martedì 4 febbraio 2014

Comprendere il caos climatico


E’ imminente una piccola era glaciale? Alcuni scienziati avvertono che il Sole è ‘andato a dormire’ e che le temperature potrebbero scendere ancora nel corso del 2014. Il 2014 sarebbe dovuto essere ricordato come l’anno del ‘massimo solare’. I ricercatori hanno constatato, invece, che l’attività solare è solo una frazione di quella che ci si aspettava, con condizioni molto simili a quelle registrate nella meta del XVII secolo, quando una piccola era glaciale investì la Terra. Nel 1645, all’inizio dell’era del minimo di Maunder, ghiacciò addirittura la superficie del Tamigi.

L’attività solare è al minimo degli ultimi 100 anni. I ricercatori credono che questa fase potrà causare importanti variazioni nelle temperature globali.

“Qualsiasi sistema di misurazione si adoperi, è evidente che il picco solare sta scemando”, asserisce il Dr. Richard Harrison del Rutherford Appleton Laboratory nell’Oxfordshire. “Sono fisico solare da trent’anni e non ho mai osservato nulla di simile’.

Lucie Green della U.C.L. ritiene che le cose potrebbero essere differenti oggigiorno, considerando l’apporto antropico sul clima globale. La Green dichiara: ‘L’attività umana potrebbe contrastare tale andamento, anche se risulta assai difficile elaborare delle previsioni’.



Come si può notare da questa carrellata di autorevoli pareri, sembra che il pianeta si stia avviando verso il raffreddamento. Tuttavia il già complesso sistema climatico mondiale è reso ancora più complicato dalle operazioni di geoingegneria clandestina il cui impatto sulle dinamiche atmosferiche è pesante ed indiscusso. Dane Wingington, studiando gli andamenti termici ed altre variabili meteorologiche regioni, ritiene che in alcune aree del globo le temperature stiano scendendo, mentre in altre esse stanno crescendo. Qui sono associate ad una grave carenza di precipitazioni. E’ palese che è arduo districarsi: vediamo allora di valutare i fattori che incidono sul clima attuale per tentare di preconizzare gli sviluppi futuri.

1. Attività solare
2. Interventi di geoingegneria abusiva
3. Altri aspetti naturali ed antropici

1. Già alcuni scienziati russi e l’astronomo statunitense Eric Dollar [1] tempo addietro avvisarono che l’attività della nostra stella era sempre più debole e ciò induceva a presagire un raffreddamento globale.

2. La geoingegneria clandestina determina squilibri e sconvolgimenti disparati, ora provocando un incremento delle temperature ora generando l’effetto contrario. In alcuni casi favorisce la siccità, in altre circostanze alluvioni. Le chemtrails, abbinate all’azione dei riscaldatori ionosferici, catalizzano ed estremizzano le manifestazioni naturali o ne alterano il corso, aggiungendo caos al caos. In particolare lo spostamento e la frantumazione della corrente a getto possono spiegare le aberrazioni meteorologiche di questo inverno.

3. Tra gli eventi che sono decisivi non si può trascurare l’influsso delle correnti marine: il rallentamento della Gulf stream è destinato a rendere rigido il clima di molte regioni dell’emisfero settentrionale.

Sviscerati questi tre parametri ed i loro numerosi risvolti, si può tentare di definire dei modelli predittivi che dovranno, però, essere continuamente adattati all’evoluzione dei vari “ingredienti” (naturali e no) ora in sinergia ora in conflitto tra loro. In questo quadro confuso, una cosa sola è certa: ghiaccio o fiamme, sarà grama.


Fonti:

- evoluzioneclima.it
- freeskies.over-blog.com
- geoengineeringwatch.org
- tankerenemymeteo.blogspot.it


[1] Un altro “eretico” è lo scienziato Eric Dollar. Dollar ha dedicato quattro anni a studiare il Sole alla Sonoma State University, prima che il suo laboratorio fosse chiuso d’autorità. Egli ritiene che il Sole non sia una gigantesca fornace a fusione nucleare che sprigiona luce e calore bruciando combustibile, ma un corpo celeste in grado di convertire energia da un’altra dimensione. L’ipotesi, che può sembrare peregrina, non è del tutto nuova: è possibile che le stelle attingano l’energia dall’etere, come ventilato da taluni studiosi. Qui, però, ci interessa in particolar modo un’altra osservazione di Dollard: egli ritiene che uno degli scopi di H.A.A.R.P. e degli altri riscaldatori ionosferici sia quello di creare uno strato di plasma artificiale, ogni qual volta la debole attività solare non alimenta la ionosfera naturale. E’ una conclusione che merita di essere considerata ed approfondita, perché conferma quanto sappiamo a proposito degli interventi ad opera dei militari per cui la ionosfera è indispensabile ai fini delle comunicazioni radio.

Dichiara l’astronomo: “Sono cicli di ventidue anni, di inattività e di attività. Un ciclo cominciò agli albori del Rinascimento. Un picco si verificò durante la Seconda guerra mondiale ed ora nel ciclo 24 il Sole si addormenta, non crea la ionosfera, come se le fasi solari stessero per finire. Oggi il flusso solare è 140 circa e dovrebbe essere almeno 200: ora l’astro lavora a metà potenza per questa parte del ciclo, quindi non genera la ionosfera utile per comunicare. Col minimo solare si indebolisce così lo spettro radio: adesso siamo al massimo solare e non è meglio del minimo. Perciò la domanda è la seguente: quando il Sole entrerà nel minimo nei prossimi sette anni, quanto sarà ‘morto’? L'ultimo minimo è stato da primato: l’emissione energetica non è mai scesa sotto 60, mentre questa volta ha toccato 58 sicché non si poteva comunicare".

La flessione nelle prestazioni nelle comunicazioni ionosferiche fornisce un'indiretta indicazione per quanto concerne le attività di geoingegneria spacciate come "solar radiation management", volte a mitigare gli effetti dell'attività solare. In realtà sarebbe il contrario, ossia le operazioni di aerosol sarebbero finalizzate al mantenimento di una coltre elettroconduttiva utile a bilanciare la diminuzione di efficienza dello strato ionosferico.

Vedi Eric Dollar: Il Sole non è un Reattore Nucleare, 2013

Sponsorizza questo ed altri articoli su Facebook. Contribuisci ora!


La guerra climatica in pillole

Le nubi che non ci sono più

Per una maggiore comprensione dei fenomeni legati alla guerra ambientale in corso, abbiamo realizzato l'Atlante dei cieli chimici.

Chi è Wasp? CLICCA QUI

CHEMTRAILS DATA

Range finder: come si sono svolti i fatti

24 commenti:

  1. ho una domanda,le irrorazioni che tipo di lunghezza d'onda della luce solare ferma o riduce?
    grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sinergy, le coltri chimiche tendono a filtrare le frequenze corrispondenti all'azzurro che il è colore in sintonia con il D.N.A. Grave è il danno di questo furto del cielo e di una tinta che è anche collegata alla spiritualità.

      Ciao

      Elimina
  2. grazie Zret,mi incuriosiva questo aspetto perchè avendo un impianto fotovoltaico noto nei giorni di irrorazione che sarebbero dovuti essere sereni, una perdita di potenza del 10 -15 %.
    ora,sapendo su che principio funziona il fotovoltaico è chiaro che vi è una riflessione di uno spettro della luce,con conseguente perdita di efficenza.
    per contro le irrorazioni parlo del 2011 - 2012 hanno prodotto un aumento della produzione in quanto a mio avviso in quegli anni vi sono state più giornate di sole del solito (effetto igroscopico indotto..) e quindi una sorta di effetto compensativo.
    in ogni caso nel 2011 ho prodotto in 20 % in piu di quello stimato e "nessuno sà perchè.."

    grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quello di cui necessitano i pannelli solari è la radiazione UV, per cui se v'è cielo velato, questa non passa.

      Elimina
  3. Segnalo questa pagina you-tube: https://www.youtube.com/channel/UCNR1A9YK3oK_FQCoa3zUhlQ e questa pagina Google Plus: https://plus.google.com/u/0/101411406161861143334/posts nelle quali soggetto che usa indirizzo IP 95.254.75.129
    commette reato di sostituzione di persona, spacciandosi per il sottoscritto. Diffidare di messaggi o comunicazioni di altro genere se non assolutamente certi di interloquire con il sottoscritto.

    Dispositivo dell'art. 494 Codice Penale

    Fonti - Codice Penale - LIBRO SECONDO - Dei delitti in particolare - Titolo VI - Dei delitti contro l'incolumità pubblica (Artt. 422-452) - Capo IV - Della falsità personale

    Chiunque, al fine di procurare a sé o ad altri un vantaggio (1) o di recare ad altri un danno, induce taluno in errore, sostituendo illegittimamente la propria all'altrui persona (2), o attribuendo a sé o ad altri un falso nome (3), o un falso stato (4), ovvero una qualità a cui la legge attribuisce effetti giuridici (5), è punito, se il fatto non costituisce un altro delitto contro la fede pubblica, con la reclusione fino ad un anno (6).

    Note

    (1) La finalità (dolo specifico) può anche essere di natura non economica (come lo scopo di evitare una perquisizione o la scoperta delle proprie azioni criminose), ovvero non illecita, come nel caso di chi si attribuisca un falso nome solo per stringere amicizia con persone facoltose.

    (2) Si ha «sostituzione della propria all'altrui persona» ogni qual volta si assume un atteggiamento atto a far vedere che si è un'altra persona (è il caso di chi sostituendosi ad un candidato, sostiene un concorso pubblico al posto dell'effettivo candidato); tale sostituzione è sempre illegittima, per cui l'avverbio «illegittimamente» usato dal legislatore è superfluo. Tuttavia, come nota MAGGIORE, vi possono essere casi di sostituzione di persona legittimi, quando cioè la sostituzione sia consentita dalla legge o da un negozio giuridico: così, ad esempio, non vi è reato nel fatto dell'agente di polizia che assume la personalità di altri per scoprire un reato.

    (3) Si ha «attribuzione di un falso nome» quando si assume un'identità diversa dalla propria.
    Nome è qui inteso in senso ampio e comprende, oltre al nome di battesimo ed al cognome, anche la paternità, la maternità, il luogo e la data di nascita.
    Non è necessario che l'identità che ci si attribuisce sia quella di altri, potendo essere immaginaria.
    Per MANZINI, ad integrare il reato basta anche il semplice mutamento di una vocale o consonante del proprio nome (es.: dire di chiamarsi «Lelio» mentre il vero nome è «Lel-lo»).

    (4) Si ha «attribuzione di un falso stato» quando ci si attribuisce uno «status» (cittadinanza, capacità di agire, stato libero o coniugale, parentela etc.) diverso da quello reale.
    Non sono «status» agli effetti della norma né l'età, né la residenza, né il domicilio che «nulla dicono intorno alla posizione del soggetto nella società» (così PAGLIARO; contra MANZINI).

    (5) Si ha «attribuzione di una qualità a cui la legge attribuisce effetti giuridici» quando si afferma di possedere una qualità da cui la legge fa discendere determinati effetti (es.: proprietario, possessore, maggiore età, residenza, domicilio, professione etc.).
    Occorre, tuttavia, che si tratti di qualità alla quale la legge riconnette effetti giuridici in relazione al rapporto o alla situazione in cui tale qualità è falsamente attribuita (PAGLIARO): pertanto, risponderà del reato il minore che si dichiari maggiorenne per stipulare un negozio giuridico ma non anche il minore che si dichiari maggiorenne solo per vanto.

    (6) Cfr. art. 133, d.P.R. 14-2-1964, n. 237. Sono applicabili le sanzioni sostitutive previste dagli artt. 53 e segg., l. n. 689/1981.

    RispondiElimina
  4. san valentino fatto di scie nel cielo dedicato a tutti i decerebrati di questo pianeta.

    http://www.adnkronos.com/IGN/News/Cronaca/S-Valentino-senza-barriere-e-pregiudizi-thats-amore-Raccontami-la-tua-storia_321187916755.html

    Ottimo contributo Straker & Zret, molto insightful. Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 2018, il mondo sta per essere sconvolto dai mutamenti climatici. Per sfuggire alla fine imminente l'unica soluzione e' tentare di cambiare il passato ma qualcosa non funziona e la seconda guerra mondiale diviene l'immensa arena dove uomini provenienti da diverse epoche si giocheranno il nuovo futuro dell' umanita'...

      Caput Mundi primo libro di una trilogia ...Mah
      http://tinyurl.com/p56cqx2

      Elimina
  5. Ciao, scusate l'assenza negli ultimi gg nel aggiornarmi sul blog... riprendendo l'articolo precedente sulla neve, volevo sapere se qualcuno del blog ha per caso prelevato qualche campione di neve sulle nostre montagne, e abbia provato a verificare direttamente se mettendola in un recipiente effettivamente torna ad uno stato liquido acquoso o se invece si disperde senza produrre acqua, come nel caso di quella di cui si parlava ed analizzata in Romania. Sarebbe una ulteriore conferma fatta di persona, direttamente da "noi complottisti".

    Riguardo al clima... nella zona sud-ovest milanese, si sta assistendo a un inverno in generale molto mite, la temperatura è andata rarissimamente sotto zero e cmq di pochi gradi sotto, e per lo più si sta mantenendo di qualche grado sopra lo zero, nel mentre si assiste anche a un continuo susseguirsi di piogge, magari non costanti e non tutti i giorni, ma continuative in ogni settimana; ma ci si è scordati di altri inverni dove da metà novembre a febbraio non cadeva nemmeno una goccia di pioggia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, non mi consta che nostri lettori abbiano potuto eseguire test sulla neve. Purtroppo pochi sono al corrente di queste bizzarrie della scienza.

      Elimina
    2. Qui nel bolognese non ho potuto controllare perché la neve non è ancora venuta e le temperature medie vengono tenute sui 12 °C, come se fosse normale a febbraio :/

      Elimina
  6. Fuori tema pieno, ma apprezzo molto questa testata, probabilmente l' unica a parlare senza peli sulla lingua, si meritano un pò d' attenzione.
    Di seguito uno dei tanti ottimi articoli scritti.
    http://www.imolaoggi.it/2014/02/07/gay-per-quale-motivo-lonu-vuole-indottrinare-i-minorenni/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo con l'apprezzamento per il sito 'imolaoggi'. Non ho idea a chi sia in mano, comunque si tratta di informazione indipendente e fuori dal coro. Speriamo che duri.

      Elimina
    2. Vero, fuori dal coro.
      Speriamo che duri davvero.

      Elimina
  7. Risposte
    1. Che dire Wlady, al di la che il soggetto non mi piace per niente si, dice cose vere,ma fintanto che rimane vestito di "illuminato" o si denuda, o mi aspetto rettifiche stile kazzmon.

      Elimina
    2. Non piace neanche a me Koenig, diffido sempre dei personaggi che si definiscono esoterici, e/o rinnegati.

      Elimina
    3. Pare che sia anche dietro al coordinamento nazionale per la rivoluzione, quello di Calvani per intenderci, più comunemente conosciuto ed etichettato dei "forconi", con tanto di foto promozionali, ed al momento nessuna smentita.
      Che dire?!....

      Elimina
    4. dai, per favore, evitate se potete di inserire interviste ridicole di uomini con mantelli e drappi neri.

      Elimina
    5. Attenti ai "guardiani del cancello", a chi intreccia abilmente verità e mendaci.

      Elimina
  8. Un forte scroscio di pioggia anche pochi minuti fa. Una emergenza climatica dai connotati fin troppo strani. Dove andremo a finire con tutte queste bizze e queste precipitazioni?

    Alcuni dicono che il 2014 sarà anno di enormi cambiamenti... non so, si direbbe che qualcosa di grosso bolle in pentola anche se non sappiamo che cosa. Si tratterà di una sorpresa come fu per tutti quanti l'11 settembre?

    RispondiElimina
  9. Svelato il mistero!!!
    Qua siamo nel ridicolo più profondo, da non credere...
    ahhh...questi atei, è tutta colpa loro, è per loro che ci irrorano quotidianamente, scie chimiche a manetta by Ateo!
    Disinformazione becera a partire dalla foto dei normali pesi di collaudo degli aeromobili.
    Venghino signori venghino....ahahahha...
    http://harddawn.com/are-militant-atheists-using-chemtrails-to-poison-the-angels-in-heaven/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lungi da noi interpretazioni confessionali. Tuttavia che le irrorazioni appartengano pure ad una guerra segreta, ad un orizzonte incognito è ipotesi plausibile.

      Ciao

      Elimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis