domenica 22 marzo 2015

Imminente l'uscita del libro "Scie chimiche: la guerra segreta"

Sarà disponibile a partire da maggio 2015 il volume “Scie chimiche: la guerra segreta”, i cui autori sono Rosario ed Antonio Marcianò. Il saggio è stato concepito come l'ampliamento dell'omonimo documentario di cui mantiene l'impianto: vi trovano così adeguato spazio gli argomenti che nella precedente produzione o erano stati esposti per sommi capi o talora trascurati per evidenti ragioni di durata. Si traccia in questo modo un quadro esauriente che travalica i confini della geoingegneria clandestina intesa come insieme di attività di intervento sui fenomeni atmosferici, per esplorare altri àmbiti non meno rilevanti, come lo snaturamento della biosfera, il controllo delle nazioni, i nessi con le politiche gestite da apparati sovranazionali etc.

Cogliamo l'occasione per ringraziare l'editore ed i suoi collaboratori che hanno creduto, sin dal principio, nel progetto nonché tutti i lettori, i cui contributi, segnalazioni, spunti hanno permesso di scrivere un'opera che è veramente agganciata ad esigenze divulgative scevre da ogni condizionamento.

Di seguito la presentazione della quarta di copertina.

"Con taglio oggettivo e per mezzo di una corposa documentazione, dopo aver inquadrato il problema, il libro si sofferma sulle varie sfaccettature della questione:

- il controllo del tempo e del clima
- le connessioni con le strategie militari e gli interessi economici
- le conseguenze sull’ambiente e sulla salute
- il ruolo della disinformazione e della propaganda

È stato privilegiato un approccio scientifico, ma questo non esclude una precisa volontà di denuncia accanto ad uno sprone nei confronti dei lettori a prendere coscienza del fenomeno.

Il testo si basa su ricerche pluridecennali sul tema che hanno condotto a conclusioni ormai inconfutabili.

L’osservazione e l’esperienza, come da metodo consolidato, hanno completato il mosaico".

"Scie chimiche: la guerra segreta" sarà disponibile entro maggio 2015 e può essere già prenotato su Macrolibrarsi.it da questo link.


Vietata la riproduzione - Tutti i diritti riservati.

Sponsorizza questo ed altri articoli con un tuo personale contributo. Aiutaci a mantenere aggiornato questo blog.

La guerra climatica in pillole

Le nubi che non ci sono più

Per una maggiore comprensione dei fenomeni legati alla guerra ambientale in corso, abbiamo realizzato l'Atlante dei cieli chimici.

Chi è Wasp? CLICCA QUI

CHEMTRAILS DATA

Range finder: come si sono svolti i fatti

42 commenti:

  1. Bravi ragazzi! E' abbordabile anche il prezzo! ((;

    RispondiElimina
  2. Ottimo, minimo minimo ne ordinero' 6 copie! ;-)

    RispondiElimina
  3. "Le nano-tecnologie consentiranno a dei granelli di "smart dust" delle dimensioni di 1mm cubo o meno, di operare come sciami di sensori [vedi Swarm Theory, nda] galleggianti attraverso le correnti d'aria (pag 41) o di funzionare come polvere esplosiva in grado di raggiungere obiettivi sensibili apparentemente inaccessibili.
    Allo stesso modo la "smart dust" potrà essere distribuita attraverso aerosol [Scie Chimiche, nda] ed inalata dai polmoni, dove si depositerà per eseguire varie "missioni patologiche", rappresentando una del tutto nuova e legale classe di armamenti (pag 43).
    Altro fronte di guerra futura è quello dell'emissione di Radio Frequenze (RF) come arma contro la persona ( attraverso il riscaldamento, gli effetti di superficie, e l'interazione col cervello in modalità di bassa frequenza - pag 49). Le microonde a bassa potenza causano abbassamento delle performance comportamentali, massiccia alterazione delle funzioni cerebrali, incremento letale del flusso sanguigno (pag 50).
    La nano-tecnologia può essere usata in molteplici occasioni e con i più vari scopi, dalla guerra batteriologica anti-uomo a quella geneticamente mirata, fino alla funzione anti-flora/fauna e alla bio-pirateria (pag 51)."
    Traduzione e sunto delle slide (autore Dennis M. Bushnell, NASA).

    RispondiElimina
  4. Minchia.... Queste cose mi sembra di viverle ogni giorno!

    RispondiElimina
  5. Presto so io dove gliela ficcheremo tutta questa nano-tecnologia!...E con gli interessi!

    RispondiElimina
  6. Una curiosita': su FB non riesco più a commentare alcun post. Il sistema mi blocca dopo 3 caratteri digitati. Ho dei sospetti su di una persona. Non ho idea se la cosa sia successo a qualcun altro di voi.

    RispondiElimina
  7. Fermate l'immagine al minuto 7,17,cosa vedete in cielo?.

    Quì

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci sono più scie chimiche in Russia che politici corrotti in Italia. Todos caballeros.

      Ciao

      Elimina
    2. Proprio sul sito di Giulietto Chiesa... lui che afferma che in Russia le scie chimiche non esistono... LOL!

      Elimina
  8. Ciao Damocle, grazie per la segnalazione.

    Lo stesso propositore della nuova terminologia ("Geoingegneria" al posto di "scie chimiche") è colui che afferma: "Le operazioni di aerosol in Russia non sono presenti". Ma le immagini lo smentiscono.

    RispondiElimina
  9. grande Damocle.
    Putin è un infame come gli altri.
    e questo dimostra ancora una volta che i f.lli Marcianò hanno ragione quando dicono che non si tratta di conflitti tra Stati ma, forse, aggiungo ed immagino, tra Pianeti!!

    RispondiElimina
  10. Potrebbe essere che americani e russi si stiano facendo la guerra con le armi climatiche,almeno fino ad ora.....

    RispondiElimina
  11. o forse le nazioni sono solo un teatrino utile solo come argomento di conversazione al bar..

    RispondiElimina
  12. o forse le nazioni sono solo un teatrino utile solo come argomento di conversazione al bar..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La guerra è dei governi contro i cittadini.

      Elimina
  13. La guerra climatica e ionosferica, al tempo, l'UnioneSovietica e USA, tra le 2 superpotenze da cui poi è nato il progetto haarp è partita proprio dal famoso the russian woodpecker...!Se ricordo bene.

    RispondiElimina
  14. Risposte
    1. Hybris senza ormai limiti

      Dalla produzione di mini buchi neri all'apocalisse di universi paralleli con comunicare con nuove entità

      http://voxnews.info/2015/03/24/lacceleratore-del-cern-ci-dira-se-luniverso-e-mai-iniziato/

      Questo che viviamo è davvero il peggiore dei mondi possibili. Temo il peggio.

      Elimina
  15. Ma la foto pubblicata da Samantha Cristoforetti solo qualche giorno fa che ritrae il Mar Caspio e le aree circostanti riporta scie chimiche lunghe ed evidentissime oltre ad una intensa foschia atmosferica di ricaduta.
    Conferma ulteriore di attività di geoingegneria prominente nei cieli della Russia.
    Russia quale ingranaggio fondamentale del sistema anche se qualcuno non ci arriva a capire.

    Il Gruppo Bilderberg si riunirà in Austria presso l'esclusivo Interalpen Hotel di Innsbruck dall'11 al 14 giugno prossimi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Discuteranno come far fuori la Russia.

      http://voxnews.info/2015/03/24/camera-usa-da-via-libera-ad-invio-armi-ucraina/

      Da capire in questo contesto a cosa servano ai russi tutte quelle operazioni di geoingegneria.

      Elimina
    2. Guerra tra superlogge massoniche.
      Anche la Russia vuole un nuovo ordine mondiale, ma dev'essere diverso da quello che vogliono le ur-lodges occidentali,quindi bisogna eliminare la Russia,l'unica ad avere la forza militare per distruggere gli Usa e i loro servi.
      A prenderla nel didietro siamo comunque sempre noi,purtroppo la maggioranza continua nel suo ipnotico e profondo sonno.

      Elimina
  16. Precipita aereo di linea sulle montagne francesi. I testimoni: "Volava troppo basso"...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L’aereo era decollato alle 10 di mattina. Fin dall’inizio la rotta dell’Airbus A320 era “anomala” rispetto alla norma dei voli Barcellona-Dusseldorf: lo scrive il sito specializzato nel monitoraggio voli aerei Flightradar24.

      Elimina
    2. Aggiungo il punto di domanda Avvertimento alla Germania?.
      La Merkel è andata al vertice di Minsk a trattare con Putin senza il consenso amerikano,che siano collegabili i due fatti?.
      Secondo me sì,ennesima conferma che a Washington ci sono dei pazzi criminali,uguali se non peggiori di Hitler e/o Stalin.

      Elimina
    3. In francia le forze armate sono in fermento. Potrebbe essere stato abbattuto.

      Elimina
    4. Daranno la colpa ai russi anche stavolta?.

      Elimina
    5. Noi sappiamo ed abbiamo sempre affermato che gli aerei civili, per eseguire inseminazione igroscopica delle nubi basse, devono necessariamente volare attorno ai 6000 piedi e questo episodio lo conferma.

      Elimina
  17. Un grazie a tommix; altro video geniale, paurosamente realistico! Il peggiore dei mondi, ma anche dei modi possibili!

    RispondiElimina
  18. Questi delinquenti bisogna mandarli tutti a casa e schiaffarli alla Corte Criminale Internazionale. Per gli atti a delinquere sulla povera popolazione. In accordo con la Nato hanno trasformato questo bel paese in un deserto tossico e radioattivo. Visto che nelle sostanze piovute dal cielo è riscontrato pure torio 232, cesio 132 e polvere d'uranio! Tra navi dei veleni affondate, tra asbesto mai rimosso, tra vaccini colmi di sostanze tossiche letali a lungo termine. Tra tessere sanitarie con codici militari, tra la finta cura e prevenzione di malattie. Tra finti enti di ricerca che nascondono le cose. Tra google che elimina telematicamente articoli scomodi sulle chemtrails per non informare, mentre, a sua volta, moltiplica articoli e siti italoSOMARI di disinformazione di proprietà statali e gestiti da quelli che di fanno chiamare deBunker ma il loro nome reale è deCeivers (ingannatori) ...che in realtà sono una banda di asini analfabeti che non sanno neppure ciò che è accaduto nella nostra storia italiana e non, ne dei trattati firmati tenendo all'oscuro la popolazione. Tra i tumori e le malattie neurodegenerative che sono salite alle stelle..tra le indagini epidemiologiche tenute sotto rigoroso silenzio. Tra nebbie di ricaduta che hanno annullato i paesi. Tra i divieti sul fumo e poi ti avvelenano dal cielo segretamente. Adesso basta!!! QUESTI CRIMINALI DEVONO AVERE IL BUON SENSO DI SPARIRE DALLA NOSTRA VISTA PER SEMPRE, loro e tutto il giornalismo di regime che ci sta portando sull’orlo del baratro, loro e tutti i programmi stupidi di intrattenimento che sono realizzati solo per distrarre e rendere ignoranti le persone…loro e tutte le finte coccole che fanno ai bambini mentre hanno regalato a questi piccoli un pianeta malato, un cielo morto ed una nazione sotto totale copertura radioattiva e tossica. Queste marionette come Mr intelligentia che neppure risponde alle interrogazioni parlamentari!!!Fuori tutti quanti dai piedi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Partecipando a forum di cronache locali mi accorgo che la gente comune è fottuta!! Non mi aspetto più niente da costoro. Un abisso li separa da coloro che si pongono le domande. E in quello stesso abisso si dirigono con bendata consapevolezza.

      Elimina
  19. Un'ipotesi valida, che vede dei precedenti:

    Piloti, personale di bordo e passeggeri hanno perso i sensi a causa dei fumi tossici in cabina. L'aereo era stato già protagonista di un episodio di "Sindrome aerotossica" da "fumo in cabina".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in tal caso l'autopisia sarà determinante..
      la discesa rapida potrebbe essere stato un tentativo estremo di salvarsi,non ho capito se è stato tentato un atterraggio di fortuna o si è schiantato.se ci fosse stata una decompressione non vedo il motivo di finire sulle alpi.
      una cose è certa,se centrano le scie non sapremo mai la verità..

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  20. Per me è stato un missile..
    Avete visto le immagini dei rottami?
    Tutti frammenti piccolissimi, sembra di rivedere il dc-9 Itavia della strage di ustica.

    RispondiElimina
  21. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  22. Germanwings tace sull'incidente occorso al volo 753, nel 2010. In quel frangente si sfiorò il disastro: aria tossica penetrò nella cabina di di pilotaggio.

    Un Airbus A319 della compagnia aerea tedesca rischiò nel dicembre 2010, atterrando a Colonia apparentemente ad un pelo dal disastro. Entrambi i piloti persero i sensi appena prima dell'avvicinamento finale. Un odore dolciastro scorreva nella cabina di pilotaggio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chiedetevi perché i piloti si rifiutano di entrare in cabina...

      Loro sanno!

      Elimina
    2. Complimenti, Straker, per l'acume che dimostri. Sindrome aerotossica acutissima ovvero istantanea? Nemmeno il tempo di inviare l'SOS.

      Elimina
  23. Germanwings ha cancellato almeno 30 voli "in Europa", di cui 7 in partenza da Dusseldorf, perché gli equipaggi si rifiutano di volare. Lo comunica un portavoce della Lufthansa spiegando che "gli equipaggi non sono completi", senza precisare se il rifiuto sia dei piloti o degli assistenti di volo.

    (Fonte Tgcom delle ore 20,08)

    RispondiElimina
  24. In diversi episodi di "fumo in cabina" i piloti hanno perso il senso del tempo e dello spazio. In alcune circostanze è successo che nemmeno ricordavano se avevano tirato su o giù il carrello. E' quindi ipotizzabile (visto il rateo di discesa) che i due pensassero di doversi avvicinare alla pista dello scalo tedesco, essendo però, in realtà, sopra le cime francesi.

    RispondiElimina
  25. La verità verrà occultata con la solita complicità dei media e di tutto il personale di terra e di volo.
    Spero che tra piloti e assistenti di volo qualcuno si rifiuti di continuare così, visto che i 150 morti sono veri (non come per gli ultimi due incidenti della Malaysia airlines) e qualcuno adesso ha veramente paura per la propria vita.
    Le menzogne non potranno durare per sempre.

    Mike

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis