mercoledì 18 gennaio 2012

Aumentano i casi di corridori colpiti da arresto cardiaco

Una recente ricerca dimostra che un numero sempre maggiore di maratoneti è colpito da infarti. Troveremo sempre qualcuno pronto a fornire spiegazioni tanto rassicuranti quanto speciose, ma non saremo molto lontani dal vero, se penseremo che l’aumento degli attacchi cardiaci fra gli atleti possa essere ricondotto alla dispersione, tra gli altri veleni, di bario, il metallo pesante che indebolisce i muscoli… ed il cuore è un muscolo. Il noto detto latino “mens sana in corpore sano” (ma in Giovenale l’espressione possedeva un significato diverso da quello che gli si attribuisce oggi) ha ormai assunto una valenza ironica: sono proprio gli sportivi, soprattutto quelli che praticano attività agonistica all’aperto, a rischiare di più. Il ritmo respiratorio più veloce, associato ad una maggiore inspirazione d’aria (contaminata da nanoparticolato metallico e polimeri) implica le conseguenze che si possono facilmente immaginare. Per quanto riguarda la sanità mentale, infine, è sufficiente scorrere codesta lista per vedere dov’è finita.

Il rischio di arresto cardiaco durante una maratona o una mezza maratona è solitamente basso, ma, negli ultimi dieci anni, è significativamente aumentato. Lo afferma uno studio statunitense appena pubblicato sul “New England Journal of Medicine”. Secondo i ricercatori, gli uomini corrono un rischio maggiore rispetto alle donne. Gli studiosi asseriscono che rappresentano un pericolo maggiore per le arterie e il cuore le maratone rispetto alle mezze maratone.

"I risultati suggeriscono che i corridori ed i loro medici devono rendersi conto che le malattie cardiache possono prendere piede anche su atleti che sembrerebbero essere il ritratto della salute", ha spiegato Aaron Baggish, coautore dello studio e medico del Massachusetts General Hospital. "Essere un corridore è uno dei modi migliori per rimanere in buona salute e ridurre il rischio di malattie, ma ovviamente non garantisce una protezione dalle malattie al 100 per cento", ha aggiunto. "Le persone che riscontrano maggiori difficolta' sono quelle con disturbi congeniti o che hanno comunque sviluppato questo tipo di disturbi durante il normale processo di invecchiamento".

La partecipazione alle gare sulla lunga distanza è rapidamente aumentata negli ultimi anni. Solo negli Stati Uniti la partecipazione alle maratone (42 km) è quasi raddoppiata negli ultimi dieci anni, arrivando a coinvolgere nel 2010 circa 2 milioni di persone. I risultati della ricerca sono basati su un archivio che ha riunito tutte le maratone e mezze maratone svolte negli Stati Uniti da gennaio 2000 fino al maggio 2010, arrivando a comprendere informazioni su 10,9 milioni di iscritti.

In tutto, sono stati diagnosticati 59 casi di arresti cardiaci, 42 dei quali fatali; il che significa un rischio di uno su 184.000 corridori, con un rischio di morte improvvisa di uno su 259.000. "Una percentuale complessivamente bassa", ha detto Baggish. Il rischio di arresto cardiaco è stato di cinque volte superiore negli gli uomini rispetto alle donne, triplicando negli ultimi cinque anni di studio. "Tende a cimentarsi a questo tipo di gare anche gente che è stata precedentemente sedentaria ed è chiaro che in questi casi prevalgono fattori di rischio cardiovascolare maggiori", ha concluso.


Fonte: ecplanet


Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

Chi è Wasp? CLICCA QUI

CHEMTRAILS DATA

Range finder: come si sono svolti i fatti

104 commenti:

  1. Nel link riportato qui sotto sembra di vivere in un inverno nucleare:

    http://www.meteogiornale.it/news-flash/2012-01-17#4547

    Nonostante pisascia abbia messo la tangente sulle entrate nella cerchia "C" di Milano, l'inquinamento non è diminuito, e nonostante i 5000 taxi siano in agitazione, fermi alla stazione di Milano, l'inquinamento non diminuisce, come mai?

    Una domanda che l'attuale sindaco non si fa! Ieri ho girato per la seconda cerchia dei navigli dove l'accesso è possibile senza pagare la tangente, devo riscontrare che il traffico è diminuito anche fuori dalla cerchia, vuoi per il caro benzina arrivato ormai a 1,800 €, vuoi perché tanta gente ormai non è più in grado di mantenersi l'auto, ma nonostante tutto l'inquinamento non tende a scendere, ma al contrario sale ...

    Alcuni coraggiosi atleti fanno allenamento correndo sulle piste ciclabili (deserte), senza rendersi conto del grave pericolo che incorrono in una situazione così pericolosa di inquinamento igroscopico, non certo per i veicoli, giusto per dar credito all'articolo appena postato, e ... veritiero.

    wlady

    RispondiElimina
  2. Ciao a tutti. Approfitto per segnalarvi due comunicati ai quali spero si potrà dare visibilità e diffusione massima, affinchè si possa, il prima possibile, dar vita ad un movimento che unisca le migliori forze e le più sveglie coscienze di questo afflitto e martoriato Paese.

    Il primo è del PM Paolo Ferraro, il quale, come già saprete, è stato sospeso dal CSM dopo aver scoperto l'esistenza di una setta satanico-esoterica in ambienti militari, e lo potete leggere qui.

    Naturalmente anche "una immediata moratoria per tutti i tipi di sperimentazioni in atto che siano ignote alla collettività (incluse quelle chimico-biologiche nei nostri cieli), ed il congelamento degli eventuali Trattati su cui si fondi ogni cessione pregressa di sovranità a riguardo" sono punti inclusi nel programma del nascente movimento di Ferraro.

    Se avete un account FB chiedetegli l'amicizia su questo nuovo profilo.

    Il secondo comunicato è dell'ex-senatore Fernando Rossi, portavoce di uno dei pochissimi movimenti ("Per il Bene Comune") che denunciano le sperimentazioni in atto nei nostri cieli oltre agli intrecci tra massoneria e politica, non solo attraverso video e siti-web ma anche coordinando convegni sempre ben organizzati (ma, ad oggi, ancor poco seguiti).

    Leggetelo qui, approfondite la conoscenza di PBC con la lettura del programma, e se siete delle seguenti regioni (Calabria, Basilicata, Umbria, Friuli-Venezia Giulia, Trentino Alto Adige e Val d'Aosta) e siete interessati ad essere parte attiva del movimento contattate Fernando o Monia Benini.

    Un saluto a tutti.

    RispondiElimina
  3. Mi chiedono di segnalare e qui di seguito riporto:



    "Il Partito Progressista, vuole esser un contenitore. Un contenitore al servizio delle persone e fatto dalle persone. Il Partito e' aperto a chiunque voglia far proposte, e ne condivide i valori".

    https://docs.google.com/viewer?a=v&pid=explorer&chrome=true&srcid=0B6T4Enxr4Q6bYzdlMzE4YWUtMTcwNi00ZmE5LWFmMTEtMDIyNmVjMGU1MGU5&hl=en_US

    RispondiElimina
  4. Sempre servili e obbedienti come cagnolini;
    http://meteolive.leonardo.it/news/Curiosit%C3%A0/33/Vi-diranno-che-si-tratta-di-scie-chimiche--/34413/

    RispondiElimina
  5. Luca Angelini

    "In realtà dovete sapere il Codice della Navigazione aerea prevede che gli aeromobili in volo strumentale (compresi quelli di linea) percorrano sette diverse classi di spazio aereo, con relativi percorsi di andata e ritorno posti su livelli altimetrici alterni e precisamente..."


    Che cacchio scrive?

    RispondiElimina
  6. Ragazzi, vedo che anche voi avete sentito la BUFALA della neve! quando l'ho sentita alla radio non volevo crederci!! Ci hanno preso per scemi?
    Qualcosa bolle in pentola..

    RispondiElimina
  7. Inquinamento dell'aria a livelli purtroppo elevatissimi ovunque. Ci vogliono morti stecchiti.

    In questi ultimi giorni sto combattendo con una fastidiosa bronchite produttiva non febbrile. Non ho mai fumato una sigaretta in vita mia... eppure.

    Gli umani soffrono, gli animali altrettanto per questa situazione incresciosa e senza uscita...

    RispondiElimina
  8. Si, la notizia della neve chimica è stata sentita da molta gente!

    Infatti molti amici,(anche scettici) appena sentita la notizia, mi hanno segnalato subito il fatto.

    PS: qui, nebbione pazzesco di ricaduta, merito delle non persistenti.

    RispondiElimina
  9. Si tratta di un fenomeno innaturale e mai osservato prima:

    http://wwwblogdicristian.blogspot.com/2012/01/neve-chimica-in-val-padana-nuove.html

    continuano a buttare schifezze su schifezze! Siamo alla pazzia più totale!

    RispondiElimina
  10. anche sul meteo di sky hanno parlato della neve chimica; tra un po' la gente penserà che sia normale?

    per una delle solite coincidenze stavo per segnalarvi il caso di un figlio di una mia ex collega, che è orto di infarto facendo attività sportiva; il ragazzo era perfettamente sano come da certificati medici prodotti per partecipare all'attività sportiva.

    E' triste pensare che la madre, venuta a conoscenza delle scie chimiche dal sottoscritto, abbia chiuso gli occhi di fronte a questa terribile realtà.

    facendo una piccola ricerca su internet ho trovato tre casi simili

    Mi gira la testa, mi sento male” Giocatore colto da infarto

    Perde la vita a soli vent'anni
    durante la gara di tamburello

    Diciannovenne di Verzuolo partecipa a una corsa podistica non competitiva a Lagnasco, si sente male dopo la pizza, arriva il "118" ma è tutto vano

    RispondiElimina
  11. Ciao Corrado, diversi lettori mi hanno raccontanto di episodi simili. Personalmente conoscevo un professionista che tutte le mattine faceva footing sulla ciclabile. Morto stecchito durante una di queste corse.

    RispondiElimina
  12. Come hanno utilizzato il termine “innocue velature” per giustificare i veleni mortali si inventano anche le incredibili e strabilianti defininizioni come “bombe d’acqua”, “temporali autorigeneranti” e “neve chimica”, spiattellate li’ ben bene in faccia alla gente su tutti i media.
    La gente dorme e pensa ai piccoli problemi quotidiani, e non a quelli GROSSI che paghera’ direttamente con la propria pelle. Al popolino frega di tutto, dalle ca**ate alle cose materiali, ma non della propria pellaccia...volete le prove? Fatevi un bel mineralogramma e poi fatemi sapere.

    Straker, hai spiegato perfettamente come operano i delinquenti:

    “Le previsioni per i prossimi tre giorni (dal 19 al 21 gennaio 2012) vedono il ritorno di strati compatti di coperture artificiali, indotte dal sorvolo di aerei con scie chimiche di tipo persistente. E' in arrivo dal Nord Europa un imponente fronte perturbato, sospinto da un flusso di correnti a getto (Jet streams) deviate ad hoc da manipolazioni con aerosol elettroconduttivi sull'Oceano Atlantico. Come potete, infatti, evincere dall'animazione a fondo articolo nonché dall'immagine di copertina, un rilevante numero di velivoli militari sta intervenenendo in una ben determinata zona dell'Atlantico a Nord delle coste iberiche. Queste operazioni rendono elettroconduttiva ed asciutta una vasta zona di atmosfera che, contemporanemente irradiata da microonde, si riscalda, si deforma verso l'alto e devia la corrente a getto che la attraversa.

    Il 19 gennaio il Nord ed il Centro-Nord saranno ancora interessati da fitte nebbie chimiche di ricaduta, per lo più composte da biossido di zolfo (il biossido di zolfo, elemento ad altissimo effetto serra, ha la caratteristica di formare fitte nebbie). Poco importa se i centri meteo di regime spacciano tale fenomeno per inquinamento antropico ed inventano il termine "neve chimica". Ben sappiamo noi di che cosa, in realtà, si tratta.”

    http://tankerenemymeteo.blogspot.com/2012/01/scie-chimiche-ed-haarp-deviano-le.html

    RispondiElimina
  13. In questo momento nel sud Piemonte ci sono 0° e 88% di umidita’

    RispondiElimina
  14. La protezione civile e le nevi chimiche - intervengono per rassicurare..:

    Neve chimica in Val Padana: non è pericolosa

    Niente paura però perché, a detta degli esperti, la 'neve chimica' non è pericolosa né per l'uomo né per la natura, anzi, farebbe un po' da spazzina dei cieli, ripulendo l'aria.

    Nota dolente:

    non bisogna mangiarla, la neve chimica (mamme occhio ai bambini..) inoltre le sostanze che la nostra spazzina ha ripulito dall'aria,
    ce le restituisce poi al suolo, pronte per venire assorbite dalla terra ed essere poi rimesse in circolo nella catena alimentare.

    http://www.ilgiornaledellaprotezionecivile.it/?pg=1&idart=4902&idcat=3


    Io non scarterei che qualcuno si sveglia....un po' per volta... sono troppe ormai... e troppi inganni.

    RispondiElimina
  15. ARRIVA L'ESPERTO SULLE NEVI CHIMCHE

    Sulla scelta terminologica che identifica questo fenomeno atmosferico, però, c’è chi non è d’accordo. “È un’invenzione lessicale – chiarisce a www.climascienza.it Stefano Tibaldi, direttore generale dell’Agenzia regionale prevenzione e ambiente dell’Emilia Romagna –: la neve “chimica” non esiste. Non c’è alcuna differenza tra le nubi in quota e la forte nebbia, che è semplicemente una nube a contatto con il suolo. Quello che scatena la neve è sempre un accumulo di vapore sui cosiddetti nuclei di condensazione, generalmente aerosol, polveri e particelle, siano esse naturali o provenienti dall’attività dell’uomo. E non c’è niente di nuovo: lo aveva spiegato già bene Claudio Cassardo, professore associato presso la Facoltà di Scienze matematiche fisiche e naturali dell’Università di Torino, dove pure si è verificato spesso il fenomeno». Sì, ma se non la si vuole chiamare chimica e non è perfettamente identica alla neve, qual è il modo migliore per parlarne? «Neve da nebbia mi sembra molto più appropriato», conclude Tibaldi.

    http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/01/18/padana-arriva-neve-chimica-ripulisce-laria-dallo-smog/184795/


    «Neve da nebbia CHIMICA....
    Fanno salti mortali....

    RispondiElimina
  16. Tornando alle nevi chimiche...

    La protezione civile avvisa: "Niente paura però perché, a detta degli esperti, la 'neve chimica' non è pericolosa né per l'uomo né per la natura, anzi, farebbe un po' da spazzina dei cieli, ripulendo l'aria".

    Potremmo anche fingere di credere a queste fandonie, se non fosse che, con la neve chimica, scendono i famosi filmanenti di polimeri. Allora, come la mettiamo?

    [ FOTO ]

    Grazie a nienteecomesembra per la segnalazione.

    RispondiElimina
  17. Si segnala apoteosi di scie persistenti con copertura nuvolosa artficiale,temperatura intorno a 0° alle ore 12,00.

    RispondiElimina
  18. ... inverno nucleare, la fantascienza è diventata realtà.

    Questa mattina ore 8.00, a Milano c'erano -3°, ho grattato il ghiaccio sintetico dalla vettura, la conformazione dei cristalli, è tutt'altro che uguale a quelli di umidità; di umidità non ce né per nulla.

    Intanto l'inquinamento delle così dette polveri sottili è il triplo del valore consentito.

    Fuori TG sul 3 della Rai, hanno parlato del riscaldamento globale, e il solito farfallino naif continua a sostenere la stessa solfa, anche in internet in diretta (con domande pilotate) su Facebook, parlavano del Protocollo di kyoto, nemmeno un accenno alle igroscopiche scie.

    In parole povere ... velature e nebbie dalla Liguria al Veneto, per i prossimi giorni sottozero.

    RispondiElimina
  19. Qui a Milano centro, massicce operazioni chimiche con persistenti a bassa, bassa quota, figure geometriche e sorvolo di aerei a 1000 m senza scia (monitoraggio atmosfera).

    Qui si parla di Zona C e di limitare il traffico per via dell'inquinamento, temo il problema sia ben altro. E' un miracolo già non schiattare respirando questa aria satura di zolfo e metalli.
    I nostri figli ci malediranno di averli messi al mondo. Io maledico i responsabili. Sono proprio di pessimo umore :-(

    RispondiElimina
  20. Il panorama è spettrale anche qui a Sanremo, nonostante non vi siano fabbriche. Come previsto su tankerenemy meteo la copertura chimica è presente da quest'alba e così anche oggi siano al buio. Ovviamente l'odore pungente e caratteristico del biossido di zolfo è percepibilissimo.

    RispondiElimina
  21. Qui in francia sparita la neve chimica aerei a iosa gia dall alba e temperatura su di 10 gradi. pazzesco

    RispondiElimina
  22. Con questo odore di m..., si sentirà a suo agio quel m... di Wasp.

    RispondiElimina
  23. Strani suoni in tutto il mondo

    Video di Dutchsinse http://www.rumormillnews.com/cgi-bin/forum.cgi?read=227626

    Interessante anche questo
    http://www.youtube.com/watch?v=X5pEcxszXjw&feature=related
    con le scie nel cielo.

    OT pedofili tra i portatori di democrazia in Afghanistan. Le solite mele marce si dirà ... http://www.stampalibera.com/?p=39329

    Domani, dobbiamo prepararci ad un nuovo bombardamento chimico?

    RispondiElimina
  24. Suoni inquietanti. Sembrano usciti da un film di fantascienza. Questo pare essere l'anno decisivo.

    Nebbie e coperture indotte al Nord anche il 20, soprattutto tra Liguria e val Padana. Mortali velature altrove, con coperture più compatte sui rilievi di confine. Possibili pioviggini sul Levante Ligure in nottata. Inizialmente soleggiato sui settori adriatici, ma con strati chimici e mortali velature indotte da scie chimiche di tipo persistente in progressivo ispessimento. Più nuvoloso sui settori tirrenici, sin dal mattino su Toscana e coste laziali, mentre sarà possibile qualche piovasco su basso Lazio, Sardegna settentrionale e Versilia.

    Al Sud sole pallido su tutte le regioni e foschie di ricaduta. Aumento della nuvolosità nel corso della serata a partire dal versante tirrenico, con qualche improbabile piovasco tra Cilento ed alta Calabria tirrenica, in estensione notturna a tutta la costa campana.

    RispondiElimina
  25. In effetti, come dice Wlady, l'immensa cappa grigia di polveri unita ad un freddo pungente, atipico, fa pensare ad un 'inverno nucleare' o anche alla situazione atmosferica incresciosa che fungerebbe da postludio alla caduta di un asteroide.

    Enormi ammassi polverosi in sospensione che bloccano per settimane i raggi del sole determinando così un calo vertiginoso delle temperature e fatica respiratoria per miliardi di persone. Uno scenario ipotetico ma del tutto plausibile.

    In qust'ultimo caso - come del resto nel caso di un inverno nucleare - la situazione atmosferica sarebbe assai peggiore di quella attuale. La qual cosa non v'ha bisogno di essere precisata.

    Comunque,se le stagioni si manifestano come l'ombra di quelle del tempo passato e se le estati si presentano a noi come 'drogate' per il caldo eccessivo e per una pleiade di altre caratteristiche, così anche gli inverni che attraversiamo sono manipolati.

    Sta bene che l'inverno si identifichi con il freddo, ma il freddo di questi ultimi giorni ha in sè qualcosa di anomalo. Una frigidità che penetra dentro ossa e muscoli e che forse deriva da qualche forma di manipolazione elettromagnetica del mezzo atmosferico.

    Come si riesce ad un ottenere un caldo maledetto e soffocante d'estate, non vedo come non si dovrebbe ottenere anche il suo esatto contrario pigiando i pulsanti idonei.

    RispondiElimina
  26. Oggi e’ stato un vero abominio su tutto il centronord dell’ Italia, hanno spruzzato veleni all’impazzata:

    http://lance-modis.eosdis.nasa.gov/imagery/subsets/?subset=Europe_3_02.2012019.terra.1km

    Quella che osserviamo dal satellite e’ la nebbia chimica di ricaduta indotta dai veleni dispersi, che poi causa la “neve chimica”.
    Scie chimiche, nebbia chimica, neve chimica, che allegria.

    http://oiswww.eumetsat.org/IPPS/html/MSG/RGB/DUST/CENTRALEUROPE/index.htm

    Cliccate un numero in “frames in animation”, le zone di colore nero/blu sono tutti veleni cancerogeni che ci fanno respirare.

    RispondiElimina
  27. Gelo pungente o caldo soffocante, la costante è la siccità.

    RispondiElimina
  28. Questo non è un inverno nucleare, ma un inferno reale.

    RispondiElimina
  29. Al minuto 5.31 del video postato da Ron di Dutchsinse si notano strane righe/striature nel cielo, che comparivano gia’ in alcune foto del cielo utilizzando filtri di editing grafico.
    Sono probabilmente le stesse che si vedono anche nelle satellitari.
    Haarp in action.

    RispondiElimina
  30. Quando si dice che si alza la nebbia, vuol dire che si alza veramente per l'escursione termica tra il terreno e il cielo; ma questa improba nebbia non si alza ma scende inesorabile dal cielo, con i suoi carichi di veleno gelido; basta dare un'occhiata al parabrezza delle vetture per capire che non è nebbia, ma ricaduta dall'alto, con cristalli ghiacciati completamente diversi da quelli dell'umidità, sono di forma irregolare non a stella, ma a losanga, e quando grattati dal vetro rilasciano una polvere poltigliosa e appiccicosa.

    Restare all'aperto è molto rischioso, se si esce di casa è meglio coprirsi naso e bocca con una sciarpa, e anche un cappellino sarebbe auspicabile.

    RispondiElimina
  31. Dici bene Wlady: quella roba è appiccicosa.

    RispondiElimina
  32. Una delle foto di cui vi parlavo:

    Originale:

    http://img377.imageshack.us/img377/3273/p240909164401.jpg

    Con filtri:

    http://img301.imageshack.us/img301/9796/p240909164401copy.jpg

    RispondiElimina
  33. Dovrebbe essere l'effetto della luce solare sull'obiettivo.

    RispondiElimina
  34. A Pisa, il cielo è stato coperto da nubi, fino verso le 17.00.
    C.v.d. appena si sono aperti i primi spiragli di celeste, si è visto tranquillamente che stavano rilasciando sopra i cumuli, scie persistenti.
    Pensavano forse di non esser sgamati, grazie alla coltre di nubi, e così ci andavan giù di brutto in tranquillità.


    PS:ho avuto una segnalazione: la scorsa settimana, sempre in provincia di Pisa, al mattino sono stati ritrovati intere recinzioni e cancelli di zone industriali, pieni zeppi di filamenti congelati.
    Che a seguito dell escursione termica, si sono sciolti e scomparsi.
    Purtroppo non hanno scattato fotografie, sarà per la prossima volta.

    RispondiElimina
  35. Questa volta non sono daccordo Straker, la rifrazione della luce sull’ obiettivo non puo’ produrre un andamento del genere, sono molto definite e seguono curve ben precise, non lineari, soprattutto nella parte destra della foto, col sole che esce dall’ inquadratura.

    RispondiElimina
  36. strani suoni anche a Genova

    http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=LCEWNIfrUsw

    si odono un po' in tutto il mondo, Canada, Costarica, mi sa che stanno giochicchiando con Haarp

    RispondiElimina
  37. Questa e’ un’ altra foto dove la luce non e’ diretta e compaiono le onde nel cielo:

    http://img136.imageshack.us/img136/376/p1304091732copy.jpg

    RispondiElimina
  38. “mi sa che stanno giochicchiando con Haarp”

    Ho pensato all’ effetto sonoro di una voce proveniente dal cielo...preparativi prima della messa in onda?

    RispondiElimina
  39. http://www.luogocomune.net/site/modules/news/article.php?storyid=3922

    Intanto anche questa mattina la feccia dell'umanità stà scagazzando sopra la mia testa.

    RispondiElimina
  40. Nebbie e coperture indotte al Nord anche il 20, soprattutto tra Liguria e val Padana. Mortali velature altrove, con coperture più compatte sui rilievi di confine.

    Previsioni puntualmente verificatesi.

    [ FOTO ]

    RispondiElimina
  41. Questa mattina ad 1 mattina le previsioni meteo annunciavano che si sarebbe levato un forte vento al Nord. Non si direbbe: merda chimica diffusa all'alba in cielo che staziona su Milano, provincia e regione.
    E per cominiciare bene la giornata
    letto l'intervento di Mazzucco :-(

    RispondiElimina
  42. http://affaritaliani.libero.it/culturaspettacoli/ritrovato_corpo_non_umano.html

    RispondiElimina
  43. Piccolo o.t., mentre i prinicpali mainstream asserviti alle lobbies naziste, continuano a parlare della nave da crociera incagliata,
    poco spazio è riservato a quanto sta succedndo in Sicilia e ancor meno ad un probabile sciopero che potrebbe paralizzare l'intero paese.
    Un mio amico autotrasportatore mi ha detto che c'è l'intenzione di procalmare uno sciopero dei trasporti da lunedì prossimo (al momento sembrerebbe scongiurato, ma l'aumento indiscriminato dei carburanti, delle assicurazioni e delle autostrade non promette nulla di buono). A titolo precauzionale suggerirei di rifornirsi di carburante e cibo onde evitare di trovarsi in spiacevoli situazioni per i giorni a venire. Ciao!

    RispondiElimina
  44. Milano ore 15:12

    Temperatura: 14 °C
    Umidità relativa 43%
    Vento: 14.5 Km/h

    RispondiElimina
  45. Ottimo articiolo, come sempre!

    Vado un attimo OT per segnalare nuvoloni nerissimi su Cagliari e hinterland da stamane presto e pioggia "strozzata".

    Poco fa, in un piccolo buco libero da nuvole, ho notato una chemtrail persistente appena sopra le formazioni nuvolose imbrifere.

    Non avevo dubbi sulla natura della pioggerellina inconsistente.

    Maledetti!

    Mike

    RispondiElimina
  46. Confermo la nebbia chimica che "Cade" giorno e notte da alcuni giorni anche sulla Romagna... (dovranno riscrivere anche la poesia del Carducci ormai:
    "La nebbia sugli irti colli pioviginando cade..."
    Visibilità molto,molto ridotta verso sera (anche il giorno non scherza), ma il parabrezza della macchina rimane asciutto! Inoltre anche qua alle otto di mattina il ghiaccio che si forma sul parabrezza delle auto lasciate all'aperto è del tutto innaturale; enormità di filamenti di ricaduta completamente congelati sui cancelli dei cortili e sugli alberi, per poi vederli sparire durante la giornata all'innalzarsi della temperatura che comunque rimane molto bassa...
    @ANNA
    Per ciò che riguarda gli strani suoni che si stanno verificando un pò in tutto il mondo, mi sa tanto di prove generali per progetto Blue Beam....
    La cosa veramente strana o forse non è strana proprio per nulla è che i suoni che si ascoltano ovunque sono incredibilmente simili a quelli di un famoso film hollywoodiano interpretato da Tom Cruise e diretto da Steven Spielberg (due nomi mica a caso...), ovvero il film "La Guerra dei mondi", quando i tripodi alieni emettono il loro suono. Sentite al minuto 5.20 se non è uguale a quelli che si avvertono oggi ovunque nel mondo...Il grande inganno è sempre più vicino?

    RispondiElimina
  47. Tratto da "Il segreto più nascosto" (2001)

    La maggiore ambizione del Progetto Bluebeam è convincere la gente che la Terra sta per essere invasa dagli extraterrestri. Nel 1938, l'attore Orson Welles fece finta di trasmettere in diretta radiofonica la cronaca di uno sbarco di "alieni" nel New Jersey. In realtà non si trovava là, ma si servì di attori ed effetti speciali all'interno di uno studio radiofonico. Il programma, una versione radiofonica del "romanzo" Guerra dei mondi di H.G. Wells, provocò terrore e panico nei luoghi in cui si diceva si trovassero gli invasori marziani. Un tizio si suicidò e ci furono ingorghi di traffico causati da persone che cercavano di scappare perché pensavano che i marziani fossero arrivati. Welles disse che era soltanto un gioco e che la gente aveva equivocato. In realtà si trattò di un esperimento per vedere come avrebbe reagito la popolazione di fronte a una tale situazione, e per realizzarlo si servirono di una storia scritta da H.G. Wells, un clone degli Illuminati che appoggiava l'Ordine del Giorno, compreso il controllo mentale collettivo. Pensateci. Se vi serve una scusa per centralizzare tutti i governi, le finanze, gli eserciti, la polizia e altre istituzioni, dovete prima far sì che qualcosa minacci il pianeta nel suo complesso. Quale modo migliore che far credere alla gente che il proprio pianeta è stato invaso dallo spazio? Avrete così un problema globale, una richiesta globale affinché "si faccia qualcosa" e l'opportunità di offrire una soluzione globale: un governo e un esercito mondiale che fronteggino questa "minaccia". È questo il piano che sta per essere attuato.[ Leggi tutto l'articolo... ]

    RispondiElimina
  48. Se cliccate sulla telecamerina a destra, successivamente si aprono tutte le telecamere del percorso, noterete che da Modena a Brescia e tutto un muro di nebbia, che guarda caso è vista dall'alto e non sembra salire dal terreno:

    http://www.autobrennero.it/it

    RispondiElimina
  49. In Romania stà dilagando la rivolta,a Bucarest incendiano di tutto solo che non lo fanno vedere nei Tg della tv merdaiola italiota.
    Al premier ungherese Orban la Ue (Unione ebeti) ha già dato del fascista (ah ah ah!).
    Speriamo che dall'est si alzi il vento che porrà fine a questo cesso di europa voluta e fatta solo dai banchieri massoni (del cazzo).

    RispondiElimina
  50. @damocle Sono troppo impegnati a parlare dello Schettino show's, mentre la Grecia è già qui in Sicilia e fanno finta di nulla.
    A questo punto vedo due ipotesi all'orizzonte: o la gente presa per fame si incazza e crolla tutto come un castello di carte e si riparte da un nuovo medioevo, oppure il nuovo ordine dittatoriale sarà l'imperativo del nuovo millennio.
    Ai posteri l'ardua sentenza.

    RispondiElimina
  51. bravo damocle hai perfettamente ragione!!vedremo se nei prossimi giorni i siciliani terranno duro,magari così anche noi continentali riusciremo a scrollarci di dosso l'apatia mista a rassegnazione. tiriamo fuori i coglioni,perchè questi da soli non se ne vanno!!

    RispondiElimina
  52. Schettino, Schettino quanto sei utile.

    Grazie a te riusciranno a far funzionare i superradar su tutte le coste italiane.

    http://www.blitzquotidiano.it/opinioni/alessandro-camilli-opinioni/radar-capitaneria-costa-concordia-1088061/

    e non solo. Per la nostra sicurezza si intende.

    RispondiElimina
  53. Schettino pare proprio un utile idiota.

    RispondiElimina
  54. Gigettosix, essi costruiranno l'empio tempio del Novus ordo seclorum sulle macerie fumanti dell'attuale mondo.

    RispondiElimina
  55. Già Zret più che utile idiota pare un prezzolato. Basta leggere qui e guardare il video

    http://abtechno.org/index.php/2012/01/18/costa_concordia_traccia_rotta_nave_gps

    Praticamente nessun comandante di nave, ma neppure diportista avrebbe fatto le manovre ricostruite con google maps.
    Nessun media lo riporterà mai, naturalmente. Come per il resto la verità sul 911, o sulle irrorazioni chimiche dei nostri cieli.

    RispondiElimina
  56. http://img59.imageshack.us/img59/5765/multichemtrails.jpg

    RispondiElimina
  57. Speriamo che lo sciopero che stanno mettendo in piedi i Siciliani, prenda piede in tutt Italia! Sarebbe un inizio!
    SAREBBE ANCHE L'ORA DI DIMOSTRARE A TUTTI QUEI MALEDETTI PAPPONI CHE CI GOVERNANO/BANCHIERI, CHE SE NOI SMETTIAMO DI LAVORARE E SERVIRE IL NOSTRO PAESE, LORO VANNO IN BANCA ROTTA!
    STESSA COSA VALE PER LA BENZINA!
    Se nessuno facesse rifornimento per un mese, si mangerebbero le mani, quei pezzenti che ci comandano!

    PS: la nebbia che vien giù, non è nebbia! MA E' POLVERONE CHIMICO!
    Una prova evidente, sta nel fatto che, i tralicci dell alta tensione, quando c'è umidità vera, si sentono "friggere" gli isolatori, mentre con questa finta nebbia, il frigolio non si ode.
    Ciao a "tutti"

    RispondiElimina
  58. Giornalisti venduti. Silenzio tombale sulle proteste in Sicilia, per non disturbare il governo Monti.

    RispondiElimina
  59. Anche la Romania è in rivolta, ma nessun giornalista ne parla.

    I cittadini di Bucarest, sono scesi in piazza per l'ottavo giorno per chiedere le dimissioni del governo Traian Basescu; la Romania fa parte della comunità europea, come la Grecia, che è alla fame, ma nessun giornalista venduto ne da notizia.

    RispondiElimina
  60. Se notate ormai la censura tv non funziona più come prima,questo grazie alla rete,collezionano figure di merda una dopo l'altra,non sono credibili e parlano delle notizie "indesiderate "solo perchè costretti da internet,ridicoli.
    Ah,in Romania Basescu lo chiamano l'ubriacone!.
    Le maggiori proteste sono a Bucarest,Timosoara e Arad,sono comunque estese un pò in tutto il paese.

    RispondiElimina
  61. Dimenticavo
    BRAVI SICILIANI,NON MOLLATE!.

    RispondiElimina
  62. L’F.B.I. chiude Megaupload e Megavideo


    Da alcune ore Megaupload e Megavideo, due dei portali di file hosting e streaming video più famosi ed usati in Rete, non sono più raggiungibili. Sono stati infatti oscurati dall’FBI su ordine del Dipartimento di Giustizia statunitense.

    RispondiElimina
  63. Un altro marchingegno in arrivo:

    http://www.ansa.it/motori/notizie/rubriche/analisieapprondimenti/2012/01/20/visualizza_new.html_47780415.html

    RispondiElimina
  64. Come mostrano sempre le satellitari, le attività di aerosol clandestine si svolgono principalmente durante le ore notturne. Nello screenshot si notano le tracce (nebbie di ricaduta) residue del "lavoro" notturno.

    RispondiElimina
  65. Una scia chimica lunga oltre 450 km. In tutta evidenza non si tratta di scie di condensazione!

    SCREENSHOT

    RispondiElimina
  66. I tassisti vicentini si rifiutano di portare parà americani,troppo pericolosi dicono ed è vero.
    Ubriachi fradici tagliano i sedili del taxi,ci vomitano dentro,sono arroganti e sempre pronti alla rissa.
    La MP è da un pezzo che non si vede più in giro e le forze dell'ordine italiane ci pensano due volte prima di usare le maniere forti,anzi non ci pensano proprio!.
    Paura?.

    RispondiElimina
  67. Ma dai Straker!,lo hanno spiegato mille volte che le scie di condensa possono rimanere in cielo per molte ore,fra un pò diranno che possono restare per giorni,settimane,mesi.....
    (faccina ironica).

    RispondiElimina
  68. Velature sulla mia città come su tutto il Nord Ovest dell'Italia.
    http://lance-modis.eosdis.nasa.gov/imagery/subsets/?subset=AERONET_Ispra.2012021.terra.250m
    Adesso ore 15.00 copertura chimica totale.
    Meledetti!

    RispondiElimina
  69. Un’ altra giornata col cielo totalmente smerdato dai veleni cancerogeni, non ci sono nuvole ma solo scie chimiche su tutto il nordovest dell’ Italia, e stanno tuttora continuando a spruzzare i maledetti delinquenti:

    http://oiswww.eumetsat.org/IPPS/html/MSG/RGB/DUST/CENTRALEUROPE/index.htm

    Legambiente boccia l’ Italia, troppo smog nel 67% delle citta’
    Le tre situazioni peggiori a Torino, Milano e Verona

    Non accenna a migliorare la qualità dell'aria nelle nostre città, che secondo il report di Legambiente sono costantemente fuori dai limiti imposti dall'Unione Europea.

    on ci voleva Nostradamus dopo tutti i blocchi e le giornate di emergenza proclamate attraverso i media. Ora, però, arriva anche la conferma scientifica. Legambiente, infatti, ha pubblicato i risultati dell’edizione 2011 del dossier “Mal’Aria”, nome quanto mai azzeccato visto cosa ne è uscito fuori. Infatti la situazione dell’inquinamento e dello smog nelle città più grandi del nostro Paese è in costante peggioramento, nonostante tutti i provvedimenti più o meno efficaci adottati dalle locali amministrazioni.

    Nel corso del 2011 il 67% delle città analizzate da Legambiente ha superato abbondantemente il numero minimo di giorni di emergenza sopra i limiti europei di PM10 nell’aria. Come dire che più della metà, quasi tre quarti, dei nostri centri urbani è fuorilegge, almeno secondo i piani dell’UE. La maglia nera, o meglio grigio smog, va a Torino, che ha raccolto nel corso dell’anno ben 158 giorni di eccedenza dei limiti europei. Non crediate, però, che le altre città stiano molto meglio. Milano, nonostante l’Ecopass (tralasciando le attuali polemiche sulla nuova Area C), è arrivata a 131 giorni di sforamento, di poco davanti a Verona che è arrivata a 130. In totale sono 55 le città oltre i limiti su 82 analizzate.

    Nelle città più piccole, comunque, non si sta molto meglio. Anche centri come Vicenza, Alessandria, Asti e Pavia sono stati spesso oltre i limiti e ci fermiamo qui perché un elenco completo avrebbe ben poco senso, se non quello di rappresentare un “dito puntato” che, come abbiamo già visto, tende solo a far prendere decisioni frettolose e poco efficaci. Migliora in compensa la situazione di Roma, che ha sforato solo 69 volte. Ancora, però, non è abbastanza.

    In attesa di provvedimenti efficaci da parte delle amministrazioni regionali e comunali, toccherà a noi cercare di arginare la situazione. Sembrerà strano detto da un sito dedicato al mondo dell’auto, ma cerchiamo di lasciare più spesso a casa la quattro ruote. I soliti piccoli consigli: accompagnare i figli a scuola a piedi se è possibile, usare le bici e i mezzi pubblici. Certo, in questa stagione fa particolarmente freddo e i mezzi pubblici non sono sempre affidabili, ma questa situazione dell’aria è forse una soluzione preferibile?

    http://www.motorionline.com/2012/01/21/legambiente-boccia-litalia-troppo-smog-nel-67-delle-citta/

    RispondiElimina
  70. Torino la città più inquinata d'Italia: 158 superamenti di PM10 nel 2011

    Presentato da Legambiente il dossier Mal'aria: fuori legge per PM10 tutti i capoluoghi piemontesi ad eccezione di Verbania. Oltre a Torino sul podio piemontese dello smog si trovano Alessandria con 125 sforamenti e Asti con 117. A Novara triplica l'ozono. “Necessarie serie politiche di mobilità sostenibile. Seguire l’esempio dell’Area C milanese”

    La qualità dell’aria delle città italiane è pessima e continua a peggiorare. Lo confermano i dati del dossier Mal’aria, lo studio annuale di Legambiente sull’inquinamento atmosferico. I principali imputati sono le polveri sottili: nel 2011, il 67% dei capoluoghi di provincia monitorati non ha rispettato il limite consentito di superamenti della soglia di PM10, un aumento del 12% rispetto all’anno precedente. Torino, Milano e Verona sono in testa con 158, 131 e 130 superamenti registrati nella centralina peggiore di ognuna delle tre città. Seguono a ruota gli altri capoluoghi piemontesi: Alessandria registra 125 sforamenti, Asti 117, Vercelli 90, Novara 84, Biella 77 e Cuneo 36. L'unica città che rispetta i limiti fissati dalla legge è Verbania.

    Crescono, inoltre, le dimensioni degli sforamenti. Ed è una vera e propria emergenza, perché il particolato emesso dagli scarichi delle autovetture, dagli impianti di riscaldamento e dai processi industriali, sono sostanze altamente dannose per la salute umana per la loro capacità di penetrare in profondità nell’apparato respiratorio.

    http://www.ecodallecitta.it/notizie.php?id=110171

    Le Dolomiti come Milano, arriva la tassa contro lo smog

    Anche sulle Dolomiti si pagherà il pedaggio, a causa dell’eccessivo smog. La provincia autonoma di Bolzano vuole emulare Milano (da qualche giorno appena è entrata in vigore l'area C a traffico limitato) e vuole fissare una tassa di 5 euro per chi accede automunito sul Passo dello Stelvio, sul Pordoi, sul Gardena o sul Sella.

    http://www.ecoseven.net/viaggiare/le-dolomiti-come-milano-arriva-la-tassa-contro-lo-smog

    “è una vera e propria emergenza, perché il particolato emesso dagli scarichi delle autovetture, dagli impianti di riscaldamento e dai processi industriali, sono sostanze altamente dannose per la salute umana per la loro capacità di penetrare in profondità nell’apparato respiratorio”

    Non parlano mai della VERA causa di queste polveri sottili, gli AEREI DELLA MORTE.

    RispondiElimina
  71. Dalla mattina scie per tutti i gusti,corte,medie,lunghe e extra lunghe,a tutte le quote e in tutte le direzioni.
    E' bello vivere in un paese dove lo stato fà di tutto per proteggerti.
    (doppia faccina ironica).

    RispondiElimina
  72. What a wonderful world!

    Lega Ambiniente.

    RispondiElimina
  73. Ancora manipolazioni dell'atmosfera sull'Atlantico.

    [ SCREENSHOT ]

    RispondiElimina
  74. A Pisa, BOMBARDAMENTO di scie persistenti, vecchio stampo!

    Buona serata chimica a tutti! )):

    RispondiElimina
  75. Diretta da Bucarest sulla protesta;
    http://live.stirileprotv.ro/live/ibu3.html

    RispondiElimina
  76. Sanremo: puzzo insopportabile di zolfo, nebbia e colori da pianeta marte...

    [ FOTO ]

    RispondiElimina
  77. Andiamo Straker,smettila di truccare le foto che poi su Strakerenemy ti pigliano per il culo!!.
    Tripla faccina ironica.
    Parafrasando un utente di Luogo comume;
    vien voglia di bestemmiare PORCO DI QUEL *******

    RispondiElimina
  78. Sono sin troppo prevedibili. Peccato che non si possa fotografare la puzza di zolfo!

    RispondiElimina
  79. Massimo Mazzucco ha pubblicato un articolo sulle fantomatiche nevi chimiche.

    LINK

    RispondiElimina
  80. L'articolo di Mazzucco l'avevo segnalato ieri alle 08,15.
    E' stato riportato anche sul blog di Valdo Vaccaro.

    RispondiElimina
  81. Stamani ho postato su fb la foto scattata alle 7:45, evidenti residui di scie persistenti cosparse nella notte apparivano di un colore rossastro con le prime luci mattinali.

    Nel frattempo tranquillizatevi, grazie alle liberalizzazioni dovrebbero calare molti prezzi tra cui quelli della benzina, peccato che almeno i 2/3 del prezzo dei carburanti sia dovuto alle tasse, e che come prima manovra il dott. Monti abbia imposto l'aumento delle accise di ben 10 cent. al litro!

    RispondiElimina
  82. http://www.tmnews.it/web/sezioni/news/PN_20111224_00013.shtml

    Spargeranno i loro veleni anche sul polo nord.

    RispondiElimina
  83. OT
    L’E-Cat sarà prodotto in America. Rossi: “fabbrica in Florida”

    "Io amo gli Stati Uniti e ho voluto, per molte ragioni che non posso spiegare, sviluppare negli Stati Uniti questa tecnologia. E voglio che questa tecnologia sia americana" Andrea Rossi

    http://www.greenstyle.it/le-cat-sara-prodotto-in-america-rossi-fabbrica-in-florida-6996.html

    E' finita. Siamo finiti come nazione, come popolo, e come persone. Serviamo a questi maledetti mondialisti angloamericani che ci usano come cavie e ci avvelenano tutti i giorni con i loro aerei immondizia.

    Se penso che l'Italia è la nazione che ha dato i natali a Dante Aligheri ...

    Ing. Rossi mi spiace ma non la considero più appartenente a questa grande nazione. Se mi legge rifletta su queste parole:
    Ahi serva Italia, di dolore ostello,
    nave sanza nocchiere in gran tempesta,
    non donna di province, ma bordello!

    E prima di dire "per ragioni che non posso spiegare" ci pensi un attimo: saremo tutti servi della nazione che lei priviligerà a gratis con la sua scoperta pagata con i soldi di noi italiani (chi l'ha mandata a scuola a studiare, gli USA forse?) ma non siamo tutti stupidi e sappiamo distinguere un patriota da un ...

    RispondiElimina
  84. Segnalo importanti ammissioni per opera di Alessio Grosso. Ammissioni che confermano quanto da noi scritto solo ieri pomeriggio sul blog Tanker Enemy Meteo.

    RispondiElimina
  85. A conferma di quanto scritto nel presente articolo ecco l'ennesimo attacco cardiaco ad un giocatore di calcio Infarto in campo, dramma per Muamba: "Le condizioni sono critiche"

    Restano critiche le condizioni del centrocampista del Bolton Fabrice Muamba, dopo l' arresto cardiaco e il collasso durante la partita di Fa Cup contro il Tottenham. Lo riferisce lo stesso club inglese in un comunicato.

    RispondiElimina
  86. Corrado, ho appreso stamani questa notizia ed ho subito pensato al bario che, come è noto, indebolisce i muscoli e quindi il cuore.

    Ciao

    RispondiElimina
  87. L'altro giorno un 14enne, ora quest'altro giovane sportivo. Ormai è ineludibile la responsabilità di quanto respiriamo.

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis