giovedì 20 agosto 2015

Studio scientifico statunitense conferma le operazioni di geoingegneria clandestina

Un’importante novità dagli Stati Uniti: un recente studio, condotto dallo scienziato J. Marvin Herndon, per conto dell'"Enviromental research and public health", conferma che la biosfera è oggetto di pesanti e dannosi interventi tramite la diffusione di particelle nanometriche di metalli (in primis alluminio) e di letali elementi radioattivi. La ricerca mette la parola fine alla diatriba sulla questione "scie chimiche" (alias geoingegneria clandestina) che sono, come sosteniamo da tempo, una realtà incontestabile.



Le risultanze del luminare impongono l'incriminazione per reati ambientali di vario genere, per omicidio etc. ai danni di coloro che organizzano ed attuano le operazioni chimico-biologiche, per favoreggiamento nei confronti di chi (negazionisti-persecutori), a vario livello, in questi anni, ha pervicacemente occultato la verità e diffamato i ricercatori e fra questi il Ministero della Giustizia.

Il documento, pubblicato sulla rivista scientifica “International journal of environmental research and public health”, si intitola “Evidence of coal-fly-ash toxic chemical geoengineering in the troposphere: consequences for public health”. Nel testo l’esperto non esita a chiamare le cose con il loro nome, usando termini come “chemtrails” e “geoengineering”, sgomberando il campo, anche sotto il profilo lessicale, da qualsiasi, residuo dubbio in merito al problema vigorosamente denunciato.

Di seguito la sintesi dello studio.

The widespread, intentional and increasingly frequent chemical emplacement in the troposphere has gone unidentified and unremarked in the scientific literature for years. The author presents evidence that toxic coal combustion fly ash is the most likely aerosolized particulate sprayed by tanker-jets for geoengineering, weather-modification and climate-modification purposes and describes some of the multifold consequences on public health. Two methods are employed: (1) Comparison of 8 elements analyzed in rainwater, leached from aerosolized particulates, with corresponding elements leached into water from coal fly ash in published laboratory experiments, and (2) Comparison of 14 elements analyzed in dust collected outdoors on a high-efficiency particulate air (HEPA) filter with corresponding elements analyzed in un-leached coal fly ash material. The results show: (1) the assemblage of elements in rainwater and in the corresponding experimental leachate are essentially identical. At a 99% confidence interval, they have identical means (T-test) and identical variances (F-test); and (2) the assemblage of elements in the HEPA dust and in the corresponding average un-leached coal fly ash are likewise essentially identical. The consequences on public health are profound, including exposure to a variety of toxic heavy metals, radioactive elements, and neurologically-implicated chemically mobile aluminum released by body moisture in situ after inhalation or through transdermal induction.

Leggi qui l’intero articolo. Qui lo studio in formato PDF e qui le immagini, cliccando sulla voce relativa.


Vietata la riproduzione - Tutti i diritti riservati.

Sponsorizza questo ed altri articoli con un tuo personale contributo. Aiutaci a mantenere aggiornato questo blog.

La guerra climatica in pillole

Le nubi che non ci sono più

Per una maggiore comprensione dei fenomeni legati alla guerra ambientale in corso, abbiamo realizzato l'Atlante dei cieli chimici.

Chi è Wasp? CLICCA QUI

CHEMTRAILS DATA

Range finder: come si sono svolti i fatti

50 commenti:

  1. Di seguito il link per partecipare alla class action statunitense contro le scie chimiche.

    http://geoengineeringactionnetwork.org/?page_id=17

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Speriamo soltanto non rimanga da solo, che non vengano isolati lui ed anche la rivista! Hanno avuto fegato e i giusti attributi! Per fortuna ne rimane ancora di gente così! C'è ancora speranza per il respiro di tutti!!!

      Elimina
  2. Alla fine dei giochi è chiaro il loro programma: indurre artificialmente l'effetto serra per poi giustificare operazioni di terraforming travestite da lotta ai "cambiamenti climatici".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. *Coal Ash is a generic term for Coal Combustion Residuals or CCR. Coal Fly Ash, also known as “pulverised fuel ash” is one of the primary residuals generated by coal-fired power plants. Hence, Coal Ash often refers to any of the 4 main hazardous waste products produced by burning coal, including Coal Fly Ash.

      Elimina
  3. Beh, incredibile, uno che ha il coraggio di metterci la faccia! Un eroe dei nostri tempi che di certo non finirà mai immortalato nei films della Marvel! E proprio per questo da stimare e amare tanto... <3

    RispondiElimina
  4. Del resto lo ammettono ANCHE LORO che esiste la manipolazione climatica

    https://www.youtube.com/watch?v=qVkQ6rvlwrs (da Tanker enemy)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Proprio questo aumenta i dubbi circa la possibilità che si tratti di BIOingegneria, o 'terraforming', come si è scritto qui di recente.. ma questo non lo ammetteranno mai. Qualcuno ha mica visto il film 'Humandroid'? Pura propaganda, ci stanno facendo il lavaggio del cervello...

      Elimina
  5. Trilussa su Task Force Butler

    E' n'omo de peso, tuto d'un pezzo,
    nun se stanca mai de lavora',
    de scrive cazzate. E' n suo vezzo:
    nun se stanca mai de farnetica',

    de manna' insurti a manetta.
    Va bbe': sarà pure un po' burino,
    ci ha più grasso d'una porchetta,
    ma tiene er cervelo fino fino.

    Me sa che ci ha raggione llui:
    se fai er leccaculo der governo,
    te metti in saccoccia tanti quatrini,

    sempre utili in 'sti tempi bui.
    Però, quanno sarà ar inferno,
    pe lli diavoli sai che festini!

    RispondiElimina
  6. DISPONIBILE LA BIBLIOGRAFIA DEL LIBRO "SCIE CHIMICHE - LA GUERRA SEGRETA" (VERSIONE PDF STAMPABILE)

    A causa di una mera svista in fase di stampa, il saggio "Scie chimiche-la guerra segreta" è stato pubblicato privo di bibliografia e sitografia. Sebbene non pochi riferimenti siano stati inseriti a piè pagina nell'apparato delle note, concordiamo con quei lettori che ritengono opportuno completare il testo con le fonti. Per questo motivo mettiamo a disposizione le pagine con la bibliografia e la sitografia: potranno essere stampate ed accluse al testo, in vista di un'eventuale nuova edizione ampliata e riveduta.

    Il libro "Scie chimiche-la guerra segreta" può essere acquistato nelle maggiori librerie On-Line e della Vostra città. Disponibile su Macrolibrarsi.
    http://www.macrolibrarsi.it/libri/__scie-chimiche-la-guerra-segreta-libro.php?pn=67

    Link al documento PDF: http://www.tanker-enemy.com/PDF/scie-chimiche-la-guerra-segreta-bibliografia.pdf

    RispondiElimina
  7. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  8. Aspettiamo la mega edizione ampliata del libro scie chimiche la guerra segreta,,,,Intando Straker con questo popò di doumenti tra le mani potremmo partire all'attacco,,,facciamo anche NOI una bella class action! Rullo di tamburi,,,e si parte!
    Chiudiamo il capitolo chemtrails con un poderoso colpo di coda,,,

    RispondiElimina
  9. Non credo che, considerando le farraginose leggi italiane, sia possibile una class action per quanto riguarda le nostre esigenze. Se, invece, è attuabile, ci vuole un avvocato disposto ad un patrocinio gratuito. Se un legale
    ha bisogno della documentazione necessaria, gliela possiamo fornire.

    Ciao

    RispondiElimina
  10. Certo Zret,,,è quasi il momento di entrare in azione, mi rimetto alle decisioni dei nostri presidenti! ...Bisogna smuovere ancora le acque,,,e poi attaccare come serpenti a sonagli e colpire duramente,,,diventare spietati come loro, perche davvero adesso hanno rotto TUTTI i coglioni con sta pratica di avvelenamento biosferico impunito!!
    Ciao Zret

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io mi chiedo come si possa immaginare di ottenere qualcosa da quella stessa magistratura che lavora fianco a fianco con De Massis e soci.

      Elimina
    2. la vedo dura che questa storia finisca grazie alla magistratura italiana.......

      Elimina
    3. Certo se tutte le procure sono telecomandate dalla cricca come sembra siano lanciano e imperia non c'è scampo. Bisogna solo aspettare la loro morte. Con fiducia e pazienza.

      Elimina
    4. Pessimista :-) moriranno. Moriranno anche loro. Son già morti, ma meglio esserne sicuri con la morte fisica. Sperando non siano così perfidi da dare il consenso all'espianto delle loro mucillaggini di organi (smi).

      Elimina
  11. L'ENAC revoca la licenza al pilota dell'elicottero che ha lanciato petali di rosa al funerale del boss di roma casamonica. Si resta in attesa di analoghe revoche per i piloti civili responsabili di ben altri getti quotidiani.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente si tratta di una balla. Nemmeno un pallone si alza senza permessi.

      Elimina
    2. In realtà gliel'hanno revocata perché si è abbassato troppo. Si resta in attesa di analoghe revoche per i piloti civili che volano anche loro a quote non consentite. Rasoterra.

      Elimina
  12. Straker e Zret,,,dite che non vi è un solo magistrato pulito che possa imbracciare la documentazione?!! Questa cosa schifosa dei cieli deve per forza saltar fuori,,,non puo' andare avanti cosi!!! Studiamo qualsosa...ormai simo iscritti in 539 piu un 'infinita' di contatti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Trovare un magistrato integerrimo ed intrepido al tempo spesso mi pare un adynaton.

      Ciao

      Elimina
    2. Prank, hai già ed anche provato a chiedere la stessa cosa a Lannes?

      Elimina
    3. Lannes è stato cooptato. Il blog non è gestito da lui da tempo.

      Elimina
  13. Già. Però magari lui (o loro) ha la solita soluzione magica da suggerire o pretendere di imporre a tutti i controsciachimisti

    RispondiElimina
  14. Abbi pazienza Prank, perchè a volte sembra che fai finta di non capire. Il sig. Lannes ha più volte ATTACCATO in modo bieco Rosario, sul suo blo gsono stati più di uno gli articoli per screditarlo. Che cosa ti continui a insistere ???

    RispondiElimina
  15. Forse ti sfugge che nessuno vuol fare la guerra a nessuno, si fa un'analisi pragmatica delle cose; e soprattutto non rammenti che Rosario più volte ha cercato l'auspicata collaborazione che sempre tiri in ballo, ricevendo sempre in cambio IL NULLA. Quindi non ho problemi a dirti che, visto che continui a citare Lannes come fosse uno da affiancare a questo blog, il tuo pensiero non mi piace; ma sinceramente lo trovo anche in contraddizione con tutte lo cose che di solito scrivi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. perdonami, france, sono io che ho citato Lannes, non l'amico Prank.
      se l'ho fatto impropriamente chiedo scusa a tutti.
      ma vista l'insistenza di prank con la class action, e visto che lui è, a detta sua, in contatto con loro, volevo sapere se il tuttologo esperto organizzatore di oceaniche folle controschiamiste, avesse già preso, e come, in considerazione la fattibilità dell'ipotesi. tutto qua.
      ciao a tutti.

      Elimina
  16. France non fraintendermi, so benissimo le immense qualita di Rosario ed Antonio (non per niente sono iscritto al loro comitato) E so anche che sono delle persone informatissime e squisite oltre che gentili,,,io sto dicendo che se un giorno trovassimo la collaborazione invece di sbranarci a vicenda,,,forse vinceremo la battaglia! E poi ti ripeto si puo sbagliare tutti nella vita, esiste anche il perdono e le strette di mano,,,siamo umani o no???

    RispondiElimina
  17. mmm....credo che sia troppo semplice per non capire: tutti auspichiamo un risveglio di tutti, e va bene. Ora....fra le persone influenti che si possono conoscere e che si occupano di geoingegneria dovrebbe esserci quella collaborazione di cui vai parlando (ma a sto punto mi verrebbe da dire blaterando). Il fatto è che QUESTO BLOG di cui sei fiero è stato criticato e attaccato da persona che, al netto delle cose, NON fa nulla perchè ciò accada, nessuna collaborazione; e nel frattempo qua e là infanga Rosario e questo comitato.
    In ogni caso si è liberi di pensarla come si vuole, ma non puoi negare l'evidente.
    Ora però chiudo qui questa discussione, perchè di certo lannes non ha nulla a che vedere con questo ottimo post.

    RispondiElimina
  18. Risposte
    1. Ho rimesso riga in Prank. Era divenuto logorroico ed allontanava i lettori del blog che, diverse volte, si sono lamentati del monopolio. Effettivamente si leggeva solo lui...

      Elimina
    2. Tra l'altro... stiamo facendo delle verifiche.

      Elimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis