martedì 17 maggio 2011

La frattura

Ha ragione chi afferma che gli attivisti delle associazioni ambientaliste sono spesso persone in buona fede.

Qualche settimana fa, camminando per una via del centro, fui invitato da una garbata signora a prendere un volantino in cui si esortavano gli Italiani a recarsi alle urne in occasione dei tre referendum, fissati per giugno: il referendum sulla privatizzazione dell'acqua, la consultazione concernente il nucleare e quella relativa al legittimo impedimento. E' naturale che sono temi rilevanti, sebbene sia probabile che il quorum, a causa dell'ostruzionismo operato dai media di regime, non sarà conseguito.

Approfittai dell'occasione "propizia" per sondare il terreno: così, agganciandomi ai problemi connessi ai quesiti referendari, chiesi all'attivista se fosse al corrente delle operazioni di geoingegneria. Ovviamente ella cadde dal pero: l'organizzazione, nella fattispecie “Legaambiniente”, alla quale l'elegante signora era iscritta, l'aveva tenuta all'oscuro delle scelleratezze perpetrate dai militari. Decisi di delineare il tema cui ella si dimostrò interessata, invitandola ad osservare ogni giorno il cielo, per verificare de visu, le condizioni meteorologiche. Quel giorno, fatalità, era in atto un fermo tecnico, sicché nel firmamento azzurro si erano formati dei corposi cumuli: non si vedeva neanche una scia né si udiva il rombo degli aerei. La mia interlocutrice, un po' turbata, ma attenta, avrebbe così poi potuto constatare la sensibile differenza tra una rarissima giornata naturale e le settimane devastate dalle irrorazioni.

L'episodio che ho raccontato, pur nel suo carattere aneddotico, è indice di una profonda frattura tra la base ed i vertici, all'interno dei gruppi ecologisti. Sono movimenti sovente creati da esperti di ingegneria sociale: gli stessi movimenti che si battono contro la costruzione di impianti atomici sono stati fondati da convinti nuclearisti ed i "paladini" della natura sono, in verità, uomini organici al sistema che, in modo fraudolento, puntano SOLO sulla riduzione delle emissioni di CO2.

Come giudicare dunque le crociate di “Greedpiece” contro il nucleare? Hanno un duplice fine: in primo luogo contribuiscono ad accrescere il credito dell'associazione, inoltre convincono cittadini sensibili a donare il 5 per mille o a prendere la tessera, rimpolpando i bilanci dell'associazione. E' un modo come un altro di carpire la fiducia dei cittadini e di spillare loro dei soldi. Adotta strategie simili e si prefigge analoghi obiettivi il famigerato C.I.C.A.P.

Dunque soci e simpatizzanti sono ammirevoli per il loro impegno a favore dell'ambiente, ma purtroppo sono marionette mosse da coloro che si divertono pure a servirsene per i loro turpi scopi. Li sfruttano mandandoli a pulire le spiagge gratis et amore Dei, li derubano con le quote associative, rispondono in maniera minatoria a quei pochi iscritti che li interpellano sulle scie chimiche. Cornuti e mazziati! Lo stesso accade con tutte quelle fondazioni che fingono di usare i denari donati dai benefattori per studiare terapie contro i tumori o altre affezioni. Alla buon'ora! Da decenni, con il loro affettato fariseismo Veronesi e soci, questuano somme di qua e di là e le neoplasie sono sempre più diffuse, sempre più aggressive! Più che incompetenti, molti oncologi sono avidi, del tutto disinteressati a trovare cure efficaci. I capitali si impiegano per creare nuove malattie, armi chimico-batteriologiche, vaccini letali e farmaci dannosi. Altro che investimenti per la salute!



L'uomo medio riuscirà a comprendere che lo stanno intossicando con le più volgari menzogne, oltre che con i veleni? Forse un giorno comincerà a fiutare l'inganno: allora, aperto un occhio, comincerà a porsi qualche domanda, senza trovare, però, le risposte giuste, poiché la verità che avrà trovato sarà solo una realtà addomesticata. Il percorso verso la rivelazione finale sarà lungo e disagevole. La verità, infatti, è come una matrioska: ne trovi sempre un'altra dentro.


Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.


Chi è Wasp? CLICCA QUI

CHEMTRAILS DATA

Range finder: come si sono svolti i fatti

57 commenti:

  1. Grande Straker! Purtroppo quelli di greenpiece sono ragazzi in buona fede (mi ricordano molto i poveretti che lavorano nei call center) che sono sfruttati dalla stessa società che finanzia le operazioni di geoingegneria. Il problema è che l'italiano medio è troppo ignorante e pigro per cercare da solo la verità, basta vedere sui blog la considerazione che nutre un individuo come attivissimo e qui chiudo. Un saluto a tutti!

    P.S.: Ho apprezzato le considerazioni in chiave alchemica di Paolo, i loro piani per quanto nefandi possano sembrare sono destinati ad un misero fallimento. Non può che essere così.

    RispondiElimina
  2. NO AL NUCLEARE

    Al referendum del 13 giugno, vota sì per dire no al nucleare, alla privatizzazione dell'acqua e contro il legittimo impedimento. Ricorda che i governi, le istituzioni, le fondazioni, gli enti "scientifici" formano una cricca che imbroglia e deruba i cittadini. Vanifica con il "sì" i piani delle corporations. Infine non destinare l'otto per mille né allo stato né alla Chiesa cattolica, non versare il cinque per mille ad associazioni e fondazioni che fingono di difendere la salute e l'ambiente.

    RispondiElimina
  3. E' vitale andare al referendum del 12-13 Giugno, loro ci vogliono fregare ma spero che la rete faccia il suo lavoro di vera informazione!

    Io intanto ho posto alcuni banner-promemoria sul blog!

    RispondiElimina
  4. "They will not control us, they will not degrade us"

    RispondiElimina
  5. Paolo ha ragione: oggi è di moda, ad esempio, calunniare i Rosacroce, confraternita di iniziati probissimi, attribuendo loro ogni nefandezza.

    RispondiElimina
  6. [...]Il problema è che l'italiano medio è troppo ignorante e pigro per cercare da solo la verità, basta vedere sui blog la considerazione che nutre un individuo come attivissimo e qui chiudo[...]

    Gigettosix, la tua analisi è vera in parte.

    Nonostante la scarsissima pubblicità data dai media, il 98% dei votanti (60%) sardi (lo ripeto forte) sono andati alle urne il 14 e 15 maggio e hanno detto NO AL NUCLEARE.

    Riandranno anche a giugno e con loro anche il resto d'Italia per ribadire il rifiuto al nucleare.

    Mike

    RispondiElimina
  7. Che altro aggiungere, Condivido in pieno l'articolo. ;-)

    RispondiElimina
  8. Diamo una mano ai nostri governanti: togliamogli il giocattolo nucleare.

    RispondiElimina
  9. Nucleare, scie chimiche e onde elettromagnetiche, tre nemici pericolosissimi.

    Da pochi giorni il governo italiano ha partorito un progetto per installare il wi-fi in tutte le scuole entro il 2012 (vedi info relative). Con un po' di buona volontà e di informazione potremmo provare a fargli fare un bel buco nell'acqua?

    Diamoci da fare come nel caso dei vaccini per l'influenza suina.

    Io ho preparato un dossier sui danni da wi - fi cellulari e cordless, e un modello di lettera da personalizzare e sottoporre a docenti, genitori, impiegati, bidelli, dirigenti scolastici.

    RispondiElimina
  10. SE qqualcuno ha un volantino o qualcosa di simile già pronto a favore del si per il referendum, altrimenti mi arrangio, così venerdì sera quando rientro mi metto a stampare e sabato e domenica tappezzo il mio paesino e un po' della zona. Non sarà molto, ma è troppo importante questo SI... Maledetti l'acqua è di tutti!!!

    RispondiElimina
  11. Umberto Veronesi non vivrà in eterno: chi metteranno al suo posto dopo di lui? Forse i fautori del nucleare si estingueranno naturalmente, per raggiunti limiti d'età. Sono una casta in via di disfacimento?
    Quello che mi scoccia è che il Luminare sia vegetariano e propagandi l'alimentazione vegetariana, ma sul suo conto gli animalisti avevano da anni ben più di un sospetto, dal momento che, pur vegetariano, è sempre stato favorevole alla vivisezione. Forse è un tipico esempio vivente di "gatekeeper".
    D'altra parte, anche fra gli studiosi di complottismo (non uso più il termine complottisti), se ne sono sentite di tutti i colori. Penso alle discussioni su LuogoComune, con utenti che, siccome Veronesi è vegetariano, condannavano in toto l'alimentazione "cruelty free", arrivando a conclusioni comode e vigliacche. Ecco, cadere dalla padella alla brace, nei propri ragionamenti, non mi sembra una cosa molto saggia: ci sono delle vere teste di legno anche fra di noi.

    Greenpeace: molti anni fa rischiai una ramanzina da parte del direttore didattico per aver lasciato il posto di lavoro, per andare fino a Milano a vedere un documentario di Greenpeace in anteprima in Italia.
    Vi si vedevano alcuni attivisti contrastare l'uccisione dei cuccioli di foca in Canada. Erano gli anni Ottanta.
    Ora sospetto che quelle prime iniziative servissero a catturare le simpatie degli zoofili, per inquadrarli in una associazione con tanto di tesseramento. Per fortuna, sono sempre stato refrattario ad iscrivermi alle associazioni, ho preferito fare il cane sciolto e mi sono sempre sentito libero di criticare anche i miei...compagni di lotta. La conseguenza è stata, spesso, l'isolamento, ma in ogni modo l'ambiente e gli animali, purtroppo, hanno continuato - e continuano tuttora - a essere massacrati. Si può parlare di fallimento delle associazioni?

    RispondiElimina
  12. Giorni fà,in un mio commento,invitavo ad andare a votare PER I REFERENDUM,prontamente è stato sostenuto che non serve a niente perchè il governo fà quello che gli pare in ogni caso.
    Con piacere noto che adesso molti invitano ad andare a votare...

    RispondiElimina
  13. La Sardegna è stata invasa, da sempre, da basi militari, depositi di ogni tipo, radar e quant'altro.

    Tutti i sardi hanno risposto egregiamente, gridando (col NO AL NUCLEARE) la loro assoluta contrarietà ad essere trattati come carne da macello.

    Hanno urlato forte che ogni decisione importante DOVRA' passare attraverso il loro consenso.

    Il passaparola (non solo internet) ha funzionato, nonostante l'attuale silenzio sul disastro di Fukushima che ancora oggi incombe su mezzo mondo, per non dire tutto.
    I media non ne danno più notizia se non CON TRAFILETTI a fondo pagina.

    Ma la gente non è così stupida quanto sembri.

    E' proprio di oggi la notizia di un attentato incendiario contro la casa di persone che hanno concesso un terreno per l'installazione di un radar "di profondità" (cita testualmente il giornale La Nuova Sardegna) tra Alghero e Stintino, in barba alla contrarietà degli abitanti del posto.

    Pur condannando il gesto (senza se e senza ma), devo purtroppo prendere atto del fatto che la popolazione è stufa.

    Dovremmo vivere in pace e progredire.

    Invece...

    Mike

    RispondiElimina
  14. Ovviamente nessuno si prende la briga di cercare alluminio e bario.

    Hanno messo in ginocchio l'economia di un'intera regione.

    MORTE A QUIRRA.

    RispondiElimina
  15. Caro Mike,viva i sardi almeno reagite e non fate come le pecore venete(non tutti però!).
    Tutto il casino di malefici aggeggi militari che ci piove addosso lo dobbiano ai nostri cari "liberatori",ormai l'america è da considerarsi fallita con 14,300 miliardi di dollari di debito ma nonostante il pauroso debito hanno spese militari ancora più paurose anche se riescono ad accollarne una parte ai cosiddetti paesi "ospitanti" che beneficiano(!) della loro protezione.
    L'Italia non ha più sovranità in nulla,finchè le cose restano così non abbiamo speranza di uscire da questa situazione a meno di accadimenti non propriamente pacifici,accadimenti che se continua così non li vedo così improbabili.
    Ci sono forti proteste in Spagna,ma le nostre care tv di regime non ne parlano.

    RispondiElimina
  16. Non ci sono i soldi per le famiglie e le pensioni, ma per le spese militari ci sono eccome,
    a costo di farci mangiare pane e acqua.
    TUTTI SERVI di quattro merdosi.

    RispondiElimina
  17. Andrò a votare, sperando di fare un dispetto a Berlusconi e alla sua 'gang' di ministri nonchè a Veronesi ed al CICAP. Ma poi quelli sono furbi più del diavolo e la frittata te la rigirano a piacimento. Sono anche bravi ad inventarsi emergenze mai esistite come nel caso dell'aviaria.

    Ma anche se dovesse andar bene per loro, non faranno in tempo ad impiantare nuove centrali nucleari. Il ciclo sta per chiudersi e per tutta quella brutta gente è ormai troppo tardi.

    RispondiElimina
  18. Mi congratulo con paolo,vi ricordo che la società francese Veolia a cui il governo Berlusconi e Bossi vuole dare in appalto l'acqua italiana è stata estromessa dalla gestione dell'acqua parigina dopo le proteste dei residenti tornando pubblica e non è l'unico caso!.
    Il nostro caro governo vuole dare l'acqua ai francesi per compensarli della perdita dei contratti per la costruzione delle nefande centrali nucleari,lo sanno pure loro che gli iitaliani il nucleare NON LO VOGLIONO!!!.

    RispondiElimina
  19. @Damocle: "l'america è da considerarsi fallita con 14,300 miliardi di dollari di debito ma nonostante il pauroso debito hanno spese militari ancora più paurose"

    Parole sante, i soldi per le bombe si trovano sempre mentre per aiutare la gente ad arrivare alla fine del mese non si trovano mai!

    RispondiElimina
  20. Vorrei ricordare a tutti quanti altre "uscite" clamorose e mirabolanti del signor Veronesi, invitandovi a leggere sia gli articoli che i video dei quali inserirò i link, per farvi meglio comprendere di che pasta è realmente fatto l' "insigne oncologo".

    1) Veronesi si dice certo della bassissima incidenza di inceneritori e nanoparticelle sulla casistica tumorale e, poco tempo fa, invitato in una trasmissione Rai, ha affermato che il rischio degli inceneritori sulla salute è pari a zero. Perchè ne è certo? "Perchè i suoi esperto glielo hanno giurato!": http://www.youtube.com/watch?v=B5Zou-1MXQg&feature=player_embedded#! (non credo ci sia bisogno di sottolineare la strana reazione avuta subito dopo aver notato di essere filmato...)

    Chi siano i suoi esperti non è dato saperlo, ma se volete è molto semplice sapere chi finanzia l'associazione della quale egli e i suoi esperti fanno parte...

    2) Veronesi, non prendendo in considerazione tutti gli studi condotti sino ad ora sugli OGM, ignorando così il principio di precauzione, afferma che gli OGM sono "sicuri e senza rischi": http://www.repubblica.it/2004/j/sezioni/politica/ogmo/docuvero/docuvero.html

    Nel caso di un particolare e ormai famoso pomodoro OGM ha anche affermato che "preverrebbe il cancro solo perché più ricco di vitamine di quelli normali".

    Tuttavia, cinque anni di ricerche della dottoressa Manuela Malatesta hanno dimostrato, nei ratti alimentati con diversi cibi OGM, anomalie al fegato, ai reni, ai testicoli, confermando i gravi pericoli per la salute già evidenziati da altri ricercatori.

    Ma questi pericoli, questi ripetuti allarmi, sono stati regolarmente ignorati e boicottati, sia negli ambienti scientifici che in quelli della politica e, addirittura, anche capovolti dal signor Veronesi.

    Inoltre, il professor Junten Zentek, ha anche dimostrato che, alimentando cavie con mais OGM per successive generazioni, queste perdono la capacità di riprodursi, diventando sterili.

    3) Ed ora che fa il signor Veronesi? Ci rassicura sul nucleare dichiarando che "è sicuro", "che non è mai morto nessuno" e che "per le scorie nucleari non ci sono pericoli". Chi gliel'avrà giurato stavolta?

    Veronesi finge di non sapere che alcune neoplasie come le leucemie, il tumore del polmone, del colon, della mammella, della tiroide e della vescica sono particolarmente sensibili agli effetti delle radiazioni.

    In un articolo recentemente pubblicato su Cancer Research si sostiene, vieppiù, che le radiazioni oltre a generare un singolo tumore, ne possono produrre multipli: http://lescienze.espresso.repubblica.it/articolo/Effetti_delle_radiazioni:_rischio_di_tumori_multipli/1344729

    http://cancerres.aacrjournals.org/content/70/18/7187.abstract

    E' scientificamente provato che le leucemie infantili a 10 km dalle centrali sono il 120% più frequenti che nelle altre zone, ma Veronesi ignora anche questo.

    Di fatti, le centrali nella loro normale operatività non sono affatto sicure.

    Consiglio a tutti quanti di guardare questa puntata di Presa Diretta per rendervene conto: http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-ffa965e8-58f1-43a9-b9d5-9555b5cb5f9e.html#p=0


    p.s. Non dimentichiamo che recentemente Veronesi è stato eletto "Garante Scientifico del CICAP"...

    RispondiElimina
  21. @ Jack Sparrow: sul Web puoi trovare diversi volantini. Sono quasi tutti marchiati da simboli di partiti ma, in questo caso, ciò che conta è informare, andare a votare e raggiungere il quorum. Scrivi, ad esempio, "volantini 12-13 giugno pdf" su Google.

    Tanto per rispondere ad una delle più grandi cavolate dette nel video da Veronesi preciso che è palesemente falso il fatto che il nucleare ci possa dare indipendenza energetica, in quanto il combustibile di cui necessitano le centrali (l'uranio) proviene da paesi stranieri, è scarso e dunque soggetto ad esaurimento (tra 60-65 anni terminano le sue scorte) e il suo prezzo è in continuo aumento (basti pensare che dal 2001 al 2007 il suo prezzo è aumentato del 1000%).

    Diventeremmo uranio-dipendenti creando così una totale sottomissione alle politiche economiche delle multinazionali, come è oggi per il petrolio e il gas, mentre per le rinnovabili il sole e il vento sono gratis e a disposizione per secoli.

    Tra l'altro diventeremmo dipendenti dall'estero anche per la tecnologia, visto che il nuovo reattore EPR è un brevetto francese.

    Non credo si debba essere dei geni per capire che sia la costruzione di centrali (AREVA-EDF) che la privatizzazione della distribuzione dell'acqua (VEOLIA) siano una mossa forzata conseguente all'abile acquisizione, da parte dello stato francese, di 500 miliardi di euro del nostro debito pubblico.

    RispondiElimina
  22. Ben detto Bacab...e ben ritrovato!!

    Sapete già tutti cosa penso di veronesi l'impostore criminale.

    Mike

    RispondiElimina
  23. Allora che i francesi ci facciano fallire andando all'incasso dei 500 miliardi di euro,vediamo poi l'europa che fine fà e se avessimo governanti con le palle a tale mossa l'Italia dovrebbere reagire uscendo sia dalla UE ma soprattutto dalla NATO e poi vediamo chi ride.
    Signori,siamo governati da sparaballe inverecondi per non dire criminali,a quanto sembra basta credere l'inverso di quanto affermano per avere la ragionevole certezza di essere nel giusto,esattamente come si deve fare con le affermazioni del funesto CICAP.
    Ormai il re è nudo.

    RispondiElimina
  24. http://www.disinformazione.it/acqua_profitto.htm

    Cari banchieri,quando cè da rapinare siete sempre in prima fila.

    Votare SI' a tutti i referendum.

    RispondiElimina
  25. Le proteste spagnole:
    http://www.kaosenlared.net/noticia/seguimiento-extienden-toda-espana-acampadas-permanentes-tras-manifesta

    RispondiElimina
  26. Scusate,forse come ho riportato la cifra del debito USA può dare adito ad errori,i 14,300 sono da leggersi come quattordicimilatrecento miliatdi di dollari,nà fesseria.

    RispondiElimina
  27. Intanto il sito sul modello di propagazione della nube radioattiva di Fukushima è irraggiungibile da diversi giorni.
    link:
    http://www.climascienza.it/index.php?option=com_wrapper&view=wrapper&Itemid=34

    RispondiElimina
  28. Complimenti per l'articolo, e grazie a Bacab per le informazioni da aggiungere alle malefatte di quell'infame, pseudo oncologo e pseudo medico.

    Andrà come andrà, l'importante è non cedere, MAI!

    Continuo a seguirvi e a leggere.

    Max

    RispondiElimina
  29. Aggiungerei a quello gia' sottolineato da Bacab, parlando di densita' energetica, la seguente osservazione di natura "bilancio energetico" :

    Bene, l'Uranio-235 possiede una densita' energentica di circa 80.000 GJ/kg mentre il petrolio possiede una densita' energetica di "soli" 40 GJ/kg.
    Bene, cosi' sembrerebbe trasparire un enorme convenienza (ad un occhio poco attento) nell' utilizzo della fonte nucleare data la sua altissima densità energetica.
    Tuttavia, bisogna ricordare che l' Uranio-235 non si trova libero in natura, un grammo di tale isotopo si ricava, mediamente, da 7 tonnellate di minerale in miniera.

    Cosa significa questo? A conto i fatti, il potere calorifico (quantità massima di calore che si può ricavare dalla combustione completa di 1 kg di sostanza combustibile) del minerale contenente U-235 è, mediamente, di "10 MJ/kg".
    Il potere calorifico del petrolio è di 42 MJ/kg, quello del carbone di 30 MJ/kg e per la legna 17 MJ/kg, quindi dire che il nucleare implica una fonte energetica ad altissima densità energetica è nel migliore dei casi una bugia e una menzogna scientfica. Siamo infatti sullo stesso ordine di grandezza degli altri combustibili, e su valori relativi inferiori. Buona notte a tutti.

    RispondiElimina
  30. Ho commesso un errore, correggo: la densita' energetica del petrolio non e' di 40GJ/kg bensi' mille volte inferiore. (40MJ/kg)

    RispondiElimina
  31. Anche il sito dell'Università del Maryland che riporta le variazioni del materiale radioattivo che fuoriesce da Fukushima non viene più aggiornato dal 27 aprile.

    ahttp://www.atmos.umd.edu/~tcanty/hysplit

    RispondiElimina
  32. Ciao ragazzi, ho letto che alcuni di voi cercavano qualche "file" per stampare volantini... girando in rete ho trovato questo link, ce ne sono di vario tipo..

    http://www.acquabenecomune.org/spip.php?article7254

    RispondiElimina
  33. ...e veronesi e company si sfregano le mani...

    RispondiElimina
  34. Ho letto i vostri commenti amici, complimenti a tutti, specialmodo all osservazioni di Bacab e di alzategliocchi! Bravi!
    @Rosario: Ho "seminato" per ricevere info sulla questione azoto, SPERO di ricevere notizie quanto prima!

    RispondiElimina
  35. grazie antitanker!
    Veolia domina in tutti i settori qui in Francia è ovunque. Vorrei aggiungere il contentino dei francesi che sosterranno Draghi alla candidatura come presidente BCE.
    Davvero complimenti Bacab e alzategliocchi, bravi si!

    Non vorrei sembrar ripetitivo, ma oggi è stata una giornata devastante, non so neanche come descriverla, la peggiore che abbia mai visto...in cielo!

    RispondiElimina
  36. TESTIMONIANZA

    Ciao Rosario, settimana scorsa sono andato in Germania con l'aereo e nel volo di andata ho visto molti aerei passare sotto (ad un centinaio di metri), incrociarsi e addirittura aerei alla stessa altezza; uno con scia e l'altro senza.
    Ho rammarico perchè non potuto realizzare nessun video, dato che il personale di bordo ed un passeggero vicino sono stati fiscali... vabbè!
    Cmq un particolare che ho notato almeno quel giorno è che tutti gli aerei che rilasciavano scie chimiche erano di livrea bianca e rossa.

    PS: A Francoforte e in tutta quella zona sono davvero tempestati di scie. In una settimana non ho mai visto cose del genere, nemmeno nei video. Lì dicono che non piove da febbraio.

    Saluti

    Simon

    RispondiElimina
  37. Un saluto e ringraziamento a tutti per gli interessanti commenti di varia natura in calce a questo bell'articolo.

    RispondiElimina
  38. bene, allora quando mi fu impedito di filmare sul Tunisi - Malpensa non era un caso, ma la routine. A casa spesso osservo A340 sciare, bianchi con la coda rosso molto acceso, quasi arancione. Qui in Francia denunciano la primavera più secca degli ultimi 80 anni.

    RispondiElimina
  39. Per costruire una centrale nucleare occorrono circa dieci anni. Per cui, ad essere ottimisti ovviamente dal loro punto di vista, potremmo averne qualcuna di nuove non prima del 2021 o 22.

    Spiacente, non faranno in tempo. E anche se ci provassero, glielo impediremo.

    RispondiElimina
  40. Hanno arrestato il Giudice Boccalatte, ex presidente del Tribunale di Sanremo. Gioisco!

    RispondiElimina
  41. Quando impediscono di filmare a bordo degli aerei si dovrebbe improvvisare una piccola conferenza coinvolgendo i passeggeri e spiegando loro cosa succede fuori invitandoli a guardare dai finestrini,a questo punto cosa si rischia?.
    Per me niente di serio a parte una reazione isterica da parte dell'equipaggio,esprimere quello che si pensa non è reato purchè non si inciti alla violenza e non si insulti le autorità.

    RispondiElimina
  42. Qualora alcuni di voi volessero approfondire la questione nucleare, raccomando la lettura e l'ascolto delle seguenti interviste:

    1) Intervista a Guido Raia, ingegnere nucleare: "Il nucleare in Italia, al di là della sicurezza, non conviene!" : http://www.step1.it/index.php?id=6956-il-nucleare-non-conviene

    2) Intervista al professor Luigi Sertorio, forse la voce più autorevole, in Italia, nel campo nucleare, il quale smantella letteralmente tutte le menzogne e le tesi architettate e diffuse per creare consenso verso l'energia nucleare: http://www.youtube.com/watch?v=Gw6GYCpr_Gg&feature=player_embedded

    Ricordo che il professore in questione ha lavorato al CERN di Ginevra, all'Institute for Advanced Study di Princeton e al Los Alamos National Laboratory. Per tre anni è anche stato Direttore del programma Workshop alla Divisione Scientifica della NATO e, a Torino, ha tenuto il corso di Meccanica Statistica e il corso di Ecofisica.

    3) Intervento chiaro e conciso sui rischi e gli svantaggi del nucleare del Fisico Gianni Mattioli, professore de l'Università La Sapienza di Roma: http://www.youtube.com/watch?v=HN6VKuE5HQI

    4) Intervista a Massimo de Santi, Fisico nucleare all'università di Pisa: http://www.youtube.com/watch?v=hN5Vkn3ULtM

    RispondiElimina
  43. A proposito di progetti folli... guardate qui.

    RispondiElimina
  44. Termino, sfatando un "mito".

    E' vero, a volte acquistiamo l'energia elettrica, prodotta dalle centrali nucleari, dalla Francia, ma tenete bene a mente questo particolare: l'energia nucleare non è immagazzinabile, quindi l'Italia (l'Enel) acquista il surplus di energia che la Francia produce di notte pagandola, così, "sottocosto" (in questi casi si tiene conto delle fasce orarie). L'Enel, acquistando questo surplus, fa funzionare le turbine delle nostre centrali idroelettriche.

    Pertanto il fatto che la bolletta sia cara perchè acquistiamo energia "a caro prezzo" dall'estero è una grossa balla. Anzi, paradossalmente tale importazione diventa una vera e propria occasione di lucro e non di perdita.

    Dunque, vi chiederete, perchè la bolletta italiana è tra le più alte dei paesi d'Europa?

    A causa delle imposte.

    Il costo della boletta è, infatti, così ripartio:

    - costi di approvvigionamento: 64% (di cui 54% prezzo dell'energia)

    - imposte: 14%

    - costi di rete: 14%

    - oneri generali del sistema: 8%

    E, tali oneri, sono così suddivisi:

    A3 incentivi alle fonti rinnovabili e assimilate (termovalorizzatori) (CIP6): 5,8%

    A4 finanziamenti di regimi tariffari speciali (ex acciaierie, Ferrovie): 0,9%

    A5 ricerca e sviluppo: 0,1%

    A6 costi incagliati: 0,4%

    UC4 imprese elettriche minori e isole minori: 0,1%

    A2 smaltimento delle centrali elettronucleari e scorie: 0,9%

    Per capirci meglio, su una bolletta di 100 € paghiamo circa 1 € per lo smantellamento delle vecchie centrali nucleari dismesse, che sono ancora tutte dove furono lasciate dopo il referendum del 1987, nonchè la gestione delle realitive scorie radioattive.

    Ma, la cosa assurda e folle è questa: paghiamo molto più per i CIP6 (circa 3-4 miliardi di euro ogni anno) ovvero per finanziare i termovalorizzatori, impianti che bruciano rifiuti non biodegradabili! E questa degli incentivi per i CIP6 è una palese infrazione alla direttiva europea sulle fonti rinnovabili.

    Quanti di voi avevano pensato di finanziare solo le rinnovabili?

    RispondiElimina
  45. sul cfr e la geoingegneria, leggete please:

    In questo video a partire dal minuto 02:40, M. Granger Morgan afferma: "Prima di tutto, naturalmente, si stanno spendendo un sacco di soldi per assicurarsi che una parte molto consistente del pubblico rimanga totalmente confusa su questo e, voglio dire, è stato davvero molto dannoso. Ma ci sono state decine di milioni di dollari spesi per ogni piccola cosa che si presenta, che potrebbe, sapete, riferirsi a qualche incertezza. " ...... (continua al link sopra indicato)

    RispondiElimina
  46. http://www.youtube.com/watch?v=XIzOeYA5n5g&NR=1

    RispondiElimina
  47. Simpatica l'intervista a Veronesi. Secondo l'eminente scienziato esisterebbero degli 'impianti più sicuri di altri'.E soggiunge candidamente:'Dobbiamo scegliere'. Proviamo ad indovinare quali sono gli 'impianti più sicuri di altri'.

    Immagino che sono quelli forniti da aziende più in grado di altre di erogare mazzette stramilionarie. Per gli 'scienziati' la sicurezza viaggia così.

    Sono molto preoccupato. Lo scenario che ci circonda è sempre più cupo. C'è un limite a tutto: nella fattispecie agli inganni sistematici, alla disonestà e alla fame di denaro. Berlusconi s'è blindato a suon di milioni di euro nel suo Governo di malfattori e così crede di farla franca.

    Ma mi spiace per lui. Vedo all'orizzonte un quadro di violenza inaudita. Temo che abbastanza presto si metta male per tutti quanti.

    RispondiElimina
  48. Grazie Mr.Jones.

    I media mi fanno vomitare.

    Mike

    RispondiElimina
  49. Nucleare o non nucleare, siamo sull'orlo del burrone.

    RispondiElimina
  50. Ciao a tutti, leggevo su arkiv un articolo "scientifico" che mette in luce come nelle ore precedenti il terremoto di Haiti del gennaio 2010 i dati provenienti dal veicolo spaziale Demeter mostravano un aumento significativo della frequenza dei segnali radio ULF.

    Allo stesso tempo, le osservazioni satellitari mostano un notevole aumento delle emissioni di raggi infrarossi da sopra l'epicentro, che ha raggiunto un picco nelle ore prima del terremoto. In altre parole, l'atmosfera si stava riscaldando.

    Mirabolanti giustificazioni per questi strani fenomeni, roba da vomito scientifico. Nessun accenno ad HAARP.
    http://arxiv.org/ftp/arxiv/papers/1105/1105.2841.pdf
    http://www.technologyreview.com/blog/arxiv/26773/

    Potessimo misurare l'energia sotto forma di rabbia repressa della popolazione mondiale arginata a stento con le menzogne, il Cicap, Veronesi, ...issimo, i media ...

    @ Damocle
    Non ti dico la sorte che immagino per piloti e hostess che per quattro denari vendono la loro integrità etica e morale al demonio.

    RispondiElimina
  51. Damocle, sarebbero capaci di lanciarti dal finestrino, se potessero. Il personale di volo ed i piloti sono perfettamente al corrente di tutto.

    RispondiElimina
  52. "Allo stesso tempo, le osservazioni satellitari mostano un notevole aumento delle emissioni di raggi infrarossi sopra l'epicentro, che ha raggiunto un picco nelle ore prima del terremoto. In altre parole, l'atmosfera si stava riscaldando."

    Riferito al commento precedente l'articolo scientifico di Arxiv si riferiva al terremoto del Giappone del 3/11/2011. Scusate.

    Il mio commento si riferiva al fatto che tutti i dati scientifici ammettono che si sono osservate onde ULF o riscaldamento ionosferico prima dei due terremoti rispettivamente di Haiti e Giappone ma nessun scienziato ha il coraggio di indicarne le cause ovvero HAARP.

    RispondiElimina
  53. Ron, gli "scienziati" affermeranno che la causa del riscaldamento ionosferico è l'onnipresente biossido di carbonio.

    Ciao

    RispondiElimina
  54. Segnalo questa:

    Ahmadinejad: paesi europei hanno impedito arrivo nubi da pioggia in Iran, li denunceremo

    http://italian.irib.ir/notizie/iran-news/item/92346-ahmadinejad-paesi-europei-hanno-impedito-arrivo-nubi-da-pioggia-in-iran-li-denunceremo

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis