giovedì 8 dicembre 2016

Distrutta la pipeline che portava il carburante per velivoli civili

Stoccaggio e distribuzione di aviocarburanti neurotossici: l’esplosione a Sannazzaro (Pavia) ha danneggiato le infrastrutture collegate al rifornimento dei combustibili per l’aviazione militare e civile



Sannazzaro (Pavia) 1 dicembre 2016. Incendio alla raffineria dell’E.N.I. Il rogo pare sia stato causato dallo scoppio di una pompa che porta il carburante all'impianto Est 2. I vigili del fuoco hanno circoscritto l'area delle fiamme, ma gli idrocarburi hanno continuato a bruciare per ore. Le scuole sono state chiuse il giorno dopo in nove paesi del circondario.

Pare che l'impianto petrolifero dell’ENI, esploso a Sannazzaro fornisse, attraverso un oleodotto sotterraneo, il neurotossico carburante Jet-A1 additivato. E’ un combustibile destinato ai velivoli civili di alcuni scali ubicati nel Nord Italia.

La conduzione dell'impianto in Italia è affidata alla società privata IG Infrastrutture e Gestioni S.P.A. di Roma, controllata dalla holding francese Technip.

Ufficialmente il sistema, denominato "North Italian Pipeline System", rifornisce di carburante solo gli aeroporti militari, ma, dal 2002, molte di queste strutture aeroportuali sono a disposizione di compagnie low cost, come Ryanair ed Easyjet.

Notoriamente il Jet-A1 è il carburante usato per l'aviazione civile in genere, mentre il JP8 è appannaggio dei militari, ma la differenza ora è assai labile, giacché gli aeroporti civili sono riforniti attraverso una pipeline che copre tutto il territorio europeo e che fa capo alla N.A.T.O.

Sono le raffinerie come quelle dell'E.N.I. che provvedono a produrre, stoccare e redistribuire il carburante Jet-A1 additivato di carbonato di calcio e sedici (!) metalli più tutto il resto ai vettori commerciali. In base al regolamento interno, gli scali aeroportuali, infatti, devono garantire una riserva di tre giorni, mentre non si ricorre ad autocisterne che arrivano da fuori. Il combustibile è direttamente pompato da depositi e condotte ipogee. La condotta per Milano Linate, ad esempio, arriva da Genova. Stava per essere implementata una nuova tubatura dallo stabilimento di Sannazzaro, impianto che, però, ha subìto l’incidente…

Articoli correlati:

- L’oleodotto della N.A.T.O. a cui si approvvigionano le compagnie civili, 2015
- La scienziata elvetica Ulrike Lohmann conferma: rilevati bario ed alluminio nei carburanti avio!

QUI il Rapporto ufficiale analisi carburante avio Jet-A1


Vietata la riproduzione - Tutti i diritti riservati.

Sponsorizza questo ed altri articoli con un tuo personale contributo. Aiutaci a mantenere aggiornato questo blog.

La guerra climatica in pillole

Le nubi che non ci sono più

Per una maggiore comprensione dei fenomeni legati alla guerra ambientale in corso, abbiamo realizzato l'Atlante dei cieli chimici.

Chi è Wasp? CLICCA QUI

CHEMTRAILS DATA

Range finder: come si sono svolti i fatti

31 commenti:

  1. ENI costruttore di morte per conto terzi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. IG distributore, Aerei civili e militari inseminatori.

      Se veramente il presunto massone, vero o finto Putin, si confermasse contrario al sistema bancario Rotschild e alle chemtrails, sa cosa e dove bombardare.
      Anzi, non è detto che la pipeline di Pavia non sia saltata per un sabotaggio, interno o esterno o divino :-)

      Elimina
  2. Inviata email ad ARPAT. Vediamo che cosa mi rispondono...

    Gentile Dottoressa MARINGO, in merito alla Sua recente conversazione telefonica avuta con il Dottor P*** ed a seguito del suo invio del testo ARPAT che "dimostrerebbe" l'inesistenza di pericolo per l'ambiente cagionato dal sorvolo di migliaia di aerei a bassa quota sui centri abitati, mi permetto di inviarLe documento referato che si riferisce a studi condotti nella più lungimirante ed onesta Svizzera e dal quale si evince la notevolissima tossicità dei carburanti avio (nella fattispecie il jet-A1), bruciati dai velivoli commerciali che l'ARPA, inopportunamente, ritiene "non pericolosi per l'ambiente". Memore altresì di Vostre ammissioni (poi ritirate) nel 2007, La invito a riconsiderare la questione ed esorto l'ente preposto alla tutela dell'ambiente ad eseguire studi approfonditi sulla questione, evitando di pubblicare o inviare per posta elettronica tranquillizzanti ed anti-scientifici documenti che non provano assolutamente niente, visto e considerato che anche Voi avete ammesso di non aver eseguito studi sulle emissioni neurotossiche dei velivoli commerciali.

    Il documento è questo:
    http://www.nanoparticles.ch/archive/2016_Lohmann_PR.pdf
    http://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S1352231016302424

    Qui l'articolo (che presumo voi abbiate già visionato), che racconta nei dettagli come la Dottoressa Ulrike Lohman, insieme al suo staff, sia giunta ai risultati di cui sopra.

    In attesa di un Suo sollecito e doveroso riscontro, La ringrazio e La saluto cordialmente.

    Rosario Marcianò

    RispondiElimina
  3. Quando si dice ci buttano la merda http://terrarealtime.blogspot.it/2016/12/il-superbatterio-e-coli-e-stato.html?m=1

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A suo tempo l'articolo fu tradotto da Tanker enemy. Ne facemmo anche un video.

      Elimina
    2. http://www.tanker-enemy.tv/ecoli-bacteriatext.htm

      Elimina
    3. sempre grandi ricercatori. fate scuola in Italia.

      Elimina
  4. Già nel 1956 avevano capito tutto.
    http://altrarealta.blogspot.it/2016/11/lesperimento-di-asch-il-conformismo.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. “Se io volessi essere malvagio, se volessi mettere in ginocchio l’umanità, spruzzerei su tutto il suo cibo del glifosato, poi spruzzerei nell’aria dell’alluminio, e se questo ancora non basta, aggiungerei ancora un po’ di alluminio nei vaccini. In questo modo posso riuscire a rendervi tutti quanti stupidi, e nell’arco di due o tre generazioni vi porterei all’estinzione. Quello che mi occorrerebbe ancora per ottenere questo sono determinate frequenze elettromagnetiche, delle quali mi servo per bloccare i vostri enzimi responsabili della disintossicazione. E sono proprio esattamente queste frequenze quelle che provengono dai ripetitori della telefonia mobile. Se io fossi maligno, direi che dietro tutto questo dev’esserci un gruppo intelligente di scienziati molto, molto malvagi, e di politici. Ma siccome non sono cattivo, ritengo che si tratti solo di coincidenze casuali! ” D. Klinghardt


      http://altrarealta.blogspot.it/2016/02/se-volessi-mettere-in-ginocchio-lumanita.html

      Elimina
  5. oh capperi.
    terremoti indotti da onde elettromagnetiche indotte. l'illustre fisico brasiliano lo dimostra
    http://www.frandeaquino.org/ELF%20Earthquakes

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non riesco ad accedere al sito da cell.

      Elimina
    2. Io invece tutto il giorno non riuscito ad accedere via cavo ma solo via Smartphone

      Elimina
    3. Pensa... dal mio PC tutto regolare. Da quello di mio fratello... si viene buttati su toolator.com.

      Elimina
  6. La pipeline sarà pure distrutta ma stamattina è una giornata piena di scie anche persistenti, alle 8:30 c'era pure un bell'arcobaleno chimico con il rosso verso il sole ed il blu verso ovest.

    Cielo chimico con nuvole haarpizzate.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ovviamente: il carburante continua ad arrivare regolarmente da Genova.

      Elimina
  7. SONO AL TELEFONO CON IL SUPPORTO GOOGLE. VEDIAMO SE RIESCONO A CAPIRE DOVE RISIEDE IL PROBLEMA DI RE-INDIRIZZAMENTO.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho la vaga impressione che non abbiano nessuna intenzione di aiutarci.

      Elimina
  8. COMUNICATO RELATIVO A PROBLEMI DI ACCESSO A TANKERENEMY.COM

    HO PARLATO AL TELEFONO CON IL SUPPORTO GOOGLE G-SUITE, ma ho la vaga impressione che non abbiano alcuna intenzione di aiutarci. Infatti il tecnico (che, però, non conosceva nemmeno la differenza tra un trattino ed un underscore) ha affermato che il problema non è loro. Sbagliato! Tanto è vero che, eliminando il redirect da questo blog al dominio www.tankerenemy.com, il problema permane! Allora ho impostato il redirect dal nostro blog clone, non indicizzato sui motori di ricerca e, come prevedibile, non si viene reindirizzati su http://www.searchingmagnified.com/?dn=toolator.com, per cui è evidente che qualche smanettamento che MIRA AD IMPEDIRE LA VISUALIZZAZIONE di questo blog è STATO OPERATO e, chiaramente, non saranno di certo quelli di Google a confermarcelo. Quindi, eliminate altre cause (ho verificato con il gestore del dominio tankerenemy.com ed è tutto ok) è palese che trattasi di una qualche forma di boicottaggio. In definItiva una sorta di codice malware è stato iniettato sui server che fanno capo al dominio originale del blog (sciechimiche-zret.blogospot.com), tanto da reindirizzare subito il visitatore su searchingmagnified.com.

    Una verifica di tracciamento di sciechimiche-zret.blogospot.com tramite il comando "tracert" da prompt dei comandi rimanda ad una sfilza di richieste scadute, il che ci porta a concludere che un mancato accesso a questi ultimi nodi rimandi automaticamente al sito searchingmagnified.com che, solitamente compare, se il dominio non è stato trovato.

    Modificando i DNS di connessione sul nostro router e sostituendo quelli di Google (o del provider che fornisce la connessione) con quelli di Symantec (Norton ConnectSafe4), pare che il bug non si verifichi più. Vale la pena tentare, per cui seguite le istruzioni di seguito.

    Con Windows 10: Tasto destro sulla scheda di Rete --> Ethernet - Qui cliccare su Proprietà (dal menù che appare) e, nella nuova finestra, selezionare "Protocollo Internet (TCP/IPv4)", quindi cliccare su Proprietà. Attivare l'opzione "Utilizza i seguenti indirizzi server DNS" ed inserire:

    DNS Primario: 199.85.126.10
    DNS Seconario: 199.85.127.10

    RispondiElimina
  9. LURIDI !

    Oggi al bar era sintonizzato il televisore,con le previsioni meteo del birichino figlio di Giuliacci,e sulla schermata, poi detta a voce,con la vocina da maschietta ,sempre allegra e sicura diceva : " Molte nebbie e tanto smog " ! esco dal bar e guardo su e come
    d'incanto vedo le nebbie e lo smog !

    LURIDI !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oggi l'ho sentito anch'io il povero giuliacci che si rammaricava perchè avremo un po' di nebbia e lo SMOG!!!

      MAvaffanzum tu e chi ti ci ha messo in tv!!!

      Elimina
  10. AGGIORNAMENTO

    A seguito di una seconda chiamata al numero per il supporto tecnico, mi hanno riferito che G-Suite non fornisce supporto per Blogger e che il "caso" verrà trasferito ad altra non ben identificata entità. Restiamo in attesa. Intanto esorto chi ha riscontrato problemi di accesso a modificare i DNS della connessione ad Internet, come da guida più sopra.

    RispondiElimina
  11. Intanto alla diretta registrata mercoledì scorso per "Controcorrente" su Radio Kaos Italy hanno tolto la traccia audio per una supposta violazione del copyright.

    https://www.youtube.com/watch?v=GCko5SLmy0M

    RispondiElimina
  12. Identificato un altro "socio" di Federico De Massis. Si tratta di Massimo De Angelis (Rai - Radiotelevisione Italiana S.p.A., TVI Consulting SrL, Ministero dell'Ambiente)).

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione prima della loro eventuale pubblicazione.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...