mercoledì 5 settembre 2007

MD-80.it: falso clamoroso!

Qualcuno definisce noi ricercatori che informiamo sulle sporche operazioni clandestine di aerosol, degli impostori. Naturale che una siffatta affermazione è non solo destituita di ogni fondamento, ma è anche del tutto infamante. Noi sappiamo come stanno veramente le cose e quindi non ci stupiamo di certe prese di posizione e delle poco limpide iniziative di disinformatori di professione, nuovi o vecchi acquisti dei servizi. E' quindi per noi una triste realtà constatare che le informazioni diffuse sia tramite Internet sia tramite altri mezzi di comunicazione (vedi cinema, televisione, riviste "specializzate" etc.), sono false.

Allorquando, in Italia, il problema scie chimiche ha oltrepassato la soglia del completo silenzio, alcuni soggetti hanno cominciato a preoccuparsi ed hanno studiato quindi una serie di contromosse nel tentativo, spesso goffo, altre volte al confine con l'illegalità, di delegittimare le persone che "hanno avuto l'ardire" di divulgare la verità sulle chemtrails, sul perché esistono e su quali biechi interessi esse nascondono.

I primi ad occuparsi di scie chimiche dal lato di chi ne nega la sola esistenza, sono stati i sedicenti "esperti" del sito md80.it. La sezione dedicata alle scie chimiche, dalle afffermazioni ampiamente confutate qui, si prefigge maldestramente di demolire, con una serie di involontarie facezie, le argomentazioni di quelli che loro, anime pie, amano definire "cospirazionisti".

Non è il massimo della vita dover leggere le corbellerie che scrivono, in stile fotocopia, i disinformatori sparsi nei forum, lo stesso Attivissimo e, nella fattispecie, quelli di md80.it, ma tant'è, qualcuno deve pur fare questo sporco lavoro. Oggi mi sono quindi fatto coraggio, dopo aver preso un antiacido ed ho cominciato a sfogliare le pagine del sito in questione. Ad un certo punto, a questa pagina ho notato quanto, incredibilmente, mi era sfuggito le altre volte! Dopo una chilometrica e noiosissima elucubrazione sulle contrails, ecco quanto scrive l'autore del "pregevole" testo.

[...]
L’aria che colpisce il bordo d’attacco dell’ala si spezza in due parti ed accelera sulle superfici aerodinamiche dell’aereo. L’umidità contenuta nell’aria condensa all’istante diventando visibile e ciò causa un bellissimo (sic) effetto di “scia vaporosa da pressioneben visibile in questa foto:

Notare come le due scie (contrails ed alone vaporoso alare) si fondono insieme dando origine a un’unica scia bianca di vapore condensato.
Notevole è anche la somiglianza di questo fenomeno con il suo relativo “marittimo”. Togliendo dalla foto l’aereo e mettendoci al suo posto una barca, l’analogia tra i due fenomeni è stupefacente (dopotutto entrambi sono fenomeni che si originano in un fluido).


Notate qualcosa? Nemmeno io ci posso credere. Dall'alto della loro supponenza hanno commesso un errore imperdonabile: hanno falsificato la foto del motoscafo, incollando sulla coda di un'imbarcazione elaborata al computer (quindi non vera) la scia CHIMICA del velivolo ripreso nella foto precedente. Il tutto con lo scopo di rafforzare le affermazioni (mendaci) contenute nel testo.

Che dire... loro sì che sono alla frutta!


Nell'eventualità che gli... errori vengano rimossi, ho eseguto uno screenshot della pagina in questione, che potete visionare da questo link.

Segnalo inoltre alcune interessanti considerazioni a firma di Simon e jeeg.


Aggiornamento del 7 aprile 2008

22 commenti:

  1. Se quella fosse la foto non falsificata al computer di un aereo in volo, diremmo che quell'aereo sta bruciando.

    RispondiElimina
  2. Mi piace anche la frase contenuta nel corposo testo, nella quale si afferma che nel caso di aerei che non emettono scie, è solo perchè volano a quote basse. Peccato che nelle foto da loro proposte, si vedono i tankers in fase di rifornimento ai caccia, ben al di sopra degli stratocumuli. Se allora noi vediamo sempre volare questi velivoli chimici al di sotto degli stessi stratocumuli (2300 metri massimo), per quale motivo sciano? Forse sono in fiamme? :-D

    RispondiElimina
  3. Il bello è che te lo dicono!
    "TOGLIENDO dalla foto l’aereo e METTENDOCI al suo posto una barca"
    Scommetto che se al posto della barca ci mettevano uno spicchio di pizza margherita
    l’analogia tra i due fenomeni sarebbe stata comunque stupefacente.
    Roba da matti!!!

    Anzi incollateci sopra un pianta grassa e spedite la foto a quelli di md80, chiedendo spiegazioni sull'analogia del fenomeno con la barca.

    ciao cari
    adanos

    RispondiElimina
  4. Ciao amici.
    Innanzi tutto,mi complimento con chi è riuscito a fare una capatina a siti del genere, soprattutto perchè è riuscito a sopravvivere a quell'immensa mole di letame che spacciano per prove e tesi autentiche :D :S!!! Certo però che potevano benissimo prendere uan foto aerea di qualsiasi motoscafo, invece di photoshoppare tutto cadendo nel ridicolo... ma che vogliamo farci? Alla fine sono queste le loro "prove" più attendibili, tanto vale farci una risata sopra :D.
    Alla prossima amici :)

    RispondiElimina
  5. Sì... in quel modo hanno voluto un po' pararsi il c....

    Come dire... "Ma noi lo avevamo scritto!".

    Peccato che le intenzioni sono quelle, come al solito, di prendersi giuoco degli ingenui che, ahimè, sono tanti e se le bevono tutte. Lo ha detto la scienza!! :-D

    Patetici.

    RispondiElimina
  6. Ciao Adanos, ciao Satira, sono proprio patetici. Tra l'altro i pirloti insistono nel dire che l'atmosfera è un fluido come l'acqua. Ciò è vero, ma si dimenticano di precisare che la densità dell'aria è di gran lunga inferiore, altrimenti ci muoveremmo nell'aria come nell'acqua. Va bene che per loro le "leggi" della fisica non valgono niente, però est modus in rebus.

    Ciao e grazie.

    RispondiElimina
  7. In effetti anche la foto dell'aereo sembra 'taroccata' al computer. Di solito i tankers chimici producono una doppia, tripla o quadrupla scia ma, se ben ricordo, non mi pare di aver mai visto una scia chimica unica e così omogenea (almeno in uscita dagli ugelli).
    E' quindi falsa sia la scia del'aereo che quella del motoscafo.
    Chiaramente basta trarre profitto dalla disattenzione e dal qualunquismo dei bipedi umani che vivono distrattamente alla giornata. E così i militari e coloro che li proteggono portano avanti il loro sporco gioco.
    E' mia convinzione però che prima o poi la faccenda giungerà alla ribalta e lo stupidissimo popolo bue prima o poi qualcosa farà.
    E'un autentico,incredibile paradosso che la presa in giro continui qutidianamente sotto gli occhi di tutti e che nessuno osi mai proferire parola.
    Ma quando molti capiranno il trucco, l'agenda sarà ormai troppo avanzato e i cospiratori, per difendersi, non potranno far altro che puntare la pistola alla tempia di coloro che hanno capito da tempo immemorabile.

    RispondiElimina
  8. No, Paolo. Ti confermo che aerei del genere ne ho ripresi spesso. La foto in questione dimostra, semmai, che il velivolo è fornito di erogatori appositi.

    RispondiElimina
  9. Io spero che la pistola la usino contro se stessi. E' la cosa migliore. Dopotutto, quando tutto verrà fuori, come faranno a giustificarsi?

    RispondiElimina
  10. ...ma allora è dna!

    premetto che anche per me è una giornata pro scie e non ho letto ancora il tuo articolo(ma ho capito il senso!)

    se vi capita di sfogliare l'inserto,I viaggi di repubblica di oggi (l'ho scroccato,in quanto lungi dall'acquisto!)a pagina 13 c'è una pubblicita' di una compagnia aerea degli Emirati Arabi......!(immaginario collettivo!).

    ...e adesso una magia! la Regione Autonoma della Valle d'Aosta ci invita sul suo sitoWeb per farci vedere QUALE BELLO SPETTACOLO VEDREMMO se andassimo in vacanza a Cogne...!

    Ma solo a Cogne? :-)

    p.s.: troppo forte la visualizzazione a 180* rotanti e verso l'alto!

    Ciao Straker,Zret Tutti!

    RispondiElimina
  11. Scusate:

    http://www.regione.vda.it/turismo/immagini/360_i.asp?id=38

    RispondiElimina
  12. Cari amici, avete sbagliato! La foto è un volantino che pubblicizza le scie chimiche! :D :D :D Scusate l'ironia, ogni tanto...Ciao e tutti. Freenfo

    RispondiElimina
  13. Ciao Mr jones, queste scie chimiche valdostane sono atroci. La parola d'ordine è normalizzare.

    Caro Freenfo, credo che nella prossima finanziaria sarà aggiunta un'imposta per finanziare le operazioni chimiche eseguite per il nostro bene. Che infinita sollecitudine mostrano i goverenanti!

    Ciao a tutti e grazie.

    RispondiElimina
  14. Ciao Zret...è vero sono da voltastomaco!

    Regione Autonoma!...MAH!!

    RispondiElimina
  15. Chi di sci chimica colpisce, di scia chimica perisce. Cosa pensano... che a loro fan bene? Se ne accorgeranno.

    Registrata la trasmissione sulla TV (non comunico ancora il nome per non bruciarmi la messa in onda). Vi terremo informati su quando e come vederla.

    RispondiElimina
  16. Non sanno più in che specchi arrampicarsi. Ahahaha!! :-)
    Ogni loro parlola è una prova della loro palese malafede!

    RispondiElimina
  17. Sai... quando uno sa che deve mentire, inventa tutto quello che gli passa per la mente, tanto... che si ne accorge?

    RispondiElimina
  18. In merito al presunto fotomontaggio del motoscafo di cui si parla… Beh, mi spiace se oltre a guardare le foto le persone non LEGGANO anche il testo a corredo del nostro approfondimento…

    Precisiamo quindi, per chi “non avesse capito”, che questo “gravissimo” fotomontaggio è presto spiegato: è stata presa una foto dal famosissimo sito Airliners.net - quindi originale - con una bellissima scia vaporosa. Per dimostrare l’analogia con il fenomeno marittimo, si dice apertamente che l’aereo è sostituito con un motoscafo. Logico che la scia è la stessa, ma l’originale è dietro l’aereo. Il ritocco, e lo si dice chiaro, è sostituire l’aereo con il motoscafo per far capire l’analogia. Non è, come si dice in questo articolo, viceversa.

    http://img258.imageshack.us/my.php?image=immagine2ot8.png

    RispondiElimina
  19. Infatti non v'è nessuna analogia, né nella forma né nella sostanza.

    Diciamo piuttosto che il lettore viene (da voi ed altri) abilmente circuito con virtuosismi degni dei migliori manipolatori mentali. E gli esempi, in quello scartafaccio, sono molteplici.

    Che poi le scie chimiche siano spacciate per contrails nonché bellissimi fenomeni vaporosi è tutto dire!

    Sappiamo bene (NOI, ma anche VOI) che le contrails sono un fenomeno raro. Questi velivoli in passaggio stratosferico (tanto per contraddire il Colonnello De Simone) sono solo uno dei migliaia di esempi di aerei ad alta quota che non producono contrails. Si fa fatica a trovare velivoli che rilascino scie di condensa ed è praticamente impossibile trovare foto "ufficiali" (non riprese così per caso e non abilmente inserite nei cataloghi fotografici al solo scopo di disinformare - vedi Airlines.net) con scie lunghe centinaia di chilometri.

    Mi pare chiaro che il vostro interesse a riportare la questione nel suo alveo di misconoscenza di un tempo, nasconde per forza degli interessi di qualche tipo. Nessuno fa nulla per niente e nessuno perde del tempo per spiegare le scie di condensazione, se non ha da nascondere qualche losca verità.

    Così venite fuori voi con la vostra sezione dedicata, perle Complottiste, sito vostro affiliato, giornidiordinaria follia, idem, vostro affiliato, Attivissimo, vostro affiliato etc. e vi sgolate per convincere i poveri citrulli (ufficialmente, ma per voi sono una spina nel fianco) che "credono" nelle scie chimiche e che "si bevono le balle del o'comandante" e del o'professore...

    La stessa N.A.S.A., insieme ai singoli Stati, mette in piedi una colossale organizzazione che copre mezzo globo per insegnare ai bambini (i bambini sono facilmente manipolabili) delle scuole elementari che quelle lassù sono cirrus aviaticus (cirri della nonna?!)... innocue nuvolette di vapore acqueo.

    I documenti originali via via spariscono dalle pagine web della F.A.A. Tutto viene riunito in un unico docmento a firma F.A.A., N.A.S.A., E.S.A., U.S. Air Force.

    Blogs appena nati e che provano ad affrontare la questione chemtrails vengono subito presi di mira dai soliti mantenuti con le stellette. Non v'è forum che non raccolga la presenza dei soliti "normalizzatori".

    Eppure sono solo scie di condensa! Come mai tutta questa preoccupazione per del semplice vapore acqueo?

    Ah, a proposito...

    Durante le vacanze di Pasqua non si è visto più un aereo, eppure faceva più freddo e v'era maggiore umidità di questi giorni! Cos'è, tutti i voli commerciali erano a terra?! O piuttosto avevate il riposo e per qualche giorno ci avete risparmiato?

    RispondiElimina
  20. Straker e soci, sta storia delle chemtrails deve finire. Sono un perito tecnico del trasporto aereo. Fatemi qualsiasi domanda su qualsiasi stranezza riguardante le scie chimiche e vi risponderò. Ve lo assicuro, e non in cattiva fede, le scie chimiche non esistono. Lavoro in una compagnia aerea e io stesso mi occupo del carburante dei nostri MD, e fidatevi, è puro cherosene, nessun agente per modificare il clima. Neanche i militari sono interessati ad una pratica che è IMPOSSIBILE REALIZZARE. Non immaginate nemmeno quante tonnellate del vostro liquido chimico servano per influire minimamente sul clima. E poi scusate, ma che motivo hanno di buttarlo sulle teste di noi occidentali? Al massimo ,se quello che sostenete fosse vero, dovrebbero buttarlo sulle teste di cinesi e iraniani, non pensate? Su un programma in TV, quello su RAI2, per intenderci, ho sentito parlare un tale che si definiva esperto, ma che ha sparato delle castronerie grandi come un Jumbo! Addirittura, facendole passare come scie chimiche, hanno mostrato le scie di condensazione alle estremità alari di un Tornado!!! Ma dico io siamo pazzi o cosa? Per non parlare di quando hanno mostrato video di alcuni SkyRaider che spargevano Agent Orange sul Vietnam... Ribadisco, sono un perito aeronautico e sarò felice di confutare ogni vostra ipotesi.

    RispondiElimina
  21. Ammazza! Tutti esperti qui. Ma che coincidenza.

    Le trecce di berenice ce le hanno messe quelli di Voyager e non io, caro il mio esperto e qui si parla d'altro.

    Non ho bisogno della tua consulenza. Torna pure da dove sei venuto e restaci.

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis