venerdì 18 agosto 2006

U.S.A.: una strana malattia della pelle

Autore: Cynthia McFadden
Fonte:
ABC NEWS
Traduzione di: Straker

Anne Dill is just one of thousands of patients across the country who suffer from the strange symptoms of Morgellons. (ABC News)

Immaginate la vostra pelle bruciare e prudere e percepire come se degli insetti stessero camminando sotto o sopra di essa; immaginate di avere un dolore diffuso sul viso e sul corpo; immaginate di avere delle fibre filiformi praticamente fuoriuscire dalla vostra pelle.

Questo è esattamente quanto avviene ai pazienti di una misteriosa malattia chiamata sindrome di Morgellons. Anne Dill è una delle migliaia di pazienti, residenti negli Stati Uniti che soffre di questi strani sintomi. Qualche volta sembra che vi sia qualcosa che si muove sotto il cuoio capelluto, ci dice, ed ecco scorgere le fibre che fuoriescono dalla pelle. “Sono evidenti questi materiali fibrosi”, dice Dill, “ Il tutto è nello strato dermico. È come se si isolassero da soli e compaiono a manciate. Dill ci dice che trovava riluttante parlare di questa malattia, in quanto era sicura che in molti avrebbero pensato che fosse malata di mente. “Oh, lo so, perché è proprio questo che andranno dicendo, che non esiste una cosa simile”... conclude Anne Dill.

Ecco quanto affermano molti medici interpellati sulla sindrome di Morgellons: da quanto si sa, Morgellons non è una malattia riconosciuta, al momento, almeno. “Ho visto il colore predominante di alcune di queste fibre. Esse erano di un blu luminescente” dice il Dr. Vincent De Leo, direttore del programma del dipartimento di dermatologia all'Hospital St.Luke's Roosevelt Center di New York. “Non c'è nulla nel corpo che sia blu lucente. Di conseguenza deve per forza trattarsi di qualcosa proveniente dall'ambiente. Alcune di esse sono fibre, ma credo siano fibre provenienti dall'ambiente esterno, no di certo dall'interno della pelle”.

Cosa succede alle piaghe aperte?

Il dottor De Leo e molti altri credono che le lesioni siano auto-inflitte, causate dal grattare, in quanto i pazienti, a causa della malattia stessa, subiscono dei disordini psichiatrici, dove credono erroneamente che il loro corpo sia infestato con parassiti. “E allora ecco che iniziano a focalizzare l'attenzione sulle lesioni e tentano di guarirle, normalmente levando le fibre o gli insetti o qualsiasi altra cosa sia”. (Notare la tendenza di questi medici a psichiatrizzare il fenomeno). NDR

Nonostante lo scetticismo attorno al morbo di Morgellons, un ricercatore biochimico, il dottor Randy Wymore, sta studiando la malattia e crede in qualcosa di drammaticamente reale. Ha raccolto molti campioni da diverse vittime ed ha analizzato le fibre al microscopio. Non sembrano essere sostanze note. “Nonostante la ripetizione degli esami, queste fibre non risultano essere assolutamente di cotone, come affermato da alcuni ricercatori. Non sono identificabili come fibre sintetiche conosciute. Sono di origine ignota. Tutt'ora non siamo in grado di rilevarne la composizione e origine”. Sostiene il dottor Randy Wymore del centro salute dell'Università dello Stato di Oklahoma.

Anne Dill ha una propria idea di cosa potrebbe essere la causa della sindrome di Morgellons: “Penso che sia una specie di organismo proveniente da fuori”, dice, “e non penso nemmeno che sia microscopico. Penso sia macroscopico. E penso che sia cosi semplice da vedere che potrebbe mordervi in faccia, ma ciononostante nessuno ne vuole sapere alcunché”.

6 commenti:

  1. La sindrome di Morgellons, che resta un mistero per la medicina, pare essere stata osservata e descritta la prima volta da Sir Thomas Brown, nel 1674. Se ne contano più di 2200 casi, diffusi nell'America del Nord e in molti paesi europei, compresa l'Italia.

    RispondiElimina
  2. La sindrome di Morgellons, che resta un mistero per la medicina, pare essere stata osservata e descritta la prima volta da Sir Thomas Brown, nel 1674. Se ne contano più di 2200 casi, diffusi nell'America del Nord e in molti paesi europei, compresa l'Italia.

    RispondiElimina
  3. Sintomi simili, ma pare non si tratti della stessa malattia.

    RispondiElimina
  4. Keep up the great work. It's good to know there are people in Italy covering this topic. We in the USA are subjected to major harrassment online from agent provacateurs that are paid to terrorize anyone looking into this subject. I applaud your efforts. I have been very sick from this spraying for a year.

    RispondiElimina
  5. Hi, iggy and thank you very much for your fedback and support. Take care!

    RispondiElimina
  6. Hi Iggy, in Italy too many people attacks us (they are pilots and soldiers...)in any way, but we don't mean to surrender. It's true: this ugly people are paid to threat and to scare who wants the truth about this genocide. Remember there's a petition about chemtrails. Search for "chemtrails petition on line"
    Thank you very much. God bless you and all the Americans who fight against these monsters.
    Hi

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis