giovedì 12 ottobre 2006

L'apprendista stregone

Il dottor Paul A. Bernhardt è un fisico della Plasma Physics Division al Naval Research Laboratory. Lo scienziato recentemente è stato nominato membro dell’Institute for electrical and electronics engineers (I.E.E.E.), per i suoi contributi (sic) nella modificazione del plasma (1), attraverso onde radio ad alta potenza. Bernhardt, le cui credenziali sono di tutto rispetto – è precisato nel suo curriculum – si è interessato dell’alterazione della ionosfera anche con la diffusione di sostanze chimiche. In questo modo è riuscito, dal 1985 al 1999, usando gli apparati di Arecibo a Puerto Rico, ma anche quelli di Niznhy Novgorod, in Russia, a registrare le prime aurore artificiali a medie latitudini, collaborando con tecnici e ricercatori impegnati nel nefando progetto H.A.A.R.P.

Ufficialmente gli studi e gli esperimenti di questo apprendista stregone sono volti a migliorare le trasmissioni radio del sistema G.P.S. (2) e ad investigare le irregolarità della ionosfera. (3)

È significativo che Bernhardt non esiti a gloriarsi di aver consigliato l’uso di sostanze chimiche per le sue ricerche ed il riferimento ad aurore boreali create intervenendo sulla ionosfera. I suoi articoli sono un’altra prova che, da decenni, il complesso militare ed industriale mondiale compie pericolosi esperimenti per modificare le condizioni atmosferiche ed il clima. H.A.A.R.P. e le scie chimiche sono gli assi portanti di queste micidiali operazioni, suscettibili di minare in modo irreversibile i fragili equilibri del pianeta e dell’atmosfera che lo avvolge.

Qualcuno ardisce ancora affermare che le scie chimiche non esistono e che è impossibile cambiare le condizioni naturali?



(1) Il plasma è uno stato della materia costituito da un gas completamente ionizzato, ossia formato solo da elettroni liberi, di carica elettrica negativa, e dai nuclei degli atomi cui tali elettroni sono stati sottratti, con carica positiva. È sovente indicato come il quarto stato della materia, oltre a quello liquido, solido e gassoso. Più del 99 per cento della materia che compone il cosmo è formato da plasma, mentre in generale esso non si trova sulla Terra. Vedi Enciclopedia delle scienze, Milano, 2005, s.v. inerente e sotto le voci ionosfera, vento solare, laser, fusione nucleare.

(2) Il G.P.S. è la sigla di Global positioning system, l’apparato di localizzazione planetario basato su satelliti orbitanti attorno alla Terra a 18.000 -22.000 km di altezza, e di stazioni di controllo. Ricevitori G.P.S. vengono installati sui mezzi di trasporto, come strumento per la navigazione. Vedi Enciclopedia… op. cit. s.v. inerente.

(3) La ionosfera è la regione dell’atmosfera compresa tra 60 e 500 km di altitudine, in cui è molto intensa la ionizzazione causata dalle radiazioni provenienti dallo spazio sulle varie particelle e molecole di gas che sfuggono dagli strati bassi dell’atmosfera. Cfr Enciclopedia... op. cit. s.v. inerente.


Ringraziamento

Intendo esprimere la mia gratitudine ad Agreen di www.sciechimiche.org per aver segnalato la biografia da cui ho tratto spunto per questo breve articolo.

La biografia di Bernhard qui.

Nessun commento:

Posta un commento

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis