martedì 13 agosto 2013

Le diffamazioni della testata "La Repubblica": singolari collegamenti con disinformatori e meteorologi

L'11 agosto 2013 vi abbiamo relazionato in merito alle incredili diffamazioni ad opera del giornalista Marco Preve. E' opportuno quindi evidenziare alcuni aspetti di questa vicenda, sempre ricordando che questo concertato attacco mediatico dimostra un innalzamento del livello, volto a far fuori, ad ogni costo, gente scomoda per il regime.

Allora... il quadro è chiaro e vi spiego come sono messe le cose:

Nel 2007 pestiamo i piedi ad Achille Pennellatore, pubblicando alcuni commenti ed articoli e video che mettono in evidenza come il meteorologo della Provincia di Imperia conosca bene la questione "aerosol clandestini" e confezioni quindi delle previsioni ad hoc. Questo, però, dopo un accordo con l'Aeronautica militare italiana. Ciò per il semplice fatto che, prima di quell'accordo, non azzeccava una previsione che fosse una, non sapendo nulla delle "innocue velature" create dai militari. Casualmente Achille Pennellatore è amico amico della famiglia Nigrelli ed ha anzi scritto un libro con uno dei Nigrelli. Il libro è "Polvere di STEL", patrocinato, guarda caso dal Comune di Sanremo, che deve preservare la sua rispettabilità.

La moglie di Nigrelli, Teresa, entra in contatto con mio fratello Antonio, spacciandosi per un'attivista. Raccoglie informazioni preziose. Di lì a poco i Nigrelli aprono una serie di blog dedicati esclusivamente alla diffamazione di chi scrive e del fratello Antonio.

Nigrelli è socio dei negazionisti del C.I.C.A.P. e con essi si coordina costantemente per tutta una serie di iniziative di stalking e diffamazione sulla Rete e sulla piazza non virtuale. Nigrelli vive a Sanremo, ovviamente e funge da base logistica per spiare e controllare i Marcianò.

Nigrelli, il Comune di Sanremo e Pennellatore si può dire che sono una cosa sola, giacché il tipografo in pensione funge da sponsor e garantisce la costante diffamazione dei Marcianò.

Nigrelli viene querelato più volte da chi scrive e fratello, ma... casualmente, la magistratura sanremese pensa bene di rinviare a giudizio chi scrive. Parte offesa e testimoni per l'accusa: i Nigrelli.

Nigrelli scrive su Facebook e gestisce insieme con altri negazionisti pagati dal Ministero dell'Interno diverse pagine diffamatorie e calunnianti dedicate allo scrivente ed ora anche al fratello Antonio. Usa il nick Mario Lipuma, ma tutti sanno che è uno degli pseudonimi di Nigrelli.

Nigrelli è logicamente un meccanismo dell'ingranaggio cui appartiene anche il noto stalker Task Force Butler, il quale usando un nome di comodo, scrive al giornalista Marco Preve e gli segnala la possibilità di scrivere un articolo utile a screditare Antonio Marcianò. In effetti Task Force Butler, in una serie di commenti sul blog di Nigrelli (alias wasp alias Leoniero alias... Mario Lipuma) e sul blog "Strakerenemy", intestato a Paolo Attivissimo (C.I.C.A.P.) e gestito da Stefano Luciani alias eSSSe, ha orgogliosamente descritto una situazione di possibili guai per Antonio Marcianò e questo grazie alle sue segnalazioni anche al Ministero della Pubblica "istruzione" nonché alla Dirigente scolastica del Liceo "Cassini" ove insegna Antonio Marcianò.

Lo stesso Achille Pennellatore scrive sul profilo Facebook di Mario Lipuma-Niigrelli ed anche sul suo blog!

Il cerchio si chiude nel momento in cui il giornalista della testata "La Repubblica", Marco Preve, riceve da Task Force Butler l'indirizzo email cui scrivere (tanker.enemy at gmail.com) per ottenere il numero di telefono che poi sfocia nella telefonata che avete ascoltato. In realtà l'articolo è già pronto, ma richiede alcuni affinamenti, giacché il Preve ha ottenuto solo una parte delle informazioni necessarie da Task Force Butler nonché dall'ingenua vicepreside del Liceo. Ella riferisce di email di genitori preoccupati, ma che in realtà sono messaggi falsi inviati con nomi diversi da Task Force Butler, il quale è uso impiegare decine di nomi di fantasia per le sue scorribande sulla Rete e per inviare segnalazioni a destra e manca.

Marco Preve
10 ago 2013

Buongiorno, scusi l'intrusione, sono un giornalista di Repubblica redazione di Genova e stavo cercando di mettermi in contatto con il professor Marcianò del liceo Cassini di Sanremo per una questione che lo riguarda. Spero che questa mail sia la sua.
grazie

Marco Preve
la Repubblica, redazione Genova
16121-Via XX Settembre, 41
tel. 010/5742212 fax 010/5742263

Casualmente Mario Lipuma-Nigrelli è amico su Facebook di Marco Preve. Casualmente Achille Pennellatore, amico di Nigrelli, coglie la palla al balzo e scrive al direttore di SanremoNews per esprimere la sua soddisfazione sulle diffamanti accuse di Marco Preve e rilanciate dalle inutili testate locali.

Oviamente, dietro tutta questa manovra alla "servizi segreti de noiartri", si intravede solo un disegno: screditare coloro che, nonostante processi minacce ed attacchi di ogni genere, si permettono ancora di definire quelle scie con il loro vero nome: scie chimiche.

Qui la risposta di Antonio Marcianò al meteorologo Achille Pennellatore.

Articolo correlato:

Preve-dibili diffamazioni, 2013


La guerra climatica in pillole

Le nubi che non ci sono più

Per una maggiore comprensione dei fenomeni legati alla guerra ambientale in corso, abbiamo realizzato l'Atlante dei cieli chimici.

Chi è Wasp? CLICCA QUI

CHEMTRAILS DATA

Range finder: come si sono svolti i fatti

26 commenti:

  1. Ottima ricostruzione Straker e Zret!
    Piena solidarietà a Rosario e soprattutto Antonio Marcianò la parte più colpita da questa squallida vicenda.

    Auguro di tutto cuore che lo scherzetto agostano del Sig Preve, amici e accoliti venga giudicato da qualche autorità o ordine sano, come merita.

    L'ingenuità (chiamiamola così) della dirigente scolastica ha dell'incredibile non riuscendo neppure a calcolare le conseguenze delle sue dichiarazioni riguardo all’onore di un suo dipendente e del Liceo Cassini stesso che non aveva bisogno di questo genere di pubblicità.

    Sono in vacanza in Friuli ed in spiaggia ho sentito diverse persone discutere tra loro di SCIE CHIMICHE (e non di condensazione), siccità (ormai in FVG è allarme rosso) e anche in un caso di terremoti e congegni per provocarli (aka Haarp). Sono soprattutto gli anziani a parlarne, perché i più giovani a suon delle palle "scientifiche" made Cicap/Quark sono la parte più cogliona di questa società.

    Ma comunque se ne parla mentre le istituzioni fanno finta di non vedere o disinformano come i signori citati in questo post.

    Un caro saluto Ron

    RispondiElimina
  2. Ron, non escludo che la collaboratrice sia stata circuita e che le siano state attribuite dichiarazioni da lei non rilasciate. Già anni fa accadde che un sedicente giornalista scrisse un pezzo denigratorio sul "Cassini", senza aver conferito con alcuno, inventando di sana pianta l'intervista. E' il modus operandi di molti pennivendoli.

    Viviamo in un mondo di bambocci abbindolati da tagliagole come Task Force Butler.

    Ciao

    RispondiElimina
  3. Colgo l'occasione per ringraziare tutti coloro che hanno manifestato solidarietà nei nostri confronti. In verità, si attaccano le persone per azzerare idee scomode, ma le idee sopravvivono a chi le diffonde.

    RispondiElimina
  4. Ciao Zret, sono sicura che i tuoi allievi sono fieri e consapevoli di averti come insegnante. Nella completa desolazione che vive la scuola oggi avere un docente che mette la passione e la preparazione a disposizione dei suoi ragazzi è cosa rara e preziosa. Sono molto fortunati come è fortunata la scuola che può vantare di annoverarti tra i suoi docenti, e di questo ne sarà orgogliosa la Preside perché significa avere più iscritti. Difficile invece poter leggere un articolo di Repubblica. Nonostante abbia una marea di contributi le copie vendute sono sempre meno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eleonora, l'omologazione ed il perbenismo avanzano inarrestabili, permeando la società. Vedremo per quanto tempo ancora baluginerà un barlume di spirito critico... non solo negli istituti scolastici.

      Ciao

      Elimina
    2. Ciao Eleonora, Antonio ha ricevuto molti attestati di solidarietà da alunni, ex alunni e colleghi. Ciò dimostra che i mafiosi metodi del regime non attecchiscono come qualcuno vorrebbe.

      Elimina
  5. e intanto se le respirano pure loro ogni giorno che passa queste scie... per la serie "non è buono cio' che è buono, ma è buono cio' che piace"... intanto adam kadmon prossimamente torna su italia1 come da pubblicità di oggi... ne sentivamo proprio la mancanza eh???!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Intanto oggi si sono scatenati con le scie tossiche, con buona pace degli sciacondensari e dei negazionisti.

      Elimina
  6. Finchè la scuola è viva c'è speranza. Una delle poche cose buone della scuola italiana è il senso critico e la ricerca delle fonti. Anche se stanno facendo di tutto per omologare l'insegnamento alla disinformazione anglosassone a partire dai vari metodi Invalsi e a crocette snaturando completamente lo spirito e le origini della nostra cultura (addirittura vorrebbero eliminare Dante perché "fonte di razzismo") ci sono ancora molti docenti che amano la propria professione e che insegnano lo spirito critico, stimolano la ricerca della verità e della curiosità. Dobbiamo a loro se c'è ancora un barlume di coscienza e consapevolezza. E' fondamentale per non perire! Spenta quella luce caleranno le tenebre e sarà il caos.

    RispondiElimina
  7. Rinnovo la mia solidarietà agli AMICI Antonio e Rosario; rimane poco da dire...

    Omnia munda mundis; coinquinatis autem et infidelibus nihil mundum, sed inquinatae sunt eorum et mens et conscientia.


    RispondiElimina
  8. Roberto Duria analizza la questione in modo acuto ed obiettivo.

    RispondiElimina
  9. Sempre al vostro fianco,sempre.
    Un Abbraccio a Voi e a Tutti gli Amici del blog.

    RispondiElimina
  10. Lo so, dicono che gli eventi con il numero 11 siano contrassegnati da un progetto satanico e degli Illuminati, quindi prevengo dubbi e critiche, ma...

    ...l'arrogante articolo di Marco Preve è stato pubblicato il giorno 11. Vi dice qualcosa?

    RispondiElimina
  11. At war over geoengineering

    The Guardian, Thursday 9 February 2012 21.00 GMT

    Few in the civil sector fully understand that geoengineering is primarily a military science and has nothing to do with either cooling the planet or lowering carbon emissions (Report, 6 February). While seemingly fantastical, weather has been weaponised. At least four countries – the US, Russia, China and Israel – possess the technology and organisation to regularly alter weather and geologic events for various military and black operations, which are tied to secondary objectives, including demographic, energy and agricultural resource management.

    Indeed, warfare now includes the technological ability to induce, enhance or direct cyclonic events, earthquakes, draught and flooding, including the use of polymerised aerosol viral agents and radioactive particulates carried through global weather systems. Various themes in public debate, including global warming, have unfortunately been subsumed into much larger military and commercial objectives that have nothing to do with broad public environmental concerns. These include the gradual warming of polar regions to facilitate naval navigation and resource extraction.

    Matt Andersson

    Former executive adviser, aerospace & defence, Booz Allen Hamilton, Chicago

    RispondiElimina
  12. At war over geoengineering

    The Guardian, Thursday 9 February 2012 21.00 GMT
    Few in the civil sector fully understand that geoengineering is primarily a military science and has nothing to do with either cooling the planet or lowering carbon emissions (Report, 6 February). While seemingly fantastical, weather has been weaponised. At least four countries – the US, Russia, China and Israel – possess the technology and organisation to regularly alter weather and geologic events for various military and black operations, which are tied to secondary objectives, including demographic, energy and agricultural resource management.

    Indeed, warfare now includes the technological ability to induce, enhance or direct cyclonic events, earthquakes, draught and flooding, including the use of polymerised aerosol viral agents and radioactive particulates carried through global weather systems. Various themes in public debate, including global warming, have unfortunately been subsumed into much larger military and commercial objectives that have nothing to do with broad public environmental concerns. These include the gradual warming of polar regions to facilitate naval navigation and resource extraction.

    Matt Andersson

    Former executive adviser, aerospace & defence, Booz Allen Hamilton, Chicago

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le quattro nazioni menzionate in questo articolo, fanno finta di divergere su fatti di geo-politica, in realtà collaborano tra di loro per dividere la Terra in quattro realtà continentali, con un unico scopo della riduzione mondiale della popolazione, costi quello che costi.

      Per loro l'umanità ha bisogno di essere monitorata, controllata, gestita e anche sfoltita, perché incapace di prendere decisioni e, loro dal posto più alto della piramide, si credono in diritto (per il bene di Gaia), di gestire il bestiario umano.

      Ormai è risaputo che la palla della C.O2 non regge più.

      Elimina
  13. Informo i nostri lettori che il meteorologo Achille Pennellatore, il giornalista Marco Preve ed il Direttore della Testata "La Repubblica" sezione ligure Giuseppe Smorto, sono stati oggi 16 agosto 2013, querelati per diffamazione aggravata a mezzo stampa.

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis