venerdì 19 maggio 2017

Analisi dei campioni di pulviscolo prelevati in quota: confermata la presenza dei metalli killer!



Sono stati recentemente eseguiti i primi prelievi in quota per mezzo di un drone semi-professionale. I prelievi si sono avvalsi del "DJI Drone Phantom 4", fornito di videocamera in alta risoluzione (12 MP/4K) e sistema di controllo GPS. A bordo del velivolo radiocomandato è montato un kit (realizzato ad hoc) che aspira l'aria in quota e la deposita su filtro 3M. Il drone ha raccolto, in più sessioni, residui di pulviscolo in un’area non antropizzata, ma costantemente attraversata da corridoi di discesa impiegati da aviogetti civili in avvicinamento allo scalo aeroportuale di Nizza. E’ stato dunque seguito un protocollo rigoroso con il fine di prelevare campioni utili a rilevare i composti chimici presenti in atmosfera in relazione alle attività di biogeoingegneria criminale.



Come sito, è stata scelta un’area dell’entroterra ligure adatta all’uopo. I prelievi sono stati eseguiti in più sessioni, quindi il filtro di raccolta è stato smontato e le polveri accumulatesi su di esso sono state sottoposte alla procedura idonea ad analizzarle con reagenti della Osumex, come indicato dal produttore del kit. I risultati sono inequivocabili: il campione palesa, ancora una volta, la presenza di manganese, cadmio, cobalto, rame e mercurio. Il colore del reagente, infatti, punta dal verde oliva all'arancione, il che, in rapporto alla tabella di riferimento, conferma che in atmosfera sil rilevano forti concentrazioni dei metalli già trovati nel carburante Jet-A1 dalla scienziata svizzera Ulrike Lohmann, professoressa di Fisica dell’atmosfera presso l’ETH di Zurigo. Nei carburanti avio (e quindi nell'aria che respiriamo) sono presenti anche i due metalli killer già noti e cioè l'alluminio ed il bario [1], ma sfortunatamente i reagenti forniti dalla Osumex non permettono di rintracciare questi elementi neurotossici.


Analisi dei residui carboniosi estratti dal turbofan di un velivolo commerciale Boeing 777. Il campione, immesso nel reagente, mostra la presenza di cadmio, rame, cobalto. Si noti il colore della porzione superiore nella fiala usata per il test e lo si confronti con la scheda di riferimento.

Se possibile, saranno eseguiti altri campionamenti sempre sulla base di una procedura precisa e razionale. Cogliamo l’occasione per ringraziare tutti coloro che, con il loro fattivo contributo, hanno permesso di realizzare il progetto. Ci ripromettiamo di organizzare altre iniziative a corollario di questa, in linea con tutte le altre attuate in questi anni. Intanto prosegue la raccolta fondi al fine di affiancare, se possibile, le costose analisi sprettroscopiche a quelle relativamente più economiche tramite kit Osumex. Queste analisi saranno eseguite con il metodo dei reagenti, come in questo esempio. Qui il link per contribuire alla campagna tramite Paypal. In alternativa è possibile effettuare un bonifico bancario (IBAN: IT48I0617522700000001977280 - Causale: "Campagna prelievo in quota") o su carta Postepay (4023 6009 4336 4051 - Codice fiscale: MRCRSR61C19I469R). Di seguito il filmato relativo ad alcuni voli eseguiti con il DJI Phantom 4.


[1] Le dichiarazioni della Dottoressa Lohmann (Qui la video intervista):

"Sappiamo che gli scarichi degli aerei emettono fuliggine e particolato e quindi volevamo sapere qual è la composizione chimica dei rilasci. Queste misurazioni sono state fatte poche volte. Nell’anno 2013 abbiamo avuto l’opportunità di misurare le emissioni di turbine all’aeroporto di Zurigo, insieme all’Ufficio federale dell’aviazione,e abbiamo potuto praticamente esaminare la composizione chimica dei gas di scarico di alcune turbine. Abbiamo trovato soprattutto fuliggine, che è essenzialmente puro carbonio che fuoriesce, quindi particelle di fuliggine, come nei gas di scarico delle macchine. Ma troviamo anche metalli nei gas di scarico degli aeromobili: troviamo 16 diversi metalli e tra le altre cose abbiamo trovato alluminio e bario, come già detto, proveniente dal cherosene e dall’olio e l’alluminio potrebbe derivare dalle turbine. Abbiamo fatto misurazioni anche sul combustibile stesso, rilevando la presenza in ambito PM di quello che si trova di concentrazione di alluminio e bario nel combustibile".


Vietata la riproduzione - Tutti i diritti riservati.

Sponsorizza questo ed altri articoli con un tuo personale contributo. Aiutaci a mantenere aggiornato questo blog.

La guerra climatica in pillole

Le nubi che non ci sono più

Per una maggiore comprensione dei fenomeni legati alla guerra ambientale in corso, abbiamo realizzato l'Atlante dei cieli chimici.

Chi è Wasp? CLICCA QUI

CHEMTRAILS DATA

Range finder: come si sono svolti i fatti

52 commenti:

  1. Grazie Fratelli M. anche a nome di tutti quelli che ancora nn ne hanno capito l'importanza.

    RispondiElimina
  2. Ottimo lavoro anche se purtroppo tali emissioni sono niente in confronto a ciò che viene cosparso in cielo da aerocisterne per i progetti militari quali l'RFMP, il sistema che prevede l'utilizzo del radar tridimensionale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà è quello che diffondono tramite velivoli commerciali. Esattamente quello.

      Elimina
  3. Ottimo ed utilissimo risultato, frutto di un lavoro tenace quanto complesso ed arduo, complimenti e grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te, Ghigo. Ovviamente quest'ultima è solo una delle tante conferme agli studi di Herndon e Lohmann. Il problema non siamo noi, ma i magistrati che insabbiano gli esposti e stanno facendo di tutto per ostacolarci. Quindi noi insistiamo, sino a quando ce lo permetteranno. Non posso far altro che informare e rompere i coglioni. Scusa il francesismo...

      Elimina
    2. Intanto, ionizzatori/depuratori d aria devastati dall interno. Respiriamo l inaudito.

      Elimina
    3. Cioè hai le parti metalliche del tuo ionixxatore corrose? Di che metallo so fatte?

      Elimina
    4. Ciao Pantos. Penso che le lamelle degli ionizzatori siano di acciaio ed effettivamente risultano corrose. C'è da dire che anche le pale di titanio dei turbofan si consumano prematuramente, per via del particolato in sospensione. I rapporti indicano che la corrosione è causata dalla salsedine. LOL! :-D

      Elimina
    5. Già diversi anni fa un ex militare manutentore di jet fan mi riportava che la superficie delle palette si consumavano con estrema facilità e che quindi la loro sostituzione era più frequente del normale. Più recentemente anche il nostro informatore tecnico aeroportuale ci ha confermato che le palette dei turbofan sono soggette a manutenzione con frequenza maggiore di un tempo, proprio per via della prematura usura. Per quanto riguarda il nanoparticolato corrosivo già diversi anni fa si verificò un incidente fatale, che coinvolse, se non ricordo male, un MD-80.

      Elimina
    6. Trovato.

      Volo Alaska 261

      31 gennaio 2000 - Volo 261 Alaska Airlines si schianta nel mare di Los Angeles, morti tutti gli 88.

      Le sostanze Welsbach, che rifrangono la luce come l'ossido di alluminio ed il silicio, sono estremamente abrasive, seconde solo al diamante. Queste polveri della grandezza di un micron o meno, disperse nell'atmosfera, potrebbero attaccarsi alle superfici poste all'interno dei componenti di un aereo che attraversa le scie chimiche. I grassi usati sugli stabilizzatori orizzontali e verticali, sugli alettoni, sui flaps e sul carrello di atterraggio, possono essere seriamente danneggiati da queste polveri abrasive e potrebbero causare una graduale usura delle parti meccaniche e determinare delle avarie, interferendo con i comandi di volo e determinando cabrate o picchiate improvvise. Pensiamo che il volo 261 della Alaska Airlines sia un esempio di questa circostanza.

      Il volo Alaska 261 stava compiendo un regolare passaggio giornaliero attraverso le scie chimiche composte da quella particolare sabbia metallica, associata alle operazioni di aerosol della Welsbach, principalmente lungo il corridoio aereo della costa occidentale, sino a Los Angeles e quello a sud ed a est di Dallas.

      Altri velivoli commerciali, militari e civili, sono incorsi in queste avarie che sono normalmente attribuite a componenti meccaniche di scarsa qualità. E' questa la conclusione raggiunta dal National Transportation Safety Board nella sua indagine sull'infausto viaggio del volo Alaska 261.

      Elimina
    7. Acciaio, e sono tutte perforate !!! Ormai é follia...pensa I danni che producono nel corpo umano quelle particelle.

      Elimina
    8. ... senza dimenticare "l'acido solforico"; così è riportato nell'articolo del marzo 2013 - "I composti del bario sono veleni mortali ":

      "In presenza di pioggia e di umidità, il biossido di zolfo, SO2 si lega con l'acqua, formando l'acido solforico, sulla base della seguente reazione: SO2 + 2H2O ==> H2SO4."

      Elimina
  4. Se si corrodono parti in acciaio ed in titanio, figuriamoci che cosa possono fare le sostanze tossiche contenute nell'aria sul nostro apparato respiratorio. E' un gioco al massacro. E' come tirarsi in continuazione martellate sui testicoli (per chi ce li ha)

    RispondiElimina
  5. C'è solo da ringraziarvi, se le coscienza oggi sono un minimo risvegliate è anche grazie al vostro contributo, io ero uno degli scettici a proposito dell'efficacia dei prelievi in quota, non posso che essere felice di essere stato smentito.

    RispondiElimina
  6. Grazie Rosario per la tua tenacia e professionalità.

    RispondiElimina
  7. Grazie a tutti. Ma non ci fermeremo qui. Infatti, se e quando sarà possibile, i campioni di pulviscolo saranno analizzati con sistema spettroscopico. Inoltre effettueremo altri prelievi in altre aree, così da avere un termine di paragone tra i vari campioni che via via raccoglieremo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...corrodono e perforano l acciaio, figuriamoci che accade al nostro organismo.

      Elimina
  8. Scusate l'ot in questo post importante,

    ma mi scappa proprio, è la goccia finale così si palesa anche il m5s per una parte del sistema:
    __________________
    A pensarci bene, se la stella a 5 punte in un cerchio è il simbolo della repubblica, delle brigate rosse, della falange armata, ecc. ecc.
    cosa potranno mai significare CINQUE stelle a cinque punte in un cerchio?

    RispondiElimina
  9. Se capovolgi il simbolo, vedi una piramide rossa sormontata da una stella .Sulla punta della piramide vi si posiziona esattamente un pentalfa rovesciato, con punta in basso, su piramide. Complimenti, Aleister Crowley ne sa qualcosa di tale simbologia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione.
      magari uno pensa che se giri una stella è normale che la vedi a rovescio, quello che è curioso è che nel simbolo abbiano evidenziato proprio la V che come tu dici diventa il vertice della piramide.
      Sarà un caso...

      Il Britannia sarà un caso,
      Negli spettacoli ci parlava di signoraggio, contro l'euro e dei vaccini, sarà un caso ma il signoraggio lo ha liquidato subito, ha provato poi ad affratellarsi gli europeisti e adesso la copertura vaccinale.

      Elimina
  10. In giro a pubblicizzare il loro libro col FAI ,

    https://www.mulino.it/isbn/9788815270726

    Straker,tra le decine di articoli,puoi segnalarmi uno sintetico che hai fatto ? sulle fandonie del cambiamento e quali sono le cause del global fake warming ?

    ultimamente lo hai fatto,ma non lo trovo o mi sbaglio...provo a cercarlo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma guarda un po'mi sono messo a fare una improvvisa ricerca sul tipo ... a random sul primo video che scelgo a caso sento questa...mmmm

      al minuto 27.15

      https://www.youtube.com/watch?v=CZIIOXUG1bY

      Elimina
    2. Un altro riguardo al quale mi esprimo con una lunga serie di "bip".

      Elimina
  11. C'era una volta un Pubblico Ministero... al quale piacevano tanto certi maschietti famosi che vanno in TV... Questo PM illegittimamente rigettava un'istanza di interrogatorio di garanzia che, secondo codesto togato, non era stata formulata entro il termine di venti (20) giorni dettato dall'articolo 415 bis c.p.p. Peccato però che nessuna notifica era stata mai consegnata all'indirizzo dell'indagato, per cui faceva ovviamente testo la data della comunicazione eseguita via PEC dal legale d'ufficio! In quell'interrogatorio si sarebbero potute dimostrare, carte alla mano, le connivenze tra certa magistratura, gli stalkers di mestiere come Federico De Massis alias Task Force Butler ed i suoi sodali, alcuni avvocati, i Ministeri di Giustizia ed Interno, donna Prassede ed i quadrumviri del C.I.C.A.P. Palese la stridente arrampicata sugli specchi da parte di quella Procura definita nell'ambiente... "il porto delle nebbie": si nega un'interrogatorio di garanzia (sancito sempre dal 415 bis c.p.p.) che non si può negare per legge, pur di non sollevare polvere su certe questioni scabrose. Chi ha paura della verità? Chi ha paura di Marcianò?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. http://straker-61.blogspot.it/2017/05/il-porto-delle-nebbie.html

      Elimina
  12. Non si può commentare il delirio in nord italia oggi (italia con la i minuscola volutamente). Ma come si fa, nessuno si accorge di niente, non c'è uno che alza la testa... dimmi te se devo essere io, mentre vado in giro, a tirare giù il finestrino e puntare le dita in alto sperando che qualcuno veda qualcosa.

    A proposito, io ne ho le palle piene.
    Mi potete consigliare un buon ionizzatore da tenere in casa? Oggetto indispensabile che ancora mi manca. Non vorrei superare le 400€. Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono morti che camminano.

      Qui lo ionizzatore.

      Elimina
    2. E' uno sfacelo assoluto. I morti sono più vivi.

      Ciao

      Elimina
  13. Segnalate alla Commissione europea l'illegale vaccinazione coatta in Italia.

    https://europa.eu/european-union/contact/write-to-us_en

    Intestazione: Italia: vaccinazione coatta

    Il testo:

    Eccellentisima Commissione Europea, segnalo che in Italia è stato emanato un decreto legge che prevede la coercizione vaccinale, in contrasto con la normativa a tutela dei supremi diritti dell’uomo. La mancata adesione a questa imposizione abusiva prevede il diniego all’accesso scolastico e la sospensione della potestà genitoriale. Questo provvedimento comporta altresì notevoli rischi dal punto di vista sanitario: i bambini saranno sottoposti ad una dose massiccia di vaccini (malgrado la Costituzione Europea non richiami alcun obbligo in tal senso), senza alcuna possibilità di una diagnostica pre-vaccinale che tenga conto delle suscettibilità immunitarie del singolo ricevente, con conseguente rischio d’incremento delle reazioni avverse. Inoltre, sono previste sanzioni e veree e proprie azioni ricattatorie che limitano e intaccano qualunque norma del diritto nazionale ed internazionale riguardante la libertà del singolo individuo.

    Facciamo quindi particolare richiamo ai seguenti articoli nazionali ed internazionali:

    artt. 2 , 3 , 10 , 32 e 34 della Costituzione della Repubblica Italiana;

    artt. II-63 , II-81 e II-84 della Costituzione dell’Unione Europea;

    art. 26 della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo;

    artt, 3 , 10 , 14 , 20 e 21 della Carta dei Diritti Fondamentali dell’Unione Europea;

    artt. 4 , 5 e 13 del Patto Internazionale sui Diritti Economici del 19/12/1966;

    artt. 4 e 5 della Convenzione Internazionale contro la discriminazione nel campo dell’educazione adottata dalla 11° Conferenza Generale dell’UNESCO a Parigi del 14/12/1960;

    art. 9 Convenzione Europea per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali del 4/11/1950;

    art. 2 Primo protocollo aggiuntivo del 20/03/1982 della Convenzione Europea per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali del 4/11/1950;

    artt. 2, 4 e 5 della Convenzione di Oviedo del 1997;

    art. 4 Carta Europea dei Diritti del Malato di Bruxelles;

    Con osservanza, porgiamo i più cordiali saluti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Zuffa verbale a La Zanzara (Radio24) tra uno dei conduttori, David Parenzo, e il senatore Bartolomeo Pepe, ex M5s e attualmente esponente del Gruppo Autonomie e Libertà. Il parlamentare, noto paladino antivax, spiega la sua campagna social contro il decreto relativo alla obbligatorietà dei vaccini, annunciando anche che metterà a disposizione 50mila euro a chi dimostrerà che i vaccini non sono nocivi. Scoppia la bagarre e Pepe ribadisce: “Siamo arrivati al paradosso che i vaccini per gli animali sono sicuri, quelli per gli esseri umani no. Ci stanno imponendo dei vaccini criminogeni. Si può arrivare anche alla morte dei bambini in culla. Vogliamo parlare dell’Ema che prende i soldi dalle case farmaceutiche? Parenzo dice che non posso parlare? Dove crede di essere? In Israele?”. E rincara: “Qui stiamo in una Repubblica delle banane dove le multinazionali decidono tutto. Io sono per la libertà dei vaccini. Perché dovete rompere i coglioni a chi non si vuole vaccinare? Da quando il morbillo è diventato un problema? Fatemi vedere dov’è l’epidemia e mi convincete. Queste pandemie sono assolutamente inventate a favore delle case farmaceutiche“. Il parlamentare sostiene anche i vaccini sono imposti per “inibire l’evoluzione della coscienza” e, al climax della polemica con Parenzo, perde irrimediabilmente le staffe, cedendo al turpiloquio: “Mia madre è morta per un vaccino anti-influenzale ritirato, porca puttana! Basta, cazzo! Ci state fottendo su tutto. Siete giornalisti, andate a vedere questi bastardi che stanno ammazzando i bambini. Ma che cazzo di sistema è? Che cazzo di Paese di merda è questo? Vogliono ucciderci! Non avete idea di quello che faremo per fermare questa legge. Io voglio giustizia. Siamo come nel nazifascismo, lo volete capire, sì o no?”

      Elimina
  14. Manchester 22-5-17...

    22=11x2
    5+17=22(vedi sopra)
    morti accertati ad ora...22(vedi sopra)

    22x3=66

    immagini serie e chiare di cosa sia mai potuto succedere... 0... e gli occhi della mey che ricordano molto da vicino quelli della testa incoronata -_-.

    RispondiElimina
  15. ...intanto l invasione dell italia continua.

    RispondiElimina
  16. Stefano Montanari: "Ci sono... ci sono, c'è un tipo... c'è un signore che si chiama Marcianò di cognome, che dice delle boiate pazzesche sulle scie chimiche, senza nessuna base. Eppure trova credulità, non credito, credulità presso la gente".

    SAPEVATELO.

    RispondiElimina
  17. Eh. Ma lui lavora per la Nato gente. Sapevatelo

    RispondiElimina
  18. Grande Pepe:

    http://la-zanzara.radio24.ilsole24ore.com/&ved=0ahUKEwjv4uWNqYfUAhWM8RQKHSR_C98QFggcMAA&usg=AFQjCNHgFbQXA-agtA9c4gModiVhs4AUqA

    RispondiElimina
  19. Stefano Montanari: "Purtroppo io vengo tirato in ballo da una miriade di psicotici che pretendono che io affermi, senza disporre della minima prova che io possa controllare di persona, che nelle scie di certi aerei ci sono sostanze come il bario e l’alluminio (comunissime nelle polveri ambientali) gettate apposta per loschi fini. Ripeto: non ho prove per affermare o per contraddire e mi limito ad osservare agnosticamente. [...[ Ci sono... ci sono, c'è un tipo... c'è un signore che si chiama Marcianò di cognome, che dice delle boiate pazzesche sulle scie chimiche, senza nessuna base. Eppure trova credulità, non credito, credulità presso la gente. Dunque, non sono la persona giusta da tirare in ballo, e dico questo per pura onestà intellettuale e per non cadere nel grottesco di certi tuttologi che parlano a vanvera di qualsiasi argomento. Io mi occupo di scienza".

    Stefano Montanari insulta Marcianò. Volete sapere perché? Semplice... anni addietro Montanari fu "avvicinato" dal "debunker" diffamatore-geologo Massimo della Schiava (il fioba). Tanto per chiarirvi le cose... Massimo Della Schiava, in combutta con la magistratura corrotta, riuscì a divenire "parte offesa" in un processo farsa a carico mio e di mio fratello. Tanto per intendersi... quel processo sarebbe nullo, visto che, nel 2013, a seguito della perquisizione a casa ed a scuola, il sequestro hardware ed il rinvio a giudizio, chiedemmo interrogatorio di garanzia, che non ci fu concesso, in violazione dell'articolo 415 bis del c.p.p.

    I metodi impiegati dai disinformatori-negazionisti sono molto sottili, per così dire. Ricordo mail simile inviata al giornalista Maurizio Decollanz, sempre nel 2009, che lo indusse a chiudere con la questione scie chimiche nel suo programma "Rebus", al quale avevo partecipato due volte.

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione prima della loro eventuale pubblicazione.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...