venerdì 17 agosto 2007

Disinfestazione

Questo articolo, trovato su Internet, assume una discreta importanza in relazione all'argomento scie chimiche. Una rapida sintesi del testo ci dice che, a causa di un'epidemia di virus del Nilo occidentale nella città di Bakersfield, tutta la città verrà sottoposta a disinfestazione per impedire il propagarsi del virus. Verrà usato del "pyrethrin", un composto naturale con potenti proprietà di insetticida.

Nulla di strano fin qui (a meno che non abbiate già guardato il link in apertura), se non fosse che la disinfestazione viene eseguita con un metodo decisamente differente da quelli "tradizionali". Un aereo percorrerà il cielo sopra alla città, spruzzando un aerosol del prodotto chimico e, assicurano gli incaricati, le persone non si accorgeranno neppure dell'irrorazione.

Ora, questo metodo, che è notoriamente di impossibile realizzazione, che è più simile ad un'allucinazione collettiva che ad un reale e riscontrabile fenomeno, come affermano dotti (e prezzolati) scienziati e meno dotti ma ugualmente (se non peggio) fastidiosi "attivissimi" disinformatori ci rammenta qualcosa...

Stiamo dunque assistendo a quello che penso sia il primo caso di chemtrails autorizzate dallo stato, con cui si cerca di creare un precedente per utilizzare apertamente e su scala maggiore una tecnica applicata (finora) clandestinamente. Il vecchio schema problema-reazione-soluzione è sempre valido e la riprova è costituita da fatti di questo tipo.

Vediamo ora quali conseguenze può avere quest'irrorazione. La pyrethrin è, di fatto, una neurotossina che attacca il sistema nervoso degli insetti, è decisamente tossica per i pesci, danneggiando seriamente la vita acquatica e un po' meno per mammiferi ed uccelli. Negli esseri umani, in particolare, irrita occhi, pelle ed il sistema respiratorio. Ora che sappiamo che per noi è solo un po' meno tossica del solito (si tratta poi "solo" di una neurotossina) siamo molto più tranquilli, soprattutto perché si tratta di una gravissima malattia che conduce a morte certa.

Naturalmente così non è, dato che il virus ha ucciso per ora solo 2 persone ed è comunque in genere non letale, salvo per le solite categorie a rischio quali anziani ed immunodepressi.

Ricapitolando: abbiamo un'epidemia decisamente strana, debellata con metodi avanzati ed "impossibili" che danneggeranno l'ambiente e chi lo popola in tutta la vasta area di irrorazione. Siamo dunque diventati cavie da laboratorio?

Ed ora vi saluto tutti, uomini liberi della Terra.

Vostro

Capitano Nemo

7 commenti:

  1. Ciao a tutti :)
    Che abbiano avuto l'idea di irrorare una zona urbana con aerosol spruzzandolo da un aereo, questa non mi è nuova... che abbiano autorizzato apertamente una azione del genere sperando che tutti quanti se ne siano stati buoni e zitti, questa invece mi suona nuova "a metà" , anche perchè di sicuro un abominio del genere può essere stato ideato solamente da chi è abituato a fare cose del genere , e da molto tempo

    RispondiElimina
  2. Giusto, caro amico. Sono avvezzi a tali metodi... da almeno cinquant'anni. certo, appare quantomeno strano che vogliano legittimare il tutto in quel modo. Dov'è il problema? Forse qualcuno si è accorto che irrorano tutti i santi giorni?

    RispondiElimina
  3. Un'epidemia causata da insetti costituisce un caso ben fortunato per gli Illuminati. Se non ci fosse stata, la si sarebbe dovuta inventare e il fatto di fare una bella irrorazione chimica per via aerea è per loro la stessa cosa di invitare un'oca a bere.
    Ormai i militari, braccio meccanico degli Illuminati, hanno una ottima esperienza nel settore e te ne possono organizzare quante ne vuoi.
    La gente comune e non se ne infischia per cui essi possono continuare ad agire indisturbati.
    Vedremo se si presenterà una occasione ancora più propizia tanto da legittimare ormai agli occhi delle popolazioni quanto avviene clandestinamente da circa mezzo secolo o forse addirittura da prima della Seconda Guerra Mondiale. ( Ma le occasioni si creano anche all'uopo).

    E' di oggi la notizia,letta su 'Repubblica' di una nuova flottiglia di satelliti spia messi in orbita dagli Usa ed operativi entro l'autunno. Satelliti di ultima generazione e davvero high-tech in grado di spiare da centinaia di km di altezza qualsiasi persona e di arrivare persino a capire che cosa tale persona stia facendo, in base alle emissioni di raggi infrarossi della medesima ( attività fisica o riposo).
    La scusante è ovviamente e come sempre quella della sorveglianza e della caccia ai terroristi - leggi 'dissidenti' - e la lotta al crimine ( ma i veri criminali non sono forse quelli a capo delle agenzie governative?).
    Terroristi,addio; lasciate perdere e cambiate mestiere.

    Eppure, nonostante simile sorveglianza strettissima, siamo tutti ultracerti che altri demenziali attentati verranno perpetrati qua e là sul Pianeta.
    Attentati utili a portare avanti l'agenda e a rafforzare sempre più il controllo su tutto e su tutti.
    Ma il bisogno di controllare qualsiasi persona e cosa non è forse segno di una gravissima malattia mentale che si chiama schizofrenia ad impronta marcatamente paranoide? Allo schizofrenico, nel suo impulso al controllo su se stesso e sugli altri, alla fine 'scoppia' il cervello e comincia ad avere allucinazioni e a perdere il contatto con la realtà che lo circonda. La sequenza dovrebbe dunque essere la seguente: insicurezza estrema cui fa seguito un ipercontrollo il quale a sua volta, per eccessiva e devastante tensione psichica, sfocia nella malattia conclamata. Non è forse questa la sindrome degli Illuminati riprodotta nel Macrocosmo sociale?
    Se fra i lettori di tale nota ci fosse uno psichiatra uno o psicologo, gliene chiedo conferma.

    RispondiElimina
  4. Eh sì, paolo... i terroristi sono loro e non è una battuta! E' di questi giorni un'altra (l'ennesima) conferma.

    MANIPOLATI DIGITALMENTE I VIDEO DI AL-QAEDA di Paul Joseph Watson

    RispondiElimina
  5. Ciao Paolo, non sono uno psichiatra, ma la tua diagnosi mi pare corretta. "Controllo" e "sicurezza" sono le due parole ossessivamente ripetute dai globalizzatori. Una semplice analisi lessicometrica di un qualunque telegiornale o quotidiano indica la frequenza enorme di vocaboli siffatti, insieme con "pericolo", "crisi", "paura", "norma", "paletto", "emergenza". Sono lessemi appartenenti a poche, sintomatiche aree semantiche. La malattia del linguaggio indica una malattia sociale.

    Ciao e grazie.

    RispondiElimina
  6. Ciau raga, non so se avete visto questo video che da una delucidazione delle sonde luccicanti che non sappiamo dare un nome che compiaiono sempre con o dopo le irrorazioni degli aerei.....http://it.youtube.com/watch?v=XEACBFZSFGM&mode=related&search=

    RispondiElimina
  7. Quella rappresentata nel video di Gambino, è solo una delle spiegazioni. Ho personalmente osservato evoluire ordigni che non paiono essere di origine militare. Ad ogni modo, tutto è ancora avvolto nel più fitto dei misteri.

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis