venerdì 1 giugno 2007

Scienza e conoscenza per combattere l'etnocidio

di Etleboro Emilia Romagna

E’ ormai in atto nel mondo un processo di disumanizzazione del sistema ed annientamento degli stati nazionali, con il conseguente generarsi di zone di influenza geopolitica, ognuna di esse sovrastata da sistemi piramidali di regime. Questo perché tutto il sistema economico ruota esclusivamente intorno ad un unico modello di sostenibilità, in alternativa allo stato permanente delle cose, ma in realtà esistono innumerevoli altre soluzioni che non devono essere rivelate poiché danno agli individui libertà e indipendenza in nome del beneficio comune. Tutto oggi ruota intorno al controllo dell’acqua, che rappresenta la fonte di vita e di energia per eccellenza: da questo il controllo del clima e le decisioni di privatizzazione degli acquedotti. Per raggiungere tali scopi i governi attuano un sistematico controllo climatico mediante le scie chimiche, che hanno come obbiettivo primario, quello di impedire le precipitazioni e ciò porterà a danni ingenti alle coltivazioni su scala mondiale, per poi indurre la società all’utilizzo massivo degli OGM resistenti alla siccità. E’ questo un punto evidenziato anche dai TG di mezza Italia, che non fanno altro che spiattellare a più non posso le percentuali di utilizzo dell’acqua, per prepararci psicologicamente all’inevitabile destino impostoci dalle multinazionali.

Il mercante in fiera

Aggiungi al profilo personale Altri video

In preparazione di ciò i media sono sempre pronti ad asservire i poteri forti e nel mezzo di questa “emergenza idrica” le cifre, comunicate dalle autorità "competenti" parlano di un abuso di acqua soprattutto nel campo agricolo. Contribuiscono in questo modo all’accettazione psicologica del cambiamento, in previsione di una crisi indotta ed irreale. Alcuni pseudo-scienziati, invece, indicano le chemtrails come inesistenti. Mi riferisco in particolare al "meteorologo" Luca Mercalli, ed al suo omologo militare Guido Guidi. Non da meno è Guidi, che essendo un militare, avrebbe come dovere primario, la difesa del territorio nazionale e della popolazione civile, dovere che viene meno a seguito delle sue dichiarazioni, in quanto resosi complice di un atto terroristico. In alternativa, se i due elementi in questione non sanno di cosa parlano, sarebbe preferibile che non venissero più mostrati nei canali televisivi, considerata la loro plateale incompetenza.

Il primo, in particolare, fa notare che, per accertare la natura di questa “bufala delle scie chimiche”, bisognerebbe salire in quota e campionarle, quindi sottoporle ad analisi. Questa potrebbe sembrare una dichiarazione obiettiva, se non fosse che l’attuale tecnologia permette di eseguire le medesime analisi agevolmente. In particolare mi riferisco alle tecniche di telerilevamento LIDAR (acronimo di Light Detection And Ranging), che non necessitano di un contatto diretto col materiale da analizzare. Con il LIDAR il monitoraggio dell’aria e dell’acqua può essere compiuto in modo conveniente e flessibile per mezzo di controlli continui ed estesi degli scenari da esaminare; con questo strumento è infatti possibile acquisire informazioni sia sulle caratteristiche geometriche sia su quelle chimico-fisiche del bersaglio.



Si tratta in buona sostanza di un sistema che ha una forte analogia di principio con il RADAR: mentre questo però opera nel campo delle radiofrequenze, nel caso del Lidar, la radiazione elettromagnetica inviata sul bersaglio è nella regione delle frequenze ottiche. Nella sua forma più schematica, il Lidar è costituito da una sorgente laser, un telescopio ed un sistema per la rilevazione ed acquisizione del segnale retrodiffuso dal bersaglio. La sorgente laser, di solito impulsata, emette un fascio che è inviato sul bersaglio da un sistema ottico opportuno. Il segnale retrodiffuso, raccolto dal telescopio e trasformato dal rilevatore in un segnale elettrico proporzionale alla potenza ottica ricevuta, può essere risolto sia in tempo sia in frequenza. Nel primo caso si ottiene una definizione spaziale tramite processi di riflessione e di diffusione elastica, che avvengono cioè alla stessa lunghezza d’onda del fascio laser; il processo di diffusione predominante in atmosfera è proprio la retrodiffusione elastica dovuta agli aerosol (diffusione di Mie) o alle molecole (diffusione di Rayleigh). Nel secondo caso invece si hanno informazioni sul materiale di cui è composto il bersaglio analizzando spettralmente i processi anelastici (ovvero relativi a lunghezze d’onda diverse da quella del fascio laser) che danno luogo al segnale retrodiffuso. Tali apparati sono presenti sia nei satelliti meteo sia nelle sonde interplanetarie per l’analisi dell’atmosfera dei pianeti, e quindi non può esistere un meteorologo che si definisca tale e che non conosca questa tecnologia.

True Lies - Bugiardi!

Aggiungi al profilo personale Altri video

(...)

5 commenti:

  1. Questa, come noto ahimè a troppo poca gente, è stagione di Bilderberg. E' dal 1954 che la gang si riunisce negli alberghi più lussuosi ed esclusivi di Europa ed America. Fatto curioso, non trovo menzione sui siti italiani della abituale riunione che quest'anno pare si sia tenuta o sia tuttora in corso in Turchia nei pressi o in Costantinopoli stessa (sì, io sono un 'retro' e continuo a chiamarli così). Ma gli stessi esperti anglosassoni pare facciano molta fatica a carpire qualche straccio di notizia circa il misterioso consesso, che quest'anno parrebbe aver fregato tutti. Non ne sanno nulla nè Tony Gosling, nè Daniel Estulin nè Jim Tucker jr. pur trovandosi un paio di loro sul posto, in Turchia.
    Ma nemmeno l'anno scorso s'era captato gran che: a differenza degli anni precedenti non abbiamo visto nè foto rubate dei partecipanti nè notizie un tantino precise di alcun genere. Al limite ci si potrebbe chiedere se il meeting dei Bilderberg abbia ancora luogo.
    Per giunta, ad intorbidare le acque, i telegiornali ci mostrano notizie riguardanti ed anche interviste a coloro che vi parteciperbbero proprio in codesti giorni ( la data della riunione dovrebbe essere per il periodo 31 Maggio - 4 Giugno ). Grazie alle scarne notizie filtrate da qualche insider ( ma sono poi attendibili o fanno parte di un piano di depistaggio? ) abbiamo pure letto la lista dei partecipanti compresi i membri italiani e cioè: l'inossidabile bocconiano Mario Monti, il forzista Giulio Tremonti gomito a gomito con il suo acerrimo 'nemico' T.Padoa-Schioppa, il sublime quasi angelico John Elkann, il vice della Banca Rothschild Europa Franco Bernabè. Ma - e forse fanno apposta - ci hanno trasmesso fra ieri ed oggi servizi televisivi su Elkann e Padoa-Schioppa. Quest'anno -stando ai 'si dice' - sarebbe stato invitato anche un Professore dell'Università di Teheran, evidentemente un inviato del Governo Iraniano. E che ci sta a fare in mezzo a simili galantuomini un loro irriducibile nemico?
    Naturalmente la risposta la sapete dare tutti voi che leggete (o se non la sapete, ve lo dirà Straker).
    Del comitato di controllo e quindi direzionale del gruppo Bilderberg fanno parte alcuni esponenti delle Case Reali europee. Ma dietro questi chi ci sarà se non la supervisione del Cupolone?
    Ma ormai la discrezione è d'obbligo. Anche la gente onesta che scrive su Internet comincia a farsi degli scrupoli e ad avere paura: la verità è inconfessabile. Meglio stare zitti e pertanto: acqua in bocca. Scommetto che in tale consesso si sia discusso nel corso degli anni anche di scie chimiche e di genocidio di massa, quest'ultimo uno degli argomenti preferiti da certi rappresentanti principeschi del Bilderberg.
    A titolo di cronaca e non deviando gran che da simili argomenti vi confesso di aver appena visionato alcuni vecchi filmati di Beppe Grillo e ammetto di dover ricredermi su quanto pensavo circa il comico genovese. Grillo, personaggio troppo in vista, negli ultimi anni ha preferito ripiegare dal suo abituale ed azzeccato ruolo di contestatore al vetriolo su posizioni più sicure e meglio redditizie. E come dargli torto? La partita è ormai abbondantemente persa e dovremo solo aspettarci il peggio a breve.

    RispondiElimina
  2. Dici bene, Paolo. Pare che i giochi siano stati già fatti e la posizione genoflessa dei più è il segno della disfatta. Il cerchio si chiude, le maglie della censura stanno stringendosi sempre più. Per quanto ancora potremo almeno scrivere il nostro disagio, il nostro disappunto, il nostro disprezzo?

    RispondiElimina
  3. Dunque la tecnologia per sbugiardare e mettere alla berlina gli schiavi del Nuovo Ordine Mondiale esiste anche se, vista la grande sofisticazione ed il conseguente costo, può essere appannaggio solamente di Osservatori meteorologici ed astronomici, Università ed apparati militari.
    Si pensava di dover andare in quota per fare prelievi delle sostanze rilasciate dalle aviocisterne ed invece no: basta rimanere a terrra ed esguire un'operazione che ricorda un pò la spettrografia di massa ovvero le analisi con gli interferometri ed i nefelometri ( non so uno specialista del settore e potrei così scrivere qualche improprietà).
    Disponendo di un apparecchio come il Lidar saremmo così in grado di mandare a quel paese tutti quei disgraziati che vorrbbero far credere al popolo bue che la luna è fatta di formaggio.

    RispondiElimina
  4. Paolo, lo scenario che descrivi mi pare più che verosimile. Essi decidono e noi subiamo. Il LIDAR è un'ottima cosa, purtroppo non so se potremo mai procurarcelo.

    Ciao e grazie.

    P.s. Ma la luna non era una frittata?

    RispondiElimina
  5. Sulla prossima riunione del gruppo Bliderberg, è stato pubblicato questo articolo:

    http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=3408&mode=thread&order=1&thold=0

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis