sabato 6 marzo 2010

Neve gialla nell'Estremo oriente russo

Pubblichiamo un trafiletto tratto dal quotidiano L'Unità.it. La cronaca verte su una neve gialla caduta nella regione dell'Amur, fiume che segna il confine tra la Siberia e la Manciuria. E' possibile che la spiegazione ufficiale relativa a precipitazione mista ad arena sia veritiera, ma le affrettate rassicurazioni dell'ufficio meteorologico locale, dichiarazioni volte a liquidare il singolare fenomeno, suscitano qualche legittimo sospetto...


Neve gialla nella regione dell'Amur, nell'Estremo Oriente Russo: forti venti in Mongolia hanno mescolato le nuvole con un fronte di polvere e sabbia, quindi hanno attraversato la Cina settentrionale, facendo capolino in Russia, dove hanno «colorato» di giallo i fiocchi di neve. Lo riferisce l'agenzia Ria Novosti, citando l'ufficio meteorologico locale. «Questo tipo di precipitazione non è dannoso per gli abitanti dell'area e quindi non saranno compiute ulteriori analisi», ha spiegato Elena Pechkina dello stesso ufficio.


Fonte: Unità.it


Ringraziamo la redazione del blog "Italiani imbecilli" per la segnalazione.

Condividi su Facebook

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!
Puoi votare le mie notizie anche in
questa pagina.


64 commenti:

  1. «Questo tipo di precipitazione non è dannoso per gli abitanti dell'area e quindi non saranno compiute ulteriori analisi»

    LIQUIDATO IN QUATTRO PAROLE.

    A che serve una "scienza" così presuntuosa, se non a coprire i misfatti?

    RispondiElimina
  2. Ecco! La scienza al servizio del male.

    RispondiElimina
  3. Gli "scienziati"... fatti e disfatti.

    RispondiElimina
  4. La scienza è al servizio dell'elite del mondo e divulga solo le notizie che quella ristretta cerchia di persone vuol far sapere......

    RispondiElimina
  5. Capitan Harlock, è calzante il ritratto degli scienziati dovuto ad Orwell:

    "Oggi esistono due tipi solo di scienziati: da una parte un essere a metà tra lo psicologo e l'inquisitore, intento a studiare con precisione la mimica facciale, la gestualità, i toni della voce ed a sperimentare tutto ciò che induca un essere umano a dire la verità, dai farmaci all'elettrochoc, dall'ipnosi alla tortura fisica; dall'altro il chimico, il fisico, il biologo che della sua disciplina usa solo quanto serve a togliere la vita.[...] Alcuni sono unicamente impegnati nello studiare l'organizzazione di guerre future..."

    Ciao

    RispondiElimina
  6. Identificato un altro disinformatore, tale Simone Pompei alias "Simmonsstummer" alias "SimoneTS" (su You-Tube). Vedutosi scoperto, ha cancellato il suo canale su facebook. Il Pompei pare avere collegamenti con Pier Luigi Torreggiani a.k.a. riosaeba (geologo amico di Mario Tozzi) e con la geologia in generale (www.risorsegeologiche.com...) nonché con le case farmaceutiche (suoi ultimi impieghi). Altri info qui:

    RispondiElimina
  7. Weather Modification Multimedia Gallery
    Commercial operators, governments, and academic researchers worldwide are engaging in cloud seeding and other weather modification projects to try to influence local conditions. NCAR scientists and their colleagues are investigating efforts to build up wintertime snowpack in the western United States and bring more rain to drought-stricken regions around the world.

    http://www2.ucar.edu/news/weather-modification-multimedia-gallery

    RispondiElimina
  8. oggi sabato 6 l'aeronautica militare ha eseguito un altra giornata di aerosol clandestini ed illegali. si vedono ancora le squadre di aerei militari in formazione di due che fanno avanti ed indietro sulla costa toscana. direzione: liguria
    proprio ora passano altri due aerei in formazione con scia evanescente........

    RispondiElimina
  9. La manipolazione climatica nel mondo [ mappa ]. Si noti che è compresa l'Italia.

    Avete presente quelle scie nel cielo?

    RispondiElimina
  10. Visti, caro Arturo. Da questa mattina ne saranno passati una sessantina (quelli che ho potuto contare). Mirano ad impedire la formazione di nubi sul mare.

    RispondiElimina
  11. un gentilissimo conoscente mi ha segnalato un libro, DEL 1968(!!!), che parla di modificazioni climatiche per mezzo di aerosol......si fa anche cenno a NUVOLE DI BARIO, ALLUMINIO, CESIO....per "studiare" l'atmosfera. il libro è del 68

    sicuramente dopo posterò qualche immagine del libro

    RispondiElimina
  12. su questo libro c'è scritto anche sono stati effettuati esperimenti con il bario e cose simili(trimetil-alluminio)...questi aerosol hanno lasciato traccie di color GIALLO nell'atmosfera. quindi la neve gialla mi sembra che sia una cosa normale, a questo punto

    RispondiElimina
  13. Ecellente, Arturo. Vediamo se è possibile rintracciare questo libro on line o in qualche bibblioteca.

    *******

    Weather Modification and Cloud Seeding Fact Sheet
    http://www2.ucar.edu/news/weather-modification-and-cloud-seeding-fact-sheet


    Planned vs. inadvertent modification
    Humans can modify the atmosphere, both intentionally and unintentionally.

    Planned weather modification generally refers to such activities as cloud seeding to enhance rainfall or snowfall or suppress hail.

    Inadvertent weather modification refers to the impacts of pollution, which can range from the global-scale, long-term effects of warming produced by greenhouse gases to the local effects on rain or snow caused by particles of sulfates and other pollution in the atmosphere.

    Cloud seeding techniques

    Cloud seeding, the main type of intentional weather modification, began in the late 1940s. The basic idea was to use aircraft or rockets to inject silver iodide or another substance into the atmosphere to mimic ice nuclei. The amount of rain or snow a cloud can produce depends on a balance between the number of ice nuclei inside it and the amount of water available to grow around those nuclei. Clouds often lack naturally occurring ice nuclei, so injecting them with silver iodide particles (which are very similar in structure to ice) increases the number of nuclei. This makes the clouds more efficient at generating ice crystals that either fall as snowflakes or melt to produce raindrops, depending on temperatures in and beneath the cloud. Cloud seeding is also used to disperse fog banks near some airports.

    A more recent cloud-seeding technique is to use hygroscopic (water-attracting) particles such as potassium/sodium chloride to provide "seeds" for large droplets that fall more quickly, colliding with smaller droplets on the way and accelerating rainfall development.

    RispondiElimina
  14. Arturo, osservazioni preziose le tue. Anche lo zolfo è giallo...

    RispondiElimina
  15. Tutti questi firmano contro la grande conferenza a Asilomar
    SIGN ON! Open Letter Opposing Asilomar Geoengineering Conference | ETC Group
    http://www.etcgroup.org/en/node/5080

    Accion ecologica, Ecuador
    African Biodiversity Network, Kenya
    Asia Pacific Research Network, Philippines
    Biofuelwatch, UK-USA
    Canadians for Action on Climate Change, Canada
    Center for Food Safety, USA
    Centro ecologico, Brazil
    Centre for a World in Balance, International
    CESTA- Friends of the Earth, El Salvador
    Citizens Against Chemicals Pollution (CACP), Japan
    Climate SOS, USA
    Coastal Development Partnership, Bangladesh
    Development Alternatives with Women for a New Era (DAWN), International
    Ecological Society of the Philippines, Philippines
    ETC Group, International
    Farmers Forum-South Cotabato, Philippines
    Focus on the Global South, India, Philippines, Thailand
    Friends of the Earth, Australia
    Gaia Foundation, UK
    Global Exchange, USA
    Global Forest Coalition, International
    Global Justice Ecology Project, USA
    Green Delaware, USA
    Grupo de Reflexiùn Rural, Argentina,
    Indigenous Environmental Network, USA
    Institute for Social Ecology, USA
    International Center for Technology Assessment, USA
    Island Sustainability Alliance, Cook Islands
    ISIS International, International
    Marinduque Council for Environmental Concerns, Philippines
    Massachusetts Coalition for Healthy Communities, USA
    Massachusetts Forest Watch, USA
    Nadi Ghati Morcha, India
    Oilwatch, International
    Pacific Indigenous Peoples Environment Coalition, Aotearoa/New Zealand
    Philippine Rural Reconstruction Movement, Philippines
    Polaris Institute, Canada
    People's Movement on Climate Change, Philippines
    Physicians for Social Responsibility, Kenya
    Public Interest Law Foundation, Sri Lanka
    Red por una América Latina Libre de Transgénicos, Latin America
    SEARICE, Philippines
    Sewalanka Foundation, Sri Lanka
    Sibuyan Island Sentinels League for Environment Inc. (Sibuyan ISLE), Philippines
    Sustainable Energy and Economy Network, USA
    SmartMeme, USA
    Texas Climate Emergency Campaign, USA
    Third World Network, International
    Uganda Coalition on Sustainable Development, Uganda
    Women's Action for Change (WAC), Fiji
    Women and Media Collective, Sri Lanka

    RispondiElimina
  16. Articolo di domani domenica 7.3.2010
    OTTIMO
    The end of science fiction di Nerun Yakub
    http://www.thefinancialexpress-bd.com/more.php?news_id=92298


    Quick Study: Climate Engineering | Quick Study | Reader's Digest
    http://www.rd.com/your-america-inspiring-people-and-stories/quick-study-climate-engineering/article175278.html

    China looks to master its control over the weather
    http://www.nationalpost.com/news/world/story.html?id=2640903

    Demand rising for weather modification
    http://www.chinadaily.com.cn/china/2010-03/04/content_9534044.htm


    Grand County: Cloud seeding continues this winter, hoping to boost snowpack | VailDaily.com
    http://www.vaildaily.com/article/20100303/NEWS/100309876/1078&ParentProfile=1062


    DA allocates P3M for West Mindanao cloud-seeding operations
    http://businessmirror.com.ph/index.php?option=com_content&view=article&id=22532:da-allocates-p3m-for-west-mindanao-cloud-seeding-operations-&catid=53:agri-commodities

    Quick Study: Climate Engineering | Quick Study | Reader's Digest
    http://www.rd.com/your-america-inspiring-people-and-stories/quick-study-climate-engineering/article175278.html

    Venezuela tries to make it rain | Analysis & Opinion | Reuters
    http://blogs.reuters.com/environment/2010/02/11/venezuela-tries-to-make-it-rain/

    Cloud-seeding begins | Manila Bulletin
    http://www.mb.com.ph/articles/246522/cloudseeding-begins

    Ormai le notizie non mancano.
    Un breve check-up di 15 minuti...ma mio fermo.
    Password Weather Modification

    Altra password efficace è Sun Radiation Managment SRM.

    Saluti a tutti!

    RispondiElimina
  17. Un carissimo e fidato amico mi scrive:

    [... ]Ieri ho incontrata una mia amica la cui figlia faceva la hostes, e mi ha detto che la figlia ha cambiato lavoro, le ho chiesto come mai, mi ha risposto: "Si stanno ammalando tutti di cancro"...

    Quando le coincidenze sono troppe...

    Jet fuel, Stadis 450, sali di bario: tossicità organica

    RispondiElimina
  18. Correggo:
    Tutti questi firmano una OPEN LETTER indirizzata alla conferenza a Asilomar
    SIGN ON! Open Letter Opposing Asilomar Geoengineering Conference | ETC Group
    It is vital that the international debate about geoengineering not be left in the hands of those with a self-interest in its facilitation, pursuit and profit. It concerns us all and must be brought out into the open where all can participate.


    http://www.etcgroup.org/en/node/5080

    RispondiElimina
  19. Poi c'è qualcuno che ancora bofonchia che la manipolazione del clima su vasta scala è impossibile.

    RispondiElimina
  20. Ciao Straker, nella cartina che hai postato relativamente alla manipolazione climatica, in alcuni paesi coinvolti c'è scritto "mail suppression"... non essendo espertissimo di inglese volevo chiederti di cosa si tratta (eliminazione di posta?)esattamente.
    Riguardo al resto sono rimasto molto colpito dal post di arturo, sembra incredibile come già nel '68 si parlasse di modificazione del clima, spero che posti qualcosa.
    Un saluto a tutti.

    RispondiElimina
  21. Ciao Gigetto, c'è scritto "Hail", ovvero "Grandine". Hail suppression: inibizione della grandine.

    RispondiElimina
  22. Grazie, scusami ma non visualizzavo bene la legenda.

    RispondiElimina
  23. il libro di cui parlavo è questo:

    "Military And Civilian Pyrotechnics - Herbet Ellern.pdf"

    potete provare a scriverlo su google e vedete se trovate qualcosa.....

    ecco alcune parti interessanti:

    PAGINA 1

    PAGINA 2

    PAGINA 3

    PAGINA 4

    PAGINA 5

    PAGINA 6

    dato che il libro è abbastanza consistente, non escludo che ad un'approfondita analisi si possa scoprire anche altre cose.
    mi sembra, tra l'altro, che ci sia anche una sezione dedicata alla patologie correlate ad aerosol di tutti i tipi.

    poi, per esempio, a pagina 3(pag.160) viene menzionata la produzione di diossido di zolfo, che viene trattata nel capitolo 29

    il libro è disponibile a tutti, quindi se qualcuno vuole scavare più a fondo ha tutti i mezzi per farlo.

    per ora sappiamo solo che già negli anni 60 si parlava di nuvole di bario, cesio ed alluminio, disperse nel cielo per ragioni "di studio".
    ed ancora negli anni 60, si scriveva libri sulla manipolazione climatica.
    il fatto che nel libro di parli di arrestare gli uragani mi sembra piùttosto significativo.

    voglio dire che se negli anni sessanta si studiava "come fermare gli uragani, come creare pioggia e come far sparire la nebbia", ci possiamo immaginare a che punto sono arrivate le forze armate nell'ambito del controllo climatico.
    interessante poi l'accenno ai russi, definiti in tempi recenti, anche dai media nazionali, "i re della manipolazione climatica"

    però noi possiamo stare tranquilli: cinesi, indiani e russi manipolano il clima, ma le democrazie occidentali non si permetterebbero mai di modificare le condizioni meteo di nascosto...

    RispondiElimina
  24. altro dettaglio interessante, se così si può dire

    articolo del 1966(!!)

    CHEMICAL RELEASES AT HIGH ALTITUDE

    RispondiElimina
  25. Questo è un bel colpaccio, carissimo Arturo. Vediamo se si riesce a trovare dell'altro materiale interessante. Già queste poche righe sono dirompenti. Chissà che cosa ne pensa il Ministero della Giustizia, che ci visita spesso.

    RispondiElimina
  26. Più si va avanti e maggiore è il sospetto (quasi una certezza) che gran parte degli uragani, alcuni tremendi e distruttivi (che hanno causato migliaia di morti e obbligato molti altri ad abbandonare le proprie terre) siano stati di matrice artificiale, già a partire dagli ultimi decenni del secolo scorso. O per lo meno, i tifoni naturali, caratteristici di certe zone del pianeta, sono stati intensificati sperimentalmente attraverso l'uso di queste sostanze. Probabilmente allora (anni 60-80) spargevano sali metallici ma non ne avevano ancora un totale controllo, però successivamente con l'introduzione e la messa a punto di sistemi come HAARP...
    Ora è più semplice, la tecnica è collaudata e se ne possono constatare gli effetti. Nessuno dei maggiori paesi mondiali sta rinunciando ad usare l'arma climatica: il controllo del clima è una realtà, c'è poco da negare.

    RispondiElimina
  27. Arma climatica e, naturalmente, sismica.

    RispondiElimina
  28. http://www.youtube.com/watch?v=azxbkzXi_VM&feature=player_embedded#

    RispondiElimina
  29. Grande Arturo...

    Qualcuno dirà che è un libro di barzellette.

    RispondiElimina
  30. Fai caso, Ginger, andando indietro negli anni, i primi disastri climatici sono cominciati nel 1994.

    RispondiElimina
  31. Ginger, i fisici e matematici tedeschi Fosar e Bludorf collegano i primi più rovinosi disastri alllo spostamento delle correnti a getto, concomitante con l'installazione di H.A.A.R.P.

    Ottima ricerca, Arturo. Disponiamo di prove schiaccianti.

    RispondiElimina
  32. A world initiative to oppose clandestine aerosol

    Let's protest against chemtrails, by a sinchronized action! Let's turn off all the lightes and television sets at the same hour

    Let's do something against criminal operations known as "chemtrails spraying". Our voice must be heard and spread to make the governments know that we are aware of this destructive agenda.

    STOP CHEMTRAILS! Turn off the lights

    RispondiElimina
  33. Mille volte sì. E dal momento che pretendono che si inizi a ridurre i consumi, iniziamo pure da qui.

    RispondiElimina
  34. Affinché l'iniziativa abbia successo è necessario che ne siano informati in tanti e che vi sia costanza nell'attuare tale forma di protesta. Con questa scusa risparmiamo anche. :-)

    RispondiElimina
  35. Uh c'è il farfallino domenica prossima !

    http://www.nimbus.it/appuntamenti/ElencoEventi.asp


    First they ignore you, then they laugh at you,
    then they fight you, then you win.
    Mahatma Gandhi (1869-1948)

    RispondiElimina
  36. Articoli datati 2002 sull'impiego di veivoli nei cieli italiani (e non) nell'ambito del "Progetto pioggia".
    http://www.corriere.it/speciali/pioggia2002/pioggia.shtml


    COS'E' IL PROGETTO PIOGGIA - In pratica si tratta di questo. Ogni volta che c'è una nuvola in cielo con determinate caratteristiche (umidità, temperatura, quota), un aereo bimotore attrezzato con un semplicissimo diffusore si alza, raggiunge la base della nuvola e inizia la semina. Miliardi di granelli di "polvere" vengono catturati dai moti convettivi dell'aria che li portano in alto, nel mezzo della nuvola. Lì, la costringono a cedere una quantità maggiore di acqua di quella che avrebbe ceduto in condizioni naturali.


    UN SISTEMA CHE HA PIU' DI 50 ANNI
    http://www.corriere.it/speciali/pioggia2002/pioggia2.shtml

    Il meccanismo è utilizzato dal 1946, quando uno scienziato americano, Schaefer , disegnò nel cielo l'iniziale del suo nome, seminando ghiaccio sul cielo di New York. Da allora in tutti i paesi del mondo sono stati sviluppati programmi di inseminazione delle nuvole, con risultati tali da porre questa tecnica tra le più consigliate dall'OMM. In Israele, in particolare, un programma operativo è in vigore dal 1961, gestito dalla EMS, società controllata dal Mekorot, la Compagnia nazionale delle acque.

    Grazie ad Arnivan per la segnalazione

    RispondiElimina
  37. Due minuti sono pochi,facciamo 20 và, spegniamo tutto,quando gli tocchi i soldi diventano rabbiosi e isterici.

    RispondiElimina
  38. http://www.youtube.com/watch?v=zlX7rJv_m0g

    a seguito della segnalazione di Arnivan.

    In questi giorni stanno manipolando qui sulla puglia. Tutta stamattina che ho ripreso le classiche irrorazioni..ma nel pomeriggio quando sono uscito senza la VC,abbiamo visto un fetente volante che sciava..SOPRA UN PICCOLO CUMULO E SOTTO NUVOLE APPIATTITE....ZIO PORCO !
    L'aereo era scuro,come quello visto a Kiev.

    Il tanker era a vista,2500 m max,ad occhio nudo sul lungocosta !! ...BASTARDI !

    RispondiElimina
  39. Facciamo tam tam il piu' possibile questa è una bella iniziativa,in piu' non possono impedirla!
    Sai che nervi!

    RispondiElimina
  40. Preparerò anche il volantino ed i banners da inserire sui vari blogs e siti Web.

    RispondiElimina
  41. Scusate l'OT, ma la notizia mi sembra bella, da condividere. Ho visto al TG croato delle 19,30 (al TG croato, porca puttana), il sevizio sul referendum che si è svolto in Islanda, vinto col 97% da chi si oppone (cioè tutti) a ripagare il debito pubblico che lo stato ha contratto nella solita maniera truffaldina con le banche private. Agli islandesi lo stato aveva proposto di ripagare il debito con 100 euro al mese ogni abitante fino al 2025!!!!
    LI HANNO MANDATI A CAGARE!!!
    E adesso cosa gli fa l'"Europa"? Li invade? Li iscrive nella lista dei "paesi canaglia"? Io ci andrò a vivere cazzo, voglio la cittadinanza "canaglia", cazzo!!!!

    RispondiElimina
  42. Ho letto poco fa su Facebook,la risposta di Greenpeace. Che stronzi....invece di dare una mano,anche loro cercano di pararsi il culo.....

    RispondiElimina
  43. Osva, li costringeranno ad aderire all'euro, li ricatteranno, aumenteranno le irrorazioni chimiche etc. per piegarli, ma i Normanni sono gente tenace e vigorosa. Speriamo resistano.

    Ne approfitto per comunicarti che quei pagliacci di Chiesaviva non mi hanno risposto. Come volevasi dimostrare. La Chiesa di Roma è per intero la chiesa di S.

    Mec, le posizioni prone di Greedpiece sono arcinote.

    Ciao

    RispondiElimina
  44. Zret, peccato per Chiesavia. Proprio nell'ultimo numero, che è on line, c'è un bell'articolo di un'insider USA che si intitola "Cancro, AIDS, Vaccini invenzione della “CIA” e “USA”". In un numero vecchio c'è anche un bell'articolo che parla di Nikola Tesla. Quindi non solo religione. Bah, chissà cos'hanno in testa....
    Invece l'assenza totale di notizie riguardo gli accadimenti in Islanda è scandalosa!! Ho visto il TG croato veramente per caso!! E speriamo nei Normanni, anche se sono pochi, se non sbaglio circa 300.000.

    RispondiElimina
  45. E non è la prima volta che rispondono in quel modo. Anzi... anche peggio.

    Riporto qui la mail, perché vale la pena si sappia chi sono gli ecologisti.

    Come forse sa, Greenpeace lavora per "campagne" per utilizzare i pochi fondi a disposizione: non prendiamo soldi da politici, imprese, enti o istituzioni.

    E' per questo che siamo attivi su molti fronti ma non su tutti e, entro le campagne, ovviamente dobbiamo scegliere. Queste scelte sono collegate alla gravità del problema e alla sua "prospettiva internazionale". Quindi, non è che gli altri temi non ci interessano,
    anzi. Semplicemente, non abbiamo le risorse per occuparci di tutto. Un altro criterio è che cerchiamo di intervenire dove verifichiamo che altre organizzazioni/associazioni non possono intervenire.

    Detto questo, del tema legato all'inquinamento degli aerei ci occupiamo solo nell'ambito della campagna clima: il traffico aereo è responsabile di una quota dell'effetto serra globale sia per le emissioni di anidride carbonica che per l'apporto di vapore acqueo in
    quota che ha tempi di permanenza in atmosfera lunghi. Le segnalo il nostro rapporto (http://www.greenpeace.org/italy/news/navi-aerei-clima).

    La permanenza in aria delle scie degli aerei non dipende dalla loro composizione chimica (cui qualcuno attribuisce un pericolo) ma dalle condizioni fisiche meteo (vento, umidità relativa) e delle particelle (granulometria, densità) cosa che influisce sulla "galleggiabilità"
    delle particelle in atmosfera. Alcune delle componenti ambientalmente importanti delle emissioni degli aerei (ossidi di azoto, CO2) non sono per nulla visibili. Le scie bianche degli aerei sono costituite da vapore acque condensato.

    Spero che la mia risposta sia esaustiva.

    Grazie ancora per averci contattato.

    --
    Alessandro Giannì
    Direttore delle Campagne
    Greenpeace Italia
    P.zza dell'Enciclopedia Italiana, 50
    00186 ROMA
    TEL +39 06 68136061 int 236
    FAX +39 06 454399793

    RispondiElimina
  46. "Alessandro Giannì
    Direttore delle Campagne
    Greenpeace Italia"

    Sì, risposta veramente esaustiva...sono esausto...
    Ma come cazzo fa di cognome, Alessandro o Gianni (un pò di umorismo terra terra ogni tanto ci vuole..).

    RispondiElimina
  47. Forte scossa,6,2 richter 11 km di profondità in Turchia.Credo che queste scosse sono provocate per instillare terrore nella gente e avvertire quegli stati che non sono a 90 come l'italia nei confronti di sappiamo chi.Ripropongo una domanda fatta tempo fà:chi sono i veri terroristi?

    RispondiElimina
  48. Ciao Damocle, hai ragione. Sai l'ora della scossa?

    RispondiElimina
  49. 4,32 del mattino le 3,32 in Italia,l'ora vi dice niente?

    RispondiElimina
  50. Il generale Mini aveva ragione,la guerra ambientale è già cominciata,siamo in guerra e la gente non lo sà!!!!!!

    RispondiElimina
  51. Hanno sbagliato di un solo minuto. Anche questa volta c'è la firma.

    Chi mi conosce sa che avevo previsto che il prossimo sisma sarebbe stato in Turchia.

    RispondiElimina
  52. Straker,vedrai che perfezioneranno dalla prossima saranno precisissimi!.Genocidio a sangue freddo e meno male che i cattivi erano i nazisti,ma si sà al peggio non cè mai fine.

    RispondiElimina
  53. Senza dimenticare che i nazisti furono finanziati da Prescott Bush.

    Intanto l'Italia occidentale è interamente comperta da uno spesso strato nuvoloso artificiale, con buona pace dei meteorologi che possono così riempirsi la bocca della magica dicitura "Innocue velature".

    RispondiElimina
  54. Straker ha detto:
    Senza dimenticare che i nazisti furono finanziati da Prescott Bush.

    Chissà perchè nei libri di storia ad esempio quelli scolastici non se ne fà parola!.
    Come è stato detto"la storia la scrivono i vincitori" con il suo bel contorno di menzogne e omissioni dico io.

    RispondiElimina
  55. La scorsa settimana ho notato con stupore che le previsioni del tempo di giovedì-venerdì davano per le 48-72 ore successive sull'arco alpino neve anche a basse quote, dal pomeriggio di ieri 07/03 per tutta la notte.
    Fino a ora non si è visto il minimo fiocco.
    Previsione sbagliata o... Esperimento non riuscito ?

    RispondiElimina
  56. Il sisma in Turchia è avvenuto alle 03,32 ora italiana ma è durato un minuto...furbetti questi criminali....

    "La scossa - registrata dall'Osservatorio di Kandilli ad Istanbul - ha avuto una magnitudo di 6 gradi sulla scala Ricther ma un'intensità di 8 gradi.

    Il sisma è stato avvertito alle 4:32 del mattino (le 3:32 in Italia) ed è durato un minuto." Fonte: http://temporeale.libero.it

    La menzogna salterà fuori prima o poi.

    RispondiElimina
  57. se non sbaglio la scossa all´Aquila avvenne alle 3,32 e quello in cile alle 3,34. Ore locali. Questo in turchia un ora dopo

    RispondiElimina
  58. Come dice Damocle la storia la scrivono i vincitori...ed e' gia tutto chiaro che la storia e' tutta falsa!

    Riguardo a farfallino citato da Mr Jones, vedo che al link c'e' un atlante delle nubi che sarebbe anche interessante per uno gnurant come me, ma a prima vista e senza occhiali anche se piccole le immagini rappresentano scie chimiche!

    http://www.nimbus.it/meteoshop/VediLibro.asp?IdArticolo=4

    RispondiElimina
  59. profondita' epicentro in Turchia? Indovinate un po'?

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis