domenica 31 luglio 2011

Plancton intelligente in grado di 'vedere' sott'acqua (articolo di David Robson)

L’articolo che riportiamo dà conto di uno studio non recentissimo compiuto da alcuni ricercatori dell’Università di Genova: è una dimostrazione che gli "scienziati" lavorano alacremente per trasformare tutto il pianeta in una rete tecnologica, cioè in un inferno sulla Terra. L'università italiana sta creando (o ha già creato?) del plancton artificiale: il suo obiettivo è "sviluppare una rete di auto-organizzazione composta da un numero relativamente elevato di nodi, dotati di sensori per il monitoraggio, la sorveglianza, il controllo subacqueo e molti altre potenziali applicazioni". Gli scopi militari sono evidenti, sotto il pretesto del monitoraggio ambientale, come i notevoli introiti: nel documento elaborato dagli accademici sono, infatti, citati la N.A.T.O. e la D.A.R.P.A.

Ringraziamo la gentilissima Dottoressa Hildegarde Staninger per la segnalazione.

Alcuni ricercatori italiani stanno lavorando sul plancton "intelligente", munito di sensori ed in grado di comunicare usando luci lampeggianti. L’idea è la stessa della "polvere intelligente" (smart dust), già adoperata per monitorare le condizioni ambientali di un territorio. L’invenzione punta pure a trasformare l'esplorazione dei pianeti.

Il modello prevede l’impiego della polvere "intelligente" dotata di piccoli sensori a basso costo che comunicano in modalità wireless per rilevare le condizioni ambientali su vaste aree.

Davide Brizzolara afferma che un approccio simile offrirà una maggiore copertura rispetto ai sensori statici subacquei e che sarà più economico rispetto all'uso di veicoli autonomi sottomarini. Egli sta sviluppando lo smart plankton con i colleghi dello SmartLab presso l'Università di Genova. Il team spera che sciami di plancton intelligente, formato da migliaia di unità, aiuterà il monitoraggio ambientale, le ricerche archeologiche e l'individuazione delle mine.

Ogni sensore raccoglie dati come la temperatura o la salinità dell'acqua. Le informazioni saranno trasmesse dal plancton ad un sistema fisso su una boa galleggiante che raccoglierà i dati. La polvere intelligente sulla terra comunica tramite le onde radio, ma sott'acqua un segnale non può penetrare per più di un metro o giù di lì. Invece, ispirato al plancton foto-luminescente, lo smart plankton di Brizzolara impiega dei LED lampeggianti per inviare messaggi.

I ricercatori hanno scoperto che le lunghezze d'onda della luce visibile sono meno disperse dalle particelle subacquee, rispetto alle onde radio. “La miglior lunghezza d'onda da usare varia a seconda delle dimensioni delle particelle, quindi il nostro plancton sarà adattabile”, spiega Brizzolara.

Se il livello di comunicazione scende al di sotto di una certa frequenza si può passare ad un altro colore, per vedere se la comunicazione migliora. Questo dovrebbe consentire a nodi fino a 10 metri di distanza di comunicare, inviando dati pari ad un gigabit al secondo, con un'efficienza simile ad una connessione domestica a banda larga.

La misurazione del ritardo consentirà anche una stima della distanza tra i nodi e la boa fissa. L’équipe sta attualmente lavorando su un prototipo di circa 20 centimetri di diametro, ma si prevede di creare unità di 2 centimetri.

Il plancton ricaverà energia da piccole bandiere piezoelettriche che galleggeranno nelle acque circostanti in grado di generare una tensione con il movimento. […]

Fonte: newscientist


La squola della Gelmini - di Antonio Marcianò - Gemme scolastiche da collezionare

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

Chi è Wasp? CLICCA QUI

CHEMTRAILS DATA

Range finder: come si sono svolti i fatti

63 commenti:

  1. Dal primo mattino,aerei,aerei,aerei,aerei,
    aerei,aerei,aerei ,aerei,aerei,aerei aerei,aerei,aerei,aerei,aerei,aerei,aerei.
    Risultato un cielo di merda,un grazie al governo
    e un grazie ai militari che non sanno cosa vuol dire la parola tradimento.

    RispondiElimina
  2. Questo fermento ed esaltazione per la sola tecnica è come dici "è una dimostrazione che gli "scienziati" lavorano alacremente per trasformare tutto il pianeta in una rete tecnologica, cioè in un inferno sulla Terra"
    anche a livello discografico la musica rivolta ai giovanissimi contiene un unico messaggio: l'ibridazione tra uomo e macchina è bella!
    Stamattina massiccia irrorazione su Roma e dunque al momento tutti respiriamo microparticelle di questa polvere intelligente che ci rende tutti più dementi.
    Qui le foto
    http://roma-amor-orma.blogspot.com/2011/07/irrorazione-chimica-del-cielo-urbico.html
    Un saluto

    RispondiElimina
  3. Patent n. 4.412.654 (November 1 1983)


    VIDEO

    Abstract

    A laminar microjet atomizer and method of aerial spraying involve the use of a streamlined body having a slot in the trailing edge thereof to afford a quiescent zone within the wing and into which liquid for spraying is introduced. The liquid flows from a source through a small diameter orifice having a discharge end disposed in the quiet zone well upstream of the trailing edge. The liquid released into the quiet zone in the slot forms drops characteristic of laminar flow. Those drops then flow from the slot at the trailing edge of the streamlined body and discharge into the slipstream for free distribution.

    RispondiElimina
  4. Damocle, nei giorni scorsi, avevano un po' allentato la morsa, forse a causa dell'incendio alla Evergreen, ma poi...

    Sì, Giovanni, è una polvere "intelligente" che rischia di trasformare in deficienti i superstiti all'ingegnerizzazione.

    Ciao

    RispondiElimina
  5. I soldi per le guerre e le scie tossiche si trovano sempre.

    RispondiElimina
  6. Zret,allora speriamo scoppino altri incendi ancor più devastanti,il fuoco purifica.

    RispondiElimina
  7. ciao a tutti. sono al mare, circondato da tette nude. vi assicuro che e' piu' gradevile che stare al pc a farsi seghe mentali.
    uscite e spassatevela. datemi retta.
    ciao

    ps ah il cielo e' azzurro. as usual...

    RispondiElimina
  8. Leggo sul suo blog che il giornalista Daniele Martinelli è stato condannato a pagare 10.000 euro più le spese processuali per aver dato in rete del 'mafioso' all'ex-vicesindaco di Milano De Corato.

    Pazzesco. Certo che si mettono a fare le pulci a chi scrive su Internet per simili quisquilie - credo che le offese fatte in rete ormai non si contino più - presto saremo tutti fritti. (O forse De Corato ce l'aveva proprio su con Martinelli). Intimidazioni attraverso le quali il Potere vorrebbe allungare in maniera indefinita la sua agonia.

    Allora, in retrospettiva, chi non ha parlato male, pur senza offendere, di Napolitano o di Brunetta, tanto per fare due esempi macroscopici?

    Fatto sta che il Potere è sempre più marcio e decotto e non ho idea a quali artifici si aggrapperà pur di far vedere che è lì per fare gli interessi dei cittadini.

    Intanto il Maggiore Guido Guidi si è oggi prodotto su un TG nazionale delle ore 13 a raccontarci le cosiddette 'previsioni del tempo'. Elegante nella sua impeccabile divisa dell'Aeronautica pagatagli dai contribuenti, il Guidi ha usato un linguaggio molto 'soft' nonchè 'politically correct'. Al limite, al suo posto, avrebbero potuto metterci un computer.

    Non più 'velature' - il Maggiore ha capito l'antifona - e nemmeno altre frasi in codice che potessero vagamente fare cenno alle 'scie chimiche'.

    'Tout se tient', direbbero i Francesi. E nel frattempo aspettiamo con ansia quella cometa che potrebbe fare giustizia in maniera ovviamente 'naturale' di tanta gente che ci sta, come minimo, antipatica.

    RispondiElimina
  9. Zret ha detto...
    I soldi per le guerre e le scie tossiche si trovano sempre.

    ... andrebbe cooreeto così: Zret ha detto...
    I soldi per le guerre e le scie tossiche si CREANO sempre.

    RispondiElimina
  10. Martinelli,per nulla intimorito parla di "una sentenza da massoneria di bassa manovalanza".

    RispondiElimina
  11. Conosciamo la "giustizia" umana. Tra l'altro i gaglioffi intentano cause che vincono, ottenendo lautissimi risarcimenti come la rosy bindi. Il miniministro poi è suscittibile e facile alle denunce. Per loro ci vorrebbe la gogna e la ruota. La vergine di Norimberga, invece, non è adatta al miniministro, perché troppo capiente.

    RispondiElimina
  12. ESSSE, da quando in qua il mare si trova in Lombardia?

    RispondiElimina
  13. Paolo hai ragione sulla mala piega che prende spesso la "Giustizia" nei confronti dei bloggers. Ci tengo però a precisare che la legge viene spesso applicata in modo spropositato solo contro alcuni soggetti e non viene fatta rispettare ad altri che fanno ben peggio. Di qui la supponenza ed il menefreghismo di elmenti disdicevoli e folli come il Nigrelli.

    Ho ascoltato, per qualche minuto Guido Guidi, ma poi non cel'ho più fatta a sopportarlo ed ho cambiato canale. E' peggio dell'olio di ricino, quel soggetto.

    RispondiElimina
  14. ...l'istituto di Nanotecnologie dell' Università di Genova è di fianco a dove vado io all'università (scienze naturali: in pratica ci raccontano panzane sull' effetto serra in tutte le sallse http://effetto-serra.blogspot.com ).
    Chissà se con il mio tesserino universitario (che ha scritto Scienze matematiche Fisiche e Naturali, quindi uguale a quelli di quell'istituto direi) potrei farci un giretto a curiosare...magari chiedo info x "corsi di specializzazione" o qualche altra scusa..

    Ne inventano sempre una + del diavolo x controllarci, adesso pure il finto plancton (poi se i pesci se lo pappanno credo gli faccia male, ma chi se ne frega diranno loro)..e queste sono solo le notizie che passano in ambito civile: pensate a quelle militari che trattano tecnologia minimo 10-20 anni + avanti della civile..

    http://aliceoltrelospecchio.blogspot.com

    RispondiElimina
  15. @essse,
    sono andato al mare anch'io;
    vendevano delle stupende torte all'ananas;
    me ne sono presa una fettona;
    mentre me la mangiavo due aerei si sono avventati su una simpatica nuvola paffuta;
    prima che finissi la fetta di torta la nuvola era sparita;
    ho pensato "Che vita di merda fanno 'sti piloti, passano la loro vita a distruggere nuvole"
    Perchè non li convinci a venire a mare con te a guardare le tette, la loro vita (e la nostra) migliorerebbe sensibilmente ?
    Se poi oltre che a guardarle, le tette, le toccate, le baciate, le succhiate ... tutto migliora alla grande.

    RispondiElimina
  16. @EsssE: nonostante tu fossi in un "harem marittimo" hai rivolto il pensiero ancora una volta a noi! ma senti! sei proprio un vero amico, non ci abbandoni mai neppure con il pensiero!
    A questo punto, ci hai dato la conferma che siamo più eccitanti del topless!!!! ((;

    Cambio discorso: oggi altra giornata di pazzia chimica!! da un paio di mesi a questa parte E' VERAMENTE UNO SCHIFO PASSEGGIARE AL APERTO! DA' VERAMENTE AI NERVI VEDERE UN TRANSITO CONTINUO DI QUESTO GENERE, SENZA POTER MUOVERE UN DITO! Non si può andare avanti cosi!

    @TUTTI: Un caro saluto!! ((:

    RispondiElimina
  17. Ciao a tutti, volevo chiedere se per caso qualcuno conosce questa bevanda:
    http://www.activeo2.de/
    si tratta di un acqua addizionata di ossigeno, contiene circa 15 volte la quantità di ossigeno presente nelle normali acque minerali. In Italia non l'ho trovata da nessuna parte, l'ho provata all'estero e ha avuto un grande effetto energizzante e rivitalizzante. Credo che possa trattarsi di una buona invenzione.

    RispondiElimina
  18. Sì, grandi irrorazioni ieri.Giornata campale di voli chimici. E in macchina li indicavo via via a mia moglie la quale, pur dandonmi ragione, mi faceva notare che se quelle sostanze disperse avessero una tossicità immediata, staremmo tutti male.

    E così le ho replicato: 'Ma allora perchè lo fanno? Hanno tempo e soldi da sprecare?'. Nessuna risposta.

    La tossicità immediata sicuramente non esiste - nel qual caso si avrebbe certissimamente una sollevazione popolare - ma esiste senz'altro una tossicità da accumulo ed è su quella che puntano gli intossicatori.

    Avranno pur in mente questi una fine, un 'end point' verso il quale convergono tutte queste attività anche se, almeno al momento, l'obiettivo finale, probabilmente sfaccettato, non ci appare del tutto chiaro.

    RispondiElimina
  19. @Paolo scusa la curiosità, in che regione abiti? Sono tornato da poco dal Trentino ALto Adige, posso confermare il disastro chimico in atto su quel territorio in questi giorni SudTirol compreso.
    Questa è una foto che ho scattato:

    http://www.sharingsys.com/lite/i/f3a0737d6a7568d9e5b011dbbc18703a.JPG

    E' possibile che durante l'estate i bastardi si concentrino sulle zone con maggiore affluenza turistica ergo le montagne e le località balneari.

    RispondiElimina
  20. Sì, Paolo, è un avvelenamento progressivo, ma non meno letale. I ribaldi sono furbi: ci intossicano un po' alla volta così che non si possa instaurare un nesso diretto tra le irrorazioni e le patologie nonché i decessi. Il loro obiettivo è conseguito: una persona su tre si ammala di tumore, se non una su due. Se questa non è un'ecatombe.

    Ciao

    RispondiElimina
  21. Gigettosix, i bastardi infieriscono in ogni dove: anche i cieli dei deserti sono tutto un intrico di scie, eppure sono zone pressoché disabitate. Forse bisognerebbe trasferirsi su Marte, per non vedere più aerei chimici.

    Ciao

    RispondiElimina
  22. Gianbattista, credo che le uniche poppe viste da SS siano quelle immortalate sul display del suo cellulare.

    Ciao

    RispondiElimina
  23. Alice, i pesci mangiano il plancton artificiale? A loro non importa. Nelle università se non sono pazzi, non li vogliono.

    Ciao

    RispondiElimina
  24. La lista dei docenti universitari disinformatori si allunga a dismisura. Ecco l'ultimo in ordine di tempo:

    Daniele Montanino (Underek) PhD, Staff researcher @ Università del Salento.

    E' in questo modo che i denari pubblici vengono dilapidati.

    RispondiElimina
  25. Rispondo a Zret:

    i pesci che mangiano plancton (composto da minuscole alghe e minuscoli organismi, ad es larve di gamberetti ecc grossi poco + del pulviscolo) si limitano ad andare dove le correnti lo accumulano (e dove quindi si accumulerà pure quello artificiale) aprono la bocca e aspirano, quindi si papperanno sia il plancton che il plancton artificiale che essendo con tutta probabilità indigeribile se non tossico gli provocherà dei danni e tenderà ad accumularsi nella catena alimentare (anche sino a noi).

    Nelle università + che i pazzi vogliono gli indottrinati o comunque chi non da problemi: credo che i docenti che sanno di mentire quando parlano ad es di effetto serra lo facciano perchè sanno che sennò perdono il posto..e gli studenti sono indottrinati all'ennesima potenza e prendono x oro colato tutto ciò che leggono sulle solite dispensine prive di fonti bibliografiche...

    Quando provai a parlare ai miei compagni di corso del caso Climategate non ne sapevano nulla (era su tutti i TG cazzo!) e quando provai a spiegare qualcosa di critico sull'effetto serra provocai il panico in alcuni e risolini in altri (e condiscendenza finta nei + educati), non importano le prove che portavo come il mio blog http://effetto-serra.blogspot.com che di prove ne ha a bizzeffe! e questa è la tipica reazione che hanno le persone indottrinate quando gli dai contro alla loro dottrina (tale reazione è molto comune: l'hanno avuta anche molti blogger che studiano il NWO quando ho criticato Icke, e pure li mica importava l'imponente mole di prive dedotta dai suoi libri..noi umani se non ci tratteniamo tendiamo a non reagire lucidamente quando qualcuno intacca ciò che consideriamo la nostra immagine della realtà, e so x esperienza che è doloroso scoprire di essersi sbagliati su qualcosa e dover rivedere le proprie convinzioni, quindi i + semplicemente non lo fanno e ignorano le prove o sparano sul messaggero: mi è capitato all'università, mi è capitato sul mio blog, sulla mia ML, parlando con amici e parenti e mi ricapiterà ancora molte volte..)...

    http://aliceoltrelospecchio.blogspot.com

    RispondiElimina
  26. Alice, è evidente che quasi tutti gli uomini sono infantili: cercano una madre da cui suggere il latte.

    Le istituzioni anche quelle "culturali", pur con qualche eccezione, hanno una funzione compensatoria e consolatoria. Danno un senso di sicurezza e di protezione. Non puoi privare gli uomini-bimbi delle loro piccole certezze, delle loro consolidate abitudini, dei loro miserrimi schemi interpretativi, dei loro facili preconcetti: i cuccioli, infatti, ti si rivoltano contro e ti mordono con i loro denti aguzzi. Così va il mondo... male.

    Ciao

    RispondiElimina
  27. P.s. Trovami uno che non si accodi ad un guru, più o meno credibile e che abbia capito che la vera ricerca è solitaria.

    RispondiElimina
  28. Ricordate la mail della nasa che diceva ai suoi di prepararsi all'emergenza? si parlava anche del primo agosto come data-limite in cui tutti sarebbero venuti a conoscenza dei disastri. Non mi pare sia successo niente, per fortuna! A parte il crollo delle borse ma quella è routine... oltretutto sembra che gli usa abbiano evitato anche il default.

    Facendo un po' di browsing su Elenin (o la nana bruna che sia) si trovano video esplicativi e apparentemente oggettivi come questo in cui si correlano i terremoti di cile, giappone e nuova zelanda agli allineamenti sole-terra-elenin e si prevede perciò i più devastanti (perchè elenin sarebbe molto più vicina alla terra) per il 26 settembre e per il 22 novembre. Nel mezzo, tipo verso il 20 ottobre, ci sarebbe l'eclisse di 3 giorni con e i due soli nel cielo (che in effetti inquieterebbero parecchio). Alla fine si trovano sempre richiami a mettersi al sicuro, fare rifornimenti di acqua e cibo. Prende un crampo allo stomaco a sentirli.

    Poi però penso che imputare i grandi terremoti e tsunami a elenin scagiona harp, e soprattutto vedendo interventi come questo si controbilancia il senso di smarrimento provato prima. E' vero che questo david morrison è un ex nasa però dice cose di parecchio buon senso:
    1) se un corpo celeste fosse entrato nel sistema solare sarebbe stato visibile ai telescopi anche amatoriali da diversi anni
    2) se elenin fosse dove dovrebbe essere adesso (cioè più o meno nei paraggi di marte) dovrebbe già essere visibile a occhio nudo
    3) le tempeste solari sono cicliche ogni 10 anni e una forte è prevista per il 2030 o giù di lì, non nel 2012.
    Aggiungo io: se davvero esistesse una minaccia del genere (tra l'altro stranamente prevista nel film "Deep impact" con molte curiose coincidenze) che senso avrebbe per i potenti spendere tutto questo tempo, soldi e energie nell'operazione scie chimiche?
    In ultimo cito il pur opinabile messaggio canalizzato di matthew che dice chiaramente che su elenin c'è disinformazione e che non c'è pericolo alcuno.

    Conclusione: se qualche disastro accadrà prossimamente potrebbe essere di natura del tutto umana, anche se magari con qualche trucco da mago silvan ci faranno credere che è imputabile a chissàcchi.

    what do you think about it?

    RispondiElimina
  29. Essselle condivido. Dopo il terrorismo islamico si era detto che avrebbero messo insieme la paura meteoriti. Quindi ci siamo: seguono lo schema.

    RispondiElimina
  30. @ Alice

    Il problema è proprio quello: il plancton artificiale entrerebbe (oppure è già entrato?) nella catena alimentare.

    RispondiElimina
  31. @esselle Visto il decadimento morale a cui siamo giunti la distruzione della terra da parte di una cometa sarebbe forse auspicabile, non credo tuttavia che sarà così. Il disegno oramai si sta delineando: la transazione verso un nuovo ordinamento mondiale con la totale e conseguente rinuncia ad ogni forma di libertà di ogni individuo. Quest'anno sono già successe un sacco di cose orrende, ma credo che dovremo prepararci ad altri botti, per esempio l'11 novembre è una data in cui potrebbe succedere qualcosa di eclatante. Quanto alla componente suggestiva i maestri di Hollywood hanno in serbo sorprese come questa:
    http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/d/d3/Parhelio.jpg
    (si noti il cielo) o addirittura finte apparizioni religiose si veda il famigerato progetto bluebeam.

    RispondiElimina
  32. E' una situazione intricata ed è difficile orizzontarsi, ma la vedo come Gigettosix: ci incamminiamo verso il Nuovo ordine mondiale che sarà la "risoluzione" dell'attuale marasma.

    RispondiElimina
  33. Peccato che manchino i dati exif e quindi, al di là della simpatica performance, non acconguaglia niente.

    RispondiElimina
  34. "ci incamminiamo verso il Nuovo ordine mondiale che sarà la "risoluzione" dell'attuale marasma."

    L'obiettivo è quello di ridurre la popolazione a 500 milioni di persone, ridurre quindi più del 90% l'umanità.

    E' già una realtà che ci circonda

    RispondiElimina
  35. Non può fare a meno di noi, anche quando va in vacanza ma che carino un animaletto così tenero, ci fa pure le foto con i disegnini, che tenero ^_^.

    Birichino...

    RispondiElimina
  36. @gigettosix

    Abito nel Basso Mantovano, un autentico lager per via dell'inquinamento ambientale e per l'incidenza di tumori. Forse il posto peggiore d'Italia. Zona poco densamente popolata e prevalentemente da vecchi.Per cui da queste parti i potenti fanno quel che vogliono. La Legge è come se no valesse per i pesci grossi.

    Al disastro da cause industriali aggiungi ora lo scempio ovvio e ubiquitario delle scie chimiche. Amen

    RispondiElimina
  37. Oggi qui c'era una nebbia di ricaduta tale che la seconda collina dietro il quartiere era già completamente grigia. Immagino quello che abbiamo respirato.

    RispondiElimina
  38. Su Elenin vi sono in rete notizie discordi. Dicono che si tratti di un corpo celeste estremamente carico di energia elettrostatica - ( trilioni di Farad?), per cui qualche effetto spettacolare ce lo potremmo anche attendere da qui al bel mezzo del 2012.

    Molti veggenti cattolici hanno parlato con ostinazione - i primi si sono espressi al riguardo già nel lontano 1963 - del cosiddetto 'Avvertimento', evento che si identificherebbe nell'impatto o anche solo nell'avvicinamento fra Terra ed un corpo celeste elettricamente molto carico.

    Possiamo attenderci da questo malaugurato incontro fenomeni di scambi elettrici inimmaginabili per la nostra comune esperienza.

    Da parte mia sono convinto che qualcosa succederà a breve anche se ovviamente non me la sentirei di ricavare piacere da eventi catastrofici od altamente insoliti, eventi che ahimè apporterebbero ulteriore marcata sofferenza ad una Umanità di già assai provata.

    RispondiElimina
  39. @ Paolo:
    "... Umanità di già assai provata." Noi compresi. Hai scritto bene, quello che si avverte non dona tranquillità.

    RispondiElimina
  40. Giornata di irrorazioni oggi su Sanremo, da casa mia si nota una grossa croca formata da scie.

    Ciao:)

    RispondiElimina
  41. Il Profeta nuovo fake dei fratelloni.
    Saluti

    RispondiElimina
  42. Basi tutto sul vostro modus operandi e non credere che a Sanremo siano tutti volutamente ciechi come Pennellatore, l'amico di Nigrelli-Wasp.

    RispondiElimina
  43. Ciao Profeta, posso confermare che il cielo è opaco e bianchiccio, come al solito.

    RispondiElimina
  44. Profeta, ho notato la croce seminascosta dalla spaventosa nebbia chimica.

    Ciao

    esseesse, a Sanremo non sono tutti coprofagi come waterwasp.

    RispondiElimina
  45. Spesso, nelle prevosioni meteo, prevedono rovesci o nuvole sui rilievi alpini e appenninici (che puntualmente arrivano), sempre sui rilievi e sulle zone montuose. Da un po’ di tempo mi chiedo, come mai causano temporali principalmente su queste zone? Nulla e’ lasciato al caso, ci deve essere un motivo. Ma mi sfugge. Per inquinare magari le fonti/sorgenti d’acqua col bario e l’alluminio? Troppo “ovvio”?

    “L'obiettivo è quello di ridurre la popolazione a 500 milioni di persone, ridurre quindi più del 90% l'umanità. E' già una realtà che ci circonda.”

    Se non numericamente, ad oggi “intellettualmente” ci sono gia’ riusciti.

    RispondiElimina
  46. Ciao Andrea, preferiscono concentrare le perturbazioni nell'entroterra, laddove la popolazione è meno numerosa e laddove non è strettamente prioritario controllare, tramite i ponti GWEN, la cittadinanza. Sulle aree ad alta densità di popolazione è invece fondamentale mantenere distanti le nuvole imbrifere, poiché interferiscono con la trasmissione delle onde ELF e ULF. Da quanto osservo tutti i giorni, qui si verifica proprio questo: le nubi vengono al massimo lasciate al di là della città, sulle montagne. Su Sanremo, invece, operano con scie di sbarramento che mantengono l'umidità bassa ed una conduttività elevata.

    Osano ancora sparare la cazzata che si tratta solo di aerei di linea. In questo video sembra il trattamento riservato alla popolazione di Gaza oppure a quella dell'Afghanistan. Solo che siamo negli Stati Uniti.

    RispondiElimina
  47. Interessante articolo,utile per capire la differenza tra una mente normale e quelle paranoiche schizofreniche con delirio di onnipotenza,i pazzi insomma.
    http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=8714

    RispondiElimina
  48. Ciao Straker, potrebbe essere una possibilita’, pero’ in quel caso che gli fregherebbe di mantenere i cumuli in determinate zone? Potrebbero comunque mantenere nelle zone di montagna le stesse condizioni delle zone a maggior densita’ abitativa, se non ci fosse una qualche differenza.
    Una maggior quantita’ di cumuli puo’ significare una minor quantita’ di luce senza pero' portare pioggia, come nel caso di quelli che si possono osservare in questa satellitare di oggi dell’ Italia:

    http://lance-modis.eosdis.nasa.gov/imagery/subsets/?subset=Europe_3_02.2011214.terra.1km

    Le nuvole sono solo sugli Appennini e sulle Alpi, sono le classiche nuvole che io chiamo “a puntino”, non portano alcuna pioggia e risultano pressoche’ statiche.
    Questi stessi tipi di cumuli si possono osservare quotidianamente in alcune zone dell’ Asia, questa e’ una satellitare dell’ Indonesia nella giornata di ieri:

    http://lance-modis.eosdis.nasa.gov/imagery/subsets/?subset=WestIndonesia.2011213.terra.1km

    Credo che da quelle parti siano messi peggio di noi, copertura totale e millimetrica, un disastro totale, che va chiaramente ad aggiungersi all’ avvelenamento costante delle scie chimiche che permette loro questo tipo di controllo diabolico.

    RispondiElimina
  49. Ciao Andrea, ti rispondo con una semplice frase e cioé: l'acqua deve scaricarsi, per forza di cose, da qualche parte. E' una legge fisica che anche Mercalli conosce.

    RispondiElimina
  50. Della serie,i figli di puttana non dormono mai;
    http://www.ecplanet.com/node/2615

    RispondiElimina
  51. Andrea, le piogge sulle dorsali montuose (comunque inferiori a quelle di un tempo, almeno in Liguria) servono in primis ad avvelenare le sorgenti. Inoltre l'umidità atmosferica, prima o dopo, genera precipitazioni.

    Ciao

    RispondiElimina
  52. Articolo di approfondimento


    Smart Plankton: a nature inspired underwater wireless sensor network
    Davide Anguita, Davide Brizzolara, Alessandro Ghio, Giancarlo Parodi DIBE - Department of Biophysical and Electronic Engineering University of Genoa Via Opera Pia 11A, 16045 Genoa (Italy)
    {Davide.Anguita,Davide.Brizzolara,Alessandro.Ghio, Giancarlo.Parodi }@unige.it

    In the last years with the flourishing of the WSN (wire- less sensor network) paradigm, ignited by DARPA funded UC Berkeley ”Smart Dust” project, the monitoring and ex- ploration of the terrestrial enviroment has greatly improved. The acquatic world, which covers more than the 70% of the earth, instead, has been largely unaffected by the WSN revo- lution due to the difficulty of transferring most of the know- how developed for terrestrial and aerial systems and de- vices to their underwater counterparts. The aim of this ar- ticle is to propose a new generation of UWSN(Underwater Wireless Sensor Network), called Smart Plankton, by get- ting inspiration from marine biology and acquatic micro- organisms.

    alifexi.alife.org/papers/ALIFExi-abstracts-0005.pdf






    Strani cieli..... visto più volte da queste parti.

    http://conspiracyanalyst.blogspot.com/2011/08/scalar-weather-manipulation.html



    Atmospheric resonance technology, represented by Aquiess International
    (aquiess).

    http://www.nation.co.ke/News/Will+artificial+rain+end+the+cycle+of+hunger+++/-/1056/1210290/-/12ga557/-/
    http://www.aquiess.com/

    RispondiElimina
  53. Tutto illuminato
    Nubi e Plancton ed altro....

    http://aquaviews.net/explore-the-blue/bioluminescent-plankton-what-makes-it-glow/

    E shining clouds dove non sarebbero da aspettarsi...per esempio in Polonia
    http://www.ibtimes.com/articles/177739/20110711/noctilucent-clouds-noctilucent-clouds-2011-noctilucent-clouds-image-noctilucent-clouds-pictures-noct.htm

    http://news.discovery.com/videos/why-tell-me-why-night-shining-clouds.html

    RispondiElimina
  54. Grazie delle segnalazioni, Nienteecomesembra.

    Ciao

    RispondiElimina
  55. segnalo un interessante articolo:

    http://www.osservatoriomalattierare.it/index.php/attualita/951--bronchiolite-costrittiva-impennata-di-casi-tra-i-militari-americani-in-ritorno-da-iraq-e-afghanistan

    su 80 militari analizzati più della metà riportavano problemi respiratori, dovuti ad una rara malattia, la bronchiolite costrittiva.

    "La patologia è anche correlata all’esposizione inalatoria a nitrogeno diossido, biossido di zolfo, rifiuti inorganici, ceneri e butanedione.."

    se a questo aggiungiamo che a TUTTI i militari più anziani in Afghanistan spariscono per incanto i dolori articolari (me lo ha detto una fonte certa) grazie al clima molto secco, forse il bario delle scie chimiche potrebbe entrarci in qualche modo....

    RispondiElimina
  56. Ciao Anna, visto che anche in Afghanistan le scie di condensazione... he he... le scie chimiche, sono un must, non ho dubbi che, tra un inquinante e l'altro, l'aria non sarà tanto salubre. Certo... anche da noi non è che si scherza! La Liguria è al primo posto per linfomi non hodgkin da nanoparticolato che, per inciso, dovrebbero colpire solo i reduci dalle guerre in Afghanistan, Iraq, Cosovo, etc.

    RispondiElimina
  57. Anna, l'aria italiana non è migliore.

    Ciao

    RispondiElimina
  58. Militari vittime dei militari: la tragica ironia della storia.

    RispondiElimina
  59. Tutto e’ orchestrato per distruggere e avvelenare, se la gente sapesse i veleni che ha accumulato nel corpo forse si sveglierebbe, o se sapesse cosa contiene l’ acqua “potabile” o l’acqua piovana, o le famigerate e letali ragnatele chimiche di ricaduta che respiriamo quotidianamente.

    Zret, riguardo alle pioggie sulle zone montuose la penso come te, se irrorano e poi piove i veleni si diffondono con maggior rapidita’ sotto forma liquida.

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis