venerdì 27 marzo 2015

Precipita velivolo commerciale sulle Alpi francesi: completamente falsa la versione ufficiale!



Sono le 8:57 UTC del 24 marzo 2015: un velivolo della compagnia low cost Germanwings, appartenente alla Lufthansa, decolla dallo scalo di Barcellona (Spagna), diretto a Düsseldorf, in Germania. Poco più di 40 minuti dopo, stando alla versione ufficiale, si perde il suo segnale radar e l’aereo impatta sulle Alpi francesi. I media riportano la notizia così:

"Precipita velivolo commerciale sulle Alpi francesi. I testimoni ‘Volava troppo basso’. L’aereo era decollato alle 10 di mattina. Fin dall’inizio, la rotta dell’Airbus A320 eraanomala’ rispetto alla norma dei voli Barcellona-Dusseldorf: lo scrive il sito specializzato nel monitoraggio voli aerei Flightradar24. L’aereo sarebbe salito a 38.000 piedi prima di scendere inspiegabilmente. A 6.800 piedi il segnale è stato perso".

Successivamente le informazioni che via via sono diffuse ridimensionano la questione relativa alla rotta, mentre si "aggiusta il tiro" sulla quota, non più definita "bassa". Compaiono i primi grafici che descrivono una discesa lenta e graduale che porta il velivolo da oltre 12.000 a 1.800 metri in circa 8 minuti (Alcune fonti parlano di 18 minuti).

Sul portale Dailymail si riferisce circa la presenza di due caccia intercettori che scortano il velivolo, prima che esso scompaia dietro le montagne, ma successivamente la notizia viene editata e le righe in questione sono espunte. Non si accennerà più ad unità militari nella zona.

Leggiamo insieme: "Testimoni hanno parlato di un boato come da esplosione di dinamite. Poi hanno visto dei caccia seguire il velivolo della Germanwing. Ciò fa supporre che l'aereo civile fosse in qualche modo scortato da aerei militari".



Inizialmente è esposto che la zona dove si è schiantato l'airbus della Germanwings è difficilmente raggiungibile e che saranno necessari giorni per raggiungere il luogo del disastro, ma le mappe satellitari mostrano l'esatto contrario. Infatti la cima di 2.600 metri interessata dall'incidente aereo è all'interno di una zona percorribile tramite vie di accesso con automezzi e nelle vicinanze sorgono due piccoli centri abitati.

Le autorità dichiarano che sarà arduo ritrovare le due scatole nere, poiché l'aereo "si è polverizzato". Poche ore dopo, però, le apparecchiature preposte alla registrazione delle voci di bordo ed al percorso seguito dall'A-320 fanno la loro comparsa. Il Procuratore di Marsiglia, Brice Robin, che coordina le indagini, dichiara che le scatole nere sono fortemente danneggiate e che sarà difficile recuperare informazioni. La mattina successiva sono, invece, già disponibili le foto del Flight recorder danneggiato e poche ore dopo il Procuratore afferma, in conferenza stampa, che la registrazione del volo è stata recuperata: il responsabile dell'"incidente" è il co-pilota, che intendeva uccidersi. Questione chiusa.

Che cosa, però, è successo veramente?

In questo caso, così come in altri, molte tessere non appaiono al loro posto e le contraddizioni sono numerose. Vediamo di elencarle in modo sintetico.

LA QUOTA - Il volo 4U9525 D-AIPX, secondo i dati (se attendibili) forniti da Flightradar 24 risultava ad un’altitudine inferiore rispetto a quella regolare, ma questo è noto. Sappiamo che gli aerei commerciali preposti alla diffusione di composti igroscopici ed elettroconduttivi (vulgo scie chimiche) in bassa atmosfera volano spesso su corridoi militari e quindi a quote inferiori rispetto a quelle dichiarate. Quindi l'impatto sulle Alpi francesi, in una zona impervia compresa tra le località di Prads-Haute-Bléone e Barcelonnette, sembra essere una conferma di tale prassi: è chiaro che, se si incrocia a quote non sicure su determinate aree, l'incidente è più facile, in quanto eventuali manovre di emergenza non sono possibili.

LA ROTTA - Come ammesso dallo stesso portale meteoweb.eu, noto per essersi espresso in più occasioni a danno di chi scrive, il velivolo della Germanwings "percorreva un corridoio non diretto, ma che pareva piuttosto turistico".

LE COMUNICAZIONI CON LA TORRE - Stando a quanto riportato dalle autorità competenti, l'A-320 è scomparso dai radar pochi istanti prima della (presunta) collisione con le cime francesi. Inizialmente non si accenna all’interruzione di comunicazioni radio tra torre di controllo e piloti a bordo del velivolo commerciale. In tempi successivi, però, per giustificare la tesi ufficiale del "pilota kamiKaze", si asserisce che la torre ha perso ogni contatto con l'equipaggio, non appena il volo 9525 ha cominciato la discesa controllata e cioè 9 minuti prima della perdita del segnale sui radar. Questi tempi di buio implicano necessariamente l'intervento di caccia intercettori che dovrebbero raggiungere l'aereo civile e verificare "a vista" le condizioni dei piloti, quindi operare di conseguenza, ma nessun responsabile ha menzionato qualsivoglia operazione di "scramble".



LA SCATOLA NERA - Una sola delle due scatole nere è stata mostrata e cioè quella preposta alla registrazione dei dialoghi a bordo (in cabina di pilotaggio). Senza dubbio l'apparato risulta un vecchio modello, non più installato sui velivoli attuali, ma soprattutto mostra graffi e ruggine, come se fosse rimasta sotto le intemperie o in un ambiente umido per molto tempo. Il flight recorder non è quindi quello del volo 9525, ma con tutta probabilità è un pezzo recuperato da qualche magazzino ed usato allo scopo di ingannare il pubblico avido di chiarimenti.



LA TRACCIA AUDIO - Esiste già una traccia audio (ora rimossa), pubblicata sul portale You-tube e che è stato dichiarato essere la registrazione degli ultimi 60 secondi del volo 9525. Il file audio risulta essere frutto di manipolazione. Alcune parti di quelli che sono spacciati per i suoni in cabina sono ripetute più volte, mentre alla fine è circostanza anomala non udire il sistema di bordo richiamare il pilota con l'avviso "Pull up". E', infatti, lo strumento di prossimità al suolo che avvisa il pilota di tirare a sé la cloche o, come nel caso dell'A-320, il joystick.

IL PILOTA KAMIKAZE - Il Procuratore francese dichiara al mondo che la tragedia ha un responsabile: il co-pilota tedesco Andreas Lubitz. Inizialmente è dipinto un ritratto che non indicherebbe un aspirante suicida, ma con il passare delle ore viene corretto il tiro ed il profilo del povero capro espiatorio è sempre più fosco. E’ evidente come si stia operando a posteriori in modo tale da legittimare il più possibile la veridicità della versione ufficiale e che cioé il ventisettenne abbia voluto deliberatamente distruggere l'aereo ed uccidere sé stesso ed altre 149 persone tra equipaggio e passeggeri, poiché squilibrato. Bisogna chiedersi come sia possibile che il giovane potesse ancora volare, se quanto descritto dalle autorità e dai media è rispondente al vero. I colleghi del pilota, i dirigenti della Germanwings-Lufthansa tacciono. Intanto, però, è curioso che, a seguito dell'incidente sulle Alpi francesi, i piloti della Germanwings si rifiutino di volare. I motivi sono evidentemente da ricercare altrove. Che cosa sanno gli "addetti ai lavori" che noi non sappiamo? Forse sono preoccupati dei ripetuti e sempre più frequenti episodi di "fumo in cabina" legati alla sindrome aerotossica? Noi diremmo di sì.

Tornando al "suicida" Andreas Lubitz con 630 ore di volo all'attivo, un curriculum di tutto rispetto ed un riconoscimento F.A.A.. Egli approfitterebbe di un bisogno fisiologico del pilota per portare a termine quella che viene definita un'azione preordinata e deliberata. Bisogna domandarsi: come avrebbe agito, se il suo collega non si fosse recato alla toilette?

LA PORTA BLINDATA - Ci è stato “spiegato” che la porta blindata non ha permesso al Comandante di rientrare in cabina di pilotaggio, ma non ci è stato chiarito per quale motivo, pur avendo almeno otto (8) minuti per decidere sul da farsi, nessuno, compreso il Primo pilota, abbia usato il telefono satellitare, posto proprio a fianco della tastiera. Il telefono satellitare permette di comunicare con l’esterno ed in questo caso sarebbe stato possibile avvertire la torre di controllo di quanto stava avvenendo in quei drammatici frangenti. Otto minuti di silenzio? Inverosimile.

I PASSEGGERI - La versione ufficiale vede i viaggiatori rendersi conto del disastro imminente solo negli ultimi istanti. Come è possibile? Le autorità affermano che il Comandante ha cercato di scardinare (con un piede di porco) la porta di accesso alla cabina di pilotaggio. Questa è visibile da tutti i posti a sedere, dai primi sino a quelli posti in coda al velivolo. Per cui è plausibile che nessun passeggero abbia urlato o tentato di mettersi in contatto con amici e/o parenti tramite cellulare? A quella quota ed a quella velocità era probabilmente possibile riuscire ad agganciare qualche ponte UMTS a terra.

IL LUOGO DELL'IMPATTO - Nell'area del supposto schianto non si vedono oggetti più grandi di un paio di metri quadrati. Non si scorgono resti umani né bagagli o vestiti e, soprattutto, non si notano i rottami dei due turbofan che, essendo composti da parti in titanio ed altre leghe resistenti, dovrebbero essere assolutamente (quasi integri) nel sito del presunto impatto. La casistica indica che nel caso di collisioni, seppur violente, il piano di coda ed i motori restano indenni, nella loro struttura principale, ma a Barcellonette di queste parti non è stata trovata traccia!



CONCLUSIONE - LE NOSTRE IPOTESI - Non esiste una spiegazione univoca e certa, ma possiamo ipotizzare alcuni scenari.

In prima battuta, dato per stabilito che, come dimostrato da questo drammatico evento, gli aerei commerciali volano a quote più basse di quelle dichiarate, semplicemente per assolvere compiti di "geoingegneria clandestina", possiamo congetturare che a bordo del volo Barcellona-Düsseldorf della Germanwings si sia verificato l'ennesimo caso denominato in gergo "fumo in cabina". L'A-320 in questione era già stato coinvolto, in passato, in un episodio simile. In quel caso i due piloti, che avevano perso conoscenza, riuscirono in extremis a riprendere il controllo del velivolo, evitando una tragedia. Tuttavia i casi di "sindrome aerotossica" sono così frequenti che, sebbene le compagnie stiano ancora cercando di nascondere ai più il problema della contaminazione da gas neurotossici in cabina, sarà sempre più difficile occultare la verità. Infatti sono decine i piloti, il personale di bordo ed i passeggeri che si accingono ad intentare azioni legali, giacché è recente la pubblicazione del referto di un coroner che associa con assoluta certezza la morte di un giovane pilota con ripetuti episodi di "fumo in cabina".

E' il caso di ricordare che nel recente disastro aereo non è da sottovalutare la supposizione secondo cui i piloti, il personale di bordo ed i passeggeri siano rimasti incoscienti per minuti e questo giustificherebbe la dinamica occorsa. Ovviamente una verità come questa sarebbe deflagrante a livello di immagine ed il mercato dei voli civili subirebbe un crollo spaventoso. Anche le operazioni di aerosol clandestine, affidate alle compagnie commerciali, sarebbero in qualche modo compromesse. Per questo motivo è stata confezionata la storiella del pilota sucida alla quale tutti si sono omologati di buon grado. Un errore umano e la faccenda si chiude in fretta. Ciò giustificherebbe anche il silenzio dei dirigenti della Lufthansa che, a loro modo di vedere, preferiscono questo tipo di danno di immagine, piuttosto che dover rivedere la questione di fronte ad una vasta clientela. Gli utenti chiederebbero gli indennizzi per danni subìti a causa dei fumi tossici respirati in cabina passeggeri in questi ultimi 15 anni.

In ultimo... noi pensiamo che l'A-320 della Germanwings sia stato abbattuto ben prima di precipitare sulle cime francesi e ciò spiegherebbe perché delle parti più resistenti del velivolo non esiste alcun rottame. In seguito sarebbe stato ricreato ad hoc un teatro del disastro. E’ una ricostruzione superficiale (quella ufficiale), contraddittoria ed approssimativa, ma più che sufficiente per ingannare un popolino sempre più stupido.

ARTICOLI CORRELATI:

- L'inquietante incidente del volo 9525 della compagnia tedesca Germanwings. Che cosa è successo realmente?

- Germanwings schiantatosi sulle Alpi francesi: l'analisi del fattore altitudine induce ad ipotizzare che l'aereo sia stato abbattuto!



Vietata la riproduzione - Tutti i diritti riservati.

Sponsorizza questo ed altri articoli con un tuo personale contributo. Aiutaci a mantenere aggiornato questo blog.

La guerra climatica in pillole

Le nubi che non ci sono più

Per una maggiore comprensione dei fenomeni legati alla guerra ambientale in corso, abbiamo realizzato l'Atlante dei cieli chimici.

Chi è Wasp? CLICCA QUI

CHEMTRAILS DATA

Range finder: come si sono svolti i fatti

109 commenti:

  1. Ottimo, condivido il 99,9% solo un piccolo dubbio rimane sull'ipotesi dell'abbattimento, perche di solito sti animali cercano di non destare attenzioni. L'abbattimento creerebbe un problema per loro. Ma il resto è una Perfetta Ricostruzione!...Ottima ricostruzione quindi Straker e Zret!

    RispondiElimina
  2. Se qualcuno ha qualcosa in contrario con l'articolo di Ros... ha seri problemi da contaminazione aereotossica, si curi.

    RispondiElimina
  3. Il futuro è nelle nostre mani. Se ci diamo da fare...

    RispondiElimina
  4. Pezzo assolutamente credibile in ogni dettaglio, e costruito con un ritmo incalzante, Bravissimo.

    RispondiElimina
  5. evitate il sole e la pioggia i mangiate frutta e verdura di stagione.

    RispondiElimina
  6. articolo che direi esemplare.
    vorrei anche sottolineare che la versione del coopilota che ha modificato i parametri del pilota automatico è stata data da flightradar24 che molto spesso fornisce dati non corretti; mentre la versione delle conversazioni registrate dalla scatola nera sono arrivate da un'indiscrezione del nyt e subito prese come vere (radio londra ha dato il segnale. a chi non è chiara questa affermazione lo delucido dopo). poi, quando c'è di mezzo uno statiunitense, noi ci prostriamo. questo centra poco con il fatto in questione ma stamattina, con la sentenza del delitto Meredith mi è venuta spontanea. in italia abbiamo un'americana dichiarata innocente, un italiano che ha avuto il fondo schiena di essere insieme con qualcuno di nazionalità che ha vinto e un povero Cristo di Negro in carcere perche ha avuto l'onestà di dichiararsi colpevole di aver concorso in un omicidio insieme a nessuno.
    vedete un po' voi. e poi hanno il coraggio di dire che non siamo una colonia.
    buona giornata (questa volta si fa veramente per dire)

    RispondiElimina
  7. areo civile disegna tanti cerchietti in Tunisia.
    chissà perchè. cerca i terroristi, scrivono.
    irrora smart dust e altre schifezze tossiche, immagino io.
    http://www.corriere.it/esteri/15_marzo_28/attentato-tunisi-missione-usa-montagne-cercare-terroristi-de044d62-d4d5-11e4-831f-650093316b0e.shtml

    RispondiElimina
  8. Ho integrato nell'articolo il video creato da Tommy questa notte, basato sul testo dell'articolo.

    RispondiElimina
  9. Mi torna alla memoria il falso abbattimento dei due caccia libici sulla Sila a seguito della strage di Ustica. Anche li tanto fumo, tanti rottami e poi compare un caccia integro a terra ed il suo pilota quasi illeso pochi giorni dopo. La miriade di frammenti farebbe pensare ad una esplosione in volo (come ad Ustica) oppure ad una messinscena. Grazie davvero per questa puntuale ricostruzione. ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ipotesi più credibile è quella dell'abbattimento di un aereo civil-chimico.

      Ciao

      Elimina
    2. No, non sono d'accordo: i rottami dell'aereo caduto ad Ustica erano ben più corposi e consistenti che non i presunti rottami - in pratica solo briciole - dell'aereo della Germanwings caduto in Francia.

      Elimina
  10. https://www.facebook.com/pages/Michael-Jackson-e-la-sua-Guerra-con-lElite-Massonica/804640226225597?fref=ts

    RispondiElimina
  11. Attenti agli articoli che hanno per fonte Sorcha Faal, noto disinformatore mascherato, un po' come Adam Kazzmon.

    RispondiElimina
  12. http://www.theoutpostforum.com/tof/showthread.php?1550-Sorcha-Faal-Disinformation-Agent

    RispondiElimina
  13. Ecco come,. grazie alle false notizie "complottiste" manipolano la gente sui media di regime.

    http://www.lastampa.it/2015/03/28/esteri/ma-gli-amanti-del-complotto-hanno-gi-risolto-tutti-i-misteri-Rz0j1DcqNLMrfMG8ed7ACL/pagina.html

    L'autore della monnezza:

    https://www.linkedin.com/in/pagliaro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. https://www.facebook.com/BeniaminoPagliaroPage?fref=ts

      Elimina
    2. hai visto un ora fa su FB il primo commento di chi è?

      Elimina
  14. Mando un link, purtroppo in tedesco dove amici del pilota non credono possa avere fatto una cosa del genere perché tanti lo conoscevano come un bravo uomo.
    http://www.blick.ch/news/ausland/zu-besuch-in-der-heimat-von-todes-pilot-andreas-lubitz-eine-stadt-steht-unter-schock-id3609792.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Traduzione automatica:


      La costernazione raggiunse Montabaur tardi. Anche se (13 000 abitanti) nel Westerwald parlavano nella piccola città tedesca si diffuse rapidamente che uno di loro era tra i 150 che è morto nello schianto tedesca Ali. Abbiamo pianto le vittime - non sapendo che Andreas Lubitz († 27) è stato il colpevole.

      La notizia del suicidio strappò gli abitanti dalle loro idillio. Ora la gente dominato le strade un mix di rabbia, incredulità, la compassione. Pensionati Karl Pluss (83): ". Un atto barbaro, per i quali si ha parole"
      Nella casa sono stati i vicini di co-pilota hanno ancora messo giù una candela. Un residente locale: "I genitori erano orgogliosi del loro figlio, il pilota. Il padre lavora anche in Svizzera, come la famiglia si è riunito qui spesso per il weekend. "Ancora fissare i funzionari spaziosa casa di famiglia. Andreas Lubitz piaciuto provenienti dal suo appartamento in città Düsseldorf a casa. Con il suo fratello che abitava al primo piano, al piano terra i genitori viventi.

      La sua passione, correre, non rischiano di passare perseguire qui. Un percorso jogging è solo un tiro di schioppo dalla casa dei genitori. Modo solitario nella foresta oscura. Tuttavia, un camminatore sul giovane uomo sportivo ricorda: "Quando ho visto la sua foto sul giornale di oggi, è cliccato. Ha sempre accolto così bene. Incredibile. "
      Uno Particolarmente colpita è sul campo d'aviazione della LSC Westerwald. Qui Andreas Lubitz imparato a volare, qui è tornato ancora e ancora. L'aeroclub trasformato un avviso di morte per Andreas - prima era chiaro ciò che era realmente accaduto nel getto.

      Il compagno di squadra Peter Rücker (64) combatte le lacrime: "Lo conosco dal 2003, quando ha ottenuto qui. Lui era molto prudente, soprattutto buon pilota "E". Lui e alcuni colleghi erano una vera giovinezza volantino cricca. Siamo stati felici quando riuscì a Lufthansa. Uno dei suoi migliori amici è venuto a gli svizzeri ", dice. Lo scorso autunno, Andreas riapparve spesso sul campo d'aviazione. Peter Rücker: "Voleva rispolverare la sua licenza aliante."
      Alla ex scuola di Andreas Lubitz, il Mons-Tabor High School, che soffia la bandiera a mezz'asta. Essa commemora i 16 studenti e due insegnanti di proprietari, un'altra piccola città in Germania, il crack Lubitz con la morte.

      Alla stazione sono orgogliosi del collegamento ICE per Francoforte e Colonia. 38 volte al giorno toglie l'espresso nella piccola città. Sul sito c'è un accordo: la stazione ferroviaria è stata la cosa migliore che potesse capitare alla città. I voli della morte di gran lunga il peggiore.

      Elimina
  15. le irrorazioni stanno proseguendo traquillamente qua in lombardia...

    RispondiElimina
  16. Ottima ricostruzione della verità!

    Peraltro Andrea Lubitz non era neppure depresso

    http://www.blitzquotidiano.it/cronaca-europa/andreas-lubitz-ospedale-in-cura-ma-non-era-depressione-una-malattia-terminale-2143423/

    RispondiElimina
  17. Ehi Stampari di la stampa...quella carta igenica che chiamate giornale la faremo risaltare fuori appena tutto questo schifo verrà a galla (quelle pagine sono gia archiviate come ricordo)...e saranno casini. Criminali. Oggi, hanno pure ricominciato ad irrorare a tappeto. E' ora di finirla di prendere per il culo i cittadini. Ne abbiamo piene le palle! Avete l'acqua alla gola e non sapete più come contenerci...e noi non molleremo fino a quando questo crimine contro l'umanità non venga alla luce...alla luce del sole giallo e non bianco! Intesi?!!!!

    RispondiElimina
  18. aveva ragione un mio amico che diceva "non credere che siano così uniti. il potere non è mai unito".
    http://www.corriere.it/economia/15_marzo_27/guerra-rothschild-f76e9be4-d4a4-11e4-831f-650093316b0e.shtml

    RispondiElimina
  19. Foto di ieri (toscana), aerei senza scia; foto di oggi (toscana) aerei, alla stessa quota, con rilascio di scie a profusione!

    RispondiElimina
  20. Brando tratto da Uomini e Profeti di oggi

    parla un prete missionario tra i Pigmei ... ascoltare dal 21' e 34'' al 22' 07'' . Merita l'ascolto e il silenzio imbarazzato dell'intervistatrice

    http://tinyurl.com/olu8zb6

    Dedico questo bellissimo passaggio a tutte le coscienze che devono ancora risvegliarsi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il missionario senza peli sulla lingua è Padre Antonio Mazzucato

      Elimina
    2. l'accenno per noi è chiaro, ma per gli ascoltatori no; non eccelle per coraggio questo missionario che poteva pure pronunciare le parole "scie chimiche" invece che far cenno al fatto che "chi guida quegli aerei noon crede in Dio"

      Elimina
  21. Grande!!! Straker e Zret e a Tutti quanti,,,continuiamo così, ho notato una bella unione in questi giorni! Gli stiamo facendo male alla disinformazione!

    RispondiElimina
  22. Qui un esperto francese che dichiara le anomalie e in disaccordo con il Procuratore di Marsiglia.

    RispondiElimina
  23. Un altro cameriere: Giovanni Ruggiero
    http://www.liberoquotidiano.it/news/italia/11772626/Tragedia-Airbus--i-complottisti-hanno.html

    https://twitter.com/juan_r
    https://www.facebook.com/giovanni.ruggiero

    RispondiElimina
  24. Per gli analfabeti dei debunker o meglio dei deceivers, Somari falsificatori...si ricorda che secondo la logica e la semantica (questi termini per i disinformatori sono pressochè sconosciuti) Complottista è colui che nasconde il piano criminale alle masse e non chi lo denuncia. Ci siamo compresi ignoranti, asini, somari micci di negazionisti starnazzatori? L'italiano va studiato, coglionazzi!

    RispondiElimina
  25. Aveva Ragione Platone,,,il mito della caverna! Ci fanno vedere le ombre, ma dietro la realta è ben diversa! Non vogliono che le persone girino la testa e comprendano l'inganno.

    RispondiElimina
  26. al TG di questa sera parlavano di "aereo polverizzato" a causa dell'enorme impatto ad altissima velocità .... POLVERIZZATO?
    hanno anche detto che "ci si aspettava qualche rottame più grande come un pezzo della carlinga" ... e già, persino al TG fanno capolino dettagli che risultano decisamente in contrasto con la versione ufficiale ma chi se ne accorge?
    Anni fa dissero che una terrorista tedesca si era suicidata sparandosi un colpo alla nuca con una pistola a canna lunga ... tipico esempio di suicidio con contorsionismo. Ma quanti tedeschi se ne accorsero?

    RispondiElimina
  27. Ho ascoltato piu volte quel frammento di registrazione in cui si sentono i colpi spacciati per colpi della cabina. Ma se si ascolta bene con attenzione. La situazione si può anche tradurre in questo modo (mio modesto parere): all'inizio si sentono i colpi ed una voce femminile in lontananza...sembra che una voce dall'esterno della cabina, forse una hostess, stia colpendoi a ripetizione il metallo della porta chiusa come per cercare di mettere in allarme il pilota e co pilota, probabilmente svenuti per gas tossici. La hostess, o chi altro, colpisce la porta perchè l'aereo stava precipitando!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La traccia è un falso dal primo all'ultimo secondo.

      Elimina
  28. Platone...lo aveva già previsto, l'inganno dei media di regime!

    RispondiElimina
  29. "Gli inquirenti francesi: "Lubitz non è l'unica pista" - La pista della "personalità" del copilota, e dei suoi problemi psicologici, è "una pista seria" per le indagini sullo schianto dell'A320 di Germanwings, "ma non la sola". Lo rivela a i-Telé il generale di gendarmeria Jean-Pierre Michel, uno degli inquirenti francesi inviati a Dusseldorf per chiarire la tragedia. Al momento, aggiunge, "non è emerso ancora alcun elemento particolare" nella vita di Andreas Lubitz, come una rottura amorosa o un problema professionale specifico, che possa essere all'origine del gesto."

    RispondiElimina
  30. Risposte
    1. Leaking premature, unanalyzed, and partial CVR recordings, which lack the context of the entire body of factual investigative data, severely interferes with the investigative process, and can only lead to early conclusions on what exactly occurred during the time leading up to the accident. Any other use of CVR data is not only invalid, but is an unacceptable invasion of privacy best described as a search for sensationalism and voyeurism of the worst kind.

      Elimina
    2. "IFALPA once again stresses that the sole purpose of a CVR is to aid investigators in determining the factors leading to an accident and not to apportion blame or be used outside of its safety context. CVR details should only be publicly released following a thorough and complete investigation of the events that occurred, and not prematurely during the course of the field portion of the accident investigation, underway for less than 48 hours".

      Elimina
  31. "Gli inquirenti francesi: "Lubitz non è l'unica pista" - La pista della "personalità" del copilota, e dei suoi problemi psicologici, è "una pista seria" per le indagini sullo schianto dell'A320 di Germanwings, "ma non la sola". Lo rivela a i-Telé il generale di gendarmeria Jean-Pierre Michel, uno degli inquirenti francesi inviati a Dusseldorf per chiarire la tragedia. Al momento, aggiunge, "non è emerso ancora alcun elemento particolare" nella vita di Andreas Lubitz, come una rottura amorosa o un problema professionale specifico, che possa essere all'origine del gesto".

    RispondiElimina
  32. (ANSA) - BERLINO, 27 MAR - Andreas Lubitz, il copilota responsabile della tragedia del volo Germanwings, è stato un paziente della clinica universitaria di Dusseldorf, ma ''le notizie secondo cui fosse in cura per depressione sono inesatte''. Lo ha reso noto la stessa clinica in una nota che smentisce indiscrezioni pubblicate dal Tagesspiegel. La clinica ha specificato che Lubitz ha iniziato un periodo di cura a febbraio del 2015 e l'ultima visita era stata effettuata lo scorso 10 marzo per ''chiarimenti diagnostici''.

    http://www.ansa.it/sito/notizie/topnews/2015/03/27/clinicalubitz-non-in-cura-depressione_ff78a9dc-d957-466a-a4c4-fcdd0c824249.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Frà un pò diranno che aveva un'occhio di vetro e sintomi del Parkinson,che schifo.....

      Elimina
    2. Blondet invece aderisce all'ipotesi ufficiale ... definendo complottarde le altre e prendo come esempio Sorcha Faal.

      http://www.effedieffe.com/index.php?option=com_jcs&view=jcs&layout=form&Itemid=150&aid=313275

      Questo sito ha fatto il suo dovere: sputtanare qualunque ricerca della verità.

      Questa, secondo me, è la prova che sia whatitdoesit mean che in parte anche il sito Aurora sono manipolati dalle stesse mani che hanno diffuso la versione ufficiale (leggasi NewYork times)

      Elimina
    3. Infatti Ron,gli yankee hanno "suggerito" quale doveva essere la versione ufficiale da divulgare e i servi eurocoglioni tutti a 90.
      Ciao...

      Elimina
  33. Oggi domenica,irrorazioni riprese alla grande,Alzheimer per tutti,piloti compresi.

    RispondiElimina
  34. e intanto dopo due giorni di pausa o diminuzione delle irrorazioni da sabato pomeriggio il cielo è tutto bianco, almeno qui in lombardia

    è successo lo stesso altrove? magari in tutta l'europa occidentale? quanto accaduto in Francia ha messo momentaneamente in stallo l'operazione di copertura con le scie chimiche?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' come dici tu Corrado,forte calo delle irrorazioni per un paio di giorni e poi ripresa alla grande.

      Elimina
    2. Ciao Corrado ecco come si vede Milano oggi

      http://www.milanocam.it/Castello/images_archive.php?archive_display_date=20150329&archive_display_hour=09

      Elimina
    3. Ciao Corrado, qui su Sanremo non abbiamo notato interruzioni nelle operazioni di aerosol. Oggi, però, ci stanno dando su pensante!

      Elimina
    4. Ancora adesso è grigio ma ora si sta vedendo un sole pallido in mezzo alle nuvole orizzontali e a forma di frisè e verso est o sud est il cielo oltre che essere bianco diventa quasi viola, direi plumbeo o comqe minaccioso di far neve temperatura a mille metri è di 10°C ore 18:25!!!é da ieri che è così!!!Sono sulle dolomiti a 3/4 d'ora est di cortina d'ampezzo!!!Ciao!!!

      Elimina
  35. Spero tanto che Pasqua e Pasquetta siano due giorni di brutto tempo,almeno non li vedrò e potrò far finta che sia tutto normale,fanculo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Temo bel tempo con tante belle scie d'aereo nel cielo

      Già che siamo in argomento di Pasqua ti segnalo di ascoltare Padre Antonio Mazzucato missionario tra i Pigmei dal 21' : 34'' al 22' 07'' .

      http://tinyurl.com/olu8zb6

      Ciao

      Elimina
  36. Blondet aderisce alla vesione ufficiale, Blondet non parla di scie chimiche, blondet dice tante cose belle e giuste ma si perde sul più bello, evitando gli argomenti più scabrosi: il vaticano i gesuiti e le scie chimiche. correggetemi se sbaglio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai perfettamente ragione è un gatekeeper per il popolo delle catto - pecorelle.
      Ogni tanto vado a vedere cosa dice il sito (e qualche volta per sbaglio e per pochissimo tempo lasciano leggere qualche articolo a pagamento).

      E in effetti di fronte alla tesi paventata dalla redazione circa il coinvolgimento dei russi citando whatitdoesitmean un lettore nei commenti aveva protestato dicendo che Sorcha Faal era un disinformatore della CIA. Ma la redazione e Blondet hanno altri ordini da rispettare ...

      Ad ogni modo sembra che per Blondet le scie chimiche a differenza di Padre Antonio Mazzucato non esistano.

      Elimina
  37. la frase "percorreva un corridoio non diretto, ma che pareva piuttosto turistico" non è reperibile in rete se non su questo articolo e sulle sue copie che girano in rete

    RispondiElimina
  38. Sì, oggi ci stanno annaffiando di brutto!
    Che palle! Uscire di casa, per far una passeggiata col pungolo delle scie, è una bella rottura!

    RispondiElimina
  39. Questi Criminali non accennano a smettere...TOSCANA CAMERA A GAS! Ed i buoi da traina, non se ne accorgono...nessuno che osservi il cielo!!! Sembra di rivivere i vecchi telefilm Ai confini della Realta'! Ma è Cosi demente il popolo?!!! IRRORAZIONI A TAPPETO!

    RispondiElimina
  40. ... e sarebbe la domenica delle palme.

    RispondiElimina
  41. Tra non molto andremo a benedire le palme con lo stecco...e i bovini non si accorgeranno che hanno lo stecco in mano! Mai che si domandassero cosa cavolo stanno facendo quelli aerei vigliacchi! Comunque un grazie di cuore a tutta l'aeronautica civile e militare per aver trasformato la domenica delle palme in una domenica infernale! Come disse L'uomo più grande della storia dell'umanità:" verranno gettati dove il loro verme non muore e il fuoco non si estingue". Mc 9,48

    RispondiElimina
  42. IL DECLINO DI UN PILOTA "DA MORTO"

    GIORNO DELLA TRAGEDIA
    Era un pilota modello. Uno dei migliori.

    SECONDO GIORNO
    Era in gamba ma qlc.mese fa era stato depresso.

    TERZO GIORNO
    Era in gamba ma ultimamente soffriva di depressione

    QUARTO GIORNO
    Era in gamba ma soffriva di una depressione tremenda

    QUINTO GIORNO
    Era un depresso cronico.

    SESTO GIORNO
    La ragazza lo aveva lasciato il giorno prima del disastro siccome era psicolabile e le diceva sempre che aveva incubi di notte e che voleva compiere un gesto con cui l avrebbero ricordato tutti. L aveva detto anche a Holland e alla Merkel. Trovati certificati medici. Non avrebbe dovuto lavorare da un annetto.

    SETTIMO GIORNO
    Era cieco al 30%

    DOMANI
    Era completamente cieco. L aereo é precipitato siccome il suo cane guida é andato a fare pipi pensando che il comandante fosse in cabina di pilotaggio, ma era al cesso pure lui.

    RispondiElimina
  43. La prossima, straker, diranno che aveva perso le lenti a contatto e non riusciva piu a trovare la cloche! O che è un atto terroristico dell' Isis.

    RispondiElimina
  44. Aggiungerei che potrebbe essere stato un raggio della morte o simile a distruggere un aereo del genere o in un altra ipotesi si potrebbe arrivare a pensare che abbiano messo tutto in scena insomma tutto finto per i media perchè stanno portando avanti dei programmi ben mirati a tutto il popolo ed appunto dirottato e scortato il volo eliminando ogni traccia di rilevamento radar portato al sicuro in un sito diverso dal suo tragitto ordinario e il restante delle persone messo in quarantena o comqe fatto sparire in un modo o nell'altro.....resettati mentalmente cambiati connotati ecc ecc....congetture fantascientifiche lo so ma è questo che avrebbero potuto fare o come scritto nell'articolo le altre ipotesi...mah nessuno lo saprà mai concretamente ma il fatto sussiste e credo fermamente che quel e qui voli siano portatori di male per tutto il genere umano faunistico e di flora!!!A capo chi c'è!?I servizi segreti che prendono ordini da militari che prendono ordini da persone che vivono nell'ombra da sempre che prendono orini a loro volta da entità che vorrebbero il controllo sul genere umano e lo sterminio di certe forme di vita!?Bah....io mi sa che me ne vado a fanculo distante da tutto questo come eremita e morta la!!!Non per paura ma perchè non ne posso più di ste stronzate!!!

    RispondiElimina
  45. Apri quella maledetta porta!!!...Mi vien da ridere! Grazie media di regime...la vostra informazione è sempre "ottima" e soprattutto "sincera"!

    RispondiElimina
  46. ..due cose non quadrano..: Apri quella maledetta porta!!! E non aprire quella maledetta tendina!! Si decidessero! Link:
    https://www.youtube.com/watch?v=hEsCQnbwCF4

    RispondiElimina
  47. La 'soap opera ' di Andrea Lubitz. Ma mi sa che avesse anche un occhio di vetro ed una gamba di legno (anomalie mai notate prima).

    Qui tuttavia un sito civetta continua a ribadire che l'abbattimento è avvenuto per errore grazie a tecnologie laser. Dimentica solo di aggiungere che, a causa della sindrome aerotossica, i piloti erano incoscienti e che si è dovuto abbattere l'aereo per motivi cautelari.

    RispondiElimina
  48. Molto eloquente l'intervento di straker, su quello specialista ed ex pilota francese, il quale dichiara, e lo fa in tv, che: 1) la porta, in caso di mancata apertura su richiesta è dotata di allarme audio che invece non è stato registrato in scatola nera.2) è impossibile ascoltare il respiro o tantomeno il rumore della cloche da una scatola nera perché in cabina c'è talmente tanto rumore che occorrerebbero dei dispositivi di protezione individuale di sicurezza antirumore.

    RispondiElimina
  49. Questo il sito:

    http://www.thetotalcollapse.com/obama-rages-over-germanwings-plane-shootdown-refuses-to-meet-nato-leader/?utm_source=feedburner&utm_medium=email&utm_campaign=Feed%3A+TheTotalCollapse+%28The+Total+Collapse%29

    RispondiElimina
    Risposte
    1. P.S. Ron: su blondet non ho parole. Ma su aurora sito dove leggi che ha diramato la versione ufficiale? Grazie. Ciao

      Elimina
    2. Volevo dire che Aurora sito ha preso a piene mani le versioni di whatdoesitmean aka Sorcha Faal spacciandole come versioni contro-ufficiali. Molti lettori hanno chiesto al gestore del sito come mai non avesse verificato prima la fonte delle notizie. Lattanzio ha preferito glissare o accusare dicendo che chi critica Sorcha Faal sono i gesuiti, i conservatori ultracattolici o addirittura i vari Cicap internazionali. Mah ... a me non convince affatto.

      Elimina
    3. Ah ok. Ora è chiaro. Quindi il problema è sto sarcha. Poi ho letto pure il commento di zret su cdc su costui. Quindi andrò cauto pure su Lattanzio. O almeno quando tradurrà sto sarcha
      Grazie

      Elimina
  50. La torre di controllo ha perso il contatto radar quando il velivolo volava a 6.800 piedi (circa 2.073 metri di quota) e sorvolava una zona posta a 1.298 metri di altitudine. Impossibile che il segnale si sia perso a questa quota. Ciò implica che l'A-320 sia scomparso dai radar poiché abbattuto in volo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lapalissiano. Grazie. Ogni giormo si aggiunge un tassello per smerdarli. Almeno melle semilibere nazioni come francia e germania. Da noi nessuno va in tv a dire queste cose.

      Elimina
  51. Risposte
    1. Non credo. È nebbia chimica. ha già intossicato tutto il bestiame

      Elimina
  52. sarebbe curioso sapere i livelli di metalli pesanti nell area del presunto schianto,dove è finito il carburante?

    RispondiElimina
  53. in un articolo di ieri sul sito del Messaggero si legge che la pista del co-pilota depresso non è l'unica seguita dagli inquirenti, non si esclude il guasto tecnico. Come conciliare tale dichiarazione con tutto il can-can mediatico di questi giorni che attribuisce alla follio del copilota la colpa del disastro?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti. Mi pare che ora si siano messi da soli nell'angolo e difficilmente potranno fare marcia indietro. Comunque l'aereo sorvolava un conglomerato di nove frazioni la cui cima più alta è di circa 1300 metri. Sì è perso sopra l'area dei frammenti... a 1000 metri e più di quota rispetto al terreno.

      Elimina
    2. Secondo me il procuratore tedesco oggi in conferenza stampa aprirà a quest'altra ipotesi, smerdando, di fatto il can can ufficiale propagato finora dalla libera informazione dell' FBI

      Elimina
  54. O.T. L’ex Generale GdF Umberto Rapetto: Hanno istituito la legge marziale. http://contropiano.org/articoli/item/29892

    RispondiElimina
  55. Tireranno fuori di tutto, anche L'isis e atti terroristici vari ma NON parleranno mai della sindrome aerotossica. Perchè non conviene, il traffico aereo crollerebbe e cosi anche le irrorazioni!...Guai a noi se avessimo un poco di aria sana!

    RispondiElimina
  56. Oltre all'incidente del volo 9525, in passato ci sono stati altri "incidenti" sospetti, dai due aerei della Malasia Airline al volo da Rio de Janeiro dell'Air France. Invito a leggere o rileggere questo mio articolo del 2009 in cui parlo di altri strani incidenti e delle dichirazioni di Hugo Chavez http://umbvrei.blogspot.com/2009/06/cosa-si-nasconde-dietro-lincidente.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie della segnalazione, Prof. Folliero.

      L'"incidente" della Malaysia airlines, a mio parere, si inquadra in un altro contesto.

      Considerare la geoingegneria spesso consente di trovare quella tessera con cui completare l'effigie. E' il caso del disastro aereo occorso all'airbus tedesco.

      Elimina
  57. Ho letto 3 volte questo articolo e ho aggiunto alcuni tasselli che mi mancavano ... ho la sensazione che i fatti siano andati veramente cosi ... Alla faccia degli scienziati che parlano in tv e sui giornali .. voi Rosario e Antonio avete fatto un capolavoro di analisi ... bravi ... complimenti ... buon lavoro e ciao a tutti

    RispondiElimina
  58. Seguite questo il video dal minuto 7,15 occhio ai colpi che si odono in cabina. Qualcuno tenta di sfondare la porta prima che A 320 decolli ????

    Nooo è il ruotino anteriore che passa sopra le luci della center line della pista di rullaggio e lo notate dalla vibrazione che noterete sul parabrezza, noterete un'altro rumore simile a quello del file del presunto voice recorder germanwings

    https://www.youtube.com/watch?v=J7U2CzY-A7w

    RispondiElimina
  59. Discusione in corso su Nodisinfo:

    commenti riportanti le tesi di TankerEnemy:

    http://nodisinfo.com/more-hard-proof-germanwings-crash-is-a-hoax/#comment-170704

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Interessante! Puoi postare questo?

      INCIDENTE GERMANWINGS - LA TRAMA DI UN TELEFILM: THE EVENT - https://archive.org/details/THEEVENT

      Download video: https://archive.org/download/THE-EVENT/THE%20EVENT.mp4
      FLV: https://archive.org/download/THEEVENT/THE%20EVENT.flv

      “The Event” è una serie televisiva statunitense creata da Nick Wauters per la NBC. Stranamente l'intreccio della produzione anticipa e rispecchia alcune circostanze relative all'"incidente" (e relativa ricostruzione ufficiale dei fatti) occorso all'airbus A-320 appartenente alla compagnia low cost Germanwings...

      ARTICOLI CORRELATI:

      http://zret.blogspot.it/2015/03/the-event.html
      http://www.tankerenemy.com/2015/03/precipita-velivolo-commerciale-sulle.html
      http://www.tankerenemy.com/2015/03/germanwings-schiantatosi-sulle-alpi.html

      Elimina
  60. Anche se un po' in ritardo voglio proporvi una mia teoria.E' chiaro a tuti che l'aereo non si é sciantato al suolo.Mancano,dai reperti fotografici, pezzi sufficientemente "grandi" per dimostrarlo.Si pensi che i motori degli aerei di oggi sono fatti in modo che anche cadendo da 12'000metri restino parzialmente "intatti" (vedi MH17 Ucraina, abbattuto da missili (esplosione in aria) e visibili all'80% sul terreno)Di questi in Francia non vi é traccia! Pertanto l'ipotesi piu' realistica e che si sia "disintegrato" in aria.Non puo' essere una esplosione interna, come pure un abbattimento da altro aeromobile, in quanto dovrebbe essere (l'esplosione) di una potenza tale che solo un arma Atomica riuscirebbe a ridurre in piccolissimi pezzi un aereo di quelle dimensioni.Non penso sia successo questo in quanto nessuna stazione meteorologica ha rilevato alcuna radiazione o scossa sismica quel giorno.
    Un "danno" del genere pertanto lo puo' provocare un Raggio Laser, montato su aeromobili e pertanto non ancora "preciso". E' di questi giorni la notizia "ufficiosa/ufficiale" che la Boeing Americana vuole montare su degli aeromobili dell' Esercito USA, questo tipo di cannone (diciamo che questa "tecnologia" esiste da parecchi anni montata su navi e funzionante! I danni sono simili al volo Germanwing "polverizzazione"!!
    Quel giono nel Mar Medid
    terraneo era in corso un esercitazione aeronavale per intercettare un missile balistico "sparato" da una base californiana con traettoria stratosfera e rientro nell'atmosfera su un bersaglio "europeo" Questa l'esercitazione! Purtroppo il volo Germanwing si è trovato sulla traettoria ancora imprecisa del Raggio della Morte, con le nefaste conseguenze!! (La stessa mattina la parte Nord dell'Europa, Olanda, Belgio, Norddella Francia si è trovata per alcune ore in un inspegabile blak-out energetico. A voi il giudizio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, la storia del laser è stata messa in piedi dalla C.I.A., ma non ha fondamento.

      https://youtu.be/GEJChas8VOg

      Elimina
    2. http://straker-61.blogspot.com/2014/07/abbattimento-di-un-777-200-della.html
      http://straker-61.blogspot.com/2014/07/abbattimento-del-volo-mh-17-la-saga.html

      Elimina
    3. La spiegazione è anche nel video sopra postato.

      Elimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis