domenica 20 settembre 2015

Strategie linguistiche contro la setta dei disinformatori

Quando la dittatura è un fatto, la rivoluzione è un dovere (dal film "Treno di notte per Lisbona").

“Dobbiamo compiere ogni sforzo per sopprimere quel genere di notizie (quelle diffuse dall'informazione indipendente, n.d.r.). Se qualche resistenza compare, dobbiamo sottolineare con forza che essa viene da ‘isolati’ ostinati individui, mal informati o disonesti, che non sono affiliati ad alcun gruppo o partito importante. […] L’inevitabile sospetto che il colpo di Stato è opera delle macchinazioni della Compagnia (la C.I.A., n.d.r.), può essere stornato, attaccandolo violentemente e l’attacco sarà tanto più violento quanto più questi sospetti sono giustificati. Faremo uso di una selezione adatta ed opportuna di frasi sgradevoli che restano utili come indicatori del nostro impeccabile nazionalismo”. (E. Luttwak)

Il pensiero libero si esprime attraverso un linguaggio libero, creativo, provocatorio. Nei confronti della disinformazione, la lingua della verità informa, ora usando i termini che aderiscono ai significati ed alle cose ora mutuando, con intento correttivo, espressioni e vocaboli con cui negazionisti e gazzettieri stravolgono la realtà. Nel momento in cui tali parole e diciture sono riprese in modo critico, si recupera il loro vero valore e lo si ritorce, a mo’ di boomerang, contro gli occultatori.

Qualche esempio è indispensabile: abbiamo intitolato un recente articolo “L’asse del Male”, rivisitando un sintagma che fu usato dopo l’inside job del 9 11, allorché Bush junior dichiarò la guerra al terrore, ossia guerra al Goldstein di turno, ad un’entità fantomatica; meglio, i terroristi (i servizi segreti internazionali) con il pretesto dell’”attacco” alle Torri gemelle proclamarono paradossalmente, dietro la finzione dell’integralismo islamico, la lotta contro sé stessi, perché sono gli Stati-canaglia ad essere gli autori e gli attori (anche in senso teatrale e cinematografico) del terrore.

Mentre l’”asse del Male” evocato dal criminale scemo era inesistente, essendo la semplice demonizzazione di paesi che, pur non privi di contraddizioni, erano e sono del tutto estranei al terrorismo, quando noi scriviamo “asse del Male” designiamo una struttura di potere precisa, per inchiodarla alle sue responsabilità. Anche la parola macedonia “Stati-canaglia” è efficace e doverosa, nel momento in cui la si riferisce a quelle entità governative che sono artefici di attacchi proditori contro paesi non allineati al Diktat globalista e contro intere nazioni inconsapevoli. E’ questo il caso della geoingegneria clandestina, conflitto non dichiarato ai danni della popolazione.

La voce “negazionisti” poi è quanto mai idonea per indicare i forsennati della disinformazione, poiché essi appunto tentano pervicacemente di negare, di smentire, contro ogni evidenza e prova, la verità.

Nel contempo, devono essere denunciati, rifiutati e trasformati i sintagmi e lessemi che manifestano l’infinita, untuosa ipocrisia del sistema: “democrazia”, “libertà”, “giustizia”, “missione di pace”, “lotta alla povertà”… segnalano l’esatto contrario, non appena sono pronunciati o vergati da un esponente delle istituzioni, un pennivendolo, un depistatore.

Altre espressioni-chiave dei media di regime sono ossimoriche, ad esempio “guerra giusta”, “guerra umanitaria”, “bombardamento umanitario”… Sono quindi assurde, frutto solo di una volontà di mistificare i fatti.

Laddove un guerrafondaio come Edward Luttwak, in “Coup d'Etat: a practical handbook”, 1968, consiglia di ghettizzare i dissidenti e gli oppositori, per mezzo di termini quali “antisemita”, “terrorista”, “comunista”, “fascista”, “stalinista” (sciachimista... n.d.r.) etc., senza tema di errore, potremo usare l’aggettivo “antisemita” per denotare coloro che covano un odio indiscriminato contro gli Arabi, poiché gli Arabi (come gli Aramei e gli Ebrei) sono un’etnia appartenente al gruppo linguistico semitico. Pertanto sono Bush junior e tutti quelli che, come lui, fomentano la xenofobia contro gli Arabi ad essere sic et simpliciter “antisemiti”. Lo era evidentemente la fallace Fallaci, autrice di libracci comunque detestabili perché mal scritti piuttosto che per la loro palese istigazione all’odio.

La dittatura del pensiero unico (in realtà non-pensiero) deve essere combattuta con tutti gli strumenti culturali a disposizione, a cominciare da un uso onesto, veritiero ed intrepido della lingua, rigettando la doppiezza di un codice “falso e bugiardo”, verbigrazia quello che definisce la distruttiva legge sull’istruzione (?) “buona scuola” che dobbiamo bollare sempre e comunque come “pessima scuola”.

Di fronte a fenomeni nuovi è d’uopo coniare neologismi, compiere ribaltamenti semantici (decisioni del tempo, anziché previsioni, Ministero dell’inferno, invece che dell’interno etc.), ricorrere ad un’elegante, pungente ironia. Soprattutto è importante abituarsi a ripetere certe voci ed elocuzioni affinché diventino un patrimonio semantico e concettuale cui tutti possano attingere per smascherare l’inganno linguistico, riflesso di numerosi altri imbrogli. Questo fino a quando il re sarà nudo e… afono.

Articoli correlati

- Government Internet Trolls Are Paid To Use Psychological Influencing On You
- Strategia del colpo di Stato

Vietata la riproduzione - Tutti i diritti riservati.

Sponsorizza questo ed altri articoli con un tuo personale contributo. Aiutaci a mantenere aggiornato questo blog.

La guerra climatica in pillole

Le nubi che non ci sono più

Per una maggiore comprensione dei fenomeni legati alla guerra ambientale in corso, abbiamo realizzato l'Atlante dei cieli chimici.

Chi è Wasp? CLICCA QUI

CHEMTRAILS DATA

Range finder: come si sono svolti i fatti

40 commenti:

  1. Zret, la foto di linus e l'altro immagino non sia casuale, vero?
    grazie.
    ciao

    RispondiElimina
  2. Giusto. Loro riscrivono la lingua? e noi con un altra capriola la riscriviamo, riportando il senso alla verità.
    Peccato solo che la guerra è impari, noi siamo 1455, loro hanno tutti i media :(

    ___________

    So già il ruolo della 'zanzara', ma mi sfugge quello di linus e compare, sono anche loro attivi nella disinformazione o navigano iconsapevolmente nella melma di fanfaluche sciacondensare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quei due appartengono alla cricca dei negazionisti.

      Elimina
    2. Sto guardando il vecchio filmato e ora penso anch'io che sia così, anche se ci sono milioni di persone in buona fede, che non 'vogliono' capire.
      Quando linus dice: -quanti dovrebbero essere daccordo per fare un complotto così, su 7 miliardi 6 miliardi 999... ?-
      sta usando un falso argomento ma molto radicato nella gente che cerca rassicuranti conferme negli 'esperti' o nel pensiero degli altri.
      Solo che lui non è 'gente comune', è il tizio della tv: se gli venisse il dubbio veramente e parlasse di schie chimiche seriamente sparirebbe dallo schermo in pochi millisecondi.

      Io propendo per la malfede, anche il supporto dell'altro tipo dietro al computer mi fa pensare ad una cosa orchestrata e scritta per benino in redazione, su ispirazione dei soliti che qui smascherate sempre (ministeri, cicap e via a seguire)

      Il filmato Linus prende per il culo gli sciachimisti


      Elimina
    3. Sono le solite tecniche di controllo, Nikola.

      Elimina
    4. La sceneggiata era già concordata. Tutti preparati. Ma lasciamo perdere, tanto sono solo dei...

      Elimina
    5. pure quest'altra conferma.
      http://www.informarexresistere.fr/2015/09/18/la-pornografia-ci-rende-migliori-agli-occhi-di-satana/

      Elimina
  3. Ciao, avete notato come, in contrapposizione alla creatività e all'elasticità di chi cerca la verità in buona fede, il gergo dei negazionisti sia monotono e ridondante? Un'esempio su tutti: le 'teorie del complotto'.. che espressione logora e vuota. Quasi come se l'omologazione negazionista imposta dall'alto uccidesse l'umanità. Dopo un po' di abitudine è quasi più facile smascherare i disinformatori dai modi che dai contenuti, perché se su questi ultimi si può barare, e all'uopo voltar gabbana, non c'è invece modo d'improvvisare una gran creatività, quando uno è morto dentro in quanto vendutosi al sistema, perde smalto, perde luce.. Un po' come dire che le puttane navigate hanno gli occhi spenti, o il disco 'incantato', oltre all'innata propensione a non farsi schifo da sé..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il problema è che, in special modo in Italia, le carriere (in ogni ambito) sono decise a tavolino e non per meriti. In buona sostanza vanno avanti gli omologati al sistema, i quali imparano a memoria il compitino e di lì non scostano di un centimetro. In fondo costoro sguazzano bene nella mota, poiché composti della stessa sostanza e che vuoi che sia vendersi in codesto modo, se ciò può portare a notorietà, denaro, onorificenze. La faccia è come il culo.

      Elimina
    2. Esatto. E c'è la fila ad autoomologarsi per apparire GESTIBILI.

      Elimina
    3. proprio così.. viviamo in una società di falsi e ruffiani. Pazienza gli stupidi, ma questi non hanno scuse, solo paraculi, venderebbero anche la madre pur di far contento il padrone. Che inversione di valori rispetto a quando tutti si zappava la terra.. Questi son capaci di lavorare solo di lingua.

      Elimina
  4. Tanto per restare in tema con le strategie linguistiche

    USA: manuale di “spin” LGBT per la visita del Papa
    http://www.enzopennetta.it/2015/09/usa-manuale-di-spin-lgtb-per-la-visita-del-papa/

    "Siamo di fronte ad un agile manuale che riassume le tecniche di persuasione che ormai sono conosciute da chi si è preso la briga di informarsi al riguardo:

    -Presentare statistiche che anziché fotografare una situazione la provochino:
    -Creare una neolingua favorevole all’idea che si vuol far passare;
    -Stilare una lista nera di nomi da attaccare e screditare;
    -Stilare una lista di nomi da arruolare per spaccare il fronte avversario;
    -Creare un database di casi limite positivi da proporre continuamente come esempi da seguire;
    -Creare un database di casi limite negativi coi quali colpire la sensibilità delle persone a favore della causa che si vuole sostenere."

    Con qualche variante direi che il panflet del LGTB si possa applicare anche alla geoingegneria clandestina.

    PS OT: http://voxnews.info/2015/09/21/scuola-il-modulo-di-iscrizione-con-20-sessi/

    RispondiElimina
  5. Sono avanti. In italia l'unico vocabolario usato a ripetizione dai negazionisti del gender, ministri inclusi, è: il gender non esiste!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche per i politici e ministri mafiosi per molto tempo la mafia (made in USA ma con banche in Vatican city) non esisteva!

      Questi sono diversi appartengono ad una elite il cui obiettivo di questi tempi di ferro è la distruzione dell'identità del bambino (sessuale, etnica, dell'appartenenza alla famiglia e alla nazione) oggi del cittadino nel NWO (made in Vatican city) domani è un obiettivo prioritario.

      Elimina
    2. La stessa cosa, questi pervertiti al potere la stanno facendo con la pedofilia da vedersi come «orientamento sessuale» ... per la gioia di tutti i disinformatori e trolls che scorazzano qui e altrove.

      Elimina
    3. Non si puó andare avanti così, prima o poi qualcosa succede.. Stanno crocefiggendo l'essere umano e tutto il buono che c'è. A furia di tirare la corda si daranno la zappa sui piedi? Voglio crederlo.. Sarà il male stesso a sconfiggere se stesso, accecato dall'avidità e dalla bramosia di potere presto o tardi metterà un piede in fallo. Il controllo su tutto è pura follia. Ad esempio oggi in Grecia Tsipras il venduto è tornato a governare con il voto di un greco su sei. Qui in Italia il partito 'democratico' sta per dare il colpo di grazia a un'agonizzante democrazia consegnando di fatto il senato agli oligarchi neoconservatori bypassando del tutto la volontà popolare. Quanto potrà andare avanti tutta questa pagliacciata? Il popolo, storicamente, diventa pericoloso quando non ha più niente da perdere. La vera incognita è la tecnologia, per mezzo della quale un manipolo di psicopatici spera comunque di controllare tutto.. Quando il regime totalitario sarà conclamato e palese? Dobbiamo sperare di arrivarci al più presto, in modo che la gente apra gli occhi e cominci a prendere a sassate i venduti?

      Elimina
    4. La mia opinione è che ormai è già troppo tardi,se in piu di 10 anni di geoingegneria non è cambiato quasi nulla ed è tra tutte una delle cose piu palesi figuriamoci se il popolo si muoverà per chiedere il ripristino della democrazia,che poi oltretutto in realtà è il vero tumore dell umanità..,se ci sarà un cambiamento dipenderà dai soliti cicli storici vedi rivoluzione francese dove apparentemete fu il popolo a ribellarsi....sono sicuro che questa farsa continua da secoli,la tecnologia potrebbe giocare un ruolo importante nella sconfitta o vittoria del sistema,non tutto il male vien per nuocere,senza internet non avremmo questo blog..quello che mi preoccupa di più sono senzaltro il sempre maggior numero di idioti lobotomizzati col quale non si riesce neppure ad iniziare un ragionamento..
      mi sono anche chiesto come mai questo rincoglionimento sembra colpisca una certa fascia di popolazione,potrebbe dipendere da caratteristiche del dna,gruppo sanguigno etc?
      il fatto stesso che stiano attraverso l immigrazione crando popoli senza storia,meticci standard,ottimi schiavi... insomma uniamo i puntini,il nwo è gia in atto..

      Elimina
    5. Magari fossero dieci anni... le prime sperimentazioni risalgono agli anni 60 dello scorso secolo...

      Elimina
  6. Risposte
    1. Se non ci fosse la minima speranza, sarebbe inutile lottare.

      Elimina
    2. giusto. finchè c'è vita c'è speranza. abbiamo il dovere di esserci.
      internet è stato solo lo strumento da dare al popolo per rincoglionirlo e dargli l'illusione della democrazia. infatti le notizie sono manipolate ad hoc e distribuite da unico centro di potere occidentale. quindi, internet, non è stato un bene, ma solo un amplificatore di merda. la loro. senza internet si fa lo stesso. senza internet hanno fatto la rivoluzione francese (sebbene fosse pure quella manipolata dalla massoneria mondiale).

      Elimina
  7. Un articolo interessante per Zret

    http://sadefenza.blogspot.it/2015/09/vaticano-assieme-nazioni-unite.html

    PS: Dopo i falsi profughi adesso ci chiamano a integrare anche gli alieni!

    RispondiElimina
  8. L'EPA CHIEDE SPIEGAZIONI ALLA VOLKSWAGEN..... MA ALLA BOEING NON CI PENSA NESSUNO??? (dico io)

    http://www.ilsole24ore.com/art/impresa-e-territori/2015-09-21/lo-scandalo-vw-e-quello-studio-west-virginia-university-cui-tutto-ebbe-inizio--152000.shtml?uuid=ACedUd1

    RispondiElimina
  9. Come volevasi dimostrare il FAP è come la corazzata Potëmkin, UNA CAGATA PAZZESCA!

    RispondiElimina
  10. Ricordate questo studio? I soliti noti hanno costretto al ritiro del documento dal sito di riferimento.

    RispondiElimina
  11. questa storia della WV è a dir poco ridicola,non cè dubbio che ai piani alti qualcuno abbia pensato di fottere un po di soldi all azienda,tra l'altro propio in america,ultimo paese al mondo attento ai consumi e alle emissioni... se bari su una marmitta di una maggiolino sai che danno,poi loro per motivi scientifici fanno esplodere decine di atomiche in nome della ricerca,lo stesso decollo dello shuttle credo sia piu dannoso di milioni di auto che circolino per mesi,dunque di cosa stiamo parlando? il problema al di là della scorrettezza della WV è che l'idiota medio che legge questa notizia penserà che è tutto sotto controllo perchè hanno beccato quelli della WV che baravano sulle emissioni,per cui per costui è inpensabile che gli possano spruzzare in testa,ma è ciò che avviene..idem in altri campi,dove si pretende dal cittadino il controllo minuzioso di una fottuta caldaia e loro affondano navi con scorie varie..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La WV deve aver disubbidito a qualche richiesta USA... ed è arrivata la punizione...
      Le nuove auto dotate di FAP, sono tutte fuori legge, dalla prima all'ultima. Il FAP quando fa la rigenerazione butta fuori tutto quello che aveva accumulato, in pratica è un mini inceneritore su ruote, che espelle i residui accumulati a seguito di qualche migliaia di Km, in pochi minuti.

      Elimina
    2. Qui si capisce forse meglio

      le tre notizie linkate coincidono:
      1. Germania che intende modificare la legge sul nucleare
      2. la multiutility che gestisce l'energia tedesca che perde pezzi di fatturato per il cambio di politiche sul nucleare
      3. Usa che vogliono modernizzare il loro arsenale nucleare in Germania.

      http://rossland.blogspot.it/2015/09/fango.html

      Elimina
    3. Esatto e vani sono stati i tentativi in Italia di far modificare il sistema alla base del filtro antiparticolato per motori diesel, alla base della produzione industriale di micidiali nanoparticelle 0.1 e 0.3 di polveri sulfuree. Come negli aerei...

      Elimina
    4. Eppure la tecnologia per ridurre veramente l'inquinamento veicolare c'è già, ma nessuno la vuole, vedi la storia di Lorenzo Errico e le sue avventure con la nissan che dopo che il sistema funziona ed è certificato, fa la gnorri...

      perché? Ovviamente perché questa tecnica apre la porta alle LERN (fusione fredda) e alla free-energy.
      Vi immaginate come si può realizzare un NWO se ogni popolo si rende indipendente energeticamente da qualsiasi potere centrale?

      Il mio video con Lorenzo Errico alla conferenza M5S di Gualdo Tadino

      Elimina
    5. --correzione--
      LENR:
      Low Energy Nuclear Reactions

      Elimina
  12. E' tempo di fare ordine tra le decine di componenti invendute e che col tempo si svalutano. Così ho pensato che forse a qualcuno dei miei amici potrebbe interessare un computer non di recente produzione (è del 2009), ma di ottima qualità (si veda l'immagine allegata) e che ho ri-assemblato a puntino. Il PC consta di scheda madre di fascia alta Asus P5W-DH Deluxe con processore Intel "Quad Core 2 Q6600 2.40GHz", 2 Gb di RAM, Hard Disk da 500 Gb della Western Digital, scheda video Asus su chipset nVidia. Il tutto con sistema operativo Windows 10 Pro 32bit e CD di ripristino, normalmente non fornito da alcun produttore, attualmente.

    Se vivete nelle vicinanze, potete venire a trovarmi, così vi potete portare via questo computer direttamente, altrimenti bisogna mettere in conto le spese del corriere, che si aggirano sui 40 euro. In pratica al prezzo della sola licenza di Windows 10 vi portate a casa un Personal Computer di tutto rispetto, assemblato da me e garantito sei mesi. Lo cedo quindi per chi volesse fare una donazione di almeno 200 euro, alle quali, ovviamente, si devono aggiungere, come detto, le spese di spedizione se eventualmente si volesse ricevere direttamente a casa il computer in questione. Insieme vi verrà spedito il libro "Scie chimiche, la verità nascosta. Le prove" della Draco edizioni (fuori catalogo) ed il DVD-Documentario "Scie chimiche - La guerra segreta, dal quale è derivato poi il libro omonimo della Uno Editori.

    Chi fosse interessato mi contatti su tanker.enemy [at] gmail.com

    GRAZIE!

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis