domenica 28 luglio 2013

Esigenze militari e nuvole “sintetiche”: per quale ragione le nubi naturali sono quasi del tutto scomparse

Pubblichiamo uno studio che sarebbe dovuto apparire, sotto forma di intervista al Presidente di Tanker enemy, sul quotidiano telematico “La gazzetta del Serchio”. Purtroppo il direttore della testata, dopo aver pubblicato un paio di pezzi dedicati alla geoingegneria clandestina e che avevano riscosso notevole successo, è stato richiamato all'ordine. Ha, infatti, partecipato ad un incontro in cui si sono radunati editori e direttori ed ha dovuto operare un repentino dietro-front. O si obbedisce al Diktat del sistema o si perisce. Sul quotidiano "La Gazzetta del Serchio" si legge:

"Sarà una conversazione finalizzata a smontare le bufale e a promuovere una comunicazione e dunque una cultura virtuosa di mitigazione della paura [...] Saranno dunque affrontati, in termini chiari e comprensibili, i temi delle notizie validate ed autentiche, delle notizie false e immaginarie, dei miti e delle leggende metropolitane, delle differenze tra giornalismo, blog e social network, degli effetti delle notizie false, fino a toccare i temi delle previsioni e della prevenzione".

Questo è il panorama del giornalismo italiota e non solo: ad una masnada di pennivendoli che scribacchiano su quotidiani e periodici più o meno prestigiosi, fa da contrappunto in casi eccezionali qualche redattore indipendente cui, però, viene subito chiusa la bocca. Bilanciamo quindi questa vergognosa censura, proponendo l’articolo con qualche integrazione e modifica
.

Le più recenti pubblicazioni scientifiche smentiscono la correlazione tra incremento dell’"effetto serra" e biossido di carbonio, chiamando in causa l'attività del sole.

Senza dubbio la questione "biossido di carbonio" è servita come paravento alle attività clandestine di aerosol nei cieli del mondo ed ora che l'inganno sta venendo a galla, si tenta di escogitare una via d'uscita che permetta sempre di operare con tecniche di geoingegneria. Esse ci verranno vendute come ultima ratio per salvare la Terra dall'eccessivo innalzamento delle temperature. Che il Sole sia in parte responsabile dell'aumento delle temperature è un dato di fatto, tant'è che tutti i pianeti del Sistema solare stanno subendo lo stesso riscaldamento, ma è forviante ed ingannevole addossare tutte le responsabilità alla nostra stella.

Se, infatti, si stila un elenco dei valori termici concomitanti con le giornate di massiccia irrorazione e relativa copertura, si scopre che tali valori aumentano di una media di 4 gradi durante il giorno, mentre l'escursione termica passa da -7 gradi Celsius a -2. Quindi è chiaro che le attività di aerosol, che si conclamano con i classici cieli velati, servono ad intrappolare le radiazioni infrarosse e ad amplificare l'effetto serra (meglio “effetto atmosfera”). A questo punto nasce un problema: i sistemi di comunicazione militare di ultima generazione tra le stazioni radar a terra, i satelliti, i velivoli con o senza pilota, i nanosensori wireless (smart dust) hanno bisogno di due condizioni.

a) Il medium atmosferico deve essere reso elettroconduttivo attraverso la dispersione di metalli quali l'alluminio ed il bario.
b) I parametri di umidità relativa devono mantenersi su livelli bassi.

I militari hanno sormontato l’ostacolo, impiegando squadriglie di aerei che rilasciano nell'atmosfera (alle quote dei cumuli) sali di bario, trimetilalluminio e gel di silicio, così da creare un “corridoio” per le frequenze radio e, nel contempo, disgregare i cumuli presenti nonché impedire che se ne formino altri. Una volta che questo compito è terminato, altri velivoli vengono dirottati sulle aree nelle quali si deve operare una serie di sorvoli definibili "di mantenimento".

Ecco quindi spiegato l'impiego di apparecchi che rilasciano scie di tipo evanescente pur con temperature elevate e che alcuni possono scambiare per scie di condensazione. Ciò rientra nell'esigenza di ottenere un efficace camuffamento nella creazione di una copertura elettroconduttiva a bassa quota che sia costituita da strati artificiali o da nebbia chimica. I rilevamenti delle polveri sottili, eseguiti in questi mesi, hanno confermato un netto aumento del nanoparticolato al di sotto dei PM 2, in concomitanza con le attività di geoingegneria clandestina. Infatti i composti dispersi con le scie di tipo effimero si diffondono in tempi brevi nell'ambiente circostante, conferendo al cielo un aspetto da vetro smerigliato. La volta celeste appare opaca, granulosa, abbagliante. La colorazione di un azzurro pallido al mattino e lattiginosa al pomeriggio, nonché la completa assenza di cumuli da bel tempo, denunciano la nebulizzazione di aerosol che tutto sono fuorché scie di condensazione.



Ascoltando i servizi meteorologici, gestiti dai militari, si ha un'ulteriore conferma del tentativo di normalizzare una situazione per nulla normale. Ogniqualvolta il graduato di turno ripete la sua lezioncina: "Cielo sereno e soleggiato, senza nubi significative. Al più delle innocue velature di passaggio", oppure: "Cielo sereno e senza fenomeni" o ancora: "Soleggiato e senza fenomeni di rilievo. Al massimo qualche nube nel pomeriggio, ma non associata a fenomeni"... possiamo essere sicuri che sono preannunciate le consuete operazioni di modificazione meteorologica.

Non confondiamo i nembi artificiali (smart clouds) con le nuvole create da Madre natura.

I cumuli sono nubi di tipo basso. Essi si trovano a quote comprese tra gli 800 ed i 2.300 metri e si formano generalmente in presenza di alta pressione. Di solito quindi compaiono nelle giornate di bel tempo oppure subito dopo un acquazzone. I cumuli, che denotano valori di umidità atmosferici piuttosto alti, sono di continuo alimentati dall’evaporazione e dalla traspirazione. Plasmati dai moti convettivi e dai venti, quando il contributo di umidità atmosferica è notevole, possono dar origine a temporali di calore, soprattutto sui rilievi. Non è per niente naturale osservare, già dalla mattina presto, cieli ovattati, quasi bianchi, privi di qualsivoglia formazione nuvolosa e ciò, lo ribadiamo, anche nelle giornate di alta pressione. Questi "panorami marziani" sono il frutto della dispersione di nanoparticolato igroscopico ed elettroconduttivo nottetempo, volto all’eliminazione della nuvolosità che si genera in modo naturale per evaporazione e traspirazione. Non è per nulla naturale assistere in pieno giorno al rapido e definitivo disfacimento dei cumuli, se non a causa di inseminazioni disseccanti. Infatti, con la loro albedo, la capacità di riflettere la luce, questo tipo di nuvole incrementa la radiazione termica che, in un circolo virtuoso, accresce l’evotraspirazione alla base della formazione di altri nembi. I cumuli si diradano e si dissolvono al crepuscolo, quando diminuisce l’energia solare, matrice dei fenomeni sopra descritti.

Siamo di fronte ad un cambiamento radicale nella "strategia di attacco", definita "inseminazione igroscopica delle nubi".

Dal 2008 le attività di aerosol si concentrano nelle ore notturne al fine di nasconderle il più possibile agli occhi della popolazione. Se, prima, infatti, la diffusione di metalli pesanti e polimeri (le cosiddette scie chimiche) era per lo più concentrata nelle ore diurne, quando le nubi erano aggredite una volta che esse si erano formate, ora si tende ad impedire che esse si generino, per cui si opera col favore delle tenebre, al riparo da sguardi curiosi. Durante la mattina ed il pomeriggio quindi i malfattori potranno lavorare indisturbati e quasi invisibili, adoperando elementi chimici a bassa persistenza, occultati da un cielo opaco e già denso di nanoparticolato.

Il documento "Weather modification - final report”, 2001, conferma quanto abbiamo asserito in questi anni e cioè che le operazioni chimiche, volte a distruggere la nuvolosità naturale, abbassando in misura drastica l'umidità atmosferica, sono di necessità compiute a quota cumulo (2.000 metri al massimo). Nel documento si legge apertis verbis che l'inseminazione prosciugante deve essere eseguita alla base del cumulo, per sfruttare le correnti ascensionali e che i "cumuli da bel tempo" sono i principali candidati per il "cloud seeding igroscopico", definito "cloud base hygroscopic seeding", poiché sono formazioni portatrici di grossi quantitativi d'acqua. Tali nuvole devono essere quindi dissolte, prima che si trasformino in cumulonembi forieri di pioggia. Tutto ciò non basta! Nel testo si citano tecniche di dispersione tramite aerei pressurizzati, dotati di "wing-tip generators", ovvero "generatori di false contrails aerodinamiche".

Perché accade ciò?

Avviene a causa di precise esigenze legate al funzionamento di strutture a terra e di satelliti in orbita ad alta risoluzione: sono dispositivi che funzionano nel range delle microonde (banda Ka) e che diventano inservibili in presenza di nuvole. Queste esigenze sono indicate in molti documenti reperibili in Rete.

Quanto sin qui chiarito, è suffragato da uno studio denominato "Aumento della risoluzione spaziale per il sondaggio di temperatura e di umidità da satellite geostazionario mediante radiometria ad onde millimetriche e submillimetriche", ma anche in un libro sulle strategie militari: "The Fundamentals of Aircraft Combat Survivability Analisys and Design". Tra l'altro questo contenuto è stato più volte censurato sulla Rete, a seguito di un nostro articolo ad esso correlato.

Tornando allo studio universitario, a pagina 8 si legge:

"Il grande vantaggio del telerilevamento alle microonde rispetto a quello infrarosso è da ricercarsi nel fatto che le idrometeore che costituiscono le nubi hanno generalmente dimensioni comparabili con le lunghezze d’onda infrarosse, portando quindi la radiazione IR rapidamente all’estinzione per fenomeni di scattering (dispersione ed indebolimento del segnale, n.d.r.). Ciò comporta che in presenza di campi nuvolosi il telerilevamento IR è in grado di osservare solamente gli strati superiori della nube senza poter osservare gli strati sottostanti, mentre le MW (microonde) consentono di osservare anche le zone sottostanti la nube, giungendo fino alla superficie terrestre, almeno finché alle nubi non sia associata alcuna precipitazione. Questa è la caratteristica più importante che rende il telerilevamento alle microonde uno strumento molto utile per l’analisi meteorologica in condizione di cielo non chiaro.

Impiegando invece le microonde (MW), nelle bande di assorbimento dell’O2 a 54 GHz (per la temperatura) e dell’H2O a 183 GHz (per l’umidità) si riesce, sia pure con risoluzione verticale ed orizzontale minore, ad eseguire il sondaggio anche in presenza di nube, almeno finché essa non sia associata a precipitazione. Alle frequenze elettromagnetiche nelle MW corrisponde, infatti, una lunghezza d’onda millimetrica che non interagisce in modo significativo con i costituenti delle nubi che sono generalmente di almeno un ordine di grandezza inferiore".

I nostri cieli, quindi, da alcuni anni a questa parte, sono un coacervo di improbabili formazioni dai sembianti e colori più bizzarri che nulla hanno a che vedere con le nubi naturali, così come si può evincere da questo schema iconografico, estratto dall'Atlante geografico De Agostini del 1969.

Fatto sta che sia i meteorologi sia la N.A.S.A. hanno da anni intrapreso una campagna di bieca disinformazione, secondo la quale le formazioni artificiali, indotte dalle attività militari con finalità igroscopiche, sono catalogate e descritte ora come cirri d'alta quota ora come innocue scie di condensazione ora come altocumuli ondulati ora come cirri spissati e via discorrendo.

E’ una fantasia morbosa, ma soprattutto l’espressione di una “scienza” disonesta, volta a gabellare per naturale ciò che è indotto. Nell'arco di pochi anni, la geoingegneria illegale ha portato a gravissimi sconvolgimenti meteo-climatici nonché ad un preoccupante aumento di malattie neurodegenerative e decessi per infarto ed ictus, collegati alla diuturna diffusione di nanoparticolato e di polimeri.

Che cosa aspettiamo a fermare questi criminali?


La guerra climatica in pillole

Le nubi che non ci sono più

Per una maggiore comprensione dei fenomeni legati alla guerra ambientale in corso, abbiamo realizzato l'Atlante dei cieli chimici.

Chi è Wasp? CLICCA QUI

CHEMTRAILS DATA

Range finder: come si sono svolti i fatti

60 commenti:

  1. Va anche dettoche ci sono immense risorse economiche in gioco; ad esempio la Monsanto BASF, che con le sue sementi OGM si lega alla siccità indotta spruzzata dagli spray a base di alluminio e bario che rendono sterili e improduttivi i campi coltivati.

    Un'altra storia è legata alla rinomata C.I.A. anericana, che vuole controllare in forma globale il clima. Come ad esempio le notizie sul rapporto di Yahoo, di come "l'intelligence americana in futuro dominerà il tempo e il cambiamento climatico":

    http://de.nachrichten.yahoo.com/klimawandel--usa-wollen-wetter-kontrollieren-101702928.html

    Questo messaggio si basa su informazioni dalla rivista americana "Mother Jones", che utilizza un progetto di ricerca basato su 21 mesi e relazioni di monitoraggio del clima globale di geo-ingegneria, che è finanziato dai servizi segreti americani:

    http://www.motherjones.com/politics/2013/07/cia-geoengineering-control-climate-change

    Inoltre, il quotidiano britannico "The Independent", in questo contesto si riferisce anche alle recenti condizioni meteorologiche estreme avvenute negli Stati Uniti come l'Hurricanes 'Sandy' o il tornado in Oklahoma, che secondo alcuni commentatori americani sia stato indotto da parte del governo degli Stati Uniti con l'utilizzo dell'impianto HAARP in Alaska

    Un altro collegamento rilevante: http://www.foxnews.com/science/2013/07/23/cia-wants-to-control-weather-climate-change/

    Tutto questo va ben oltre la CIA e gli Stati Uniti anche!

    E poi, chi dice che la norma statunitense il mondo e ancora pensa in termini di nazioni, non ha capito che cosa sta succedendo nel nostro diritto mondo. I principi non pensano in questo giorno ed età confini e le nazioni. Essi lavorano in reti globali. Come conveniente quando gli Stati Uniti possono spingere tutto dentro le scarpe lì.

    RispondiElimina
  2. In questo preciso istante, passaggio di velivoli a bassa quota e polimeri di ricaduta lunghissimi ("ragnatele sintetiche" per chi non le conoscesse ancora)
    Se avete un faro fuori casa, guardatelo in controluce, è probabile che le vediate anche voi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Confermo ed anzi... chissà che cosa si vede con l'infrarosso.

      Elimina
  3. Confermo pure io: una quantità 'industriale' di ragnatele artificiali polimeriche a volte lunghissime che si dipanano nel mio giardino da un cespuglio ad un altro o fra alberi e cespugli. Piuttosto rigide e resistenti. Non esistono in natura ragni che fabbricano simili schifezze.

    Quale il loro significato?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Confermo, anche sulla vettura e, non solo all'esterno ma anche al suo interno sul parabrezza, passano dai bocchettoni dell'aria, sono sottilissime e si notano in controluce.

      Non ho il giardino, tranne quello condominiale, però ho un terrazzino dove sistematicamente si depositano tra un vaso e l'altro.

      Elimina
    2. http://vimeo.com/66350684

      http://vimeo.com/64671290

      http://vimeo.com/64012929

      http://www.youtube.com/watch?v=u5Tg9FHOoqY

      Elimina
  4. http://www.youtube.com/watch?v=ASSaYT4--4c

    non sapevo..dal minuto 3.45....AZZ ,Corgan e pubblico...tutti coscienti sulle chemtrails :-) ottimo !!

    per chi non lo conosce

    http://www.youtube.com/watch?v=bis8phn-Qyo

    RispondiElimina
  5. anche se qualcuno voleva ,giustamente solo la musica :-)

    RispondiElimina
  6. Ciao Rosario,premesso che sono totalmente in accordo con l'articolo,ho come la sensazione che non sia l'unico motivo.
    Chiarisco i miei dubbi.
    Se fosse solo per far funzionare meglio le apperecchiature elettroniche diciamo,non ti pare un po costoso e insostenibile sul lungo periodo?
    inoltre magari sbaglio,ma tutti ste radar e satelliti che cavolo controllano?chi è il nemico?
    abbiamo appurato che spruzzano pure in russia e cina(che teoricamente dovrebbero essere i nemici) per cui non capisco davvero quale sia il vero progetto di queste attività.
    Senza dubbio il tuo lavoro è ampiamente condivisibile ma,non sò tu,ma manca un pezzo del puzzle..
    quanto credi che pesino la possibilità che servando anche per il mind control e eventuali interazioni con la vegetazione?
    Del resto il morgellons dimostra che qualcosa di biologico stanno combinando..

    Andrea

    RispondiElimina
    Risposte
    1. “Guai a te che devasti, e non sei stato devastato! che sei perfido, e non t’è stata usata perfidia! Quand’avrai finito di devastare sarai devastato; quand’avrai finito d’esser perfido, ti sarà usata perfidia” (Isaia 33:1).

      Elimina
    2. Sinergy, la risposta è qui:

      http://www.tankerenemy.com/2013/05/convergenza.html

      Elimina
    3. Ciao Sinergy, il primo e più inconfutabile elemento di riscontro provato è quanto riferito nell'articolo, ma è ovvio, come d'altronde affermato più volte, che gli obiettivi sono molteplici e gli enormi interessi in gioco coinvolgono non solo dunque i militari, ma anche università, centri di ricerca, geoingegneri, biologi, aziende di nanotecnologia, aziende ogm, farmaceutiche, compagne telefoniche etc. Gli articoli su questo blog dimostrano che ci siamo occupati anche del resto.

      E' però basilare concentrarsi sull'aspetto "elettroconduttività dell'aria in ambito militare" non solo poiché elemento dimostrato e dimostrabile, ma anche perché, se tieni conto che sono almeno 5000 i satelliti militari in orbita, ti rendi subito conto che la spesa viene senz'altro recuperata, anche perché sul carrozzone sono saliti tutti gli altri ed i costi dell'operazione si dividono.

      Elimina
  7. Tromba d'aria a Sanremo, due feriti e danni

    (ANSA) - GENOVA, 29 LUG - Una tromba d'aria si e' abbattuta questa mattina su Sanremo provocando due feriti leggeri e danni per migliaia di euro alle strutture balneari, alla vegetazione e all'arredo urbano. I feriti sono un'anziana travolta dai vetri di una porta finestra frantumatasi in camera da letto per colpa del vento e un commercialista di Milano scivolato mentre tentava di chiudere una finestra. Ad avere la peggio sono stati gli stabilimenti del lungomare: il vento ha spazzato via sdraio, tendoni e ombrelli.

    http://www.youreporter.it/video_VIDEO_SHOCK_Tromba_d_aria_a_Sanremo_devasta_stabilimenti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tuoni, fulmini e due minuti due di pioggia, poi il cielo si è subito liberato, tornando di plastica e quindi questa "tromba d'aria" appare un classico, in un quadro del genere.

      Elimina
  8. Qui in provincia di Milano nubifragio però alla fine ufficialmente sono caduti solo 24 mm.
    Sempre meglio di nulla, comunque qui il tempo pare a comando.
    Sotto una pensilina mentre mi riparavo ho potuto aprire gli occhi ad un giovane che non si era mai accorto di nulla.

    Qui un reportage sulla farsa dell'ISS sul Mous
    http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2013/07/il-muos-per-fare-la-guerra-si-usa_29.html

    RispondiElimina
  9. Dimenticavo la tromba d'aria, l'evento "catastrofico" della giornata

    http://www.youreporter.it/video_Tromba_d_aria_a_Trezzo

    RispondiElimina
  10. Sempre a Milano città: ieri 38° oggi 18°, un'escursione di 20° in 24 ore.
    Sono prove tecniche di riscaldatori ionosferici ...

    RispondiElimina
  11. Andrea occhio alla psicopolizia sempre pronta a colpire

    http://corrieredelveneto.corriere.it/veneto/notizie/politica/2013/29-luglio-2013/kyenge-nuove-offese-razziste-dino-dammi-crodino-2222393117265.shtml

    Non troverai alcun riferimento alle armi qui
    https://www.facebook.com/MinistroKyengeNoGrazieDimettiti

    Eppure si sono inventati la storia delle armi per bloccare il tizio di questa pagina (che peraltro non avrei mai consultato nè condiviso) e metterlo alla gogna mediatica che serva si presta a questi giochetti.

    Parliamo piuttosto di riscaldatori ionosferici e dei crimini compiuti ogni giorno dai militari. A parte appiopparci degli stupidi troll, non possono e non conviene loro sbatterci in prima pagina. Ciao.

    RispondiElimina
  12. Uno 'swing' climatico di tutto rispetto. Anche qui in bassa Lombardia quasi 20°C in meno nel giro di qualche ora. Drammatica la padronanza della situazione meteorologica che dimostrano di avere.

    RispondiElimina
  13. Risposte
    1. E' pazzesco! E nessuno si rende conto della distruzione sistematica della vita sulla Terra.

      Un articolo allucinante, adesso lo traduco e poi lo pubblico.

      Grazie Straker.

      Elimina
    2. Nell’articolo non viene menzionato l’effetto piu’ importante degli uvb sugli esseri viventi, ossia la produzione della vitamina D. La guerra ai raggi uvb e’ in atto da tempo, sono citati solo studi sulle piante riguardo l’ “Excessive UV”, tralasciando l’aspetto piu’ importante. Le scie chimiche riducono gli uvb, sia quando sono visibili in cielo sia quando il cielo appare slavato e bianchiccio con la foschia all’orizzonte (come lo possiamo osservare quotidianamente).

      “Figure 8 shows how in the UK, one small cloud reduced, in seconds, the UVB reaching two basking bearded dragons on a sunny day in August from 200µW/cm² to 66µW/cm². UVB readings on overcast days in winter in the UK may be close to zero.”

      http://www.uvguide.co.uk/uvinnature.htm

      In Gran Bretagna nel mese di Agosto una piccolo nuvola riduce, in secondi, gli UVB da 200 µW/cm² a 66 µW/cm².

      Elimina
    3. Viene menzionato:
      Alcuni degli effetti noti di eccesso dei raggi UV sull'uomo:
      • il sistema immunitario danneggiato, • danno al DNA • Danni alla vista• Causa varie forme di cancro.

      Elimina
    4. Vengono citati solo i danni ma non menzionano la produzione di vitamina D (importantissima)...

      Satellitare di oggi, come riescono ad “azzerare” gli uvb nel nord-est del Brasile con la geoingegneria clandestina e criminale:

      http://lance-modis.eosdis.nasa.gov/imagery/subsets/?subset=FAS_Brazil2.2013210.terra.1km

      Elimina
    5. Gli UVB passano ugualmente. E' la luce che viene filtrata: lo spettro visibile.

      Elimina
    6. E comunque quella particolare nuvolosità non è frutto di geoingegneria.

      Elimina
    7. Gli uvb passano ma vengono ridotti dell’ 80-90%.

      Quella nuvolosita’ non e’ prodotta grazie alla geoingegneria? Una nuvolosita’ che segue passo passo la terraferma lungo la costa da che cosa potrebbe essere creata se non da una mano “magica”?

      Altra satellitare di oggi, altra copertura artificiale:

      http://lance-modis.eosdis.nasa.gov/imagery/subsets/?subset=WestIndonesia.2013211.terra.1km

      Elimina
  14. Commento tratto da CDC sulla deriva tecnologica.

    "Probabilmente tutte queste tecnologie di controllo mentale verranno utilizzate nel corso del tempo nei prossimi anni/decenni. In alcuni casi si tratta di tecnologie già esistenti o utilizzate a livello sperimentale.
    Nell'immediato il pericolo maggiore è rappresentato dalla realtà aumentata quindi mi soffermo brevemente su questi. I Google Glass verranno introdotti nel mercato a partire dai primi mesi del 2014 ed altri modelli simili sono in via di lancio e/o sviluppo. Inevitabilmente saranno un successo e nel tempo questa ed altre tecnologie indossabili sostituiranno gli smartphone e i cellulari.
    Se con i telefoni cellulari la vita di tutti è cambiata in peggio sotto numerosi profili (inquinamento elettromagnetico, minore privacy, maggiore stress, minore capacità di relazionarsi socialmente etc...) possiamo ben immaginare cosa potrà rappresentare uno strumento in grado non solo di amplificare i difetti dei cellulari ma anche di alterare le percezioni umane.
    Di fatto i Google Glass andranno a bypassare i naturali sensi della vista e dell'udito dato che i suoni verranno trasmessi direttamente alla tromba d'estauchio attraverso il cranio e la realtà aumentata sarà proiettata direttamente sulla retina.

    http://rack.1.mshcdn.com/media/ZgkyMDEzLzA0LzA5LzI1L2dsYXNzLjc1ZDhhLmpwZwpwCXRodW1iCTk1MHg1MzQjCmUJanBn/be4233f8/b28/glass.jpg

    Su Internet mi capita spesso di leggere i commenti di persone che rimpiangono un passato meno condizionato dalle tecnologie. Almeno quelli che hanno un'età sufficiente per aver visto un mondo senza cellulari e internet. In futuro potremo ritrovarci a rimpiangere persino questo periodo attuale quindi che posso dire...in questi mesi godiamoci le ultime passeggiate all'aria aperta senza Google Glass in giro. Dopo cominceremo a vedere dilagare questi devices, senza sapere se qualcuno ci sta filmando, fotografando, condividendo su qualche social network; se sta gesticolando e parlando da solo o semplicemente sta impartendo qualche comando ai suoi occhialini o parlando con qualcuno in Australia.
    Anche a questo servirà la connessione wireless gratis per tutti estesa su tutto il territorio: in sostanza a renderci ancora più controllabili.
    Questo tipo di tecnologie oltre che disumanizzare l'uomo e a rendere discutibile la realtà in cui esso vive, lo renderanno estremamente vulnerabile a qualsiasi tipo di totalitarismo.
    Siamo nella Nuova Era, siamo in vista di cambiamenti enormi a livello sociale, in questa surreale estate dove i politici vagheggiano di ripresa economica nessuno vuole dire la verità, ovvero che si avvicina il definitivo collasso economico globale che sarà innescato ad effetto domino su una struttra già pericolante. Le nuove tecnologie presenti (come ad esempio le stampanti 3D che ormai si trovano sul mercato a poco più di 1000 euro) e future rappresenteranno la definitiva fine del lavoro per come lo intendiamo oggi e sopratutto per come lo abbiamo inteso nei decenni passati.
    Chi si illude che queste tecnologie verranno utilizzate per il bene degli schiavi (cioè noi tutti) è semplicemente perché non ha memoria storica.
    Le ELites sono sempre state le stesse e saranno sempre le stesse. Perché mai qualcosa dovrebbe cambiare in meglio?
    Rendendoci sempre più dipendenti dalle tecnologie ci stiamo scavando la fossa da soli per quando partirà il nuovo totalitarismo globale di stampo socialista/oligarchico. Un totalitarismo che probabilmente verrà accolto dalle masse come la salvezza essendo che la gente sarà portata alla più totale disperazione.
    Non c'è nessuna possibilità di contrastare alcunché a meno di non estraniarsi completamente dalla società, un concetto che è e probabilmente rimarrà sempre un tabù per tutti o quasi".

    RispondiElimina
  15. La traduzione di Wlady è qui.

    Obiettivamente, che ci sia o non ci sia copertura chimica, la temperatura percepita se esposti alla luce solare è eccezionalmente elevata ed insopportabile. Prova ne è che molte delle piante che ho osservato sono letteralmente cotte.

    RispondiElimina
  16. @Zret: Concordo pienamente!!!

    Anche stamani si sono dati molto da fare nel primo mattino, usando i piedi di piombo.

    Questa merda non durerà in eterno, un giorno ci sarà qualcuno che la combinerà grossa, e smetteranno, o quanto meno, cambieranno modalità. Ciao a "tutti" e FORZA!! Finchè c'è vita c'è speranza!

    RispondiElimina
  17. danew@frontier.com
    19:53 (52 minuti fa)

    Subject: Geoengineering is destroying the ozone layer. (new article)

    FYI,
    New article with very important data on dangerously high UV levels.
    We have been working on this information for a while, as soon as we tried to post this article (7/29/13), geoengineeringwatch.org was immediately taken off line. After about 12 hours of working to restore the sight, web people managed to get it back up only to have it taken down again this morning, (7/30/13)
    As of a half hour ago, we are up again. We have never had this type of issue before with our site and I am told the server has not seen this scenario either.
    That being said, I believe the UV issue is a glaring light of exposure in regard to the global geoengineering programs. Once it is widely known that UV radiation is completely off the charts due to the ongoing atmospheric experimentation, there will be no hiding the geoengineering issue any longer.
    There is a slide show in the link below that is not available with the copy of this article we mailed out to all yesterday as a precaution after our site was taken down.
    I will hope this link and our site will continue to operate without the issues which occurred when we tried to post this article.
    Thank you for your help with exposing the lethal geoengineering programs.
    DW


    http://www.geoengineeringwatch.org/geoengineering-is-destroying-the-ozone-layer/

    RispondiElimina
  18. "Senza dirlo a nessuno il ministero degli Interni italiano ha ottenuto dai vertici di Facebook le chiavi per entrare nei profili degli utenti anche senza mandato della magistratura. Una violazione della privacy che farà molto discutere. - See more at: http://guardforangels.altervista.org/blog/facebook-il-ministero-degli-interni-ha-ottenuto-le-chiavi-per-entrare-nei-profili"

    http://guardforangels.altervista.org/blog/facebook-il-ministero-degli-interni-ha-ottenuto-le-chiavi-per-entrare-nei-profili/#comments

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Me ne sono reso conto: sovente mi ritrovo interi post rimossi.

      Elimina
    2. ...non mancherà molto che entreranno anche nei blog (già lo stanno facendo), e nei sistemi operativi dei PC; non dobbiamo mai dimenticarci che il giochino di internet nulla ha di democratico, è stato inventato dai servizi militari, delle élite che oggi controllano il mondo, e, non sono governative, nemmeno i governi sanno, ma prendono ordini a celle con compartimenti stagni, nella piramide del potere a 13 livelli.

      Elimina
    3. Certamente! Ed oggi usano la stessa Internet come una clava, i loro agenti.

      Elimina
  19. Scorie nucleari: Trasferimento segreto da Rotondella a Gioia del Colle


    Trasporto-scorie-nucleari-piemonte-2ROTONDELLA, 30 Luglio 2013 – Stanotte alle 3,10 del mattino in Lucania nel buio, all’insaputa di tutti, con una scorta di 300 uomini tra finanzieri, carabinieri e poliziotti (nessuno sapeva nulla) è transitato un carico di scorie nucleari da Rotondella a Gioia del Colle, sfiorando le famiglie che dormivano nelle proprie case.
    Il Prefetto di Matera e il Vice Ministro degli Interni, il Saggio Bubbico, non hanno proferito parola circa questo rumoroso e preoccupante evento con 300 uomini delle forze dell’ordine impegnati nell’operazione.

    RispondiElimina
  20. http://ilnavigatorecurioso.myblog.it/archive/2013/01/18/ma-la-nasa-collabora-con-aziende-in-possesso-di-tecnologia-a.html

    RispondiElimina
  21. La perturbazione di 2-3 giorni fa ha scaricato poche gocce di pioggia. Come al solito, sopra le nuvole si sentiva in continuazione il rombo degli aerei militari che scaricavano non visti i ben noti sali igroscopici.

    Le colture adesso hanno veramente sete. Gli agricoltori da due-tre settimane si danno veramente da fare per irrigare. Ma dovrebbero invece darsi da fare per afferrare per il collo i responsabili di questa situazione vergognosa.

    Fatto sta che i vertici militari sono stati occupati da molto tempo ormai da gruppi di persone dedite al satanismo il cui unico scopo consiste nel fare il male. Situazione inquietante e pericolosa che porterà a breve a guai ben più gravi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bisognerebbe prendere per il collo i politici che ci hanno venduto. Eppure le persone dormono un sonno incosciente, sin a quando si ritroveranno cotte a puntino e pronte per essere servite nel piatto. Allora sarà tardi.

      Elimina
  22. “Come si può vedere, anche quando il sole è al suo massimo a Denver, non ci sono in realtà molti raggi UVB per la tua pelle per produrre la vitamina D.

    Ecco il motivo per cui il consiglio che avete ottenuto da dermatologi, dalle autorità mediche e dalla pubblicità per i cosmetici di protezione solare, è stato (ed è ancora) molto, molto sbagliato.

    Sono sicuro che avete sentito il mantra ripetuto più volte in riviste patinate e altri mezzi di comunicazione: "Abbronzati solo la mattina presto o nel tardo pomeriggio. Questo è quando il sole è più debole e il rischio per il danno della pelle è più basso. State lontano dal sole nel bel mezzo della giornata, quando e’al suo massimo!"

    Questo avviene spesso in combinazione con questo consiglio: "Indossa sempre creme solari con il più alto fattore SPF possibile. Applicare almeno 20 minuti prima di andare al di fuori e riapplicare ogni due ore! "

    E 'probabilmente il peggiore dei consigli riguardo la cura della pelle che si può ottenere. Perché? Ecco perché...

    In questo modo e'garantita l’esposizione della pelle ai soli raggi UVA e in minima parte, se mai presenti, agli UVB.

    E perché questo non va bene? Perché...

    Essa incoraggerà a rimanere più a lungo nello spettro solare degli "UVB-deboli" (ma pieni di UVA), al fine di ottenere una abbronzatura. E, come ci ricorda la tabella precedente, gli UVA provocano maggior foto-invecchiamento che gli UVB.
    Non vi darà alcun beneficio di esposizione al sole, solo svantaggi. Non si ottiene alcuna vitamina D e non produrrete più melanina che sarebbe la vostra protezione naturale verso l’eccessiva esposizione.”

    http://www.thetanningguru.com/secrets-of-uv-light-for-healthy-tanning/#axzz2acwMbBv1

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il che non c'entra nulla con la distruzione dello strato di ozono.

      Elimina
  23. UN AIUTO PER TANKER ENEMY

    Il Comitato "Tanker enemy" dal 2006 è impegnato nella divulgazione e nella denuncia dello spinoso tema noto come "scie chimiche" o "geoingegneria clandestina", tramite la pubblicazione di articoli, video, documenti, traduzioni e per mezzo di varie iniziative (ad esempio, l'indagine sulle polveri sottili). Questo lavoro ha richiesto e richiede un impegno quotidiano con il conseguente dispendio di energie e risorse. In questi anni il blog "Tanker enemy" e quelli collegati hanno garantito, anche grazie al contributo di lettori e sostenitori, un'informazione indipendente e circostanziata a tal punto da suscitare la reazione del sistema. Questa reazione si è tradotta, oltre che in attacchi di ogni genere, nell'apertura di procedimenti "legali", volti all'oscuramento del blog e dei siti ad esso correlati. Sono procedimenti all'origine di notevoli difficoltà pratiche e di cospicui esborsi per avvocati e consulenti tecnici. Auspichiamo perciò un fattivo sostegno sotto forma di donazioni e di altri interventi (gratuito patrocinio, consulenze...) affinché il Comitato possa continuare ad agire nell'interesse della collettività. Un sentito ringraziamento a tutti coloro che accoglieranno, per quanto nelle loro possibilità, il presente appello. Il Vostro contributo è assolutamente fondamentale al fine di permetterci di proseguire con il nostro operato. Qui il link per eseguire una donazione.

    RispondiElimina
  24. A breve tornerà ADAM KADMON su Italia Uno, ri proponendo un impolpettamento comodo al sistema, riguardante le scie chimiche, vidi la pubblicità ieri in Tv, e tra le immagini che pubblicizzavano la trasmissione c'erano diverse foto di scie, quindi ne parleranno sicuramente.

    OT: Siamo in tanti, ognuno di noi può fare la differenza, anche con pochi soldi, l'unione fa fa forza!
    FORZA!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quale sarà la linea che seguirà il pagliaccio mascherato? E' un... mistero.

      Elimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis