lunedì 30 aprile 2007

Scie chimiche - Fermiamoli!

Le scie di condensa si formano a quote superiori ai 9.000 metri, valori di umidità superiori al 72% e temperature inferiori a -41° Celsius. Qualsiasi velivolo che rilasci copiose scie a quote inferiori e condizioni di umidità e temperatura non idonee, è un aereo chimico. Fermiamoli!


8 commenti:

  1. Per fermarli occorerebbe un movimento di popolo di amplissimo respiro. Almeno un milione di persone che si muovono e che sfilano compatte per avere informazioni più precise in merito alle chemtrails. I poteri forti probabilmente riuscirebbero ad eludere non solo un milione, ma anche dieci milioni di persone.Conoscono a menadito la dabbenaggine dell'essere umano. Tuttavia un milioncino di teste che si interrogano e che vogliono conoscere sarebbe già un risultato fenomenale.
    Ergo nessuno li fermerà mai fino ad operazione compiuta.
    Inoltre sarebbe indispensabile acquisire dati precisi circa i luoghi di produzione delle zozzerie che ci fanno respirare. Non si tratta di quattro canestri in fin dei conti, ma di migliaia e migliaia di tonnellate. Come arrivano le pozioni agli aeroporti? Ci sarà per forza una spola ininterrotta di autobotti che entra in questi ultimi. Ma manca la documentazione filmata di tale andirivieni. Quali gli equipaggi degli aerei cisterna, italiani o altro?
    Bisognerebbe sorvegliare 24 ore su 24 gli aeroporti militari e civili. Perchè l'omertà dei controllori del volo civile? Nessuno fiata, mai.
    In definitiva niente da fare, amici. Teniamoci così le scie chimiche.

    RispondiElimina
  2. E'un muro poderoso e solidissimo in cui non si riesce ad aprire neanche una breccia. Molti addetti all'operazione non sanno nulla, altri sanno, ma non fiatano. Omertà totale, censura, disinformazione... ecco le loro armi. D'altronde, se per circa sette secoli fu possibile gabellare la donazione di Costantino come documento autentico prima che Lorenzo Valla svelasse l'inganno, si può nascondere l'evidenza delle scie velenose ad un'umanità letargica e distratta. Tuttavia nec frangar nec flectar. Ciao e grazie.

    RispondiElimina
  3. No, non intendevo dire che bisogna mollare. Anche se la battaglia è persa in partenza, la lotta impari deve procedere.
    Mi premeva implicitamente far anche notare che occorerebbe una vera e propria agenzia investigativa - il che significherebbe disporre di molti mezzi - onde acquisire, se possibile, qualche elemento in più. L'idea di qualche mese fa di far levare in volo - se non sbaglio - un velivolo e per sorvegliare da vicino e per prelevare campioni di aerosol non era poi tanto peregrina.
    Ma ci vorrebbero dei finanaziatori.

    RispondiElimina
  4. Ceto, Paolo. Avevo compreso il senso. Servono anche le "gole profonde" che non ci sono.

    Riguardo al volo, non è solo una questione di costi, ma puramente applicativa. Difficile farsi dare un permesso di volo quando e dove si vuole (in areee occupate dai tankers) ed è altrettanto difficile mantenere disponibile un volo, comprensivo di attrezzatura, pilota, secondo pilota e tecnici per il prelievo, per almeno una settimana e pronto a mettersi in volo in 40 minuti.

    RispondiElimina
  5. Certo, Paolo. Avevo compreso il senso. Servono anche le "gole profonde" che non ci sono.

    Riguardo al volo, non è solo una questione di costi, ma puramente applicativa. Difficile farsi dare un permesso di volo quando e dove si vuole (in areee occupate dai tankers) ed è altrettanto difficile mantenere disponibile un volo, comprensivo di attrezzatura, pilota, secondo pilota e tecnici per il prelievo, per almeno una settimana e pronto a mettersi in volo in 40 minuti.

    RispondiElimina
  6. Salve a tutti, spero di esservi di conforto dicendovi che anche io sto cercando con tutto me stesso di portare alla luce quest'abominio davanti all'opinione pubblica. Vi giro i miei contatti.
    Dobbiamo assolutamente creare una rete su scala italiana di persone che vogliono fare attivismo a riguardo. Noi informatici dobbiamo dare uno spazio cyber-neurale dove potersi scambiare informazioni ed entrare in relazione real-time. Sto tentando di creare un portale che faccia tutto questo. Date un'occhiata qua
    http://chemtrail.dyndns.org

    Forza e coraggio.

    RispondiElimina
  7. Ciao! Grazie per quello che fai. In ogni caso, siamo sempre a disposizione.

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis