giovedì 31 agosto 2006

Oltre l'MK Ultra

La cronaca riferisce sempre più spesso di omicidi tanto feroci quanto assurdi ed incomprensibili: persone apparentemente normali e tranquille, all’improvviso, in preda ad un raptus, uccidono genitori, amici, parenti. Se si sofferma l’attenzione su questi tragici eventi, si scopre che, in non pochi casi, gli assassini sono infermieri od inservienti che lavorano in ospedali ed in centri di assistenza per anziani. Dietro questi delitti sanguinari, non escluderei che si debba scorgere, talvolta, l’azione occulta di agenzie famigerate come la Criminal Infamous Agency che, da molti decenni, sperimenta ed usa tecniche per il controllo mentale, avvalendosi degli strumenti più diversi: droghe, induzione ipnotica e postipnotica, traumi psichici, irradiazione di onde a bassa e bassissima frequenza.

In questi ultimi tempi, i metodi psicotronici prevedono l’impianto di microprocessori nell’organismo delle vittime. Attraverso una banale vaccinazione è, infatti, possibile all’insaputa della persona, inserire congegni elettronici miniaturizzati che consentono di inviare segnali in modo da influire sull’umore e soprattutto sul comportamento. Non è forse casuale se i media del Quarto Reich riportano, con toni trionfalistici, le notizie circa la messa a punto di strumenti elettronici per monitorare le condizioni di salute di pazienti ed anziani, o a proposito di sofisticati sistemi (piccole schede con microprocessori) che evitino lo smarrimento dei bagagli negli scali aerei. La tecnologia per controllare la popolazione esiste già: si tratta di diffonderla in modo subdolo e graduale e di abituare la gente al Grande fratello, al suo occhio vigile ed ubiquo. Nel frattempo, verosimilmente, si interviene su cavie umane che, per motivi di lavoro, si devono sottoporre ad una serie di vaccinazioni, inducendo comportamenti aggressivi e violenti sino all’omicidio.

Si tenga conto dell’immenso potere degli Oscurati e delle avveniristiche tecnologie di cui sono dotati per decidere il destino delle persone e del mondo: già H.A.A.R.P. e le scie chimiche fungono anche da mezzi per il controllo mentale, ma quali altri incredibili sistemi di cui non sospettiamo neppure l’esistenza sono impiegati per distruggere la biosfera e per ridurre gli individui in uno stato di completa sottomissione? Si ricordino i black projects, ossia i progetti ultrasegreti volti alla realizzazione di armi, velivoli, apparecchiature radar… di nuovissima concezione.

Occorre dunque stare sempre allerta e guardarsi dalla punica fides.

Sul tema delle tecniche psicotroniche, vedi l’articolo di L. Veronese, L’intelligence americana e l’abitudine di controllare le menti, in
http://www.disinformazione.it/. Si legga anche il libro-testimonianza di M. Philips, C.O’ Brien, Trance formation of America, Diegaro di Cesena, 2001

Nessun commento:

Posta un commento

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis