martedì 14 dicembre 2010

Gli svantaggi di una mancata esposizione al Sole (articolo di Jean Beaugh)

Jean Beaugh, in un breve articolo tocca uno dei nervi scoperti relativi all'annosa questione "chemtrails": l'offuscamento della luce solare, provocato dalle coltri chimiche, è all'origine di molte affezioni.

In un bel libro, intitolato "La luce che guarisce", l'autore, Fabio Marchesi, dopo aver demolito molti luoghi comuni sui raggi ultravioletti, snocciola esempi, dati e ricerche riguardanti i benefici che si possono ottenere da un'oculata esposizione al sole: molte malattie possono essere guarite e parecchi disturbi possono essere alleviati, se si sta all'aria aperta anche nei giorni in cui il cielo è nuvoloso, poiché i salutari raggi ultravioletti filtrano attraverso le nubi. Purtroppo questi raggi, come è avvenuto per il biossido di carbonio, sono stati demonizzati, mentre l'industria, ricavandone ingenti profitti, ha convinto l'opinione pubblica che occorre usare creme "protettive" per difendersi da radiazioni dipinte come "dannose". In verità, questi prodotti contengono composti tossici, in primis il biossido di titanio, la cui azione schermante lo rende un ingrediente tipico delle scie. I melanomi sono sovente dovuti all'esposizione a luci al neon, mentre le lampade ad ampio spettro hanno effetti salutiferi sull'organismo e sull'umore. Queste ed altre informazioni sono reperibili nel saggio sopra citato.

Purtroppo Fabio Marchesi, pur prodigo di preziosi consigli, non si è ancora interessato alla causa precipua dell'oscuramento globale, ossia la creazione di coperture artificiali per mezzo degli aerei, laddove l'autrice del pezzo che pubblichiamo ha individuato il punto nodale.

A margine di questa nota, osserviamo che soprattutto tra le nuove generazioni, cresce il numero di chi è infastidito dalla luce solare, in quei pochissimi giorni l'anno in cui essa non è velata da nubi e foschie "sintetiche": si stanno forgiando dei sub-uomini, a loro agio, paradossalmente, in ambienti tetri, malsani, pregni di perniciose onde elettromagnetiche: per questi "lucifugi viri" un cielo terso ed un bosco profumato di pioggia sono come per il diavolo l’acqua santa.

Si può essere più facilmente esposti a varie patologie, se l'organismo non sintetizza abbastanza vitamina D (antitumorale naturale, n.d.t.). L'inverno è la stagione in cui le persone non prendono quasi mai il sole, poiché rimangono in ambienti chiusi. Molti evitano il sole, inoltre il cielo è nuvoloso per la maggior parte del tempo, o peggio, sbiancato dalle "scie chimiche": il rischio di ammalarsi è molto elevato.

Un meteorologo dell'Arizona ha usato la dicitura, "luce solare filtrata", mentre il meteorologo di Abilene ha impiegato il sintagma "nuvole increspate". In realtà, si riferiscono sempre allo stesso fenomeno: le scie chimiche! L'industria turistica che si basa sul sole sta per essere colpita, perché dipende dalla luce della nostra stella. [...]

Avete mai sentito citare il morbo di Morgellons, i cui pazienti sono in numero sempre crescente in ogni stato dell'Unione? Le scie chimiche, alias geoingegneria, sono diffuse in tutti gli Stati Uniti ed in molti altri paesi del mondo. Il nostro ambiente sarà definitivamente devastato dall'alluminio, dal bario etc., se non si interverrà in modo efficace. Gli effetti negativi sulla salute di esseri umani, animali e piante sono immensi.

Fonte: reporternews



Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

Chi è Wasp? CLICCA QUI


CHEMTRAILS DATA

Range finder: come si sono svolti i fatti

33 commenti:

  1. La filtrazione e la diminuzione dei raggi benefici del sole, su tutti gli esseri viventi, per colpa delle coperture chimiche (dalle velature dei meteorologi alle cappe più spesse) contribuiscono alla proliferazione di muffe e funghi (organismi microscopici spesso responsabili di varie patologie, soprattutto nel regno vegetale) che vanno ad aggiungersi a quelli che ci somministrano con le irrorazioni: fatto sta che sempre più spesso si notano delle macchie nerastre anche sui marciapiedi in pietra o sulle tegole dei tetti (non esposti a zone d'ombra), per non parlare dello stato pietoso in cui versano i tronchi della maggior parte degli alberi, che inevitabilmete giungono a sofferenza o morte.
    E' sempre stata buona abitudine aprire tende e finestre, tempo permettendo, per aerare l'interno delle case e soprattutto consentire ai raggi solari di svolgere la loro azione benefica come parte di una pratica di igiene domestica; non erano sciocche ed infondate credenze popolari ma saggi procedimenti. Ora occorre ridurre le esposizioni all'aperto a causa delle irrorazioni e casomai anche pensare ai mezzi per difendersi dalle nocive ed intenzionali azioni elettromagnetiche.
    In più il sole ci è sempre meno d'aiuto per un'autodifesa, ed ecco che il cerchio tende a chiudersi.

    RispondiElimina
  2. "A margine di questa nota, osserviamo che soprattutto tra le nuove generazioni, cresce il numero di chi è infastidito dalla luce solare, in quei pochissimi giorni l'anno in cui essa non è velata da nubi e foschie "sintetiche"

    E' vero, personalmente nelle rare giornate di Sole ho avuto l'impressione che il nostro astro scaldi maggiormente rispetto al passato. Ma oltre al buco nell'ozono può darsi proprio che si tratti,ahimè, di un adattamento dell'orgnaismo alla scarsità di luce solare conseguente alle operazioni chimiche. Constato inoltre che in questi ultimi due anni, abbiamo assistito a delle estati pessime dal punto di vista climatico con piogge fino a fine giugno e due mesi di caldo accompagnate da scie chimiche in abbondanza e da temeprature insopportabili.
    E pensare che mi ricordo perfettamente come una volta iniziasse a fare caldo verso maggio/giugno e l'estate proseguisse fino alla seconda metà di agosto quando i temporali sancivano il ritorno dell'aria fresca di settembre.
    Oggi a causa della follia umana invece non si capisce più nulla, sono sempre più arrrabbiato per come si stanno mettendo le cose,a volte si ha davvero la sensazione di sentirsi come una tigre in gabbia.

    RispondiElimina
  3. Ginger, oggigiorno non si sa se tenere aperto o chiuso. Se si disserrano le finestre, entra di tutto; se si tengono chiuse, l'aria ristagna e diventa viziata.

    Sì, Gigettosix, ci si sente come tigri in gabbia. Come Ginger, hai ben indicato le numerose aberrazioni meteorologiche di questi ultimi anni. Il rallentamento della Corrente del Golfo, insieme con molti altri cambiamenti, ha sconvolto i biomi e reso irriconoscibili i cicli stagionali delle regioni temperate e non solo.

    Ciao

    RispondiElimina
  4. Negli ultimi anni, di pari passo con la crescita del livello culturale medio e un maggiore accesso all’informazione, sono cresciute anche la consapevolezza e la coscienza salutistica della gente, questo significa che mediamente le persone sono più informate su tutto quello che li riguarda in termini di ciò che fa bene e ciò che fa male.

    Le notizie allarmistiche sugli effetti dannosi dei raggi UV per il nostro organismo hanno ingenerato negli ultimi anni una sorta di psicosi anti UV, suffragata dal parere di medici e dermatologi che hanno confermato risultati molto allarmanti.

    Il sole e più in generale i raggi UV hanno effetti benefici diretti e indiretti per la nostra salute che si traducono:

    In un miglioramento della densità ossea
    Nella riduzione del rischio per diversi tipi di tumore
    Nella cura di alcune patologie dermatologiche
    Nel miglioramento dell’umore
    Contro il tumore ai polmoni e la depressione, perché la carenza della vitamina "D" può favorire lo sviluppo del tumore, non solo ma anche possibilità di fratture e malattie autoimmuni.

    Ora non possiamo nemmeno più aprire le finestre, siamo schiavi che vivono sottoterra come i Morlok del film L'uomo che visse nel futuro, un film del 1960 "Il film è tratto dal popolare romanzo di H. G. Wells La macchina del tempo del 1895."

    Diventeremo dei Morlok?

    wlady

    RispondiElimina
  5. Un articolo che sembra esulare, ma che è pertinente, sebbene in modo collaterale.

    http://ilgrandeignoto.blogspot.com/2010/12/finistere.html

    RispondiElimina
  6. Wlady, credo che, se non interverrà una palingenesi, diverremo dei Morlok. Chissà, forse la fine di quest'era oscura è il fine cui inconsciamente tendiamo.

    Quanto scrivi sul Sole e sulla vitamina D dovrebbe essere insegnato in tutte le scuole, dove si apprendono nozioni inutili o peggio false e nocive.

    Ciao

    RispondiElimina
  7. Mi ha sempre incuriosito l'ipotesi secondo cui i suicidi si verificano con maggiore frequenza in zone a scarsa insolazione. Ne sapete niente? I dati in mio possesso mi dicono che, in Europa, Svezia e Austria sono in cima alla classifica dei suicidi. In Italia lo è il Friuli e, in Friuli, i paesi di montagna di Paluzza e Socchieve. La Carnia, ove si trovano tali paesi, è tradizionalmente nuvolosa e piovosa, con scarsa insolazione. Idem l'Austria e pure la Svezia, quest'ultima per motivi di latitudine. Ma come siamo essi con Finlandia e Norvegia, che pure devono avere poche giornate di sole in un anno? E si può dire la stessa cosa dei giapponesi, che pure in fatto di suicidi non scherzano? E' corretto dire che presso gli africani il suicidio è praticamente sconosciuto, come l'obesità? Quanto c'entrano gli aspetti culturali del suicidio, per gli europei, e quanto c'entra la poca insolazione? I dati di cui vi parlo, risalgono a molto tempo prima che cominciassero le scie chimiche. Oggi, con i molti interventi da parte dell'uomo, il clima è un vero disastro.
    E che ne dite di questo:

    http://tv.repubblica.it/mondo/australia-grandinata-record-chicchi-come-proiettili/58400?video=&ref=HREV-2

    RispondiElimina
  8. Alcuni giorni fa in una notizia tedesca si sono espressi i dermatologi sull'aumento della carenza di vitamina D3:
    esagerato l'uso della protezione solare, gli eventuali danni provocati dagli UV sono minori in confronto al beneficio della produzione di vitamina D3.

    Certamente non è stato citato l'oscuramento occulto del cielo per 365 giorni dell'anno.

    per @Wlady:
    altro che Morlok! guarda i segreti dei coccodrilli: http://ilsole24h.blogspot.com/2010/12/i-segreti-dei-coccodrilli.html

    per @Zret:
    Se il Sole ha lo scopo di mandare i raggi sulla terra, e noi creiamo una barriera artificiale sarà costretto l'astro a mandarne di più?

    RispondiElimina
  9. O.T.Mode start# ....avete notato le previsioni del tempo alla fine dei TG5? Da qualche settimana le figurine del sole indicanti cielo sereno, sono contornate da un alone appena percettibile. Guarda caso come gli aloni che, sovente, ritroviamo intorno al vero sole, durante le irrorazioni chimiche....# O.T. Mode end


    Walter

    RispondiElimina
  10. Freeanimals, la scarsità di luce solare, tipica delle latitudini settentrionali, è considerata causa di depressione e fattore predisponente al suicidio. I suicidi sono piuttosto frequenti un po' in tutta la Scandinavia, quantunque si possano individuare altri motivi.

    Puntozero, i dermatologi avrebbero dovuto citare l'oscuramento da scie.

    Walter, sì, ho notato l'alone attorno al sole. La meteorologia è l'avanguardia della disinformazione più bieca e ripugnante.

    Ciao

    RispondiElimina
  11. Wakeup, Ighina fu lungimirante.

    Sons of the Sun.

    RispondiElimina
  12. Off topic: molto strana l'estrema violenza degli scontri nella Capitale. Odore di infiltrati e ancor più di un coordinamento dei moti insurrezionali da parte di forze interessate a portare lo scompiglio e delle quali non cito prudenzialmente i connotati.

    Prove generali di disordini ben più gravi a seguire? Sicuramente si. E d'altronde Francesco Cossiga ha rammentato più volte in libri ed interviste il 'modus operandi' di chi sta al potere.

    Notare il saluto massonico a mano destra alzata che Berlusconi sciorina ogni volta che scende dall'auto di rappresentanza.

    RispondiElimina
  13. Acute osservazioni, Paolo. I tumulti nell'Urbe paiono gli inquietanti prodromi di res novae, di sconvolgimenti forieri di involuzioni dittatoriali. A costo di ripetermi, chiamo di nuovo in causa i funesti Protocolli dei Savi di Sion, in cui tali eventi furono prefigurati.

    In tutto il bric à brac dei maneggioni e dei politicanti, mi ha colpito un'affermazione del bombastico Buttiglione che, citando una frase di Franklin (satanista?) ha commentato: "O restiamo uniti o ci impiccheranno tutti, uno alla volta". Non ci dorremo, se li vedremo sulla forca...

    Ciao

    RispondiElimina
  14. “Notare il saluto massonico a mano destra alzata che Berlusconi sciorina ogni volta che scende dall'auto di rappresentanza.”

    Ho pensato esattamente la stessa cosa quando l’ho visto nei tg, come la V ostentata nella campagna pubblicitaria della fiat.
    Sono i simboli dell’ inganno.

    RispondiElimina
  15. Puntozero:
    Cos'hanno in comune un invertebrato marino....

    http://www.lorologiaiomiope.com/bonellia-viridis-riproviamoci/

    ...un pesce preistorico e i coccodrilli di cui si parla nell'articolo da te postato?
    Che sono tutti e tre caduti sotto lo sguardo approfittatore della specie umana e, in particolare, della sottospecie Homo sapiens farmaceuticus.
    Sulla Bonellia viridis ho già polemizzato su Orologiaiomiope e mi hanno costretto ad andarmene per incompatibilità. Sulla cartilagine di squalo non ho polemizzato su Luogocomune, da cui me ne sono andato per altri motivi. Adesso, se dovessi polemizzare su Tanker Enemy, riguardo al fatto che disapprovo l'utilizzo di sostanze ricavate dagli animali, nella fattispecie la coccodrillina, a prescindere che funzionino o meno, che accadrebbe? Andrei incontro a generale disapprovazione? Verrei accusato di oscurantismo? O di essere un traditore della razza umana, perché preferisco gli animali alla cura delle malattie degli uomini? Anche tu e i frequentatori di Tanker Enemy sei un essere umano e, in quanto tale, mi aspetto questo genere di reazioni. Ma forse mi sbaglio. Forse mi sto fasciando la testa prima di essermela rotta e ti sto mettendo in bocca cose che non hai detto né pensato. In tal caso, mi scuso.

    RispondiElimina
  16. Mentre noi stiamo qui a bestemmiare, continuano le sciate copiose su Cagliari.

    Io vedo nero.

    Un abbraccio e un saluto a tutti gli amici.

    Mike

    RispondiElimina
  17. Avete sentito che su Focus 1 hanno fatto la classifica sulle paranoie? Al secondo posto le scie chimiche e al terzo gli UFO.

    Schifosi!! :(

    RispondiElimina
  18. la toscana è completamente imbiancata dalla neve!! era da più di 20 anni che non succedeva una cosa simile.

    questa volta è successa una cosa che non avevo mai visto: mentre nevicava, si sentivano fortissimi rombi di tuono! assolutamente incredibile.

    RispondiElimina
  19. ciao freeanimals, mi sento di darti un consiglio da "amico": prima accetti il fatto che questo mondo (con i suoi ecosistemi)è praticamente finito e meglio vivi. sono d'accordo nel combattere questo genere di battaglie ma bisogna essere anche realisti: sono battaglie perse già in partenza perchè l'uomo moderno è regredito ad un animale poco intelligente. è come spiegare ad un cane che non deve mangiare la carne: è impossibile. lo stesso discorso vale per qualsiasi cosa riguardi l'"uomo" moderno.

    RispondiElimina
  20. @arturo Stiamo assistendo a fenomeni metereologici estremi causati da questi folli esperimenti pensa che qui in Piemonte ha grandinato a novembre e in tutta la mia vita posso dire con tranquillità di non avere mai assistito a nulla di simile. Considerando il quadro generale, mi sento di affermare che l'epoca che stiamo vivendo è un'epoca di sconvolgimenti, e non mi riferisco solo alle scie chimiche ma a tutta la società moderna in generale e forse salvo miracoli sarà la fase finale di questa civiltà, in ogni casi uno dei periodi buii se non il più buio che l'umanità abbia mai conosciuto.
    Inoltre ho l'impressione che più si vada avanti e più ci sia un accelereazione senza dubbio il 2010 che si sta concludendo è stato uno degli anni peggiori sotto questo punto di vista.



    @freeanimals volevo chiederti se sei lo stesso freeanmals di mystero o solo un omonimo?

    RispondiElimina
  21. Un meteorologo ha fatto qualche ammissione in diretta tv!

    http://codenamejumper.wordpress.com/2010/04/18/scie-chimiche-previsioni-meteo-con-plastica-e-alluminio/

    RispondiElimina
  22. @freeanimals:

    per informare, non per pubblicizzare ovviamente. Scuse accettate :-)

    Ma chi vuole diventare rettile nel progetto Terraforming.

    RispondiElimina
  23. Arturo:
    Ti ringrazio. I consigli da amico sono sempre ben accetti, però il tuo, in particolare, contrasta con il detto: “Combattere sempre, arrendersi mai!”. Oltretutto, forse in base al principio che gli estremi si toccano, è molto simile a quello che ho da poco ricevuto da un superficiale e grossolano cacciatore, che ha avuto almeno l’onestà di chiamarsi “dinozauro”. Un appello al realismo a discapito delle utopie.
    Lo trovi qui:

    http://www.ilgazzettino.it/articolo.php?id=130552&sez=NORDEST

    Gigettosix:
    A Franco Franchi, in un film di cui non ricordo il titolo, chiesero: “Amico o nemico?”. Lui, con la sua inconfondibile maschera, rispose: “Semplice conoscente!”.
    Ecco, siccome su Mystero non ho mai trovato il tuo nick name, i casi sono due: o lo frequenti senza intervenire o ne usi uno diverso. In quest’ultimo caso, puoi gettare la maschera e, se vuoi, dirmi qual è, perché forse ci conosciamo già, visto che la risposta alla tua domanda è affermativa: oui, c’est moi!

    Puntozero:
    Combatto da sempre una fiera lotta all'antropocentrismo, che emerge anche nella scienza, quando si tratta di ricavare sostanze utili per curare malattie (come dicono loro), poiché alla base c'è sempre la prevaricazione della nostra specie verso le altre, che si tratti di carne, pelli, latte, uova, divertimento o....coccodrillina.
    Ciao a tutti.

    RispondiElimina
  24. Grazie a tutti per la visita ed il commento. Replicherò, non appena mi sarà possibile.

    Ciao

    RispondiElimina
  25. Confermo per la toscana: tuoni mentre nevica copioso. Però in altri posti piove (può essere che i tuoni provengno da dove piove)

    RispondiElimina
  26. E' possibile che questa morsa di gelo sia dovuta al rallentamento della Gulf stream.

    Gigettosix, credo che siamo vicini al Punto Omega, come viene definito tra gli altri da Strieber. I tempi finali sono alle porte e le porte sono molto strette.

    Ciao

    RispondiElimina
  27. Anna, quei deficienti di Focus possono stilare tutte le classifiche che voglono: oramai non se li fila più nessuno.

    Ciao

    RispondiElimina
  28. Friend or foe? chiese P. Corso. Nessuno dei due, rispose l'altro.

    RispondiElimina
  29. Paranoie?! Diciamo operazioni, tecniche e programmi di disinformazione.
    Il muro di gomma, costretto o connivente che sia, partecipa al discredito dei "non omologati" che denunciano l'assurdità e l'orrore di un "sistema" duro e spietato, le cui ragioni sono forse, e ripeto forse, paragonabili al sistema schiavistico dell'antica Roma.
    Dicano pure quello che vogliono i kapò di turno, nei meteo, in TV o sui giornali.
    Le nostre ragioni sono spiegabili ed inconfutabili e non servono cento lauree per affermarle. E' sufficiente essere analfabeti!

    RispondiElimina
  30. E' del tutto inusuale che si vedano lampi e si avvertano tuoni durante una nevicata. Ma mi era capitato di assistervi già diversi anni or sono.
    Ovviamente non saprei dare del fenomeno alcuna spiegazione.

    RispondiElimina
  31. Sottoscrivo, Faraday. Oggi, però, nessuno Spartaco oserà ribellarsi.

    Ciao

    RispondiElimina
  32. Paolo, pare un'altra delle tante aberrazioni meteo: HAARP e compagnia cantante?

    Ciao

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis