giovedì 17 ottobre 2013

I castagneti liguri sull’orlo dell’estinzione

L’allarme in Liguria fu lanciato cinque anni addietro. I castagni erano malati a causa dell’aggressione di un insetto simile alla vespa, il cinipide. L'imenottero danneggia le foglie dove si formano le galle, specie di bolle che sono il sintomo dell’attacco per opera di un parassita. La fioritura e, di conseguenza, la fruttificazione dei castagni sono compromesse: il raccolto di castagne è diminuito in questi ultimi anni del 70 per cento.

Invero, la produzione di farina di castagne e di miele di castagno è un settore marginale del già risicato primario ligure, ma il frutto coperto dal riccio, una volta fondamentale per l’alimentazione, appartiene alla cultura contadina, come testimoniato anche da alcune belle liriche di Giovanni Pascoli.

Sennonché i boschi sono oggi in uno stato pietoso. Insetti nocivi, metalli nel suolo, piogge alcaline ed acide, dissesto idrogeologico, prolungati periodi di siccità alternati a violente e brevi precipitazioni di acqua e gel di silicio… tutto concorre a danneggiare le essenze vegetali, le latifoglie e le conifere che un tempo coprivano i pendii dell’entroterra.

Da dove viene il cinipede che sta falcidiando i castagni italiani? E’ un insetto originario della Cina, riscontrato in Europa, per la prima volta, nella provincia di Cuneo nel 2002. Da allora, le popolazioni si sono moltiplicate a ritmi serrati. La riproduzione avviene per partenogenesi. Quello della primavera è il periodo in cui la femmina, appena uscita dal proprio stato larvale, depone le uova a centinaia. In Cina le popolazioni di cinipedi sono tenute sotto controllo da antagonisti naturali che non vivono in Europa. Si è tentato di arginare la diffusione del parassiti diffondendo dei predatori, ma i risultati sono stati inconsistenti.

Come è giunto l’imenottero in Italia? Sarà una coincidenza, ma proprio nel 2002 furono raccolti per poi essere esaminati dal biologo Giorgio Pattera dei filamenti di polimeri rilasciati dagli aerei chimici che, come è noto, sono impiegati come vettori. Siamo malfidenti se pensiamo che le larve furono sparse dai famigerati velivoli? Forse. Sarà un caso, ma alcuni anni fa apparve come dal nulla la Diabrotica Virgifera, un parassita del mais avvistato per la prima volta a Belgrado, presso un’aviorimessa delle forze statunitensi.

Comunque sia, le operazioni chimico-biologiche indeboliscono le piante che diventano vulnerabili all’attacco di parassiti e patogeni. Di questo passo, nell'arco di pochi anni, castagne, marroni, caldarroste saranno solo un pallido ricordo.

Sponsorizza questo ed altri articoli su Facebook. Contribuisci ora!


La guerra climatica in pillole

Le nubi che non ci sono più

Per una maggiore comprensione dei fenomeni legati alla guerra ambientale in corso, abbiamo realizzato l'Atlante dei cieli chimici.

Chi è Wasp? CLICCA QUI

CHEMTRAILS DATA

Range finder: come si sono svolti i fatti

85 commenti:

  1. Questi sono alcuni alberi che dobbiamo abbattere in questi giorni nel giardino dove vivo, sono alberi che hanno almeno sessant'anni.

    Abito nel parco nord di Milano, uno dei più estesi parchi della metropoli milanese e hinterland.

    http://i.imgbox.com/abzTYxZi.jpg
    http://i.imgbox.com/abvvI1bN.jpg
    http://i.imgbox.com/abpstZv2.jpg

    RispondiElimina
  2. Idem anche qui,raccolto calato del 90% e anche in provincia di Treviso stessa percentuale.
    Ho sentito che stanno diffondendo un insetto antagonista che si nutre delle larve della vespa cinese (così la chiamano i contadini).

    RispondiElimina
  3. http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2013/10/scie-cimiche-vicenza-italia-autunno.html

    RispondiElimina
  4. Oggi pomeriggio, ho rivisto il solito "aeroplano civetta" addetto alle radiomisure, che faceva su e giù. Prima o poi lo fotografo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse è lo stesso che ho visto io andare avanti e indietro...

      Elimina
  5. Brancolano nel buio, poverini.
    http://www.rietilife.it/?p=81392#comment-51312

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Seee, fanno finta, di brancolare, mi piacerebbe sapere non tanto i Vigili del Fuoco, onore a loro, ma, l'Arpa cosa ci dirà. ragni volanti?

      Elimina
    2. Insabbieranno. La responsabile ARPA sta già farneticando di tele di ragno.

      Elimina
  6. ci siamo..
    http://www.nocensura.com/2013/10/allarme-rosso-lagcom-sta-per-chiudere-i.html#_

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chiuderanno solo quello che gli conviene chiudere.

      Elimina
    2. Non ci sono dubbi, comunque abbiamo solo 40 giorni.

      Elimina
  7. è incredibile il livello di inciviltà di questo posto di merda chiamato terra..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. esatto,qualsiasi azione è riconducibile ad esso.
      scusate l'ignoranza ma chi per primo ha introdotto l'uso dei "soldi" cosi come li conosciamo,vendendolo per evoluzione?

      Elimina
    2. Il denaro e la ricchezza sono solo "effetti collaterali", il vero obiettivo è impadronirsi delle menti e dei pensieri dei propri "schiavi".

      Non è, quindi, il nostro impoverimento materiale che perseguono, ma il nostro annientamento culturale... che ci trasforma in "macchine ubbidienti"...

      Guardate ai fatti italiani di questi ultimi anni: dopo una crisi che sembra senza fine, ci arriva un governo "non richiesto e non eletto"...
      Avremmo dovuto tutti gridare al golpe, imbracciare i fucili e scendere in piazza per difendere la nostra democrazia... Invece... Monti all'inizio è stato salutato come il salvatore della Patria con quasi l'80% dei consensi... Capite la tecnica usata?

      Ora si è dimesso dal suo partito fantasma, ma, rimarrà sempre senatore con un congruo emolumento.

      Qui la storia del denaro:
      http://ningizhzidda.blogspot.it/2012/09/i-moderni-frescobaldi.html

      Elimina
    3. grazie walady,è chiaro che il fine ultimo non è il denaro in sè.. è solo il mezzo attraverso il quale possederci.
      ma è cosi difficile da capire?

      Elimina
    4. onestamente,quanto cè di umano in tutto questo?...

      Elimina
    5. Io sono dell'idea Malanghiana, ai livelli più alti di questa congiura contro l'umanità è stata promessa l'immortalità da razze esogene al pianeta il cui fine è ultimo è ciucciarci l'anima (fonte di energia definitiva per chi ha la tecnologia di imbrigliarla). Chi organizza l'areosol giornaliero di metallo sulla popolazione non guarda i soldi, vuole vivere in eterno. Parassiti. Chiamatemi visionario ma son convinto che c'è del vero... è tutto troppo disumano per nascere solo dal desiderio sfrenato di soldi. A che pro avere i soldi per comprarti un plasma da 70 pollici se stai dando fuoco al salotto ?

      Elimina
  8. non solo in liguria, i castagni sono a rischio in tutto il centro italia per via del cinipide.

    a conferma dell'aumento di ricaduta di polimeri, anche alcuni giornali della romagna parlano dei "capelli d'angelo" caduti copiosi questi giorni in quelle zone

    a proposito di sardi
    http://www.cagliaripad.it/news.php?page_id=5228

    guardate l'attività parossistica che c'è stamani a ovest della sardegna, tutta roba che poi casca in testa agli italiani
    http://s21.postimg.org/u5lv3702v/image.png
    http://s21.postimg.org/lyp9xvkmf/image.png

    RispondiElimina
  9. Scie chimiche anche oggi, maledetta cappa di scie chimiche giornaliera e area malsana!

    http://www.imagebam.com/image/529d5d282487172

    RispondiElimina
  10. La reazione tra un gruppo amminico e anidride carbonica permette la biosintesi del carbammato.

    I carbammati costituiscono un gruppo importante di insetticidi, ne sono un esempio il feniluretano, l'Aldicarb, il Carbofuran, il Fenoxycarb, il Sevin e il Ethienocarb. Questi insetticidi agiscono causando inibizione della colinesterasi per inattivazione reversibile dell'enzima acetilcolinesterasi. Alcuni di questi composti sono molto tossici anche per gli esseri umani.

    I poliuretani sono una classe di polimeri la cui struttura è formata da gruppi carbammato multipli. Questi materiali possiedono un'ampia varietà di proprietà e sono commercialmente disponibili come schiume, elastomeri e solidi.

    Alcuni carbammati, come neostigmina, rivastigmina e meprobamato, sono utilizzati in farmacoterapia come inibitori dell'enzima colinesterasi. L'uretano etilico (C2H5-O(CO)-NH2) è dotato di proprietà anestetiche generali ed anche mutagene. E' stato usato in passato nella terapia del mieloma multiplo, perché dotato di proprietà alchilanti del DNA. Oggi è stato del tutto abbandonato poiché troppo tossico e riconosciuto anche dotato di proprietà cancerogene, soprattutto per il polmone e lo stomaco.

    La formazione di un carbammato costituisce un utile gruppo protettivo utilizzato nella sintesi chimica delle proteine per proteggere gruppi amminici che non si vuole far reagire. È stabile nelle condizioni di reazione e può essere successivamente facilmente rimosso per idrolisi.

    SINTESI

    I carbammati sono convenientemente sintetizzati per reazione di alcoli o fenoli con un isocianato o in alternativa per reazione di un gruppo amminico con un estere dell'acido cloroformico. Nel caso si utilizzi un alcool o un fenolo, la reazione può così schematizzarsi:

    R-N=C=O + R'-OH → R-NH(CO)O-R'

    Utilizzando invece un cloroformiato, ottenuto per reazione del fosgene con un alcol o fenolo, lo schema di reazione è invece il seguente:

    R-O(CO)Cl + R'-NH2 → R-O(CO)NH-R'

    L'inibizione della colinesterasi è stata associata all'esposizione a pesticidi oranofosfati e carbamati, fin dalla loro creazione durante la Prima e Seconda guerra mondiale. Tipicamente, essi provocano gravi disturbi neurologici che conducono alla paralisi non solo negli insetti, ma anche negli esseri umani. L'esposizione avviene solitamente attraverso l'uso improprio di dispositivi per la diffusione di pesticidi oppure attraverso l'irrorazione aerea. Gli effetti dell'inibizione della colinesterasi per esposizione cronica o esposizione intensa e reiterata si traducono in un'inibizione delle attività dell'enzima acetil-colinesterasi (AchE). L'integrazione di nanoparticelle in vari materiali nanocompositi, come gli idrogel aerei ed altre simili sostanze usate nelle irrorazioni aeree, nella modificazione del tempo atmosferico e nella dispersione di nanosensori (M.E.M.S. n.d.r.), comporta nell'individuo l'inibizione della colinesterasi fino al 96.2% nonché la presenza in quantità rilevabile di materiali nanocompositi. Ciò a conferma delle scoperte pubblicate dalla Ocean University (Cina) nel numero di giugno 2009, sulla rivista Chemical Sensitivities (Sensibilità Chimiche), secondo cui le nano particelle sono 100 volte più tossiche di una singola molecola di pesticida, come il malathion, il propoxopur o il benomyl.

    RispondiElimina
  11. A proposito dei filamenti caduti a Rieti (http://www.rietilife.it/?p=81392), forse non è un caso che, come riporta lo stesso sito (http://www.rietilife.it/?p=81388) in un articolo pubblicato nella stessa data:

    "Si concluderà domani a Rieti il Corso Multinazionale SIBCRA (Sampling and Identification of Biological, Chemical and Radiological Agents) destinato alle squadre responsabili delle attività di campionamento e rilevamento (Specialist Sampling and Survay Team). Giunto alla sua decima edizione, è rivolto all’addestramento di personale specializzato all’identificazione e alla raccolta di campioni di sospetta contaminazione biologica, chimica e radiologica da analizzare in laboratorio."

    RispondiElimina
  12. guardate nell'arco di due ore come si evolve la situazione sul mediterraneo, eppure c'è una scia a sud-est della sardegna che rimane immobile mentre tutto intorno si muove, com'è possibile?

    http://youtu.be/eGFTQ2RpOnU

    i finti ambientalisti di greenpeace, che sono spesso nei tg col ruolo di coraggiosi eroi, rispondono così a chi gli scrive domandando come mai non si occupino della geoingegneria: "tranquilli, è solo vapore acqueo!"

    http://restoqui.forumcommunity.net/?t=51070289

    RispondiElimina
    Risposte
    1. UR a 10000 metri: 7%. Per una scia di condensazione vera serve il 60%.

      Elimina
  13. Non se ne può più di guardare i TG e di ascoltarne la relativa psuedo-informazione. Non se può più di tutti quei briganti che fanno finta di dispensarci ammaestramenti di pseudo-saggezza mentre il loro perfido e viscido scopo permane quello di schiavizzare e dominare le nostre menti, le nostre anime.

    Secondo loro questo è il migliore dei mondi possibili e si tratta soltanto di migliorarlo. Per conto mio e nostro l'unica via possibile consiste invece nello scardinarlo 'ab imis usque fundamentis' per l'eccessiva e ormai insanabile corruzione, cosa che si spera avverrà ma non solo grazie alle nostre povere forze.

    RispondiElimina
  14. Avete visto la giornata di oggi? Tepore primaverile e al contempo gas terrificanti ora neppure le colline si vedono da piazza castello! Non ho più parole, le ho esaurite tutte. Tanto vale ficcarsi in testa un sacchetto e sperare di respirare l'anidride carbonica espulsa, almeno sappiamo cos'è.

    RispondiElimina
  15. Buona serata a tutti del blog... di seguito i link alle foto che ho scattato mezzora fa sui "bei" cieli del sud-ovest milanese, la prima direzione sud-est di Milano, la seconda a ovest di Milano... a voi il commento.

    http://imageshack.us/photo/my-images/443/qpsk.jpg/

    http://imageshack.us/photo/my-images/19/yal2.jpg/

    Intanto dopo la foto in direzione ovest, è passato un aereo grande, molto basso, che ha curvato di ben 180 gradi... o era un cargo diretto a Malpensa, oppure un dispensatore di veleni... intanto oggi mi godo la dissenteria... dopo le "nebbie" respirate ieri.

    RispondiElimina
  16. http://fumiganlleida.wordpress.com/2013/10/13/trucada-ferma-i-valenta-duna-gran-lluitadora-madrilenya-davant-una-fumigacio-extrema-a-madrid-12-octubre-2013/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il solito penoso scaricabarile.
      Tosta la senora,purtroppo vive anche lei in un europa di merda.

      Elimina
  17. Catastrofica nebbia di ricaduta,il massiccio del Pasubio,2000 mt di altitudine,è un fantasma appena visibile a 6/8 km in linea d'aria!!
    Complimenti ai delinquenti per il cielo pieno di veleni che oggi hanno voluto offrirci,Priebke e le SS al confronto erano dei simpatici burloni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già... ma c'è chi preferisce tirargli calci al auto che ne porta il feretro... anzichè alzare gli occhi al cielo e rendersi conto che la minaccia viene da molto più in alto oggi... non da finte docce da cui esce il gas... ma da 2000-3000 metri più in alto!

      Elimina
  18. " VERBO UNICO: VIETATO PER LEGGE IL DISSENSO CRITICO IN ITALIA"

    " Veramente ci stanno pigliando per i fondelli in modo scientifico, organizzato e terrificante. Con quale leggerezza giocano con la vita delle persone questi ignobili personaggi, sorridendo, mentre avallano crimini contro l'umanità. "

    http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2013/10/verbo-unico-vietato-per-legge-il.html

    RispondiElimina
  19. Interessante quest' analisi chimica dei filamenti che ho trovato per caso in rete, anche se datata:
    http://www.flickr.com/photos/45128744@N00/sets/72157618403442850/

    RispondiElimina
  20. Quindi i filamenti secondo l'analisi qui sopra elencata, sono costituiti per lo più da Ftalati, che, visitando vikipedia, dichiara :
    Effetti sulla salute:
    Gli ftalati sono oggetto di controversia dal 2003; alcuni studi sembrano mostrare che siano in grado di produrre effetti analoghi a quelli degli ormoni estrogeni, causando una femminilizzazione dei neonati maschi e disturbi nello sviluppo dei genitali e nella maturazione dei testicoli.
    Studi sui roditori mostrano che un'elevata esposizione agli ftalati provoca danni al fegato, ai reni, ai polmoni ed allo sviluppo dei testicoli, tuttavia, un analogo studio condotto da ricercatori giapponesi su una specie di primati non ha evidenziato effetti a carico dei testicoli (Tomonari et al, The Toxicologist, 2003).

    RispondiElimina
  21. Dimenticavo il Fenolo! (vikipedia):
    Inizialmente noto come "acido fenico", fu sintetizzato nel 1860 ed inizialmente usato come deodorante e disinfettante per fogne. Nel 1865 il fenolo fu usato come antisettico su una frattura esposta dal medico scozzese Lister, professore di chirurgia a Glasgow. Il fenolo agisce sulla cellula batterica facendo precipitare la componente proteica della parete stessa causandone la distruzione, in pratica il fenolo danneggia fisicamente la parete cellulare, alterandone la permeabilità in modo letale. Nacque così la pratica dell'antisepsi in chirurgia, seguita di lì a poco dalla pratica dell'asepsi. Il fenolo venne sistematicamente ed abbondantemente usato nella disinfezione delle sale operatorie, degli attrezzi chirurgici, delle mani e dei camici dei sanitari, al punto che le corsie degli ospedali presero il caratteristico e pungente odore di fenolo. Il fenolo è stato usato anche come disinfettante; è una materia prima molto comune nella produzione di coloranti, di farmaci - uno dei più noti è l'aspirina - e di resine sintetiche. Una delle prime è stata la bachelite, ottenuta per polimerizzazione del fenolo con la formaldeide.
    Il fenolo viene impiegato come reagente nell'industria chimica principalmente per la produzione di bisfenolo A, resine fenoliche e caprolattame.[2]
    Le soluzioni acquose ad alta concentrazione di fenolo causano bruciature alla pelle; questa azione è sfruttata in cosmetica nella produzione di preparati esfolianti, capaci di rimuovere gli strati superficiali della pelle. Nell'utilizzare tali preparati è buona precauzione evitare il contatto con occhi e bocca.
    Il fenolo venne utilizzato anche come composto per eseguire condanne a morte. In particolare, il fenolo è stato utilizzato nello sterminio nazista durante la seconda guerra mondiale. Iniezioni di fenolo sono state somministrate a migliaia di persone nei campi di concentramento, specialmente a Auschwitz. L'esecuzione delle iniezioni veniva effettuata da medici e dai loro assistenti; inizialmente il fenolo era introdotto per endovena, solitamente nel braccio, ma successivamente le iniezioni vennero eseguite direttamente nel cuore della vittima in modo da provocare un morte più rapida e quasi istantanea, entro 15 secondi. Questo sistema venne introdotto nelle fasi iniziali, a partire dal 1941 in Auschwitz, dove dalle 30 alle 60 persone vennero uccise ogni giorno in questa modalità. Uno dei più famosi prigionieri di Auschwitz ad essere ucciso con una iniezione di fenolo è stato Massimiliano Maria Kolbe, un prete cattolico che volontariamente si sottopose a tre settimane di fame e disidratazione al posto di un altro prigioniero e che poi fu ucciso dai nazisti in modo da fare più posto nella cella di isolamento.
    INSOMMA, UN CAMPO DI CONCENTRAMENTO A CIELO APERTO! HANNO IMPARATO DA PRIEBKE A MIGLIORARSI.

    RispondiElimina
  22. oggi è stata una giornata davvero infernale, dopo le masse chimiche arrivate sulla penisola dal mare, al tramonto hanno cominciato a spargere in maniera inconcepibile anche con le persistenti ad alta quota, il cielo già imbiancato è diventato un'enorme massa bianchiccia con iridi chimici sparsi. Adesso, a mezzanotte, ancora ristagna e copre la luna piena. Per strada si sente gente parlare di raffreddori, mal di gola, bronchite ma le temperature sono quelle primaverili, con questo effetto serra chimico indotto. Lannes dice bene "occupiamo gli aeroporti" ma se ti arrestano se solo ti provi a fermare un'ora il traffico in una stazione dei treni, come si può pensare che ti lascino entrare in una pista? No, lo scontro frontale va sempre a vantaggio del più forte, e noi purtroppo non abbiamo la forza delle masse. Se è vero quel che dicono i sondaggi con pd e pdl intorno al 30% e l'astensione ferma al 30% non c'è niente da fare.

    guardate questo tipico esempio di ragnatela polimerica irregolare, con un segmento di filamento più marcato, più bianco e consistente che sporge dal resto del filamento. All'inizio pensavo fossero pulviscoli che ci si appiccicavano per caso ma sono tantissimi così, e sono integrati al filo. Ne ho trovato anche uno rosso, talmente sottile che non riesco a metterlo a fuoco con la macchina fotografica, ma si vede bene a occhio nudo. I ragni volanti cagano anche ragnatele rosse? Le analisi postate da antitanker praticamente dicono che queste schifezze sono fatte di silicio e titanio? quel "limite di rilevabilità" che significa di preciso?

    http://imageshack.us/photo/my-images/607/u1oq.jpg

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Faccio una profezia: l'astensione salirà al 40-45%. E allora andrà a votare poco più del 50% degli italioti. Ancora troppo, davvero troppo per avallare ceffi del tipo Napolitano, Letta, Alfano e Maroni - qualcosa a che vedere con i 'marroni'? mah, può darsi -.
      Qui in bassa Padania nebbie di ricaduta, cielo grigio e pressochè coperto. Non avverto aerei passare sopra le nubi. Ai militari bastano, per avvelenarci, gli aerosol dispersi nei giorni scorsi.

      Per la festa delle Forze Armate solito spot governativo per ingraziarsi i favori della gente in modo che essa gridi il suo 'urra' ai bravi soldatini e a tutte le divise in genere.
      Che emozione vedere sfilare quegli automi inamidati e stipendiati - male - per difendere e salvaguardare i benefici della casta maledetta dei politici nonchè per quella velenosa dei finanzieri e quella spocchiosa dei prelati vaticani.

      Elimina
  23. Il mondo:una camera a gas militare.
    Ennesimo,accorato appello di Lannes alla gente perchè reagisca e si ribelli all'abominio in atto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Damocle, la ripropongo perché non si vede:
      http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2013/10/il-mondo-una-camera-gas-militare.html

      Elimina
    2. Finchè postavo è cambiato il link.
      Ecco quello corretto:
      Il mondo:una camera a gas militare.

      Elimina
    3. L'ho inserito sul forum di CDC. Dovrebbero inserirlo in prima pagina, ma purtroppo "decide papa Bergoglio che cosa scrivere su ogni foglio"...

      Elimina
  24. Il solo sentire la parola "militare",mi fà vorticosamente girare i maroni,anche "autorità" è entrata nella lista delle parole urticanti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. http://www.castedduonline.it/whatsapp/whatsapp/9993/scie-chimiche-nel-cielo-di-cagliari-basta-con-le-operazioni-militari.html

      Elimina
    2. Viene da recere a sentire certe parole.

      Elimina
    3. 'Chapeau' alla gente sarda. Possibile che solo degli isolani debbano mostrare di possedere gli attributi mentre tutti quelli del continente non hanno la forza morale di ribellarsi a tale avvelenamento cronico delle popolazioni?

      E allora: forza Sardegna!!! Fate vedere a quei disgraziati che non tutti son dormienti!

      Elimina
    4. Nuovo articolo
      http://www.castedduonline.it/area-vasta/hinterland/10030/scie-chimiche-fotografate-pure-nel-cielo-di-sestu-il-mistero-continua.html

      Elimina
    5. Letto i commenti dei soliti coglionazzi?.

      Elimina
    6. Scie chimiche e poligoni militari intoccabili

      http://www.castedduonline.it/sardegna/campidano/9995/l-allarme-di-cotti-il-governo-vuole-blindare-i-poligoni-militari-sardi.html

      Elimina
    7. Questo succede perchè siamo sgovernati da servi,burattini al servizio della feccia mondialista fascista.

      Elimina
  25. Questi "elementi"trovo davvero urticanti,al punto di...contatto.
    http://www.centrometeoitaliano.it/filamenti-nei-cielo-di-viterbo-arrivano-le-analisi-svelato-il-mistero-3309/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rosario ti rallegro la serata, Frank Matano sarà presente ad una festa Holloween in riviera. Approfittero per fargli una scoreggia "chimica" nei suoi pressi. Cosi in amicizia.

      Elimina
  26. Il CICAP nel 1999 contraddice se stesso:

    http://www.cicap.org/piemonte/cicap.php?nome=7_capelli_dangelo&section=articoli&tipo=articolo

    I risultati riportati in tabella indicano che il campione di "capelli d'angelo" non può essere identificato con alcuno dei materiali riportati. Tale risultato permette comunque di escludere le ipotesi preliminari. Relativamente al campione esaminato, si può dunque concludere che:

    - Non si tratta di tela di ragno;
    - Non si tratta di cellulosa o di materiali simili alla cellulosa (il che esclude la possibilità che si tratti di lana di pioppo o di rayon).

    RispondiElimina
  27. Mancato scontro frontale. Tentato omicidio fallito per un soffio. Target: Antonio Marcianò del Comitato Tanker Enemy. I servizi hanno alzato il tiro.
    https://fbcdn-sphotos-f-a.akamaihd.net/hphotos-ak-prn2/1397259_10202400248595727_704945689_o.jpg

    Ieri pomeriggio, 19 ottobre, mio fratello Antonio concorda al telefono un incontro con alcuni colleghi di lavoro. Qualcuno ha, come sempre, ascoltato la conversazione ed organizza quello che sarebbe dovuto apparire come uno fra i numerosi incidenti stradali del sabato sera...

    Mezzanotte e mezzo del 20 ottobre 2013. Mentre rientro da Arma di Taggia, all'altezza della rotatoria che smista il traffico verso Sanremo e la Valle Armea, un'auto di grosse dimensioni (probabilmente un S.U.V.), di colore scuro spunta all'improvviso, invadendo, di là dallo spartitraffico, la corsia della rotatoria su cui sto viaggiando con la mia Renault Twingo e punta contro a forte velocità. Per evitare una collisione frontale con il veicolo, d'istinto sterzo verso destra, urtando violentemente contro il guardrail con la parte anteriore della fiancata destra. Quindi l'auto rimbalza e tocca anche sul lato posteriore destro. Il veicolo, che ha invaso la mia corsia, sfiora perciò la Twingo, quindi accelera e si dilegua in pochi istanti. Purtroppo non sono stato in grado di leggere la targa. Questa mattina mio fratello ed io ci siamo recati sul luogo del mancato scontro frontale, per recuperare eventuali frammenti rimasti sulla strada e rilevare possibili tracce di pneumatici. Per quello che sembra un tentato omicidio o quanto meno un tentativo di intimidazione, sporgerò denuncia-querela contro ignoti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Codardi Vigliacchi e senza palle.
      Questo è il loro modo d'agire.
      Quando capitola sta società di merda?
      Non vedo l'ora!

      Elimina
  28. !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Ho riscritto almeno dieci volte il commento,ma non trovo la forma giusta che superi l'autocensura.....

    RispondiElimina
  29. Grandioso Lannes!!
    Queste cose le può fare una persona nota,se lo faccio io manco con il portiere mi fanno parlare,a meno chè non lo facciamo in tanti,ma proprio tanti...

    RispondiElimina
  30. Hanno rimosso l'articolo da Sanremonews.

    RispondiElimina
  31. Porca miseria! Antonio sta bene?
    CHE FIGLI DI PUTTANA!

    RispondiElimina
  32. L'importante è quello, l'auto si può sempre riparare, la pelle no! Un abbraccio!

    RispondiElimina
  33. Sono terribili e sono degli assassini. Ma non è detto che ci riprovino. A Malanga avevano messo fuori uso i freni della macchina ma al momento è ancora vivo e spero rimanga tale per lungo tempo come del resto auguro a tuo fratello Antonio. Dai un'occhiata all'oroscopo di Antonio: se ci sono dei problemi e dei momenti rischiosi si vedono. Io purtroppo sono lontano altrimenti vi darei una mano.

    RispondiElimina
  34. Vermi senza palle! Che Dio li maledica per quello che fanno. Un abbraccio

    RispondiElimina
  35. A quanto pare questi suv infastidiscono molti
    Ciao cieli, che succede di bello? Succede che da un pò di tempo veniamo pedinati da un SUV tutto nero e fatalità ieri pomeriggio, lo stesso SUV ci ha sorpassato sulla strada che porta a casa nostra e dopo una curva la nostra macchina è sbandata su una anomala macchia di un liquido oleoso e ci siamo ribaltati. Fortunatamente non ci siamo fatti nulla, fortunatamente non avevamo con noi i nostri cani, ma la macchina ha subito un danno notevole che nessuno ci rimborserà e che non possiamo al momento far riparare. Inoltre, abbiamo spesso avuto visite di strani soggetti vestiti rigorosamente di nero, che appoggiandosi al nostro muro di casa, armeggiavano uno strano strumento. [Fonte] http://freeondarevolution.blogspot.it/2013/10/attentato-ad-antonio-marciano-e-al.html?utm_source=feedburner&utm_medium=feed&utm_campaign=Feed:+FREEONDA+(F+r+e+e+o+n+d+a)

    RispondiElimina
  36. "Media: non e’ piu’ tempo di commenti liberi su internet"

    "Da ieri, 20 ott – Non e’ piu’ tempo di ”libero commento in libero internet”. "

    Se il post offende, il sito ne risponde. E c’e’ da scommettere che, d’ora in poi, i controlli saranno meno lassi. Merito o, se avete un punto di vista libertario, colpa della Corte dei diritti dell’uomo di Strasburgo, che ha emesso una sentenza chiave, la scorsa settimana."

    "La Corte ha sancito che un portale d’informazione puo’ essere ”giustamente” ritenuto responsabile se non interviene per prevenire, moderare o cancellare commenti anonimi offensivi, diffamatori o minacciosi."

    L'articolo:
    http://www.imolaoggi.it/2013/10/20/media-non-e-piu-tempo-di-commenti-liberi-su-internet/

    di Gianni Lannes:

    Ho chiamato oggi alle ore 10:59 la presidenza del consiglio dei ministri (06/67791). Parlare con Letta è impossibile: inaudito intervistarlo sul tema della guerra ambientale segreta. Faccio prima ad interpellare Papa Francesco o a mettermi direttamente in contatto con Dio attraverso la preghiera. I politicanti non sono più abituati a domande vere, ma solo addomesticate.

    http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2013/10/scie-chimiche-letta-ha-ricevuto-le-7.html

    http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2013/10/scie-chimiche-enrico-letta-ha-30-giorni.html

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis