrific deaths from CT scan-induced cancers.

    That's science volks!

    RispondiElimina
  16. Se escludiamo il nostro amico Paolo e pochi altri, i medici oggi giorno si basano solo sui farmaci e sulle analisi, avendo perso la visione olistica che fu di medici come Ippocrate e Galeno.

    RispondiElimina
  17. Santi Numi, le Arpie in Lombardia, mentre in Liguria per un paio di giorni le immonde, luride bestie non si sono viste.

    Comunque sto notando che ormai le scie tumorali sono diventate il segreto di Pulcinella. Cagionando disappunto, ira e stizza nei paranoici sciacondensari falsi e bugiardi nonché ignoranti, riferisco che tra i 15-18enni le scie tumorali sono ormai note e riconosciute come scie di veleni.

    Disinformatori, impiccatevi! Avete fallito.

    RispondiElimina
  18. Una notizia ferale.

    http://www.ecplanet.com/node/1739

    RispondiElimina
  19. Il bello è che l'umidità è elevata, i cumuli naturali abbondano e di scie neanche l'ombra. Ovviamente.

    RispondiElimina
  20. Nonvotare, le isole di informazione veramente libera sono poche. Alcune sono state sommerse recentemente, come sappiamo.

    Ciao

    RispondiElimina
  21. Codex alimentarius

    http://www.tanker-enemy.tv/codex-alimentarius.htm
    http://straker-61.blogspot.com/2009/04/il-codex-alimentarius-un-inquietante.html
    http://www.ecplanet.com/node/1739

    RispondiElimina
  22. solo una multa di 25.000 € per che coltiva ogm illegalmente?
    e dicono di avercela fatta....

    http://www.greenpeace.it/update/28_09_2010/vittoria-ogm.html

    RispondiElimina
  23. la notizia sul codex alimentarius e il taglio ai rimedi naturali è incredibile.
    io una mail l'ho mandata, chissà...
    ma non capisco, una volta passato, questo codex, le erboristerie e bio shop, che fine faranno? chiuderanno così di punto in bianco? oppure continueranno a vendere roba pseudo-naturale al doppio del prezzo, spacciata per incontaminata?

    RispondiElimina
  24. Beh dai in Iraq coltivare OGM è gratis!

    http://www.peacelink.it/ecologia/a/12645.html

    RispondiElimina
  25. Opterei per la seconda ipotesi, Mercury. Già oggi, però, il biologico è un concetto-limite.

    Ciao

    RispondiElimina
  26. Anche io opterei per la seconda. Gia avevo chiesto insistentemente qualcosa del genere ad un erborista che in altri casi si mostra.. saccente. Non mi ha mai risposto ai miei dubbi.

    RispondiElimina
  27. ancora scie notturne.

    http://img811.imageshack.us/img811/7056/imageashxh.gif

    RispondiElimina
  28. La Repubblica fa una magia e ridimensiona il ruolo del bicarbonato.

    Chissà che cazziatone si è preso il giornalista per quello che aveva osato scrivere.

    Originale:
    “Il bicarbonato al posto dei chemioterapici. I farmaci antiacidità, gli inibitori della pompa protonica e persino il bicarbonato, potrebbero sostituire la chemioterapia.”

    Rivisto (ieri sera):
    “Gli antiacidi al posto dei chemioterapici? L'altra ricerca riguarda i farmaci antiacidità. Gli inibitori della pompa protonica generalmente adoperati per le ulcere gastriche potrebbero sostituire la chemioterapia.”

    Fonte:
    http://www.luogocomune.net/site/modules/news/article.php?storyid=3618

    RispondiElimina
  29. Eh sì! Guai a sputtanare medbunk, Attivissimo e la cricca dei disinformatori italiani!

    RispondiElimina
  30. Qualcuno ha il coraggio di inviare al giornalista di Repubblica o meglio a Ezio Mauro il seguente articolo pubblicato su Cancer Research del 2009 dal titolo
    "Bicarbonate Increases Tumor pH and Inhibits
    Spontaneous Metastases"?

    Qui sotto i riferimenti

    http://cancerres.aacrjournals.org/content/69/6/2260.short

    http://cancerres.aacrjournals.org/content/early/2009/03/10/0008-5472.CAN-07-5575.full.pdf

    Da ex lettore di Repubblica, che delusione fidarmi per tanti anni di giornalisti così.
    Beh grazie a internet si fa sempre tempo a rimediare.

    RispondiElimina
  31. Cricca sionista?
    http://www.blitzquotidiano.it/cronaca-europa/terrorismo-sventato-complotto-attacchi-europa-567052/

    RispondiElimina
  32. Ciao Straker
    riesci a tradurre questo video e mettercelo a disposizione? Mi sembra molto importante

    BIOSENSORS & BIOCHIPS SWARM UNDER SKIN
    http://www.youtube.com/watch?v=BIJSXqO3drQ

    The National Science Foundation paid for the development of these bionanosensors. The Chemical, Bioengineering Environmental and Transport Systems (CBET) Program 7236 Award Achievements. NSF Program Officer: Leon Esterowitz..

    See Patent: http://www.faqs.org/patents/app/20090...
    Title: Surface-enhanced raman nanobiosensor
    Assignees: Northwestern University

    RispondiElimina
  33. Ciao Ron, sicuramente posso inserirlo sul nostro tanker-enemy.tv. Per quanto riguarda la sottotitolatura, temo non verrebbe un bel lavoro, poiché già gran parte della schermata è occupata da grandi scritte in inglese. Comunque, semmai, ne facciamo un riassunto nella descrizione.

    Riguardo alla penosa modifica dell'articolo sul bicarbonato, mi pare evidente come i poteri forti (le farmaceutiche) abbiano il totale controllo sull'informazione in questo c----o di paese.

    RispondiElimina
  34. Straker, grazie per la sintesi del video!
    Per quanto riguarda le case farmaceutiche e il loro potere sui cittadini, mettiamola così: in questo blog tutti noi cerchiamo di mettere dei contributi per la nostra difesa e salute.
    Non si fa apologia ma chi vuol intendere intenda.
    Per tutti gli altri che non leggono i blog, ma si fidano dello stato buono, che protegge i cittadini, e che grazie allo sforzo del quotidiano La Repubblica possiamo dire di vivere ancora in uno stato democratico, vabbè peggio per loro. Ho dei conoscenti che la pensano ancora così, che ridicolizzano le scie tumorali, le cure alternative, etc. Non auguro loro nessun male, ma sono consapevole che se si ammaleranno percorreranno la via sbagliata. Per il momento concentro i miei sforzi su di me, i miei famigliari e le persone a me più care. Spiace dir così ma morire per i seguaci di ...vissimo non me la sento proprio.

    RispondiElimina
  35. Possono ridimensionare quel che vogliono, ormai "il danno" è fatto.
    In questo caso direi...." troppo tardi Repubblica"!
    Il loro modo di agire appare così per quello che è: un patetico tentativo di arginare la fuga di una notizia importante che ormai è sotto gli occhi di tutti.
    Una "toppa" non basta!
    Non ero a conoscenza dell' esistenza della sindrome aerotossica e vi faccio i miei complimenti per l' articolo in questione che ha acceso la mia curiosità...
    Conosco un ex pilota in pensione e mi piacerebbe porgli qualche domanda al fine di approfondire ulteriormente l' argomento in questione!
    Questa sindrome, credo di aver capito, può colpire in maniera differente ognuno di noi.
    E' possibile che lui non abbia mai avvertito alcun sintomo riconducibile a tale patologia ma questi sono dubbi che solo un confronto diretto potrà fugare, confronto che invece, potrebbe rivelarsi molto interessante.
    Buona giornata a tutti voi!

    RispondiElimina
  36. il momento concentro i miei sforzi su di me, i miei famigliari e le persone a me più care. Spiace dir così ma morire per i seguaci di ...vissimo non me la sento proprio.

    Si cuociano nel loro brodo.

    RispondiElimina
  37. Straker, ho appena messo sul sito di NEXUS e vi è un editoriale di Tom Bosco sulla tua denuncia in merito alla persona che si spacciava per te.

    Non so come si dipani questo articolo, ma visto che nessuno lo ha segnalato su questo blog, te lo metto io.

    l'articolo è il seguente: Storie di Stra(ker)ordinaria follia - di Tom Bosco

    Fammi sapere come andrà. Non so se è un nuovo attacco di Bosco nei tuoi confronti o cos'altro.

    RispondiElimina
  38. Ciao Luana, in italia, ovviamente, non si è mai parlato della "sindrome aerotossica". Come tu sai bene, siamo in un paese libero e democratico e quindi queste informazioni non passano. In Germania e negli Stati Uniti la questione è molto dibattuta e, come segnalato nell'articolo, c'è anche un sito interamente dedicato a questo problema. In realtà sono tanti i piloti e personale di bordo che sono stati costretti a ritirarsi dal lavoro prematuramente, poiché le sostanze neurotossiche in cabina e sala passeggeri sono una costante. Le stesse pareti, i sedili, etc. ne sono imbibiti. Perciò ogni volo è una dose di veleni che si accumulano nell'organismo. Trattandosi di agenti che attaccano il sistema nervoso centrale, si possono avere seri problemi nell'immediatezza, oppure, a seconda dei soggetti, si possono evidenziare sintomi simil-Alzheimer o simil-Parkinson a distanza di anni. Chiunque viaggia con continuità in aereo dal 1999 è potenzialmente candidato ad ammalarsi comunque negli anni successivi. Salvo poi non poter ricondurre il suo problema all'aereo.

    Le compagnie si rifitano di intervenire e negano il problema. Idem le autorità di cotnrollo. Fatto strano è che questi problemi di "fumo in cabina" sono saltati agli onori della cronaca solo dalla seconda metà degli anni 90 del XX secolo e questo la dice lunga su come l'avvelenamento da fumi tossici non sia solo da imputare ai lubrificanti, dato che l'aria viene pompata dall'esterno e considerando anche che il doppio flusso (l'80% dell'aria viene bypassata senza entrare nella camera di combustione) dei motori odierni non facilita certo la contaminazione proveniente dalla camera di combustione e quindi da lubrificanti.

    In considerazione di ciò è chiaro che l'aria contaminata viene in buona parte direttamente dall'esterno (per via delle attività di aerosol, introdotte a regime dalla metà degli anni 90).

    Ricordiamo come spesso gli aerei di linea sono costretti (soprattutto al decollo e in atterraaggio), per forza di cose ad entrare nelle compatte nubi basse (chimiche) create da aerei militari e quindi appare evidente da dove arrivano i fumi tossici. Prova ne è che, quando i militari si sono resi conto che i loro piloti finivano irrimediabilmente intossicati dalle sostanze chimiche che essi stessi diffondevano in bassa ed alta atmosfera, si è deciso di sostituire la gran parte dei velivoli chimici pilotati con droni. In questo modo hanno notevolmente ridotto i costi (dovendo addestrare nonché pagare un numero nettamente inferiore di piloti) ed hanno scavalcato il problema dell'intossicazione da sostanze neurotossiche, lasciando il problema ai piloti civili ed ai passeggeri tutti. Per motivi legati all'efficacia del lavoro svolto, ogni aereo chimico deve volare incrociando o ripercorrendo la scia precedentemente rilasciata da un altro velivolo. Se non fossero droni, oggi i piloti sarebbero tutti morti o in un reparto neurologico per militari. Così, invece, tutto scorre liscio.

    A terra o su Awacs un certo numero piloti gestisce da consolle un buon numero di velivoli le cui rotte sono controllate interamente da satelliti specifici. I piloti in remoto intervengono solo in circostanze particolari e durante il decollo e l'atterraggio.

    RispondiElimina
  39. Straker, Zret, leggendo l'articolo, Tom Bosco riporta la lettera scritta alla Redazione della rivista dal vero autore che si è spacciato per Straker. Ecco uno stralcio:

    "Prima di tutto non era mia intenzione impossessarmi dell'identità di nessuno, tantomeno tentare di delegittimarlo o creare dei problemi a lui o al forum di NEXUS.

    L'unica mia vera intenzione era quella di aprire un canale di dialogo costruttivo, attraverso una rappresentazione caricaturale di quello che era il clima instauratosi nei confronti di Armando De Para.
    "

    Mi sembra, anche se fosse vero, una grande stronzata come cosa. Un gesto infantile. Pur se vuoi costruire un dialogo e stemperare gli animi:

    - Perchè ( così come avevo intuito io e Straker in primis ) copi e incolli frasi di Straker?

    - Perchè spacciarti per un'altra persona?

    - Perchè non parlare a nome tuo?

    - Perchè, quindi, mettere in mezzo il diretto interessato e farlo passare, pur con le sue ragioni, come quello che rompe le balle?

    - Perchè, in sostanza, aizzare gli animi ( visto che c'è stata gente, lì nel forum di NEXUS, che c'è cascata )?

    La lettera continua:

    "A chi ha giovato quell'atteggiamento, a nessuno credo, ed il mio intervento, volente o nolente ha comunque smosso qualcosa, anche se purtroppo ha sortito l'effetto contrario di quello che volevo ottenere, un ulteriore inasprimento della situazione, culminata in una querela verso la redazione di NEXUS."

    Ma va, e che pensava che poteva succedere? Mi sembra troppo ingenua come persona, eppure da come scrive - ovvero con padronanza della lingua ( ma potrei anche sbagliarmi )- non sembra.

    E verso la fine:

    "Per questo sono qui a scrivere questa lettera questa sera, dopo una chiacchierata con Andrea sono giunto alla conclusione che, per quello che mi attiene, porgo le mie più sentite scuse ai gestori di tankerenemy Antonio e Rosario Marcianò, sperando che vogliano accettarle e ribadisco che il mio intervento non era mirato nè alla diffamazione nè tantomeno alla loro delegittimazione.

    Porgo le mie scuse alla redazione di NEXUS e a Tom Bosco nella misura nella quale i miei interventi possano aver contribuito all'inasprimento dei rapporti tra loro e Marcianò.

    Spero che la situazione possa essere ricondotta ad un clima di serenità e cooperazione e che venga sotterrata l'ascia di guerra che vedo agitarsi in aria, quest'ascia ha già causato del dolore a tutti.
    "

    Ok, si sta scusando, non sta a me ad accettare le scuse ( non sono cose che mi riguardano ), però boh...c'è da pensare un po' su tutto. E su tutto intendo tutto ciò che ormai potrebbe ruotare intorno a NEXUS.

    Luka78

    RispondiElimina
  40. Naturalmente, dopo la lettera, l'articolo continua ancora per un po' con domande e perplessità di Tom Bosco in merito alle reali intenzioni di Straker nell'aver effettuato la denuncia.

    Ma queste sono cose riservate di Rosario, anche se di dominio pubblico alle quali, un po' tutti, abbiamo discusso e, sicuramente, continueremo a discutere allla luce di questo ultimo articolo di Tom Bosco.

    Ma l'importante è andare avanti e scrollarsi di dosso ( parlo in generale, nessun riferimento a Bosco ) gentaccia da quattro soldi.

    RispondiElimina
  41. "Se non fossero droni, oggi i piloti sarebbero tutti morti o in un reparto neurologico per militari. Così, invece, tutto scorre liscio."

    No Straker, i militari, i meteorologi, gli addetti ENAC, i disinformatori prezzolati coinvolti in queste operazioni illegali e contro qualunque diritto dell'uomo sono degli assassini e la loro anima è già morta. Se ne accorgeranno quando spireranno il loro ultimo malefico respiro.

    Io ho un cugino pilota Nuova Alitalia, e sembra non saperne nulla. Si lamenta dell'insalata Rio Mare in scatola che gli viene propinata a pranzo dalla compagnia. Per quanto mi riguarda non volo più e consiglio, se possibile, di prendere un comodo treno.

    RispondiElimina
  42. Ciao Luka, gli amministratori, in quanto tali, sono responsabili di quanto viene pubblicato sui loro forum. Non solo! Il Rampado, pur avendo sino dall'inizio conoscenza del fatto che colui non ero io, gli ha dato sponda sino all'ultimo, insieme a Gucumatz. Non contento ha continuato ad affermare che quel falso straker ero io, affermando che l'IP (secondo Rampado) era il sempre mio. Inutile dire che ho salvato (e portato ai carabinieri) tutte le schermate (compresa la chat nel forum) che attestano quanto affermo.

    A quel punto ho inviato diffida formale al direttore di Nexus.

    "Gentilissimo Direttore,

    La volevo informare che in questa discussione (debitamente salvata):

    http://forum.nexusedizioni.it/storie_di_ordinaria_paranoia-t5058.0.html

    si sta commettendo reato di sostituzione di persona, giacché un utente fake si spaccia per il sottoscritto con il nickname di Straker. E' evidente lo scopo diffamatorio e di discredito di tale azione, assecondata di buon grado dagli admins e che, se non verrà bloccata entro le 9 di domani mattina, con rettifica pubblica e ben visibile, mi costringerà a denunciare presso la locale caserma dei Carabinieri l'admin Andrea Rampado alias Armando De Para".


    Non ricevendo alcuna risposta dai diretti interessati nei tempi richiesti (salvo reazioni di sberleffo sul forum, da parte del Rampado), ho atteso 24 ore oltre la data di ultimatum e quindi mi sono recato alla locale stazione dei Carabinieri, facendo anche presente che il falso straker poteva benissimo essere quello che già nei mesi precedenti (eventi regolarmente a suo tempo segnalati alla magistratura) aveva usato una mail falsa (rosario.marciano@email.it) per chiedere denaro spacciandosi per il sottoscritto.

    Ora, visto che non mi sono affatto divertito in queste settimane in cui ci si è spacciati per me e mio fratello Antonio, non vedo come si possa pensare ad uno scherzo ingenuo da bontemponi.

    Tra l'altro la mail con tante scuse è pervenuta da IP e provider differente, rispetto a quello mostrato dal Rampado sul forum, allorquando ha affermato di aver pizzicato il fake. Che cosa devo pensare? Si tratta forse di uno che si è prestato?

    Si continua a giocare con la persona sbagliata. Se Pensano di mischiare così le carte sbagliano di grosso, visto che ho le prove. E le bugie hanno le gambe corte.

    Il 23 il fake inviava ancora pm (sul forum di nexus) spacciandosi per Marcianò.

    RispondiElimina
  43. " Le stesse pareti, i sedili, etc. ne sono imbibiti..."
    La moglie di questa persona è purtroppo venuta a mancare qualche anno or sono.
    Per ben 10 anni ha combattuto, insieme alla sua famiglia, contro quella che i medici avevano diagnosticato come una gravissima forma di depressione, salvo poi scoprire che la povera donna era affetta da una rarissima forma di Alzheimer.
    Data la giovane età di quest' ultima, 50 anni, e considerando il fatto che i primi sintomi di questa patologia avevano fatto la loro comparsa ben 10 anni prima, mi viene il dubbio che questo caso possa in qualche modo essere ricollegato al lavoro svolto dal marito....
    Se sto "vaneggiando" per favore correggimi!
    Mi ricordo che allora tutti, medici compresi, rimasero sbigottiti di fronte a tale situazione.

    RispondiElimina
  44. Qui Rampado afferma che l'IP dell'utente StrakerRM è lo stesso del fake :Straker:

    Ovviamente sa che non è così.

    RispondiElimina
  45. Straker, ho letto il sito di Nexus. E' incredibile!!!

    Memorabili le parole di E.L.

    "sono entrato anche io in questa storia, del tutto innocentemente"

    "Prima di tutto non era mia intenzione impossessarmi dell'identità di nessuno, tantomeno tentare di delegittimarlo o creare dei problemi a lui o al forum di NEXUS."

    "L'unica mia vera intenzione era quella di aprire un canale di dialogo costruttivo, attraverso una rappresentazione caricaturale di quello che era il clima instauratosi nei confronti di Armando De Para."

    Infatti sulla psicopatologia di questi personaggi del CICAP si dovrebbe fare un capitolo a parte del prossimo DSM-V. O forse meglio aggiungere un capitoletto nella favola di Pinocchio dal titolo: Pinocchio nel paese del CICAP!

    RispondiElimina
  46. Infatti, Straker, ricordavo che avevi dato una data al Direttore di NEXUS, o comunque all'amministratore del forum, entro la quale si doveva bloccare l'utenza fake, altrimenti ci sarebbe stata la denuncia.

    Ovvio che se Rampado e Cucumatz ( rispettivamente amministratore del forum e moderatore della sezione sulle scie chimiche ) erano a conoscenza della verità - cioè che Straker non era Rosario - hanno poco da dire.

    Naturalemnte ricordo ( basta andare sul forum di NEXUS - salvo cancellamenti ) che al finto Straker gli si dava spago.

    RispondiElimina
  47. Se non li avessi denunciati starebbero ancora lì a divertirsi, nonostante i problemi di salute di Rampado.

    Qui Rampado scrive che l'indirizzo IP del fake è 151.22.2.34 (IUnet).

    La mail del pentito fake mi perviene nei giorni scorsi, ma il suo IP è: 95.75.127.6 (Telecom Italia Mobile).

    Già su questa incongruenza si potrebbe ragionare...

    RispondiElimina
  48. Luana, è possibile. Ricordo che molte mogli di operai nelle fabbriche dove si trattava amianto si sono ammalate di asvestosi semplicemente perché lavavano gli abiti dei loro mariti.

    RispondiElimina
  49. Da non credere cosa è arrivato a scrivere Bosco...

    RispondiElimina
  50. Il titolo mi ricorda il blog di Axlman. Che strano...

    RispondiElimina
  51. Tra l'altro questo Emiliano Luisi (quello della mail di fasulle scuse) è già un nome noto tra i disinformatori, ma non è colui che usò la mail rosario.marciano@email.it nelle occasioni precedenti.

    RispondiElimina
  52. Tom Bosco afferma che non li ho avvertiti. Falso! ho inviato una email e, per essere certo che ne venissero informato tutti, ho comunicato la medesima cosa sul loro forum iscrivendomi appositamente per l'occasione. Non solo! Ho pubblicato la diffida in ogni dove.

    Qui lo screenshot della diffida nella discussione con il fake.

    Penso che Tom faceva bene a tacere.

    RispondiElimina
  53. http://www.facebook.com/album.php?aid=2088249&id=1506906522&comments&ref=notif&notif_t=photo_album_reply#!/photo.php?pid=31763587&fbid=1640075841035&id=1210954468

    qualcuno può confermarmi che è un effetto di rifrazione atmosferica?!? boh.............mah..............

    RispondiElimina
  54. http://www.corriere.it/esteri/10_settembre_28/india-ladakh-reportage_bd42f55c-cb1f-11df-8d0c-00144f02aabe.shtml

    è successo questo in quella zona...strano ma vero...

    RispondiElimina
  55. Tom Bosco ed il "suo fraterno amico" (bell'amico!) hanno perso un'ottima occasione per tacere e presto si accorgeranno degli errori commessi.

    RispondiElimina
  56. Oggi è il terzo giorno che nn vedo scie venefiche, pare si siano dati una pausa da queste parti. Non a caso il cielo è spettacolare, le nuvole sono stupende, bianche e reali. Pare ci vogliano far capire cosa ci viene tolto ogni giorno, una specie di ricordo di cio' che dovrebbe essere sempre. Ma si sà che purtroppo nn durerà a lungo...

    RispondiElimina
  57. France, ho visto qualche aereo chimico con scie non persistenti. Hanno ricominciato, anche se alla chetichella.

    Ciao

    RispondiElimina
  58. OT importante. Occhio alla soia OGM

    http://freeskies.over-blog.com/article-ogm-pericolo-infertilita-per-i-mammiferi-57894133.html

    PS: Occhio anche ai medicinali (anche da banco) contenenti addensanti et similia. IL 95% della soia è OGM! E' successo anche a un noto vitaminico da banco ritirato e rimesso in commercio in una nuova versione.

    RispondiElimina
  59. James Tont...

    Quasi tutta la soia è transgenica: bevevo tempo fa il latte di soia, ma l'ho abolito per questo motivo. Converrà bere solo la baracqua.

    RispondiElimina
  60. Nel pessimo ed insincero editoriale di Tom si nota pure tra le righe un avallo dell'ipotesi monopolare. Il tipo sta gettando la maschera.

    RispondiElimina
  61. Dai quell'articolo gliel'ha scritto Attivissimo.....basta vedere l'accenno nerd al Comandante Ed Straker....tipico dell'italo-svizzero.

    RispondiElimina
  62. ...anyway...un peccato...poteva dare molto ...
    Ma in effetti questo stile collo alto nero (tipico del ...lo so ma non te lo dico...)ed anche un pò da parà(culao)...non mi ha mai convinto
    Saccente (Nulla)tenente...Troppo Tardi...
    Noi Andiamo Avanti
    More Unite

    RispondiElimina
  63. dai ragazzi, abbiamo capito tutti....queste sono le condizioni per cui la rivista "nexus" non abbia "problemi di pubblicazione". non hanno scelta, o così o chiudono bottega. ricordiamo sempre che tutte le istituzioni sono d'accordo nello spargere sostanze nel cielo con gli aerei

    c'è stato un convengo sulla "geoingegneria": sempre la solita storia...spargere zolfo e alluminio con gli aerei come "ultima possibilità contro il riscaldamento globale"

    conferenza sugli aerosol atmosferici-geoingegneria

    il tempo come un'arma: geoingegneria

    questi sono articoli da far leggere ai più addormentati. si parla chiaro: spargere sostanze chimiche nel cielo contemporaneamente in tutto il mondo

    RispondiElimina
  64. "Tom Bosco afferma che non li ho avvertiti. Falso!"

    quando si arriva a negare l'evidenza vuol dire che si ha l'acqua al collo. mi ricordo anche io lo screenshot sul forum col messaggio di straker. quindi questo signore, bosco, mente sapendo di mentire.

    RispondiElimina
  65. Arturo, con la nomea che Nexus ha acquisito chiuderà lo stesso.

    Ciao

    RispondiElimina
  66. Arturo, hai letto il commento di un utente idiota che afferma che, volenti o nolenti, bisognerà ricorrere alla geoingegneria?

    Intanto ci avvelenano: su Sanremo hanno ricominciato in grande stile.

    RispondiElimina
  67. Ho da poco appreso da mia madre che le stanno morendo tutte le piante.E' di gran danno per le stesse proprio esporle all' aria, meglio tenerle dentro casa(mi pare logico).
    Sta accadendo anche alla sua vicina quindi non è solo una nostra impressione.Abbiamo calcolato da quanto tempo è iniziato il tracollo ed abbiamo concluso che ad oggi sono trascorsi cinque anni.Per inciso sono morte piante che era riuscita con rinvasi e cose del genere a far vivere per decenni.Sconsolata ha concluso che non le sopravvive niente.Non oso immaginare il tracollo dei nostri tessuti forse ancora non visibile, ma fino a quando?

    RispondiElimina
  68. Zret anche qui in provincia di Milano! Irrorazioni a gogo.

    RispondiElimina
  69. "hai letto il commento di un utente idiota che afferma che, volenti o nolenti, bisognerà ricorrere alla geoingegneria?"

    Per paradosso sarebbe auspibile, così almeno la gente comincierebbe ad alzare la testa e a prendere coscienza di questa vergogna. Tanto peggio di così ...

    RispondiElimina
  70. E infatti il cielo ha ripreso il suo aspetto camuffato di sempre, con le finte nuvole lunghe e del tutto innaturali. Poco fa sotto i miei occhi un passaggio con on-off.

    RispondiElimina
  71. E' vero anche qui a Milano sono morte le mie piante sul balcone piante trentennali, piante grasse che hanno bisogno di pochissima acqua ma di una buona ossigenazione che probabilmente non hanno avuto per la tossicità dell'aria, sono morte tutte agavi e cactus marcendo dal loro interno, non posso pensare cosa succede al nostro fegato che è un filtro naturale per antonomasia e al nostro cervello che ha capillari così piccoli che possono solo passare particelle molto piccole altro che PM10 qui si parla di 0,1 di inquinamento che vanno a confondersi con il nostro DNA cambiandolo e modificandolo. Chi mi ha già visto scrivere tra queste pagine sa cosa è successo alla mia povera moglie...

    wlady

    RispondiElimina
  72. Wlady, ho constatato anch'io quanto rilevi. Siamo (mal)vivi per miracolo, pieni di veleni in un mondo avvelenato e non solo in senso letterale.

    Ciao

    RispondiElimina
  73. Francesca, ho notato che la Tillandsia, pianta che assorbe molti inquinanti, muore nell'arco di pochi mesi, benché curata con tutte le attenzioni. Le piante soffrono pure per la carenza di luce. Siamo prossimi al tracollo.

    Già, cielo livido e cirri artificiali. Nell'arco di poche ore anche l'umore è cambiato: alla frizzante allegria dei giorni scorsi è subentrata la solita uggia.

    RispondiElimina
  74. Ciao a tutti volevo segnalare una pausa sospetta di circa due giorni e mezzo nelle operazioni criminali di avvelenamento.
    Stavo quasi allarmandomi di questa situazione particolare, la tregua si è conclusa da poco, attualmente il cielo risulta sorvolato dai soliti aerei senza livree identificative. Aggiungo anche che pochi minuti fà ho visto affiancati in formazione due aerei bianchi di cui uno con scia e l'altro senza. Più chiaro di così... Saluti dalle colline piemontesi!

    RispondiElimina
  75. Il "Gruppo" vaccini di Farmindustria ed il loro presidente alla riscossa! Per colpa dei "social network" e dei "bloggers" vaccinano solo 14 milioni di italiani mentre il loro obiettivo è quota 24 milioni.
    http://www.repubblica.it/salute/prevenzione/2010/09/29/news/social_network_contro_i_vaccini-7549816/?ref=HREC2-3

    RispondiElimina
  76. Chon, non sono paghi di intossicare 14 milioni di persone?

    Gigettosix, lo scialo è finito. Good bye, blue sky.

    Ciao

    RispondiElimina
  77. La terapia a base di succo di limoni non va mai interrotta. A colazione il succo di un mezzo limone, secondo me, va bene per tutto il tempo dell'anno. In estate io ne consumo anche durante il giorno.
    Mai abbandonare un presidio anti-ossidante e detossicante che mi pare protegga da non pochi problemi.

    RispondiElimina
  78. Più di tante parole, ecco la foto dello skyline alle ore 18;45

    http://yfrog.com/1npidimilleparolej

    http://img59.imageshack.us/img59/1314/pidimilleparole.jpg

    E pensare che ieri quando si erano rivisti i cumuli per un attimo pensai che questa storia fosse solo un brutto sogno, e invece no.

    RispondiElimina
  79. Gigetto, anch'io m'ero illuso per un attimo che i criminali avessero deciso di diradare le operazioni, ma...

    Paolo, consiglierei di prendere il succo di limone senza zucchero raffinato che è un dolce veleno.

    Ciao

    RispondiElimina
  80. se è stato così difficile trovare la soia naturale per dei ricercatori, che sono andati a parare fino in Serbia, quella che è venduta nelle erboristerie, che è?

    consiglio: ogni giorno spirulina al mattino, spremuta di 1 o 2 arance con mezzo limone dopo pranzo, (o uno intero se piccolo).
    lo faccio da 3 anni, non ho ancora mai avuto una febbre.
    solo un po' di tosse 2 anni fa, ma mi è passato grazie alla vitamina C, non con le medicine.

    @francesco
    la pagina facebook non c'è più...che foto era?

    RispondiElimina
  81. Va molto bene il succo di mezzo limone tutte le mattine a colazione, magari insieme ad una tazza di tè verde (ad una tempratura moderata per non neutralizzare la vitamina) ed un cucchiaio di miele, finchè c'è.

    RispondiElimina
  82. Le irrorazioni sono ripartite da ovest nel pomeriggio. Questa sera vero le 18,30 si notavano due segmenti verticali ad "arcobaleno" di fianco al sole al tramonto, uno per lato. Quello di sinistra partiva dalla cima del Monviso mentre l'altro, sulla destra, lambiva le cime delle montagne della Val di Susa. Le due formazioni si interrompevano verso l'alto contro la patina chimica e parevano due "bagliori" colorati nel cielo. I colori dei due segmenti erano simmetrici.
    Avevo già visto qualcosa del genere nelle giornate con cielo da incubo, ma mai due assieme.

    RispondiElimina
  83. MORGELLONS- BIOSENSORS & BIOCHIPS SWARM UNDER SKIN

    Nanosensori di superficie “Raman”

    Il National Science Foundation è sovvenzionato per lo sviluppo di questi bionanosensori. La chimica, la bioingegneria ambientale ed i sistemi di trasporto sono coinvolti nella realizzazione del programma.

    La presente invenzione riguarda i biosensori, in particolare i biosensori Raman usati per il rilevamento in vivo ed ex vivo degli analiti (sostanze che devono essere determinate nel corso di un’analisi, n.d.t.). In particolare, la presente invenzione fornisce composizioni e metodi per il rilevamento di analiti quali il glucosio in vivo.

    Un biosensore è composto da un substrato, da una molteplicità di nanobiosensori formanti un substrato, composti, a loro volta, da un insieme di nanosfere e da una pellicola di metallo sopra le nanosfere.

    Questa invenzione fornisce dunque un metodo di rilevazione di un analita. In alcuni casi, il rilevamento è in vivo. In altri casi, i nanobiosensori sono impiantati sotto la pelle. In altri ancora, sono impiantati in un occhio.

    RispondiElimina
  84. Grazie Straker! I biosensori naturalmente nascono a fin di bene. Se poi vengono iniettati senza il nostro consenso, fa niente sei diventato uno di noi. Un cittadino del NWO!
    Vedremo come verranno catalogati quei 10 milioni che non si fanno più vaccinare: terroristi, disturbati mentali da curare con diazepine?

    PS1: La Nestlè annuncia di creare un nuovo mercato: pharma-food.
    http://www.warc.com/News/TopNews.asp?ID=27299
    Mi vengono già i brividi al pensiero.

    PS: Sul tema del limone, consultare la dieta Kousmine e la famosa Bugwal alla mattina.

    RispondiElimina
  85. Bibliografia per chi volesse intraprendere la dieta Kousmine per curare le malattie degenerative e del sistema immunitario con l'alimentazione (non me ne voglia il prezzolato della pharmaindustria, che forse ignora quei poveri bimbi che a centinaia ogni giorno invadono gli ambulatori oculistici di tutta Italia con disassamenti del nervo ottico a seguito delle sane e sante vaccinazioni. Se ne vada una domenica in un parco dove giocano i bimbi.)

    http://www.tecnichenuove.com/libri/salvate_il_vostro_corpo_654.html

    http://www.tecnichenuove.com/libri/la_dieta_del_metodo_kousmine.html

    RispondiElimina
  86. Un consiglio "alimentare": fate germogliare i semi e poi mangiateli.

    Ho acquistato un anno fa un germogliatore:

    (http://www.semilandia.it/product_info.php?products_id=756)

    e da allora ho quasi sempre dei semi in coltura.

    Tra l'altro, ho anche "scoperto" che il germogliatore, per alcuni tipi di semi, non è nemmeno la soluzione migliore: un vaso di vetro è non solo sufficiente, ma permette anche di ottenere risultati migliori:

    http://www.alimentipedia.it/Comesifa/Germogli.html

    I germogli, oltre che molto buoni (da provare il crescione!) sono anche molto ricchi di sali minerali e vitamine (le vitamine dei germogli aumentano fino al 1400% rispetto alla pianta adulta!).

    Si possono trovare biologici:

    http://www.semilandia.it/index.php?cPath=63

    e, chi ce l'ha a disposizione, può usare l'acqua purificata per farli germogliare.

    RispondiElimina
  87. Ciao Ron, sono certo che la tecnologia attuale sia già idonea alla implementazione dei bio-sensori per inalazione, come affermò un Generale statunitense nel 2003.

    RispondiElimina
  88. Ginger, oggi ho notato aerei molto bassi sulle Alpi Liguri con il vento che, spirando da sud, trascinava un orribile sudario chimico verso il Basso Piemonte.

    Ottimi consigli Ron e Manuel. Speriamo che il funesto Codex non vanifichi tutto. Forse riusciremo a sopravvivere fino a...

    Questi nanosensori sono spacciati per mirabilia, ma sono dei veri nano-assassini.

    Ciao

    RispondiElimina
  89. Sta per uscire (22 ottobre) il documentario di Alex Jones su geoingegneria/chemtrails.

    Ecco il trailer: http://www.youtube.com/watch?v=UV4a49MecBA

    Dedicato a chi, in bestiale malafede, incolla questo tema alla tua persona e quindi, a una solo paese, come fosse un culto o una religione. TUTTO il mondo sta subendo questo disastro e TUTTO il mondo si sta svegliando. Della consapevolezza delle masse hanno paura soltanto coloro che vedono avvicinarsi il giorno in cui saranno (terribilmente) giudicati.

    trettomahawk

    RispondiElimina
  90. Per quel che vale Fulford penso che questa volta ci azzecchi

    http://translate.google.it/translate?js=n&prev=_t&hl=it&ie=UTF-8&layout=2&eotf=1&sl=en&tl=it&u=http%3A%2F%2Fwww.rumormillnews.com%2Fcgi-bin%2Fforum.cgi%3Fread%3D183827

    Le Elite sono proprio preoccupate dal risveglio globale!

    RispondiElimina
  91. perchè non aggiungi anche questi ?

    http://rsta.royalsocietypublishing.org/content/366/1882/4007.full.pdf+html?sid=dfef5264-8340-434a-8048-a00d322172b3
    http://rsta.royalsocietypublishing.org/content/366/1882/3843.full.pdf+html?sid=1abd3496-7a71-4aa8-a8a1-10e348285bb4
    http://rsta.royalsocietypublishing.org/content/366/1882/3883.full.pdf+html?sid=1abd3496-7a71-4aa8-a8a1-10e348285bb4
    http://rsta.royalsocietypublishing.org/content/366/1882/3919.full.pdf+html?sid=1abd3496-7a71-4aa8-a8a1-10e348285bb4
    http://rsta.royalsocietypublishing.org/content/366/1882/4039.full.pdf+html?sid=1abd3496-7a71-4aa8-a8a1-10e348285bb4
    http://rsta.royalsocietypublishing.org/content/366/1882/3969.full.pdf+html?sid=1abd3496-7a71-4aa8-a8a1-10e348285bb4
    http://rsta.royalsocietypublishing.org/content/366/1882/3841.full.pdf+html?sid=1abd3496-7a71-4aa8-a8a1-10e348285bb4
    http://rsta.royalsocietypublishing.org/content/366/1882/3863.full.pdf+html?sid=1abd3496-7a71-4aa8-a8a1-10e348285bb4
    http://rsta.royalsocietypublishing.org/content/366/1882/3947.full.pdf+html?sid=1abd3496-7a71-4aa8-a8a1-10e348285bb4
    http://rsta.royalsocietypublishing.org/content/366/1882/3989.full.pdf+html?sid=1abd3496-7a71-4aa8-a8a1-10e348285bb4

    dalla Royal Society per il CICAP, Nexus, ecc
    e se lo dice la Royal Society !!!

    nel primo si parla apertamente di aerosol mediante aerei, c'è anche un bel disegno molto esplicito verso la fine

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis