mercoledì 1 aprile 2009

LE FALSE DISPUTE - Controllori all’attacco dei controllati (di Antonella Randazzo)

Più volte ho avuto modo di sostenere che la Rete Internet non è quel paradiso di libertà e di costruttività che alcuni pensano. Tuttavia, sul Web è possibile trovare argomenti non trattati o mistificati nei media di massa, e dunque si può ritenere che alcuni blog o siti possano fungere da canali pioneristici atti a stimolare un certo grado di consapevolezza ormai impossibile da avere, se ci si rapporta soltanto ai mass media. Per questo motivo, stanno aumentando i personaggi che vengono incaricati dal regime di “vegliare” a che questi siti possano essere disturbati, limitati nelle loro risorse oppure, se possibile, sabotati.

Chi ha interesse affinché si limiti o si impedisca una certa presa di coscienza della realtà sa che non può più impedire del tutto che certe tematiche, come il signoraggio, le scie chimiche, la verità sull’11 settembre o sul controllo mentale, vengano a galla in diversi siti o blog, e che dunque una certa quantità di persone presti attenzione a tali argomenti. Tuttavia, sa anche che è possibile diminuire la portata di queste argomentazioni usando diverse strategie.

Queste strategie comprendono tattiche per deviare l’attenzione, limitare la trattazione, porre riflettori su aspetti irrisori del problema, deridere chi ne discute o chi cerca di divulgare contenuti perniciosi allo status quo del sistema e porre i dialoghi ad un livello assai più basso rispetto a quello che potrebbe essere senza tali ingerenze.

Talvolta ci si può chiedere come mai questi personaggi operino all’interno di blog che hanno molti lettori già fidelizzati, che dunque difficilmente saranno convinti dalle loro sterili argomentazioni. Peraltro, operando in questi siti, i debunkers rischiano di essere smascherati e insultati. Pericolo che essi corrono volentieri dato che operano nell’anonimato e spesso con diversi nick.
Ad esempio, in un blog (
http://paolofranceschetti.blogspot.com/) dove si pubblicizza un convegno su diversi argomenti “proibiti” (scie chimiche, massoneria e democrazia diretta) si leggono post che ricalcano le tecniche usuali dei controllori incaricati di attaccare i controllati.

Lo scopo principale è quello di dirottare l’attenzione sugli stessi debunkers, impedendo che si discuta il tema in questione e che emerga la portata di esso. Altri scopi sono: attacchi personali a persone “pericolose”, portare la discussione a livelli molto bassi, impedendo che si discuta dei problemi veri e che si inoltrino post di vera informazione.

Il post tipico dell’attacco personale ad esempio è: “Se non sono paranoidi non li vogliamo”, come se si dovesse dare per scontato che tutto quello che queste persone dicono è da rigettare e che le argomentazioni di queste persone dipendano dal loro grado di squilibrio mentale.

Altre allusioni usate abitualmente dalle persone che operano al soldo del sistema, contro gli autori indipendenti, sono: hanno atteggiamenti ossessivi, sono incapaci di equilibrio psichico, sono poco svegli, sono fissati sulle questioni che trattano, sono convinti di essere importanti, trattano questioni ridicole, non hanno prove a sostegno di ciò che dicono, sono persone “autoreferenziali”, etc.

Si vuole far passare il messaggio della creduloneria, del protagonismo, dello squilibrio mentale o della limitazione intellettiva che indurrebbe a credere a cose del tutto inesistenti. C'è l'idea che chi osa uscire dal gregge diventi automaticamente una persona inaffidabile, ingenua e pronta a credere a qualsiasi cosa. Come se non fosse proprio il sistema a far credere in cose irrazionali e assurde.

Come è stato fatto notare, i debunkers tendono ad assumere gli stessi atteggiamenti di personaggi come Piero Angela, che amano apparire concreti, scettici verso ciò che non è provato, che non è “scientifico” e tutti quelli che non aderiscono a questo modo di essere devono apparire perlomeno disturbati, osando sfidare i dogmi della divina scienza ufficiale o delle comuni credenze avallate dal sistema. Rifiutando tali dettami si dovrebbe per forza diventare ridicoli. Ad esempio il seguente post dice: “Francesco, io preoccupato per le scie? :-)
non direi proprio, io rido delle scie e di chi crede che siano chimiche... se credi che lo siano rido anche di te :-) che fai come il clown da circo [zret], ti piace farti ridere dietro? ;-)... mi sto solo divertendo a prendervi per il culo, con voi credenti nelle scie chimiche non si puo fare altro".(1)

L’idea fondamentale è che non possa esistere libertà di credere a quello che si vuole, ma che credere in alcune realtà, anche quando sono del tutto empiriche, debba esporre al ridicolo quando tali realtà non hanno il privilegio di essere avallate dal sistema. In altre parole, l’attuale sistema decide, attraverso la scienza ufficiale e attraverso ciò che i media divulgano (e nel modo in cui li divulgano), ciò che è ridicolo e ciò che non lo è, ciò che è equilibrato pensare e ciò che è paranoico.

Si tratta di una sfida che mira a mettere in guardia dal fatto che se si fuoriesce dai dettami di regime si diventa automaticamente ridicoli o paranoici. Anche quando ci sono prove a sostegno di ciò che si dice, si fa passare l’idea che non ce ne siano affatto, se il sistema così decide.

Ad esempio, nella trasmissione "Voyager", andata in onda su Rai Due il 19 marzo 2008, si parlò delle scie chimiche, come si trattasse di un mistero, e non si potesse o dovesse rendere conto agli aerei statunitensi che le creano. Come se non vi fosse un potere militare che sorveglia i cieli e documenta tutto ciò che avviene, permettendo agli aerei in questione di spargere sostanze chimiche. Si tratta di un argomento che viene ammantato di dubbi e misteri, e spacciato come una "bufala di Internet". In realtà, anche il filmato di propaganda trasmesso su Voyager ammetteva che tali aerei diffondono sostanze tossiche come alluminio o bario, ma si curava di rassicurare dicendo che le autorità dell'Aeronautica preposte vegliano per la "sicurezza". Ma se così fosse, perché mai permetterebbero tale scempio chimico?

E' evidente che la trasmissione mirava a far accettare il fatto, facendo capire che ci sarebbero motivi di controllo del clima per motivi bellici. Ma non veniva spiegato come mai tale fenomeno è così diffuso in Italia, che è un paese ufficialmente non in guerra. Voyager cercava di rassicurare facendo credere di informare, mentre in realtà stava relegando il fatto nel novero dei "misteri", e così facendo occultava il fatto che le nostre autorità non chiedono conto alle autorità statunitensi del fenomeno. Molte persone, di diverse città italiane, hanno telefonato all'Aeronautica per chiedere conto di ciò che stava accadendo, ricevendo risposte vaghe quando non offensive della loro intelligenza. Sta di fatto che anche di fronte a pericoli per la salute dei cittadini le autorità italiane si sottomettono a quelle statunitensi, come se il paese fosse una colonia. A nessuna autorità statunitense viene chiesta alcuna spiegazione, e la trasmissione Voyager mirava a far apparire ciò come "normale". Si offriva un servizio in cui non si davano spiegazioni chiare e razionali, su un fenomeno assai grave provocato da autorità straniere. I presupposti propagandistici impliciti nel documento trasmesso da Voyager erano: C'è un fenomeno visto da molti, ma esso non è chiaro, e chi lo crea non ha nessun dovere di chiarirlo; non c'è da preoccuparsi (anche se vengono gettate sostanze nocive) perché le autorità ci proteggono (anche se non rispondono adeguatamente alle richieste di informazioni dei cittadini); possono esistere fatti che le autorità non sono tenute a spiegare con chiarezza, che sono "segreti". Questo deve essere accettato quando riguarda il settore militare (anche se avviene in tempo di pace); Di fatto gli U.S.A. hanno potere sul nostro paese e lo trattano come fosse una colonia, potendo fare ciò che vogliono senza subire alcun limite dalle autorità italiane.

Questo è soltanto un esempio di come si cerca di rendere misteriosi fatti del tutto razionali ed empirici.

Diversi soggetti al soldo del regime, partendo dal presupposto che chi si oppone al sistema abbia per forza qualche rotella fuori posto, si atteggiano a persone sagge, sensate, e persino in grado di mettere una parola giusta per realizzare quell’equilibrio che si presuppone manchi nei blog indipendenti. Ad esempio, uno di essi scrive: “Comunque, io aspetto sempre questi famosi ‘riscontri reali’” (riferendosi alle scie chimiche).

Si fa credere che chi sostiene cose che potrebbero minare lo status quo è sprovveduto a tal punto da accettare argomentazioni non sostenute dai fatti, e invece gli altri sarebbero concreti e avveduti.

Un altro metodo è quello di accusare chi denuncia le magagne del sistema delle stesse cose che egli denuncia: ad esempio se parla di scie chimiche egli sarà accusato di intralciare il lavoro di chi vuol far luce davvero sul fenomeno. Uno di questi post dice: “D'altronde, paranoia per paranoia, io posso dire che è invece Straker (nick di una persona che si occupa del problema delle scie chimiche) l'infiltrato che, con le sue sparate imbarazzanti, getta discredito sul lavoro di chi realmente indaga sulla questione. E' solo questione di punti di vista”.

Facendo credere che si tratti di “punti di vista” piuttosto che di tentativi di invertire i termini per far apparire l’opposto di ciò che è, si vuole assumere il tono saccente di chi è capace di assumere un punto di vista più esteso e obiettivo.

L’attacco volto a far sembrare chi denuncia i crimini come un egocentrico si può capire da post come questi:

La favoletta delle scie chimiche è meglio di un libro di Clive Cussler. Con Staker nel ruolo del salvatore del mondo. Fantastico!

L’accusa di protagonismo, in una società che alimenta in modo spropositato protagonismo e egocentrismo risulta azzeccata perché in effetti molte persone ormai vedono nel mettersi in mostra (vedi “Grande Fratello”) un modo di esistere. Si mira a far passare in secondo piano che essere davvero egocentrici non vuol dire denunciare determinate realtà inquietanti, dato che in tal caso si rischiano più strali che facili consensi.

Paradossalmente, chi cerca di uscire dalla morsa di un sistema nazifascista si trova a dover essere accusato di avere quegli stessi difetti prodotti dal sistema, poiché essi, essendo comuni, sono assai credibili e può sfuggire il paradosso a chi, non fuoriuscendo dalla logica di massificazione mediatica, non si accorge che di tecniche di manipolazione si tratta.

Un altro atteggiamento saccente e saggio è quello che mira a mettere tutti sullo stesso piano: chi denuncia i crimini e chi difende (pagato) il sistema, facendo credere che in realtà chi cerca di uscire dal sistema non può davvero riuscirvi. Si tratta di un messaggio più potente di quello che si crede, dovendo tristemente appurare che moltissime persone che comprendono diverse verità mistificate dai regimi poi si sentono impotenti o pessimiste, svalutando la portata reale della consapevolezza acquisita. Dunque, mettendo tutti sullo stesso piano si vuole far passare il messaggio: “tanto non cambia nulla e non è detto che far emergere certe verità determini una reale differenza fra chi sa e chi non sa”.

Ad esempio leggiamo i seguenti post:

(post 1) “Vedi Paolo (Franceschetti), stiamo assistendo al classico dibattito tra persone con atteggiamenti paranoici (non che lo siano del tutto, ma ogni tanto gli scappa): Qualcuno dice: 'Ma queste scie degli aerei non sono come quelle solite, hanno un comportamento strano. Sono chimiche, artificiali, non semplice acqua cristallizzata'. Arriva Straker: 'Sono un progetto segreto per farci diventare androidi'. Arriva il debunker: 'Straker dice una cazzata, quindi il problema non esiste'. Gente come Straker ha atteggiamenti paranoidi perché è ossessionata dal megacomplotto (di chiara matrice escatologico-hollywoodiana). I debunker invece è ossessionato dalla presenza di gente come Straker, che ritiene una minaccia per tutta l'umanità. Entrambi si sentono investiti di un compito superno, quello di salvare il mondo a colpi di tastiera: l'uno di salvarlo dal megacomplotto apocalittico, l'altro dalle orde di Straker e Mazzucchi che abbindolano tutta l'umanità (tranne loro stessi) per raccogliere miliardi di euro. Vista da fuori, è una situazione ridicola. Se non fosse che l'ossessione di questi personaggi fa loro monopolizzare la discussione, cosicché qualunque persona normale se ne cava al più presto, non avendo nessuna voglia di partecipare al teatrino (e magari passare per uno dei pazzi). E questo succede per quasi tutti gli argomenti (per esempio il problema delle banche, che viene spiegato con la burla del signoraggio). E adesso prego, che ricomincino gli insulti.”

(post 2) “Continuo la mia disamina facendo notare come complottisti e debunker si comportino in maniera assolutamente identica, solo che speculare. Perdono ore e ore a seguire il proprio blog e quelli "nemici", si accusano di lavorare per soldi (del governo o dei gonzi), si accusano di spargere nomi e indirizzi (come se ci volesse chissà cosa: se uno dice di essere Tizio di Mondovì, basta andare al municipio di Mondovì e leggere le liste elettorali), si accusano di millantare professioni mai svolte, si accusano di non capire niente della scienza, quella vera. Un patetico teatrino dell'assurdo. E qui ne abbiamo una dimostrazione”.

(post 3) “Infatti se non te ne sei reso conto, il mio discorso coinvolge entrambi gli schieramenti. Hanno entrambi atteggiamenti ossessivi e paranoidi, soltanto che rivolti a oggetti diversi. Ovviamente questo non rende una parte particolarmente migliore dell'altra”.

Questi post mirano a raggiungere diversi risultati: mettere tutti sullo stesso piano, trattare tutti da persone disturbate (paranoidi), far apparire chi scrive come saggio e al di sopra di tutti, e aprire un'altra serie di post che concentrano l’attenzione sull’argomentazione del debunker piuttosto che sul tema in questione (“che ricomincino gli insulti”).

Nonostante l’assurdità dei commenti “pagati”, i lettori autentici di questi siti sono indotti a rispondere a questi post, seppure con toni di riprovazione o intimando di rinunciare a continuare a cercare di fomentare ostilità o scetticismo. In ogni caso i debunker hanno raggiunto il loro scopo: catturare attenzione, attirare critiche e impedire uno svolgimento più costruttivo della discussione.
Qualche lettore consiglia di estromettere questi personaggi cestinando i loro post:

PARACELSO, NICO, FEDERICO, GG, ESSSSE, BIGREDCAT, ILPEYOTE, M.S. (Ci manca solo M.D.D. e siamo al completo) andate a farvi un giro e piantatela di trollare in questo sito chè tanto nessuno vi vuole. E' inutile, sappiamo chi siete e che ci state a fare qui, siete persone sgradite e qui vi si dà il credito che meritate. Zero. Ha ragione Gennaro : qua abbiamo sviluppato gli anticorpi e vi sgamiamo sempre e comunque. Mi rivolgo a Paolo: capisco la politica del non censurare nulla, ma in questo caso mi sembra controproducente non dare una ripulita da queste zecche”.

Ma altri ritengono lecito discutere anche di queste ingerenze di bassa lega:

"Se diciamo fesserie perché filtrarle? Sarebbe facile dimostrare che sono fesserie, no? Invece censura a priori, toglie libertà di parola a chi non è d'accordo con lui (o almeno ci prova, come si può vedere qui), minaccia ed accusa. E fa passare i commenti incensatori. Ho come idea che abbia il culto della personalità... La propria, ovviamente”.(2)

Altri mettono in evidenza l’inutilità di questi interventi “mirati”:

Gatti rossi e paracessi vi state soltanto arrampicando sugli specchi!!!
la vostra guerra di disinformazione e persa in partenza perchè le bugie hanno le zampe corte!
”.

Per concludere, si può sostenere con un certo margine di ragionevolezza che i metodi involuti e massificanti dell’attuale sistema vengono utilizzati anche in rete, allo scopo di attutire l’impatto che certe verità possono avere sui lettori, e soprattutto per produrre effetti limitanti, condizionanti e manipolanti, sapendo che non molti si accorgeranno di ciò e quasi tutti saranno comunque indotti a dare peso a queste ingerenze.

Lo scopo principale di tutto ciò è quello di difendere lo status quo e di continuare a controllare anche chi ha ben compreso l’esistenza di tale controllo e cerca di allontanarsi dalle maglie di un sistema dittatoriale che tutto vuol plasmare a sua immagine e somiglianza.


NOTE:

Link commenti 1
Link commenti 2

Copyright © 2009 - all rights reserved.
Tutti i diritti sono riservati. Per richiedere la riproduzione dell'articolo scrivere all'indirizzo e-mail giadamd [at] libero.it

Fonte:
NUOVA ENERGIA

Link al post originale


Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!
Puoi votare le mie notizie anche in
questa pagina.


Aggiorna Tanker Enemy nei tuoi preferiti. D'ora in poi questo blog è raggiungibile digitando http://www.tankerenemy.com/

TANKER ENEMY TV: i filmati del Comitato Nazionale

CHEMTRAILS DATA

Range finder: come si sono svolti i fatti

44 commenti:

  1. Dalle facce, hanno tutti, dico tutti, un segnale(*) che li identifica come appartenenti ad una stessa categoria.

    Non so se avete notato un particolare:
    a parte i due di destra (acaro e il loro guru)che si commentano da soli, i 4 dell'Apocalisse sono gonfi.

    Alcool e droghe.

    Per stare lontani dalla realtà.

    (*) Indovinello dell'anno. :)

    Un salutino particolare alla mia zecca wasp. Occhio ad acarsterminator, guardati sempre le spalle, caro wasp; quello ha un compito primario (per definizione):

    STERMINARE GLI ACARI.

    RispondiElimina
  2. Hanno pseudonimi quanto mai eloquenti.

    I disinformatori dal volto "umano".

    RispondiElimina
  3. ma no ginger, sicuro che gli incubi, da un po di tempo sono un loro problema.

    RispondiElimina
  4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  5. E' essenziale tenere sempre conto dei loro obiettivi, dei quali il principale è farti crollare. Se conoscosci il metodo e gli obiettivi, sai come non accusare minimamente il colpo.

    RispondiElimina
  6. Le risposte, gli interventi e l'articolo di Paolo Attivissimo su Rebus si commentano da sè.

    Sarebbe interessante se il Cicap spiegasse il comportamento, la volontà demolitrice e l'assurdità dimostrati da questo loro membro.

    Il prossimo anno si occuperà anche di signoraggio. Ovviamente per dire che non esiste.

    Solo della gente inconsapevole può dar retta a priori ad un personaggio mediocre simile. E purtroppo la Rete ed in generale l'Italia, di gente inconsapevole e mediocre come lui ne è stracolma. Le cifre, seguendo il sondaggio, parlano chiaro.

    E c'è chi, ancora, vorrebbe un incontro con un elemento ballista di tale calibro. Contenti voi debunker nel proporlo!

    RispondiElimina
  7. Ogni volta che si muove, Attivissimo scava ancora di più sul fondo del pentolone. Ormai deve essere disperato, se arriva a questi disdicevoli metodi nazifascisti. Il problema però non è lui, ma chi lo finanzia e continua a dargli visibilità. Uno come lui andrebbe...

    RispondiElimina
  8. andrebbe???
    Perché npon finisci il periodo cosi franceschetti capisce subito chi sei?
    Inutile... dopo il tuo exploit sul suo blog credo che presto dovrai allungare la lista dei disinformatori...
    Occhio però... lui è avvocato con la laurea vera... non fatta al computer come la tua

    RispondiElimina
  9. a... un altra cosa...
    guarda gli accessi al tuo blog e quelli di attivissimo poi dimmi tu chi è alla frutta.

    e mi spieghi come mai quando tu ed il fratellino postate tutta la sera su altri blog i commenti qui crollano...?
    quanti account falsi hai?

    sei solo un fuffaro. menti cosi spesso che menti anche a te stesso.
    Sei un fallito a fingi di essere importante.

    RispondiElimina
  10. Fulvio Turvani, questa tua cantonata passa alla storia. Io fossi in coloro che ti pagano lo stipendio, ti licenzierei in tronco. Non so chi sia FATTIFURBO, ma certo non sono io e se credi che i vostri metodi multiaccount siano adottati anche da gente onesta, beh... ti sbagli di grosso.

    Stai tranquillo che paolo sa distinguere tra un imbecille venduto (tu) ed un amico onesto e sincero (io).

    Sei un poveraccio. Mi fai solo pena.

    RispondiElimina
  11. Ah, dimenticavo...

    Lo vedi che l'appellativo era solo un complimento? Lo hai dimostrato ancora una volta.

    RispondiElimina
  12. ciao, concordo con questo articolo,
    anche Internet può essere utilizzato come strumento di manipolzione ed controllo.
    Infatti come spiegato bene in questo articolo, è possibile manipolare l'informazione, spostare l'attenzione, in modo molto semplice, immediato ed economico usando il web.

    Alcuni di queste tecniche tra l'atro furono studiate dal Pentagono nel primi anni del 2000 di cui se ne ha notizia tramite documenti declassificati, le strategie studiate servivono proprio per manipolare l'informazione soprattuto per motivi politici utilizzando specificatametne il web come strumento mediatico deviante, esempio creando siti proprio dedicati alla disinformazione manipolazione.

    Inoltre bisogna fare attenzione alle stesse CORPORATE che giocano ruoli chiave all' interno di Internet.
    Si conscono infatti delle connessioni tra Keyhole e la CIA (adesso diventata società incorporata in Google) che hanno creato al piattaforma Google Maps.

    Esistono strette connesioni tra Facebook e altre CORPORATE per la profilazione degli utenti e del loro SOCIAL enviroment e social connesion (loro dicono a scopo di MARKETING).
    L'idea di trasformare il web in un SEMANTIC WEB ovvero l'idea di creare connesioni e risposte personalizzate all'utente (esempio quello che avviene utlizzando GMAIL o Google Account) ci fanno pensare alle problematiche relative alla PRIVACY ma non solo, potrebbe essistere un grande pericolo che le stesse CORPORATE possono collaborare con istituti militari per il controllo e la profilazione degli utenti anche su internet per scopi non dichiarati e ad una cospicua paga.

    Esistono concretamente progetti già attuati per il controllo in questo senso esempio ECHELON per la rete telefonica, fax, non cè da stupirsi se avvenga qualcosa del genere anche tramite il web o non sia già stato attuato dalla esplosione di internet per uso privato dai primi anni 2000.

    Un altra riflession rigaurdo la stessa piattaforma tecnologica che contiene le informazioni presneti in Internet di chi con passione e ricerca svela la verità e muove le coscienze su molte ombre dei nostri tempi potrebbe essere fonte di attacco quale la CENSURA.
    Pensate a quanti blog, sono ospitati da CORPORATE multinazionali, o pensate come sarebbe semplice CENSURARE un argomento oscurandolo dalle pagina di risposta dei motori di ricerca o come sia semplice manipolare WIKIPEDIA (no proffit ma con ampie sovvenzioni governative USA) su aromenti scomodi.

    Spero che queste righe possono contribuire a una riflessione costruttiva.
    apresto

    RispondiElimina
  13. mamma mia orsofulvio, quanto sei frustrato!!!!
    visto che il tuo blog-cloaca è misero ed insigificante, ti tocca farti vanto dei blog altrui.

    sei proprio in caduta libera.

    meglio che te ne torni da paparino passivissimo a farti fare una bella iniezione di autostima fraudolenta.

    RispondiElimina
  14. Mi scuso con Straker e gli utenti di questo blog se ho dato l'ennesimo appiglio ai soliti noti,non succedera' piu'.

    RispondiElimina
  15. A volte mi sorge il dubbio che alcuni non sappiano più contare nemmeno le dita che hanno in una mano...
    Non vale la pena puntualizzare cose ovvie (ovvie per gente normale, s'intende) ma in questo caso si fa uno strappo: confesso che negli ultimi due giorni, vista la mole di commenti che hanno inondato altri blog collegati a questo (che normalmente sono di rapida consultazione, poichè terminato di leggere un articolo se non lo si commenta si passa oltre), in questo caso invece ci sono volute delle mezz'ore per scorrere velocemente le centinaia di interventi rilasciati, pur sorvolando su quelli di alcuni particolari mittenti un po' ripetitivi. La classica bomba atomica fatta scoppiare sopra il discorso delle scie chimiche, a riconfermarne il fastidio.
    Come me, chissà quanti altri erano impegnati su un altro canale, per intervenire o semplicemente leggere ma che meritava comunque attenzione, al contrario di siti spazzatura dietro i quali non vale la pena perdersi. Quello che qualcuno non capisce (diciamo così) si chiama
    dedizione di parte del tempo disponibile ad un essere umano non dotato del dono dell'ubiquità, al netto degli impegni quotidiani personali.
    Ciao, buona giornata.

    RispondiElimina
  16. Ciao Admin. Analisi perfetta e con la quale concordo. Proprio basandosi su questo assunto personalmente dissento dalla politica di coloro che permettono i commenti di certi individui (prezzolati dallo Stato), perché si fornisce loro carta bianca nell'uso di tali tecniche. Non bisogna mai scambiare la democrazia con la licenza.

    Un esempio fra i tanti è quel fallito di orsovolante che, per arrotondare, ha venduto se stesso e la sua famiglia a poteri forti. Peggio per lui. peggio per loro.

    Fattifurbo, non devi scusarti per nulla, figurati. Orsovolante o chi per lui usano spesso queste tecniche per seminare zizzania.

    RispondiElimina
  17. credo che franceschetti si stia facendo un idea molto chiara di che razza d'imbroglione sei... ed il merito è tutto tuo e della tua arroganza

    RispondiElimina
  18. Buongiorno a tutti voi.
    Avevo già commentato, sul blog di origine, questo articolo della brava Antonella Randazzo.
    Ora mi riallaccio agli altri vostri commenti:

    @ Ginger:
    "Cercherò di non avere incubi

    Tranquilla, sono così assurdi che sembrano irreali.

    @ Bedevan:
    "Sarebbe interessante se il Cicap spiegasse il comportamento, la volontà demolitrice e l'assurdità dimostrati da questo loro membro."

    Esatto, è una delle cose che mi sono balenate per la mente dopo l'atteggiamento pazzoide tenuto da Attivissimo nel chiamare a raccolta i lettori del suo blog.
    Mi piacerebbe prendere Pieri Angela e farglielo notare. Oddio, farglielo notare...come se non lo sapesse.

    "Il prossimo anno si occuperà anche di signoraggio. Ovviamente per dire che non esiste."

    Sto aspettando da un'annetto e mezzo che ci mettano la mano. Staranno ripassando la materia, assoldando qualche "economista" o qualche studentello universitario di qualche facoltà di economia.

    @ Straker:
    "Ogni volta che si muove, Attivissimo scava ancora di più sul fondo del pentolone. Ormai deve essere disperato, se arriva a questi disdicevoli metodi nazifascisti."

    L'impressione è anche la mia, Straker. Ormai annaspa, punto. E' in fase di delirio mistico.
    Tu hai parlato di metodo nazifascita, io, invece, ieri l'ho paragonato - il metodo di attaccare ( indirettamente ), in questo caso, il povero Decollanz - agli squadristi fascisti.
    Riallacciandomi alla mia risposta a Bedevan, spero che il C.I.C.A.P. se ne ravveda ad avere un tizio del genere.

    Un saluto a tutti.

    RispondiElimina
  19. Il problema, caro Luka, è che quelli del c.i.c.a.p. sono della stessa pasta di Attivissimo. Tra simili si cercano, si trovano e felicemente banchettano sulle carogne. Non è un bello spettacolo, soprattutto per l'onore dell'ordine dei giornalisti.

    RispondiElimina
  20. "credo che franceschetti si stia facendo un idea molto chiara di che razza d'imbroglione sei... ed il merito è tutto tuo e della tua arroganza"

    già orsofulvio, è magari si sta pure convincendo che la massoneria non esiste, che non esistono affatto i poteri occulti e che quindi quella delle scie chimiche è probabilmente una leggenda di inventata da staker per diventare il dio degli sciachimisti

    complimenti con questa manovra hai fatto proprio centro!

    hai preso tutti i piccioni disponibili con una fava!!!

    entrerai nei libri di storia per aver convertito franceschetti facendo leva sulle tue opinioni su straker!!!!

    ti attende la gloria

    puoi quindi tornartene da dove sei venuto.


    robe mai viste, questo demente posta qui i suoi sentori su cosa crede di aver indotto a far pensare ad un altro

    che disagio psichico mi rappresenta ciò?

    RispondiElimina
  21. E' tutto un grosso carrozzone dove si suona e si balla tutti in coro, PERO' quel coro di ostilità, menzogna e falsità a me non piace!!
    Cantiamogliene quattro NOI a sti mascalzoni che ci prendono per il culo!!!

    RispondiElimina
  22. Pincodidimi, è inutile che posti decine di messaggi uguali in diversi articoli, perché mi basta cliccare sulla voce "tutti" e li elimino in sol colpo. Datti all'ippica!

    RispondiElimina
  23. Spero che questa storia degli account falsi non sia vera ne da una parte e ne dall'altra perchè se non fosse così sarebbe una cosa veramente meschina e irrispettosa nei riquardi di chi come me con fatica impegna tempo libero a seguire e promuovere le verità che ormai nessuno dice più!!

    RispondiElimina
  24. Capitan Harlock, pensi che qualcuno di noi abbia tempo da perdere con certe meschinerie? Proprio noi che ci facciamo il mazzo?

    RispondiElimina
  25. orsofulvio, deduco che la storiella del "nickel e ferro sparso in atmosfera per studiare il global warming" la sappia anche tu. a te chi l'ha detta?

    sapete, la storia dei metalli pesanti sparsi in atmosfera per salvarci tutti è MOLTO IN VOGA negli ambienti universitari, di ricerca, di gestione, e anche politici.
    se avete familiarità o conoscenze in uno di questi "ambienti", potete provare a chiedere.

    provare per credere.



    "Spero che questa storia degli account falsi non sia vera ne da una parte e ne dall'altra"

    così, a colpo d'occhio, direi che lo stato italiano e non solo incoraggia la disinformazione in ambito governativo e militare. è naturale che un disinformatore STIPENDIATO REGOLARMENTE dallo stato usi più account falsi e cose del genere.

    I MILITARI ED I GOVERNANTI NON VOGLIONO CHE SI SAPPIA IN GIRO CHE VIVIAMO, ORMAI DA QUALCHE ANNO, SOTTO UNA CUPOLA ARTIFICIALE DI METALLI PESANTI IN SOSPENSIONE NELL'ATMMOSFERA

    poi a me se si tratta di schermo solare per scopi benefici o operazioni di guerra elettronica, fa poca differenza, sempre di metalli pesanti si tratta

    cmq oggi il cielo è azzurro, incredibile ma vero

    è molto ma molto probabile che al cicap sappiano la storia dello "scudo contro l'effetto serra".
    motivi umanitari, quindi, per attivissimo e compagnia bella. però ordinare alle pecore di votare sulla tramissione "rebus" è stato veramente un gesto di cattivo gusto.
    almeno però la gente si renderà conto che di eroico e sincero questo giornalaio non ha proprio niente.
    cmq attivissimo, e quindi il cicap, sta mentendo, perchè certe informazioni se sono arrivate a gente qualunque, come me, sono arrivate anche a loro. non dimentichiamo che lo stesso Ferluga è un astrofisico di una certa fama.
    quindi non è che "al cicap non si sono accorti di niente", ma piùttosto "al cicap sanno che ci sono dei programmi di aerosol contro l'effetto serra, però è meglio se la gente non sa nulla".

    ATTENZIONE:non stò dicendo che la storia degli aerosol a base di ferro e nickel contro l'effetto serra sia autentica al 100%, ma volevo solo dire che la maggior parte delle persone coinvolte nelle operazioni di aerosol, sa questa versione, e cioè che siano solo operazioni di aerosol contro il riscaldamento globale. naturalmente queste operazioni "umanitarie" devono rimanere segrete per motivi di ordine pubblico, e anche perchè spargere metalli pesanti dell'atmosfera è estremamente negativo per l'ambiente.

    deduco che le persone coinvolte, ma in buona fede, pensino: "i metalli pesanti fanno male...però senza gli aerosol i ghiacciai si scioglierebbero, e poi succederebbe questo e quest'altro..."

    insomma, per spruzzare roba nel cielo in segreto con il benestare dei governi e di tutti gli enti preposti, basta dire che:" è per il global warming, è per il global warming...."

    RispondiElimina
  26. Non disperdete energie in contrapposizioni con quella gentaglia.

    Lo dice uno che cancella continuamente i loro insulti nel mio blog.

    Certamente non possono cancellare i miei nei loro.

    Non essendoci mai entrato, non ne ho mai scritto.

    Volete mettere la soddisfazione che mi dà l'essere bersagliato da centinaia di insulti?
    Evidentemente quello che dico li rende tremendamente nervosi e anche spavaldi (dietro una anonima tastiera).

    Una elementare regoletta psicologica dice che in branco (perché di branco si tratta) si sentono tutti supereroi.

    Non credo si comporterebbero così se mi conoscessero di persona.

    Sarebbe troppo umiliante l'essere distrutti con la sola parola.

    Non ho voglia né tempo di giocare con chicchessia, siano essi ragazzini raccattati nei centri internet (per un pacchetto di sigarette), siano essi personaggi (sempre raccatati) pagati dai servizi, dagli enti, dai ministeri.

    Preferisco impegnare il mio tempo a divulgare e aprire gli occhi agli altri dal mio, personale, di mia invenzione, BLOG* .

    E ricordate, l'indifferenza è l'arma migliore.

    * dove Rosario Marcianò ha libero accesso attraverso la mia personale autorizzazione a postare argomenti di altissimo interesse pubblico.

    RispondiElimina
  27. No caro straker, non lo penso, ma credo chi possa organizzare tale cosa è una persona irrispettosa delle idee altrui!!
    Non ammazziamo la democrazia!! (almeno qui in rete!)

    RispondiElimina
  28. Capitan Harlock, chi più del disinformatore può essere della morale mancante più adatta per usare certi metodi?

    RispondiElimina
  29. A questo link ho postato l'intervista svolta a Tom Bosco l'estate scorsa (sono 14 parti, dura 1 ora e un quarto):

    http://www.youtube.com/watch?v=F5fZZJJFUlw

    Ciao!

    RispondiElimina
  30. Con le scie chhimiche ed HAARP le temperature aumentano. Ricordate l'estate del 2003?

    Riporto questa mail che conferma ancora un avolta quanto qui andiamo scrivendo...

    Rosario, ciao


    Ho nuove informazioni che forse possono aiutare la vostra ricerca.

    Come ti spiegai in passato, vivo in un ambiente dove e' possibile controllare le chemtrails abbastanza bene (Sudafrica - ndr).

    Come ti dissi in passato, qui in Barrydale (SA) l'attivita' era cessata verso il 17 di novembre (con una o due scie soltanto, mentre una attivita' molto intensa si era verificata nei giorni 3,4 e 5 dello stesso mese).

    Da quel momento fin verso la fine di marzo non si era vista una striscia bianca in cielo, ne' di condensazione, ne' di irroramento.

    Il primo di Aprile, cioe' ieri, l'attivita' ha ripreso a tutto vapore. Ieri c'e' stata un'attivita' sfrenata, mentre il giorno prima, il 31 si erano cominciate a vedere alcune avvisaglie.

    Come al solito la temperatura e' salita moltissimo, siamo passati da una media di 26/28 gradi, durante il giorno nelle ore piu' calde, a una temperatura di 36/38, registrata ieri nel primo pomeriggio.

    Ho foto, ma sono la solita cosa e non rivelano niente di nuovo.

    Quello che invece di nuovo posso affermare, perche' ormai ho osservato il fenomeno altre due volte in precedenza, e' che dopo un forte irroramento, non ci sono insetti che brulicano sotto lampade esterne alla casa e contro i vetri in corrispondenza di lampade accese in casa.

    Da un giorno all'altro (vivo in campagna, quindi non ho difficolta' a rilevare il fenomeno) dopo un intenssa attivita', alcuni insetti, specie quelli piu' piccoli, tipo moschini, falene molto piccole, tarme ecc. spariscono completamente. I vetri che il giorno prima brulicavano di insetti, sono completamente puliti. Sui muri esterni della casa, sotto le lampade esterne non si vede un insetto, ne' grande ne' piccolo. Tuttavia si sentono ancora i grilli la notte, quindi deduco che gli insetti piu' grandi ne siano affetti relativamente.

    Sto anche scoprendo, ma e' ancora presto per dirlo, che le attivita' di spray concordano stranamente con alcune fasi lunari. Da questo momento in poi faro' qualche verifica in questo senso.

    Spero di esservi stato utile

    All the best

    RispondiElimina
  31. Certo, che il disinformatore è pronto ad usare tutti i trucchi per riuscire nel suo intento.....Ma spero altresì che noi per affermarè la verità lo facciamo nel rispetto della morale e della purezza d'informazione!

    RispondiElimina
  32. Tutto vero e molto bello,fatto sta che è giorni che ci siamo focalizzati su di loro,cioè....IL NULLA!!!!
    Flavio

    RispondiElimina
  33. Credo nella lealtà di noi che ci facciamo in quattro per aiutare la gente ad avere una speranza per il futuro!!

    RispondiElimina
  34. "Sto anche scoprendo, ma e' ancora presto per dirlo, che le attivita' di spray concordano stranamente con alcune fasi lunari. Da questo momento in poi faro' qualche verifica in questo senso."

    è vero, anche io ho notato questo particolare.
    la luce del sole, anche se riflessa, a che vedere con gli aerosol.

    a proposito di HAARP e atmosfera, segnalo questo

    http://www.space.vt.edu/pdf/Scales.pdf

    è molto sintetico, ma sicuramente può far riflettere gli scettici sui temi "aerosol, clima, radiazioni elettromagnetiche ed esercito"

    il fulcro della questione è che se questo genere di notizie sono ormai pubbliche, noi comuni mortali possiamo solo immaginarci le FOLLI operazioni militari a base di fasci di radiazioni elettromagnetiche sparate nell'atmosfera

    RispondiElimina
  35. Un documento davvero interessante, caro Arturo. Il bario è sempre in mezzo.

    RispondiElimina
  36. @Maranano
    Hai ragione non dobbiamo lasciarci attirare nella lora tela....

    RispondiElimina
  37. Cos'è un gioco di società? Buoni contro disinformatori?
    Passate il tempo a scagliarvi insulti reciprocamente, a diffamarvi l'un l'altro. Ma sono questi i vostri obbiettivi? Giocare al loro gioco, dargli un nemico con cui combattere, dargli un avversario!

    Continuate così...fatevi del male...continuate a giocare a cani e gatti.

    Dubito che riceverò una risposta, ma tutto sommato nevermind.

    RispondiElimina
  38. Credo che scatenare polemica, fare arrabbiare, creare disappunto di chi è seriamente interessato a capire di più facciano parte comunque di un interesse preciso: quello di distogliere l'attenzione e tante tante energie (compreso il tempo) dal problema vero.

    Ricordate la questione della luna e del dito ?
    Ecco, stiamo attenti a non guardare il dito.
    Ognuno di noi è responsabile di come spende le proprie energie, se per capire o per far godere altri della propria rabbia.
    Sarà un commento un po' zen, ma davvero credo che ogni stilla di energia usata per dare importanza a certi personaggi sia male impiegata.
    Ciò che fanno, come sono e come vivono è già abbastanza visibile.
    La verità verrà a galla.

    RispondiElimina
  39. Turista, hai ragione, ma "cortesia fu a loro esser villani".

    Ciao

    RispondiElimina
  40. Ilsk, vivere le cose da fuori e giudicare è facile. Troppo facile.

    Turista21, nessuno dovrebbe dar loro corda, ma evidentemente quattro anni di esperienza non sono serviti a granché, visto che da 4 gatti sono diventati un esercito. Lo Stato paga bene, evidentemente.

    RispondiElimina
  41. Ma non dovreste neanche prenderli in considerazione, ma non vedete come scrivono! Sembrano dei dodicenni che parlano della loro gita scolastica e del loro cartone animato preferito, sono dei bambini!

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis