giovedì 18 maggio 2017

Il biossido di carbonio, il gas della vita



Un recente documentario, intitolato “Carbon dioxide, the pollutant debunked”, dimostra che il biossido (o diossido) di carbonio – la dicitura “anidride carbonica” è obsoleta ed imprecisa – non è, a differenza di quanto affermano i buffoni della climatologia e gli ignoranti, un inquinante né tanto meno il responsabile di un inesistente riscaldamento globale. Questi i punti fermi sul CO2.

• Il biossido di carbonio è un gas la cui incidenza su un supposto aumento delle temperature globali è minimo; sono, invece, il metano e soprattutto i composti dello zolfo a poter determinare un incremento dei valori termici.

• La concentrazione in atmosfera di CO2 è attualmente molto bassa, rispetto ai livelli raggiunti in passato. In assoluto attualmente si registrano i livelli più bassi nella storia del pianeta Terra!



• Il biossido di carbonio è indispensabile alla vita sulla Terra: senza CO2 il fitoplancton e le piante morirebbero. Senza le piante, non esisterebbe la fotosintesi clorofilliana che rifornisce l’atmosfera di ossigeno.

• I rapporti degli “scienziati” che cianciano di “global warming” sono una truffa.

• Di per sé un accrescimento naturale delle temperature non è una calamità: si ricordi l’optimum climatico che, tra il secolo XII e XIV consentì ai Normanni di stabilire degli insediamenti in Groenlandia dove furono praticati l’agricoltura e l’allevamento. I Normanni, dopo aver colonizzato le coste meridionali della Groenlandia, si diressero in America di cui sono i veri scopritori, poiché gli Uomini del Nord furono i primi ad attribuire al nuovo continente un nome. Essi lo chiamarono Vinland che significa “terra della vite selvatica” o “terra delle praterie”.

• L’attività solare e la geoingegneria clandestina sono i fattori che maggiormente influiscono sui fenomeni climatici e meteorologici, non il CO2.

• L’enfasi sul biossido di carbonio, demonizzato a spron sbattuto, serve ad inasprire la pressione fiscale (si pensi alla famigerata “carbon tax”) ed a distogliere l’attenzione dalle vere cause dei disastri ambientali e climatici.

• Il CO2 contiene carbonio, l’unico elemento chimico insieme con il silicio, in grado di formare naturalmente delle catene. Il carbonio è l’elemento della vita per eccellenza ed i criminali lo sanno…

Articolo correlato: Il problema dell’anidride carbonica, 2017



Vietata la riproduzione - Tutti i diritti riservati.

Sponsorizza questo ed altri articoli con un tuo personale contributo. Aiutaci a mantenere aggiornato questo blog.

La guerra climatica in pillole

Le nubi che non ci sono più

Per una maggiore comprensione dei fenomeni legati alla guerra ambientale in corso, abbiamo realizzato l'Atlante dei cieli chimici.

Chi è Wasp? CLICCA QUI

CHEMTRAILS DATA

Range finder: come si sono svolti i fatti

9 commenti:

  1. Se provi a digitare su Google 'carbon dioxide prehistoric levels' vedi che ti saltano fuori un sacco di links i quali affermano che la concentrazione di CO2 nelle ere geologiche andate era alta o molto alta e la vegetazione era a quei tempi lussureggiante. E poi il grafico che riporti è più che eloquente al riguardo.
    La CO2 è il nutrimento del Regno Vegetale e senza di essa quello andrebbe incontro all'annientamento

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I criminali sanno bene che il CO2 è vita. Per questo è demonizzato.

      Elimina
  2. E se la CO2 venisse catturata e stoccata appositamente per facilitare le operazioni di geoingegneria clandestina?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mara. Benvenuta! Se consideriamo le operazioni di geoingegneria come operazioni volte al terraforming, allora tutto si spiega.

      Elimina
    2. Credo stiano creando un ambiente adatto ad una razza allotria.

      Ciao

      Elimina
    3. La co2,inoltre, non perfora le lamine di metallo dei depuratori/ionizzatori d aria...é qualcosa di inaudito quello che respiriamo. Ci distrugge dentro. Altro che l inoffensiva co2.

      Elimina
  3. Trattato di Parigi, Antonio Zichichi: "Trump non ha torto, inquinamento e clima non vanno confusi"


    [...] Spiega il fisico, è "difficile attribuire alle attività umane effetti tali da produrre variazioni climatiche. E infatti su Marte la Nasa registra variazioni climatiche senza che ci sia alcuna attività umana. Sbagliare sull'evoluzione del clima vuol dire buttare a mare miliardi di dollari/euro". E ancora, attenzione alla demonizzazione dell'anidride carbonica e all'effetto serra: "L'anidride carbonica è cibo per le piante", se non ci fosse, "non potrebbe esistere la vita vegetale. Siccome la vita animale viene dopo quella vegetale, senza anidride carbonica non potremmo essere qui a discuterne. È vero che essa produce l'effetto serra. Ma senza questo effetto la temperatura media su questo satellite del sole sarebbe 18 gradi sotto zero".

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione prima della loro eventuale pubblicazione.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...