lunedì 3 dicembre 2007

La nebbia chimica uccide

Fonte: Dark Side of the skyRecentemente il TG della rete "La7" ha mandato in onda un ingannevole servizio nel quale gli scienziati del CNR fornivano la loro spiegazione sulle frequenti nebbie inquinanti presenti anche ad alta quota, dovute, a loro dire, al famigerato, onnipresente ed evanescente, effetto serra ed ai gas di scarico delle auto. Gli scienziati del CNR dimenticano di precisare che quelle nebbie non si trovano solo intorno all'area dell'hinterland di Milano, ma sono ormai ovunque, sia in altre città e paesi sia sui mari che circondano lo stivale e che non hanno nulla a che vedere con il classico inquinamento. Quelle nebbie vengono scientemente prodotte dal passaggio clandestino di centinaia di velivoli che diffondono tonnellate di bario, allumino, torio, silicio, manganese, ferro, biossido di zolfo nonché parassiti, virus, batteri ecc.

I responsabili del CNR ed i loro portavoce mentono ed i media asserviti danno loro voce, zelanti nel coprire le malefatte di scienziati (finanziati dai governi), impegnati ormai da anni in sciagurate sperimentazioni chimico / biologiche su popolazioni e biomi. Dalle mappe satellitari si ricava una visione d'insieme del problema e si arguisce che la storia delle nebbie padane è una panzana che possono raccontare, ma alla quale, nessuno fornito di cervello nella scatola cranica, può assolutamente dare credito.

Quando la prossima volta osserverete quelle strane foschie, date uno sguardo al cielo e, se noterete un traffico anomalo di aerei a bassa quota, pensateci... potrebbe non essere nebbia composta da vapore acqueo. In tal caso, vi posso solo raccomandare di non esporvi troppo a quel cocktail di veleni. La nebbia chimica nuoce gravemente alla salute.

13 commenti:

  1. Innanzi tutto complimenti per la trasmissione rebus, penso che sia stata veramente efficace, poi non so se ti può interessare ho fotografato un AWACS che spruzzava non mi era mai capitato!!!

    Io vorrei dare una mano come posso fare?

    grazie ciao

    RispondiElimina
  2. Ciao Marchino. Grazie per i complimenti. Si fa quel che si può.

    Se puoi mandarmi la foto dell'AWACS, sarebbe interessante visionarla.

    La mia email:

    info (at) fastserviceinformatica.it

    RispondiElimina
  3. http://milano.cronacaqui.it/news-le-scie-chimiche_1201.html

    La situazione è sempre più chiara: si scrivono articoletti in cui deridere tutte quelle ipotesi che appaiono più improbabili e che facilmente fanno etichettare la questione delle scie chimiche come “bufala paranoica” e opera di “complottisti”.
    Perché si scrivono solo articoli banali e insulsi come questo? Perché non si interessano davvero alla faccenda invece di impegnarsi solo in un copia e incolla dal sito di Attivissimo?



    Da quasi 10 anni miriadi di aerei hanno deciso di non volare più a 8000-9000-12000 metri, ma a 3000-4000 metri! Ma certo! Vorranno ammirare meglio il panorama! No?

    Alcuni di loro anche vicini uno all’altro! E magari uno rilascia una scia e l’altro a 30 metri no! Qualcosa di strano? Chi ha parlato di qualcosa di strano?

    E magari scopri che gli aerei civili non possono volare a distanze ravvicinate! Ma chi ha parlato degli aerei civili? L’ENAC ha detto la scorsa settimana che non possono essere aerei civili! Come? Ma se Attivissimo e Company hanno detto che se i tantissimi aerei, che secondo voi, che non fate altro che pensare a male, sono troppi, non sono altro che aerei civili e proprio per questo così tanti!
    Ma dai! Sapete tutti che ci sono i voli low-cost! Saranno quelli! Quelli dell’ENAC si saranno sbagliati!

    Si fanno interrogazioni parlamentari? Tutta colpa dei cospiratori che riescono addirittura a convincere senatori e parlamentari! Magari per creare un business dove anche loro partecipano!

    Ma certo!
    Tutto chiaro!

    Viva chi ci rassicura! Viva Attivissimo! Oh! Chiedo scusa! Viva Paolo! Pardon!

    RispondiElimina
  4. In riferimento al link postato da bacab: che dire, ormai si arrampicano sugli specchi a oltranza, a noi fa solo sorridere sentire il rumore delle loro unghie che scivolano sulla verita' oggettiva.
    Il problema e' che questi articoletti da 4 soldi (quelli che tentano invano di screditare il fenomeno scie chimiche) possono confondere i dubbiosi o coloro che stanno quasi per risvelgiare la propria coscienza.
    D'altronde li sono solo parole, qui invece grazie in particolare a Straker e Zret ci sono foto e video e altri documenti originali che parlano chiaro.
    La nostra strada e' in salita ma noi non ci arrenderemo perche' la Verita' trionfera' sempre.
    Ciao!!

    RispondiElimina
  5. Ciao ragazzi. Ho scritto due righe a quella specie di essere umano. Certo è che la stupidità non ha limiti.

    In ogni caso, è proprio vero che ormai si arrampicano sugli specchi. Sono dei poveri di spirito e non vale la pena curarli più di tanto. Nei loro confronti, ignorarli è la miglior cosa.

    Segnalo questo video su filamenti in fase di ricaduta.

    RispondiElimina
  6. Sono un padano nato e cresciuto in mezzo alla nebbia, quella vera e non quella che si osserva nei cieli di questi anni. Conosco e amo talmente la nebbia che potrei dire che essa fa ormai parte del mio corredo cromosomico.
    Ma anche da queste parti la nebbia 'classica' è quasi sparita, se non sparita del tutto. Le mutate condizioni di umidità dell'ambiente atmosferico fan si che 'la nebbia in Val Padana' sia ormai un un ricordo più o meno lontano.
    Ora l'aria è ammorbata di porcherie e, anzichè contemplare la nebbia con il suo fascino misterioso e arcano, ci è concesso di ammirare sclusivamente lo smog.
    Grazie al CNR ed al Grande Satana che lo controlla, lo dirige e lo finanzia ( ma i soldi che spendono sono ahimè sempre cavati con l'inganno dalle nostre tasche).

    RispondiElimina
  7. Già, soldi nostri. Sudore della nostra fronte per avvelenarci. Che ironia...

    RispondiElimina
  8. Ormai la nebbia è fenomeno diffuso e frequente sulle coste liguri in ogni stagione, ma è una foschia giallognola, mefitica ed insalubre, non certo quella bruma misteriosa e malinconica cantata da Pascoli in tante sue liriche.

    Bacab, ho letto quell'articolo immondo. Purtroppo sono zibaldoni in cui la gente crede.

    Ciao a tutti.

    RispondiElimina
  9. in questo blog vi si loda molto:
    http://planetaesclavo.wordpress.com/
    questo blog ha fatto si que anchio vi lodi ora
    succede che mi pare di capire che in spagna e latino america le persone que parlano di queste cose sono poche, non vi sono dottori o politici che come qui ne parlano, manco alla tv come invece fate voi, cosi le persone non gli danno credito
    dato e considerato che pare noi questo lo abbiamo fatto e che anche dottori e metereologi e altre persone esperte ne parlano, dato che in spagna non si conosce manco malanga e non si parla apertamente come succede pure qui alla tv del nwo, ho deciso di fare un sito in spagnolo dove portare prove che sembrano mancare nei paesi hispano parlanti, voglio creare unita, unire cio che sappiamo noi con cio che sanno loro, a tal proposito voglio chiedervi se posso tradurre parti del vostro sito e dei vostri video riportando le fonti grazie

    RispondiElimina
  10. Ciao Mercy, la concordia e l'unione sono sempre lodevoli. Se vuoi tradurre degli articoli, fai pure. Conoscere questi argomenti all'inizio turba, ma dopo ti accorgi che è meglio sapere piuttosto che crogiolarsi in una beata ignoranza, Bisogna cercare: "Chi cerca resterà sorpreso, chi resterà sorpreso, regnerà." Dice il Messia.

    RispondiElimina
  11. un cretino spagnolo malato di mente dice che nessuno ha denunciato le scie io gli ho detto che vi sono inchieste parlamentari, avevo letto che giulietto chiesa ne parlava e diceva che si poteva scaricare dal sito del parlamento europeo ma nn lo trovo

    RispondiElimina
  12. Ciao Mercy75. Ti ho messo il file su mediafire. Si tratta delle proteste dell'europarlamento ctro HAARP. Clicca QUI.

    Inoltre, ecco un non completo elenco delle varie interrogazioni parlamentari, in Italia ed all'estero. Bada bene che i debunkers vengono sguinzagliati ovunque! Ignorali, è la cosa migliore.

    Interrogazioni parlamentari

    Migliaia di cittadini sono preoccupati per quelle strane scie presenti costantemente nel cielo: i governi e le istituzioni ne sono al corrente? Hanno mai fatto qualcosa per verificare la situazione e tranquillizzare così i propri cittadini con delle risposte certe? Ci sono state interrogazioni parlamentari sia in Italia sia all'estero, senza alcun risultato. Ci chiediamo quindi come mai la voce di noi cittadini rimane inascoltata.

    - Interrogazioni parlamentari all'estero:


    - 14 gennaio 1999, Risoluzione del Parlamento Europeo contro il progetto USA HAARP.

    - 17 ottobre 2006, Interrogazione tedesca al Parlamento Europeo.

    - 5 febbraio 2007, Interrogazione parlamentare in Grecia.

    - 10 maggio 2007, Interrogazione olandese al Parlamento Europeo.



    - Interrogazioni parlamentari in Italia:

    - 2003, Deputato dei DS, poi UDC Italo Sandi 2003

    - 2003, Deputato dei DS Piero Ruzzante

    - 3 febbraio 2005, Deputato dei Comunisti Italiani Severino Galante

    - 30 maggio 2006, Consiglieri regionali di Rifondazione comunista Davoli, Uras e Pisu Interrogano la Regione Sardegna.

    - 13 giugno 2006, Senatore dei DS Nieddu.




    - 14

    Legislatura 15 Atto di Sindacato Ispettivo n° 4-02585 Versione per la stampa
    Mostra rif. normativi


    Atto n. 4-02585

    Pubblicato il 8 agosto 2007
    Seduta n. 210

    CICCANTI - Ai Ministri della salute e della difesa. -
    Premesso che:


    in molte parti d’Italia (Umbria, Abruzzo, Campania, Toscana, Veneto, Sicilia, Sardegna e Marche), da alcuni anni sono state rilevate scie chimiche (chem trails), rilasciate da aerei non meglio identificati;
    diversamente dagli aerei civili, i quali su rotte predeterminate rilasciano scie di condensazione a dispersione quasi immediata, le scie chimiche riscontrate sono di natura gelatinosa e vengono nebulizzate da aerei che volano a bassa quota e sono irrorate nell’aria attraverso sistemi di supporto ben visibili ad occhio nudo;
    da denunce di cittadini – alcune dirette anche all’Autorità giudiziaria – e da servizi della stampa locale, in particolar modo dell’anconetano, nelle Marche, sembra che da tali scie chimiche derivino conseguenze disastrose sulla salute dei cittadini, stante, per esempio, l’alto numero di tumori rilevati nella vallata feltrina;
    il CNR, nel 2005, sembra che abbia rilevato, nelle analisi effettuate su campioni di pioggia coincidente con il rilascio di scie chimiche, una concentrazione al di sopra della norma di sostanze chimiche come quarzo, ossido di titanio, alluminio, idrossido di bario, ritenute pericolose per la salute, in quanto cancerogene;
    da precedenti interrogazioni fatte ai Dicasteri competenti, non sono mai arrivate risposte chiare, convincenti ed esaustive e tale vaghezza ha rafforzato il convincimento che si tratti di fenomeni pericolosi da tenere nascosti,

    si chiede di sapere:


    quali accertamenti ed eventuali riscontri siano derivati dall’esame delle scie chimiche in ordine al loro grado di inquinamento dell’aria e di pericolosità per la salute pubblica, soprattutto nell’area feltrinese delle Marche;
    quale circostanza e significato abbiano i voli aerei che rilasciano queste scie chimiche e per quali ragioni vengano eseguiti con tali caratteristiche di rotta, di quota e di esclusività rispetto ai prodotti che irrorano nell’aria;
    da chi siano autorizzati e perché autorizzati;
    quali informazioni siano state fornite alle popolazioni interessate al fenomeno delle scie chimiche, affinché ogni forma di assicurazione sulla tutela della loro salute sia stata data o sia possibile dare.


    GRECIA

    A second parliamentarian has raised in the Greek parliament the question of aerial spraying:

    http://www.syn.gr/gr/keimeno.php?id=4842

    This is an English translation of the text:

    Aerial spraying over Athens

    Question from Fotis Kouvelis to the ministers of Transport and Communications, Environment, Physical Planning and Public Works, National Defence, Health and Social Solidarity.

    Citizens are protesting that the phenomenon is being observed of aircraft (civil or military) frequently carrying out aerial spraying over Athens and also over other cities, without it being known why they are carrying out this activity. What is the content of the material they are spraying and what purpose is being served by this spraying?

    Because from observation of this phenomenon anxiety is being caused among citizens about possible effects on public health and degradation of environmental quality, the honourable ministers are asked:

    - Is aerial spraying being carried out?

    - By which bodies and for what purpose and does its content ential dangers for residents and for the environment?

    The parliamentarian tabling the question

    Fotis Kouvelis

    RispondiElimina
  13. grazie ho copiato tutto, mettero tutto sul sito che inizio a gennaio, ps ho ricevuto minacce dalla spagna cioe nn una vera minaccia ma uno che si spacciava x il titolare del blog quello spagnolo che vi ho segnalato e che diceva di non gradire i miei commenti, ho chiesto al proprietario se è suo il messaggio e ha detto di no, quindi lo considero una minaccia, motivo in piu X TRADURRE TUTTO SPECIE LE RICERCHE DI MALANGA, pare che in spagna e latino america queste cose non si sanno, mentre qui parliamo normalmente e lo danno persino alla tv!

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis