giovedì 11 novembre 2010

Pseudomonas syringae: il batterio dei nubifragi artificiali

Lo Pseudomonas syringae (pronuncia “siringe”) è un batterio a forma di bastoncino, appartenente al genere Pseudomonas. E’ gram-negativo ed aerobio, ha flagelli polari che gli permettono di muoversi. Vive nel suolo, sulle piante e nell’atmosfera. E’ un microorganismo fitopatogeno: attacca, infatti, gli alberi, in cui causa danni all’epitelio, rendendo disponibili i nutrienti dei tessuti vegetali sottostanti per il parassita stesso.

Poiché è legato alla formazione dei nuclei di condensazione che sono all’origine di pioggia e neve, è usato, da alcuni anni, in luogo dello ioduro d’argento, per generare le precipitazioni piovose e nevose. Recenti studi hanno suggerito che la specie svolge un ruolo più ampio di quanto si pensasse in precedenza nella produzione di pioggia e neve naturali.

Tra l’altro, poiché questo batterio, grazie ad una proteina in esso contenuta, consente di innalzare la temperatura di congelamento, è adoperato sia per la neve artificiale, che può così cadere anche con temperature superiori a 0 gradi Celsius, sia nella catena del freddo per risparmiare nella produzione di energia impiegata negli impianti per il surgelamento degli alimenti.

Con le piogge, sia indotte sia naturali, lo Pseudomonas syringae si diffonde negli ecosistemi e, oltre a colpire la flora, rende il terreno molle, cedevole, simile alla gelatina.

Scrive lo scienziato Jay Hardy, a proposito dello Pseudomonas syringae: “I minerali possono orientare solo poche molecole d’acqua, mentre le proteine dei batteri sono più grosse e possono orientare molte molecole simultaneamente. […] Numerose ricerche riguardano l’abilità dello Pseudomonas syringae di creare nuclei di aggregazione, alla base della formazione dei cristalli di ghiaccio.”

Si è anche intervenuti geneticamente su questo microbo per sfruttare le sue proprietà di elevazione della temperatura per il congelamento.

Alla luce di queste annotazioni, si comprende per quale motivo le piogge militari sono oggi giorno violente e copiose, per quale ragione i terreni sono soggetti sempre più spesso a rovinose frane ed a smottamenti. Si può anche ragionevolmente sospettare che i numerosi casi di latticini ed altri alimenti blu siano dovuti ad una contaminazione da batterio del genere Pseudomonas che ha anche aggredito le coltivazioni di kiwi dell’Italia centrale. Ci si chiederà: cui prodest? Provocare nubifragi ed alluvioni, rovinare le coltivazioni di kiwi ed altre coltivazioni? Da un lato possiamo addebitare questi disastri all’imprevidenza: una volta in cui è diventata una prassi l’impiego dello Pseudomonas syringae per la neve programmata, il batterio si è insediato in ecosistemi dove era assente o poco presente per propagarsi altrove in modo incontrollato.

Tuttavia questi flagelli debbono essere ricondotti ad una precisa volontà: si immagini quali lucrosi affari dipendono da una bella inondazione con tutte le sue conseguenze. Protezione civile, organizzazioni varie, amministratori scaltri ed avidi… cominciano, subito dopo una calamità, i soliti piagnistei, facendo la questua a destra e a manca: così ottengono stanziamenti dal governo (che spilla soldi dei contribuenti) e denari dai cittadini gonzi subito convinti a donare quattrini, sull’onda dell’emozione e persuasi dalle campagne dei media. Se Guido Bertolaso è ufficialmente il secondo contribuente più ricco d’Italia, esisterà un motivo. Alla fine agli alluvionati sarà destinato forse l’uno per cento dei fondi raccolti: il resto finirà nelle capienti tasche di profittatori e di politici corrotti.

Per i furbi ogni alluvione è una benedizione.

Sitografia ragionata:

Dirtysky Sardinia, Non dimentichiamo il 22 ottobre 2008. Inferno di acqua e fango: è strage, 2008. E’ l’agghiacciante cronaca di in cataclisma pianificato e provocato dai militari, cui fanno da tetro contrappunto l’insipienza e la stolidità dei meteorologi di regime e dell'A.R.P.A. Sardegna..

J. Hardy,
Raining-making bacteria, 2010. L’autore si sofferma sulle cosiddette bio-precipitazioni. Egli evidenzia i “vantaggi” dello Pseudomonas, lasciando trapelare importanti informazioni sulle proprietà dello Pseudomonas syringae e di una sua variante (modificata geneticamente in qualche laboratorio?).

Sphaeralux,
Scie chimiche: Pseudomonas syringae, valanghe, frane ed epidemie, 2009. L’eccellente articolo ripercorre la storia delle tecniche per propiziare le precipitazioni dal "Progetto pioggia" degli anni ‘70 del XX secolo ad oggi, il tutto correttamente visto come un pretesto per avvelenare l’ambiente e controllare il clima.






Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.


Chi è Wasp? CLICCA QUI


CHEMTRAILS DATA

Range finder: come si sono svolti i fatti

53 commenti:

  1. Ebbene, questa frase mi induce a dare qualche credibilità alla rivelazione. Un’altra, è la descrizione che l’informatore tenta della trentina di signori nella riunione del 2005:
    «Come posso decriverli? La gente di cui parlo è gente che trasuda potere. Incutono timore. Esigono obbedienza e, perdio, la ottengono! E dal modo in cui parlano si capisce che stanno dettando ordini ai cosiddetti governi eletti che abbiamo in Parlamento, a Washington, a Berlino o Parigi. Quella gente trasuda quel tipo di potere, come posso dirlo meglio? Non c’è un briciolo di compassione in essi. Non emanano alcuna cordialità spirituale, di nessun genere. Sono freddi, sono calcolatori. Per usare un modo di dire inglese, il burro non si scioglie nella loro bocca».
    Questa è la descrizione di persone selezionate in un modo speciale, passate attraverso «porte iniziatiche» di un certo tipo. Viene da pensare ad esempio, in Italia, alla figura di Enrico Cuccia, nonchè intimo di André Mayer capo della banca Lazard. L’esangue Cuccia ogni anno faceva celebrare una Messa sulla tomba dei laicissimo Mattioli, capo della Banca Commerciale. Il Cuccia che dopo l’uccisione di Ambrosoli su mandato di Sindona, interrogato in aula, ammise di aver saputo del progetto (dallo stesso Sindona), e di aver capito perfettamente che la minaccia era reale. E alla domanda del giudice: come mai non aveva avvertito le autorità per scongiurare l’omicidio?, rispose: «Perchè non ho alcuna fiducia nelle istituzioni». Una risposta che lasciò di sasso, peraltro senza conseguenze per chi le pronunciò, dato che Cuccia esigeva obbedienza e perdio, la otteneva. Ma che mi è stato insegnato a leggere come un segnale ai «fratelli»: vedete, non ho denunciato il fratello Sindona, resto leale e fedele alla sola «istituzione» che riconosco.
    No, il burro non si scioglieva neanche nella bocca sottile di Cuccia, non meno che nei gelidi signori della City che parlavano rilassati della guerra mondiale pianificata. Eppure, attenzione, questi non sono l’istanza suprema. Lo dice l’informatore:
    «Per quel che ho udito, non erano un gruppo decisionale. Erano piuttosto un gruppo d’azione, di esecutori. Parlavano di cose che erano già state decise, su cui ci si era già accordati, e dovevano essere solo organizzate e ordinate. Questa gente s’era riunita per parlare insieme delle cose che bisognava fare, di ciò che si stava facendo, di ciò che eventualmente si sarebbe dovuto fare» per raggiungere lo scopo progettato.
    In modo sorprendente, l’anonimo conclude che questi onnipotenti possono essere vinti: con la non-violenza e il rifiuto di obbedienza.
    «Essi si nutrono di potere. Si nutrono di paura. Ma hanno bisogno di noi per realizzare quello a cui mirano... Il loro regime è profondamente basato sul tempo: adesso è il loro tempo, e il loro tempo sta per finire. Ed essi lo sanno».
    Inutile dire che ciò evoca il versetto dell’Apocalisse 12, 12: «Guai a voi terra e mare! Il diavolo è sceso tra voi con gran furore, perchè sa di avere poco tempo».
    L’informatore ne è cosciente, perchè alla domanda se ci sono rifugi sicuri contro ciò che sta per venire, risponde: «Non so. Ma dal punto di vista personale, io so che sono dove devono essere, e il posto dove devono essere è quello in cui sono adesso. Che sia sicuro o no, non conta; sono dove devono essere adesso, ed è questo che mi rende tranquillo».
    E’ una risposta da buon soldato. Prepariamoci quindi ad attraversare tempi molto, ma molto difficili con fede salda e mente incatenata, libera da emozioni. Ne vale della nostra sopravvivenza futura come essseri umani, come civiltà, come uomini liberi.

    http://www.piermafrost.com/2010/02/guerra-nucleare-prossima-ventura.html

    RispondiElimina
  2. Dunque, se si può credere all’anonimo, è pianificata una terza guerra mondiale, che sarà nucleare, e che avverrà nei prossimi 18-24 mesi. Questa guerra deve cominciare con un attacco di Israele alle installazioni dell’Iran; e con l’Iran e la Cina trascinati a rispondere con atomiche. Ci sarà un breve scambio atomico, a cui seguirà un cessate-il-fuoco; ma naturalmente il mondo sarà piombato nel terrore e nel caos – anche questo deliberatamente pianificato, onde giustificare in Occidente, USA ed Europa, l’instaurazione di un regime militare forte: «I piani per questo sono già pronti». Il cessate il fuoco non verrà «prima che milioni di persone siano morte, specie nel Medio Oriente. Probabilmente la popolazione di Israele verrà sacrificata. Ma anche posti come Siria, Libano, probabilmente l’Iraq, certamente l’Iran, con distruzione delle infrastrutture, centrali energetiche e servizi sanitari».
    E la Russia è nel gioco?, domanda l’intervistatore: «La sola menzione della Russia che ho udito nella riunione», risponde l’anonimo, «è stata una cosa che non capisco, che qualcuno può forse spiegare meglio. Si è accennato a ‘provocare i militari cinesi ad attaccare la Russia Orientale» (la Siberia). Non ricordo meglio in che contesto fu detto... L’idea generale era di creare condizioni di caos nel mondo. Che siginifica l’uso successivo di armi biologiche, vaste penurie alimentari, eccetera, che colpiranno i Paesi vulnerabili nel mondo, con carestie di massa e infezioni». I signori, se esistono, hanno parlato di uno stadio ulteriore a cui passare, dopo la tregua che seguirà allo scambio di atomiche. Lo stadio ulteriore di cui si parlò nell’incontro del 2005: «Sarà diffusa un’arma biologica, inizialmente contro i cinesi. La Cina si prenderà un malanno, dicevano». Qualcosa come un’influenza, ma a rapidissima espansione. L’anonimo informatore ha avuto l’impressione che si parlasse di «un’arma razziale, collegata con DNA».
    «Non so definirlo, non sono un genetista. Ma parlavano dell’estinzione di un’intera parte della razza umana, e di farlo geneticamente. Parlavano di ridurre l’umanità ad una misura "gestibile"... del 50% (...). Perchè possano avere il controllo che desiderano, occorre il 50% (in meno). Nel caos provocato dallo scontro nucleare, l’arma biologica sarà usata quando non ci saranno strutture, reti di salvataggio per contrastare questo massacro biologico».
    Non basta. I signori della City hanno parlato di un «evento geofisico», un cataclisma naturale, che si aspettano avvenire entro 10 o 20 anni. Parlavano del fatto che «siamo entrati nel periodo in cui tale evento geofisico sta per prodursi, dato il tempo passato da quando si produsse l’ultima volta, circa 11.550 anni fa... pare un ciclo, che si ripete ogni 11.550 anni».
    Circa 11.500 anni fa si produsse l’evento che congelò all’istante i mammuth che brucavano erbe primaverili in Siberia; è l’età della scomparsa di Atlantide secondo il mito platonico. I signori si aspettavano l’evento, benevenuto, perchè ridurrà ulteriormente la popolazione. Dopo di che, sorgerà un nuovo mondo, un mondo meglio gestibile da loro.

    RispondiElimina
  3. http://www.youtube.com/watch?v=08iYcaKm5lo

    RispondiElimina
  4. infatti come additivo negli impianti di innevamento artificiale sia ad alta che basa pressione si usa comunemente lo SNOMAX (si senza la W). Normalmente per produrre neve artificiale ottima si spara a -8 gradi, con questo additivo si può sparare anche vicino allo zero. Se ne era parlato con Ux su Nexus e sul suo blog Sparealux.

    RispondiElimina
  5. stamattina skymeteo: domani nuvolosità innocua al nord-ovest che si intensificherà al pomeriggio.

    traduzione: sciamo di brutto sabato....amen!Bastardi saluti da Jack Sparrow

    RispondiElimina
  6. Si usa in alto e in basso. E un vero disastro.



    Pseudomonas syringae applicati in diversi ambiti

    Informazioni abbastanza ricche in questa pagina( con il traduttore per chi ha problemi con l'inglese e si capisce abbastanza) :
    Pseudomonas syringae - biotechnology applications
    http://answers.google.com/answers/threadview/id/235757.html
    qui un estratto:
    Pseudomonas syringae - amico o nemico?

    Trad. automatica

    precise modifiche minime genetiche
    avrà imprevedibili, effetti potenzialmente disastrosi.
    Per esempio,
    avevano previsto che le sperimentazioni di campo di un batterio ricombinante progettato
    per evitare che le colture dal gelo ("ice-plus" Pseudomonas syringae
    spogliato del gene che promuove la formazione di cristalli di ghiaccio in impianti di
    tessuti), potrebbe sconvolgere le condizioni meteorologiche e del controllo del traffico aereo. Esse
    tenere che l'utilizzo di somatotropina bovina (BST) per aumentare la produzione di latte
    di vacche da latte causano il cancro al seno nelle donne che bevono latte. Esse
    whinge all'infinito gli orrori di "geni falena nei nostri pomodori."
    altro paragrafo della pagina ( 2003):
    Questi batteri Pseudomonas syringae, che causano una malattia comunemente
    noto come ruggine batterica, sono già responsabili di più di $ 8
    milioni di euro le perdite annuali per il vivaismo.

    Come resistenza chimica è ragionevole credere che il problema
    è destinata a peggiorare - un sondaggio di 44 Willamette Valley in vivai hanno mostrato
    agenti patogeni sono oggi prevalenti in tutto il mondo, con 467 ceppi isolati da
    25 specie di piante.

    RispondiElimina
  7. Quindi diluvi e conseguenze ...
    e in seguito batteriosi come bis??
    Ho materiale in archiviato, più di quello che metto.
    Qui muoiono le piante... le conseguenze le vivo e le vedo. Il Pseudomonas S . sta diventando un incubo.

    Sta diffondendosi con rapidità:

    Pseudomonas syringae pv. syringae B728a - Home
    http://genome.jgi-psf.org/psesy/psesy.home.html


    I
    Fate of Ice Nucleation-Active Pseudomonas syringae Strains in Alpine Soils and Waters and in Synthetic Snow Samples
    http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC184587/

    Batteriosi dell'actinidia, contributi in arrivo in Emilia Romagna - Agronotizie 

    "Abbiamo registrato - spiega Loredana Antoniacci del Servizio fitosanitario della Regione Emilia-Romagna - 8 casi nel faentino e 2 casi nel forlivese. Il focolaio è identificabile in un areale delle colline faentine ed il servizio fitosanitario ha già provveduo ad abbattere le piante colpite attuando un protocollo di prevenzione e monitoraggio. Al momento la situazione è sotto controllo ma visto la veloce diffusione è necessario agire tempestivamente.
    http://agronotizie.imagelinenetwork.com/difesa-e-diserbo/batteriosi-dell-actinidia-contributi-in-arrivo-in-emilia-romagna-10106.cfm

    Olivo: rogna
    http://www.sito.regione.campania.it/agricoltura/difesa/fitopatologia/olivo/olivo_rogna.htm


    Cancri e moria dell'albicocco causati da batteri del genere Pseudomonas syringae pv. syringae
    http://www.regione.piemonte.it/agri/ita/news/pubblic/quaderni/num7/ar20-07a.htm

    Alto Adige:
    P. syringae, agente di marciume della polpa delle mele.
    Danni per batteriosi nelle drupacee sono stati rilevati per ora in Alto Adige solo sul ciliegio e sull'albicocco, ma mai sul susino. L'agente batterico isolato era sempre e solo la pathovar Pseudomonas syringae syringae.
    Pseudomonas syringae pv. syringae è notoriamente in grado di colonizzare molte specie vegetali. Dicono: Non è al momento chiaro il meccanismo che regola la la comparsa della virulenza di questo batterio.
    Beee......

    RispondiElimina
  8. Mi domandavo appunto come mai l'erba nel mio giardino avesse quelle sfumature di "ruggine" avevo la sensazione che fosse una cosa strana.
    ...Eppure non è secca, non può essere secca...con tutta la pioggia che ha fatto... Adesso so a cosa è dovuto quello strano colore dell'erba.
    Questo articolo conferma le mie sensazioni e mi da anche una chiara spiegazione.
    Bravi e grazie.

    RispondiElimina
  9. Per la liguria (minuscolo volontario) molti bollettini meteo hanno previsto cielo sereno e sole, ma il sole è occultato da una spaventosa coltre di scie tossiche e, mentre scrivo, proseguono decine e decine di passaggi. La rete di scie è sempre più fitta.

    RispondiElimina
  10. Nienteecomesembra, è evidente che con le piogge torrenziali e con lo Pseudomonas intendono affossare l'agricoltura e la frutticoltura. La carestia è l'incubo dietro l'angolo.

    Ciao

    RispondiElimina
  11. Sì, Bacab, i contenuti di questo articolo sono avallati da moltissimi studi.

    RispondiElimina
  12. http://www.youtube.com/watch?v=UhcHtm08fR8

    RispondiElimina
  13. http://www.youtube.com/watch?v=nxgPx4TWMWg&feature=related

    RispondiElimina
  14. Non so cosa pensare riguardo a quell'insiders, ma, ho trovato questo http://it.calameo.com/read/00016375277101cdae48f
    salvato e stampato, non si sa mai.

    Pace.

    RispondiElimina
  15. Ringrazio tutti gli amici per la costante presenza e mi scuso per questo mio periodo di "latitanza", ma con mio padre (neoplasia cerebrale) completamente inabile in un letto (ora a casa), stiamo facendo i salti mortali per assisterlo notte e giorno. Purtroppo mio fratello, mia mamma ed io siamo soli ad affrontare tutto questo e quindi il tempo per dormire, lavorare ed occuparsi dell'attivismo è ridotto all'osso. Quindi vogliate accettare le mie/nostre scuse, ma non pensiate che il nostro impegno per la causa sia per questo diminuito. Ci siamo e ci saremo, costantemente.

    RispondiElimina
  16. Oggi hanno tessuto reti wireless a base di bario sino al tramonto. Un paesaggio da incubo.

    RispondiElimina
  17. ma ci mancherebbe, la famiglia è la cosa più cara che abbiamo nella vita, in bocca al lupo, e grazie per quello che fate!

    RispondiElimina
  18. Tra l'altro, a me sembrate più attivi che mai! Avanti così e auguri per vostro padre :)

    RispondiElimina
  19. L'articolo sullo P.syringae, questo microscopico nemico quasi invisibile, è ineccepibile, anche dal punto di vista tecnico. Sta indebolendo e devastando i territori e la vegetazione, dalle quercie (alberi notoriamente resistenti e massicci, ricoperti invece di muffe con le sommità spelacchiate e prive di fogliame) ai rovi (arbusti che non patiscono quasi nulla e che già a fine giugno apparivano depauperati con le foglie giallo-marrone). Non parliamo di tutto il resto.

    Per quanto riguarda ciò che accade nel frattempo, l'altro giorno davo una rapida occhiata al sito della Gendarmeria Europea (che va sotto il sinistro nome di Eurogendfor): pare che tra le loro funzioni o interessi vi siano il controllo, attraverso apposita banca dati, dello stato di salute mentale di varie categorie della popolazione, come quella comprendente l'infanzia/adolescenza, i luoghi di lavoro, ed altri. Probabilmente al Nuovo Ordine Mondiale occorrono appigli o falsi indizi, che cercheranno negli angoli più reconditi, per il cosiddetto "programma di prevenzione contro la criminalità ed il terrorismo". Già: secondo il metro di misura utilizzato da un Sistema basato sul controllo serrato della popolazione fin nelle abitudini più intime, i nemici pericolosi sono le persone normali che lavorano, vanno a scuola, ecc...
    Tra l'altro viene fatto anche riferimento alla carta di identità elettronica. Tanto i possessori del documento non contraffatto continuerebbero ad essere i "fessi" ovvero tutti i cittadini onesti, come già accade ora, sui quali i controlli sarebbero ancora più tenaci, mentre i peggiori furfanti avrebbero modo di continuare a delinquere come e più di adesso.

    Chiudo con un affettuosissimo saluto.

    RispondiElimina
  20. Oggi era meglio se restava coperto,
    verso le 10,00 il cielo si è improvvisamente aperto mostrando un delirio di scie,non vi dico i bestemmioni,maledizioni e auguri malefici tirati verso chi stava pilotando quei stramaledetti aerei.
    Straker di che scuse parli?.
    Siete sempre presenti nonostante il terribile momento,credo che tutti i seguaci del blog vi vogliano bene e spero tanto che questa energia positiva verso di voi serva a qualcosa.
    Grazie per quello che fate.

    RispondiElimina
  21. ho letto che la scia di fumo vista in california, riportata poi su tutti i media "ufficiali", ha spinto moltissima gente, milioni di persone a fare ricerche sulle contrails su internet. indovinate un po': il sito "contrailscience.com" ha avuto il boom di visite. è addirittura andato in overload per le milioni di visite ricevute. un bella fortuna per la disinformazione....

    RispondiElimina
  22. Ma quali scuse! Forza fratelli Marciano' siete piu' unici che rari!! Un mio piu' caloroso abbraccio. Vi sono vicino...continuate cosi!! ;-)

    RispondiElimina
  23. Certo, ci mancherebbe altro, Straker. State vivendo momenti non belli, quindi...

    Volevo solo ringraziare Zret per il link al blog PiermaFrost che ha riportato ieri nei primi due commenti di questo post.

    Proprio oggi, in quel blog, hanno pubblicato un nuovo articolo. Già l'ho commentato dandogli i miei auguri di buona continuazione nella loro opera di informazione.

    RispondiElimina
  24. Grazie a te, Luka ed a tutti gli altri sodali.

    Ciao

    RispondiElimina
  25. Arturo scrive... ho letto che la scia di fumo vista in california, riportata poi su tutti i media "ufficiali", ha spinto moltissima gente, milioni di persone a fare ricerche sulle contrails su internet. indovinate un po': il sito "contrailscience.com" ha avuto il boom di visite. è addirittura andato in overload per le milioni di visite ricevute. un bella fortuna per la disinformazione....

    Quando l'altro giorno ho letto che quella scia veniva definita "contrail" PUR NON ESSENDO CONTRAILS le scie rilasciate dai missili, ma il risultato della combustione del trimetilalluminio, ho capito che il tutto poteva essere un'abile operazione di marketing. Purtroppo avevo ragione.

    Grazie a tutti per la stretta ed affettuosa vicinanza.

    RispondiElimina
  26. Arturo, è stato un espediente molto efficace.

    RispondiElimina
  27. Ragazzi, giusto il tempo di segnalarvi il nuovo articolo del blog "PiermaFrost" e l'essermi iscritto tra i followers di quel blog, ecco che tra questi si è iscritto un disturbatore. Basta cliccare sull'icona ( che non è altro che la faccia di Rosario con il simbolo di divieto ) e vedrete l'elenco dei suoi preferiti.

    Che pidocchi!

    RispondiElimina
  28. Ottimo video con riprese ad altezza...scie

    http://www.youtube.com/watch?v=SNfdsakIE18&feature=related

    RispondiElimina
  29. l'inquietante eurogendfor:
    http://vedosentoeparlo-bacab.blogspot.com/2010/11/linquietante-eurogendfor.html

    forse nessun'altra forza militare nel mondo ha gli stessi privilegi di questa, non deve rispondere a nessuno, ed è intoccabile...vedremo in futuro.

    RispondiElimina
  30. il "signor" Luca Mercalli ha appena annunciato alla trasmissione di "Fazio-so" che domani la pianura padana sarà ancora in prevalenza "grigia" per "nebbie sollevate"...traduzione: "passaggio di aerei chimichi sollevati da terra"

    Vedeste che cielo oggi qua in Emilia-Romagna! Non ci stanno facendo vedere il Sole se non per pochi sprazzi schifosamente velati, da almeno un anno...Il cielo blue, con vere nuvole bianche e ben delineate, i ragazzi nati negli anni '90 non sanno neanche cosa voglia dire...non possono neanche riconoscere l'anormalità di questi cieli già bianchi alla mattina presto per le infinite irrorazioni notturne... Non si vedono manco più le stelle di notte, con i cumuli di nuvole artificiali conseguenti a irrorazioni notturne e le varie velature o come dice Mercalli "nebbie sollevate".

    PS: un in bocca al lupo a Zret e Straker, per la difficile situazione famigliare, avete considerato sicuramente tutte le alternative per cercare di aiutare vostro padre (non conosco il livello di avanzamento della malattia allo stato attuale), avete considerato MMS 2 e/o TerapiaSimoncini

    RispondiElimina
  31. Rosario e Antonio, anche io ci sono costantemente anche se qualche stronzo ha pure pensato che fossi sparito, morto o, peggio, al soldo della disinformazione.

    RispondiElimina
  32. Oggi era meglio se restava coperto,

    Confermo dalla Toscana interna.

    Arturo , con sempre belle intuizioni di ricerca.


    A Zret e Straker,

    tempo di lasciare spazio di commenti e info a chi è con voi perché voi siete stati con noi e da anni e senza sosta,

    e sosta nemmeno ora.


    Ho avvertito molto scontento tra non pochi scienziati, che secondo me sono stati convinti di essere salvatori, del pianeta naturalmente, o dell'umanità, ma le condizioni per l'umanità stanno scricchiolando, e non solo per i bipedi.....

    il grande inganno – su ogni piano, forse piano piano si capirà...oppure di botto.


    Tel Aviv, ha messo in dubbio la reale efficacia di questi metodi di inseminazione. In particolare, gli studiosi hanno analizzato circa 50 anni (!!!) di cloud-seeding nella zona del Mar di Galilea, in Israele, utilizzando sia i dati dei periodi di inseminazione e non inseminazione, che i dati di precipitazione registrati nella zona in questione e nelle zone adiacenti.

    Confrontando le statistiche delle precipitazioni rispetto ai periodi di semina, è emerso che le variazioni nelle piogge non sono riconducibili tanto alle tecniche di cloud-seeding, quanto alle variazioni delle strutture meteorologiche presenti nell'area in questione......

    quindi, caso mai cosa si combina????

    E perché si fa?




    http://www.net1news.org/aumentare-la-pioggia-con-linseminazione-delle-nubi-dubbi-sullefficacia.html

    RispondiElimina
  33. se questo rilascia una scia chimica : http://www.youtube.com/watch?v=4A0t4og0K88&feature=player_embedded
    preferisco ricevere un paio di Pseudomonas syringae!

    RispondiElimina
  34. Ciao.

    NienteEcomesembra, condivido quanto hai saggiamente espresso.

    Tra gli inventori ce ne sono certamente alcuni non mossi da cattiveria o volontà di fare del male, ma tant'è. Nel momento in cui ci si dedica ad attività delicate come le manipolazioni (in sostanza, giocare a fare Dio con qualcosa di cui non si ha il merito, come ogni intervento sulla natura) non ci si può permettere il lusso di tralasciare la cosa più importante, le conseguenze, prima ancora di imbarcarsi in qualunque innovazione che potrebbe apparire allettante ma anche causa di grandi mali. Da qui la definizione di "scienziati pazzi". Questa grave mancanza viene sfruttata dai malfattori, ai quali non si deve alcun merito creativo ma che sono pronti a raccogliere il frutto dell'altrui invenzione per scopi distruttivi. Pensiamo al caso Tesla.

    L'uomo ha sempre avuto enormi capacità creative, a volte ha fatto bene e a volte male: per le MANIPOLAZIONI l'ago della bilancia si incrina pesantemente verso il male, corredato con le più assurde e fasulle giustificazioni.

    Nel caso particolare di quello che sta accadendo - e che è il motivo dell'esistenza di questo blog -, la peggior forma di manipolazione in scala globale che si sia mai vista, non ci sono scusanti, tantomeno per chi occulta e depista: è fatto per molti scopi e sicuramente nessuno di essi è per il nostro bene. Un'operazione sporca, malefica e diabolica resta tale comunque la si voglia camuffare.

    Carissimi saluti.

    RispondiElimina
  35. Mi riferiscono che la TV di Stato Rumena ha parlato ampiamente di chemtrails e pare che la cosa abbia generato un certo scompiglio, nel paese. Se qualcuno riesce ada vere ulteriori informazioni...

    RispondiElimina
  36. "Nebbie sollevate" è dicitura, Wakeup, da aggiungere nel glossario dei meteo-disinformatori.

    Mi è giunta notizia che anche in Moldova (ex Moldavia) le scie tossiche sono all'ordine del giorno.

    Ginger, Nienteecomesembra, con il pretesto di incrementare le piogge, ne combinano più di Carlo in Spagna.

    Ciao a tutti.

    RispondiElimina
  37. Zret, Straker, i rumeni che lavorano con noi sono di Bacau e vedono le scie da almeno tre anni. Ma le conoscono come scie di condensa e quindi per loro é tutto normale. Gliene ho parlato ma a loro interessano i soldi per comprarsi o costruirsi una casa. Per il resto é come parlargli di un film qualsiasi. Hanno la cultura della terra, delle coltivazioni, dell'allevamento animale, le semenze le comprano ormai dalla caduta di Ceaucescu, il che vuol dire che gliele hanno sostituite più velocemente che da noi sopratutto negli angoli più sperduti della Romania.
    Niente di nuovo, per il filmato della TV Rumena proverò a chiedere...

    RispondiElimina
  38. http://www.youtube.com/watch?v=kPeAYZSnU3U

    Nei "bei" tempi di Clinton, una vecchietta denunciava l' esistenza di un grosso problema nei cieli del Kentucky..

    RispondiElimina
  39. Come se i cosidetti "nazisti" anche in quell'epoca, non fossero appoggiati dagli americani stessi e gli inglesi, allora di Churchill..
    In effetti in Romania non risulta esserci molto attivismo, ma se il poco è buono.. A giudicare dalle vomitevoli trasmissioni stile "e se domani" che invece va in onda nell' italietta.. Le somme non cambiano

    RispondiElimina
  40. Per i Romeni la cosa piu' importante è il denaro poi viene il resto,gli ogm imperversano e la fertile terra romena è stata contaminata con la merda chimica della Monsanto,società dedita all'avvelenamento della terra e dei suoi abitanti.
    Spero con tutto il cuore che esista un giudizio divino e non la buffonata umanoide di pseudogiustizia solo per i poveretti.

    RispondiElimina
  41. Ciao Damocle, purtroppo é così.
    Siamo in pochi a provare dolore e soffrire per la distruzione della nostra terra.
    Il muro di gomma sa, tace e forse neanche soffre.

    RispondiElimina
  42. Damocle, lo spero anch'io.

    Faraday, essi non provano alcuna emozione né sentimento. Le macchine sono più umane.

    RispondiElimina
  43. I Rumeni, troppo avidi di denaro, presto rumineranno amaro.

    RispondiElimina
  44. La Romania è qui! L'aspetto bestiale di questa storia (mi riferisco alla vicenda che ci ha coinvolto nostro malgrado) è la completa assenza di supporto da parte della unità sanitaria sanremese e questo dopo che essi stessi hanno cagionato un'emorragia che non si sarebbe di certo verificata se non fossero intervenuti con antiaggreganti su un soggetto che già in passato aveva sofferto di questo problema (e lo sapevano). Non contenti lo hanno dimesso con una emorragia in corso (e lo sapevano) e solo grazie alle nostre conoscenze siamo riusciti ad evitare che ci morisse di lì a poche ore. A tempo debito racconteremo questo ennesimo caso di "mala sanità" all'italiana.

    RispondiElimina
  45. Quando si diventa vecchi si è un peso economico non più "produttivo" per arricchire gli schifosi in cima alla piramide sfruttatrice,meglio farli morire il prima possibile possibilmente prima che raggiungano l'età della pensione così il rendimento è massimo.

    RispondiElimina
  46. Le aziende sanitarie mirano al profitto. Questa è la triste fine della sanità italiana.

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis