mercoledì 8 marzo 2017

Incidente del volo Germanwings: i genitori di Andreas Lubitz non credono alla versione ufficiale



Gutta cavat lapidem, ossia la goccia scava la roccia. Continuiamo dunque a divulgare la verità circa l’incidente aereo in cui fu coinvolto un velivolo passeggeri precipitato sulle Alpi francesi. Abbiamo sempre sostenuto che la tragedia del Germanwings non fu causata dal copilota squilibrato, ma che fu un episodio legato quasi certamente al cosiddetto “fumo in cabina”. Di recente i genitori di Andreas Lubitz, stanchi della diffamazione post mortem ai danni del figlio, hanno rilasciato delle dichiarazioni con cui provano a riabilitare il giovane copilota, usato come capro espiatorio dalle istituzioni e dai media per nascondere la sindrome aerotossica, quindi la geoingegneria criminale.

Tragedia Germanwings: “Andreas era una persona gentile e delicata”: queste le parole dei genitori di Lubitz che hanno fatto infuriare (a torto) i parenti delle vittime.

“A proposito dell'aereo della Germanwings molte domande sono rimaste senza risposta, alcune circostanze sono strane ed abbiamo dubbi sulla dinamica dell'incidente. Noi procediamo con le ricerche”. Lo hanno asserito i genitori di Andreas Lubitz, il copilota che fu accusato di aver provocato lo schianto dell'aereo sulle Alpi francesi, togliendosi la vita ed uccidendo 149 persone, il 24 marzo di due anni fa. Le dichiarazioni sono state rilasciate alla testata “Welt am Sonntag”.

“Sull'immagine completamente falsa trasmessa” del loro figlio - sostengono - non vogliono ancora pronunciarsi. Il ventisettenne, stando agli esiti delle pseudo-inchieste condotte da due procure (francese e tedesca), provocò volontariamente l'incidente, approfittando dell'assenza del pilota - andato in bagno (sic) - e dopo essersi barricato nella cabina (sic!).

Le parole dei genitori di Lubitz fanno il paio con quanto affermato dal sindacalista Jörg Handwerg in merito al reintegro di un pilota che era stato licenziato, dopo aver contratto una patologia dovuta all’inalazione di aria contaminata: "Le compagnie aeree non possono sottrarsi alle proprie responsabilità in merito alla salute del personale. Abbiamo già visto quando precipitò un aereo sulle Alpi francesi, che cosa un problema del genere (la sindrome aerotossica, n.d.t.) può eventualmente provocare”.

Fonte: Il messaggero



Vietata la riproduzione - Tutti i diritti riservati.

Sponsorizza questo ed altri articoli con un tuo personale contributo. Aiutaci a mantenere aggiornato questo blog.

La guerra climatica in pillole

Le nubi che non ci sono più

Per una maggiore comprensione dei fenomeni legati alla guerra ambientale in corso, abbiamo realizzato l'Atlante dei cieli chimici.

Chi è Wasp? CLICCA QUI

CHEMTRAILS DATA

Range finder: come si sono svolti i fatti

37 commenti:

  1. Riassumo per i deboli di memoria, come me (ho ripassato da qui http://www.tankerenemy.com/2015/03/germanwings-schiantatosi-sulle-alpi.html#.WMBUldLhDDc).

    Fumo in cabina, stordimento/svenimento di uno o entrambi piloti, abbattimento dei caccia francesi e finale ricostruzione scenario e collocazione dei frammenti di materiale vario.
    Il tutto onde evitare:
    1) che si sfracellasse in zone abitate facendo più vittime
    2) che qualcuno sopravvivesse e testimoniasse o che anche i corpi si potessero ritrovare interi atti ad autopsia
    3) che quel che rimanesse dell'aereo (che in una caduta non si disintegra in quel modo) fosse sequestrato con tutti gli impianti e pistole fumanti

    Ricordiamo anche che il sindacato internazionale dei piloti, contestò duramente la frettolosa sentenza giudiziaria e mediatica del procuratore francese senza contraddittorio col sindacato medesimo, come da procedure, asserendo che il respiro udito nell'audio del copilota potesse benissimo essere compatibile con una forma di incoscienza (sindrome aerotossica).
    Se poi ci ricordiamo che all'indomani i piloti non vollero volare in massa la conclusione è più che logica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Altre persone nel vicinato ammalate di cancro...si diffonde piu' della peste.

      Elimina
    2. https://m.youtube.com/watch?v=ETRZDsgjEvE

      Bleed air.

      Elimina
  2. http://www.videovirali365.com/wp/aereo-scie-chimiche-video/

    RispondiElimina
  3. I servizi meteo avevano previsto "velature", il che significa che sapevano delle operazioni in corso oggi.

    RispondiElimina
  4. Micidiale attacco chimico un po' in tutto il pianeta. Si prospetta una primavera orrenda.

    RispondiElimina
  5. Oggi cielo devastato dalla intensa attivita', criminale, AERONAUTICA!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oggi, giornata veramente di merda. Erano mesi che non vedevo un lavoro del genere!

      Elimina
    2. Un merdaio! Dalla foschia lattiginosa che c'è vedo i monti dietro casa, bianchi.

      Elimina
  6. Se può interessare lunedi in Senato si parlerà di scie chimichehttps://www.facebook.com/events/939183896223492/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. http://www.huffingtonpost.it/2017/03/10/scie-chimiche-al-senato_n_15281856.html

      Elimina
  7. e un'estate da cimitero. fortuna che le donne protestano in massa.
    http://video.corriere.it/festa-donne-la-gonna-sotto-pirellone-protesta/263807a6-042a-11e7-9858-d74470e8bbec

    RispondiElimina
  8. o.t,ecco ad esempio una vera fake news,vero boldrini?

    https://www.youtube.com/watch?v=opx9Ghc7tKU

    RispondiElimina
  9. L'amico Stefano (Felce e mirtillo) ha subìto un ictus ed ora è ricoverato in ospedale a Roma, con un'emiparesi che lo costringe a letto. Un uomo intelligente, dalla profonda umanità. Uno dei pochi attivisti seri e capaci rimasti in Italia ha ora bisogno di aiuto e vicinanza. Invito coloro che vivono nel circondario di Roma di andare a trovarlo e di fornirgli supporto e vicinanza in questo momento duro e difficile.

    Stefano, ricercatore indipendente, curatore del canale Felce e mirtillo, nella sua geniale relazione, illustrando il nesso scie chimiche-onde elettromagnetiche, privilegia l'analisi degli aspetti strategici e militari. Con un'esposizione perspicua, Stefano colloca ogni tessera al posto giusto. Tutto quadra in un discorso stringente ed inattaccabile: diffusione di nanoparticelle metalliche, ghiandola pineale, controllo della popolazione, attività solare, irradiazione di campi elettromagnetici, degradazione della società e della specie homo sapiens, ruolo dei Gesuiti e delle superpotenze... Resta un barlume di speranza, ma l'Armageddon sembra imminente...

    http://www.tanker-enemy.tv/mind-control-felceemirtillo.htm

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La situazione è grave: paralizzato in tutta la parte sx,ed ha perso la facoltà di parola. Ricoverato per un blocco all'aorta, ha subito due ictus una volta ricoverato in ospedale.

      Elimina
    2. anche un mio conoscente ha sfarfallato....una volta ricoverato in ospedale....si era scoperto che trattavansi di un effetto per fortuna momentaneo collaterale di un farmaco antidolorifico. mi dispiace tanto per Stefano. Adesso occorre controllare i medici in questi casi piuttosto che i pazienti

      Elimina
  10. Olio di semi di canapa...tanto, ed un abbraccio affettuoso, Stefano. Guarisci presto...!

    RispondiElimina
  11. Risposte
    1. Mi riferiscono ora: clinica S.Lucia, in v. Ardeatina

      Elimina
  12. Denunciati tre (3) pubblici ministeri per violazione degli articoli 416 e 415-bis cpp. Costoro hanno negato l'interrogatorio di garanzia, stabilito obbligatorio, se questo viene richiesto dall'imputato. Queste ultime denunce si vanno ad aggiungere alle precedenti contro altri tre Giudici di Imperia.

    Nullità del rinvio a giudizio per mancato interrogatorio di garanzia

    Deve al riguardo tenersi presente l’articolo 416, comma 1, Cpp secondo il quale «La richiesta di rinvio a giudizio è nulla se non è preceduta dall’avviso previsto dall’articolo 415bis, nonché dall’invito a presentarsi per rendere l’interrogatorio ai sensi dell’articolo 375, comma 3, qualora la persona sottoposta alle indagini abbia chiesto di essere sottoposta ad interrogatorio entro il termine di cui all’articolo 415bis, comma 3, Cpp».

    Dott.ssa Francesca Scarlatti
    Dott.ssa Maria Paola Marrali
    Dott.ssa Rosaria Vecchi
    Dott.ssa Anna Bonsignorio
    Dott.ssa Alessia Ceccardi
    Dottor Domenico Varalli

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A conclusione di quanto descritto, mi chiedo: a che cazzo servono gli avvocati? A niente.

      Elimina
  13. In diretta su Radio Lupo Solitario. Non mancate!

    http://www.radiolupo.it/

    RispondiElimina
  14. Parla anche dell’inquinamento atmosferico: “... L’aria che oggi scende nei nostri polmoni per portare la vita, porterà un giorno la Morte. E verrà giorno in cui non ci sarà monte e non ci sarà colle; non ci sarà mare e non ci sarà lago che non siano avvolti dall’alito fetido della Morte. E tutti gli uomini respireranno la Morte, e tutti gli uomini moriranno per i veleni sospesi nell’aria.”
    Delle piogge acide: “... Si ammaleranno le piante e moriranno una ad una. Le foreste diventeranno un enorme cimitero e tra gli alberi secchi vagheranno senza meta uomini storditi e avvelenati dalle piogge velenose.”

    Rasputin

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione prima della loro eventuale pubblicazione.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...