mercoledì 27 novembre 2013

Le scie di condensazione impossibili


Ormai è assodato e certo. Nelle operazioni di mantenimento elettroconduttivo dell'atmosfera, sono pienamente coinvolte le compagnie per il volo civile. Quelle scie non persistenti che osserviamo nelle giornate con il cielo del tutto sgombro di nubi (condizione indotta ed artificialmente ottenuta tramite la diffusione di elementi chimici igroscopici che impediscono la formazione di cumuli da bel tempo), non sono il frutto della condensazione, ma il risultato della combustione di speciali carburanti [ VIDEO ] ed additivi. Ciò determina la formazione di false scie di condensazione e la ricaduta di polimeri (sotto forma di filamenti), spacciati per tele di ragni volanti. Le scie di condensazione, peraltro, sono un fenomeno rarissimo, tanto che, nelle vecchie e blasonate enciclopedie, il lemma "scia di condensazione" è assente.



In inglese, il termine "contrails" è l'abbreviazione di "condensation trails", ovvero "scie di condensazione". La loro formazione è legata a specifiche condizioni atmosferiche:

- Temperatura inferiore a -40 °C
- Umidità relativa non inferiore al 70%
- Altitudine superiore almeno agli 8000 metri
- Pressione atmosferica idonea (Si veda: "Il fattore della pressione atmosferica nella formazione delle scie", 2013

Scrive il meteorologo Pierluigi Randi nel suo logorroico ed inutile documento "L'annosa questione delle scie di condensazione":

"Se l'atmosfera ha temperatura inferiore rispetto a quella indicata dalla linea dello 0%, una scia si forma, anche se il tasso di umidità relativa dell'atmosfera è uguale a zero. Di per sé, sarà l'aereo, tramite il vapore che esce dallo scarico, a fornire l’umidità per la formazione della scia; per cui in giornate anche limpide con aria secca ma anche con temperature in alta troposfera piuttosto basse, la formazione delle scie è comune, anche se non vi è alcuna altra nube in cielo (ciò perché il vapore acqueo è fornito artificialmente)".

La contraddizione tra le dichiarazioni mendaci dei negazionisti e la realtà della fisica emerge in questi termini: ad alta quota l'aria è molto secca. I disinformatori-negazionisti (e qui si intende anche i meteorologi) sostengono che le contrails si formano anche ad umidità relativa pari a zero. E' falso! In realtà, prima del 2007 erano essi stessi ad affermare che era necessaria UR (umidità relativa) elevata in quota. Li contraddice pure uno di loro... uno di quelli che negano l'esistenza delle cosiddette “scie chimiche”. E' il Generale dell'aeronautica militare Alfio Giuffrida, il quale scrive:

"L’immissione in atmosfera dei gas di scarico degli aerei, ricchi di nuclei di condensazione e di vapore acqueo, determina la sovrassaturazione del vapore acqueo e, quindi, la formazione di scie. Le scie di condensazione di formano ad altezze in cui la temperatura dell’aria è molto bassa (inferiore a -40 °C), con umidità relativa ALMENO del 60%. Le scie possono essere più o meno durare nel tempo, a seconda della stabilità dell’aria e della quantità di vapore presente". [Girolamo Sansosti & Alfio Giuffrida - Manuale di meteorologia, Una guida alla comprensione dei fenomeni atmosferici e climatici in collaborazione con l'UAI (Unione Astrofili Italiani) - Gremese Editore – 2006 – pag 86]

Ora, di là dall'evidente mistificazione del fenomeno della condensazione e della persistenza ed espansione delle contrails, fenomeno praticamente impossibile, poiché ciò supporrebbe valori di UR superiori al 150% ed in costante e progressivo aumento, è palese come lo stesso Giuffrida, insieme con il Colonnello dell'aeronautica militare Girolamo Sansosti, sottolinei come è necessaria una UR elevata (almeno del 60%), anche ammesso e non concesso che la produzione di acqua da parte dei motori sia elevata.

A questo punto il mio consiglio è uno e sempre il medesimo: Ignorate quello che asseriscono i depistatori. Essi mentono e la loro insistenza induce a ritenere che siano pagati per mentire o, per lo meno, hanno qualche interesse per coprire la verità.

Sponsorizza questo ed altri articoli su Facebook. Contribuisci ora!


La guerra climatica in pillole

Le nubi che non ci sono più

Per una maggiore comprensione dei fenomeni legati alla guerra ambientale in corso, abbiamo realizzato l'Atlante dei cieli chimici.

Chi è Wasp? CLICCA QUI

CHEMTRAILS DATA

Range finder: come si sono svolti i fatti

57 commenti:

  1. Le scie chimiche non esistono. Quei meravigliosi spray on-off
    sono dovuti all'umidità che va e viene... Ma che pagliacci...

    RispondiElimina
  2. Girava un video molto ben fatto con un aereo di linea che entrava dentro una chemtrail, a riprova di come non siano I velivoli commerciali a essere I principali responsabili dello scempio del cielo. Ne ho trovato un altro meno perfetto dal punto di vista delle riprese, effettuato da una cabina di pilotaggio, si chiama crew recording his chemtrails
    https://www.youtube.com/watch?v=kCjPpNrRTPc

    Qui invece c'e' in video dove un tanker entra dentro una scia chimica a forma di piuma e ne modifica l'aspetto.
    https://www.youtube.com/watch?v=fXoPPotupqE

    Auspicando che tutti i negazionisti inalino a pieni polmoni I salutari vapori dei suddetti aerei e ci facciano sapere l'effetto che fa.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai interpretato male l'articolo: i velivoli commerciali sono coinvolti al 100%. Il loro ruolo è ora cruciale per l'ottimizzazione del medium atmosferico.

      Elimina
    2. Temo che tu abbia interpretato male me, o forse mi sono espresso male io. Ho scritto che I voli di linea non sono i responsabili principali,non che siano fuori dai processi di fumigazione. Abito a West London e mi trovo proprio sotto il corridoio di discesa per l'aeroporto di Heathrow, uno dei piu' trafficati al mondo. Me li vedo passare a centinaia sulla testa ogni giorno, e lo so per visione diretta che in fase di atterraggio attivano l'aerosol, e' visibile, soprattutto dalla coda. Ma per quanti aerei di linea veda passare, questi non eguagliano in alcun modo il numero dei tanker impegnati nelle operazioni di imbrattamento del cielo, che sono infinitamente di piu'. D'altra parte la questione e' un po' di lana caprina, se consideriamo che la maggior parte della gente non accetta proprio che il processo che si svolge sotto I loro occhi sia anomalo, che gli aerei non rilasciano di norma scie persistenti che si aprono e velano il cielo. La questione dei video in cui si vedevano aerei di linea che nn strisciavano e incrociavano tankers che invece strisciavano e' stata dibattuta qui in UK oltre che da UK sky watch, che ha dei gruppi locali di attivisti che si incontrano (ci sono stata pure io) anche dal quotidiano arci conservatore The Daily Telegraph
      http://www.telegraph.co.uk/travel/travelnews/travel-truths/10329986/Chemtrails-and-other-aviation-conspiracy-theories.html

      Elimina
    3. Per quanto riguarda l'Italia i fattori si sono invertiti, laddove gli aerei militari intervengono ora solo se si debbono distruggere perturbazioni o grossi banchi di nubi. Inoltre operano la notte. Non era così sino al 2008.

      Elimina
    4. Anche i commenti all'articolo del Daily telegraph sono decisamente meno boccaloni di quelli dei lettori del corriere. Il livello di consapevolezza e' piu' alto, sebbene l'articolo accomuni, perfidamente, chi crede alle chemtrails con chi crede al triangolo delle bermude.

      Elimina
  3. IL PRESIDENTE KENNEDY DICHIARA NEL 1961 IL CONTROLLO DEL TEMPO METEOROLOGICO

    http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2013/11/il-presidente-kennedy-dichiara-nel-1961.html

    Articolo molto interessante.

    Cambio argomento, leggendo il Piccolo di oggi trovavo questo trafiletto in cui tal Steno Ferluga del Cicap (http://www.tankerenemy.com/2009/01/il-cicap-dietro-i-disinformatori.html ) parlando ad una cena del Lions club svelava i "segreti" della cometa ISON http://www.imagebam.com/image/ee5133291422477

    Contenti loro (i massoncini) a farsi prendere per il Cicap ...

    RispondiElimina
  4. Non ricordo che questo articolo fosse stato già postato qui.

    Padroni del tempo e del clima con la tecnologia
    di Paolo Migliavacca

    http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Mondo/2009/11/metereologia-clima-controllo-cina-usa.shtml


    Uno pensa sia il solito ioduro d'argento, ma ...
    cito un paio di passi che spiegano con tono pacato e rilassato l'orrore di questi tempi

    "Ovviamente può essere ancor più importante limitare le piogge che produrle. Specie nel caso di tifoni e uragani. Per fare ciò, è possibile cospargere le nuvole da trattare con un apposito polimero polverizzato, in grado di assorbire acqua fino a 1.500 volte il proprio peso. La reazione forma una sostanza gelatinosa che cade al suolo, riducendo così l'intensità della precipitazione."

    Ragni volanti naturalmente.

    "Lo ioduro d'argento fu inizialmente utilizzato poichè i suoi cristalli hanno una forma simile a quella esagonale dei cristalli d'acqua. In seguito si è compreso che tale caratteristica geometrica non è indispensabile: vi sono infatti molte altre sostanze (sali) che hanno cristalli delle più diverse forme e agiscono al pari dello ioduro d'argento."

    RispondiElimina
  5. Oggi pomeriggio dalle mie parti c'era un enorme distesa di nuvole a "strattoni" che partiva dal mare e finiva verso le montagne, un panorama spettrale causato sicuramente dalle solite manipolazioni a base di onde ELF.
    Ad un tratto il cielo celeste sfregiato dalle scie, in pochi minuti si è tramutato tutto in un torbo bianco pallido, poi in grigio e poi dopo di nuovo celeste.
    La scorsa settimana, si girava tranquillamente senza giacchetto, erano 20 C°, adesso, per uscire di casa è tassativa sciarpa e berretto.
    Loro ti dicono: -Tranquilli, è colpa di Attila..... tutto normale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche qui sbalzo di 18 ° C in 3-4 giorni.. i cieli chimici fan cappa, soprattutto la notte, perché di giorno schermano pure quindi le cose un po' si compensano. Ma il pianeta si sta raffreddando dal 98, altro che riscaldamento da CO_2... Presto ci diranno che spruzzano per tenerci al caldo se va avanti così, e in parte sarà vero, ma sarà solo un effetto collaterale. Il grande fratello spruzza per renderci docili o perfino bionici?
      beccatevi un po' sti brevetti (compreso quello per un trattamento al morgellons!)

      https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10152052886120681&set=a.10152052886015681.1073741853.199277020680&type=1&relevant_count=8

      Elimina
    2. Ecco il cielo di oggi: https://www.facebook.com/photo.php?fbid=257409777743890&set=gm.128656300638467&type=1&relevant_count=1

      Elimina
    3. ormai quello schifo è talmente ricorrente che tanta gente sostiene sia sempre successo. Quando ero ragazzino di cieli così non ne ho mai visti. Chiunque sostenga il contrario dimostra come le nanotecnologie siano soldi buttati via per gran parte della popolazione. Sono già adesso telecontrollati, in pratica, anche se per induzione, non a comando.. ma il risultato non cambia!

      Elimina
  6. o magari ci stanno facendo di peggio e gli effetti igroscopici potrebbero essere solo collaterali..

    Avete mica notizie di Clifford Carnicom? E' da un bel po' che non pubblicano sul sito. Bisognerebbe fargli un monumento a quell'uomo.

    RispondiElimina
  7. https://www.facebook.com/notes/h-/3-siamo-consapevoli-di-come-lumanit%C3%A0-si-trovi-ad-affrontare-gravi-rischi/349871081770646

    RispondiElimina
  8. per favore guardate un secondo questo link e ditemi, il SIMBOLO che appare nel MONITOR del portatile cosa vi ricorda?

    https://www.facebook.com/pages/Telemedicina/108376632517736?nr#

    RispondiElimina
    Risposte
    1. IL CADUCEO
      Simbolo di origini antichissime, mesopotamiche ed assiro-BABILONESI, viene rappresentato da un'asta con due serpenti attorcigliati che si fronteggiano. Nella parte superiore sono posizionate due piccole ali o un elmo alato. Per la mitologia classica era attributo di Hermes/Mercurio, il messaggero degli dei, che, ricevuto un bastone da Apollo, lo avrebbe utilizzato per separare due serpenti che si stavano divorando. Da questa leggenda sarebbe nato il significato del Caduceo come segno di pace. I latini chiamavano appunto "Caduceo" (da caducus, caduco come un ramo staccato da un albero), la verga di ulivo che contraddistingueva gli araldi nell'esercizio delle loro funzioni. È anche considerato simbolo dell'equilibrio morale e della condotta esemplare: il bastone esprime il potere; i due serpenti la sapienza; le ali la diligenza, e l'elmo è l'emblema dei pensieri elevati. Gli sono stati attribuiti altri molteplici valori, dalla fecondità/fertilità, alla medicina.

      http://badigit.comune.bologna.it/mostre/biglietti/7.htm

      Elimina
    2. "Anni fa congetturai che il simbolo del caduceo, con i due serpenti che si attorcigliano attorno ad un’asta, fosse la raffigurazione in codice della doppia elica genetica. Non solo, supposi che il caduceo fosse pure l’icona di un’antenna irradiante energia elettromagnetica. Tali congetture sono state poi confermate da una serie di ricerche condotte sia da biologi sia da studiosi di antiche tradizioni. I due ambiti, quello biologico e quello elettromagnetico, non sono così lontani come potrebbe sembrare ai profani." [...]

      Tom Montalk afferma: "Gli Oscurati intendono in ogni modo arrestare ed impedire, tramite la diffusione di agenti biochimici l’evoluzione genetica di alcuni gruppi umani. Attraverso complessi meccanismi biologici, batteri, virus e retrovirus possono alterare il D.N.A delle cellule, compreso il D.N.A. silente, le cui potenzialità non sono state ancora del tutto comprese. Esistono già biotecnologie in grado di adoperare agenti atti ad alterare il D.N.A. di una cellula ospite. (…)"

      http://luisluce62.wordpress.com/2010/04/04/emozioni-dna-scie-chimiche/

      Elimina
    3. interessante ,a mio avviso,sono certo che le irrorazioni servono a molteplici scopi oltre a quelli chiaramente visibili e osservabili.cè dell'altro.

      Elimina
  9. Risposte
    1. Si tratta di terrorismo meteo. Non a caso non avvisano quando necessario. Inoltre i cicloni mediterranei non esistono. I cicloni, tornado, uragani, si formano solo sugli oceani. Se di disastri si tratta, questi sono indotti artificialmente, facendo uso di armi a microonde, in sinergia con le attività di aerosol clandestine. Nessun ciclone. Dalle mappe solo coltre igroscopica e scie persistenti.

      L'idea di questi meteorologi d'accatto è quella di instillare l'idea che certi fenomeni siano una cosa comune e quindi, in questo modo, intendono giustificare il nubifragio indotto ed artificiale sulla Sardegna.

      Elimina
    2. Lo scritto qui sotto è solo una piccola parentesi di quello che ho pubblicato oggi:

      "L'uomo possiede già strumenti efficaci di distruzione. Alla fine, tuttavia, mezzi oltre alla guerra aperta possono essere usati per conseguire un vantaggio nazionale."

      "Dato che la competizione economica tra molti paesi avanzati aumenta, un vantaggio per il proprio paese potrebbe essere quello di garantire un tranquillo ambiente naturale
      per se stesso e di un ambiente disturbato
      per i suoi concorrenti.

      Le operazioni che portano a tali condizioni possono essere condotte di nascosto, dal momento che le grandi instabilità presenti in natura che producono tempeste, inondazioni, siccità, terremoti e maremoti, sono viste come insolite ma non inaspettate."

      "Tale 'guerra segreta' non avrà mai bisogno di essere dichiarata o potrà anche non essere conosciuta dalle popolazioni colpite. Si potrebbe continuare per anni in una situazione in cui solo le forze di sicurezza ne sono al corrente."

      Gli anni di siccità e le tempeste sarebbero attribuiti alla cattiveria della natura e un attacco armato sarebbe scatenato solo dopo che una nazione sia stata accuratamente fiaccata"

      'Guerre occulte non dichiarate'

      Elimina
    3. Stavo pensando... immaginate se quei cannoncini NASAti anzichè essere indirizzati verso nord-est... e colpendo la Sardegna, fossero stati indirizzati nel senso opposto... con 400 mm di acqua avrebbero potuto trasformare il deserto del sahara in una oasi... decine di questi cannoni potrebbero essere usati per eliminare la siccità, con la giusta cablazione, in tutta l'africa e in altre zone aride e desertiche...

      Intanto qua al nord era prevista neve per sabato... ma già hanno cambiato idea, aumentando le temperature previste di 1-2 gradi e quindi facendo pensare a solo della pioggerella... le cose sono 2... o è il solito "effetto serra" da scie non in terra ma in cielo, oppure stiamo in allerta perchè non si sa mai viene giù lo stesso la neve.

      Elimina
    4. Non ci sarebbe stato ritorno economico a far piovere in Africa: Avrebbero aiutato troppo la popolazione, senza causare disagi, che sono il principale obbiettivo della guerra climatica in atto

      Elimina
    5. Infatti. La Sardegna andava verso l'esenzione dell'I.V.A. Gli è andata male...

      Elimina
  10. Dunque anche la cometa ISON non è più da considerarsi la cometa del secolo in quanto si è disintegrata. Ne è rimasto un pezzo di coda. In molti ci si attendeva una progressione spettacolare della medesima e invece nulla. La vera e propria cometa 'fatale' è ancora di là da venire.

    E nemmeno sappiamo se mai arriverà. Forse trattasi di fantasticherie diffuse a bella posta dalla propaganda degli Illuminati onde occultare la vera natura dei problemi che affliggono gli uomini primo fra tutti la guerra climatica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non si riesce a farla finita. Magari ne cadesse una sulla sede del Parlamento... o sul Quirinale... oppure sul Pentagono...

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    3. Non è così come ce la raccontano:

      "I telegiornali di oggi hanno dato notizia che ISON si è frantumata ed è scomparsa, ma non è vero assolutamente! Tutto falso! Solo disinformazione. Le nuove immagini di oggi sulla Cometa ISON mostrano una anomalia. Cosa sta nascondendo la NASA? Si sa per certo che l’osservatorio spaziale Heliosferico SOHO, sta trasmettendo le immagini della ISON, ma qualcosa di nuovo è emerso."

      Le nuove immagini mostrano qualcosa di molto diverso

      Elimina
    4. Chissà solo che cosa ci stanno ancora nascondendo...

      Elimina
    5. A proposito, grazie Wlady, articolo molto interessante, a momenti anche io mi facevo abbindolare da quello che dicevano i media sulla cometa ;)

      Elimina
  11. http://www.iconicon.it/blog/2013/11/le-stranezze-di-ison/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il sito spaceweather.com comunica stasera che la cometa ISON 'is alive and well'. Insomma è viva e sta bene. Allora può darsi che lo spettacolo sotto Natale dei due soli in cielo rimanga ancora una possibilità.

      Elimina
  12. Risposte
    1. Ah, il fideismo e l'ingenuità di Maurizio Fratini, titolare del sito segnidalcielo.it! E le sue sgrammaticature nella totale incapacità di usare i congiuntivi! Ufo un pò dappertutto, anche accanto alle comete in disfacimento oltre che sulla scena di irrorazione delle scie chimiche. A che cosa sono serviti? A nulla, assolutamente a nulla mentre l'essere umano continua la sua traiettoria spesso senza senso sulla scenario di questa esistenza.

      Elimina
    2. Questa è l'ufologia ottimista, ahinoi: "angeli in astronave" che se ne stanno a guardare. Fratini di nome è Massimo.

      Ciao

      Ciao

      Elimina
    3. Si, mi scuso. M'è venuto dopo il vero nome di Fratini che è appunto Massimo.

      Ciao

      Elimina
  13. Stamani scie a iosa, a coprire lo spazio di cielo rimasto aperto. Aria irrespirabile!
    Buon weekend a "tutti".

    RispondiElimina
  14. Risposte
    1. Si, in effetti lo sei :-)
      Buona domenica a Tutti....
      http://www.youtube.com/watch?v=xYB1QVNgVAY

      Elimina
  15. Questa mattina bella sorpresa,un grande Corrado Penna a Canale Italia,ospite del bravo Massimo Martire.
    Bel colpo,complimenti.

    RispondiElimina
  16. Pesantissima attività di aerosol persistente in corso da stamattina presto sulla toscana come a voler bloccare la grande perturbazione nel centro-sud. Notare anche la scia di centinaia di chilometri che attraversa il mar ligure
    http://www.imagebam.com/image/18d77c292114887

    incredibile timelapse in abruzzo, come sfregiare il cielo in un'ora
    http://youtu.be/Ck529WLdOR4

    RispondiElimina
  17. Confermo! ieri e oggi scie persistenti a tutto spiano! i meteo c'azzeccano anche stavolta: velature!

    RispondiElimina
  18. Confermo anche dalla Liguria l'intensa attività (come sempre) degli odiosi tankers.

    RispondiElimina
  19. Aluminium borohydride

    http://en.wikipedia.org/wiki/Aluminium_borohydride#Reactions

    Aluminium borohydride, also known as aluminium tetrahydroborate, (in American English, aluminum borohydride and aluminum tetrahydroborate, respectively) is the chemical compound with the formula Al(BH4)3. It is a volatile pyrophoric liquid which is used as rocket fuel, an ADDITIVE IN JET FUEL, and as a reducing agent in laboratories. Unlike most other metal–borohydrides, which are ionic structures, aluminium borohydride is a covalent compound.

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis