mercoledì 3 febbraio 2010

Milano: l'inquinamento da polveri è causato dalle scie chimiche

A causa del superamento dei limiti riguardanti le polveri sottili nella città di Milano, il sindaco Letizia Moratti, d'accordo con il presidente della regione Lombardia, Formigoni e l'assessore provinciale ai trasporti, Nicola Podestà, ha deciso di chiudere al traffico veicolare la città nella giornata di domenica 31 gennaio. L'iniziativa, foriera di altre misure ancora più coercitive, prevede i soliti inasprimenti delle norme che consentono l'uso dell'auto solo a precise e draconiane condizioni, le solite inique gabelle per gli automobilisti già angariati e tartassati.

Nessuno può negare che gli autoveicoli e gli impianti di riscaldamento inquinano, contribuendo a creare lo smog, all'origine di numerose patologie, soprattutto tra i bambini. Particolarmente nocivo è il benzene, una sostanza tossica cancerogena, addizionata alla benzina paradossalmente definita "verde". Tuttavia deve essere qui ricordato e ribadito che la causa principale dell'inquinamento deve essere individuata nelle emissioni degli aerei con cui è perpetrata la perniciosa ed infame attività di aerosol clandestino. Quanti velivoli sorvolano ogni giorno la città ambrosiana generando scie chimiche sia persistenti sia effimere! Vogliamo forse credere che gli orrendi pennacchi siano formati da vapore acqueo? Ammettiamo anche solo per assurdo che tutti quegli aeroplani siano riferibili a voli civili: è arcinoto che i gas incombusti provenienti dai motori degli aerei civili contengono una miscela micidiale di veleni!

In città come Milano, in cui la circolazione dei venti è limitata, a causa della morfologia del territorio, è naturale che le polveri sottili ed ultrasottili [di solito le A.R.P.A., agenzie regionali per la protezione (sic) dell’ambiente rilevano il P.M. 10, ossia le polveri sottili] tendano a ristagnare: in questo modo la soglia di attenzione viene sovente oltrepassata. Nel frattempo si formano comitati di cittadini autolesionisti che chiedono interventi ancora più severi per limitare o impedire la circolazione (targhe alterne, blocco del traffico, chiusura di intere zone in cui i veicoli privati non possono accedere… ): costoro ignorano che la maggior parte dell'inquinamento è dovuta agli aerei chimici. Questi velivoli decollano a centinaia ogni giorno, 365 dì all'anno, incrociando, con rotte assurde ed improbabili, nei cieli di tutta Italia (e non solo) per avvelenare la biosfera, provocando enormi danni alle piante, agli animali ed agli uomini. E' ora che i cittadini si sveglino ed imparino qual è la primaria fonte di contaminazione, senza dimenticare le emissioni degli inceneritori, le fibre di amianto, le scorie nucleari, le onde elettromagnetiche… Gli Italiani dovrebbero esautorare i vari sindaci, presidenti di regioni, assessori, ministri etc., i quali fingono di non sapere che le chemtrails stanno devastando la Terra e sterminando l'umanità, per proiettarli su un pianeta dall'atmosfera composta di anidride solforosa.



Intanto la mortale Moratti ed il formidabile Formigoni si accingono a stanziare (meglio sarebbe dire scialacquare) milioni di euro per i controlli sulla "qualità" dell'aria: è un altro escamotage per lucrare. E' la consueta strategia ipocrita e gattopardesca di una classe "politica" di mummie che riescono non solo a nascondere la verità, ma a propalare ignominiose menzogne con cui ottenere il consenso dell'elettorato.

Quale intenerimento, quando udiamo le accorate parole della letale Letizia che, con voce rotta dall'emozione, promette che si prodigherà per proteggere i bimbi dalle polveri!

Perfetto: siamo rassicurati, ma chi ci libererà della polvere mefitica e soffocante di queste mummie in putrefazione?



Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!
Puoi votare le mie notizie anche in
questa pagina.


Chi è Wasp? CLICCA QUI

CHEMTRAILS DATA

Range finder: come si sono svolti i fatti

59 commenti:

  1. "ha deciso di chiudere al traffico veicolare la città"
    Anche il traffico aereo?

    RispondiElimina
  2. Straker, intanto la signora Letizia 6 mesi presenziava alla presentazione della moneta unica mondiale (tanto cara ai mondialisti) inventata per l'ufficialità dai bambini. E già, inventata dai bambini ...

    http://www.partecipami.it/?q=node/6972

    Bello vedere a Milano i poster di Formigoni "Roberto uno di noi". E già uno di noi ...

    http://www.formigoni.it/cmsgridsig/index.jsp

    RispondiElimina
  3. E che dire della pubblicità televisiva sponsorizzata dall'Unione europea sul trattato di Lisbona? O__0

    RispondiElimina
  4. Scusatemi per l'OT, ma ormai ci andiamo spesso quando c'é da segnalare qualcosa di importante.
    Ho pizzicato questi due articoli cercandone un'altro sul giornale di Blondet. Non li ho potuti leggere per intero perchè bisogna registrarsi ed abbonarsi, comunque rendono l'idea su quanto potrà accadere nei prossimi mesi quando dovrebbero essere rese note le stime dei raccolti...

    2010, l’anno della crisi alimentare?
    Articoli/Economia
    Autore : Maurizio Blondet
    L'USDA sta falsificando i bilanci della produzione granaria per mantenere la credibilità dei titoli di debito pubblico? Con il risultato di ritardare, e quindi aggravare, la crisi alimentare che verrà? Si sta profilando uno scenario apocalittico. Quel che avverrà nel mondo, quando si scoprirà che le riserve alimentari stanno per finire, sarà il panico...
    10/01/2010 | 5630 visite | 63 commenti | Leggi tutto ...

    Mangeremo domani?
    Articoli/Economia
    Autore : Maurizio Blondet
    La sovrapproduzione di ieri è scomparsa ed ora comincia il peggio. Il fenomeno è mondiale: nonostante la scarsità e i cattivi raccolti, e una domanda superiore all’offerta, i prezzi dei cereali calano, al punto che...
    28/10/2009 | 4353 visite | 34 commenti | Leggi tutto ...


    Diventa attualissimo in tal proposito un articolo del 2006, del quale riporto uno stralcio ed il link:

    23 giugno 2006
    Controllo della produzione alimentare e sabotaggio

    Le previsioni per il raccolto mondiale di grano del 2006 sono alquanto pessimiste, in quanto per ben 61 milioni di tonnellate non sarà possibile coprire la domanda mondiale, andando ad intaccare per la settima volta consecutiva le scorte di sicurezza. Manca dunque la copertura per una quantità parti al consumo in 57 giorni, e causerà probabilmente un rincaro molto alto del prezzo del grano.
    La scorta di sicurezza del grano rappresenta la quantità di grano disponibile prima della prossima raccolta, e rappresenta per questo una stima indicizzata della sicurezza alimentare del pianeta: non appena la scorta cade al di sotto dei sessanta giorni di consumo i prezzi cominciano ad aumentare. Siamo a livelli di scorta tra i più bassi in questi 34 anni, e i rincari nei cereali possono essere quasi confrontati in percentuale che quelli del petrolio.

    Di questo passo, in pochi anni potremmo assistere ad un calo delle scorte talmente alto da provocare o accentuare l'iperinflazione nei paesi ricchi e avanzati, e le carestie, in stati in via di sviluppo e già colpiti dalla fame, portando con sé milioni di morti...

    http://etleboro.blogspot.com/search?q=grano

    RispondiElimina
  5. Perdonate la lunghezza del post, riporto il comunicato stampa di un'iniziativa congiunta tra il Ministero dell'Ambiniente, i parchi italiani e i nostri "benefattori" USA, il tutto per il benessere psico-fisico dei nostri figli.

    Della serie: FATELI USCIRE DI CASA CHE COSI'LI IRRORIAMO MEGLIO!

    Equilibri Naturali: lancio nazionale del progetto all'Ambasciata Americana in Italia


    Martedì 9 febbraio 2010, alle ore 15.30, l'Ambasciata USA in Italia ospiterà una conferenza per presentare e favorire lo scambio di esperienze tra il progetto americano "No Child Left Inside" e quello italiano "Equilibri Naturali", programma di educazione ambientale mutuato proprio dall'esperienza americana e promosso, in Italia, dal Parco nazionale dei monti Sibillini. Lo scopo è avvicinare alla natura i bambini , oramai completamente assorbiti dai ritmi frenetici delle città e dall'astrattezza della tecnologia sempre più invadente; gli obiettivi principali del progetto sono quelli di promuovere le visite nei parchi e le attività all'aria aperta al fine di garantire il benessere fisico e psichico dei bambini e, soprattutto, contrastare l'eccessiva dipendenza da tv e computer, migliorando così i processi di apprendimento e sviluppando il senso di appartenenza al territorio. Iperattività, disturbi dell'attenzione, obesità, difficoltà di socializzazione, disinteresse per
    il territorio e per il suo patrimonio ambientale sono, infatti, solo alcune delle conseguenze che il progressivo distacco delle giovani generazioni dall'ambiente naturale sta determinando sullo sviluppo psicofisico di bambini e adolescenti.Al progetto hanno aderito, finora, diverse aree protette italiane: i Parchi nazionali delle Dolomiti Bellunesi e del Circeo, l'Area Marina Protetta del Plemmirio, il Parco regionale del Po torinese, il Parco Urbano dell'Irno, l'ARPA Sicilia, l'Agenzia Parchi del Lazio; il coordinamento operativo del progetto è affidato all'AIDAP - Unione per i Parchi e la Natura d'Italia (l'Associazione dei direttori e funzionari delle aree naturali protette).I lavori saranno aperti dall'Ambasciatore degli Stati Uniti David Thorne; interverranno Aldo Cosentino, Direttore Generale per la protezione della natura del Ministero dell'Ambiente, Massimo Marcaccio, Presidente del Parco Nazionale dei Monti Sibillini, Benedetto Fiore, Commissario straordinario del Parco
    nazionale delle Dolomiti Bellunesi e Maurilio Cipparone, portavoce di "Unione per i Parchi e la Natura d'Italia". Dagli Stati Uniti interverranno, in videoconferenza, George McDonald, Responsabile dei programmi per giovani dell'Ente Nazionale Parchi degli Stati Uniti (NPS), Gina McCarthy dell"Agenzia americana per l'Ambiente (EPA) e Sheridan Steele, sovrintendente del Parco Nazionale Acadia. Presso la sede del Parco dei Sibillini, a Visso, dalle 15.00 di martedì 9 febbraio, verrà trasmesso in videoconferenza l'incontro di Roma; sono stati invitati a partecipare i Centri di Educazione Ambientale del territorio coinvolti nel progetto e agli assessori provinciali e regionali alla formazione, ma la partecipazione più attesa è quella di insegnanti e famiglie, principali responsabili dell'educazione dei bambini. L'incontro potrà anche essere seguito in diretta on line sul sito http://italy.usembassy.gov/events/2010/parks e su Facebook http://apps.facebook.com/ambasciatausalive.

    Approfitto per ricordare che l'unica voce di denuncia che a tutt'oggi si è levata dal mondo (altrimenti in coma irreversibile) delle aree protette italiane è quella di Franco Bovone, del Parco Regionale Capanne di Marcarolo in Piemonte, al quale va tutta la mia stima.

    RispondiElimina
  6. Giulia e che dire di Greepeace?

    Come forse sa, Greenpeace lavora per "campagne" per utilizzare i pochi fondi a disposizione: non prendiamo soldi da politici, imprese, enti o istituzioni.

    E' per questo che siamo attivi su molti fronti ma non su tutti e, entro le campagne, ovviamente dobbiamo scegliere. Queste scelte sono
    collegate alla gravità del problema e alla sua "prospettiva internazionale". Quindi, non è che gli altri temi non ci interessano,
    anzi. Semplicemente, non abbiamo le risorse per occuparci di tutto. Un altro criterio è che cerchiamo di intervenire dove verifichiamo che
    altre organizzazioni/associazioni non possono intervenire.

    Detto questo, del tema legato all'inquinamento degli aerei ci occupiamo solo nell'ambito della campagna clima: il traffico aereo è
    responsabile di una quota dell'effetto serra globale sia per le emissioni di anidride carbonica che per l'apporto di vapore acqueo in
    quota che ha tempi di permanenza in atmosfera lunghi. Le segnalo il nostro rapporto (http://www.greenpeace.org/italy/news/navi-aerei-clima).

    La permanenza in aria delle scie degli aerei non dipende dalla loro composizione chimica (cui qualcuno attribuisce un pericolo) ma dalle
    condizioni fisiche meteo (vento, umidità relativa) e delle particelle (granulometria, densità) cosa che influisce sulla "galleggiabilità"
    delle particelle in atmosfera. Alcune delle componenti ambientalmente importanti delle emissioni degli aerei (ossidi di azoto, CO2) non sono per nulla visibili. Le scie bianche degli aerei sono costituite da vapore acque condensato.

    Spero che la mia risposta sia esaustiva.

    Grazie ancora per averci contattato.

    --
    Alessandro Giannì
    Direttore delle Campagne
    Greenpeace Italia
    P.zza dell'Enciclopedia Italiana, 50
    00186 ROMA
    TEL +39 06 68136061 int 236
    FAX +39 06 454399793

    RispondiElimina
  7. Non ho parole, Straker.
    Sarebbe stato meglio (per loro) se non ti avessero risposto, come hanno fatto con me.

    RispondiElimina
  8. Ai furfanti interessano i bambini e l'atteggiamento consapevolmente complice di molti che usano come paravento proprio loro, i piccoli, per promuovere le iniziative più inique, è quanto di più meschino e basso possano fare, facendo leva sui genitori e sulle persone preposte all'educazione dei minori. Fanno SCHIFO.

    Mi sa che è in previsione un ulteriore blocco veicolare (di quelli a quattro ruote, per intenderci) su Milano e pure su Torino per domenica prossima, così è stato deciso.
    Doppio tradimento: avvelenamento forzato e suo camuffamento. Ma ormai i tradimenti di questo genere non si contano nemmeno più: è tutta una menzogna. Ieri sentivo per radio, in una di quelle rubriche demenziali, un appello agli uomini che, secondo gli esperti (...), per avere successo con le donne, devono dimostrare loro che sono uomini "a risparmio energetico e a basso impatto ambientale", ovvero che aderiscono ai nuovi programmi propagandati per ridurre le emissioni di CO2. Non ho assolutamente parole

    RispondiElimina
  9. Greenpeace??? E meno male!! A volte sarebbe meglio tacere!

    RispondiElimina
  10. I miei nonni mi dicevano che da Milano una volta era possibile vedere il Monviso, in Piemonte, semplicemente salendo sul tetto del duomo. Oggi per vedere il tetto e la madonnina bisogna sperare che piove.

    RispondiElimina
  11. Da precisare che la causa principale della diminuzione dei raccolti è da individuare nelle scie chimiche che isteriliscono i suoli agricoli ed avvelenano le falde freatiche.

    RispondiElimina
  12. L'articolo riporta quello che penso da sempre. Quindi sottoscrivo... a proposito in questi ultimi giorni l'attività aereosol è drammaticamente aumentata su Milano. Ci sono state scie anche ad una quota relativamente bassa, che tagliavano palesemente il cielo con segni ondulati, del tutto innaturali, e dai riflessi metallici... ma nessuno che vi facesse caso.
    Vorrei aggiungere un punto di vista "spirituale": quello che si può dire in questo caso è che l'inquinamento fisico del pianeta è espressione della coscienza collettiva in termini di intenti e focus. Più siamo inquinati dentro, più la realtà che vivremo fuori avrà quella stessa qualità. So che sembra assurdo ma un cambio di coscienza collettiva è un modo per "combattere" il fenomeno scie, il quale tra l'altro sembra opporvisi per molteplici ragioni, non sempre dimostrabili, almeno in questa sede.
    Scusate se sono uscita dal topic, però anche questo mi sembra un aspetto importante... e in ogni caso più persone sono disposte a "vedere", più potranno aprire gli occhi sulla verità della situazione planetaria.

    RispondiElimina
  13. @straker
    Che bello! Oggi pranzavo a casa con mia figlia che, naturalmente/purtroppo televisore acceso, mi fa notare la pubblicità pro Trattato di Lisbona e mi chiede: -Ma che è sta roba? Non capiscono che sta succedendo?- Insistiamo e informiamo i giovani, che sono un'ottima "speranza". Lavoriamo e diamogli fiducia.

    RispondiElimina
  14. Greenpeace è solo un altra organizzazione politicizzata e venduta.. avevate dubbi?

    RispondiElimina
  15. ragazzi scie persistenti da stamane sul basso lazio lato mare...prov di LT!!!! Incredibile la gente dorme ma di brutto....nessuno se ne frega un c...o!!! c'è da star male veramente...
    influenze intestinali e piccole influenze di 1 o 2 gg al max con temperature corporee attorno ai 39°...poi svaniscono come se niente fosse lasciando le persone, i bambini principalmente, completamente distrutti....senza energia...!!! Ultimi due gg di sole??? macché appena possono ricominciano a spruzzare a più nn posso come adesso!!!!
    Domani si prevedeva un tempaccio....forse forse nn succederà nulla soltanto "innocue velature..."!!! Tristezza e incazzatura!!!!!!
    Grazie cmq del servizio di info che portate avanti!!! Ciao

    RispondiElimina
  16. Mi spiegassero una cosa i vari siti (alcuni dei quali consideravo attendibili: vd www.altrogiornale.org) che ultimamente parlavano di sciechimiche per coprire il sole onde limitare l'effetto dei raggi solari e, di conseguenza, il global warming.
    Allora...mi spiegate perchè a Roma hanno cominciato ad irrorare adesso, (quando tra 1 ora è buio) e su latina irrorano di notte?

    RispondiElimina
  17. Da qualche giorno a Terni hanno mandato in quota un grosso pallone sonda per rilevare la qualità dell'aria rispetto alle PM10, smog ecc. Vorrei tanto essere, per una volta, un pallone sonda: così i risultati non verrebbero alterati e risulterebbero tante altre sostanze.....Ma tanto ce pensa l'ARPA....
    Un saluto

    RispondiElimina
  18. Grazie ragazzi dell'articolo scritto splendidamente e anche la scelta del video è la più indicata. Ci voleva un articolo del genere su Milano e lo giro subito a diverse persone. Aggiungo la patetica risposta di greenpeace. Grazie ancora.

    RispondiElimina
  19. Ragazzi, siamo costretti a lottare contro un muro di omertà ed ipocrisia, ma non dobbiamo fermarci, poiché siamo sempre di più ad agire ed a diffondere le giuste informazioni. La vaccianazione di massa è fallita grazie alla Rete. Facciamo sì che anche gli avvelenatori alati finiscano miseramente.

    RispondiElimina
  20. I globalizzatori paranoici,dittatori,guerrafondai una ne fanno e cento ne pensano,ecco l'ultima novità,la patente per internet!!!!
    http://www.ecplanet.com/node
    Troppa gente si stà svegliando,non sanno piu' che fare per fermare la presa di coscienza collettiva,
    spero quanto prima vadano all'inferno.

    RispondiElimina
  21. L'inferno non può attendere gli avvelenatori ed i disinformatori.

    RispondiElimina
  22. Oggi è la giornata degli imbecilli che scrivono le veline del C.I.C.A.P.

    IlSole24ore

    RispondiElimina
  23. Votate uno lo scartafaccio pieno di solecismi e di bugie, pubblicato dallo sconcio quotidiano di regime Il Sole 24 ore.

    RispondiElimina
  24. secondo me dovrebbero bloccare totalmente il traffico per 1 MESE!!!!
    durante il quale,monitorizzando GIORNALMENTE il livello di polveri sottili (senza contare le ultrasottili)si può evincere qual'è REALMENTE la percentuale imputabile al TRAFFICO VEICOLARE!!

    tutto il resto cos'è?? POLVERI DELLE SUOLE O DEI RISCALDAMENTI CONDOMINIALI???

    a Palermo qualche anno fa bloccarono per tre giorni il centro (per una maratona credo,
    ebbene,le polveri sottili rilevate aumentarono....

    se non con l'irrorazione clandestina,con cosa si spiegherebbe questo mistero???
    con i chioschetti ambulanti dei panellari forse???....
    C-attivisssimoooooooooo che rispondi????

    RispondiElimina
  25. Greenpeace?
    Uno strumento di copertura.
    CHIMICA.

    PS: giornata campale qui a Cagliari. Centinaia di tanker chimici dall'alba al...non si sono ancora fermati.
    Tutto quello che abbiamo in cielo è TOTALMENTE artificiale; oggi era una giornata stupenda con alta pressione e cielo blu che più blu non si poteva...

    A proposito di avvelenamento dei bambini.
    Mi auguro per qualcuno che non accada nulla di nulla ai miei bambini, riconducibile alle operazioni martellanti di aerosol.

    RispondiElimina
  26. votato 1. Se avessi potuto avrei messo un meno davanti.

    RispondiElimina
  27. Con questa raccolta di venduti sembra di essere accerchiati. Che disastro.

    RispondiElimina
  28. Qui in puglia tutta stamattina hanno velato alla grande,gli infami bastardi,vero Col. Guido Guidi ? Nel primo pomeriggio si era riscaldata l'aria(?),poi è scesa umidita' insieme alla merda,crea sporcizia uniforme,attaccandosi sulle auto..risporcandola !

    Questo ho notato,dopo che lavo l'auto...la mia è scura !
    Mentre sedevo a tavola,gia' mi veniva da vomitare...ho visto lo scorcio finale di un servizio di tg3Leonardo,che mi sembra stia prendendo la piega dei nostri " amici " !


    Si parlava di intossicazione alimentare a bordo degli aerei,che i piloti mangiano diversamente a bordo con cucina riservata etc etc... !

    ...nei 10 secondi finali,se non sbaglio, ho visto in sequenza quattro inquadrature di aerei con scia,da vicino,da vicinissimo,normale in alto...!

    ...questi hanno rotto i ........ con la manipolazione mentale !!

    BASTARDI !!

    RispondiElimina
  29. OT

    Scommettiamo che Telethon si ritira ?

    http://www.altrogiornale.org/news.php?extend.5805.5

    RispondiElimina
  30. In riferimento a quanto segnalato da Damocle cioè la patente per internet e i tentativi di "controllo di internet" e quant'altro in via di attuazione, ritengo che sia giusto rammentare alcune cose.
    Il termine "internet" è usato sovente a sproposito la qual cosa denota ignoranza colpevole specie in alcuni sparasentenze in posizioni di autorità e/o potere e assai meno colpevolmente nella grande massa di utenti che usano internet più o meno consapevolmente. Vedo di chiarire. Internet è un sistema di interconnessione di reti digitali costituito a livello tangibile da cavi, router, switch, server eccetera a livello intangile ma comunque concreto, da protocolli di trasmissione, tabelle di routing, software di gestione eccetera; insomma semplificando parecchio è un sistema complesso di trasporto di "dati digitali". Quando si dice "controllare internet" significa volere controllare questa struttura immensa e complessa di attrezzature varie e dispersa a livello planetario tra l'altro in continua trasformazione poichè in ogni momento possono aggiungersi o togliersi server, router, client e quant'altro.

    Differenza tra "internet" e "world wide web": internet è semplificando un sistema di trasporto quale pu\u00f2 essere il sistema stradale, le vie fluviali, le rotte marittime e aeree di un paese. Cosa transita su quelle strade è tutt'altra faccenda. Il web è un servizio fruibile grazie a internet non è internet, la posta elettronica non è internet, ma funziona grazie ad essa.

    Chi vuole controllare e/o censurare internet parla a sproposito poich\u00e8 semmai vuole controllare ci\u00f2 che circola su e tramite internet. Internet non \u00e8 gratis poich\u00e8 costa e anche parecchio mantenere in piedi tutta quella roba cio\u00e8 server, switch, router eccetera, assorbono energia, si guastano, diventano obsolete o insufficienti a sostenere il carico e cos\u00ec via. Il web invece pu\u00f2 essere gratis.
    Queste puntualizzazioni non sono oziose, servono a mettere in evidenza dei fatti importanti.

    Internet in quanto struttura di collegamento non coincide assolutamente con i contenuti che circolano grazie ad essa.
    Chi volesse controllare la struttura tecnica non \u00e8 detto che possa controllare anche i contenuti che circolano.
    Chi controlla (censura) i contenuti non \u00e8 detto che possa controllare la struttura tecnica.
    Qualcuno paga per mantenere in piedi la struttura tecnica cio\u00e8 la sua creazione, l'energia elettrica, le riparazioni, le integrazioni e cos\u00ec via.
    I contenuti sono il bersaglio principale di alcuni oscuri personaggi in quanto il web mediato da internet \u00e8 diventato un temibilissimo strumento di divulgazione pericolosa per l'establishment.

    Esistono alternative al web come esistono alternative a internet \u00e8 sono realt\u00e0 gi\u00e0 presenti. Qualora venisse impedito di accedere a internet per impedire l'accesso al web ci sono alternative tecnicamente fattibili per ricreare non solo internet come struttura tecnica ma anche i servizi del web. Un esempio \u00e8 freenet (www.freenetproject.org)

    Per concudere, qualcuno dei lettori ricorder\u00e0 le famose BBS antesigniane per certi versi dell'attuale web, ebbene nel 1994 ci fu il famigerato italian crackdown dove con una operazione a livello nazionale vennero bloccate praticamente tutte le BBS attive in italia. Fu un colpo molto duro e le motivazioni adotte allora per l'azione di polizia suonano assai familiari anche oggi. Da quell'esperienza divenne chiaro che l'azione, pur legalmente passabile, fu anche l'occasione per l'equivalente di un rogo di libri messi all'indice con annesso rogo della stamperia.

    RispondiElimina
  31. @the_klutz
    Preciso, conciso e chiarissimo: grazie !

    Mi permetto di chiosare aggiungendo di non dimenticare mai di ciò che disse Marshall McLuhan, il teorizzatore del villaggio globale: "media is the message".

    Voglio dire: ogni volta che qualcuno dà patenti di veridicità a una notizia perchè l'ha vista in tv oppure, di contro, bolla la controinformazione che appare su internet come poco affidabile (qualcuno ha detto "bufala" ?)proprio perchè "su internet si trova di tutto" pensiamo sempre alla differenza tra mezzo e messaggio, tra struttura e contenuto, tra chi mette a disposizione il media e chi lo gestisce e usa...

    RispondiElimina
  32. PROJECT CLOVERLEAF - TRUE PURPOSE OF CHEMTRAILS - Seconda parte:
    http://www.youtube.com/watch?v=HY6lLmqpS5o

    RispondiElimina
  33. Terza parte:
    http://www.youtube.com/watch?v=6rK4rvC3P4M

    RispondiElimina
  34. Ciao Straker & Zret, ho visto un pezzo del filmato. Mi ha molto colpito delle persone morte per aver parlato del programma "scie".
    Sebbene il mio sentimento per l'America sia particolarmente affuscato negli ultimi anni, continuo a mantenere un amore viscerale per la gente comune. Gli USA purtroppo non sono più un popolo, sono solo degli spettatori, spettatori di un incubo che gli si rivolta contro. Le tecniche ipnotiche utilizzate dall'ultimo presidente per ingaggiare gli elettori ne è un triste riprova.
    Prego per gli americani di potersi svegliare dal loro Ipnos e rovesciare nel modo più risoluto questa assurda struttura di potere per il bene di tutto il mondo. E sono convinto che ce la faranno e continueranno essere un faro per tutti noi.
    Per quanto riguarda Greenpeace, li vedevo a Milano in Via Dante con i loro banchetti, sono solo degli invasati, dei patsi, burattini manipolati che trovano l'autostima nella contestazione adolescienziale del mondo esterno ( che trasudano di conflitti genitoriali non risolti). Se solo sapessero in quali grinfie sono capitati...

    RispondiElimina
  35. A proposito di gente che non sa ragionare con la sua testa, ripropongo quato video, in modo da chiarire dove si vuole arrivare con al diffusione di nanosensori in atmosfera:

    RispondiElimina
  36. Vado fuori tema e vi dico: ma che diavolo.... http://www.youtube.com/watch?v=KN2vCRcCHf8 soprattuto da 1:20 a 1:40

    RispondiElimina
  37. Vi segnalo un altro fenomeno atmosferico insolito in Australia.Ecco il link http://www.colinandrews.net/Cloud-Radar-Circle-Australia-2010-0122.html
    Sarà la scienza dell'apocalisse in azione o saranno cambiamenti energetici in arrivo?

    RispondiElimina
  38. Infatti questo è il progetto trattato nel documento U.S.A. "Possedere il clme aentro il 2025".

    L'aeronautica ti vuole LOV (Seconda parte)

    RispondiElimina
  39. @Straker

    Oserei dire che siamo ad una delle tante svolte che seguiranno,tra le quali l'aumento a dismisura delle persone che si svegliano !!

    dopo dichè tutta la mafia globale collassera' e Attivissimo potra' coscientemente cambiare mestiere!

    RispondiElimina
  40. Speriamo presto, Mr.Jones. Speriamo che ciò avvenga IERI!

    RispondiElimina
  41. Intano a milano temperatura ed umidità fanno salti che paiono radiocomandati.
    Ora cade una pioggerella appiccicosa che invece di pulire l'aria la sporca.

    Non mi lascia coppiare l'indirizzo del sito meteo di Milano altrimenti vi facevo vedere che sbalzi fa l'umidità in soli 5 minuti.

    RispondiElimina
  42. Agata, se usi Firefox, mi pare sia un problema di compatibilità del browser.

    RispondiElimina
  43. @ chon

    Tempo fa avevo sentito dire (sul web, ma non ricordo più il sito) che l'esperimento nei cieli della norvegia faceva parte del tentativo di spostare il polo nord terrestre verso la Russia. E che a breve avremmo visto il corrispettivo nell'altro emisfero tra l'Australia e la Nuova Zelanda con lo stesso obiettivo di allineare il polo sud al nuovo polo nord. Ora non so se crederci o meno, ma almeno qualche indizio sembra emergere.

    @ Straker

    Ho letto sui commenti del video "l'areonautica ti vuole" che bisogna fare dei sit in. Questo non lo so, ma fare dei banchetti così come hanno fatto quelli di Greanpeace potrebbe essere un'idea. Di più non mi viene in mente proprio niente. Mi sa che andare a Roma a manifestare o si è un milione o è solo una simpatica gita neppure ripresa dai media. L'unica cosa che mi salva dallo sconforto che da qui al 2025 molte cose accadranno e non credo che il loro piano diabolico verrà attuato senza incontrare resistenze. Nuove generazioni stanno venendo fuori, e i partiti politici in tutto il mondo sono in pieno declino valoriale. Non si può stare fuori dalla polis per così tanto tempo e non sarà certo quelle pagliacciate tipo Ballarò il sostituto!

    RispondiElimina
  44. Grazie Straker. Proverò con explorer. Dipende dove mi trovo e io posso utilizzare o il computer della ditta o quello di mio fratello.
    Comunque qui da ieri le temperature sono crollate e si prepara un altra emergenza freddo e neve.
    Invece un amica che sta in toscana mi ha detto che oggi ha fatto un temporale di tipo estivo, con lampi e fulmini e che le temperature sono salite in 2 giorni di oltre 10 gradi.

    RispondiElimina
  45. Agata, se la natura è già volubile da sola, figuriamoci se ci si mettono i militari.

    RispondiElimina
  46. premessa: confesso di non aver letto i commenti...

    una realtà spesso ignorata o taciuta quando si parla dell'impatto sull'ambiente dell'autotrazione con motori a combustibile organico è la stima che nel suo complesso essa sia responsabile "solo" del 16% delle emissioni e delle polveri rilevabili in atmosfera.

    questo significa ad esempio che dimezzando (-50%) tali emissioni, il conseguente "alleggerimento" per l'ambiente è solo dell'8%.

    con questo non voglio dire che non vada fatto, anzi sarebbe meglio AZZERARLO del tutto utilizzando ad esempio motori elettrici la cui elettricità sia prodotta in modo tassativamente PULITO perché se no sarebbe come spazzare e mettere la polvere sotto al tappeto, ma è solo per dare la corretta dimensione al fenomeno.

    quindi è illusorio sperare di diminuire DRASTICAMENTE la quantità di particolato che si respira in città solo vietando la circolazione a motore: oltre che dalle irrorazioni aeree clandestine quando sono in opera, una grossa fetta di esso proviene anche e soprattutto dai riscaldamenti a gas, dagli opifici di periferia e dal normale traffico aereo che su città come Milano non è da trascurare.
    inoltre, la presenza anche a decine/centinaia di km dal centro di inceneritori, fabbriche inquinanti e centrali elettriche a carbone contribuisce ad incrementare i livelli se la giornata è "benedetta" da un "buon vento".

    per sottolineare di quanto sbaglino bersaglio i provvedimenti "anti-inquinamento" basti pensare ad esempio che le centraline preposte tengono d'occhio anche il tasso di ossidi di azoto.
    ebbene, quando questo tasso supera il valore di guardia vietano (anche) la circolazione dei veicoli mossi a motore a 2tempi:
    la cosa assurda è che i motori a 2tempi per motivi legati al loro ciclo NON POSSONO FORMARE OSSIDI DI AZOTO in quanto bruciano combustibile "in debito d'aria" ed invece gli ossidi di azoto possono formarsi solo se rimane ossigeno libero durante la combustione: ciò accade solo sui motori Diesel ed a 4tempi, oggi più che mai proprio perché per motivi di inquinamento funzionano con miscela particolarmente povere di carburante (e quindi con ossigeno in eccesso)

    spero di essere stato chiaro in questo ambito ristretto...

    RispondiElimina
  47. Ciao Paso, da quanto hai eccellentemente spiegato, si evince che le "politiche ambientali" dei nostri politici sono solo orientate alla demonizzazione del cittadino. Non posso credere che le imposizioni attualmente in atto siano dovute a sola incompetenza. Ricordo perlatro che un solo aereo (normale), inquina quanto 400 auto non catalizzate.

    RispondiElimina
  48. Beppe Grillo ospiterà nel suo blog Eugenio Benetazzo, colui che da tempo parla pubblicamente del problema del signoraggio e delle scie chimiche. Fatto piuttosto strano.
    Avremo un altro Santacroce?

    RispondiElimina
  49. Carissimo Cosmino, preferisco non pronunciarmi in questa sede.

    RispondiElimina
  50. Straker dice:
    <<...le "politiche ambientali" dei nostri politici sono solo orientate alla demonizzazione del cittadino. Non posso credere che le imposizioni attualmente in atto siano dovute a sola incompetenza.

    Ricordo perlatro che un solo aereo (normale), inquina quanto 400 auto non catalizzate.>>

    infatti - quant'è vero! - è da non credere!

    comunque, il paragone che fai tra l'aereo e le 400 auto non catalizzate è valido SE e QUANDO il processo di catalizzazione avviene realmente: ho messo in evidenza nel mio articolo sul benzene, verso la fine, tutti i frequentissimi casi in cui non si verifica.

    inoltre, per quanto riguarda le emissioni dei motori a combustione è utile distinguere, per non fare di tutt'erba (tossica) un fascio, tra quelle da prodotti di combustione e da incombusti, ognuno dei quali comporta problemi e soluzioni diverse!

    ma capisco che a livello demagogico questa distinzione è inutile e perciò nessun organo ufficiale la farà mai... :(

    RispondiElimina
  51. Giustamente, Paso, conosciamo bene il punto debole delle auto catalizzate. Anche quella è una truffa bella e buona.

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis