martedì 19 maggio 2015

Clamoroso! Il Ministero della Giustizia coordina, finanzia e garantisce l'immunità ai disinformatori



Molti, a ragione, lamentano i numerosi mali della "giustizia" italiana: la lentezza dei processi sia nel civile sia nel penale, l'inefficienza dei tribunali, l'eccessiva discrezionalità delle sentenze... Che cosa si deve, però, pensare, quando si scopre che l'avanguardia della disinformazione, quella più accanita e subdola, trova il suo feudo proprio nel Ministero della "giustizia"? Non è per lo meno paradossale che chi dovrebbe tutelare i cittadini ed incarnare il valore dell'equità è, invece, in prima linea contro la verità e l'informazione indipendente? E' chiaro che qualsiasi iniziativa proveniente da un'istituzione coinvolta in attacchi tanto proditori è priva di qualsiasi efficacia morale e giuridica, con una credibilità pari a zero.

I due video sotto riportati spiegano nei dettagli come il Ministero della Giustizia, attraverso suoi funzionari e dipendenti (in accordo con la magistratura), opera a danno dei fratelli Marcianò e del Comitato Tanker enemy.

Ringraziamo l'amico Salvo Mandarà per la sua disponibilità nel farci esporre la questione attraverso la sua Web TV "Mi scappa la diretta".





UN AIUTO PER TANKER ENEMY - Il Comitato "Tanker enemy" dal 2006 è impegnato nella divulgazione e nella denuncia dello spinoso tema noto come "scie chimiche" o "geoingegneria clandestina", tramite la pubblicazione di articoli, video, documenti, traduzioni e per mezzo di varie iniziative (ad esempio, l'indagine sulle polveri sottili). Questo lavoro ha richiesto e richiede un impegno quotidiano con il conseguente dispendio di energie e risorse. In questi anni il blog "Tanker enemy" e quelli collegati hanno garantito, anche grazie al contributo di lettori e sostenitori, un'informazione indipendente e circostanziata a tal punto da suscitare la reazione del sistema. Questa reazione si è tradotta, oltre che in attacchi di ogni genere, nell'apertura di procedimenti "legali", volti all'oscuramento del blog e dei siti ad esso correlati. Sono procedimenti all'origine di notevoli difficoltà pratiche e di cospicui esborsi per avvocati e consulenti tecnici. Auspichiamo perciò un fattivo sostegno sotto forma di donazioni e di altri interventi (gratuito patrocinio, consulenze...) affinché il Comitato possa continuare ad agire nell'interesse della collettività. Un sentito ringraziamento a tutti coloro che accoglieranno, per quanto nelle loro possibilità, il presente appello. Il Vostro contributo è assolutamente fondamentale al fine di permetterci di proseguire con il nostro operato. Qui la pagina Paypal per eseguire una donazione.


Vietata la riproduzione - Tutti i diritti riservati.

Sponsorizza questo ed altri articoli con un tuo personale contributo. Aiutaci a mantenere aggiornato questo blog.

La guerra climatica in pillole

Le nubi che non ci sono più

Per una maggiore comprensione dei fenomeni legati alla guerra ambientale in corso, abbiamo realizzato l'Atlante dei cieli chimici.

Chi è Wasp? CLICCA QUI

CHEMTRAILS DATA

Range finder: come si sono svolti i fatti

49 commenti:

  1. I contributi sono importanti per il blog di Straker e Zret,,,Visto che lo vogliono oscurare. Io personalmente dopo l'uscita del libro inviero un nuovo contributo...ma organizziamoci ragazzi,,,per quel famoso sostegno del centone(100) a testa,,,Gli angeli Nostri custodi hanno bisogno di noi!

    RispondiElimina
  2. Ho visto intervista di Mandara'. Non sapevo dell'avvocato. È inquietante. Si potrebbe far sapere in giro chi è sto A.P. potrebbe avere qualche nemico al suo interno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Difficile, giacché lui è solo una parte di un ingranaggio più grande.

      Elimina
    2. Dubito che un eventuale suo rivale abbia la forza ed il coraggio per agire.

      Ciao

      Elimina
    3. è cambiata un po' l'aria (in peggio) in italia e ci si scorna per niente, figuriamoci per queste cose gravissime.

      Elimina
  3. .e la gente si fionda al mare a respirare!...Che bel calduccio dicono! Muoriamo per la demenza del paese: Mi _Ripeto,,,
    I SUMERI, la prima vera civilta'...; noi popolo odierno I SOMARI...l'ultima civilta'.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non possiamo chiuderci in casa Prank. Adottiamo precauzioni ma la gente non si convincerà mai a sigillarsi in casa.

      Elimina
  4. In base alle leggi appena subentrate esiste ora il reato di disastro ambientale. Ecoreati puniti, stando alle nuove leggi, in maniera molto pesante. Vediamo se ora si arrestano da soli....

    Gli ecoreati sono legge. Dopo 18 anni di battaglie, i crimini contro l'ambiente non sono più contravvenzioni ma delitti: diventano reati l'inquinamento, il disastro ambientale, l'impedimento dei controlli, l'omessa bonifica, il traffico di materiale radioattivo. I tempi di prescrizione raddoppiano e le pene possono arrivare a 15 anni di reclusione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fumo negli occhi. Inquinamento ambientale era già reato. Ora è "solo" più difficile la prescrizione.

      Elimina
  5. Ottimo france, stiamo a vedere che accade!

    RispondiElimina
  6. non demordiamo ragazzi!
    persino il segretissimo "protocollo farfalla" tra AISI (Min Interni) e DAP (Min Giustizia) è stato smascherato!
    sono solo bande di logge, loggette e superlogge che si scornano tra loro per soldi, potere, capriccetti da infanti, dispettucci da femminucce e per vendette personali.

    tutto ha una fine (se è roba di origine umana, come disse Falcone).

    RispondiElimina
  7. Estate chiuso in casa,,,TAPPATO!! A Leggere un bel libro (Scie chimiche la guerra segreta) con ionizzatore a palla! ;-)!!
    ...oppure al mare (sempre con il libro scie chimiche la guerra segreta) indossando una maschera NBC!...Sotto un sole MORTO!

    RispondiElimina
  8. Ma quando dovrebbe uscire Straker il mitico libro?...Qua c'è attesa! ;-)

    RispondiElimina
  9. ...fate con calma ragazzi; Uno editori poi impagina bene ed è ottima,,,ho altri libri della uno edizioni!

    RispondiElimina
  10. Oggi in Toscana un poco di venticello si è mosso spazzando un poco di particolato igroscopico iperconduttivo che imbottisce l'aria e, stranamente, ricompaiono cumuli da bel tempo...aria piu respirabile! Per fortuna era solo condensa, vero criminali? Altro che disastro ambientale? La pagherete cara,,,fino all'ultimo respiro che ci rimane,,,faremo venire fuori questo immenso crimine contro l'umanità...non ci ferma neppure la bomba atomica! Intesi luridi criminali senza coscienza? Siamo intesi?

    RispondiElimina
  11. In aumento vertiginoso le morti "improvvise" a tutte le età.
    Un giorno si e uno no,compaiono notizie in tal senso sul giornale locale.
    Da voi come và?.

    RispondiElimina
  12. Va male Democle..piante appena fiorite, foglia nuove gia rattrappite, in piu vi è piu' gente appesa ai muri con manifesti mortuari che per strada!

    RispondiElimina
  13. France, ti ho risposto alla email! E grazie di avermi contattato!

    RispondiElimina
  14. Risposte
    1. E dov'è finito il vapore??? Segnaliamo a chi l'ha visto!!!

      Elimina
  15. Cadiamo come mosche! La penisola ormai è un cimitero tumorale!

    RispondiElimina
  16. Visto che i cicappini avevano ragione?.

    Guarda caso in Australia,uno dei paesi martoriati dagli aerosol veleniferi militari
    Continuano le prese per il culo da parte di quei figli di brava donna che ci avvelenano giorno per giorno.

    RispondiElimina
  17. “Oggi, per ottenere la pioggia, i piloti del servizio meteorologico volano sopra le nuvole e spargono speciali sostanze chimiche che fanno gelare le minuscole gocce d’acqua delle nuvole e le trasformano in pezzetti di ghiaccio così pesanti che cadono. Quando i pezzetti di ghiaccio, cadendo, passano attraverso l’aria calda, si sciolgono in grosse gocce d’acqua: ecco dunque la pioggia!”

    tratto da un libro di testo di scuola elementare.
    bisogna fermarli.

    RispondiElimina
  18. Chi sono i responsabili del Ministero della Pubblica Istruzione che hanno permesso l'utilizzo di questi testi nelle scuole elementari?

    Ecco la casa editrice: http://www.capitello.it/libri/in-fondo-al-mar-1-2-3/

    Le copie di questo testo sono depositate presso il ministero della Pubblica Istruzione: http://issuu.com/studio65/docs/in-fondo-al-mar-3a-antologia

    Questi testi fanno parte di un progetto denominato "Progetto Polite" del Dipartimento per le Pari Opportunità: http://www.retepariopportunita.it/DefaultDesktop.aspx…

    La prima edizione di tali testi didattici è dell'anno 2008


    https://www.facebook.com/lastella2015/posts/386409371546089

    RispondiElimina
  19. I giudici civili sono ancora protagonisti di un'aberrante sentenza che vede condannata in appello la mamma di Antonio e Rosario Marcianò. Infatti i giudici della Corte d'appello di Genova hanno incredibilmente ribaltato la sentenza di primo grado, verdetto che vedeva vincitori gli allora coniugi Pasquale Marcianò (deceduto nel 2011) e Ciniglio Rita.

    La sentenza, subito esecutiva, condanna al pagamento immediato delle spese processuali di primo e secondo grado, per una somma di poco inferiore ai 19.000 euro. Dissanguati a causa delle vicende penali che ci vedono protagonisti, grazie alle connivenze tra Ministero della Giustizia e disinformazione di Stato, non siamo nelle condizioni di affrontare questo ulteriore esborso. Chiediamo quindi il Vostro aiuto al fine di evitare di incorrere nel pignoramento dei beni intestati a mamma Rita. Grazie infinite.

    Clicca qui per accedere alla pagina di Paypal. La donazione è comunque libera.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non ci posso credere. incredibile. impossibile. di che si tratta? perchè tua madre?
      potresti pubblicare la sentenza?
      ha a che fare con la geoingegneria?
      è una persecuzione.
      ecco cos'era questo silenzio.
      un abbraccio forte.
      tenete duro.
      pagheranno anche loro. tutti. uno per uno.

      Elimina
    2. Purtroppo non posso pubblicare la sentenza, che finirebbe subito nelle mani della disinformazione. Per i dettagli è il caso usare la posta elettronica.

      Elimina
    3. mi pare di ricordare che ti leggono pure quella. lascia stare

      Elimina
    4. E' sufficiente che ti dica che questa non è la prima volta. Ci stanno perseguitando dal 1988.

      Elimina
    5. Direi su commissione. hanno colpito per vendetta di questo articolo o era già prevista la sentenza?

      Elimina
    6. La sentenza è stata emessa subito dopo.

      Elimina
  20. Quest'ultima sentenza è solo l'ultima di una serie che ha confermato, una volta di più, che a vincere sono sempre i delinquenti che possono mettere le banconote nelle tasche dei giudici.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ditemi con quale coraggio si può condannare una vedova con 900 euro al mese a 18.400 euro di spese processuali da cacciare fuori in 10 giorni. A prescindere dalla sentenza truffa...

      Elimina
    2. inaudita violenza.
      istigazione a delinquere.

      Elimina
  21. ragazzi, dobbiamo anticipare la donazione, facciamo un piccolo sacrificio, ora, non c'è tempo. diamo loro la risposta che si meritano. loro sono pochi. noi tantissimi.
    ho appena fatto la mia donazione.

    P.S.
    vostra madre ha proprio la faccia di una bravissima persona. salutatecela da parte nostra.

    RispondiElimina
  22. La controparte, nel 2004, aveva posto dei macigni e piantato dei paletti nel cortile condominiale, impedendo di fatto l'accesso al garage di proprietà (che in una sentenza precedente ci è stato sottratto). L'azione fu impugnata da nostro padre e da nostra madre ed in primo grado vincemmo. Ora la sentenza viene incredibilmente ribaltata.

    RispondiElimina
  23. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis