mercoledì 18 dicembre 2013

Geoingegneria clandestina in televisione

Ospite in una recente puntata della trasmissione televisiva [ LINK ] condotta da Stephen Colbert, “The Colbert report”, lo “scienziato” ambientale David Keith ha affermato che per contrastare il cosiddetto “riscaldamento globale” (sic), si potrebbero disperdere nell’ambiente tonnellate di biossido di zolfo. La ghiotta occasione per la propaganda alla geoingegneria soft è offerta dal lancio del libro scritto dal “ricercatore”. Il saggio ha un titolo esplicito, “The case for climate engineering”.

E’ il solito “rimedio” su cui insistono i geoingegneri, una “risoluzione” presentata come progetto, mentre è da decenni che l’aviazione militare e civile stanno diffondendo veleni a iosa. Insomma, la classica foglia di fico. Colbert, però, sornione ed ironico, ha incalzato l’interlocutore, evocando quelle flotte di aerei seguiti da scie che potrebbero contenere composti chimici. Keith ha nicchiato e si è trincerato dietro qualche battuta stupida. E’ evidente che Colbert, come molti altri, conosce la verità: sono i governi responsabili dell’avvelenamento dei biomi. La denuncia del genocidio globale, anche se con toni faceti ai limiti del ridicolo, ha espugnato uno studio televisivo.

Una rete televisiva spagnola ha dedicato un dossier [ LINK ] ai filamenti polimerici raccolti ed analizzati da testimoni di voli chimici. Nel programma un attivista chiarisce che le fibre in oggetto non sono ragnatele, mentre un chimico, Luis Alamencos, illustra le conclusioni degli esami condotti: sono fibre di origine artificiale, polimeri contenenti nanoparticelle metalliche. La loro viscosità e resistenza è superiore a quelle delle tele secrete dagli Aracnidi. L’esperto ha aggiunto che questi polimeri, da alcuni anni reperiti ad ogni latitudine dopo il passaggio degli aerei chimici, possono essere dannosi per l’ambiente e la salute umana. Il loro pH è risultato 4,7: il pH da 4,5 a 4,7 è quello delle piogge acide. I risultati, cui è giunto lo specialista iberico, collimano con quelli di altri ricercatori in altri paesi.

In Italia, invece, che cosa ci propina il piccolo schermo? Matteo Renzi, lo spocchioso e vanesio neo-segretario del Partito demoncratico, l’omuncolo smorfioso che schernisce gli attivisti, invocando il trattamento sanitario obbligatorio [ LINK ] per chi osi menzionare le “scie chimiche” ed i microprocessori sottocutanei. Per il negazionista fiorentino non proponiamo alcun trattamento, perché sappiamo che sarebbe del tutto vano. Ospite del conduttore di “Ballarò”, il “giornalista” leccato da una mucca, il sindaco travicello ha oltraggiato in modo gravissimo e minaccioso i cittadini che denunciano la “guerra climatica”.

Tra l’altro, scavando un po’, si scopre che Renzi, come Enrico Letta, altro non è che il solito democristiano travestito e stagionato, un poveretto alle dipendenze dei poteri mondialisti.

Pescando nella palude mefitica della fielevisione italiota, abbocca all’amo Daria Bignardi che, riciclatasi come articolista per “Vanity fair”, si è unita al coro starnazzante degli occultatori in un suo temino dalla sintassi sgangherata e dal lessico barbaro. Confrontate a Renzi ed alla Bignardi, le “invasioni barbariche” sono una benedizione.

Sponsorizza questo ed altri articoli su Facebook. Contribuisci ora!


La guerra climatica in pillole

Le nubi che non ci sono più

Per una maggiore comprensione dei fenomeni legati alla guerra ambientale in corso, abbiamo realizzato l'Atlante dei cieli chimici.

Chi è Wasp? CLICCA QUI

CHEMTRAILS DATA

Range finder: come si sono svolti i fatti

31 commenti:

  1. dopo giorni di relativa calma, da stamani presto scie persistenti in grandissimo numero, centinaia di passaggi a rigare il cielo in modo sfacciato, e continuano senza sosta, foschia di ricaduta fittissima con visibilità scarsa a pochi chilometri. Nel silenzio, costante suono basso modulato distintamente percepibile all'orecchio. E' in arrivo qualche grossa perturbazione o cosa? Le maledizioni non bastano più.

    controllo totale, droni in città che filmano e riconoscono i volti dei passanti
    http://video.gelocal.it/altoadige/tecnologia/ecco-il-drone-che-filma-registra-e-riconosce-i-volti-di-tutti-i-passanti/22007/22028

    fabio ghioni, scie chimiche e schiavitù della coscienza
    http://youtu.be/2OdmLzM8vpg
    http://youtu.be/-9eBJS2j4PI

    RispondiElimina
  2. Oggi è da mettersi le mani nei capelli. Una giornata martoriata in questa maniera, non la vedevo da anni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dopo giorni di costanti e massicce irrorazioni, oggi il cielo è ancora più devastato, se possibile, come avevamo previsto. E' stata facile previsione.

      Elimina
    2. Qui nel Riminese confermo che in data odierna hanno sversato di tutto. Persistente o meno . Sarà per rendere il prosecco piu secco e il pandoro piu dolce. Auguro la sifilide e la meningite a tutte le persone coinvolte nella geoingegneria clandestina.

      Elimina
    3. Confermo la stessa situazione anche nel modenese . Mai visto uno scempio simile .

      Elimina
  3. Matteo Renzi e Daria Bignardi: due persone 'diversamente intelligenti' ( basta guardare le espressioni dei loro volti per rendersene conto ). Soprattutto il 'berlusconiano' Renzi con i discorsi da bar che prova a propinarci.

    Certo che è, quanto a materiale umano da lanciare nell'arena, i 'poteri forti' hanno esaurito le loro possibilità di scelta e stanno raschiando il fondo del barile.

    RispondiElimina
  4. Berlusconi a Scilipoti:

    "Mimmo, lascia perdere le scie chimiche. Finiscila lì che questo è segreto di Stato e se insisti, passi dei guai...".

    RispondiElimina
  5. Confermo l'immane quantità di passaggi aerei sul ponente ligure; scie chimiche di ogni tipo.

    RispondiElimina
  6. Uno scenario a dir poco apocalittico! Purtroppo i polli d'allevamento anche oggi, non avranno sicuramente notato nulla.

    RispondiElimina
  7. Italia coperta da infinite scie di vapore ...
    http://lance-modis.eosdis.nasa.gov/imagery/subsets/?subset=AERONET_Ispra.2013352.aqua.250m

    http://lance-modis.eosdis.nasa.gov/imagery/subsets/?subset=AERONET_Ispra.2013352.terra.250m

    Buonanotte italiani e buonanotte forze dell'ordine, magistrati e "scienziati" della malora.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Criminali con la toga ficcano la testa sotto la sabbia. Conviene perseguire Marcianò...

      Elimina
  8. Risposte
    1. l'intervista è molto ben rilasciata e sintetizza bene le tematiche da sempre trattate qui, oltre a mostrare la sconcertante caduta delle sostanze filamentose dal cielo.
      in spagna questa associazione ha praticamente depositato ad una procura la denuncia, e dice di attendersi un imminente e positivo esito!!!! immagino il clamore che ne seguirebbe. ve lo immaginate? una procura spagnora che avvia un'indagine, ordina prelievi in quota, blocca a terra e sequestra gli aviogetti, e vi trova gli immensi serbatoi, fa analizzare i contenuti.....non vedo l'ora.
      ma che voi sappiate, in Italia, qualcuno ha fatto esposti direttamente in qualche procura bypassando le inutili denunce a carabinieri o polizia, ad esempio presso l'attivissima ed alternativa procura di trani che sembra non temere ripercussioni da nessuno indagando persino standard & poor's....

      Elimina
    2. Abbiamo presentato alcuni esposti ma senza esito alcuno.

      Chissà... qualche giudice spagnolo agirà?

      Ciao

      Elimina
  9. Ecco l'effetto delle irrorazioni folli di ieri, una corrente di nubi che vede bloccato il suo normale flusso circolare, a meno che sopra l'europa le leggi della fisica non valgano e gli anticicloni si schiaccino per loro arbitrio
    http://www.imagebam.com/image/e36a44295965956

    il video della trasmissione spagnola andrebbe tradotto e sottotitolato, giusto per dare un'esempio di informazione ai pagliacci di rai, mediaset, la7

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con il trasferimento delle basi .... dalla Germania all'Italia, non possono più permettersi nuvole che inficerebbero i loro potenti radar (vedi MOUS); inoltre, da Aviano alla Maddalena, da Ghedi a Camp Derby. Non solo: esistono in Italia, oltre alle oltre 120 basi dichiarate, più di 20 basi militari Usa totalmente segrete: non si sa dove sono, né che armi e che mezzi vi siano.

      Detto questo dimentichiamoci il cielo di venti anni fa.

      Per quello che riguarda il filmato, se si clicca sul traduttore all'interno del video, si può scegliere la lingua italiana ed è ben tradotto e comprensibile, lo spagnolo rimane comunque una lingua latina che si discosta pochissimo dalla nostra.

      Elimina
    2. Un mondo militarizzato, una caserma enorme sotto un cielo chimico-radioattivo.

      Elimina
  10. Oggi a san marino per 30 minuti, prima che le dissolvessero nel grigio chimico quotidiano, si sono viste delle nuvole nere reali. E' stato bello

    RispondiElimina
  11. Quì a Pisa invece, aria e cielo di plastica sempre, e non è caduta neppure una goccia d'acqua.

    RispondiElimina
  12. Sentite questa: uno dei PM del Tribunale di Imperia ha chiesto l'archiviazione in merito ad una nostra querela, sporta nel 2013. Ci siamo attivati per opporci all'archiviazione, ma la pratica originale con la denuncia/querela e gli allegati non si trova! GRANDI!

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis