sabato 16 febbraio 2008

Scie chimiche in alta quota

E' noto che le scie chimiche vengono di solito rilasciate a bassa quota, dove, alle nostre latitudini, con l'eccezione quindi delle regioni circumpolari, le pur rarissime contrails si formano solo almeno sopra gli 8.000 metri nella troposfera, con umidità relativa pari o superiore al 70% circa e temperature vicine ai 40-42 gradi sotto zero.

Tuttavia è indubbio che sono usati droni (vedi W. Thomas, Le scie chimiche compromettono la vita sulla terra) per diffondere elementi chimici anche in gran parte dell’involucro gassoso che avvolge il pianeta: l'attività, infatti, implica una saturazione dell'atmosfera per fini che non sono soltanto riferibili alla manipolazione climatica. Per questo motivo, anche quando si instaurano aree di alta pressione, si notano aerei chimici che volano più alti del solito o, quando, a causa della quota eccessivamente elevata, gli aerei della morte non si possono scorgere, si nota comunque che il cielo è opaco, velato da una nebbia chimica, una patina uniforme che offusca la luce solare, il tutto seppure in concomitanza con bassi parametri di umidità.



Spesso, durante la notte e fino all’alba, si ode il rombo dei velivoli, ben distinguibili grazie alle loro luci di navigazione, mentre spargono i loro veleni a quote ancora più basse, nell'ambito di un'operazione di mantenimento, volta a dissolvere le poche nuvole che si formano ed a riempire l'aria di metalli pesanti per aumentarne la conducibilità.

Un fenomeno sempre più frequente è il rapido dissolvimento dei corpi nuvolosi, pur in assenza di tankers: quando tale fenomeno non è ascrivibile a fattori naturali (correnti, moti convettivi, variazione di valori termici, barici, igrometrici...), si deve ipotizzare che, come congetturato nell'articolo Onde radio e valori igrometrici con importanti conferme in Scie chimiche: le possibili menzogne future, i manigoldi ricorrano ai campi elettromagnetici per ridurre l'umidità dell'aria e quindi ostacolare la formazione dei cumuli.

Le onde elettrodinamiche
, legate ad un incremento delle temperature ed all'origine di notevoli danni agli organismi viventi, danni tipici delle radiazioni non ionizzanti, si connettono ad una molteplicità di obiettivi che diverranno chiari nei prossimi mesi.

La presenza di irrorazioni notturne viene spesso evidenziata da un cielo biancastro già di prima mattina.
La presenza di irrorazioni notturne viene spesso evidenziata da un cielo biancastro già di prima mattina.

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

19 commenti:

  1. Inquietante cojncidenza, pensavo proprio a questa stamattina quando ho visto le previsioni:

    nuvole ma solo la mattina, poi di nuovo il sole

    Ma come fanno quelle nuvole, pensavo io, a comparire solo mezza giornata e poi sparire?

    Allora sono uscito di casa e ho guardato il cielo (come tutti dovrebbero fare ormai guardao SEMRE il cielo): nuvole ferme.

    Appena possibile ho gurdato ancora il cielo: nuvole ferme, nessun segno di vento ad alte quote con masse di nuvole in movimento.

    Però non ha piovuto, e non si sono viste nuvole in moto. Forse sono wiki-paranoico, però tempo che abbiano spolverato un po' di sali di bario sulle nuvole all'alba e che i servizi meteo-militari abbiano fornito le previsioni in base alla loro precisa conoscenza della campagna di irrorazione.

    Ah, ho avuto una sorta di "illuminazione" che temo sia notevole: forse VIVIAMO IN UN ENEROME FORNO A MICRO-ONDE?
    Questa semplice intuizione (segno evidente di "follia cospirazionista") potrebbe spiegare molte cose.

    PS: attenti alla psichiatria, i segnali di wikipedia sono inquietanti, e ieri al TG della RAI hanno rispolverato l'elettroshock come cura utile ("in certe particolari depressioni resistenti ai farmaci") sebbene presenti alcuni "effetti collaterali": disturbi cardio-circolatori e danni al sistema nervoso centrale (detto anche CERVELLO!)

    danni di poco conto eh?

    RispondiElimina
  2. Ciao Corrado. Infatti hai ragione ed hai colto nel segno! Lo dicevo il 24 novembre in conferenza a Napoli: "Siamo come polli in un enorme forno a microonde". H.A.A.R.P. emette onde comprese tra 6 e 16 hz e quindi l'atmosfera è come l'interno di un gigantesco forno a microonde, mentre la copertura chimca simula le pareti riflettenti del microonde da cucina. Non è un caso se in Russia è vietata la vendita dei forni che fanno uso di microonde!

    Tutte le creature viventi vengono lentamente cotte dall'interno. Hai notato il precoce invecchiamento di tutti i personaggi pubblici che passano ogni giorno in TV in questi ultimi tre anni? Ed anche di gente che vedi tutti i giorni?

    La conferma mi viene da un amico dermatologo, che osserva il progressivo invecchiamento delle cellule epidermiche dei suoi pazienti... letteralmente per lenta cottura dal derma profondo.

    Benvenuti nel 21° secolo!

    RispondiElimina
  3. come ho gia' detot altrove, preferirei non avere ragione e non avere colto nel segno, essere stupido e paranoico ...

    Avevo anche io notato l'invecchiamento precoce di alcune annunciatrici del TG, ma non l'avevo messo in relazione con questo fenomeno.
    D'altronde ci sono anche le lampade e tante altre porcherie che possono avere quegli effetti, però bisogna stare con gli occhi aperti; meglio ancora sarebbe provare a fare aprire gli occhi ai medici.

    RispondiElimina
  4. Certo, il sole e le lampade UVA...

    La mania dell'abbronzatura è un danno di questi tempi, ma il fenomeno si verifica anche nelle persone che non hanno l'abitudine di esporsi al sole o alle lampade abbronzanti per la classica "tintarella". Tutto sommato la continua esposizione ad onde elettromagnetiche di ogni tipo non è certo un toccasana. L'esperimento dell'uovo che in pochi minuti è pronto per essere servito in tavola, se posto per pochi minuti tra due cellulari accesi, è emblematico.

    RispondiElimina
  5. non sapevo niente dell'esperimento dell'uovo, hai link, video o ...?
    grazie

    cmq direi che sull'argomento "Terra come Forno a Microonde" si potrebbe scrivere un bel post ad hoc

    un abbraccio a tutti quanti

    RispondiElimina
  6. Al momento non ricordo se era un articolo web oppure un servizio televisivo. Ad ogni modo è sicuro. E' in notevole aumento il tumure dell'orecchio interno dovuto all'uso di cellulari. E' provato il collegamento diretto tra microonde e modifica cellulare. E' dimostrata la morte di cellule cerebrali dovute al riscaldamento da microonde in seguito a soli 30 minuti di conversazione senza vivavoce o cuffie. Idem per il bluetooth, altro killer a tempo ritardato. Idem per i sistemi WI-FI.

    RispondiElimina
  7. Una domanda per Straker, ammesso che tu abbia idee in proposito.
    Fin da bambino - e cioè fin dai tardi Anni Cinquanta - al tramonto notavo aerei militari che, proprio in direzione del sole che scendeva, 'sciavano' ad alta quota. E mi chiedevo già allora: 'ma per quale motivo i caccia a reazione verso sera vanno ad alta quota e liberano scie di condensa?, cosa vogliono dimostrare e perchè lo fanno sempre a quell'ora?'
    Con il senno di poi ora mi chiedo: ' ma quelle erano poi scie di condensa o già allora gli aerei si peritavano a rilasciare certe sostanze in alta atmosfera?

    Hai ragione, Straker: noto ultimamente che la gente invecchia rapidamente e precocemente. Non ci avevo pensato all'azione delle microonde. Per quel mi riguarda mi sembra però di resistere...almeno per il momento.

    RispondiElimina
  8. Dimenticavo:ieri e oggi registrato il più alto valore di pressione barometrica sul barometro di casa, tarato su quello della locale centrale termoelettrica: 1052 millibar (pressochè a fondo scala!) ma da qualche ora in leggera regressione.
    Mai vista una simile bar!!

    RispondiElimina
  9. Ciao Paolo. Scusami per il ritardo nel risponderti, ma oggi ero fuori sede e sono rientrato solo da poco.

    Per quella che è la mia esperienza, ricordo che gli aerei di linea che passavano verso le sei del pomeriggio, sul mare, in direzione Nizza, rilasciavano una corta ed evanescente scia solo nel periodo invernale e se non rilasciavano scia, non erano visibili. Nella mia zona, prima del 2005, non ho mai visto aerei militari (ora ne vedo in quantità enorme), per cui non posso fare un parallelismo diretto. Suppongo che se quelli che vedevi erano a quota molto alta, potevano benissimo creare una scia di condensa... ma non posso esserne certo, per cui, visti i precendeti, non me la sento di escludere che si trattasse di altro.

    Riguardo all'invecchiamento precoce, vedo che non sei il solo a confermare quella che pensavo solo essere una mia impressione soggettiva. :-|

    La questione della pressione barometrica schizzata a 1052 millibar è veramente inquietante e non so spiegarmela.

    RispondiElimina
  10. Ciao a tutti, vi seguo con molta attenzione perchè l'argomento mi sta a cuore particolarmente. La storia dell'invecchiamento precoce a me personalmente non mi riguarda, anzi almeno da fuori sembro avere 15 anni in meno :) poi se dentro sto marcendo non lo so. Per il discorso del cielo biancastro confermo! Dov'è finito il nostro bel cielo blu :( sob sob.... ma nessuno più se lo ricorda?!?!

    Infine una curiosità: molti di voi accennano al fatto che nei prossimi mesi succederanno delle cose... (anche tu nel bell'articolo dici che certe cose saranno chiare nei prossimi mesi) però nessuno ci dice più o meno apertamente cosa... sinceramente trovo questa questione molto angosciante ...

    RispondiElimina
  11. Ciao.

    A noi pare che le intenzioni dei nostri amati governanti occulti non siano delle migliori. Certo è che l'osservazione del fenomeno chemtrail-haarp visto nel suo insieme e la constatazione oggettiva che l'atmosfera sembra sempre di più "imbibita" di elementi elettroconduttivi (per ora non consideriamo tutto il resto che viene sparso), ci porta ad una sola conclusione: qualcosa di grosso bolle in pentola. Probabilmente si tratterà dell'applicazione di tecnologie legate al famigerato scudo spaziale, con fini non corrispondenti a quanto dichiarato.

    Un false flag sarà probabilmente inscenato grazie al medium elettroconduttivo.

    Il loro obiettivo è saturare l'atmosfera di metalli, come dettato a suo tempo da Teller.

    Insomma, a mio parere, se nessuno li ferma prima, i prossimi mesi o anni, saranno gli ultimi di questo secolo.

    RispondiElimina
  12. Ciao Gennaro, i prossimi mesi saranno decisivi. Le scie satureranno l'atmosfera e le persone diventeranno apparati ricetrasmittenti (già alcune lo sono). Gli aerei potrebbero anche essere usati per diffondere epidemie. Ormai non li ferma più nessuno. Temo.

    Ciao e grazie.

    RispondiElimina
  13. le persone diventeranno apparati ricetrasmittenti... cioè? come possiamo difenderci da tutto ciò? ognuno nel suo piccolo cosa può fare oltre che scavare un bunker e rinchiudersi per i prossimi 200 anni? ;)

    RispondiElimina
  14. Ciao Gennaro. Dipende da quello che abbiamo respirato e respireremo. Stando a quello che affermano molto ricercatori, tra i quali il senatore degli Stari Uniti nonché biologo Michael Castle, l'atmosfera è satura di smardust ed è solo questione di tempo, visto che queste sono ora ovunque: nell'aria, sul cibo, nell'acqua.

    Come già detto altre volte, il morbo di Morgellons è una manifestazione non desiderata che risulta essere il risultato di sperimentazioni sulle popolazioni inconsapevoli, destinate a divenire esse stesse sorgenti e riceventi di segnali wireless, per scopi che a noi non è dato sapere.

    RispondiElimina
  15. temo che ci sia poco da fare, la gente VUOLE chiudere gli occhi, perchè aprendoli vedrebbe qualcosa di TROPPO angosciante, vedrebbe la personificazione del diavolo "tutto intorno a sè"

    forse la razza umana è destinata a perire assieme alla spendida Terra?

    forse con lo spirito si puo fare qualcosa?

    RispondiElimina
  16. La prova dell'uovo l'ho letta su disinformazine.it se cerchi la trovi. In pratica hanno messo due cordles affiancati ed in mezzo un uovo e l'uovo in 30 minuti si è cucinato, è diventato sodo!! Ora sappiamo che i cordless sono molto peggio dei cellulari come radiazioni elettromagnetiche quindi evitate lunghe conversazioni con il cordless o evitate di comprarlo!!

    RispondiElimina
  17. Troppo telefonino può aumentare
    i tumori delle ghiandole salivari
    Studio israeliano: l'incremento si verifica dal lato del volto in cui si utilizza di più

    TEL AVIV - Un uso eccessivo del cellulare aumenta il rischio di tumori alle ghiandole salivari. Lo ha scoperto una ricerca israeliana pubblicata sull'American Journal of Epidemiology, secondo cui il rischio aumenta del 50 per cento. I ricercatori hanno esaminato 500 pazienti affetti da tumori benigni e maligni
    (Lapresse)
    delle ghiandole salivari, facendo loro compilare un questionario sulle abitudini nell'uso del telefonino. Le risposte sono state confrontate con quelle di 1300 individui sani di controllo. Quelli che hanno dichiarato di usare molto il telefonino hanno mostrato un rischio doppio di sviluppare il tumore di quelli che non lo usano affatto. A conferma dei risultati, i tumori si sviluppano proprio dal lato dove si usa di più l'apparecchio, e sono più frequenti in campagna dove la scarsità di ripetitori dà vita a radiazioni più intense. «Questo risultato non dice che il telefonino non va usato - spiega Siegal Sadetki, autrice dello studio - ma che vanno usate delle precauzioni, soprattutto da parte di chi lo usa molto e dei bambini». Si tratta dell'ennesimo studio che richiama l'attenzione sui rischi di un uso eccessivo del cellulare in chiave cancerogena, così come di potenziali altri fattori di rischio.

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis