giovedì 5 dicembre 2013

E’ possibile far fiorire il deserto? Tecnicamente sì

Pubblichiamo un articolo di Manuel D’Elia. L’autore, basandosi per lo più sulle acquisizioni di “Tanker enemy”, illustra alcuni aspetti della guerra climatica. Due osservazioni: abbiamo mantenuto i verbi al condizionale, ma essi si possono tranquillamente trasformare in forme all’indicativo. La fisica attuale ha corretto Lavoisier, insegnandoci che” tutto si crea e niente si distrugge”: infatti le particelle virtuali provengono dal nulla.



Una domanda sorge spontanea: se si può manipolare il clima, può fiorire il deserto?

In realtà accade esattamente l'opposto, perché si cerca di impedire la formazione delle nubi per rendere l'atmosfera simile alla ionosfera e cioé più adatta alle comunicazioni radiosatellitari usate dai militari. Parlare di questa eventualità scatena critiche e accuse di “complottismo”: in realtà l'ipotesi non è per nulla peregrina.

La questione spinosa è stata rivelata nei giorni scorsi in una dettagliata intervista realizzata dal nostro giornale a Rosario Marcianò, il quale ha spiegato che la contemporanea presenza in cielo, accanto alle scie persistenti, di aerei che rilasciano scie piccole ed evanescenti, ha una sua spiegazione. Queste ultime contengono additivi che permettono alle sostanze irrorate in precedenza di produrre la reazione voluta. Può sembrare fantascienza, ma i brevetti di questo tipo di tecnologia sono stati effettivamente depositati.

All'atto pratico, il sistema entrerebbe in funzione nel momento in cui una grossa perturbazione sta arrivando o si sta formando in una zona che si vuole, invece, mantenere "pulita".

Per dissipare o deviare questa perturbazione indesiderata, entrerebbero in azione gli aerei preposti, rilasciando le scie persistenti che nelle previsioni metereologi che (stilate in collaborazione con l'Aeronautica militare) sono solitamente indicate con il termine "innocue velature". Questa copertura artificiale, che ha preso il posto della perturbazione in arrivo, non ostacola le comunicazioni, quindi l'obiettivo sarebbe raggiunto.

Ma se, come ci insegnano, in natura nulla si crea e nulla si distrugge, la perturbazione bloccata o deviata in un luogo può (o forse deve) scaricarsi in un altro, con effetti potenzialmente catastrofici a causa delle grandi forze in gioco.

Marcianò ha ricordato in proposito come nel 2011 abbia previsto sul sito Tanker Enemy l'alluvione di Genova con tre giorni di anticipo: dall'analisi delle foto satellitari, risultava che una grosso vortice depressionario era stata inibito sul Ponente ligure, con il risultato di andare, invece, ad interessare, con gli effetti che tutti abbiamo visto, l'opposto Levante.

E' certo, in quanto pubblicato su documenti ufficiali, che l'esercito statunitense mira ad ottenere un controllo completo del clima entro il 2025. La possibilità di scatenare uragani o di provocare la siccità, in territorio di guerra è sicuramente un vantaggio strategico importantissimo. Ovviamente, non è pensabile che questi risultati si ottengano da un giorno all'altro: numerosi test dovrebbero essere eseguiti e, secondo questa interpretazione, alcuni portano alle conseguenze tragiche che sempre più spesso leggiamo in prima pagina sui giornali.

Per mascherare l'evidente anomalia di questi eventi (quanto spesso si leggono ultimamente espressioni come "il più forte degli ultimi 80 anni...") si sarebbe quindi fatto ricorso ad un paravento, individuando nell'aumento di anidride carbonica nell'atmosfera la causa dei cambiamenti climatici, in realtà indotti dalle irrorazioni clandestine.

E' interessante in proposito esaminare un documento scovato da Marcianò già nel 2006, avente come oggetto la "Cooperazione Italia - Stati Uniti d’America su Scienza e tecnologia dei Cambiamenti Climatici" e sottoscritto dagli allora Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi e Presidente degli Stati Uniti, George W. Bush. A pagina 38 si possono leggere le attività programmate. Esse comprendono "la progettazione di tecnologie per la manipolazione delle condizioni ambientali con particolare riferimento al controllo della temperatura e della concentrazione atmosferica di CO2".

Interessante ed inquietante, si legge anche che "Italia e Stati Uniti collaborano già da tempo su queste tematiche e hanno sviluppato insieme progetti di ricerca e metodologie sperimentali". Che ne verrà lo vedremo, ma non c'è da essere ottimisti.

Manuel D'Elia, 2 dicembre 2013

Fonte: giornalesentire.it

Sponsorizza questo ed altri articoli su Facebook. Contribuisci ora!


La guerra climatica in pillole

Le nubi che non ci sono più

Per una maggiore comprensione dei fenomeni legati alla guerra ambientale in corso, abbiamo realizzato l'Atlante dei cieli chimici.

Chi è Wasp? CLICCA QUI

CHEMTRAILS DATA

Range finder: come si sono svolti i fatti

41 commenti:

  1. "Italia e Stati Uniti collaborano già da tempo su queste tematiche e hanno sviluppato insieme progetti di ricerca e metodologie sperimentali"

    non ce ne eravamo mica accorti, vero?

    RispondiElimina
  2. Una legge internazionale incoraggia l'uso della geoingegneria per la modificazione climatica.

    http://www.activistpost.com/2013/12/international-law-encourages-use-of.html
    Si rifa' a uno studio olandese che nelle intenzioni dichiarate si propone di trovare una soluzione alla solita vecchia menfrina del riscaldamento globale. I rischi per la salute dell'uomo e per l'ambiente sono come al solito minimizzati.

    RispondiElimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Autostrada A1 direzione Firenze/Perugia, questa mattina ore 6:45.

      Il crepuscolo dei demoni

      Elimina
    2. definizione calzante Wlady. Purtroppo un cielo non dissimile da quello che vedo qui a londra.

      Elimina
    3. Avalon, c'erano aerei sopra e sotto le scie già fatte durante la notte che spargevano il loro carico tossico.

      All'orizzonte, alla base delle colline, un pulviscolo opacizzava tutte le valli; da queste parti non c'è inquinamento atmosferico da idrocarburi e nemmeno traffico sostenuto come a Milano, la E45 che porta da Cesena a Roma era completamente vuota.

      Una nebbia mefitica spettrale a mezza altezza sovrastava le valli, coe nel film "FOG".

      Elimina
    4. Sì, Wlady, sintagma quanto mai efficace per descrivere l'era crepuscolare e demoniaca in cui "viviamo".

      Ciao

      Elimina
    5. Davvero strano l'accanimento aerosolico (passatemi il neologisma) di questi giorni. O che hanno appena ricevuto cospicui rifornimenti dalla Cina di miscele tossiche e devono smaltirle oppure non saprei giustificare la faccenda.
      Terremoti in vista? Intossicazione dei cervelli affinchè votino per Matteo Renzi alle primarie dei neo-comunisti?
      Comunque l'intossicazione del cielo ha raggiunto livelli parossistici in tutta Italia. E gli aerei continuano a 'sciare'.

      Elimina
    6. E' l'eterno crepuscolo degli "Iddii pestilenziali".

      Elimina
  4. Ecco chi è tutelato dalla magistratura imperiese.
    http://www.tanker-enemy.com/PDF/le-credenziali-di-massimo-della-schiava.pdf

    RispondiElimina
  5. E cmq si... sciano da matti questi giorni qui nella piana padana... forse per far scorrere meglio quel colosso che ha già seminato morte tra l'Inghilterra e i paesi successivi che si trovavano nella sua traiettoria verso est... ovviamente la scusa nei meteo è che da noi c'è l'anticiclone a proteggerci... io aggiungerei... ci sono appunto usa e italia colonica a proteggerci e sciarci sulle teste

    RispondiElimina
  6. CHEMTRAILS CHRONICLE (HD 1080p)
    http://www.youtube.com/watch?v=BEIQq__XbSw

    RispondiElimina
  7. OT, ma comunque bellissimo da vedere e condividere numerosi:
    http://www.youtube.com/watch?v=po-ERXJl0_Y

    RispondiElimina
  8. Situazione davvero drammatica. Hanno continuato anche oggi a disperdere freneticamente scie chimiche. E' un dramma che si consuma sotto i nostri occhi e dentro i nostri polmoni giorno per giorno. L'aria si taglia con il coltello tanto è intrisa di polveri e di veleni. Una tragedia che non finisce mai e che finirà solo quando ci avranno accoppati tutti.
    Vi assistiamo impotenti, incapaci a combattere un nemico talmente subdolo e maledetto. Con la nostra tastiera, ahimè, non combiniamo nulla.

    RispondiElimina
  9. "Situazione davvero drammatica. Hanno continuato anche oggi a disperdere freneticamente scie chimiche. E' un dramma che si consuma sotto i nostri occhi e dentro i nostri polmoni giorno per giorno. L'aria si taglia con il coltello tanto è intrisa di polveri e di veleni. Una tragedia che non finisce mai e che finirà solo quando ci avranno accoppati tutti.
    Vi assistiamo impotenti, incapaci a combattere un nemico talmente subdolo e maledetto. Con la nostra tastiera, ahimè, non combiniamo nulla".

    E' così, purtroppo.

    RispondiElimina
  10. Anche qui in Lombardia si assiste impotenti allo scempio quotidiano.

    I giovani sono completamente indottrinati dalla scuola che spiega loro per voce del Prof di chimica che le scie degli aerei sono solo costituite da vapore e benzeni varie.

    I tumori aumentano ed è proibito chiedersi il perchè. Sarà lo smog si dice e si chiude lì per non essere presi per pazzi.

    fogliehttp://freeondarevolution.blogspot.it/2013/12/tiroide-in-italia-e-boom-di-tumori.html

    L'essere umano è continuamente degradato a materiale organico da manipolare. La menzogna aumenta a dismisura grazie anche a queste ricerche buone solo per il Cicap

    http://www.liberoquotidiano.it/news/scienze---tech/1363027/L-origine-dell-umanita---L-incrocio-tra-uno-scimpanze-e-un-maiale-.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quella sarà l'origine dei negazionisti con tutto il rispetto per maiali e scimpanzé.

      Elimina
  11. Passeggeri paganti stanno contribuendo al genocidio. Incredibile.

    RispondiElimina
  12. Ieri altra giornata bestiale,tanto bestiale che una persona informata da me tempo fà,mi dice che avevo ragione,gestisce un'attività aperta la pubblico e ha cominciato ad informare la gente.
    Sulla protesta che parte stanotte alle 22,00 da notare l'assordante silenzio dei media nazionali,quando ne parlerenno sarà solo in termini terroristici per spaventare la gente,servi sono e servi (venduti)rimangono.
    Sono già in corso tentativi di infiltrazione per far deviare la protesta verso la violenza e legittimare così la repressione,già invocata da alcuni dis-onorevoli in parlamento.
    I media stranieri parlano di rivolta gandhiana con le mani in tasca.
    Su youreporter cè il video della contestazione di ieri a Napolitano all'uscita dall'hotel per recarsi alla Scala,
    protetto da decine di agenti in tenuta antisommossa.
    Pensare che proprio ieri ho visto in una tv rumena il presidente Basescu ripreso all'uscita di un supermercato con il carrello della spesa,fermato da una giornalista rispondeva tranquillamente alle domande mentre si caricava le borse della spesa in auto.
    Non si vedevano poliziotti o guardie del corpo,nonostante non sia molto benvoluto dalla popolazione.
    Perchè in Italia i politici e i vari boiardi di Stato,5 stelle esclusi,girano sempre scortati?.
    Ovviamente è una domanda puramente retorica.

    RispondiElimina
  13. Il sito di disinformazione.it non è più raggiungibile.
    Risulta anche a voi?.

    RispondiElimina
  14. Risposte
    1. Ieri sera ho fatto più di un'ora di coda per fare il pieno della benzina per ritornare a Milano, tutti in fila a fare il pieno, una coda di almeno cinquecento metri a tutti i distributori.

      Se avrà successo questa serrata, le merci alimentari e i carburanti, si esauriranno molto presto, auspico vivamente che tutto questo succeda veramente e, faccia aprire gli occhi agli obnubilati italiani.

      Elimina
    2. In questo momento rai news 24 ha dato una scarna notizia sul fermo ad oltranza: autotrasportatori, forconi siciliani gemellati con con quelli del trentino, blocchi caselli autostradali, presidi liberi pacifici su tutto il territorio privi di sigle o bandiere, il viminale è stato allertato.

      Tutto è previsto per le ore 22: di questa notte, fino a lunedì e poi ad oltranza.

      Elimina
    3. E' partita l'allerta anche dall'Ambasciata Americana: http://italy.usembassy.gov/acs/messages/archive.html

      Elimina
  15. Questo è un chiaro esempio, di come gli infiltrati gettino benzina sul fuoco, per poi dare la colpa ai manifestanti pacifici e quindi trovare il pretesto di sparare merda addosso agli onesti cittadini che parteciperanno: http://www.lindipendenza.com/wp-content/uploads/2013/12/MAFIA.jpg

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ... certo TheAntitanker, come hanno fatto con la TAV, un leitmotiv che conosciamo molto bene e, tutte le manifestazioni pacifiche.

      Elimina
    2. Sono fiducioso sulla riuscita della protesta o rivolta che dir si voglia.
      Anche oggi ho avuto conferma che la gente si stà svegliando.
      Hanno tirato troppo la corda e siamo arrivati al punto di rottura.

      Elimina
  16. Riguardo la protesta ci sono anche dei "nostri" che non perdono occasione di boicottarla, ridicolizzarla e ideolizzarla.
    Quanto mi cominciano a puzzare costoro, ad ogni iniziativa fan di tutto per stopparle e minimizzarle, nonostante sia palese questa volta che partecipano ogni genere di persone.
    Buona domenica a Tutti e speriamo che rivolta sia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sciopero fiscale ad oltranza, a cominciare dal canone RAI.

      Elimina
    2. Allora lo sto facendo da tempo lo sciopero (y)
      Ciao Cresh, dammi del tu :-)

      Elimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis