mercoledì 23 settembre 2009

Il gallio nelle scie chimiche (articolo di Kimberly Dawley)


Pubblichiamo un breve articolo di Kimberly Dawley, tratto da Rense.com. Lo studio, che abbiamo integrato con notizie tratte da una pubblicazione scientifica, si riferisce alla presenza di gallio rilevato, insieme con molti altri elementi, in seguito ad analisi condotte a Phoenix, Arizona, città pesantemente bersagliata dagli aerei della morte. E’ palese che le alte concentrazioni di gallio nell’atmosfera si possono spiegare solo con la dispersione deliberata di elementi e composti chimici, nell’àmbito della criminale operazione di avvelenamento del pianeta e dei suoi abitanti. Ringraziamo [***] per la segnalazione.


Recenti analisi dell’aria hanno consentito di determinare la presenza di gallio in alte concentrazioni. E’ veramente difficile trovare il gallio nell’aria, metallo usato in numerose e singolari applicazioni.

“Il gallio è un elemento chimico il cui simbolo è Ga. Metallo bianco argenteo, molle e fragile, è, con il cesio ed il mercurio, tra i pochi metalli allo stato liquido a temperatura ambiente; si trova combinato nella blenda e si ottiene per elettrolisi da soluzioni alcaline dei suoi sali; viene ricavato come sottoprodotto dalla produzione industriale dell’alluminio, dalla bauxite e, in minor quantità, dall’estrazione dello zinco. Chimicamente è un elemento abbastanza reattivo. Nei composti è generalmente presente con numero di ossidazione +3 e, in questo stato, mostra analogia con l’alluminio. Tra i composti si ricordano il fosfuro di gallio (GaP), l’arseniuro di gallio (GaAs) e l’antimoniuro di gallio (GaSb), che appartengono alla classe dei semiconduttori e che, per le loro caratteristiche elettriche, hanno trovato importanti impieghi nei dispositivi elettronici. Allo stato elementare, il gallio viene usato in vece del mercurio, per la fabbricazione di termometri per elevate temperature (superiori ai 500° C)”. (Enciclopedia delle Scienze, Milano, 2005, s.v. gallio)

Come componente dei semiconduttori, l’arseniuro di gallio è impiegato negli strumenti optoelettronici (soprattutto diodi laser e diodi ad alta emissione di luce). Piccole quantità di arseniuro di gallio sono adoperate nelle industrie dei microprocessori ultraveloci e per i pre-amplificatori a microonde a basso rumore di fondo.

Il gallio è usato anche nei transistors e nella tecnologia dei satelliti. I rovers di Marte e parecchi satelliti impiegano una tripla giunzione di arseniuro di gallio su celle di germanio. Questo metallo è anche adoperato nei pannelli solari di nuova generazione, poiché è più efficiente del silicio. Può essere usato anche nella produzione di specchi molti brillanti.

Sono in corso delle ricerche per stabilire se si possa ricorrere al gallio per combattere infezioni batteriche come quelle che causano la fibrosi cistica. Sembra che sia in grado di interferire con batteri, come lo pseudomonas e di causarne la morte.

Un altro impiego è relativo all’individuazione dei neutrini. Probabilmente la più grossa quantità di gallio puro che sia stata raccolta in una singola apparecchiatura è presente nel telescopio usato nel quadro del SAGEexperiment, nell’osservatorio dei neutrini sito a Baksan, in Russia. Questa apparecchiatura contiene circa 57 tonnellate di gallio liquido.

Sebbene non sia considerato tossico, le ricerche sul gallio sono ancora interlocutorie. Alcune fonti suggeriscono che un’esposizione prolungata possa causare dermatiti.



Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!
Puoi votare le mie notizie anche in
questa pagina.


Attacco all'informazione CLICCA QUI

TANKER ENEMY TV: i filmati del Comitato Nazionale

CHEMTRAILS DATA

Range finder: come si sono svolti i fatti

19 commenti:

  1. Scusatemi l'out of topic:

    http://punto-informatico.it/2709918/PI/Commenti/era-una-volta-liberta-informazione-rete.aspx

    Dopo Alfano, D'Alia e la Carlucci è il turno di Pecorella per l'ultimo tentativo di imbavagliare la Rete. Siti scomodi, troppo scomodi, come questo e che rappresentano l'informazione autentica in questo paese di giullari devono sparire e ce la stanno mettendo tutta. Ovviamente non lo fanno certo per far tacere i tanti "nemici" di Berlusconi.

    Tutta la Rete dovrebbe assoggettarsi alla legge sulla stampa e dunque ogni sito internet dovrebbe indicare il luogo e l'anno della pubblicazione, il nome e il domicilio del gestore e dell'editore. Ogni blogger dovrebbe nominare un direttore responsabile (?) e sarebbe necessaria, infine, una dettagliata registrazione all'autorità per le garanzie nelle comunicazioni.


    A tutti voi lettori lascio immaginare le conseguenze che questo ddl potrebbe produrre, portandoci alla privazione della vera informazione, presente, ormai, solo in Rete.


    P.S. Consiglio anche la visione di questo video: http://www.youtube.com/watch?v=jtvV8zm7A80

    RispondiElimina
  2. Bacab, resterà il blog "libertario" del regime orwelliano, il blog di beppe grillo, "opposizione" for dummies.

    RispondiElimina
  3. Festa in Cina, vietata la pioggia:
    AEREI NEL CIELO PER DISPERDERE LE NUBI


    ""Il primo ottobre la Cina festeggerà il sessantesimo anniversario della fondazione della sua repubblica popolare. E, per impedire che la pioggia rovini i grandiosi festeggiamenti in programma, si ricorrerà a una tecnica senza precedenti. L'aviazione impiegherà 18 apparecchi che DISPERDERANNO nell'atmosfera PRODOTTI CHIMICI per impedire che dal cielo sopra Pechino cada la pioggia.""

    riguardo all'arseniuro di gallio.....chissà quali sono i programmi TOP SECRET riguardo alla guerra elettronica-elettromagnetica.

    una cosa è certa: questa roba che i militari spargono nel cielo è ovunque.....e sembra nebbia, ma nebbia non è

    vi ricordate i giorni del "trial imperial hammer"? quella grande esercitazione (sperimentazione) della NATO che consisteva nello schermare i segnali nemici...in quei giorni il cielo è stato ricoperto di aerosol chimico in quantità mai viste prima di allora.

    però possiamo stare tranquilli, la manipolazione dell'atmosfera e del clima è solo una bufala. infatti i cinesi non dissolvono le nuvole con gli aerosol aerei

    aerei militari che si incrociano irrorando il composto chimico

    RispondiElimina
  4. Arturo, ho letto oggi l'articolo che hai segnalato. Purtroppo non sono specificati gli elementi ed i composti che usano i cinesi (minuscolo volontario) per impedire le piogge: noi sappiamo che in primis impiegano il bario.

    Sono dei veri criminali: non dimentichiamo che le sostanze irrorate sono prodotte in cina e diffuse in tutto il mondo, auspice lo S.M.O.M., ordine legato alla chiesa cattolica.

    RispondiElimina
  5. Ormai i miltari hanno superato il segno e mi stupisco che la magistratura non sia ancora intervenuta in modo energico e definitvo. Noi le denunce le abbiamo sporte. Ora tocca ai magistrati porre fine a questo abominio.

    RispondiElimina
  6. Ormai i margini per non accorgersi che c'è qualcosa che non va sono ridotti all'osso.
    Guardate la tempesta di sabbia in Australia
    http://www.corriere.it/gallery/Esteri/vuoto.shtml?2009/09_Settembre/australia/1&1
    Non passa giorno senza un qualche problema climatico.
    Quindi mi aspetto anche che questa cosa delle scie venga presentata pubblicamente come tecnologia risolutiva. Peccato che si dimenticheranno di dire che fa un "pochino" male alla gente.
    @straker & arturo - grazie perchè comunque siete sempre molto gentili e chiari. Il giochino dei debunker l'ho già capito da un bel pezzo, mi serviva solo di far presente che non sono una che apre bocca e da fiato, soprattutto non lo spreco con e per loro. Dedicherò loro un pò di attenzione quando mi giungerà voce della loro crocefissione in sala mensa ;-)

    RispondiElimina
  7. Ciao Trotterella. I soliti noti scatenano l'inferno sulla terra e poi ci mandano il "salvatore" (Obama), che legittimerà le irrorazioni per salvare la terra. Ma sarà solo l'ennesimo inganno/fregatura, con buona pace degli idioti che resteranno a bocca aperta ad idolatrare un burattino. L'ennesimo burattino che agisce per conto del governo occulto. Un governo occulto che è già qui, tra noi e deciderà delle nostre sorti.

    Per quanto riguarda i disinformatori, essi saranno i primi ad essere "terminati" perché, in un modo o nell'altro, sanno troppe cose.

    RispondiElimina
  8. I disinformatori sanno troppe cose e sono degli incapaci, buoni solo per alimentare qualche inceneritore.

    RispondiElimina
  9. a proposito di inceneritori:

    IL MICROSCOPIO DELLA DISCORDIA 2^PARTE

    SENTITE BENE COSA DICE AL MINUTO 6.50

    "STIAMO SCOPRENDO ANCHE ALTRE COSE DI CUI PUTROPPO NON HO LA LIBERTA' DI PARLARE, SEMPLICEMENTE PERCHE'....SONO..SEGRETO...SEGRETO..CHE NON DIPENDE DA ME, MA DA CHI CI CHIEDE DI FARE CERTE RICERCHE"

    il montanari poco prima parla di ricerche militari sulle nanoparticelle.

    poi dice che alcune ricerche "sono....SEGRETO", badate bene, non ricerche segrete, ma bensì' SEGRETO. sembra che il ricercatore stia per dire "alcune ricerche sono segreto...SEGRETO MILITARE"

    NOTATE IL CAMBIO DI VOCE ED ESPRESSIONE AL MINUTO 07.01
    un classico a cui siamo ormai abituati: sembra il meteorologo tedesco quando disse che gli aerei militari lasciano le strisce a 5000m di quota

    penso che il microscopio gli venga tolto proprio perchè si stava occupando del segreto militare per eccellenza......questi maledetti aerosol aerei

    RispondiElimina
  10. Può essere. Forse aveva scoperto cose che non doveva scoprire.

    RispondiElimina
  11. Ciao Straker "Ormai i miltari hanno superato il segno e mi stupisco che la magistratura non sia ancora intervenuta in modo energico e definitvo. Noi le denunce le abbiamo sporte. Ora tocca ai magistrati porre fine a questo abominio."

    Lo riporto per intero. GRANDEEE!
    Io intanto continuo la mia divulgazione negli uffici e trovo che qualcuno sa qualcosa, ma non nei dettagli.

    RispondiElimina
  12. Ciao Ron, procediamo su due fronti: denunce dei reati sin qui commessi e divulgazione.

    RispondiElimina
  13. Salve! Vi ringrazio del gran lavoro che svolgete... senza paura... portate avanti una campagna... che a molti da un fastidio bestia... possono intimidire... ma così facendo... si comportano da mafiosi ... chi ha a cuore la salute del pianeta ... e di chi la popola... vanno lodati fino alla fine... gli stolti possono dire ciò che vogliono...che facciano pure i lecca lecca per una manciata di soldi... i fatti parlano...e qua nessuno e fesso ...parola di un Campano Detto questo buon lavoro...con affetto Dolbyjack

    RispondiElimina
  14. Ciao DolbyJack, grazie per il tuo contributo e torna a trovarci presto!

    RispondiElimina
  15. Mi sembra di vivere in un film...mi sembra impossibile che la gente non si accorga di nulla, che non si chieda se il cielo che abbiamo a Milano da domenica non sia perlomeno un pò strano!! Lo sconforto ni assale: Mi dispiace, vi sto usando come valvola di sfogo.....

    RispondiElimina
  16. E' comprensibile. Viviamo in un mondo di rimbambiti.

    RispondiElimina
  17. E' vero osva ma per 100 persone inconsapevoli, ne si trova sempre qualcuna a cui le nostre opere di divulgazione e amore per il Pianeta possono aprire gli occhi.

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis