lunedì 1 febbraio 2010

Haiti e l'arma sismica

Pubblichiamo un articolo di Thierry Meyssan di Réseau Voltaire ed intitolato "Haiti e l'arma sismica". Il testo, scelto e tradotto da Matteo Bovis di www.comedonchisciotte.org, si sofferma sulla possibilità che il terremoto occorso nello stato di Haiti sia stato di origine artificiale. L'inchiesta, scevra da sensazionalismi, focalizza l'attenzione sulle armi sismiche impiegate dai Sovietici e dagli Statunitensi e, pur accennando solo al sistema H.A.A.R.P., lo inquadra nel corretto contesto delle inquietanti manipolazioni climatiche, meteorologiche e tettoniche. Un'affermazione di Meyssan ci lascia perplessi, ossia la seguente: "Nulla differenzia un sisma artificiale da un sisma naturale, tuttavia non si è in grado di causare che sismi superficiali, come quello di Haiti". Riteniamo che la profondità dell'ipocentro tipica dei terremoti artificiali, profondità corrispondente a 10 kilometri, sia già un indizio per stabilire che il sommovimento è causato con armi ad hoc. Altre peculiarità concernenti i prodromi del sisma, le caratteristiche delle onde sismiche etc. possono contribuire a stabilire l'origine del terremoto.

La polemica aperta dalla pubblicazione sul nostro sito di un articolo che evocava la possibile origine artificiale del terremoto nello stato di Haiti richiede qualche precisazione.

Sì, l'arma sismica esiste e gli Stati Uniti, tra gli altri, ne sono in possesso. Sì, le forze armate statunitensi erano già in posizione pronte a dispiegarsi sull'isola. Ciò non è sufficiente per giungere a conclusioni, ma merita una riflessione.

Con la pubblicazione dell'articolo Gli Stati Uniti hanno provocato il terremoto ad Haiti?", il nostro obiettivo è stato quello di rilanciare una questione che agita gli ambienti militari e mediatici in molti paesi, ma che è ignorata in altri [1].

Ciò non equivale ad una presa di posizione. Semplicemente, fedeli al nostro metodo, anche se spesso mal compreso, riteniamo che non si possano capire le relazioni internazionali, se non studiando quello che pensano i dirigenti del pianeta. Il conformismo diffuso fa sì che, quando rendiamo conto dei dibattiti che si svolgono a Washington nessuno si offende, ma quando riferiamo dei dibattiti nei paesi non allineati assistiamo ad una levata di scudi in Europa. E' come se gli Europei giudicassero a priori che solo i problemi "occidentali" siano pertinenti e che le altre siano irragionevoli.

Uno dei nostri collaboratori ha cercato di rintracciare l'origine dell'accusa secondo la quale il terremoto nello stato di Haiti potrebbe essere artificiale. Si è preoccupato che si potesse trattare di pura disinformazione, iniziata da un certo David Booth (alias Sorcha Faal), che si sarebbe propagata negli ambienti di governo mondiali. In definitiva, non sappiamo con certezza quale sia la fonte iniziale, ma sappiamo che la questione viene dibattuta ai massimi livelli in numerosi stati in America meridionale, in Europa ed in Asia.

In qualità di responsabile della pubblicazione del Réseau Voltaire, ho scelto di tradurre il servizio di ViveTV, che era stato redatto sotto forma di comunicato sul sito web del Ministero dell'Informazione in Venezuela e di pubblicarlo con il video di Russia Today, facendoli precedere da una nota preliminare:
"Stranamente, la fonte televisiva venezuelana indica come fonte delle sue accuse l'esercito russo, mentre la televisione russa indica come origine delle stesse accuse il presidente Chavez.".

Se questi elementi sono stati ripresi fedelmente da numerosi giornali, specialmente in Medio Oriente, essi sono stati deformati dalla stampa atlantista che si è basata sull'articolo di Sorcha Faal. Questi ha estratto dei passaggi dal testo di ViveTV e li ha posti tra virgolette in bocca al presidente Chavez. Quella che era un'ipotesi di lavoro è diventata allora una posizione governativa. Alcuni di questi giornali si sono spinti ancora più lontano, inventando di sana pianta il contesto nel quale il presidente venezuelano si sarebbe pronunciato, in modo da concludere che il presidente ed il suo uditorio erano in preda a delirio anti-americano acuto e che il Réseau Voltaire condividesse la stessa patologia.

Non lasciamoci intimidire da questa manipolazione e approfondiamo l'ipotesi.

Che cosa sappiamo al momento dell'arma sismica?

Durante la Seconda guerra mondiale, alcuni ricercatori neozelandesi hanno tentato di creare una macchina in grado di provocare tsunami che potesse essere usata contro il Giappone. I lavori furono diretti dall'australiano Thomas Leech dell'università di Auckland, sotto il nome di "Progetto Seal". Furono compiuti numerosi esperimenti su piccola scala, nel 1944-45, a Whangaparaoa. Gli esperimenti furono coronati da successo.

Gli Stati Uniti consideravano questo programma tanto promettente quanto il "progetto Manhattan" per la fabbricazione della bomba atomica. Fu designato il dottor Karl T. Compton per collegare le due unità di ricerca. Compton era il presidente del M.I.T. [Massachusets Institute of Technology, n.d.t.]. Aveva già reclutato numerosi esperti per lo sforzo bellico ed era una delle otto persone incaricate di consigliare il presidente Truman sull'uso della bomba atomica. Egli pensava che la bomba avrebbe potuto fornire l'energia necessaria all'équipe di Leech per provocare grandi tsunami.

I lavori di Thomas Leech proseguirono durante la Guerra fredda. Nel 1947, Giorgio VI innalzò lo scienziato alla dignità di Cavaliere dell'Impero britannico per ricompensarlo di avere costruito una nuova arma. Essendo il Progetto Seal ancora un segreto militare, non fu rivelato all'epoca che Leech aveva ricevuto un'onorificenza per la bomba a tsunami. In seguito, i servizi statunitensi si sono applicati affinché si credesse che queste ricerche non fossero mai esistite e che tutto fosse una finzione per impressionare i Sovietici. Tuttavia, l'autenticità degli esperimenti di Leech è stata stabilita, nel 1999, quando una parte della documentazione è stata declassificata dal ministero neozelandese degli Affari esteri. Ufficialmente, ora gli studi sono stati ripresi all'università di Waikato [2].

Si ignora se le ricerche anglo-sassoni siano proseguite negli anni '60, ma esse sono per forza ricominciate, quando fu deciso di abbandonare i test nucleari nell'atmosfera a vantaggio dei test sottomarini. Gli Stati Uniti temevano di provocare involontariamente terremoti e tsunami. Volevano saperlo fare volontariamente.

Ufficialmente, alla fine della guerra del Vietnam, gli Stati Uniti e l'Unione sovietica hanno rinunciato alle guerre ambientali (terremoti, tsunami, distruzione dell'equilibrio ecologico di una regione, modificazioni delle condizioni atmosferiche - nubi, precipitazioni, cicloni e uragani - modificazioni delle condizioni climatiche, delle correnti oceaniche, dello strato di ozono o della ionosfera), firmando la "Convenzione sul divieto di impiego di tecniche di modificazione dell'ambiente per scopi militari o per altri fini ostili" (1976).

Tuttavia, a partire dal 1975, l'U.R.S.S. ha cominciato nuove ricerche di Magnetoidrodinamica (MHD). Si trattava di studiare la crosta terrestre e di prevedere i terremoti. I Sovietici studiarono la possibilità di provocare piccoli terremoti per evitarne uno grande. Tali ricerche furono ben presto militarizzate. Sfociarono nella costruzione di Pamir, la macchina per i terremoti.

All'epoca della disgregazione dell'U.R.S.S., alcuni responsabili del programma decisero di passarlo agli Stati Uniti per denaro, ma essendo la loro ricerca incompiuta, il Pentagono rifiutò di pagare. Nel 1995, quando la Russia era governata da Boris Eltsin e dall'oligarca Victor Chernomyrdin, l'US Air Force reclutò i ricercatori e il loro laboratorio a Nijni Novgorod. Vi costruirono una macchina molto più potente, Pamir 3, che fu sperimentata con successo. Il Pentagono acquisì allora gli uomini ed il materiale e li trasportò negli Stati Uniti dove furono integrati nel programma H.A.A.R.P.



Negli ultimi anni sono stati suggeriti alcuni usi dell'arma sismica, particolarmente in Algeria e in Turchia. Tuttavia, il caso più discusso è quello del sisma del Sichuan (Cina), il 12 maggio 2008. Durante i 30 minuti che hanno preceduto il terremoto, gli abitanti della regione hanno osservato colori insoliti in cielo. Se certuni vedono in questi eventi il segno che il Cielo ha ritirato la sua fiducia nel Partito comunista, altri li interpretano in maniera più razionale. L'energia adoperata per provocare il sisma avrebbe anche determinato le perturbazioni della ionosfera. Nei mesi seguenti, la Rete ed i media cinesi hanno diffuso e discusso questa ipotesi che oggi viene data per certa dall'opinione pubblica cinese.

Ritorno ad Haiti

Nulla differenzia un sisma artificiale da un sisma naturale, tuttavia non si è in grado di causare che sismi superficiali, come quello di Haiti.

Quello che provoca turbamento è la reazione degli Stati Uniti. Mentre i media atlantisti si accontentano di rilanciare la polemica sulle violazioni della sovranità haitiana, i media latino-americani si interrogano sulla rapidità nello spiegamento di soldati: fin dal primo giorno, più di 10 000 soldati e contractors sono arrivati ad Haiti. Questa prodezza logistica si spiega semplicemente. Questi uomini erano già stati dispiegati nell'ambito di un'esercitazione militare. Sotto l'autorità del vice comandante del SouthCom, il generale P.K. Keen, partecipavano ad una simulazione di una operazione umanitaria, anello stato di Haiti, dopo un uragano. Keen e la sua squadra erano arrivati qualche giorno prima. Al momento preciso del terremoto si trovavano tutti al sicuro, nella sede dell'ambasciata statunitense che è costruita secondo le norme antisismiche, ad eccezione di due uomini che si trovavano all'hotel Montana e che sarebbero rimasti feriti.

Il generale Keen ha rilasciato numerose interviste alla stampa statunitense che ha moltiplicato i servizi e le trasmissioni circa le operazioni di soccorso. Egli ha fatto spesso menzione della sua presenza a Port-au-Prince durante il sisma, ma senza mai accennare ai motivi della sua presenza.

Tra gli obiettivi dell'esercitazione militare, figurava il test di un nuovo software finalizzato a coordinare gli sforzi umanitari delle O.N.G. e dei soldati. Nei minuti che hanno seguito la catastrofe, questo software è stato messo in linea e 280 O.N.G. si sono iscritte.

E' legittimo chiedersi se queste coincidenze siano o no dovute al caso.

Thierry Meyssan

Analista politico francese, presidente-fondatore del Réseau Voltaire e della conferenza Axis for peace. Pubblica ogni settimana delle cronache di politica estera nella stampa araba e russa. Ultima opera pubblicata: L’Effroyable imposture 2 , edizione JP Bert.

Note:

[1] « Les Etats Unis ont-ils provoqué le tremblement de terre à Haiti ? », Réseau Voltaire, 22 gennaio 2010.
[Traduzione italiana: "Haiti. Un terremoto artificiale provocato dagli USA?", Comedonchisciotte.org, 23 gennaio 2010]
[2] « Tsunami bomb NZ’s devastating war secret » e « Devastating tsunami bomb viable, say experts », di Eugene Bingham, New Zealand Herald, 25 e 28 settembre 1999. « Experimental bomb to create huge tidal wave was tested in 1944 » di Kathy Marks, The Independent, 27 settembre 1999.



Leggi qui l'articolo tratto da www.voltaire.org e qui il testo tratto da www.comedonchisciotte.org



Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!
Puoi votare le mie notizie anche in
questa pagina.


Chi è Wasp? CLICCA QUI

CHEMTRAILS DATA

Range finder: come si sono svolti i fatti

88 commenti:

  1. In Emilia sono tre o quattro giorni che siamo sotto attacco chimico , oggi poi la situazione è allucinante

    http://www.youtube.com/watch?v=90u3zdrDUBc

    http://www.youtube.com/watch?v=pXMctZAcRvE

    Ma possibile che la gente non si svegli ?
    Oggi mentre sono andato a prendere foto , ho fermato un ragazzo abbastanza giovane e gli ho chiesto :" hai visto il cielo sai cosa sono ? "

    La risposta e stata deprimente :" cosa ? "

    Sono tristissimo , ma non mollo , ciao a tutti

    RispondiElimina
  2. Ciao Faber, se hai occasione, visiona il film di Carpenter "Essi vivono" e comprenderai per quale motivo la gente non vede. Quanto raccontato da Carpenter è profetico, se visto con lo sguardo di oggi.

    Oggi le attività di aerosol e le complementari emissioni elettromagnetiche si concentrano proprio sulle aree densamente abitate e più "sciano" e meno la gente vede. Si tratta certamente di riprogrammazione subliminale basata sul progetto MK-Ultra ed evolutosi con le tecnologie attuali.

    Se si trattasse di sola manipolazione climatica non esisterebbe un tale cover-up a tutti i livelli. L'obiettivo, non mi stancherò mai di dirlo, è la popolazione. Per fortuna su alcuni soggetti questi metodi di riprogrammazione non hanno più effetto e pare che col tempo si avrà una sempre maggiore perdita di efficienza e molti usciranno dalla gabbia mentale nella quale ora vivono. Ne è prova il fatto che tanti ora vedono le scie nei cieli, mentre sino a qualche giorno prima non se ne erano mai avveduti. Questo quindi è un buon segno. Le elìtes stanno cercando disperatamente di riprendere il controllo, ma per loro sarà sempre più difficile riuscire nell'intento. Quindi, teniamo duro.

    RispondiElimina
  3. http://www.disinformazione.it/terza_guerra_alla_salute.htm

    facciamo un pò il sunto della situazione...correggetemi se sbaglio ragazzi...
    Ciao!!

    RispondiElimina
  4. ops scusate ovviamente è un link preso su internet e nn è farina del mio sacco... :-) però può essere di aiuto per tutti quelli che si stanno avvicinando da poco al PROBLEMA/PERICOLO che stiamo vivendo tutti!
    Ciao.

    RispondiElimina
  5. Faber, il controllo della percezione è tutt'uno con la manipolazione mentale.

    Ciao

    RispondiElimina
  6. H.A.A.R.P. francese?

    http://www.onera.fr/synindex/radar-nostradamus.html

    RispondiElimina
  7. La risposta di Straker a Faber mi ha fatto pensare ad alcune mie considerazioni da semplice cittadino che da un giorno all'altro si e' accorto di quello che accadeva nei cieli.
    Dapprima la domanda: ma cosa sono quelle scie?
    Poi qualche ricerca su internet e: trac! Tutto chiaro, non e' da molto, qualche mese, ma e' tutto molto chiaro...osservo sempre, tutti i giorni, e anche dal basso della mia terza media non e' difficile capire cosa succede.
    Nell'ultimo periodo, e chiedo conferma se magari qualcuno ha notato la stessa cosa, spesso in giornate serene come oggi ci sono aerei che rilasciano scie non persistenti che qualcuno potrebbe scambiare per innocue scie di condensazione ma non lo sono. Primo per l'altezza o meglio la bassezza ridicola degli aerei; e secondo piu' importante perche' osservandoli da una valle si notano che cambiano l'intensita' della scia da persistente a non, a seconda di cosa sorvolano. Sopra le montagne persistenti, sopra le vallate non persistenti, quasi ad indicare la volonta' di non farsi riconoscere.Poi un'altra cosa, spesso si osservano aerei molto bassi rilasciare scie non persistenti a 5 getti, quando hanno 2 motori!
    Mi e' stato detto: ma come sai che han 2 motori? Son talmente bassi che si vedono!!!
    Una domenica di ottobre sulle montagne di confine tra Francia e Italia in una mezz'ora ho contato 6 aerei che sciavano pesantemente per poi passare sopra zone abitate e sciare in modo non persistente. In montagna a 2500 metri si riconoscono i simboli delle compagnie aeree, sempre se li hanno.

    RispondiElimina
  8. Mi e' capitato di provar a convincere amici e famigliare dell'esistenza delle scie chimiche, il problema nasce quasi sempre quando si pronuncia il nome "scie chimiche". Infatti ora cerco di evitarlo facendo vedere quando mi capita e spiegando i dati sulle scie di condensazione. Purtroppo con la parola " scie chimiche" parte subito la presa in giri oppure: "son tutte balle"

    RispondiElimina
  9. rolle, di solito io le chiamo con il loro nome, ossia "scie tumorali". Molto interessante la tua testimonianza.

    Ciao

    RispondiElimina
  10. Ciao Rolle, le Tue osservazioni sono ineccepibili e basilari per una comprensione del fenomeno nella sua diabolicità di intenti. Ti confermo (e li ho ripresi spesso) che sui centri urbani, a meno che non sia strettamente necessario, passano da aerosol persistente ad aerosol non persistente. Molte volte arrivano senza spruzzare o viceversa. E' chiaro che temono di essere notati e ciò indica che per loro, mantenere il segreto, è sempre più un problema.

    Purtroppo in troppi pensano che le scie (a bassa quota) non persistenti siano solo innocuo vapore acqueo ed è su questo errore fatale di molti divulgatori, che si basa la tecnica di dissimulazione degli avvelenatori nelle attività di aerosol clandestino. Alla conferenza di Viterbo metteremo ancora una volta in chiaro questo concetto: "La mistificazione delle scie di condensa (The contrails fraud)".

    RispondiElimina
  11. Le scie che vediamo ogni giorno sono nel 99,7 per cento dei casi chimiche, tossiche, venefiche, NON scie di condensazione.

    RispondiElimina
  12. essi vivono l'ho postato sul mio blog , è vero non è un film ma una profezia ...

    permettemi di dire una cosa però , trovo allucinante che molte persone che sono genitori non si informino , presto dovranno delle scuse ai propri figli , non oso immaginare le parole che dovranno inventarsi per spiegare che la loro cecità è frutto del loro menefreghismo , una vera tristezza.

    I miei figli sanno già tutto ,proprio oggi il mio piccolino mi ha avvisato dell'intensa attività che stava avvenendo qui da noi , e mi ha detto :" papà vai a fotografare le scie che così fai un video ..."

    Basterebbe così poco ...

    Rosario in questi giorni ti manderò una mail inerente Viterbo , guarda le mail ...

    ciao

    RispondiElimina
  13. Faber, rispondo sempre a tutte le email che ricevo. Se non vedi giungerti risposte, sai il motivo.

    RispondiElimina
  14. Faber, a causa della mia professione, sono in contatto con decine di professionisti, tra cui molti medici: quello che m'indigna è che non un solo medico mi ha mai, pur essendo a conoscenza del problema, almeno proposto di collaborare con il comitato anche con la massima discrezione, per stilare un protocollo atto ad attenuare, a ridurre gli effetti perniciosi delle scie. Niente di niente, eppure sanno, ma fingono di non sapere. Eppure hanno dei figli che potrebbero ammalarsi di Morgellons o di leucemia o di linfoma non Hodgkin, a causa delle irrorazioni. Costoro non sono padri ma patrigni, non madri, ma noverche.

    Che tristezza.

    Tuo figlio è un grande: il futuro è suo.

    RispondiElimina
  15. Faber, forte il tuo figlioletto :-)!! Gli hai insegnato bene, a differenza di tutti quei genitori che preferiscono puntare sulle banalità di cui oggi il mondo è "ricco", che attirano tanto esteriormente ma poi...
    Rolle, hai osservato benissimo. Notare poi come diventa difficile sostenere lo sguardo in direzione del sole dopo alcune ore dal passaggio delle scie non persistenti, dà quasi fastidio agli occhi. La condensa non nuoce alla vista e alla salute, i metalli delle scie sì (per notare queste cose e dimostrare di avere un cervello funzionante non c'è titolo di studio che tenga).

    L'articolo che avete postato, Straker e Zret, è davvero interessante e non è difficile condividere la parte che riguarda i forti sospetti sull'artificialità del sisma, soprattutto considerando la localizzazione dell'ipocentro. (praticamente, manca solo l'ammissione dei responsabili). Comunque mi pare di capire che moltissima gente inizia a nutrire almeno dei giusti sospetti su questa storia, ovvero anche gli scettici, a volte, si devono ricredere.

    Ciao a tutti.

    RispondiElimina
  16. Notare poi come diventa difficile sostenere lo sguardo in direzione del sole dopo alcune ore dal passaggio delle scie non persistenti

    Solo chi è in malafede può negare l'evidenza di certi fenomeni.

    Per quanto riguarda haiti, da come stanno evolvendo le cose, c'è da pensare che questa sia stato un piano ideato a tavolino, onde portare quel teatro ad una situazione simile a quella irakena. Il resto si può intuire: arrivano i buoni e pacificano tutto a colpi di M-16.

    RispondiElimina
  17. Ciao Straker, intervengo solo per dire che per quanto possibile cerchiamo di non coinvolgere emozionalmente troppo i bambini. Essi soprattutto se piccoli sono molto più vulnerabili di noi adulti. Noi siamo in grado di staccare e nella drammaticità della situazione a pensare anche ad altro (gli affari, fare la spesa, cucinare etc). I bambini no, vivono con maggior intensità emotiva, tutto. Se poi come è chiaro si trovano altri adulti che non credono a queste cose, il bambino va in crisi e potrebbe tendere ad associare il rifiuto di essere creduto con ul rifiuto della persona in sè. Loro credono ciecamente a ciò che la famiglia dice e non trovare un riscontro all'esterno potrebbe generare qualche frattura nel sè.
    Penso ad esempio ad una situazione scolastica in cui la maestra non crede al bambino e sanziona il suo comportamento o peggio lo interroga su dove ha sentito queste cose. Ma ci possono essere altrettante situazioni in cui un comportamento accettato in famiglia risulti "punito" o deriso altrove con delle ripercussioni anche nei confronti del nucleo familiare.
    Insomma spieghiamo certamente loro le cose in una maniera accettabile senza congetture o altro (es. non siamo d'accordo che quegli aerei sporchino il cielo così come non siamo d'accordo che ci sia gente che ci fumi addosso). E soprattutto cerchiamo di non farci vedere ai loro occhi eccessivamente coinvolti. Mi permetto di dire questo per il loro solo bene. Quel bene supremo che mi pongo ogni giorno come limite inviolabile quando faccio il mestiere di comunicatore .

    RispondiElimina
  18. Ciao Ron, ti posso garantire che i bambini hanno ancora un buon istinto e si accorgono da soli di quanto accade di anomalo nei nostri cieli (ho diversi episodi su questo argomento) e sono loro, i bambini, a far notare agli adulti che il fenomeno è innaturale. Sentirsi in sintonia con i genitori li rincuora e rinforza la loro stima in se stessi.

    Siamo noi che dobbiamo imparare dai bambini e non viceversa.

    RispondiElimina
  19. Beh, può essere così come tu dici. Nel mio caso cerco di mantenere un certo distacco della cosa perchè sono convinto che coinvolgerlo nel fare da vedetta alle scie chimiche sia un investimento emotivo nei suoi confronti che non il bambino merita proprio. Ad ogni modo rispetto gli altri modi di vedere la cosa, senza per questo condividere le accuse ad altri genitori di essere noverche o patrigni.

    RispondiElimina
  20. Caro Ron ,
    permettimi di dire con la massima educazione che non sono per niente d'accordo con te .

    Primo , come possiamo aspirare ad una società nuova se non educhiamo i nostri figli alla verità senza tanti giri di parole ?

    Secondo , mi vuoi far credere che mettere i bambini di fronte alla realtà sia un errore ?
    Benissimo , allora che ne dici dei milioni di videogame violenti che sono in circolazione , della programmazione televisiva indecente a cui sono sottoposti , del totale abbandono a cui sono sottoposti nelle scuole ?
    E potrei andare avanti per mesi ...

    Spesso mi sono sentito accusato da molti amici per queste cose , a loro parere ( come per te ) i bambini sono indifesi e inermi di fronte a queste cose .

    Beh lasciatelo dire , dei bambini non avete capito un granchè , e quando sarà ora ( vedi bimbi indaco ) saranno proprio loro a dare la spallata definitiva al sistema ... e sai perchè?

    Perchè loro sono puri , sono amore e basta .

    Un saluto

    PS lo so Rosario che mi rispondi sempre , la mia era solo una postilla...

    RispondiElimina
  21. Troppe le osservazioni, i documenti e le fonti da smentire. E tutti correlati tra loro. Sarà dura disinformare, anche con cento lauree sul groppone.

    Parte finale di un'ottimo articolo, perfettamente calzante con i temi trattati dal blog.


    ... Quando la classe politica non difende adeguatamente la salute e la qualità della vita dei suoi cittadini non rimane che un’unica soluzione. Se l’individuo non si ritiene adeguatamente rappresentato e tutelato dalla classe politica allora deve prendere in mano egli stesso la propria vita.*
    L’uomo per evoluzione naturale, nel presente momento storico, ha la possibilità di avviare dei processi di coscienza sempre più chiari per cogliere l’autentica realtà del mondo che lo circonda in tutte le sue molteplici manifestazioni.
    Ciò gli permetterà di sceverare la verità dalle menzogne che quotidianamente vengono divulgate dai mass-media, nella quasi totalità proprietà di quei medesimi centri di potere economico-finanziari. Inoltre, cambiando la direzione sempre più condizionata dei suoi pensieri e sentimenti, dapprima partendo da se stesso e poi unendosi ad altri uomini liberi, potrà agire attivamente per cambiare la struttura della società.

    Giovanni Peccarisio
    Maestro Scuola Waldorf, laureato alla “Libera Università della Scienza dello Spirito" al Goetheanum di Dornach (CH).


    http://www.disinformazione.it/politica_cittadino.htm

    RispondiElimina
  22. "Siamo noi che dobbiamo imparare dai bambini..."

    Parole sante.

    RispondiElimina
  23. I bambini sono i primi destinatari dei vari messaggi pubblicitari, con o senza messaggi subliminali, poichè saranno loro a indurre i genitori ad acquistare questo o quel prodotto. I pubblicitari sanno bene che i bambini hanno molto potere sui genitori spesso deboli nei confronti delle pretese dei loro figli. Per quanto attiene le scie chimiche, credo (e confermo) che sia cura dei pubblicitari occulti abituare anche le giovani menti al tema sciante e al cielo innaturale. Un adulto "consapevolizzato" può difendersi dall'inganno poichè egli spesso sa o dovrebbe sapere com'è un cielo naturale e intuire l'artificiosità delle operazioni di aerosol sebbene sempre meno gente si ricorda "com'era una volta il cielo" e questo a causa del condizionamento. Ebbene credo che un genitore abbia il dovere quanto meno di attestare la presenza di un inganno e nel caso specifico avvertire, con modi adatti all'età, dei fenomeni artificiali che vengono invece contrabbandati come naturali.
    In merito ad Haiti suggerisco di andare al seguente link: http://www.projectcensored.org/top-stories/articles/16-us-repression-of-haiti-continues/
    nonchè prendere nota del sito.

    RispondiElimina
  24. POISONED SKIES ✈ SIGN and SHARE

    UK Official Government petition sign here-
    http://petitions.number10.gov.uk/Chemtrail-Sprays/

    Rest of the world petition site sign here:
    http://www.thepetitionsite.com/7/investigate-persistent-contrails-aka-chemtrails

    RispondiElimina
  25. Ciao a tutti, ho letto con estremo interesse le varie vedute sul tema chemtrails e figli.
    Credo che questo argomento meriti un articolo a sè, un tentativo di sintesi. Ci sono infinite variabili da considerare, e l'età è un fattore primario. Proporre ai nostri figli una visione alternativa alla realtà virtuale che gli/ci viene propinata è un dovere assoluto, ma capisco anche le riflessioni di Ron sul costo "sociale" che questo potrebbe comportare per loro. I figli adolescenti, poi, come nel mio caso, costituiscono un capitolo a parte: con loro si deve restare fermamente fedeli alla verità, ma anche cercare di comprendere il loro rifiuto istintivo di un mondo senza alcun punto di riferimento esterno, ad un'età in cui non sono ancora in grado di trovare dentro di sè il coraggio e la maturità di guardare in faccia il deserto, o la forza di staccarsi dalla massa per costruire qualcosa di nuovo e diverso. Ci vuole pazienza con le loro espressioni di insofferenza (capita che pur sapendo dell'inganno globale non vogliano sentirne parlare), il coraggio sapranno impararlo se sapremo dargliene l'esempio, e se il rapporto che abbiamo costruito con loro è di fiducia e rispetto reciproco la fermezza delle nostre idee li terrà dalla nostra parte, anche a dispetto delle seduzioni idiotizzanti del sistema. Almeno lo spero....

    RispondiElimina
  26. Parlando di bambini, nei teletubbies, indirizzato ai piu' piccoli, il cielo e' spesso con velature, mai azzurro, a volte striato, ma mai un cumulo o una nuvoletta tipo panna...cosi' nella testa, prima dell'anno, gli si ficca quella figura di cielo!
    E' piu' dura convincere le persone che hanno studiato molto, es:
    mio fratello, laurea e master non ne vuol sapere di capire...mentre un giorno mia madre, eravamo in cortile a chiacchierare mi fa: ma cosa fa quell'aereo? Era basso e sciava pesantemente, allora le ho spiegato con cautela.

    Ho notato che le giornate in cui creano pesanti velature con scie persistenti cominciano la notte o al mattino presto intorno alle 5, cosi' il 90% della popolazione dorme e quando si sveglia pensa: oggi e' un po' velato! Io ho 40 anni e non ricordo dell'esistenza delle velature almeno fino ai 30anni.
    Se ne avete l'occasione andate in alta montagna nelle giornate di irrorazione, 4 aerei stessa altezza 2 sciano e 2 no, oppure airfrance, british, e ryanair,che sciano.
    Io credo,mio umile e ignorante ipotesi, ci siano compagnie coinvolte e non.
    Ma tutti i piloti di tutti gli aerei conoscono il fenomeno

    RispondiElimina
  27. Il punto focale della questione è uno ed uno solo: le elìtes, attraverso metodi diversi (cartoons, films, pubblicità, videogiochi, programmi pseudoscientifici etc.) intendono condizionare le nuove generazioni, in modo tale da non avere più ostacoli in futuro. Noi adulti (e non tutti) abbiamo ancora una memoria storica. I bambini nascono e crescono sotto un cielo artificiale e quindi resta una sola soluzione: essi devono sapere la verità. Potrà essere difficile, ma i bambini e gli adolescenti rappresentano l'unica salvezza per una società destinata, senza opposizione, alla catastrofe.

    RispondiElimina
  28. Io ho un bambino di quelli che vengono definiti indaco. Da lui ho imparato molto.
    Lui percepisce che cosa sta accadendo e non manca di farmelo notare, forse comprende alcune cose anche meglio di me.
    Se ci è arrivato, ci è arrivato da solo.
    Anche questa mattina si è lamentato del fatto che il sole così è troppo brillante e da fastidio.
    Voleva andare dal governo a lamentarsi...
    Una volta che mi chiedeva perchè il sole fosse costantemente oscurato gli ho accennato in modo molto soft di quello che succede ha pianto a lungo (cosa che non fa mai) e la cosa mi è bastata per cercare di moderare il più possibile l'argomento e adeguarlo alla sua età.
    Quindi se da un lato sono molto forti, sono anche molto sensibili e fragili.
    E' vero, saranno forse loro a cambiare il mondo...ma siamo noi che abbiamo la responsabilità di aiutarli in questo, ora. Non possiamo scaricare tale responsabilità su di loro.
    E purtroppo, se esiste qualche genitore pronto e preparato per questo esistono anche strutture familiari, scolastiche, sociali inadatte ad aiutarli e che non possono fare altro che destabilizzarli.
    Io stessa vivo una situazione difficile per me stessa, dove alla fine la mia famiglia inizia ad essere molto infastidita da questo mio senso critico e noto con amarezza che questi sfoghi di mio figlio vengono visti con sospetto e con altrettanto fastidio nei suoi e nei miei confronti.
    Sono situazioni complesse, quindi. Dire che sia giusto o non giusto porli di fronte a certe verità, è difficile.
    Penso che un genitore che sia arrivato a comprendere il fenomeno scie, sia anche abbastanza sveglio da seguire lo sviluppo psicologico ed emotivo dei propri figli e di renderli consapevoli al momento giusto.
    L'importante è cercare di mantenere in loro questa capacità di vedere le cose, che comunque si può realizzare staccandoli dalla tv e dalle stupidaggini, insegnando i valori veri e facendo vivere loro una vita di rapporti amorevoli e sereni.
    Quando sarà il momento sapranno come usarla.

    RispondiElimina
  29. @ Faber

    Le tue parole sono aspre, fuori luogo rispetto al non essere d'accordo anche se premetti "con la massima educazione". Leggendo le tue parole mi sento un oggetto sul quale scaricare la tua rabbia. Pertanto non mi riconosco in quello che dici e mi scanso rispetto alle accuse che lanci.
    Il mio era un discorso di ordine psicologico e di protezione del bambino.
    Per quanto riguarda le scie non si tratta di negarle, non l'ho mai detto nel mio post. Ho detto che investire il bambino della nostra ansia è una cosa da tenere in forte considerazione. Perchè le scie chimiche (ed oggi ne ho un esempio nel mio cielo) creano certamente ansia e frustrazione in tutti noi nel non poterle impedire con tanto di derisione dei debunker. Ebbene questa ansia (del tutto legittima) viene poi trasferita nell'altro che ci sta vicino attraverso un meccanismo psicologico detto anche di identificazione proiettiva. Questo materiale emozionale (negativo) viene poi incamerato dal bambino che non sa come elaborarlo. Il problema enorme e di ricerca del senso sappiamo fare.
    Quindi le domande del bambino sulle scie sono da accogliere e rispondere ma permettimi si deve rispondere altrettanto adeguatamente con frasi corrette e prive di emozione. Non te le voglio proprio insegnare io ho trovato le mie, tu sono sicuro troverai le tue.
    Non avrei dedicato tanto tempo a risponderti se non fosse per il fatto che tengo in altissima considerazione il bambino e il suo sviluppo ed inserimento in una società che spero con tutte le mie forze diventi di persone consapevoli, non d'accordo rispetto a questi abusi e non di combattenti gioco forza. Ciao.

    @Straker

    Adesso riprendo la nostra conversazione tra adulti inter nos, as usual. Qui a Legnano i porci questa mattina hanno fatto uno scempio mai visto. Voli sotto i 3000 metri con strisce pesantissime.

    RispondiElimina
  30. Ron, anche qui si stanno dando un bel da fare con scie persistenti "a comando" solo sulla città.

    Per quanto riguarda i figli, io per scelta non ne ho voluti e d'altronde con i tampi che corrono, non me ne sono pentito affatto. Non avendo esperienza diretta nel campo non posso schierarmi da una parte o dall'altra, ma, obiettivamente, penso che se le istituzioni intendono "riprogrammare" le nuove generazioni, noi abbiamo il dovere morale di contrastare questo diabolico progetto.

    RispondiElimina
  31. Anche qui operazioni in corso arrivano da tutte le direzioni ma lasciano un po' di pausa tra un'ammucchiata e l'altra è evidente il tentativo di non farsi notare troppo.Gli insulti li ho finiti ma le maledizioni no.

    RispondiElimina
  32. Qui stanno creando le velature aggiunte di recente dalla N.A.S.A. alla classificazione dei "nuovi corpi nuvolosi". E' uno scempio per il quale le maledizioni non bastano.

    RispondiElimina
  33. Si Straker, concordo con te. Abbiamo il dovere morale e un compito da portare avanti per una società decisamente migliore rispetto a questa 'monnezza di società e democrazia svuotata. Premesso ciò il dibattito che si era aperto qui verteva più che sui fini di combattere questa battaglia di verita, sui modi di condurla specie sulle fascie che per definizione ci sostituiranno nel futuro. Il mio contributo non era di dividere ma solo di far riflettere. Poi naturalmente ognuno agisce nel modo migliore e non sarò certamente io a criticarlo.

    RispondiElimina
  34. http://thepowerhour.com/news4/haarp_delted_records.htm

    date un occhiata..!

    RispondiElimina
  35. Ore 12:00 e 12:30 attacco nei cieli di Imperia impressionante quante scie si possano contare sulla città e all'orrizonte si vedono imperversare alcuni veivoli che strisciano a volontà!
    Al momento il sole è coperto dalla solita patina biancastra!
    I figli sono un nostro prolungamento e vanno seguiti sotto ogni punto di vista! Va purtroppo spiegato loro che il mondo della Tv non esiste e che siamo calati in una finta realtà! Speriamo solo che le nuove generazione abbiano modo di cambiare le cose!
    E come dice Straker: Ognuno farà secondo coscienza.

    RispondiElimina
  36. Confermo: cielo oscurato artificialmente dalle 12:30.

    RispondiElimina
  37. Straker, qui sta succedendo l'incredibile. Dopo una mattina totalmente oscurata, nel primo pomeriggio si è levato un venticello a media quota che sta spingendo a sud la merda chimica.
    Adesso sta ritornando il sole.
    1 a 0 per la Natura e palla (sole) al centro.

    RispondiElimina
  38. Cielo oscurato a Imperia alle 12?

    Prima hanno scorrazzato qui a Cagliari in formazione militare (due a due affiancati, avanti e indietro in rotta militare, NON CIVILE).

    Altitudine operativa a "pelo" dei cumuli, ovvero 2000 m.

    Velature artificiali e sapore metallico in bocca.

    RispondiElimina
  39. Confermo situazione analoga su Roma. Dopo una mattina di cielo limpido è arrivata la velatura. Al di la di questa si vedono chiaramente Tanker che sciano sia in direzione ovest che est. Che schifo.

    RispondiElimina
  40. Rolle, chiedo venia, ma il tuo ultimo intervento si presta a speculazioni da parte di coloro che monitorano questo blog 24 ore su 24. per favore, riscrivilo in modo che possa pubblicarlo.

    RispondiElimina
  41. Prima:
    http://rapidfire.sci.gsfc.nasa.gov/subsets/?subset=AERONET_Rome_Tor_Vergata.2010033.terra.500m

    Dopo:
    http://rapidfire.sci.gsfc.nasa.gov/subsets/?subset=AERONET_Rome_Tor_Vergata.2010033.aqua.500m

    RispondiElimina
  42. Mi permetto di inserirmi nel tema "scie chimiche e bambini". Distinguerei tra bambini ed adolescenti: l'approccio dovrebbe essere diverso. I secondi hanno già introiettato in genere il principio di realtà, mentre i bambini vivono in una dimensione in cui la fantasia e la realtà sono ancora intrecciate. Certamente ci si trova di fronte ad un dilemma amletico: nascondere la verità o rivelarla. Credo si debba additarla, anche se con molta circospezione e soprattutto gradualità, poiché non sapere è comunque sinonimo di debolezza. Certo, non bisogna associare al fenomeno l'emotività, perché si rischia di destabilizzare gli equilibri psicologici. Questo è un compito arduo, che si affianca al già difficilissimo mestiere dei genitori.

    Ammettiamo che un genitore decida di non rivelare alcunché (non solo sulle scie, ma per esempio sulle gomme da masticare che sono un vero veleno) e che il figlio o la figlia segua la corrente del sistema: quale sarà il destino del figlio? Diventerà "un altro mattone nel muro".

    Per quanto riguarda gli adolescenti, privilegerei un approccio scientifico al tema, innestandolo sulla curiosità che manifestano i ragazzi per temi come l'aeronautica, la meteorologia etc. Di solito sono gli adolescenti a chiedermi: "Lei sa che cos'è la polvere intelligente?" oppure "Ha visto che le previsioni del tempo oggi giorno sono precise al 100 per cento?" Etc.

    RispondiElimina
  43. Caro Zret, cogli nel segno. I ragazzi non sono affatto tutti inebetiti, mio figlio si era accorto delle scie molto tempo prima di me, e mia figlia è stata testimone mille volte con me di fulmini a ciel sereno e altri fenomeni innaturali. Credo che il problema risieda nel fatto che gli adolescenti hanno bisogno di trovare un riscontro al di fuori della famiglia, basterebbe un professore intelligente e consapevole che non censuri o stigmatizzi l'argomento, che lo introduca in classe. Allora anche i discorsi fatti a casa acquisterebbero una legittimazione, e la consapevolezza non verrebbe più sentita come un segreto di cui quasi vergognarsi. Non dimentichiamo quale potere possa avere la cosiddetta "peer pressure" sugli adolescenti. Alla loro età l'accettazione da parte del gruppo sociale a cui appartengono vale più della verità. La guida di un insegnante che sappia introdurre con sensibilità l'argomento, e sottrarre così dall'isolamento sia i (pochi) ragazzi consapevoli che i loro genitori a casa, oltre a sottrarre dall'ignoranza i non consapevoli, sarebbe impagabile.

    RispondiElimina
  44. @Ron
    Caro Ron,
    hai visto? La natura non ce l'ha fatta! Io abito vicino a Legnano, e lo spettacolo è stato incredibile anche nel pomeriggio.....
    Per quel che riguarda bambini e adolescenti, il discorso è difficile, ma cercare di combattere il lavaggio del cervello che subiscono da quando nascono con TV e cartoni animati quando sono ormai adolescenti è mooolto dura. Le mie figlie sono ormai adolescenti, e fargli notare certe cose, compreso le falsità che vogliono insegnargli a scuola, mi mette molto in difficoltà. Sarebbe stato più semplice fargli vedere subito la realtà da piccole: non penso che ci sia niente di più pericoloso di un messaggio subliminale in un cartone animato, perchè avere paura della verità? Peccato, quando era il momento credevo ancora ciecamente ai notiziari e ai giornali, il primo disinformato ero io....

    RispondiElimina
  45. @giulia
    Parole sante. Il punto è che questi insegnanti non ci sono. Mi basterebbe incontrarne uno che abbia perlomeno qualche dubbio dull'11/9 per rendermi un uomo felice......

    RispondiElimina
  46. Giulia, le tue parole sono molto equilibrate ed intelligenti. Mi pare che gli adolescenti siano inclini a metabolizzare il problema e ad affrontarlo con un certo distacco. Occorrerebbero educatori intelligenti e preparati che consigliassero anche alcuni rimedi per ridurre gli effetti delle scie e delle onde elettromagnetiche. Mi chiedo quale sia l'alternativa: nascondere la verità e lasciare che il sistema prenda il sopravvento sulle nuove generazioni? Non sarebbe ciò una destabilizzazione psichica esiziale?

    Confesso che è un problema difficile da dirimere: non saprei neanch'io che cosa suggerire, se non di rafforzare l'autostima nei giovani e cercare di proporre un universo di valori in contrasto con la manipolazione dominante, a cominciare dalle falsità dei libri di storia e di scienze, come osserva Osva. E' un compito immane, perché allevare le nuove generazioni è impresa improba in questi tempi improbi.

    Ciao e grazie a tutti.

    RispondiElimina
  47. I giorni scorsi ho letto da qualche parte che Thomas Leech, l'artefice dei primi esperimenti sulla provocabilità di terremoti e tsunami, era di razza ebraica. Non so più dove ho reperito la notizia.

    Sorpresi? Non proprio. Ma viene spontaneo il chiedersi per quale motivo anche gli artefici del 'Progetto Manhattan', che condusse alla bomba atomica, appartenevano quasi tutti al Popolo Eletto.
    La spiegazione ovviamente esiste.

    Fatto curioso, ieri abbiamo assistito ai balletti, baci profondi ed abbracci di Berlusconi in Terra Santa. Stewart Sverdlov sul suo sito si domanda se tali smancerie e sdilinquimenti non stiano a significare l'avvento di qualcosa di spiritualmente nefasto...

    RispondiElimina
  48. Musso-sconi sarà il nostro traghettatore per il baratro.

    RispondiElimina
  49. Osva, Corrado è un insegnante e che insegnante! Certo, è una rara avis, si obietterà, ma che eccezione eccezionale!

    Paolo, quanto scrivi affonda in antiche e profonde radici: il popolo eletto fu scelto da... per i suoi nefasti scopi. Sul tema ho scritto un breve articolo che pubblicherò nei prossimi giorni, ma preciso che non è farina del mio sacco, poiché dipende dall'intuizione e dagli studi di un ufologo.

    Belzebusconi è un'entità telecomandata.

    Ciao

    RispondiElimina
  50. E tanto per gradire: Spray from A.P.U. (II): http://www.youtube.com/watch?v=S2LqY245ivA

    RispondiElimina
  51. Condiviso! Complimenti per l'ecccellente ripresa. Se mi mandi l'orginale, lo preparo per la conferenza di Viterbo.

    RispondiElimina
  52. Mi riferiscono che sull'ultimo numero di Focus cartaceo c'è uno scandaloso articolo su H.A.A.R.P. e quelli che loro definiscono "complottisti". Se qualcuno ha modo di trovarne una copia in bagno, mi faccia sapere.

    RispondiElimina
  53. Certo Ross, domani ci mettiamo in contatto e vediamo come fartelo pervenire. Grazie per la condivisione: penso che questi video siano importantissimi!
    Un caro saluto a tutti

    RispondiElimina
  54. A integrazione di quanto affermato da Stewart Sverdlov io affermo che il Governo Israeliano ha convocato Belzebusconi a Tel Aviv per informarlo degli imminenti sviluppi bellici in Medio Oriente nei confronti dell'Iran onde garantirsi per tale occorrenza l'appoggio della nostra disgraziatissima Nazione, da sempre serva e prostituta in balìa dello straniero.

    Vada a Belzebusconi l'espressione del nostro più sincero e cordiale disprezzo.

    RispondiElimina
  55. Il problema è che abbiamo un pericoloso montato a capo di un paese zerbino d'occidente e sono augelli per diabetici.

    Grazie, nonimdedia. A domani.

    Ho visto qualche scena di un film recentissimo girato in Africa. Il cielo era tutto croci, asterischi e coperture stratificate, identiche a quelle che abbiamo visto oggi sul nord Italia.

    Condensa in quota con 60 gradi al sole sul livello del mare? Traffico civile tradizionale? Uhm...

    RispondiElimina
  56. Terribile copertura chimica del Basso Mantovano ieri e oggi. Cielo cristallino il mattino e poi un viavai forsennato di aerei militari. Come conseguenza da mezzogiorno in poi le solite 'velature'.

    Non so se stiano preparando qualcosa: ci sarà pur un fine ed una fine a tutto ciò. Me lo chiedo ormai da un pezzo: che abbiano deciso di proseguire fino all'anno Tremila?

    RispondiElimina
  57. Sicuramente sino al 2025. Questo almeno secondo quanto scritto nei loro documenti.

    RispondiElimina
  58. Ciao a tutti...questo è il video ufficiale di una star (sexydoll prostitute) musicale del momento,che ha il compito,come sempre, di rincoglionire le giovani generazioni di turno !

    Da vedere solo i primi 10 secondi e poi un fotogramma al minuto 04.27 (per occhi fini) !
    il resto del video è pornografia celata !



    http://www.youtube.com/watch?v=yMvrNO9fUM0&feature=related


    Scusate se ne avete gia discusso,ma questo è un fake ?...mah !a me non sembra !
    Esercitazioni degli avvelenatori ?

    http://www.youtube.com/watch?v=KN2vCRcCHf8&feature=related

    Da qualche mese ho grande difficolta' a vedere tranquillamente video su youtube,carica molto lentamente,e va a scatti...tanto da farti innervosire,non ho cambiato impostazioni,forse è l'antivirus,o firewall di windows !..mi sa che è vecchio (7 anni)...che ne dite di un mac ?
    Solo perchè l'ho visto in mano a Kattivix,non lo prendo ! ;-)

    buon febbraio a tutti

    RispondiElimina
  59. Anche a La Spezia oggi spettacolo incredibili.
    Alle 10:30 cielo praticamente limpido, con sole due residui di scie, in evidente allargamento, verso N-W.
    Dopo un'ora la copertura del cielo per colpa delle suddette scie era praticamente totate, tant'è che sembrava una giornata nuvolosa di tipo normale.
    Credo che anche di scie persistenti ne esistano più tipi, per diversi scopi, oppure miscelandosi con l'aria a diverse condizioni di temperatura e umidità creano effetti diversi.
    Qualche giorno fa a Sanremo le scie persistenti espandendosi si dissolvevano quasi completamente, creando una schermatura appena percettibile.
    Oggi invece le scie allargandosi creavano un effetto di cielo coperto molto grigio ed evidente.

    RispondiElimina
  60. A proposito di Haiti: al TG5 ieri han detto che a Febbraio arriverà la stagione delle piogge.
    Quest'anno arriverà in anticipo hanno aggiunto.....quando si dice la malasorte eh

    RispondiElimina
  61. Segnalo ore 7:00 cielo gia strisciato prevedo "velature" anche oggi!! Si comincia bene! Che schifo!

    RispondiElimina
  62. Anche il cielo di Modena è saturo di scie tossiche.

    RispondiElimina
  63. A proposito di modificazioni del clima: se qualcuno volesse assistere a questa conferenza con me - vista la relativa vicinanza a Milano e hinterland - è pregato di mandarmi una mail, indicando qui di averla mandata.

    http://www.merateonline.it/Finestra_Zoom.asp?ID=72420&Sezione=MAIN

    Potrebbe essere l'occasione per capire quanto siano veramente informati i cittadini di quella parte della Brianza.

    RispondiElimina
  64. Buongiorno
    Ho scattato delle foto ad uno scione da paura, e volevo sapere come farvele pervenire.
    E veramente grosso, e lunghissimo... tutto il cielo da parte a parte.
    Se volete posso inviarvi i file jpg originali della macchina fotografica.

    RispondiElimina
  65. Qualcuno dovrebbe averne già parlato: avete notato il cielo nello spot Credit Agricole con Sean Connery ?
    Anche dopo che il cielo torna azzurro (grazie al "Green Banking"... Ma cos'è?) si vedono due belle scie bianche...

    RispondiElimina
  66. A proposito di scie e bambini, riflettevo sul fatto che le scie mostrate sul video (tv, cinema) sono sempre bianche... che più bianco non si può.
    Istintivamente e per condizionamento siamo portati a pensare che una cosa che appare candida non può far male.
    Il bianco in fin dei conti in occidente è il colore della purezza... e per questo i detersivi in polvere, che non sono bianchi alla produzione, vengono sbiancati.
    Analogamente, non mi meraviglierei se facessero lo stesso anche con le scie: se il cielo fosse solcato dalle stesse scie ma grigio-nere molte più persone comuni avrebbero lanciato l'allarme.

    RispondiElimina
  67. A proposito della conferenza: visto il relatore, avrei dovuto dire "quanto sono (dis)informati i cittadini..." ;)

    RispondiElimina
  68. Ciao Potter78, puoi inserire l'immagine su http://www.imageshack.us/ e poi condividerne il link, così possono vederla tutti.

    RispondiElimina
  69. Turista21, l'ho visto tempo fa. Uno scandalo!

    RispondiElimina
  70. Comunico purtroppo che la dott.ssa Litta non parteciperà al convegno sulle scie di Viterbo, per via di impegni precedentemente assunti

    RispondiElimina
  71. ciao Straker sicuramente hai già deciso quale materiale da portare alla conferenza ma ti segnalo comunque questi interessanti filmati

    sono filmati di aerei con scia continua che fuoriesce dalla coda e doppia scia per motore

    sprayplanes closeup
    http://www.youtube.com/watch?v=IclqRCM6NUo

    GOL 737-800 x 737-700 39.000 ft
    http://www.youtube.com/watch?v=FlmsKtZJCDY

    two engines, three chemtrails
    http://www.youtube.com/watch?v=ve0PCt3R1oI

    Chemtrails: Tell-TAIL Sign of Spraying
    http://www.youtube.com/watch?v=g4-7IQk2Fgo

    BA 767 flying below
    http://www.youtube.com/watch?v=5LjgRwLL8Ow

    Contrail compilation
    http://www.youtube.com/watch?v=IUc1Z_vXkPw

    RispondiElimina
  72. http://www.emsc-csem.org/index.php?page=current&sub=list&view=25

    sito interessante
    guardando la profondita' dell'epicentro dei numerosi terremoti dopo il primo ad haiti piu' del 50% e' a 10 km.

    RispondiElimina
  73. Ciao ^DaNiEl^, i video sono utilissimi! Grazie!

    RispondiElimina
  74. sbaglio o nell'ultimo filmato di niko l'aereo rilascia due scie per ogni motore?

    http://www.youtube.com/watch?v=H8uF87hhX-E

    o è solo un effetto ottico?

    RispondiElimina
  75. ah poi dimenticavo questo

    spettacolare filmato di scie chimiche in time lapse

    http://www.youtube.com/watch?v=pL50vs899uw

    RispondiElimina
  76. ...mi riferiscono che al liceo classico si discute sulla programmazione televisiva: meglio i reality o i talent shows?

    RispondiElimina
  77. spettacolare filmato di scie chimiche in time lapse

    Ottimo per aprire la conferenza.

    RispondiElimina
  78. @^DaNiEl^
    Video che parlano da soli non si può che costatare lo schifo che ci passa sulla testa, ad Imperia anche oggi lunghe scie persistenti che poi si allargano formando la tristemente famosa patina bianca.....per quanto tempo ancora nessuno si degnerà di mettere la parola fine a queste demoniache operazioni??

    RispondiElimina
  79. Bel video proprio spettacolare,lo dedico con rinnovato disprezzo ai piloti civili e Nato che con altissimo senso del dovere nonchè esagerato sprezzo del pericolo anche oggi sono riusciti nell'infame e vigliacco compito di avvelenare l'ambiente e la gente da cui essi stessi provengono.

    RispondiElimina
  80. Straker, abbiamo tonnellate di materiale, video, foto, analisi...potrei dirti di mostrare il mio video (editing by Niko) ripreso proprio accanto alle scie chimiche ma sicuramente ne hai già tantissimi da selezionare e non sai veramente quali scegliere.

    A te la scelta...
    You're the number one!

    RispondiElimina
  81. http://img715.yfrog.com/img715/44/sciaanomala.jpg

    questa e' la prima intanto...

    RispondiElimina
  82. Qui oggi hanno operato,sentivo gia puzza qualche giorno fa..vero Col.Guido Guidi ?

    Non avevo cam a bordo,ma se l'avessi avuta...era talmente basso sul mare,che PER LA PRIMA VOLTA DOPO 3 ANNI DI OSSERVAZIONI,HO AVUTO LA PROFONDA SENSAZIONE DI ESSERE AVVELENATO DALL'ALTO IN PRIMA PERSONA !!!

    GRANDISSIMI FIGLI DI XXXXXXX !

    RispondiElimina
  83. Questa mattina e stata molto pesante qui a Loria:
    cielo completamente grigliato dalle numerose scie bianche che si incrociavano in più punti e che contrastavano nettamente con l'azzurro del cielo che ora e completamente lattiginoso.

    Tant'è vero che ho avuto occasione di incontrare alcune persone non più giovanissime che stavano discutendo sul fenomeno.
    Ho colto l'occasione e siccome in auto ho sempre un certo numero di volantini informativi li ho distribuiti e mi sono intrattenuto con loro per dare spiegazioni e rispondere alle loro numerose domande.
    All'inizio erano sconcertati ma man mano che mi addentravo nell'argomento elencando le motivazioni per cui vengono svolte queste operazioni e i rischi che comportano, loro sembravano rendersene conto.
    Di una cosa comunque sono certo: quelle persone da oggi guarderanno il cielo con occhi diversi e si faranno nuove domande e a quelle domande qualcuno dovrà rispondere e non sarà più come prima.
    Anche oggi ho portato a casa un risultato per il bene di tutti.

    Un saluto affettuoso a tutti
    Mr: Bear

    RispondiElimina
  84. @Potter

    Non ci vuole tanto a capire che l'immagine è frutto di un foto ritocco. Dati exif assenti.

    SW :[Adobe Photoshop] [Save For Web 070]
    NOTE: Photoshop IRB detected

    Based on the analysis of compression characteristics and EXIF metadata:

    ASSESSMENT: Class 1 - Image is processed/edited

    RispondiElimina
  85. Ciao Straker, qui oggi ritocchi di mantenimento qua e là. Invece osservo attacchi più pesanti sull'Adriatico settentrionale. Chissà che felici le sogliole, i branzini e le vongole che si mangiano anche i metalli pesanti.

    http://rapidfire.sci.gsfc.nasa.gov/subsets/?subset=AERONET_Venise.2010034.aqua.250m

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis