martedì 10 maggio 2016

Perché lo fanno?



“Perché lo fanno?” E’ questa la domanda più gettonata, posta da chi viene al corrente della destabilizzante realtà nota come “biogeoingegneria clandestina” alias “chemtrails” o "scie chmiche". E’ una domanda legittima e pure comprensibile, ma non bisogna arenarsi in questo interrogativo o in altri simili che alla fine rischiano di diventare degli alibi, degli autoinganni per convincersi che il problema non esiste. Tale quesito deve essere solo l’abbrivo per procedere in un percorso di conoscenza e di consapevolezza.

Perché lo fanno?” Non si intossicano con le scie chimiche anche gli ideatori e gli artefici di questo crimine? Dagli anni ‘40 agli anni ‘90 del XX secolo, quanti ordigni nucleari sono stati fatti esplodere in atmosfera e nel sottosuolo dalle potenze nucleari, (Stati Uniti d’America, U.R.S.S., Regno Unito, Cina, Francia), sebbene sia gli scienziati sia i vertici militari sapessero benissimo che le radiazioni nucleari sono perniciose, anzi mortali? Eppure agli orchi non interessava un fico secco dei danni causati all’ambiente ed agli esseri viventi: essi agiscono senza pensare minimamente alle conseguenze dei loro scellerati “esperimenti”.

Perché lo fanno?” Intanto lo fanno e basta, qualunque sia l’insieme degli scopi che sono ormai arcinoti. Se questa domanda diventa un pretesto per adagiarsi nell’inerzia e nell’acquiescenza, allora diventa stucchevole ed inopportuna. Presa coscienza che i delinquenti mondialisti controllano il clima ed il tempo con le loro micidiali armi, presa coscienza che scatenano terremoti disastrosi, che devastano e massacrano nei quattro angoli di un martoriato pianeta, continuare a ripetere il mantra diventa ridicolo, come se un pedone, mentre sta per essere investito da un autoarticolato, svolgesse il seguente “ragionamento”: “Prima che io mi scansi e cominci a correre per evitare di essere travolto dal mezzo pesante, è necessario calcolare la traiettoria, l’energia cinetica, la resistenza dell’aria, persino, sulla base del principio di indeterminazione di Heisenberg, la posizione o la quantità di moto di ciascuna particella che compone la materia degli oggetti coinvolti nella dinamica dell’incidente”. Mentre si computano queste ed altre variabili (perché non considerare pure l’effetto Casimir?), sussiste il concreto rischio che il malcapitato si ritrovi spiaccicato sull’asfalto.

Dunque le domande che ci attendiamo sono altre: “Come posso agire per informare le altre persone di quest’aggressione proditoria?,” Come posso agire per tentare di arginare la desertificazione della Terra, l’inquinamento di acqua, aria, cibo?”, “Come posso agire affinché si raggiunga la massa critica necessaria per costringere le istituzioni ad ammettere la deliberata distruzione della biosfera?”, “Come posso agire per fermare i farabutti, per garantire un futuro a figli e nipoti, sempre più malati, deboli, lobotomizzati dai media negazionisti, dall’”educazione”, dal sistema nel suo complesso?”

Insomma, poniamoci i giusti interrogativi, ma soprattutto adoperiamoci con tenacia, alacrità e coraggio, perché, gente, siamo al lumicino! Gente, svegliamoci, perché siamo ad un passo dal baratro!


[1] Tra il 1945 ed il 1993, le cinque potenze nucleari dichiarate (U.S.A., U.R.S.S., Gran Bretagna, Francia e Cina fecero esplodere 2031 testate sperimentali. I test avvennero in cima a torri, su chiatte, sospesi a palloni aerostatici; gli ordigni furono sganciati da aerei, lanciati da razzi fino alla quota di 480 chilometri sulla superficie terrestre; sott'acqua a 60 metri di profondità; in pozzi e sotto terra, fino a più di 240 metri sotto il suolo ed in tunnel orizzontali. Circa il 25% degli esperimenti fu realizzato nell'atmosfera. I 511 test atmosferici raggiunsero una potenza totale di 438 megatoni, pari a 29.000 bombe come quelle di Hiroshima. Più di metà del valore complessivo dei megatoni fu concentrato in un periodo di sedici mesi, da settembre 1961 al dicembre 1962.

In totale, gli Statunitensi eseguirono (nel periodo 1954-1993) 215 test nell'atmosfera e 812 sottoterra; i Sovietici rispettivamente 207 e 508; la Gran Bretagna 21 e 24; la Francia 45 e 147 (tra cui quelli nell'oceano); la Cina 23 e 16. Alla fine del 1958, gli esperimenti nucleari avevano prodotto sul pianeta circa 65 chili di stronzio 90, con una radioattività totale di 8,5 milioni di curie; la radioattività del cesio 137 alla stessa epoca ammontava a 15 milioni di curie. Il fall out degli esperimenti statunitensi e britannici, di grande potenza e, tutti senza eccezione, in località nei pressi dell'equatore si sono distribuiti uniformemente sopra l'intero globo. Tra il 1952 ed il 1957, gli U.S.A. compirono 90 test nel poligono nucleare del deserto del Nevada. Quelle esplosioni rilasciarono una quantità di iodio 131 superiore di dieci volte a quella che si sprigionò dalla centrale di Chernobyl. Gli stessi test esposero mediamente ogni cittadino statunitense ad una radiazione pari a 2 rad; sono soltanto 0,24 rad annuali quelli provenienti dalla radioattività naturale. Alcuni medici hanno calcolato che circa 10.000 tumori alla tiroide saranno provocati da questa pioggia contaminante invisibile.

Fonte della nota: "Test Nucleari: giocare col plutonio", di Paolo Cortesi

Articoli correlati:

- Il delirio tecnocratico, 2016
- Trovate sexy il bikini? È figlio di bombe atomiche e deportazioni, 2015

SOSTIENI TANKER ENEMY CON UN TUO CONTRIBUTO - Il Comitato "Tanker enemy" dal 2006 è impegnato nella divulgazione e nella denuncia dello spinoso tema noto come "scie chimiche" o "geoingegneria clandestina", tramite la pubblicazione di articoli, video, documenti, traduzioni e per mezzo di varie iniziative (ad esempio, l'indagine sulle polveri sottili). Questo lavoro ha richiesto e richiede un impegno quotidiano con il conseguente dispendio di energie e risorse. In questi anni il blog "Tanker enemy" e quelli collegati hanno garantito, anche grazie al contributo di lettori e sostenitori, un'informazione indipendente e circostanziata a tal punto da suscitare la reazione del sistema. Questa reazione si è tradotta, oltre che in attacchi di ogni genere, nell'apertura di procedimenti "legali", volti all'oscuramento del blog e dei siti ad esso correlati. Sono procedimenti all'origine di notevoli difficoltà pratiche e di cospicui esborsi per avvocati e consulenti tecnici. Auspichiamo perciò un fattivo sostegno sotto forma di donazioni e di altri interventi (gratuito patrocinio, consulenze...) affinché il Comitato possa continuare ad agire nell'interesse della collettività. Un sentito ringraziamento a tutti coloro che accoglieranno, per quanto nelle loro possibilità, il presente appello. Il Vostro contributo è assolutamente fondamentale al fine di permetterci di proseguire con il nostro operato. Qui la pagina Paypal per eseguire una donazione.

Vietata la riproduzione - Tutti i diritti riservati.

Sponsorizza questo ed altri articoli con un tuo personale contributo. Aiutaci a mantenere aggiornato questo blog.

La guerra climatica in pillole

Le nubi che non ci sono più

Per una maggiore comprensione dei fenomeni legati alla guerra ambientale in corso, abbiamo realizzato l'Atlante dei cieli chimici.

Chi è Wasp? CLICCA QUI

CHEMTRAILS DATA

Range finder: come si sono svolti i fatti

54 commenti:

  1. Possiamo anche rispondere cosi:“I militari sono stupidi animali muti da utilizzare solo come pedine in politica estera."
    H. Kissinger

    Oppure dire che i militari devono obbedire a bacchetta.
    Ci affogano per interessi dei pochi.

    Perche lo fanno? Perché hanno fatto due guerre mondiali?
    I piloti, inoltre, sono ricattati con il ritiro brevetti di volo!
    Può bastare o aggiungiamo altro?

    RispondiElimina
  2. "What''s the colour of money
    what''s the colour of money?
    Don''t tell me that you think it''s green
    me I know it''s red! "

    diceva una canzone degli anni ottanta

    RispondiElimina
  3. L’argomento ‘scie chimiche’ è per pochi. Lo dico con amara tristezza. Se è vero che sono sempre più le persone che si svegliano da un torpore decennale, è anche vero che la disinformazione è stata scaltra nel formare un valico di infamia ed ingiuria in chi ne parla o, peggio, tenta di segnalarne al prossimo la perniciosissima presenza.
    L’argomento, in alcuni ambienti, è tabù. Purtroppo sono proprio gli ambienti che si dovrebbero occupare della natura e della salute. Tali contesti accademici sono stati abilmente compartimentali ed i loro officianti indotti ad adottare il pensiero unico globale, pena l’essere considerati un paria, una pecora nera, un essere umano pensante ed autonomo … non sia mai!
    In questi giorni di pesantissimo ed evidentissimo attacco biochimico basti osservare i propri simili affaccendati nel tran-tran quotidiano, nel racimolare i quattrini per pagare il mutuo mensile, nel procurarsi il cibo (avvelenato ed artefatto ma pur sempre cibo) per rendersi conto dell’abisso che separa i coscienti dagli incoscienti.
    La maggior parte dell’umanità vive con ideali ed obiettivi obsoleti, utilizzando strumenti inutilmente complessi, perseguendo la sicurezza oppure il mercimonio. L’inutile complessità della vita quotidiana induce una necessaria semplificazione delle coscienze per poter sopravvivere alla burokratzia oppure alla vita sociale sempre più annacquata e fuorviante.
    I manipolatori sono bravi, molto bravi, e conoscono bene la psiche umana. Sfugge loro solo un’esigua fetta della popolazione, composta da quegli uomini che hanno un grado di coscienza elevato ed un altrettanto elevato senso del dovere, fraterno ed istintuale.
    In questo quadretto purtroppo desolante, le speculazioni non sembrino solo leggere diatribe senza sbocco. Sono spesso esigenze della mente, elucubrazioni in buona fede, forse inutili dal punto di vista fattuale ma cos’altro si può fare? I nostri simili sono stati trasformati in rinoceronti tranne quelli che già lo erano! Con chi possiamo scambiare informazioni? Su chi possiamo contare? Duro è il cammino per chi è sveglio, specialmente oggi, nella società della involuzione polimerica e silicea delle coscienze. Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Amaro, ma bellissimo commento, Ghigo. Lo sottoscrivo in toto.

      Ciao

      Elimina
    2. Sappiamo tutti per esperienza che la gente è distratta, superficiale, banale. Si accontenta del ristretto orizzonte nel quale è abituata a muoversi. Poste simili premesse, chi comanda ha sempre campo vinto. Non mi pare ci sia gran che da stupirsi. E si sapeva fin dall'inizio che ogni resistenza nei confronti dei pianificatori della Matrix sarebbe stata futile.
      Un destino deve compiersi e, in effetti, il piano diabolico procede verso la sua naturale conclusione.

      Elimina
  4. ...solo i fessi non vedono il crimine plateale di avvelenamento intenzionale biosferico, in onda 24 ore su 24, 7 giorni su 7!

    RispondiElimina
  5. ...verissimo Ghigo; condivido in toto!

    RispondiElimina
  6. perchè il condòmino mi fa i dispetti?
    perchè il vicino non saluta?
    perchè mi hanno rigato l'auto?
    perchè non trovo lavoro?
    perchè mia figlia non mi parla?
    perchè l'autista dell'autoarticolato mi sta per spiaccicare sull'asfalto?
    perchè la moglie non mi capisce?
    perchè de massis e il cicap fanno quello che fanno?
    perchè quel pirla davanti a me non fa la freccia?
    e, soprattutto, perchè quando gli ho lampeggiato per farglielo notare, mi ha risposto col dito medio?
    perchè han fatto 2 guerre mondiali?
    perchè obama non si scusa per aver ucciso circa 300 mila persone in giappone?
    perchè il mondo sarebbe o dovrebbe essere così cattivo?
    domande da bambini, immaturi, idioti.
    sottoscrivo in toto il contenuto dell'articolo.
    andiamo oltre.
    non ci riguarda.

    RispondiElimina
  7. Fra le porcherie radioattive scagliate nell'ambiente dalle esplosioni nucleari l'articolista tralascia di menzionare le molecole di plutonio. Le quali vengono inalate e sono altamente cancerogene. E poi c'è la storia dell'uranio impoverito disperso a migliaia di tonnellate nei teatri bellici recenti. E soprattutto in Medio Oriente. Dunque mai mangiare pompelmi o melograni provenienti da Israele.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Israele non è teatro di guerra ma attore di guerra in casa d'altri. Non dimentichiamoci I teatri delle prove di guerra e i nostri amici sardi

      Elimina
    2. Israele è teatro di guerra. Israele combatte armi in pugno e a suon di bombe scagliate dagli aerei e dall'artiglieria contro i Palestinesi. E poi l'uranio impoverito si diffonde nell'atmosfera trasportato dai venti e dalle correnti atmosferiche. A partire dal Medio Oriente una parte è sicuramente arrivata anche da noi.

      Elimina
  8. Non disperiamo ragazzi! fin che c'è vita c'è speranza!
    Siamo capaci di cose inimmaginabili, basta aver fiducia in noi stessi e nel nostro operato.

    RispondiElimina
  9. Nebbione neurotossico di ricaduta! Pioggia INIBITA:...ALTO TRADIMENTO DA PARTE DELLO "STATO" AI DANNI DELLA POPOLAZIONE!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Auto nere irriconoscibili. Tappeto di polvere marrone rossiccia. Fetore inaudito.

      Elimina
  10. La speranza è l'ultima a morire (i piloti, invece, i primi)http://www.corriere.it/cronache/16_maggio_11/crisi-mancano-piloti-aerei-restano-terra-9088c49a-170b-11e6-a3a2-ca09c5452a5d.shtml

    RispondiElimina
  11. ...intenzionale chimica velenifera,in ricaduta, su grandi e piccini!

    RispondiElimina
  12. AGGIORNAMENTO ANALISI CARBURANTI

    Il nostro contatto del laboratorio ci ha comunicato che le analisi sono completate e che si dovrà pazientare ancora un po', giacché il rapporto è molto lungo e complesso e richiede molto lavoro. Comunque siamo a buon punto. Vi terrò ancora informati.

    RispondiElimina
  13. 'Come posso agire per fermare i farabutti'

    E' una domanda da 'un milione di dollari' per così dire ma cerchiamo di inquadrare i termini della questione, schivando i pur dovuti riferimenti storico-politici e sociali.

    Innanzitutto il problema è immenso. Non c'è un solo settore della vita di oggi che non sia pesantemente contraffatto. Sfido chunque ad intavolare un discorso in merito. Il concetto stesso di bellezza è stato rovesciato. Inutile parlare di Storia, Filosofia, Religione, Scienza. Anche le previsioni meteo sono quello che sono (chiedere a Tanker Enemy per conferma). Insomma si vive in un ologramma ove vige l'eterogenesi dei fini vissuta nella sottostante accezione: quello che è buono e oggettivamente giusto e vero, diviene il male politicamento scorretto. Quello che è male esiziale assurge a mito oppure ad abitudine. Il sistema di controllo globale imposto nella sua delirante mostruosità attuale a partire dal '45, si avvale di un numero esilarante di strumenti per sodomizzare mentalmente l'individuo, e prostrarlo fisicamente sino allo stato del mendicante d'accatto. Per rincoglionirlo al punto tale da confondergli la propria identità biologica. E' una battaglia complessa, difficile, contro forze immensamente potenti, che fanno della Menzogna, del Ricatto, dell'Inganno, dell'Abbrutimento, della violenza, della sopraffazione pseudo-legale e dell'omicidio intellettuale e fisico la loro bandiera d'assalto.
    Qui si sta giocando una guerra signori. No, non si può dire 'non lo sapevo', nè 'me ne tiro fuori'. Bisogna operare, ciascuno nel suo piccolo. Perchè la quaestio coinvolge tutti, a prescindere dall'etichetta, bon ton e credo istituzionalizzato. Ed è una guerra mortale. Oggi come non mai. Una lotta che verrà decisa a breve, se faremo in tempo a leggere la parola fine sugli schermi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Albert, hai perfettamente descritto la situazione. In effetti questa è un guerra contro l'umanità intera.

      Elimina
    2. ...una guerra che peggiora, di giorno in giorno, sopra ad una popolazione demolita a livello cerebrale!

      Elimina
    3. tettuccio di auto nera dopo pioggia di ieri
      [IMG]http://i66.tinypic.com/2ic2m20.jpg[/IMG]

      Elimina
    4. Si ...ieri prima del tramonto si era semi aperto ma la cappina c'era...poi un paio di megascie lungo la Puglia esterna che non vedevo da tempo....le conseguenze le hai fatte vedere...oggi ..piu' zombie anche eccitati in giro nel traffico

      Elimina
  14. Sto notando sempre piu' seriamente il collegamento...veleni=piu zombie=piu nervosismo

    ....tipo il formichiere e le formiche

    RispondiElimina
  15. Anche a Pisa, piove terra. (Chissà se poi è veramente terra)

    RispondiElimina
  16. Si, stamattina polvere rossiccia sulla macchina anche qui nel mantovano.

    RispondiElimina
  17. Le altre amenità stanno provocando Troppi malori dalle mie parti in questi giorni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche un 21 enne

      http://iltirreno.gelocal.it/empoli/cronaca/2016/05/10/news/muore-a-21-anni-dopo-la-partita-di-calcio-1.13443804

      Elimina
  18. Ieri e''stata una "grande festa".....con benedizione chimica...11/5.....come fare arricchire gli avvocati matrimonialisti..nuovo b
    usiness sui sentimenti

    RispondiElimina
  19. Siamo tutti già al limite dell'esaurimento nervoso con le complicazioni della vita, le minaccie vere e quelle finte, crisi economiche generate a tavolino, il lavoro, il terrorismo, siamo già, come si dice, alla dissonanza cognitiva, o per dirla con le costellazioni di Hamer, siamo COSTERNATI, entriamo in blocco, come le caldaie.
    Chi già da in escandescenze perché c'è la fila alla posta non può nenache considerare le implicazioni delle scie chimiche, le rigetta in toto per autodifesa.
    Forse è bene per loro che restino all'oscuro di ciò. Anche per noi che siamo consapevoli è bene pensare che sopravviveremo all'intossicazione. Ci ammaleremo se saremo intimamente convinti che --ci stanno ammazzando!--
    In realtà ci stanno intossicando, ma come abbiamo superato le atomiche supereremo anche questo.
    Dobbiamo combattere con consapevolezza ma dopo aver smontato la paura.

    RispondiElimina
  20. I politici, i militari, il comparto industriale ed il settore responsabile della disinformazione delle masse non sono che gli strumenti del diabolico, tentacolare piano di avvelenamento globale. L'intelligenza che lo ha ideato è aliena ed essa, almeno per il momento, appare invincibile.

    RispondiElimina
  21. Haarp/Muos svizzero o peggio in funzione

    http://segnidalcielo.it/misteriosa-anomalia-compare-sul-radar-meteo-della-svizzera/

    RispondiElimina
  22. ultima fatica di Tommix

    https://www.youtube.com/watch?v=ZrQvSh-Q0cc

    RispondiElimina
  23. https://www.youtube.com/watch?v=syOc5kKhKc4

    No Comment

    RispondiElimina
  24. "OTTIMO" anche oggi, non possiamo farci mancare, un "bel" NEBBIONE NEUROTOSSICO di ricaduta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bassa pressione, scie a iosa e, ovviamente, non piove.

      Elimina
  25. Ah bene, questo per i negazionisti che ciarlano che va tutto bene nelle analisi! Percentuali un po "altine" se non sbaglio; questo si chiama avvelenamento GRAVE intenzionale! Oppure GENOCIDIO!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Negare ad oltranza, nonostante tutto. Questo è il loro mantra.

      Elimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis