mercoledì 15 agosto 2007

La N.A.S.A. nasconde la verità sul Global Warming

Quando si parla di enti ufficiali, si pensa di poter dar totale credito alle loro dichiarazioni ed alla mole di documenti da essi presentata. Si dimentica che tali "autorità" vengono finanziate da poteri occulti che a tutto mirano, fuorché a presentarci come stanno veramente le cose. Così è anche, se non soprattutto per la N.A.S.A. la quale, in questi mesi, si è prodigata non poco per manipolare ad arte le informazioni che, di volta in volta, giornalisti poco attenti (o corrotti?) hanno diffuso.

Come non ricordare i balzani progetti dell'ente spaziale statunitense di filtrare la luce solare, tramite la diffusione nell'atmosfera di tonnellate di particelle immesse attraverso appositi cannoni, o il programma per raffreddare la Terra e ridurre (secondo loro) il cosidetto riscaldamento globale. E' questo un modo per legittimare le scie chimiche, vera causa (oltre alla maggiore attività solare, al cambiamento della risonanza Schumann e ad H.A.A.R.P.) dell'attuale innalzamento delle temperature medie.

Non dimentichiamo poi il progetto nazionalsocialista di rieducazione e condizionamento dei bambini di tantissime scuole nel mondo (con la collaborazione attiva dei governi e delle istituzioni locali), col malefico intento di far passare le scie chimiche per normali "cirri aviatici".

Inoltre vogliamo ricordare l'eroico quotidiano impegno, per opera sempre della N.A.S.A., nella modificazione a proprio piacimento, delle mappe satellitari, così da nascondere le attività clandestine di aerosol su quasi la totalità del globo terracqueo.

Ciliegina sulla torta è la notizia di questi giorni che ci rivela, ancora una volta, la bieca abitudine dell'ente spaziale statunitense nella costante e capillare manipolazione degli studi sui quali poi, ahinoi, giornalisti rimbambiti e scienziati nonché politici prezzolati, basano le loro farneticazioni ed i loro mantra sul "Global warming" ed il CO2.

Ecco la notizia, comparsa sul sito leonardo.it, dalla quale si evince che anche i dati sulle temperature, calcolate dall'inizio del secolo scorso ad oggi, sono stati falsificati per dare credito alla teoria dell'"effetto serra"di origine antropica.


Le ultime sconcertanti rivelazioni indicano che non è più il 1998 l'anno più caldo, ma è il 1934 e ben 5 tra gli anni roventi del 900 si collocano prima della seconda guerra mondiale!
Clicca l'immagine per rimpicciolirla

Un gruppo di scienziati statunitensi guidati dal climatologo Steve McIntyre, analizzando i dati delle temperature prodotti dalla NASA per la realizzazione di modelli climatici, ha trovato alcune discrepanze nei valori degli ultimi decenni. Mentre controllava alcuni dati storici ha notato una discontinuità nei valori termici tra la fine degli anno 90 e i primi anni del nuovo secolo.

I dati, ottenuti da Reto Ruedy e da James Hansen, scienziati della NASA, potrebbero essere stati manipolati per scopi politici ed economici, sostiene il climatologo statunitense Steve McIntyre. La NASA tuttavia, ammettendo la svista, sostiene di non aver alterato intenzionalmente i dati ottenuti.

Secondo le ultime sconcertanti rivelazioni, l'anno più caldo del 900 non è più il 1998, ma bensì il 1934! La nuova classifica pone il 1998 al secondo posto, nella graduatoria delle annate più calde su scala globale, mentre al terzo posto troviamo il 1921. Il dato più interessate che sta creando un certo imbarazzo nel mondo scientifico è che 5 tra i 10 anni più caldi del secolo, si presentano nella prima metà del 900, tutti antecedenti al seconda guerra mondiale!

Inserendo i nuovi dati corretti nei modelli climatici, risulta che le temperature globali hanno subito un aumento, tra la fine de 900 e
i primi anni del nuovo secolo, molto inferiore alle precedenti proiezioni, con uno scarto del 2-4%.

Insomma la propaganda statunitense sul Global Warming potrebbe far parte di un enorme progetto politico su scala globale, con interessi
economici che vanno molto al di là delle nostre conoscenze. Ma la notizia potrebbe essere presto insabbiata dalle grandi multinazionali impegnate nello sviluppo di energie alternative, il grande business del XXI secolo!

Fonte: meteolive.leonardo.it

Articolo originale: digitaljournal.com

6 commenti:

  1. Insomma ci troviamo calati in un incubo degno di un film dell'orrore.
    Ci tocca di sentire che anni lontani e che nessuno può ricordare o perchè non esisteva o perchè era un pargolo furono caldissimi.
    Espedienti, inganni, truffe ideologiche, prese in giro senza mai una fine per questa povera demente umanità.

    Un dato curioso: ieri sera mi trovavo in una zona assai poco illuminata ed osservavo un aereo civile alto circa duecento metri che stava atterrando. Naturalmente aveva i due fari vicini al carrello accesi. In tal modo, grazie ai potenti fasci di luce, riuscivo a vedere distintamente l'incredibile quantità di particolato presente nell'aria che i fari fendevano. Pazzesco, inaudito!
    Ora comprendo anche per qual motivo non serve più una irrorazione quotidiana da parte dei tankers chimici. Le particelle disperse restano in sospensione per diverso tempo e risulta necessario 'rinfrescare' la situazione solo periodicamente.

    L'esperimento di quell'osservatore inglese andrebbe ripetuto anche dalle nostre parti. Unico problema: occorrono lampade da cinque milioni di candele ( non ho verificato a quanti watt tale cifra corrisponda ). Tuttavia un aereo in fase di atterraggio rappresenta una opportunità anche migliore ed unica per vedere la situazione del particolato ad una certa altezza.

    Un'ultima annotazione: quelli della Nasa ed i loro criminal fiancheggiatori possono raccontare tutte le balle che vogliono. Io so solamente che l'infame ondata di caldo che stiamo vivendo quest'anno dura da oltre cento giorni e non accenna a finire. Dormo con le finestre socchiuse dalla metà di maggio! Una cosa quasi uguale s'era verificata nel 2003, ma quest'anno la situazione sembra peggiorata.
    L'innalzamento delle temperature ha tra gli altri, come effetto collaterale, quello di aumentare l'aggressività,la tensione interiore e a stato di insoddisfazione degli esseri umani. Aumentano così gli omicidi, le aggressioni, le rapine, il consumo di droghe e le violenze varie.
    Avverto ormai il sole come una entità nemica che trapana, scortica, brucia la pelle.
    Davvero è mutata l'aura del pianeta. Tutto è pronto e ci stiamo incamminando verso l'ultimo atto che consisterà nella dispersione per mezzo delle scie chimiche dei virus che provocheranno l'ultima peste.
    A quello ci conduce la logica delle cose, logica confermata tra l'altro dalle comunicazioni di alcuni 'channelers'.

    RispondiElimina
  2. La Nasa è abituata a nascondere: è un ente governativo, sovvenzionato dal ministero della Difesa statunitense e da società come la Lokedhead e la Boeing, insomma non proprio aziende pacifiche come la Lego :D ... è la parvenza che vuole darsi di "ente pubblico" che stona sia con i progetti che con la tecnica di divulgazione che adotta: durante le missioni inviate su Marte ha palesemente contraffato migliaia di foto satellitari dei droni orbiter e le foto in loco dei lander e dei rover, così come non ha mai reso di pubblico dominio tutti i negativi prodotti in qualsiasi missione spaziale nota: a cosa serve mettere il segreto militare su delle foto ritraenti dune, sassi e roccie anonime :D ? Perchè io, normale cittadino incensurato (e spero per molto tempo ancora :D ), posso andare a vedere negli archivi delle segnalazioni Ufo inglesi, mentre non posso visionare le bobine dei negativi della Nasa, che tra parentesi vengono tenuti in gran parte segreti sotto il Pentagono? Ma torniamo a noi :D . Quello delle scie chimiche è un problema tanto serio quanto importante, ai fini della conoscenza: la storia ci ha sempre dimostrato che quando si costruisce una dottrina o un progetto basandolo su delle menzogne, prima o poi tutto cade come un castello di carte a cui si dà una schicchera alla base. Il brutto è che a questo mondo la gente si divide in due correnti: sempre per rimanere su quell'esempio, c'è chi rimane stupefatto da quel castello di carta e chiama più gente possibile per far ammirare con il petto gonfio la magnificenza del castello che rimane in piedi nonostante tutto... mentre invece c'è chi ,preso come da una sorta di rabbia, si avvicina irrefrenabilmente al castello di carta e gli dà un colpetto alla base :D , per vedere se casca. Non ci resta quindi altro da fare, che continuare a dare colpetti :D, fregandocene di quelli che ci guardano come se fossimo dei pazzi invasati. Anche se, non so voi, ma io un pò pazzo mi ci sento eccome XD !!! Ma amo guadagnarmi la libertà, che poi è l'unica cosa che ci fa sentire Vivi

    RispondiElimina
  3. Infatti, Paolo. Tutto vero. Non a caso, il 2003 fu un anno caldissimo per via dell'intesificarsi, proprio in quel periodo, delle operazioni di aerosol in Europa.

    Da parte nostra non possiamo far altro che informare il più possibile, nel tentativo di svegliare quante più persone si possa. D'altro canto... come potremmo assistere inermi a tale pianificato genocidio?

    RispondiElimina
  4. E' vero, Paolo, l'atmosfera è satura di particolato assai dannoso per gli esseri viventi oltre che attraversata da letali onde elettromagnetiche di ogni frequenza e lunghezza. Credo che l'umore migliorerebbe notevolmente se potessimo godere di cieli azzurri, del refrigerio di piogge naturali e di scenari verdeggianti, ma la distruzione della natura non è tanto una conseguenza dell'antropizzazione dell'industrializzazione, ma un piano voluto, perseguito con lucida determinazione al fine di spegnere la fiamma dell'anima.
    Urge una risoluzione, prima che tutto precipiti. Gaia si ribellerà? Qualcuno interverrà? Siamo condannati alla conflagrazione?

    Ciao e grazie.

    RispondiElimina
  5. Satira Danzante, la nostra follia è segno di sanità mentale. I veri pazzi sono coloro che avallano le operazioni chimico biologiche su questa massacrata terra, per soldi e potere, ma come diceva un capo tribù Hopi, verrà un giorno in cui gli uomini avranno da mangiare solo le loro banconote. Quel giorno è vicino. Molto vicino.

    RispondiElimina
  6. Satiradanzante, il castello di carte forse un giorno cadrà, ma nel frattempo ne avranno costruiti altri. Il sistema si autoperpetua divulgando menzogne sempre più inverosimili, ma che ripetute, diventano "verità", come disse colui. Ci resta l'amore per la libertà, "ch'è sì cara..."

    Ciao e grazie.

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis