martedì 14 giugno 2016

Analisi dei carburanti: un altro sabotaggio



Un paio di mesi addietro siamo venuti in possesso di alcuni campioni di carburante avio per uso civile (Jet-A1). Abbiamo perciò subito contattato un laboratorio certificato all'estero affinché i campioni fossero esaminati. Nel frattempo è stata avviata una raccolta di fondi per l'analisi. Come sempre, attivisti ed amici hanno contribuito in maniera tempestiva e generosa per la colletta.

L’attesa dei risultati è stata lunga e - va precisato – non scevra di qualche apprensione, perché la possibilità che agisca la longa manus dei servizi è sempre in agguato. Per questa ragione ci siamo comunque riservati delle opzioni di riserva, nel caso di insuccesso.

Una volta che ciascuno specimen è giunto a destinazione, abbiamo, di quando in quando, preso contatti sia con l’intermediario dell’operazione sia con lo specialista cui erano state affidate le analisi per sapere a che punto erano: subito abbiamo ricevuto qualche risposta sbrigativa, in seguito silenzio assoluto per opera di entrambi. Dopo aver ancora aspettato invano (oltre quaranta giorni), abbiamo deciso di contestare la transazione eseguita tramite Paypal per destinare la somma ad un altro progetto. Ecco allora che il chimico si è subito fatto vivo, garantendo che entro breve avrebbe adempiuto quanto concordato, a patto che ritirassimo la pratica di contestazione. Aut aut cui, giocoforza, abbiamo dovuto accettare.

Vengono allora le note dolenti, perché la notte stessa (il 28 maggio 2016) abbiamo ricevuto per email il rapporto [2] sui carburanti che, di primo acchito, ci è parso insoddisfacente. In primo luogo ci è sembrato singolare che nelle lapidarie righe introduttive il chimico si affrettasse a precisare (excusatio non petita, culpa manifesta) che il diverso colore dei due campioni (uno incolore, l’altro giallognolo) fosse normale nel caso di combustibili avio. Inoltre l’analisi dei composti chimici era evidentemente lacunosa, poiché non vi sono neanche menzionati gli ingredienti tipici tra cui quelli che entrano nella composizione dello Stadis 450, uno speciale additivo anti-statico per Jet-A1, carburante impiegato per aeromobili civili e per jet fuel JP-8 ad uso miltare. Lo Stadis 450 è l’unico additivo adoperato anche nei carburanti dell'aeronautica militare. Sebbene gli ingredienti segreti siano molto ben protetti dal produttore, uno studio dell’E.P.A. (Enviroment “protection” agency) rivela che questi componenti chimici sono i sali di bario e/o il calcio. Alcuni additivi chimici sono adoperati in questi carburanti, tra cui inibitori della corrosione, stabilizzatori della temperatura, detergenti e dissipatori dell’elettricità statica. I dissipatori sono di particolare importanza, a causa del loro contenuto in metalli e sono usati nell’aviazione civile e militare. Octel Starreon Stadis è un dissipatore che contiene dinonylnapthalene sulfonic acid (Il barium dinonylnaphthalene sulfonate è un composto antiruggine ed altri solventi organici; secondo l’MSDS (Material Safety Data Sheet), esso contiene due ingredienti segreti. La Dupont, l’originario produttore, afferma di aver trasferito la sua produzione nel settembre del 1994 alla Octel Starreon LLC, ora una filiale della Innospec Fuel Specialties. L’Innospec Fuel Specialties produce anche un altro dissipatore statico chiamato statsafe. Comunque, secondo la Exxon, lo Stadis 450 continua ad essere il dissipatore statico maggiormente impiegato dall’aviazione civile e militare.




Ora, per quale ragione il rapporto non si riferisce al composto in esame né ad altri immancabili ingredienti dei carburanti di nuova generazione (trimetilalluminio, metilciclopentadienil-tricarbonil-manganese, conosciuto anche con le sigle MMT o MCMT, a base di manganese)? Sorge il legittimo dubbio che l’analisi trasmessaci sia stata “normalizzata” ed epurata di modo che combaciasse con le informazioni del datasheet. [1]

Per conto nostro, in queste settimane, abbiamo sottoposto i due campioni ad una serie di reagenti, disponibili in commercio e realizzati allo scopo di rilevare la presenza di metalli e non metalli in diversi liquidi. Grazie alle reazioni chimiche, si è giunti all'identificazione di una serie di metalli e metalloidi, tra cui Mercurio (Hg), Cobalto (Co), Cadmio (Cd), Manganese (Mn), Nichel (Ni), Rame (Cu). Ci domandiamo come sia possibile che un approfondito test spettroscopico non abbia “diagnosticato” la presenza di questi elementi che, tra l'altro, risultano in tutte le analisi delle acque piovane di questi ultimi anni. Da dove arrivano, se non dagli aerei?

Di seguito il testo inviatoci insieme con il rapporto, rapporto che abbiamo deciso di non pubblicare integralmente, per il semplice fatto che se le cose sono andate come sospettiamo, è bene che i dati identificativi del laboratorio non siano divulgati. In questo modo eviteremo ulteriori azioni a nostro danno ad opera della disinformazione di regime.

"Lo screening GC/MS dei costituenti elementi chimici ed organici dei due campioni (2) di carburante per aerei di tipo "Jet Fuel A-1" che ha sottoposto alla nostra attenzione, sono stati completati. Come confermato dal contenuto della presente relazione, si tratta di campioni di distillazione del petrolio la cui composizione molecolare è estremamente complessa. Fatte salve le condizioni rigorosamente identiche di separazione cromatografica sulla colonna capillare, i due campioni indicano cromatogrammi quasi perfettamente sovrapponibili, dimostrando composizioni molecolari estremamente simili.
L'origine della differenza di colore di ciascuno specimen può essere legata alla presenza di qualsiasi componente specifico rilevabile (tale variazione è comune ed è ammessa dalle specifiche tecniche dei fabbricanti di questo tipo di carburante)".

Pare che l’esame sia un semplice “copia e incolla” della documentazione ufficiale. Abbiamo assistito alla consueta azione di disturbo, per usare un eufemismo, simile al sabotaggio dell’operazione prelievo in quota di mazzucchiana impronta? Fatto sta che, mentre altre analisi del laboratorio in questione, attestano la presenza di tutti quegli elementi caratteristici delle chemtrails e dei carburanti aeronautici, qui come per magia scompaiono.



E’ naturale che presto sono pullulate le volgari e scontate speculazioni, ad opera dei disinformatori di Stato, per giunta le accuse di aver frodato i contributori, ma la verità è la seguente: una preliminare pesatura di precisione dei due campioni indicava un peso differente, maggiore per quello giallognolo. Già questo suggerisce una differente composizione chimica che non emerge dal rapporto. Inoltre perché non sono stati cercati composti organici caratteristici dei bio-carburanti? Insomma, il dossier è lacunoso e poco credibile.

Siamo contrariati, anche se non sorpresi per quanto accaduto, poiché immediatamente alcuni soggetti hanno attivato le procedure classiche in questi casi e, nell'arco di pochi giorni costoro sono risaliti alle persone che avevamo contattato.

[1] Con il termine “datasheet” si designa la documentazione che compendia le caratteristiche di un componente (ad esempio, un componente elettronico o meccanico), un apparato (un alimentatore o una caldaia), un software o un composto chimico. Il formato dei datasheet può variare molto a seconda del tipo e della complessità del componente documentato. I datasheet sono in inglese ed in altre lingue (raramente in italiano). Di solito le informazioni sono fornite in formato "pdf" e sono reperibili sul sito del costruttore o su siti specializzati.

[2] Il documento con le analisi, per quanto incomplete e "canoniche", è disponibile in formato PDF per tutti coloro che hanno contribuito alla raccolta fondi. Chi volesse visionare il file, ci scriva solo via mail a (tanker.enemy [at] gmail.com e corrisponda copia della donazione eseguita via Paypal, Postepay o bonifico bancario. Queste precauzioni sono necessarie poiché tra i contributori ci sono disinformatori infiltratisi nel Comitato.


Vedi anche:

- Biological and health effects of exposure to kerosene-based jet fuels and performance additives"
- Interrogazione con richiesta di risposta scritta alla Commissione per l'uso di MMT nei carburanti avio

Vietata la riproduzione - Tutti i diritti riservati.

Sponsorizza questo ed altri articoli con un tuo personale contributo. Aiutaci a mantenere aggiornato questo blog.

La guerra climatica in pillole

Le nubi che non ci sono più

Per una maggiore comprensione dei fenomeni legati alla guerra ambientale in corso, abbiamo realizzato l'Atlante dei cieli chimici.

Chi è Wasp? CLICCA QUI

CHEMTRAILS DATA

Range finder: come si sono svolti i fatti

55 commenti:

  1. ...ma non finisce qua Straker, che le bertucce negazioniste mettano il loro corpo vuoto, senz' anima, in pace...questa merda salterà a galla ad ogni costo! Che gli artefici invece vadano ad avvelenare se stessi nelle lerce, come le loro coscienze, basi militari! Il paese ESIGE aria salubre, quindi....forza Straker! ;-)

    RispondiElimina
  2. l'unico commento che mi viene da fare... è che con tutte le cose che "studiano" dietro a questi carburanti... la fine del petrolio è lunga dal avverarsi... piuttosto se lo finiranno tutto, troveranno modo di estrarlo da fosse comuni di esseri umani -_-

    RispondiElimina
  3. Pare che questo maledetto petrolio non finisca mai, contrariamente a quanto diceva Pierino Angela, quando ero bambino...

    RispondiElimina
  4. prossima volta conviene raccogliere fondi in silenzio forse senza dirne il fine? boh. non saprei. fatto sta che l'episodio è inquietante. la rete è una finta libertà. mafiosi, ndranghetisti e narcos (e politici furbi) usano pizzini e vecchissimi cellulari (non smartphone). conviene tentare?

    i raccolti, intanto, stanno marcendo. e anche questa è fatta.
    intraviste sospette masse di cumuli verticali ed isolati provenienti dal mare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Impossibile. Tieni anche conto che tra gli iscritti al comitato cvi sono una manciata di disinformatori.

      Elimina
    2. Chiosiamo assieme: morto un papa (la "p" rigorosamente minuscola) se ne fa un altro! :-)...Andiamo avanti ragazzi!

      Elimina
    3. perchè non li butti fuori dai coglioni allora... fare pulizia ogni tanto non guasta

      Elimina
    4. Meglio che non sappiano che so chi sono.

      Elimina
  5. O.T.
    L'espressione facciale mi dice che Paul pensi :" Minchia,che cxxxo ho detto",cosi' di primo acchito

    https://www.youtube.com/watch?v=VAO6qNqPD_o

    troppo forti sti video con azzeccato sottofondo

    RispondiElimina
  6. [OT]

    AGGIORNAMENTO: I disinformatori hanno suggerito la targa EK424KS. Questa è sì associata ad una Mercedes S350 classe C, ma è una EURO4 e non una EURO6. Di conseguenza non sembra corrispondere al modello fotografato sul luogo ove è deceduto Gianluca Buonanno. Inoltre la vettura è passata per mano di tre proprietari, l'ultimo dei quali è una società fallita e messa in liquidazione il 9 marzo 2016. Non può quindi essere stata noleggiata, così come dichiarato dal presunto testimone albergatore. Non ci sono proprietari successivi... tranne la banca che ha messo all'asta l'autoveicolo in questione.

    La morte di Gianluca Buonanno: un altro omicidio di Stato?

    Leggi l'articolo: http://straker-61.blogspot.com/2016/06/la-morte-di-gianluca-buonanno-omicidio.html

    Guarda il video: https://www.youtube.com/watch?v=VoqTXiwRjLs

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho avuto la conferma, tramite un esponente della Lega, che alle 11 del 5 giugno 2016 la salma di Gianluca Buonanno era già in camera mortuaria, per cui non può essere deceduto di pomeriggio così come hanno mendacemente dichiarato inquirenti e media di regime.

      Elimina
    2. Ovviamente la Mercedes è stata portata sulla Pedemontana per inscenare l'incidente. E' anche ipotizzabile a questo punto, che Buonanno sia stato ucciso prima ed in altro luogo e poi portato lì, simulando poi il tamponamento con un'auto, guarda caso, di proprietà di una società fallita a marzo 2016. Ricordiamo il malore di Buonanno a Bruxelles pochi giorni prima. Ci avevano già provato? Inoltre... la storia della moglie che dorme e che non ricorda nulla, a questo punto, non sta in piedi assolutamente, visto che, secondo questa tesi, l'incidente d'auto non si è nemmeno verificato. Ricordo che Buonanno aveva, in camera mortuaria, il volto perfetto, senza lividi o tumefazioni di sorta. Situazione non compatibile con un referto autoptico che parla di schiacciamento toracico. Chiaro quindi che gli inquirenti sono a pieno titolo coinvolti (come in altre decine di casi nella storia italiana) nell'insabbiamento di questa storia, ben consapevoli che trattasi di omicidio, i cui responsabili sono a Bruxelles.

      Elimina
  7. Non ero al corrente dell'analisi. Spero di poter contribuire alla prossima
    PS
    Occhio a cadere nella solita tarantella eco-buonista del petrolio demonio..

    RispondiElimina
  8. http://www.milanotoday.it/cronaca/terremoto-milano-15-giugno-2016.html

    un terremoto al interno dei confini di Milano sinceramente mi mancava... !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per la precisione nel "Villaggio dei Giornalisti " vicino a Niguarda ...

      Elimina
    2. Non è mai cambiato nulla dai tempi delle infiltrazioni stay behind degli anni 70, anzi, la situazione è peggiorata notevolmente: "complimenti" allo stato "italiano"!

      Elimina
    3. ...dunque una storia, quella italiana, di cui possiamo andare fieri: quindi chioso ancora sui "complimenti"!

      Elimina
    4. Situazione peggiorata notevolmente. Ormai i media sono solo l'altoparlante del sistema bugiardo.

      Elimina
  9. se la lega sa dovrebbe esporsi. sono pagati per questo dallo stato italiano. che reguzzoni pubblichi dopo anni la storia di napolitano che cerca di convincere impropriamente ed illecitamente a far cadere berlusconi è solo aria fritta, come mi ha riferito un amico. bisogna denunciare subito fatti così gravi. non si fa così la POLITICA. la società deve sapere e subito. che poi non sia pronta o non del tutto interessata e reattiva a ricevere informazioni del genere, non ne sono così sicuro.
    stiamo diventando una massa di vergognosi leccaculi silenti. se costui ha le prove di ciò che dice avrebbe dovuto registrare, filmare e pubblicare e denunciare con tutti i mezzi possibili, volantini, riunioni, convocazioni di assemblee nelle fabbriche, nelle università, nei sindacati, nei comitati, nei movimenti, nelle piazze!!!!! non è giusto. e ripeto, bonanno mi stava sul cazzo. ma se una banda di forestieri, appoggiati da una cricca di corrotti carabinieri e poliziotti e loro vertici, lo ha eliminato, io mi incazzo come una bestia. magari sti' poliziotti sono gli stessi lecchini "a disposizione" di qualunque ordine superiore pur illegittimo, che mettono poi i quadri con falcone e borsellino nelle loro stanze. schifosi luridi pezzi di merda. siete solo vomito.

    RispondiElimina
  10. ...la storia italiana parla chiaro: il cittadino, la popolazione, sono il nemico da sfruttare, abbattere, depredare e prendere per i fondelli...quindi rinnovo i miei "complimenti". Very, very disgusting!

    RispondiElimina
  11. è da una vita che ci pigliano per il culo:

    https://pianetax.wordpress.com/2016/06/15/i-genitori-di-christy-mcauliffe-ridono-dopo-lesplosione-del-challenger/

    RispondiElimina
  12. Potrebbero essere stati i rom,i sinti o altri gruppi che si sono "incazzati" dopo che Buonanno disse in tv che loro sono la feccia della societa? ...possibile !(?)

    RispondiElimina
  13. Loro sono " poveri",ma i macchinoni li hanno !!

    RispondiElimina
  14. Non posso, per ragioni di codice penale e soprattutto per affetto e stima nei confronti di chi mi ospita, esprimere liberamente quelle che non reputo opinioni, ma dati di fatto.
    Mi limito ad una possibilmente breve nota, di cui mi assumo responsabilità:
    Il sistema 'democratico' impostoci - in Europa ed altrove- dalla cricca plutocratica, ricalca fedelmente quello che era stato instaurato dall'Albione dopo le guerre di Indipendenza e l'unità propiziata dal clan massonico dei Savoia. Tuttavia, per varie ragioni geo-politiche che non elenco, la situatione si è sviluppata in senso negativo negli ultimi decenni, in maniera esponenziale. Ma poco o nulla è cambiato. Colonia prima e iper-colonia dopo. Asservita per obbligo, decerebrata, svilita, dileggiata e sciolta nel nulla per interesse e malcostume italiota. Occupata per ragioni di 'garanzia'.
    Questo regime (governo, membri aule legislative,alti amministratori, imprenditori rilevanti, sindacati, potere giudiziario, qualunque movimento pubblico, partito o associazione di livello nazionale, nonchè organizzazione ecologista, diritto-umanista, scientifica, didattica ecc. ecc. ---------> ovvero TUTTO quello che il regime, per il via dei suoi schiavi e giannizzeri ci impone, è NON SOLO tarato alla base da un verme canceroso. Ma PROGRAMMATO ed infiltrato per gli interesse di lor signori, di cui i paciughini pseudo-politici in Italia non sono che dei fedeli leccaculo. TUTTI, NESSUNO escluso. Non porebbero essere li altrimenti...ed è anche quello che vediamo in questo articolo.

    Rigettate il sistema, delegittimatelo in tutti i modi possibili e BOICOTTATELO. Inventate nuove e potenti forme di boicottaggio totale. Ad maiora.

    RispondiElimina
  15. Cielo completamente sbiancato, con annientamento di tutta la nuvolosita naturale, in poche ore. Una ""condensa" VELENIFERA DI NANOMETALLI che perdura ore e ore, che si espande, e COPRE TUTTO IL CIELO!

    RispondiElimina
  16. Il secondo link del file audio non funziona ...

    RispondiElimina
  17. Sanremo: pressione atmosferica a 980 millibar da oltre tre giorni. Neanche una nuvola. Solo scie.

    RispondiElimina
  18. Ouverture 16.06.2016 - Intervista Rosario Marcianò - David Gramiccioli
    Link alla pagina con i diversi Podcast: http://www.vetrinaservizi.it/pagina2446_ouverture.html
    Link diretto al file audio: http://www.vetrinaservizi.it/download/oggetto_audio/161671146250O__OROSARIO%20MARCIANO_.mp3

    RispondiElimina
  19. ...è cominciata la sterile pisciatina a tratti...tutto inibito!

    RispondiElimina
  20. Risposte
    1. chiaro come il sole. come le gocce bianche sulle auto nere. come la schiuma.
      come il bicarbonato che sciogliamo in acqua contro l'acidità di stomaco.

      Elimina
  21. Bonanno e adesso jo cox il motivo sostanzialmente è lo stesso.. la differenza sta nel fatto che quest ultima era europeista dunque uccidendola hanno messo in cattiva luce i favorevoli al brexit..
    scomettiamo che l'UK non esce dalla ue?

    http://scenarieconomici.it/brexit-lassassinio-di-jo-cox-fa-sorgere-non-pochi-sospetti-cui-prodest/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Due parole sulla vittima ...

      http://www.lantidiplomatico.it/dettnews.php?idx=6119&pg=16173

      Elimina
  22. Brexit: la tragedia di Jo Cox potrebbe spostare i voti degli inglesi verso la Ue.

    Quando c’è incertezza, ancor più quando l’opinione pubblica è spaventata o disgustata per un evento, questo effetto aumenta ulteriormente. Ci sarà un forte movimento di empatia verso Jo Cox e i suoi familiari, molti indecisi che magari propendono per l’uscita dall’Unione Europea ma ai quali non piace l’estrema destra potrebbero ripensarci».

    La morte di Jo Cox e la Brexit
    Una tragedia che sposta gli equilibri

    Jo Cox è comunque morta nello svolgimento della sua funzione pubblica e nel pieno degli ultimi sforzi per convincere gli indecisi. È chiaro che una ricaduta sul voto l’avrà.

    fonte: www.corriere.it
    manco più pudore hanno. sotto la luce del sole.

    RispondiElimina
  23. http://www.youreporter.it/video_Omicidio_Gianluca_Buonanno_il_video#disqus_thread


    ma questi di youreporter si sono appropriati del video di Tommix ? Angelo jervolino e chi è ?

    RispondiElimina
  24. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un video superlativo basato in buona misura sull'indagine eseguita da Straker. Le fonti sono state citate? Mi pare di no.

      Ciao

      Elimina
    2. fantastico. avrebbe dovuto citare le fonti.
      avete visto quelle due in basso a destra alla fine del video alzarsi in piedi per il minuto di raccoglimento, VOLTANDO LE SPALLE AL PRESIDENTE DELL'EUROPARLAMENTO?
      un segnale forte.
      un po' come l'agente che si rifiuta di stringere la mano di Hollande!!!!!
      http://video.corriere.it/francia-agente-polizia-rifiuta-stringere-mano-presidente-hollande/ed8f980a-34a0-11e6-a404-40e2630a61a7

      Elimina
    3. Che occhio!Grande Pantos, non avevo fatto caso; un gesto per esprimere vergogna al presidente, non eletto dal popolo, dell europarlamento!

      Elimina
    4. Si Zret,ho semplificato nello scrivere Tommix per riferimento...infatti non cita la fonte

      Elimina
  25. Una conferma che le analisi di carburante Jet-A1, commissionate da Tanker enemy ad un importante laboratorio francese, erano state falsificate. Abbiamo ora le dichiarazioni di una scienziata di spicco: Ulrike Lohmann, la quale dichiara di aver trovato metalli nei gas combusti degli aviogetti ma anche nel carburante avio. Tra questi metalli, ovviamente, alluminio e bario. Che cosa vi abbiamo sempre detto?

    https://youtu.be/ic4dml5oUVk

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis