domenica 15 luglio 2007

Prodi 2, la vendetta (articolo di Sanremofoce)

Grazie all'inestimabile collaborazione del validissimo Sanremofoce, pubblichiamo una ricerca che dimostra quanto siano diffusi gli "studi" sull'atmosfera. In realtà, dietro i corsi, si nascondono nefande attività basate sulla dispersione di sostanze chimiche nell'atmosfera con i fini più disparati e facilmente immaginabili. E' sbalorditivo il numero di progetti tutti facenti capo all'ISAC-CNR, sotto l'egida di Franco Prodi, fratello dell'attuale presidente del consiglio. E' quindi tutto un pullulare di iniziative che, pur espresse in un linguaggio tecnico e per addetti ai lavori, lasciano trasparire obiettivi volti a manipolare le condizioni meteorologiche ed a sperimentare l'uso di elementi e composti chimici dannosi per l'ambiente e per le persone.


L' ottima ricerca di RoyBatty apre scenari enormi: è bastato digitare su Google parole come 'Franco Prodi', 'aerosol' e 'Università di Lecce' et voila: ecco il programma di un convegno a Lecce. La maggior parte delle sessioni del simposio è moderata naturalmente da Franco Prodi.

http://www.fisica.unile.it/Meeting_PRIN/PROGRAMMA.htm

Emerge che il legame Lecce-Roma-Bologna è davvero molto saldo: già in passato avevo notato che a Bologna ed a Roma è stato organizzato un corso di laurea denominato Fisica dell'alta atmosfera. Inoltre sembra proprio che l'ISAC-CNR di Prodi stia cercando 'manodopera' per studiare gli aerosol e l'atmosfera sotto qualunque sfaccettatura. Ciò avviene attraverso assegni di ricerca, i cui bandi sono clamorosamente attuali o da poco scaduti. E’ incredibile come decine di docenti universitari si impegnino nel fenomeno aerosol per mezzo di corsi che hanno spesso denominazioni simili. All’interno degli atenei si prefiggono proprio di studiare ogni particolare (e particolato); da quando e perché questa attenzione all'atmosfera ed agli aerosol? Un aspetto interessante è che, ogni tanto, tra questi corsi sui fenomeni atmosferici, ne compare uno dedicato alla tutela del patrimonio culturale o paesaggistico, evidentemente per dare uno scopo meritorio di facciata alle ricerche.

Un elemento assai strano, fra tutti questi seminari sperimentali sui parametri atmosferici (valori barometrici, igrometrici, termici, radiativi, precipitazioni, formazioni delle nubi etc.) ne compare uno dall'inquietante titolo "Effetto delle modificazioni prodotte nei ritmi circadiani di coorti di Xenopus Laevis esposte a radiazione a bassa frequenza (ELF, VLF) durante lo stadio larvale".

L'elenco leggibile qui sotto è veramente lungo, ma basta spulciare i primi sei: se il buongiorno si vede dal mattino....

http://www.isac.cnr.it/assegni.php?lang=en&idmenu=4

Se tanto mi dà tanto, tutte le università sono più o meno coinvolte o comunque credo, anche per esperienza personale, che non faccia piacere a nessuno sentir messa in dubbio la storiella del riscaldamento globale legata alle emissioni di gas serra.

http://www.sciechimiche.org/forum/viewtopic.php?t=1540&start=15

Di seguito alcuni esempi dei bandi.

126.230.AR.TO.03
E' indetta una selezione pubblica, per titoli e colloquio, per il conferimento di n. 1 assegno di collaborazione ad attività di ricerca a tempo determinato sul tema "Modellistica lagrangiana per la dispersione del particolato in atmosfera", da svolgersi presso l'Istituto di Scienze dell'Atmosfera e del Clima (ISAC-CNR), Unità Operativa di Torino, finanziato con fondi del Progetto di ricerca: Bando Regionale sulla ricerca Scientifica Applicata per l'anno 2004 (CIPE-2 2006-2008) sotto la responsabilità scientifica della Dott.ssa Silvia Trini Castelli.
Scadenza 06/07/2007
Bando (.pdf file)

126.230.AR.BO.54
È indetta una selezione pubblica, per titoli e colloquio, per il conferimento di n. 1 assegno di collaborazione ad attività di ricerca a tempo determinato sul tema "Misure di composti atmosferici in area montana", da svolgersi presso l'Istituto di Scienze dell'Atmosfera e del Clima (ISAC-CNR), Sede di Bologna e presso la Stazione di Ricerca 'Ottavio Vittori' - Monte Cimone - nell'ambito dei Contratti AEROCLOUDS E POLYSOA, sotto la responsabilità scientifica del Dott. Paolo Bonasoni e della Dott.ssa Maria Cristina Facchini.
Scaduto

126.230.AR.LE.25
E' indetta una selezione pubblica, per titoli e colloquio, per il conferimento di n. 1 assegno di collaborazione ad attività di ricerca sul tema "Caratterizzazione dei sistemi convettivi intensi tramite misure di fulminazione, osservazioni multispettrali da satellite e modelli di elettrificazione delle nubi”, da svolgersi presso l'Istituto di Scienze dell’Atmosfera e del Clima- Unità operativa di Roma - nell'ambito del contratto NOWCASTING avanzato con l’uso di tecnologie GRID E GIS - P.S. 080, sotto la responsabilità scientifica del Dott. Alberto Mugnai.
Scaduto

126.230.AR.RM.28
E' indetta una selezione pubblica, per titoli e colloquio, per il conferimento di n. 1 assegno di collaborazione ad attività di ricerca sul tema "Messa a punto di un sistema lidar per misure in atmosfera” da svolgersi presso l'Istituto di Scienze dell’Atmosfera e del Clima- Sezione l’unità staccata di Lamezia Terme - nell'ambito del contratto MIUR “Messa a punto e realizzazione di un sistema per l’allerta precoce di incendi e per la minimizzazione dei falsi allarmi”, sotto la responsabilità scientifica del Dott. Alfredo Lavagnini.
Scaduto

126.230.AR.BO.52
È indetta una selezione pubblica, per titoli e colloquio, per il conferimento di n. 1 assegno di collaborazione ad attività di ricerca a tempo determinato sul tema "Effettuazione di misure di fotometria e radiometria solare multispettrale ed analisi dei dati di remote sensing per lo studio dei parametri di concentrazione e delle proprietà radiative colonnari ed in situ degli aerosol in stazioni sperimentali della pianura padana (Emilia-Romagna e Lombardia). Uso di dati satellitari al fine di ottenere una migliore copertura spaziale dei dati di AOD e delle caratteristiche di riflettanza superficiale, da svolgersi presso l'Istituto di Scienze dell'Atmosfera e del Clima (ISAC-CNR), Sede di Bologna, finanziato con fondi derivanti dal contratto ASI QUITSAT, sotto la responsabilità scientifica del Dr. Vito Vitale.
Scaduto

126.230.AR.LE.21
E' indetta una selezione pubblica, per titoli e colloquio, per il conferimento di n. 1 assegno di collaborazione ad attività di ricerca sul tema "Simulazione di scenari climatologici futuri attraverso tecniche di downscaling dinamico", nell'ambito del PROGETTO FISR: Evoluzione dei sistemi colturali a seguito di cambiamenti climatici (CLIMESCO), da svolgersi presso l'Istituto di Scienze dell'Atmosfera e del Clima ISAC Lecce, sotto la responsabilità scientifica del Dott. Mario Miglietta.
Scaduto

126.230.AR.BO/35
È indetta una selezione pubblica, per titoli e colloquio, per il conferimento di n. 1 assegno di collaborazione ad attività di ricerca a tempo determinato sul tema "Modelli matematici di dispersione di inquinanti" da svolgersi presso l'Istituto di Scienze dell'Atmosfera e del Clima (ISAC-CNR), Sede di Bologna nell'ambito della Sezione Tematica di Istituto "Dinamica e Meteorologia", finanziato con fondi derivanti dalla Convenzione tra Regione Emilia Romagna e ATS LaRIA-Laboratorio Regionale per l'innovazione nel controllo della qualità dell'aria (PRRIITT Misura 3.4 azione A), sotto la responsabilità scientifica del Dott. Tiziano Tirabassi.
Scaduto

126.230.AR.LE/13
Selezione pubblica, per titoli e colloquio, per il conferimento di n. 2 assegni di collaborazione ad attività di ricerca sul tema "Modellistica della dispersione di inquinanti inerti e fotochimici da applicare nella Regione Puglia", nell'ambito della Convenzione tra Regione Puglia-Assessorato all' ambiente, Universita di Bari Centro Metea, Universita di Lecce Dipartimento di ingegneria dell Innovazione, CNR-ISAC- per l attuazione del Programma di azioni per l Ambiente della Regione Puglia (deliberazione G.R. n.1440/2003) con riferimento alle linee di intervento 6a Adeguamento della Rete Regionale di monitoraggio di qualita dell'aria e 7a Piano regionale della qualità dell'aria da svolgersi presso l'Istituto di Scienze dell'Atmosfera e del Clima - Lecce, sotto la responsabilità scientifica della Dott.ssa Cristina Mangia.
Scaduto

126.230.AR.RM.11
Selezione pubblica, per titoli e colloquio, per il conferimento di n. 1 assegno di collaborazione ad attività di ricerca sul tema "Misure delle precipitazioni tramite radiometria alle microonde da satellite geostazionario, da svolgersi presso l'Istituto di Scienze dell'Atmosfera e del Clima - Sezione di Roma nell'ambito del contratto EUMETSAT EUM/CO/04/1386/KJG .Simulations and a User Requirements Review for Precipitatine Clouds from Geostatioary Orbits in mm/Sub-mm Bands., sotto la responsabilità scientifica del Dott. Alberto Mugnai.
Scaduto

Leggi qui gli altri bandi di concorso.

10 commenti:

  1. Complimenti per aver cominciato a diradare la cortina fumogena eretta intorno a simili, balorde ricerche. Tutto avviene in sordina, sottovoce. Onestamente non immaginavo che certe Università italiane fossero talmente addentro agli studi per modificare il clima e l'atmsofera.
    E il tutto con i soldi di noi contribuenti e la copertura delle 'Law Enforcement Agencies' (sucmxaiche si vadano a vedere la traduzione, se non ne conoscono il significato, coloro che leggono questo trafiletto).

    RispondiElimina
  2. Ciao Paolo, più ci addentriamo in questi sotterranei del Vaticano (non è una citazione del romanzo di Gide), ma realtà, più scopriamo oscure trame. I progetti sono presentati come ricerche, ma chi sa leggere tra le righe scopre attività innominabili, a spese dei contribuenti. Essi ci amano.
    Ciao

    RispondiElimina
  3. Giusto come dici, Paolo. Negano l'evidenza dei fatti e (vedi Pecoraro Scanio o le ARPA locali, che invece sono immischiate sino al collo nel progetto), nel contempo, eseguono studi e sperimentazioni "in situ" sugli effetti degli aerosol (spruzzando particolato di vario genere) sul clima e sulla salute di noi cittadini che, senza saperlo, foraggiamo il nostro stesso avvelenamento. Tutti questi progetti hanno origine dal famigerato accordo del 2003, stipulato con l'impero di USatana, denominato "Cooperazione Italia-USA su Scienza e
    Tecnologia dei Cambiamenti Climatici
    ". Infatti, se fai caso, le operazioni di aerosol chimico/biologico, hanno avuto il loro acme proprio nel 2003, l'anno del caldo eccezionale estivo.

    RispondiElimina
  4. ...Ciao Zret,ciao a tutti!
    Ormai siamo sulla stessa linea d'onda.
    Io seguo sempre i concorsi per eventualmente sperare in qualche vittoria,almeno ci provo essendo diplomato tecnico,ma giusto per occupare,il resto del tempo....anche io ho notato i concorsi del cnr!

    Ho un amico che lavora nel cnr a Policoro e mi ha preso un po in giro perchè non crede(per adesso!) alle scie!
    gli ho risposto:

    "..cmq a parte gli sgherzi...le scie chimiche sono un serio problema..ma serio serio...
    c'è poco da scherzare purtroppo!..anzi quel FOTTUTO COGLIONE DEL TUO CAPO,CHE STA A CAPO,
    SA DELLA SITUAZIONE E CREDO CHE SE TU COMINCI A CHIEDERE DELLE SCIE CHIMICHE NEI PIANI ALTI TI COMINCERANNO A GUARDARE STORTO..E CHISSA' RISCHI ANCHE QUALCHE INTIMIDAZIONE!..QUALCHE RICERCATORE DEL CNR HA AMMESSO CHE QUALCOSA NON VA
    NELLA ATMOSFERA!......SEMMAI PUOI DA PARTE MIA METTERE UNA BELLA MAZZA LUCIDA DA BASEBALL
    ( SE POTESSI LO FAREI)...NEL.... DI QUELLI CHE SANNO!..ALTRO CHE PROTOCOLLO DI KIOTO ED EFFETTO SERRA...TUTTE STRONZATE!...figli di puttana!


    scusa lo sfogo..ma questo argomento mi fa incazzare!"(02.07.07)

    qui su bari no sciano da parecchio,a parte una lieve spruzzata.Noto da molto, che intere giornate(tante) sono limpide(non troppo!),intanto la temperatura si eleva di giorno in giorno!

    ..sabato intorno alle 01.20,è passato un enorme elicottero che andava verso Bari...non si vedeva.si sentiva,ma la curiosita'è che aveva tante di quelle luci ,fisse e lampeggianti da sembrare un ufo....Nuove Giostre volanti?
    Mai visto un lampeggiare cosi'intenso!

    Purtroppo a lecce le ho viste,per la prima volta, le scie di notte,grazie alla luna !
    Poi sto notando che le auto sono sempre piu'sporche,e che sembra abbia piovuto,cioè si vedono impronte secche di gocce d'acqua ma non ha piovuto!(saranno 2 mesi che non piove)!

    Con rabbia e doppia rabbia Vi saluto dal neodeserto sud Italia!

    Ah dobbiamo essere orgogliosi dell'uomo che è capace di tale tecnologia!

    P.S.:Scusa Zret,ma la volgarita'mi vien fuori nel momento in cui mi sento dentro un attentato,e vedo che altre persone sono attaccate senza saperlo!


    Ciao

    RispondiElimina
  5. Ciao Mr Jones, condivido in pieno la tua indignazione e quella che definisci volgarità è una doverosa esecrazione dei mercanti che hanno profanato il tempio della Natura e dell'Anima.
    Anche qui calma apparente: a che cosa preluda non so, ma è sempre bene vigilare.
    I vertici delle istituzioni sono coinvolti e, come vedi, lo ammettono pure con i loro bandi da banditi. Non a caso Bario Tozzi fa parte del CNR: legati a doppio filo al sistema, vili e viscidi caudatari come Bario Tozzi e molti altri, sono i primi che saranno ad essere messi alla gogna quando il sistema imploderà. Spero presto.

    Ciao!

    RispondiElimina
  6. Vi faccio anche notare, a latere dell'argomento 'scie chimiche', che la centrale termoelettrica della località dove abito ha ripreso da poco a bruciare olio combustibile. Aveva quasi completamente smesso negli anni scorsi poichè era stata riconvertita forse del tutto a bruciare metano. Dall'anno della sua messa in funzione - 1967 - tale infame struttura ha immesso nell'atmosfera milioni di tonnellate di scorie - benzopirene, acido solforico,Nox, metalli pesanti -da cui l'impennata esponenziale dei casi di tumore nella mia zona. In certe località s'è vista una gamma così vasta di tali malattie degenerative da poter compilare, solo a partire da quelle, un intero manuale di oncologia. La salute della gente messa sull'altare del profitto e del 'progetto sterminio di massa'. Due piccioni con una fava: guadagnare montagne di soldi e far morire fra i tormenti il più persone possibile. Se le politiche a tutela dell'ambiente avevano sortito gli anni scorsi qualche effetto nella direzione di utilizzare solamente metano per produrre corrente, ora assistiamo ad una inversione a 180 gradi. I pianificatori si cavano ancora una volta la maschera e ricominciano a produrre una enorme quantità di scorie.Un alone persistente color marroncino sovrasta ora come una volta l'intera zona. Dove sono l'Arpa, i Nas, le Asl, la Magistratura?
    E pensare che se vivessimo in mondo di persone dotate di anima e moralità, l'energia la potremmo ottenere a costo prossimo allo zero a partire dall'etere. Ma ormai il tempo stringe ed è perfettamente inutile che il Potere continui a dissimulare la sua vera natura.

    RispondiElimina
  7. ...non so come ringraziarvi della Vostra puntuale e immensa umanita',rara e preziosa!

    Ciao

    RispondiElimina
  8. Paolo, hai perfettamente ragione. Pensa che ho letto l'articolo di un tale su un sito(per pietà non faccio nomi) che, disquisendo di energie alternative, considerate dall'"esperto" dei palliativi, essendo il petrolio insostituibile, non cita neppure la Zero point energy... E' la deriva degli "indipendenti" su cui già mi soffermai, quindi ora "parole non ci appulcro".

    Tutto sommato, il metano è tra i combustibili meno inquinanti, ma l'obiettivo degli Oscurati è anche quello di inquinare il più possibile.

    Ciao Mr Jones, grazie a te.

    RispondiElimina
  9. Con gli uomini(?) che ci ritroviamo sempre ben sistemati nei punti chiave, abbiamo ben poco da sperare.

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis