mercoledì 9 ottobre 2013

Segnalazioni di ottobre


Amici e lettori ci segnalano spesso articoli, testi, fatti rilevanti. E’ ovvio che non possiamo meterialmente tradurre tutti i pezzi che ci vengono indicati, recensire i libri ed indagare gli eventi che occorrono e si rincorrono in questo mondo ormai sul “limitar di Dite”. Non sarebbe neppure utile subissare i fruitori di Tanker enemy con una miriade di pubblicazioni, senza discernere le fonti e le notizie, senza gerarchizzare le informazioni cui dare spazio.

Comunque, di quando in quando, è necessario dar conto di saggi e di episodi che sono inerenti alla geoingegneria clandestina e ad aspetti, almeno in una certa misura, collegati.

In primo luogo, citiamo alcuni volumi. Cominciamo con “Ingannati fin dai tempi della scuola” di Alberto Medici. L’autore ha di recente dato alle stampe la terza edizione, riveduta ed ampliata, del suo titolo dedicato alle frodi con cui l’establishment tiene in scacco i popoli. Nella quarta di copertina leggiamo: “Credi davvero che diciannove terroristi armati di taglierino abbiano dirottato quattro aerei e fatto crollare tre grattacieli costruiti a prova di attentato? Credi davvero che il sistema sanitario e le aziende farmaceutiche abbiano a cuore la salute dei malati? Credi davvero che l’apparato bancario e finanziario operi in trasparenza e non sia, invece, al servizio di altri, segreti interessi? Fin dai tempi della scuola ti hanno insegnato a fidarti degli esperti, a non porre domande, a credere a quello che televisione e giornali raccontano. Leggendo questo libro, scoprirai che siamo stati ingannati e soprattutto che i vari inganni non sono indipendenti fra loro, ma sono parte di un piano articolato per legare l’uomo ed impedirgli di vivere in felicità ed abbondanza. Se, però, gli inganni ci vengono svelati, se conosciamo ciò che ci hanno nascosto, torniamo a vivere liberi, come Gesù ci ha detto: ‘Conoscerete la verità e la verità vi renderà liberi’”.

La fatica di Medici ha un taglio divulgativo ed è adatta ad un pubblico di profani che bisogna tentare di scrollare. Non condividiamo tutte le idee esposte nel libro: dubitiamo che la semplice conoscenza dei misfatti perpetrati dalle élites sataniste sia ipso facto un modo per emanciparsi dal controllo. Soprattutto dissentiamo da certi insegnamenti vetero-testamentari. Tuttavia il libro di Medici si legge volentieri: è piano, chiaro ed onesto. Il capitolo dedicato alle scie chimiche risente di una documentazione non molto aggiornata, ma costituisce un buon inquadramento del problema.

E’ passato del tutto inosservato un saggio che, invece, a nostro avviso, centra il bersaglio con precisione millimetrica, grazie alle numerose testimonianze dirette. Ci riferiamo a “Pianeta Terra: ibridazione in atto - Atto finale 2021” di Quinto Narducci. L’autore è un ufologo di lungo corso. A suo avviso, una genia malvagia e spregiudicata starebbe da molto tempo studiando e manipolando gli uomini, per mezzo di sperimentazioni genetiche “in corpore vili”. I governi saprebbero tutto perfettamente, ma tacerebbero non tanto per non diffondere il panico tra la popolazione, ma soprattutto perché collusi con gli Stranieri, con cui avrebbero stipulato un patto scellerato. La parte più “appetitosa” del saggio è quella concernente il Vaticano forse incline a cooperare con gli Intrusi. Il Nostro concepisce le scie chimiche come uno strumento per il terraforming… Bingo!

UN AIUTO PER TANKER ENEMY - Il Comitato "Tanker enemy" dal 2006 è impegnato nella divulgazione e nella denuncia dello spinoso tema noto come "scie chimiche" o "geoingegneria clandestina", tramite la pubblicazione di articoli, video, documenti, traduzioni e per mezzo di varie iniziative (ad esempio, l'indagine sulle polveri sottili).

Questo lavoro ha richiesto e richiede un impegno quotidiano con il conseguente dispendio di energie e risorse. In questi anni il blog "Tanker enemy" e quelli collegati hanno garantito, anche grazie al contributo di lettori e sostenitori, un'informazione indipendente e circostanziata a tal punto da suscitare la reazione del sistema. Questa reazione si è tradotta, oltre che in attacchi di ogni genere, nell'apertura di procedimenti "legali", volti all'oscuramento del blog e dei siti ad esso correlati. Sono procedimenti all'origine di notevoli difficoltà pratiche e di cospicui esborsi per avvocati e consulenti tecnici.

Auspichiamo perciò un fattivo sostegno sotto forma di donazioni e di altri interventi (gratuito patrocinio, consulenze...) affinché il Comitato possa continuare ad agire nell'interesse della collettività. Un sentito ringraziamento a tutti coloro che accoglieranno, per quanto nelle loro possibilità, il presente appello. Il Vostro contributo è assolutamente fondamentale al fine di permetterci di proseguire con il nostro operato. Qui la pagina Paypal per eseguire una donazione.

Per antitesi, occupiamoci ora, in luogo di scrittori, di scribacchini repubblichini. Alcuni amici ci hanno chiesto per quale motivo non abbiamo confutato le frottole di Silvia Bencivelli, di Mario Giuliacci, di Eugenia Tognotti e di qualche altro dilettante. Non abbiamo confutato le loro pasquinate, semplicemente perché nulla deve e può essere smentito. Sono, infatti, articoli farciti di insulti e di stupri linguistici: nient’altro! Vi si legge solo di “bufale volanti” e di fanfauche simili. Certo, si può comprendere perché il regime abbia mandato allo sbaraglio certi gazzettieri: di fronte ad una presa di coscienza montante, di fronte all’ininterrotta divulgazione di studi in grado di dimostrare che la “teoria della condensazione” è insostenibile, si prezzola qualche scriba che racconti le solite fole al popolo bue.

Chi è Silvia Bencivelli? Nel suo curriculum figurano 'divulgazione' sull'A.I.D.S., collaborazione con il C.I.C.A.P., con il quotidiano “Il Manifesto', Radio3, Rai3, Iacona etc., insomma normale (e “sinistra”) amministrazione. Silvietta è il classico esempio di polpetta pseudo-scientifica e pseudo-democratica, naturalmente avvelenata. Anche le collaborazioni la dicono lunga sulla longa manus che muove certi burattini. Le sue credenziali, mutatis mutandis, si possono comparare a quelle del Dottor Marco Preve cui tempo fa lanciammo una sfida affinché falsificasse (in senso popperiano) la nostra ricostruzione del false flag messo in scena in Piazza Montecitorio. Inutile ricordare che la sfida è caduta nel vuoto.

Comunque abbiamo voluto sbugiardare l’augusto Colonnello Mario Giuliacci, tanto per sollazzarci un po’.

Come profetizzammo alcuni anni addietro, sembra ormai imminente la legalizzazione delle infami operazioni chimiche con il pretesto che saranno compiute “per il nostro bene”. Dà risalto alla notizia il “Dailymail”, testata sempre in prima linea, quando è necessario diffondere le menzogne ufficiali, ma con crismi pseudo-scientifici e con ipocrite giustificazioni. La scusa è sempre la stessa: il riscaldamento globale, causato – ma guarda un po’ - dalle emissioni di CO2. Bisogna contrastare il global warming con risoluzioni ad ampio spettro: dai rimedi soft (alberi artificiali) a strategie hard (aerosol di microparticolato per riflettere le radiazioni solari). E’ pacifico che gli scenari prospettati dai climatologi ufficiali sono falsi: il biossido di carbonio non è responsabile delle alterazioni atmosferiche, mentre le coltri artificiali ed i riscaldatori ionosferici sono all’origine di eccessi climatici e disastri.

Sempre in questa zona di penombra tra Geoingegneria illegale e Geoingegneria semi-legale o comunque, secondo lorsignori, auspicabile si situa la notizia riguardante i Russi che chiedono interventi su larga scala per combattere i cosiddetti “cambiamenti climatici”. Abbiamo un’altra conferma che i Russi per lo più fingono di opporsi all’imperialismo statunitense e dei loro schiavi, poiché perseguono di fatto gli stessi obiettivi, tra cui lo snaturamento del pianeta con le loro maledette diavolerie. Chi ancora si illude che Putin davvero sia il paladino della libertà contro U.S.A.tana, dovrebbe rileggersi il profetico romanzo “1984” di George Orwell, dove sono descritti tre superstati in perenne conflitto tra loro e che si sono spartiti il mondo in amplissime sfere di influenza.

Concludiamo questa serie di indicazioni, consigliando la lettura di un lucidissimo articolo dell’amico Corrado, intitolato “Dalle tessere magnetiche al chip sottocutaneo: un progetto di mondo orwelliano”. Nel testo si colgono i passaggi graduali e quasi inavvertiti che ci stanno conducendo ad una società tecnotronica in cui ciascun individuo potrebbe essere costretto ad innestarsi un microprocessore sottocutaneo per continuare ad esistere. In molte scuole sono già state adottate le tessere magnetiche che gli studenti devono “strisciare” nella fessura dell’’apposito dispositivo, prima di entrare in aula. Il badge consente di verificare assenze, ritardi etc. Registri digiltali e libri elettronici saranno obbligatori dall’anno scolastico venturo in tutta Italia. Ulteriori passi verso il “marchio della bestia”.

Sponsorizza questo ed altri articoli su Facebook. Contribuisci ora!


La guerra climatica in pillole

Le nubi che non ci sono più

Per una maggiore comprensione dei fenomeni legati alla guerra ambientale in corso, abbiamo realizzato l'Atlante dei cieli chimici.

Chi è Wasp? CLICCA QUI

CHEMTRAILS DATA

Range finder: come si sono svolti i fatti

69 commenti:

  1. Vale la pena segnalare anche le nuove nuove prove raccolte da Gianni Lannes sulla strage (di Stato) di Ustica.

    STRAGE DI USTICA: ATTORI PRINCIPALI

    RispondiElimina
  2. Questa dei libri di testo digitali obbligatori dal anno prossimo in Italia, ancora non la avevo sentita... ma i ragazzi li dovranno anche pagare per caso, per leggerli su tablet o simili? Se è cosi consiglio di indicare su tali file la dicitura in copertina del tutto assimilabile a quella presente sui tabacchi di stato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Saranno immersi in un mare di onde elettromagnetiche pulsate sui 10 hz e le loro funzioni cerebrali verranno stravolte.

      Elimina
    2. a posto siamo... c'è quasi da sperare che per la crisi la gente inizi a non mandare nemmeno più i figli a scuola (con tutto il rispetto per prof. seri e preparati)

      Elimina
  3. Riguardo al progetto di digitalizzazione progressiva della società - agenda cui faceva eco il programma elettorale di Silvio Berlusconi che così spesso ha citato, nei suoi discorsi, tale obiettivo - è notizia di questa sera ( in molti avranno sentito la notizia dai TG ) che persino i dati relativi all' RCA saranno immagazzinati in un 'chip'. Nemmeno lì più alcun bisogno del cartaceo.
    Ulteriore impulso alla smaterializzazione di tutti i dati relativi alle persone in vista del traguardo finale previsto per il 2017, anno in cui non vi sarà più denaro contante e tutte le transazioni ed operazioni di qualsiasi genere riguardanti il singolo passeranno attraverso un 'microchip' innestato sotto cute.
    Il passo verso tale traguardo procede ormai spedito. Il sogno bimillenario di un 'marchio della Bestia' fa capolino dietro l'angolo. Le profezie che leggiamo nel Nuovo Testamento c'hanno davvero azzeccato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione Paolo ma solo n parte, per l'Italia sarà un arduo compito portare a termine questo progetto da Orwelliano, in primis la nostra rete internet farraginosa, i seconda posizione il costo dei collegamenti che in Italia sono ancora molto lontano da definirsi europei.

      Quasi tutti hanno l'ultima generazione di smartiphone e televisori full HD, ma se si prova a collegarsi ad una rete dello stato, non c'è nulla che funzioni veramente, INPS, Comune, Provincie e Regione, hanno dei buchi spaventosi, non funziona nulla così anche nelle scuole, altroché pagella elettronica e casellario giudiziario informatizzato.

      Si fanno la bocca grossa parlando di wi-fi e wireless, ma la situazione è questa e, parlo della città più cablata d'Italia: Milano.

      Guardate come siamo messi e io non sono l'unico.
      http://ningizhzidda.blogspot.it/2013/06/nel-mondo-italiano-del-world-wide-web.html

      Noi italiani siamo indisciplinati, individualisti, egoisti, indolenti, arroganti e disonesti inside, questo ci potrà salvare dalla museruola che vorranno metterci.

      Elimina
    2. Il sistema sarà inefficiente e pieno di falle, ma la digitalizzazione delle scuole è inevitabile. Semmai i docenti dovranno tenersi un registro cartaceo da affiancare a quello elettronico, accollandosi così una doppia fatica, ma i Diktat dell'infernale governo sono ferrei. Solo un black out mondiale ci potrà paradossalmente salvare.

      Elimina
    3. Sì, Paolo, il percorso sembra tracciato e conduce al delirio digitale.

      Elimina
    4. Il problema c'è per coloro che saranno costretti ad usare sistemi informatizzati da paese del terzo mondo, con server sempre sovraccarichi, form non funzionanti, dati volatili etc. Un disastro.

      Elimina
  4. Concordo con voi, Wlady e Straker: la rete informatica italiota è un mezzo disastro. Un amico che vive a Montpellier mi raccontava che là hanno ormai da tempo il web tramite fibra ottica che viaggia a 100 Mega. Qui invece internet funziona a pedali o manovella.

    Tutti coloro che in Italia si sono avvicendati alla guida di Telecom si sono rimpinzati di soldi fino a scoppiare e poi hanno passato il testimone allo sfruttatore successivo che ha sempre lasciato la rete telefonica quel colabrodo che era. Magia italiota.

    Ma questo non ci salverà dal realizzarsi del piano satanico.

    RispondiElimina
  5. Per chi volesse trascorrere qualche momento di ilarita', l'edizione odierna del Daily Mail riporta il seguente tranquillizzante argomento :"Apocalisse adesso. Inarrestabile cambiamenti climatici innescati dall'uomo diventeranno realta' tra 10 anni e renderanno inabitabili Londra, Parigi e New York entro 45 anni" . Corredato da simpatiche ricostruzioni grafiche dei monumenti di queste citta', x una migliore presa sulle menti suggestionabili dei lettori. Tuttavia, prendendosi la pena di leggere I commenti degli utenti, I piu' sono scettici rispetto agli allarmi e ritengono si tratti dell'ennesima manovra di mungitura per estorcere green tax e simili.
    I commentatori del Corriere non sono altrettanto sagaci.
    http://www.dailymail.co.uk/news/article-2451604/Apocalypse-Now-Unstoppable-man-climate-change-reality-end-decade-make-New-York-London-Paris-uninhabitable-45-years-says-new-study.html#comments

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Terrorismo mediatico con cui si occultano i veri pericoli.

      Elimina
  6. http://koenig2099.wordpress.com/2013/10/10/chemtrails-over-turin/

    RispondiElimina
  7. @Straker: Potevi mettere come titolo: GUIDA BRIAAA! ((:
    Censur Tube colpisce ancora, sono impossibilitato a votare il filmato.

    Quì, poco fa si è alzato un vento tremendo, la cosa strana è che arriva a forti raffiche e si interrompe di botto, e così via. Chissà cosa annaspano lassù per aria...

    RispondiElimina
  8. Ciao, qui nel sud-ovest milanese, il vento forte con acquazzone è arrivato intorno alle ore 20, io ero ad allenarmi in palestra, sono rientrato poco dopo le 22.30 e non potevo crederci, quando ho visto i mezzi dei vigili del fuoco, impegnati a tagliare e segare una grossa parte del condominio di 9 piani, al civico prima del mio, una parte di questo lamierato di tetto di una palazzina di 9 piani, è persino volato fino al cortile del mio condominio, facendosi qualcosa come 60-70 metri di volo (pezzo delle dimensioni di circa 10 metri quadrati) ora mi domando, a prescindere che non ho idea se il tetto fosse messo male, ma la centralina del meteo lombardo di zona segnalava raffiche fino a 60 km-h... le cose sono 2... o c'è stata una raffica anomala non segnalata dagli apparecchi in questo preciso punto, oppure il tetto non era stato opportunamente verificato dal amministrazione negli ultimi tempi (non so se ci sono state vittime o feriti al momento... non ho visto ambulanze sul posto al mio arrivo).

    Su youreporter ho visto invece la grandine a fiumi che è scesa a Borgomanero (prov. di NO) impressionante.

    Nel pomeriggio verso le 18 circa per un attimo dalle nubi apertesi è apparso un po' di cielo azzurro (che non vedevo da almeno 2 settimane) e in mezzo ad esso si scorgeva chiaramente un piccolo velivolo a motore, probabilmente un drone, con scia persistente al seguito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Francamente non credo quando ha fatto il tifone (è così che lo si può definire) ero anch'io in palestra in provincia di Varese. Poco prima di entrare avevo scorto uno squarcio azzurro con il mio disappunto dato che il Meteo.it sul mio smartphone dava in quel momento pioggia forte. Infatti dopo soli 20 min sono arrivati vento, pioggia e grandine come non ho mai visto di questa intensità. Sì credo anch'io che sia stato provocato o almeno trattenuto fino a sera e poi amplificato in qualche modo ...

      Elimina
    2. Incredibile veramente, a Torino diluvio a macchia di leopardo. Mai successa cosa così strana. Parto dal centro non piove dopo 500 metri vento fortissimo pioggia torrenziale traffico in tilt si procede sotto pioggia battente tipico acquazzone estivo acqua a catinelle per intendersi, fatti 50 metri stop acqua neppure una goccia permane il vento forte. Dopo 200 metri nuovamente diluvio torrenziale. Dopo altri 150 metri niente più acqua. Incredibile. Il cielo è inquietante, palle di cotone grigie appiccicate. Stamane finalmente si rivedono i monti e il cielo.

      Elimina
  9. Interessante notizia qui ( ma forse si tratta solo di esercitazioni, almeno per il momento):
    http://www.thetotalcollapse.com/obama-retreats-to-secret-bunker-as-big-event-draws-near/?utm_source=feedburner&utm_medium=email&utm_campaign=Feed%3A+TheTotalCollapse+%28The+Total+Collapse%29

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Può darsi che ci si stia preparando a qualche grande evento. Il fatto è che non sappiamo mai la fonte di queste notizie come fa notare Corrado Penna.
      Dico solo che questa gente (anche e soprattutto in Italia o all BCE) dovrebbe essere portata a forza in qualche bunker isolato dal mondo e starci a vita per il nostro benessere.

      Elimina
    2. Direttamente sotto un metro di terra.

      Elimina
  10. Risposte
    1. Ottimo Damocle è sulla salute che dobbiamo metterla.La gente è furibonda contro questi camerieri usa e getta che parlano di diritti ai gay, agli immigrati, e ai prigionieri e non parlano neppure del bene supremo dei cittadini,di qualunque cittadino.

      Parlare della salute vuol dire oggi fare politica! E fare politica significa incontrarsi e discutere ... senza il Cicap emanazione di quel potere in affanno che non vuole che i cittadini discutano tra loro.

      Segnalo a tale proposito il caso Stamina

      http://www.movimentovitesospese.it/denunceranno-beatrice-lorenzin-ed-enrico-letta-per-crimini-contro-lumanita/

      http://www.imagebam.com/image/31745c280785044

      Elimina
  11. Approposito di stamina, stamattina in diretta a tgcom parlava Vannoni... diceva che visto l'ordine di sospendere la sperimentazione... probabilmente la sposterà in qualche paese all'estero... il ministero della salute poi è intervenuta con la ministra... infiocchettando che la medicina ha fatto PASSI DA GIGANTE negli ultimi anni... ah si? Vogliamo parlare di tutte le malattie che stanno uscendo fuori negli ultimi anni o della cronicizzazione di quelle già presenti? Ma perchè dobbiamo pagargli gli stipendi a questi? Ma fatevi stipendiare dalle multinazionali farmacologiche!

    Poi complimenti al telegiornali di oggi... 5 minuti di tempo a mostrare i danni di ieri sera al nord Italia, e altrettanti dedicati a mostrare la prima neve a Bormio... con intervista ad alcuni individui che si mostravano contenti e felici per la prima neve... non se ne puo' più di questa "informazione".

    Infine sul tempo di ieri sera... riprendo quanto diceva Eleonora... stamattina sono dovuto uscire per verificare se c'erano danni all'auto, ed ho potuto vedere facendo un giro, che nel mio quartiere c'è stato il finimondo... mentre poco più in la, nemmeno 500m in linea d'aria, a Milano Lorenteggio, non è successo niente di particolare.

    RispondiElimina
  12. Approposito di Borgomanero e del video su youreporter, adesso stanno dicendo che hanno tolto ben 35 camion di grandine! Impressionante

    RispondiElimina
  13. Continua la sciarada criminale delle assegnazioni dei premi Nobel. Stavolta premiata l'agenzia OPAC con il Nobel per la pace per l'attività svolta nello scovare gli arsenali chimici della Siria ( la quale non ha mai usato in nessuna occasione armi chimiche ). E gli sterminati arsenali chimici di Israele chi li va a toccare? Nessuno mai. Sarebbe quindi doveroso sparare a zero anzi atomizzare la commissione che assegna di anno in anno i vari premi Nobel.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi ponevo la stessa domanda: chi li tocca mai quelli?

      Elimina
    2. Si avevo sentito la notizia stamattina... ma sul momento ho preferito non commentarla per evitare lo sproloquio... poi mi sono detto... che tanto ormai è un premio che ha la stessa valenza che i concorsi per i raccomandati... quindi... d'altronde oh, mica potevano ridarlo a Obama, quindi hanno dovuto darlo a qualcuno a lui vicino... probabilmente l'anno prossimo lo daranno all'aviazione militare, per l'ottimo contributo in difesa dell'umanità, relativo alle chemtrails... che come si sa "sono necessarie per il bene di noi tutti".

      Intanto stasera prima delle 20, improvviso temporale nel sud-ovest milanese... vento ed acqua più o meno dal nulla!

      Elimina
    3. Onorificenze per criminali senza onore.

      Elimina
  14. Risposte
    1. Bastardi!!! Non gli esplode mai tra le mani quel marchingegno by Nasa, come una pistola inceppata?

      Elimina
  15. Oggi ero a Milano, cazzo se era freddo!! In Toscana è molto più caldo, girava la gente con la sciarpa di lana al collo.
    Senza dubbio, sono fenomeni artificiali! Le scie degli scorsi giorni non erano per ripulire, ma per coprire (secondo me)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Venti freddi da Nord, che oggi ci hanno salvato dai soliti sorvoli. La zona è rimasta off-limits per aerei militari nonché per i voli civili dirottati solitamente sull'area. E si vede!

      Elimina
  16. Nella clessidra la sabbia sta per finire, non ci sarà nessuno a capovolgerla.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ancora due anni e non ci saranno più castagne in Liguria. Approfittate.

      Elimina
    2. Il Martello di Thor sta per essere liberato.

      Elimina
  17. Risposte
    1. Paese di servi senza dignità.
      Che l'Italia non sia una nazione lo si vede dal fatto che le istituzioni,nello specifico,interni,difesa,giustizia,lavoro e a seguire tutte le altre,non tutelano la cittadinanza,siamo carne da macello in balia di lobby e massonerie varie.



      Elimina
  18. Il libro di Narducci sembra interessante, anche se sbaglia in difetto quando dice "una razza aliena ci sta studiando e manipolando", sono diverse le razze che ci rompono i maroni, ognuna collusa con una superpotenza terrestre particolare, si sono divisi la torta, e la torta siamo noi.

    Settimana di maltempo diffuso con episodi estremi in tutta italia, arrivano anche i morti per improvvise inondazioni (due in maremma di cui un bambino, altri in puglia, ormai nessuno si scandalizza più delle "bombe d'acqua" come se ci fossero sempre state) e milioni di danni all'agricoltura. Al nord episodi di grandinate gigantesche (borgomanero) che hanno coperto le strada con mezzo metro di ghiaccio. Ma i politici si limitano a dire che il problema è il dissesteo idrogeologico. Se evitassero di fare esperimenti di guerra climatica con armi ionosferiche, magari il dissesto ne risenterebbe meno! Foto di tifoni e "cascate d'acqua dalle nuvole" sempre più frequenti in giro per la rete, ma tutti si bevono la storiella del cambiamento climatico.
    Ieri giornata apparentemente limpida, ma passaggio continuo di decine di aerei a bassissima quota senza scia o appena più alti con scia evanescente.

    ma fabio ghioni è il famoso haker super esperto di informatica? un bell'acquisto per la causa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Analisi esemplare, Esselle. Tra l'altro pare che al vertice delle genie allotrie si trovino gli...

      E' proprio lui. Non so come affronti la questione. Bisognerà leggere il libro.

      Ciao

      Elimina
  19. Oggi beccato uno di quei malefici filamenti,era tra l'antenna e il portellone posteriore dell'auto,sottilissimo.
    Appena toccato con un ramoscello si è disintegrato,non mi risulta che le ragnatele facciano così,vero cicap?.

    RispondiElimina
  20. "Pessimismo è vedere la realtà così com'è" (Nerval)

    RispondiElimina
  21. secondo voi sono filamenti questi?
    grazie
    http://imageshack.us/photo/my-images/716/gum8.jpg/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso proprio di sì,chissà quanti ne abbiamo respirati.
      Grazie governo (di burattini),grazie esercito italiano (forse),siete sempre nei miei pensieri,ooppss,volevo dire incubi....

      Elimina
    2. Lo sono, senza ombra di dubbio. E' tassativo non toccarli.

      Ciao

      Elimina
    3. Cosa cambia nel non toccarli,chissà quanti ce ne sono caduti addosso senza che ce ne rendissimo conto.

      Elimina
    4. Confermo. Alcune volte si appiciano al volto ...

      Elimina
    5. In effetti la contaminazione è globale.

      Elimina
  22. Impossibile schivarli! In giro è tutto pieno!
    https://www.facebook.com/photo.php?v=216373501871003

    RispondiElimina
  23. Anche sulla Elenin stessa storia,la cometa della fine del mondo.
    Ma va là,creare paura è il loro obiettivo,non cadiamo nella trappola,ormai quello che dicono,o vogliono far credere governi & c,per almeno la metà sono balle inventate alla bisogna.
    Passerà anche la Ison e non succederà nulla,è dei nostri simili,burattini senza cervello,che dobbiamo aver paura.

    RispondiElimina
  24. stanno aumentando tantissimo i filamenti sintetici facilmente scambiabili per "ragnatele" e difficilmente visibili, solo quando sono direttamente colpiti dalla luce del sole, da tanto che sono sottili. Basterebbe osservarli per capire che non possono essere ragnatele: sono lunghi anche 3 o 4 metri e collegano oggetti a caso, un ragno dovrebbe volare per fare dei salti del genere! (e infatti i cicappini credono nei ragni volanti). Ma la cosa stranissima è la loro conformazione. All'estremità in cui sono attaccati si dipartono in più filamenti irregolari, come un estuario, per poi congiungersi in un unico filamento, che magari corre per metri nell'aria e a metà vedi che riparte un altro filamento lungo metri. Se cadessero singoli filamenti lunghi come potrebbero avere questa conformazione. Evidentemente cadono intere matasse.
    Sono dappertutto, le massaie stendono i panni ad asciugare e questi si ricoprono di filamenti, che poi noi indossiamo. Idem per frutta, verdura, e tutti i prodotti coltivati all'aperto che poi mangiamo. Cani e gatti che stanno all'aperto e poi noi accareziamo. SEnza condare quelli che ci becchiamo direttamente in faccia. E' un vero crimine, e i governi (tutti i partiti, dal primo all'ultimo) lo sanno e lo coprono!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero che i filamenti sono vettori dei metalli, ma come non vedervi pure lo strumento per bioingegnerizzare la vita? Essi finiscono nel suolo, si inglobano alla frutta ed alla verdura, vengono assimilati dagli organismi causando il Morgellons etc. Hanno ragione coloro che vedono nelle scie chimiche un subdolo metodo per snaturare la natura, riconfigurandola secondo schemi forse basati sul silicio.

      Elimina
    2. Terraforming, il simbionte non estirpabile che piano piano prende possesso della vita così come la conosciamo.

      Elimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis