giovedì 12 novembre 2009

Morgellons: scie chimiche e nanotecnologie (Articolo di Zephyr Faegen)

Il mistero della malattia di Morgellons è dibattuto da anni dai medici che hanno dedicato il loro tempo a studiare questa sindrome enigmatica e debilitante. A causa di una notevole pressione pubblica, la malattia di Morgellons è stata ufficialmente riconosciuta, dopo otto anni di ricerche ed ha condotto alla formazione di gruppi di ricerca indipendenti.

Gli studi sono originati dall'amore di una donna per il suo bambino, un affetto unito all'abbandono completo della comunità medica tradizionale, incapace di fornire qualsiasi diagnosi medica o trattamento reale all'interno del loro paradigma conosciuto. Nel 2001 Mary Leitao, scienziata ed ex impiegata in un laboratorio medico, si accorse che il suo figlio di due anni stava sviluppando delle ferite sotto le labbra. Il bambino presto si lamentò della sensazioni simili al brulichio di insetti che formicolavano sotto la pelle. Leitao analizzò le ferite sulle sue labbra e prelevò dei campioni. Esaminato il tessuto con un microscopio non professionale, scoprì delle fibre rosse, blu, bianche e nere, inglobate all'interno dei campioni prelevati del tessuto.

La Leitao condusse il figlio da ben otto medici, ma nessuno riuscì a formulare una diagnosi all'interno del paradigma medico conosciuto. Finalmente, la Leitao portò il piccolo dal Dottor Fred Heldrich, un pediatra del Johns Hopkins Institute, con una buona reputazione per la risoluzione dei casi più difficili. Heldrich concluse che il figlio della Leitao avrebbe tratto giovamento da una valutazione psichiatrica. Superando la frustrazione nel sentirsi abbandonata dalla comunità medica tradizionale, la Leitao cominciò a consultare tutta la letteratura conosciuta che descrivesse i sintomi del figlio. Durante la sua ricerca, si imbatté nel lavoro di due ricercatori del XVII secolo, sir Thomas Browne ed il dottor Michel Ettmuller.

Entrambi scrissero di strutture simili a capelli che sporgono dalle ferite sulla schiena e sintomi come le convulsioni e la tosse. Definirono questa malattia Morgellons. Comunque ciò non combaciava del tutto con la sintomatologia del figlio. Usando Morgellons come denominazione provvisoria per la malattia del piccolo, la Leitao cominciò a cercare altri pazienti con sintomi simili. Ha poi creato nel 2002 un sito Web denominato M.R.F., ossia Fondamenti per la ricerca sul Morgellons (http://www.morgellons.org/index.html).

Il fine del portale è quello di offrire ai pazienti colpiti da questa affezione solidarietà e sostegno medico. Dato che nel 2002 il M.R.F. ha registrato oltre 14.000 persone che accusano i sintomi come quelli del figlio della Leitao, la scienziata ha esercitato pressione politica sui funzionari di governo e sul Centro di Controllo delle Malattie (C.D.C.), che è stato costretto a cominciare uno studio completo sul Morgellons e sui pazienti, la maggior parte dei quali risiede in California. [...]

Attualmente ci sono tre ipotesi principali sul Morgellons. La prima ipotesi è che il Morgellons sia causato dagli organismi geneticamente modificati. Questa tesi è sostenuta dal fatto che l'uso dei batteri geneticamente modificati come l'Agrobacterium tumefaciens è usato per infettare e modificare il D.N.A. delle piante: esso funge da antiparassitario per produrre raccolti più resistenti agli insetti. In uno studio del 2001 del Dottor Vitaly Citovsky dell''università di Stato di New York, è stato appurato che una volta introdotto nel D.N.A. umano, il materiale geneticamente modificato che contiene questo batterio ha invaso, modificato e corrotto il D.N.A. umano. [...]

La seconda congettura è che i sintomi di Morgellons sono correlati alle chemtrails. Le scie chimiche hanno ricevuto una certa copertura mediatica nel corso degli ultimi anni negli Stati Uniti, ma non sono state ufficialmente riconosciute dal governo degli Stati Uniti, sebbene figurino come un'arma esotica in una proposta di legge avanzata dal rappresentante Dennis Kucinich nel 2001 (H.R. 2977). La proposta è stata respinta e rapidamente è stata riscritta da Kucinich, senza più menzionare le chemtrails. [...]. La spiegazione corrente è che gli ingredienti delle chemtrails siano stati inalati dagli individui nelle zone irrorate e che stiano interagendo con l'organismo in due modi. In primo luogo l'inalazione compromette il sistema immunitario, rendendolo più vulnerabile ad infezioni batteriche, micotiche e virali o la malattia è causata dalle strutture nanoteccnologiche disperse con le scie.



La terza ipotesi è appunto che il Morgellons sia un'affezione dovuta alla nanotecnologia. Parecchi studi indipendenti sulle fibre di Morgellons, estratte dai pazienti, hanno indicato che le fibre consistono sia di materiali inorganici sia di materiali non identificabili. Un gruppo di fibre è stato trasmesso ad uno scienziato legale del laboratorio della polizia di Tulsa in Oklahoma per le opportune analisi. E' stato assodato che questi filamenti non corrispondono ad alcun campione raccolto nell'archivio nazionale del F.B.I. Alcuni studi rilevano che le fibre possono resistere fino a temperature di 1400 gradi Fahrenheit. [...]

Per maggiori informazioni sul Morgellons si consultino le seguenti fonti:

C.D.C. Morgellons website:
http://www.cdc.gov/unexplaineddermopathy/
The Morgellons Research Foundation:
http://www.morgellons.org/
Current Wikipedia definition of Morgellons:
http://en.wikipedia.org/wiki/Morgellons
Dr. Citovskys Study:
http://www.morgellons.org/suny.htm
GMO/Morgellons connection:
http://www.freerepublic.com/focus/f-chat/1710422/posts
WINR Interview on Morgellons:
http://www.worldinternetradio-winr.com/Shows.html#anchor_133
A Media Report on Chemtrails:
http://s52.photobucket.com/albums/g34/thedreadzone/?action=view=NBC4Newschemtrails.flv
Chemtrails/ Morgellons:
http://www.rense.com/general71/mmor.htm
H.R. 2977:
http://www.govtrack.us/congress/billtext.xpd?bill=h107-2977
Tulsa Crime Lab statement as reported by ABC:
http://www.morgellons.org/docs/Tulsa_Police_Crime_Lab.pdf
A study on a Morgellons fiber:
http://www.cherokeechas.com/rSmith02.htm
GMO & Nano Tech resource site:
http://nanotransformation.com/
Nano fiber analysis:
http://www.carnicom.com/morgobs2.htm


Leggi qui l'articolo in inglese



Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!
Puoi votare le mie notizie anche in
questa pagina.


Attacco all'informazione CLICCA QUI


CHEMTRAILS DATA

Range finder: come si sono svolti i fatti

30 commenti:

  1. Esca, utente di CDC, ha scritto a propsito delle scie chimiche cinesi.

    "Ben vengano le fonti ufficiali (meglio tardi che mai!) ma francamente non è a loro che mi sentirei di dire grazie, quanto al lavoro svolto dagli osservatori indipendenti, cioè quel mondo fatto di ricercatori e persone in generale che da ANNI vedono, fotografano e riprendono i chiari segni nei cieli mettendo in risalto le attività di questi criminali (prendendo in cambio mazzate), mentre il resto del mondo si ostina a negare.

    Se fossi tra quelli che si stanno occupando di disinformare sul fenomeno inizierei a cercare un posto sufficientemente remoto in cui andare a dimorare, diciamo verso le viscere della Terra".

    RispondiElimina
  2. Quoto totalmente il commento di Zret.

    Non credo riusciranno a trovare un luogo sicuro dove sparire per sempre.

    Devono prima fare i conti con le persone che in tutti questi lunghi anni hanno perso i loro cari in alluvioni programmate ed eseguite, i loro cari morti ammazzati da malattie palesemente riconducibili ai veleni spruzzati nei cieli di tutto il mondo.

    Non solo morti.

    Oggi ci sono migliaia e migliaia di ammalati di malattie bestiali, portati al patibolo della chemioterapia o che giaciono inerti e inermi colpiti da SLA, da Alzheimer o da Scerosi Multipla (checché i nostri scienziati facciano finta di ricercare qualcosa che sanno bene che non troveranno mai...ma che stranamente abbiamo trovato noi che non siamo medici).

    Ultimi, ma non meno "massacrati", quelli ai quali hanno distrutto anche la casa con le armi telluriche...

    RispondiElimina
  3. I tumori sono sempre più diffusi, insieme con altre patologie, mentre le nanotecnologie aggrediscono e lacerano gli esseri viventi.

    Ricordiamo di non donare alcunché alle varie fondazioni che fingono di compiere ricerche per curare malattie: infatti queste fondazioni usano il denaro per l'esatto contrario.

    Non destiniamo il 5 per mille alle ONLUS.

    Non lasciamoci abbindolare.

    Mike, arriverà la nemesi, prima o poi.

    Ciao

    RispondiElimina
  4. Dopo due giorni di cielo azzurro d'altri tempi, stamattina hanno rotto la tregua. A Milano hanno dato spettacolo tutto il giorno con le loro evoluzioni irroranti. Imagino che domani sarà una giornata con cielo coperto......

    RispondiElimina
  5. Avanti così, uniti e compatti nel ricercare la VERITA' SEMPRE!! E' vero che il diavolo non dorme mai, ma è anche vero che fa le pentole e non i coperchi!

    RispondiElimina
  6. Osva, nuvole artificiali anche in Liguria. Una danza macabra nel cielo, un sabba come nella notte di Valpurga.

    Ciao

    RispondiElimina
  7. Scie spettacolari perchè alquanto basse di contro ad un cielo all'inizio di un bell'azzurro questa mattina dalle mie parti.
    Mai viste forse tutte insieme così basse, così evidenti ed imperdibili da parte di chiunque.
    Sfrontatezza assoluta ormai.

    Il piano procede secondo le aspettative. Un'altra parola d'ordine oltre a 'digitalizzare' è diventata adesso 'smaterializzare' con riferimento a tutti i documenti cartacei, dai certificati che rilasciano Comuni ed Amministrazioni, a quelli di malattia ed infortunio, alle ricette mediche, ai referti e quant'altro.

    Insomma hanno dichiarato guerra alla carta non tanto per semplificare e snellire le procedure, come vorrebbero farci credere, ma solamente per archiviare nel diabolico cervellone tutte le azioni che ogni singola persona compie.
    Situazione molto grama. Stiamo dando l'addio agli ultimi stracci di libertà.

    Spero che una tempesta cosmica potentissima gli distrugga presto tutti i microchip, tutte le memorie immagazzinate nelle loro diaboliche tecnologie, tutte le copie di sicurezza che si son fatti e che si vanno facendo rendendogli così inutili e vani gli immensi sforzi compiuti per schiavizzare l'Umanità.

    RispondiElimina
  8. Dici bene Paolo e spero che il casino avvenga presto, così non ci pensiamo più.

    RispondiElimina
  9. Paolo, sottoscrivo... Un'onda in stile La Violette.

    RispondiElimina
  10. Stiamo organizzando qui a Genova un volantinaggio sulle scie chimiche e soprattutto sul vaccino majale. Se c'è qualcuno che abita in Liguria, che vuole contribuire alla spesa e alla diffusione il più possibile capillare per le fotocopie (in offset se il numero delle copie lo giustifica, altrimenti in digitale) può eventualmente farsi vivo e contattarmi. In che modo non so ancora... Straker pensavo di inviarti una mail privatamente in modo che tu possa comunicare le mie specifiche a chi conosci del Comitato che abita in Liguria e che potrebbe collaborare alla spesa e alla diffusione del materiale. Che dici?

    RispondiElimina
  11. La Dottoressa Staninger mi segnala questa notizia.

    "Buried deep within the over 1,000 pages of the massive US Health Care Bill (PDF) in a “non-discussed” section titled: Subtitle C-11 Sec. 2521— National Medical Device Registry, and which states its purpose as:

    “The Secretary shall establish a national medical device registry (in this subsection referred to as the ‘registry’) to facilitate analysis of postmarket safety and outcomes data on each device that—‘‘(A) is or has been used in or on a patient; and ‘‘(B) is a class III device; or ‘‘(ii) a class II device that is implantable.”

    In “real world speak”, according to this report, this new law, when fully implemented, provides the framework for making the United States the first Nation in the World to require each and every one of its citizens to have implanted in them a radio-frequency identification (RFID) microchip for the purpose of controlling who is, or isn’t, allowed medical care in their country.

    http://waysandmeans.house...

    http://www.dailypaul.com/node/105079

    RispondiElimina
  12. Ciao Luca, come espresso più volte, non contatto mai (per email o altri canali) gli iscritti o i lettori del blog di mia iniziativa. Questo per evitare che i soliti disonesti al servizio del regime posssano spacciarsi per il comitato e/o per il sottoscritto. Questa prassi è espressa anche nella pagina di iscrizione al comitato TE.

    Se posso aiutarti con un contributo, lo farò di persona.

    RispondiElimina
  13. Da quanto dichiarato da Ken Welch le cause di tutto sarebbe la crisi dei sistemi sanitari nazionali, della loro inefficienza e dei loro crescenti costi che non potranno piu’ essere sostenuti dai governi. Un sistema in cui giocano il ruolo piu’ importante le grosse case farmaceutiche come Big Pharma.
    Cercando in rete ho trovato alcuni commenti interessanti:

    Dr Ganzetti Francesco, Giovedì 6 Agosto 2009 ore 12:56
    .....Intanto il problema del sitema sanitario americano non è solo che esclude del tutto circa 40 milioni di cittadini, ma anche, e vorrei dire sopratutto, che è piutttosto costoso per il livello di assistenza che offre alla maggior parte degli assicurati ( E cioè medio basso)
    Non bisogna comunque sottavalutare anche che circa 1/4 degli americani è obeso .( A tal proposito ricordo dei bellissimi slides proposti dal Prof. Hagens recentemente ad Alcatraz, perugia e riproposti su theoildrum in cui si mostrava il progressivo incremento dell'obesità negli USA negli ultimi 20 anni : ricordo che gli stati messi un pò meno peggio sono quelli del Nord-ovest interni, tipo il Montana, dove ancora la percentuale di obesi è sotto il 20 % )
    ...Se qui in Italia un quarto dei vostri conoscenti pesasse 15-180 kg in parte le cose sarebbero diverse anche qui, almeno per quanto riguarda il trattamento ( coercitivo? oppure limitazione dell'assistenza ) agli obesi.
    La sanità deve essere il più possibile equa, sostenibile, efficiente.
    Quello italiano è nle complesso piuttosto efficente formato da tante brave persone ( spesso sottopagte se minori di anni 42-45, segno anche questo di instabilità ed imminente collasso del sistema ) e diversi "furbetti ", ma il sistema è cmq insostenibile già oggi.
    Occore istituire delle linee guida complessive, una sorta di tessera sanitaria a punti : più sei giovane e meno hai una storia clinica complessa, soprattutto, e più hai la priorità di accesso alle cure; tanto prima o poi tocca a tutti ; se vogliamo che qualcosa di simile all'attuale SSN rimanga in in vita nei prossimi anni, con l'invecchiamento della popolazione, occorre che oltre un certo livello di trattamenti ricevuti, si paghi di tasca propria la differenza, sempre all'interno della struttura pubblica ed anzi elimindo ogni possibilità di extra moenia ed eliminando ogni accreditamento con cliniche private.
    La sanità privata che sia vermanete tale, sarebbbe accessibile solo a non più del 1-2 % della popolazione, anche negli USA, e spesso con vantaggi clinici limitati.
    Qui in Europa dobbiamo preoccuparci di introdurre immediatamente dei criteri di sostenibilità per evitare che i vari SSN saltino o siano ulteriormente dissanguati da accreditamenti con i privati.
    Se fossi un olandese 18 enne sarei incazzatissimo con i miei nonni visto che dovrei pagare 550 euro l'anno di assicurazione sanitaria privata complementare obbligatoria per curarli.
    ( Qua in Italia lo squilibrio fra generazioni è molto più pesante, basti solo pensare al prossimi switch dal sistema di calcolo pensionistico retributivo a quello contributivo )
    Già da 1 anno, essendo registrato su medikey, si conosce che, se non esce niente di nuovo, per il 2010 ci sono almeno 10 miliardi di deficit nel SSN.Le ultime notizie su Puglia e Siclia fanno intuire che sarà maggiore.

    continua…

    RispondiElimina
  14. …continua

    Non è giusto: bisogna porre un freno alla spesa sanitaria mantendola entro una certa quota di PIL ; ( siamo oggi intorno all' 8% ed in crescita) ; riservando un 2 % di pil alle rinnovabili per 10-12 anni potremmo farcela ad evitare il peggio....é il solito discorso della cicala e della formica...Le spese sanitarie stanno cm dalla parte della cicale, a meno che non ci sia una pandemia che improvvisamente rischi di portar via il 60 % della popolazione ( é dai tempi della peste bubbonica in europa, 14 esimo secolo che ciò non accde, per cui fate voi.)
    Basterebbe far ripianare a fine anno l'eventuale deficit di una ASUR da tutti i suoi dirigenti con trattenute in busta paga.
    Dobbiamo assicurare la stabilità e l'equità fra generazioni ed individui del SSN , cosa al momento inattuata visto l'evolvere della medicina moderna per le patolgie degenerative e non solo verso cure discretamente più efficaci ma incredibilmente più complesse e costose e quasi mai risolutive ; fino adesso le abbiamo pagate col light crude : medita Debora.
    http://healthafteroil.wordpress.com/

    nicoletta forcheri, Giovedì 6 Agosto 2009 ore 15:18
    blablabla a enrico e a tutti quanti
    qua si tratta della contrapposizione tra sistema contributivo e sistema mutualistico quale dovrebbe essere qualsiasi sistema sanitario nazionale
    sempre di più tutto quel che è pubblico e dovrebbe essere mutualistico diventa contributivo, cioé a filosofia spa, dove gli investitori ergo le banche pretendono un rendimento
    già il sistema nazionale lo è di fatto, prevalentemente dominato da big pharma (big $$$), mentre almeno da noi rimane il principio mutualistico, almeno per il momeno
    ora il fatto che questo mutualismo di facciata faccia acqua da tutte le parti non è dovuto certamente al principio in sé, giusto a prescindere, ma al fatto che esso sia succhiato da un vampiro ossia big pharma e big banks, tutte interessate ad applicare il sistema spa
    quindi con la scusa del deficit del ssn, questi vampiri piano piano imporranno il sistema redditizio per loro contributivo (per noi) della sanità privata magari con le minkiate all'enrico "liberale è bello", doppia fandonia, primo perché liberale si puo difficilmente applicare a un servizio pubblico nazionale come la sanità, secondo perché confonde liberale con privato, che non è la stessa cosa.
    e infatti il nostro ssn, con la scusa del debito, farà entrare sempre di piu il privato e il contributivo, diventerà cioé a pagamento, come di fatto già lo è in parte, quando i cittadini devono pagare di tasca loro, o in natura, gli inadempimenti del ssn, a causa dell'avidità di big pharma and banks and co
    perché liberale, vuol dire libertà di scelta, mentre privato significa, profitti privati, alti rendimenti ai (finti) investitori, mentre le vere spese sono addebitate allo stato.
    si potrebbe ad esempio immaginare benissimo un sistema liberale ma statale, per quanto possa sembrare assurdo. Liberale nel senso di libertà di scelta di cura tra le convenzionali - che poi non sono che quelle coperte da brevetti-royalties - e le non convenzionali...


    Fonte: http://crisis.blogosfere.it/2009/08/usa-una-sanita-comunista.html

    Cosa ne pensate?

    RispondiElimina
  15. ciao ragazzi è un pò che non scrivo...mi sto trasferendo...
    ultime news da roma...cielo in mattinata "normale" con cululi che potevano portare un pò di pioggerellina...ma sono apparsi i primi tankers ed il cielo è diventato la solita merda di sempre...
    continuate così la verità salterà fuori prima o poi...!!!!

    RispondiElimina
  16. Andrea, siamo OT... ad ogni modo io prima eliminerei i Mc-Donalds dalla faccia della terra e con essi gli Hot Dogs e gli O.G.M. e gli inquinanti (vedi benzene, atrazina, alluminio, bario, torio etc.), maggiore causa di malattie vascolari, tumori, linfomi, diabete ed obesità (cibi ogm).

    In ogni caso, che uno paghi o meno, se finisce nelle mani di un cane (e ti garantisco che ce ne sono tantissimi), ci lascia sempre le penne.

    I governi vogliono risparmiare? Poche storie: taglino le milionarie spese militari e riportino a casa i militari nelle missioni guerra di pace, perdon... all'estero.

    RispondiElimina
  17. Mi rivolgo all'utente Zret: nel tuo secondo messaggio hai detto qualcosa di molto forte, che sarebbe molto grave nel caso parlassi senza avere prove, considerando che in quel caso il tuo messaggio potrebbe essere dannoso per le persone malate assistite da quelle associazioni.

    RispondiElimina
  18. Ciao Charlie, anche qui siamo al buio dalle prime ore della mattina e tra un buco e, l'altro delle nubi non foriere di pioggia, si vedono le scie.

    RispondiElimina
  19. Daniele, è TUTTO VERO. Molte persone malate sono senza speranza, eppure per loro le cure, spesse volte , esistono. Il problema è che talune associazioni "mangiano" basandosi sulla menzogna. Vedi il caso della S.L.A.

    Non ti dico altro sul blog, ma posso dimostrarti la malafede di certe associazioni che lucrano sulla ricerca, quando invece si sanno molto bene i motivi che scatenano certe malattie.

    Ah... sul tuo blog hai come sostenitore un disinformatore... certo Leoniero, alias Wasp che, insieme ai suoi compagni di merende (eSSSe-Attivissimo), ride di quello che scrivi ed usa il tuo blog come via per far visitare il suo blog fogna. Ti converrà bloccare quella serpe.

    RispondiElimina
  20. L'avviso vale anche per:

    - Capitan Harlock
    - Francesco's photo-blog
    - Giappo Pazzie
    - Il blog di Genni Cannolicchio
    - IL GRANDE IGNOTO

    RispondiElimina
  21. "Andrea, siamo OT..."

    Lo so Straker, e me ne scuso, ma mi sembrava un argomento di cui non avessimo mai parlato, quello della crisi del sistema sanitario.
    Chiedevo se, a vostro parere, potesse essere la causa principale di quello che sta accadendo, la distruzione di una parte della popolazione tramite le scie chimiche e i vaccini.

    RispondiElimina
  22. Andrea, l'analisi che hai riportato è giurassica. Il sixtema non è inefficiente, è efficientissimo nella distruzione del pianeta e nell'aggressione alla salute. Questo riformismo non tiene assolutamente conto che i governi sono schierati contro i cittadini. Ma poi, vogliamo affidarci all'umanità per risolvere i problemi dell'umanità. Ci mancano solo le tessere sanitarie a punti, come quelle del supermercato. Basta eliminare gli inquinanti (TUTTI) e tutti godranno di ottima salute. Il sistema sanitario diverrebe perfettamente inutile.

    Ciao

    RispondiElimina
  23. Hai ragione Zret, pero’ il mondo perfetto non esistera’ mai, e’ un’ utopia.
    Comunque la risposta alla mia domanda non l’ho capita.
    Ciao

    RispondiElimina
  24. "tanto prima o poi tocca a tutti".
    Andrea, ciao, spero di no. E' più saggio pensare ad una probabilità di salute che alla certezza della malattia.
    Vero che le malattie serie stanno aumentando per cause che conosciamo (inquinamento spietato in tutte le direzioni) ma ci sono persone che riescono a tenere duro con la salute, anche anziane. Il fatto è che si ha l'impressione - diciamo così - che questo sistema viziato basi le sue prospettive di futuro unicamente sulla salute o meglio sulle patologie dei cittadini: in pratica, per come si prospettano le cose, ciascuno di noi rappresenta un investimento in forma di codice da leggere con la penna ottica e niente di più. Puntare sulle cure va bene, ma il miglior investimento che si possa fare per se stessi è la prevenzione con comportamenti responsabili, nel limite del possibile (vedi appunto l'abolizione dalla propria dieta di immondizia spacciata per cibo come quello che si vende nei Mcdonald). Lo sbaglio viene proprio dal basso, da chi, pur sapendo che alcune cose possono nuocere seriamente alla salute, persevera, tanto poi ci sono i farmaci che aggiustano. E gente così ce n'è tantissima. Poi logicamente ci sono accidenti che non si possono evitare.

    RispondiElimina
  25. Brava Ginger!! Non curiamolo il male, stronchiamolo alla radice!!!

    Per Straker: si ho visto e provvederò a renderlo innocuo!!

    RispondiElimina
  26. Forse ci siamo fraintesi, o probabilmente non mi sono spiegato bene.
    Avevo scritto che trovavo alcuni commenti interessanti. Per interessanti intendevo qualche spunto inerente alle argomentazioni delle nostre discussioni. Non che sottoscrivessi in toto quello riportato nei messaggi riportati.
    I pezzi interessanti, per quanto mi riguarda, erano:

    “Già da 1 anno, essendo registrato su medikey, si conosce che, se non esce niente di nuovo, per il 2010 ci sono almeno 10 miliardi di deficit nel SSN”

    “Le spese sanitarie stanno cm dalla parte della cicale, a meno che non ci sia una pandemia che improvvisamente rischi di portar via il 60 % della popolazione”

    “questo mutualismo di facciata faccia acqua da tutte le parti non è dovuto certamente al principio in sé, giusto a prescindere, ma al fatto che esso sia succhiato da un vampiro ossia big pharma e big banks”

    “infatti il nostro ssn, con la scusa del debito, farà entrare sempre di piu il privato e il contributivo, diventerà cioé a pagamento, come di fatto già lo è in parte”

    Che si collegano al sistema sanitario inefficiente e ai costi esorbitanti, per cui una riduzione della popolazione porterebbe ad una riduzione della stessa spesa, diventando sostenibile da parte del sistema.
    Per il come, il dove, il giusto o lo sbagliato si puo’ poi disquisire a parte.
    La mia idea e’ comunque simile alla vostra per il resto, se hanno la pozione magica per curare una certa malattia non la tireranno sicuramente fuori, ti daranno quella che costa molto di piu’ e che devi prendere per piu’ tempo. Con il risultato che la malattia si trascinera’ maggiormente e sicuramente peggiorera‘. In modo simile a quello che dice qualche avvocato: piu’ la causa pende piu’ rende.
    Qui pero’ pende verso qualcosa di piu’ grave.
    E intanto loro guadagnano cifre spropositate.
    Ha ragione Straker quando dice che ci sono tantissimi cani tra di loro, senza fare di tutta l’erba un fascio ovviamente.
    Conoscendo con certezza i loro interessi economici, quello che ci propongono come saluzione (il vaccino ad esempio), quello che ci omaggiano dall’alto dei cieli (vari veleni e batteri), come si puo’ancora pensare che la ricerca, le associazioni, gli enti e compagnia bella possano utilizzare i soldi di tutti i contribuenti a vantaggio e a tutela della salute del comune cittadino?
    E alla tv ieri decantavano la giornata della gentilezza.
    Ginger, sono perfettamente daccordo con te, il nostro pensiero razionale e la nostra anima devono condurci alle scelte migliori per la nostra integrita‘ fisica.
    Concludendo, il discorso si riallacciava al link che avevo postato di Ken Welch.

    RispondiElimina
  27. Così il discorso non fà una piega, Andrea.

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis