venerdì 15 ottobre 2021

Domande e risposte

Qual è il ruolo di certe figure che molti pensano siano dalla parte dei cittadini, come il famoso chimico Corrado Malanga, il noto psichiatra Alessandro Meluzzi, l’alto prelato Monsignor Viganò. Fino a che punto possiamo fare affidamento su di loro?

Precisiamo che non possiamo trasmettere la verità, ma soltanto invitare ad essere accorti e ad approfondire. Senza dubbio molti degli argomenti addotti da costoro sono validi, molte delle loro battaglie condivisibili, ma crediamo che in primo luogo sia errato delegare ad altri non solo l’azione, ma anche dare sempre, per così dire, la parola. Si giustifica l’inerzia del singolo, la si alimenta. Inoltre è anche sbagliato cercare degli oracoli: addirittura rileviamo che alcuni chiedono ai vari attivisti di predire il futuro. Assodato che nessuno può conoscere con precisione l’avvenire, semmai indicare possibili sviluppi, anche in questo caso si dimostra scarsa autostima e carente indipendenza, perché ognuno dovrebbe usare il suo discernimento per orientarsi in una realtà che è oggettivamente complessa.

Sono persone preparate ed eloquenti, le cui idee e prese di posizione di solito sono lodevoli. Tuttavia intravediamo qualche ombra: lo scienziato, in questi anni ha elaborato una dottrina che, nei suoi fondamenti, non privi di contraddizioni, non è poi così lontana dal tracotante antropocentrismo promulgato dalla Massoneria.

Sia lo psichiatra sia il porporato, poi, pur analizzando con lucidità la situazione attuale, scivolano sulla classica buccia di banana, quando fanno appello all’ausilio della Vergine Maria, anche evocando, nel caso del presule, le presunte apparizioni di Fatima. E’ stato dimostrato, oltre ogni ragionevole dubbio, che nel 1917 a Fatima non apparve la madre di Gesù, di conseguenza tutta la teologia e le interpretazioni escatologiche che sono state scaturite da quelle epifanie e delle “profezie mariane” sono fuorvianti, come il culto della Madonna che non ha basi scritturali. Last but not least, nessuno di loro dedica spazio, nei diversi contributi, al problema per eccellenza, ossia la geoingegneria clandestina che pure è uno degli strumenti principali con cui potrà essere attuata la grande ristrutturazione economica, politica e sociale (il cosiddetto “great reset”): com’è noto i disastri meteorologici e climatici sono reali, ma non provocati da uno strombazzato incremento del biossido di carbonio in atmosfera, ma da armi ad hoc. Comunque su questi divulgatori preferiamo sospendere il giudizio, in attesa di acquisire ulteriori elementi di valutazione.

Veramente dobbiamo aspettarci una carestia o comunque un periodo in cui i prezzi dell’energia e di molti beni primari aumenteranno in modo esponenziale, causando grosse difficoltà alle famiglie?

Temiamo di sì. In ogni caso, bisogna evitare di vedere in questo nuovo 29, la ripercussione indesiderata di decisioni folli ed avventate, ad esempio, le sanzioni contro la Federazione russa: come nel caso della pseudo-pandemia, assistiamo ed assisteremo alla realizzazione di un progetto preciso, un piano che, attraverso le crisi all’interno dei singoli Stati e le tensioni fra le superpotenze, mira a condurre il pianeta verso la Terza guerra mondiale, scopo cui la Cupola non riteniamo abbia rinunciato. E’ un collasso produttivo in buona misura programmato per cui di volta in volta saranno additati i capri espiatori, ad esempio i portuali che, protestando contro le decisioni assunte dal governo, bloccano il flusso delle merci.

E’ risaputo che i “vaccini” sono dannosi, se non letali, perché, tra le altre cose, contengono grafene, ma anche chi ricorre ai tamponi è in pericolo?

I tamponi rinofaringei sono un “rimedio” peggiore del male: oltre ad essere invasivi, possono essere contaminati da batteri, funghi o dallo stesso grafene. Con gli altri esami si può estrarre ed archiviare il DNA… Chi ha orecchie per intendere intenda. Inoltre i tamponi avallano, con i loro risultati completamente falsi, la farsa della “pandemia”.

Chi evita le inoculazioni è al sicuro? Probabilmente no, anche se rischia molto meno. Non sappiamo se i “vaccinati” possano essere contagiosi, non per un inesistente virus o per la “proteina arpione” (spike), ma perché portatori di patogeni (parassiti) inoculati in loro con i “vaccini”. Paventiamo anche la possibilità che i filtri magici possano essere somministrati in modo surrettizio, magari in cereali o ortaggi transgenici o con le attività di biogeoingegneria: alcune caratteristiche e certe conseguenze dei sieri sono molto simili a quelle del Morgellons

Un’ultima domanda: esistono vie d’uscita?


Vietata la riproduzione - Tutti i diritti riservati.

Sponsorizza questo ed altri articoli con un tuo personale contributo. Aiutaci a mantenere aggiornato questo blog.

La guerra climatica in pillole

Le nubi che non ci sono più

Per una maggiore comprensione dei fenomeni legati alla guerra ambientale in corso, abbiamo realizzato l'Atlante dei cieli chimici.

Chi è Wasp? CLICCA QUI

CHEMTRAILS DATA

Range finder: come si sono svolti i fatti

42 commenti:

  1. Beh rosario sei veramente drammatico così una persona perde ogni speranza e gli vien voglia di tagliarsi le vene. O no?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'articolo è a firma di Antonio che, abitualmente, non si lascia mai i sassolini nelle scarpe.

      Elimina
    2. Questo è il modus scribendi di Zret, non di Rosario.
      Un avveduto “cospirazionista” (e mai termine fu più sbagliato, se riferito a chi comprende i reali complotti orditi ai danni della Vita sul pianeta) impara ad osservare con attenzione qualsiasi dettaglio gli sia possibile, per poter giungere a delle ragionevoli e, possibilmente, oggettive conclusioni circa determinati fenomeni o manifestazioni della realtà.
      Ancora una volta concordo con quanto esposto in questo post.
      Alcuni anni fa avemmo modo di parlare con Antonio e Rosario di uno dei personaggi riportati sopra (che ad un certo punto del suo percorso di studi e di rivelazioni, cambiò stranamente registro) e di come il six-tema potrebbe facilmente liberarsi, qualora lo ritenesse necessario, di individui considerati scomodi, o che rivelano verità di capitale importanza.
      A questo mondo più una persona è famosa, più è innalzata ai fasti della gloria, e più c’è da stare attenti a ciò che dice e a dove vuole portare la gente.
      Purtroppo la realtà è assolutamente falsa, ingannevole, terribile.
      Ci vuole coraggio a guardarla in faccia, senza girarsi dall’altra parte (non serve a niente, anzi) e senza far passare chi parla senza lingua biforcuta per pazzo complottista.
      Ritengo che ciò che io chiamo “Intelligenza del Cuore” possa aiutarci a trovare il giusto cammino, a sceverare il bene dal male, la luce dalle tenebre.

      Elimina
    3. «L'articolo è a firma di Antonio»

      Interessante.

      Quindi, riassumendo, secondo il fratellonzo imparato:
      1) «i "vaccini" sono dannosi, se non letali», perciò non si è di certo vaccinato;
      2) «i tamponi rinofaringei sono un "rimedio" peggiore del male», ne consegue che si rifiuta di farli;
      3) il Sars-CoV-2 sarebbe «un inesistente virus», per cui non può essersi ammalato di Covid-19, figuriamoci essere guarito da esso da meno di sei mesi.

      Conclusione: 'o professore non può avere il Green Pass.

      Ma allora come è mai possibile che lo facciano entrare a "insegnare" nel liceo in cui ruba lo stipendio?

      Elimina
    4. Anche tu poni delle domande? Bene! Scrivici un articolo. Magari su "Open".

      Elimina
    5. Io secondo te porrei «delle domande», quando invece ne ho posta una sola. E a tale domanda solo voi due acconguaglioni potete rispondere, non certo "Open" o i suoi lettori.

      In più, la risposta a questa domanda è quella cui anelano, sbavando, tutti i tuoi seguaci scodinzolanti: quindi, orsù, visto che ti guardi bene dal negare che il tuo fratellonzo si reca regolarmente al liceo dove "insegna", non fare il prezioso e svela a tutti quanti il trucco che usa Tonino per "lavorare" senza avere il Green Pass...

      Elimina
    6. Piuttosto tu come fai ad avere queste informazioni?

      Elimina
    7. Che un dipendente pubblico vada a lavorare o meno non è certo un segreto di stato, i licei non hanno entrate segrete sotterranee per il personale e le persone, studenti compresi, sono per lo più dotate di un senso chiamato "vista".

      Che Tonino non dovrebbe voler fare, né tanto meno aver fatto, il Green Pass si deduce dalle sue, e tue, affermazioni su pandemia e virus (presunti "inesistenti"), nonché sui vaccini e i tamponi (presunti "letali" o addirittura peggio).

      Infine, che al liceo Cassini di Sanremo i docenti sprovvisti di Green Pass non entrano neppure per partecipare alle riunioni del collegio docenti è ben spiegato in questo articolo de "Il Secolo XIX":
      "Al liceo Cassini di Sanremo un insegnante, sprovvisto di Green pass, non ha potuto prendere parte al collegio docenti riunito questa mattina in presenza dal dirigente Claudio Valleggi.
      Secondo il preside, «la persona all'ingresso ha esposto un’esenzione». Ma siccome si tratta di un documento che non va mostrato alla scuola ma alle autorità competenti per l'eventuale dispensa dal pagamento dei tamponi «non è potuto entrare. L’insegnante – ricorda a titolo di esempio il preside dello liceo classico, scientifico e linguistico sanremese – deve avere il Green pass ma la scuola non è tenuta a sapere come lo ottiene. Può anche decidere di non fare il vaccino e non è tenuto a spiegare nulla. Se il motivo è una patologia certificata farà i tamponi ogni 48 ore a spese dell’Asl. Se invece è una decisione presa magari per timore o per una posizione ideologica, li farà a spese sue.» […]
      ".

      Ora, considerata la reticenza nel rispondere alla mia domanda, si deve giungere alla conclusione più ovvia e cioè che, alla faccia delle vostre dichiarazioni deliranti, voi due siete i primi a non credere alle scemenze che propalate.
      Per cui Zretbino, con il tuo consenso se non incitamento, si è piegato alla ragion di bancomat: il Green Pass lo ha, e lo usa, eccome.

      Elimina
    8. Neanche sotto la minaccia delle armi ci faremo punturare e tu sei un poveraccio. Continua a farti le seghe, che è meglio.

      Elimina
    9. Axlman è un povero stupido schiavo ossequiente, patetico e illuso nel pensare di influenzarci...
      Che ci fanno il grafene e l'Hydra vulgaris nei vaccini? Li hanno messi lì per il nostro bene?!?
      Fai pena.

      Elimina
  2. Perdonate la prolissità e l’inesattezza che seguiranno, la perentorietà stessa di certe affermazioni, ma non resisto a non commentare la domanda se esiste una via di uscita.

    Non esiste via di uscita se non attraverso un progressivo distacco dagli eventi e poi dalla propria stessa sorte.

    Non sono cattolico, ma riconosco esservi anche nella dottrina del cattolicesimo preconciliare importanti barlumi sapienziali ereditati dal nucleo della preesistente tradizione spirituale, sebbene rivestita in una differente “foggia dottrinale” accortamente nascosta nel più ampio rivestimento della menzogna teologale.
    In sostanza, ora si tratterebbe di interiorizzare il messaggio portato da Alfonso Maria de’ Liguori (1696 – 1787) ultimo tra quegli eredi dell’antico stoicismo latino che ha attraversato differenti riforme cultuali infondendo in ogni successiva confessione di fede l’antica Ratio o Atarassia, necessaria ad ogni Spirito intenzionato a realizzare qui e ora una legittima presa di coscienza posta di fronte a questo abbaglio multiplo o anche ottenebramento complesso che è l’esistenza ordinaria.

    Liguori trascrisse un diario esemplarmente titolato “Apparecchio alla morte”, poiché come afferma: “Noi compatiamo coloro che muoiono di subito, e non si trovano apparecchiati alla morte: e noi perché poi non procuriamo di stare apparecchiati, potendo anche a noi accadere lo stesso?...Vogliamo aspettare ad apparecchiarci a morir bene, quando la morte sarà già vicina? Bisogna dunque fare al presente quel che vorremo aver fatto in morte”.

    Un messaggio assai difficile da interiorizzare, specialmente per i più giovani, ma questo sembrerebbe essere il tempo fatale in cui un Ciclo, interamente ricurvo su sé stesso, sembra quasi rappresentare una sorta di scorpione leggendario intenzionato a trafiggersi col proprio aculeo volendo porre termine al proprio tempo, al tempo che egli stesso è, deformato dalla necessità di rinnovarne il corso.

    Dovrebbe essere evidente che noi, l’umanità tutta riflette tale velenosa deformità e adesso, addirittura, tale abnorme alterazione s’industria a produrla in serie brevettandola come rimedio salvifico...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mamma mia! Pelle d'oca, condivido i concetti riportati, certo li avrei espressi con minore fervore, grazie🙏

      Posso condividere?

      Elimina
  3. ...Qui e ora culmina l’inganno epocale, la soluzione sperimentale è la madre di ogni inganno, è davvero la fede incondizionata nelle nuove tenebre e a breve per quanti non intendono acconsentire all’inoculazione potrebbero rendersi necessarie scelte drastiche, ma nessuna risoluzione avrà davvero significato finché saremo visceralmente immedesimati nell’identità solo psichica in cui ci hanno condizionato a riconoscerci, perché se non intuiamo di essere innanzitutto sovracoscienza rivestita di una sostanziale finzione, allora nemmeno la morte risolverà nulla, poiché riguarderà solo il passaggio estremo da una cella ad una altra, sebbene situata in una dimensione maggiormente rarefatta e lì stazioneremo in attesa che l’essenza indefinibile che qui ci ha animato sia nuovamente “prelevata” e condensata per interpretare un altro ruolo in questo atroce gioco d’immedesimazione energetica.

    Prepararsi alla morte non significa rassegnarsi al dover morire, non significa nemmeno genuflettersi sprofondando in sfatte contrizioni, e, tantomeno, significa come invece raccomanda caldamente il Liguori, d’invocare diuturnamente l’Altissimo Creatore, ma, prepararsi alla morte consiste nell'autoeducazione ad una “ispirata dissolvenza”, depurata da ogni indizio e vizio di avvilimento o senso di intima sconfitta, intuendo (rimasti finora incogniti a noi stessi) l’affrancamento dello Spirito che siamo come una conquista e liberazione dalla narcotizzante trappola mentale in cui è caduto (siamo caduti).

    Non esisterebbe altra via di uscita da tutto ciò.

    Adesso ci troveremmo nel culmine della contraffazione, realizzata dalla materializzazione dell’incubo transumano, del drammaticamente caricaturale uomo trans-istor, fluido e cibernetico.

    Ciò che è veicolato dai media come informazione non educa lo Spirito, non occorre a ridestarlo dal suo torpore, ma serve unicamente a condizionare le menti ad accogliere e abituarsi ad una preordinazione avvilente.

    Questa umanità è ancor meno che patetica, anche rimanendo dalla parte della ragione che non intende piegarsi al ricatto istituzionale, suo malgrado rimane comunque disprezzabile per come trasuda patetismo, per come rivela una rivendicazione svilita e il cui indizio vitale denota prevalentemente solo l’isteria di una sovrana impotenza, che ancora per poco è costituzionalmente garantita.

    Ritengo che ci abbiano già messi nel sacco...tutta l’umanità dico è stata sigillata dentro un vero e proprio "sacco elettromagnetico artificiale" che solo un vero cataclisma epocale potrà disgregare e tutti noi con esso.

    Il controllo del clima è già realtà da due decenni almeno e il controllo della psiche è realtà certa almeno da cinquant'anni: la pop-ipnosi al momento risulta invincibile.

    Fra coloro che gridano libertà sarei davvero curioso sapere quanti hanno eliminato ogni identità sui profili social.

    La massa che invece nemmeno avverte la stretta della tenaglia cibernetica, la cosiddetta maggioranza assuefatta alle aride ragioni demenziali avanzate dalla narrativa ufficiale, sembra costituire quasi una sorta di immenso killer dormiente, pronto per essere attivato da specifici comandi subliminali e riversare i peggiori istinti nichilisti sul nuovo nemico che la televisione gli saprà indicare.

    Gli uomini ora si trovano tutti ammassati dentro l’avveniristica prigione sperimentale, la maggioranza è completamente ottenebrata, ignara della trappola percettiva amplificata dalle modulazioni contraffatte dell’innovazione e dimostra di essere pronta a contrastare ferocemente chiunque intenda sconfessarle la nuova fede del progresso in cui è stata persuasa a confidare.

    Credo sia evidente come le persone diano ormai per scontato che il loro avvenire debba essere forzato alla simultaneità digitalizzata, perciò dimostrano di essere svuotati del senso stesso dell’avvenire.

    L’eggregora del nostro tempo è il non-avvenire = algoritmo; ed è proprio sopra di noi e sicuramente annidato dentro molti di noi.

    Spero di essere solo un esagerato pessimista

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so per quale ragione il mio Spirito s’inabissò nell’Oscuro, per quale ragione fu trascinato in una Ptosis (πτῶσις) estintiva della mia sacra Essenza in sconosciuti dimenticati vortici senza fine.
      Ma ora ho compreso e non ho pace, poiché non ricordo da dove vengo e sto piangendo la tragedia della Vita.
      Ma combatterò SEMPRE.

      Elimina
  4. La realtà è questa e la dualità è finita, ci stanno avvelenando da anni attraverso cibo, acqua, tubature di acquedotti in eternet e adesso è tempo di cominciare ad autoprodursi e abbandonare supermercati e multinazionali, piuttosto cercarsi coltivatori se ancora non si ha un orto o si vive in città e fare attenzione alla provenienza del cibo ..ma tt ciò che scrivi è vero e già

    RispondiElimina
  5. Vi segnalo un video di ieri : https://rumble.com/vnsi1x-receipts-patents-expose-medical-devices-in-jab-injectable-computing-system.html nel quale Karen Kingston spiega brevemente dove reperire i brevetti della tecnologia usata nei vaccini direttamente dal sito ufficiale di Moderna, dando una spiegazione definitiva a tutti i video nei quali gli scienziati (ne ho contati almeno 5, ben censurati dal mainstream) danno prova della presenza di componenti dannosi e sofisticati dentro al vaccino (come i nanotubi di carbonio).

    Ringrazio Niopà Guio per la segnalazione.

    https://rumble.com/vnsi1x-receipts-patents-expose-medical-devices-in-jab-injectable-computing-system.html

    RispondiElimina
  6. Non è corretto dire che non è possibile conoscere con precisione l’avvenire, è possibile se si è addotti da un suggeritore, c'è chi la chiama memoria aliena attiva (e poi ci potrebbero essere anche altri modi chissà).

    RispondiElimina
  7. Guardate il telefilm del 1957 "La meteora infernale": il contatto con questa "roccia" pietrifica il sangue. E' quello che accade con il grafene nelle vene dei punturati.

    Un geologo trova una strana roccia di origine meteorica in una zona desertica della California. Incuriosito la porta nel proprio ufficio. Quella notte un colpo di vento fa cadere una bottiglia d'acqua sulla roccia, che comincia a sfrigolare e sembra prendere vita. Il giorno dopo il capo-geologo Dave Miller ritorna in ufficio e lo trova distrutto da una enorme massa di roccia nera. Il suo aiutante è morto, e giace pietrificato. In seguito anche una bambina viene a contatto con la strana roccia nera del deserto e sviluppa i sintomi della pietrificazione.

    https://it.wikipedia.org/wiki/La_meteora_infernale

    RispondiElimina
  8. Viva Viganò, ma il regno di Cristo re, boh, non saprei cosa vuol dire, sono troppo terreno.
    Viva Meluzzi perché forse risveglia qualche televidente, ma a me non ha insegnato nulla, se non quando parlò bene della massoneria (sono tutti fratelli);)
    Malanga non l'ho mai sopportato, la sua ricerca dell'alieno interiore mi è sempre sembrata un po' assurda, roba da indemoniati moderni, però, col suo lavoro sulla piramide di Cheope e il sistema idrico-acustico mi ha incantato: svela gli inganni degli ufficialisti e da una spiegazione dei misteri di quelle costruzioni.
    _______________
    Sui salvatori della patria ho pure dei dubbi: in un anno nessuna categoria di intellettuali ha battuto ciglio, ora, a popolo ibridato col grafene e dna artificiale qualcuno si è svegliato, forse per salvare la faccia.
    Come è possibile le uniche categorie di risvegliati in italia siano i camionisti e gli scaricatori di porto? Non saranno pilotati pure loro?
    Quindi supportiamoli ma sempre con riserva.
    _______________________
    In questo articolo Antonio (bravo!) deve aver colto nel segno se rispuntano gli attacchi ad personam contro di lui !!!!!

    RispondiElimina
  9. La "COSA", la forma di vita aliena che, autoassemblandosi, cresce nell’organismo umano.
    Secondo le ricerche del dott. Zalewsky, che si affiancano a quelle di altri medici citati nell’articolo (d.ssa Carrie Madej – cfr. precedente post), il vaccino contiene delle “uova”, che sembrano schiudersi in presenza di grafene:
    https://thefreedomarticles.com/covid-vaccine-life-form-aluminum-carbon-pfizer-comirnaty-shot/.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Trattasi di Hydra Vulgaris OGM: ha parti del corpo completamente di alluminio!!
      Una specie di bio-robot controllabile a distanza, immagino...

      Elimina
  10. Non mi stupisco, perché ho rintracciato un articolo pre-covid dove si studiano le proprietà dell'Hydra Vulgaris inserendole dentro delle nanoparticelle di metallo.
    Nell'articolo si dice che per gli umani potrebbe essere pericoloso immettere metalli (ma va?) e allora si ha aggregato a questi nanoelementi , nella fase sperimentale sull'Hydra, del Glutatione, che andrebbe a contratstare effetti dannosi sulle cellule.
    Il glutatione o GSH è prodotto dal corpo umano ma lo si può anche assumere per via orale.
    Vi dice qualcosa?
    La famosa Tachipirina contrasta il glutatione, e sarebbe la "cura" contro il virus.
    Quindi, a voler pensar male:
    nei vacchini mettono nanoelementi che sono pericolosi;
    il glutatione aggregato negli esperimenti con l'Hidra,aiuterebbe i nanoelementi a non inficiare le cellule;
    ti dicono di assumere la Tachipirina che invece abbatte il glutatione.
    Due più due fa quattro o sbaglio?

    Zenzero

    RispondiElimina
  11. Abbiamo già detto che quei demoni non concedono alternative ai mucchini: solo un ingenuo potrebbe crederlo, un individuo che non si è ancora reso conto con chi abbiamo realmente a che fare.
    E sappiamo che i loro piani sono stati portati avanti nel corso della storia in gran segreto, di modo che i popoli non se ne potessero avvedere.
    Una tela di ragno tessuta lentamente, con gran pazienza, con perizia ed attenzione.
    Ma oggi che si sono impadroniti di tutto e che sono riusciti in gran parte nel loro intento di ipnosi malefica di massa, non si nascondono neanche più ed agiscono sfacciatamente alla luce del sole.

    I tamponi, come già spiegato da Rosario in un precedente articolo, contengono anch’essi veleno per gli umani e sono quindi uno strumento di sterminio.
    Ho trovato qualche altra informazione in merito per quanto concerne gli studi di un laboratorio ospedaliero di Bratislava in Slovacchia; non si parla di grafene, né di parassiti (Hydra) comunque è bene prendere in considerazione qualsiasi ricerca al riguardo; tanto più che anche questi sostengono che è in atto un genocidio.

    Da costoro è stata eseguita un’analisi dei test stick PCR da novembre 2020 a marzo 2021 su campioni in prova (in set SD Biosensor, Abbott, Nadal).
    Si è scoperto che i bastoncini di cotone che vengono inseriti attraverso il naso fino al cervello sono progettati per impiantare nel corpo DARPA Hydrogel (progetto della DARPA, Defence Advanced Research Projects Agency, un’agenzia di ricerca e sviluppo del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti, responsabile dello sviluppo di tecnologie emergenti per l’utilizzo da parte di militari)

    La parte apicale delle fibre dei PCR è di nylon e contiene sfere DARPA Hydrogel e litio (sostanze da loro rinvenute anche mascherine standard FFP2).
    Con la sua rottura (che distruggere l’epitelio delle membrane mucose) si ha la dispersione del contenuto nella cavità nasale e nella zona vicino al cervello, sotto l’ipofisi e la ghiandola pineale; questo provoca un totale massacro di globuli rossi e forma coaguli nel sangue in pochi secondi.
    Inoltre, a contatto con i liquidi corporei (come la saliva), questa miscela inizia a formare in pochi minuti strutture cristalline rettangolari spaziali 3D, che crescono e si moltiplicano (non viene in mente il film "La meteora infernale", ricordato da Rosario?) nella direzione del campo magnetico.
    Vale a dire che nella cavità nasale esse crescono e prendono di mira la pineale, che possiede un suo proprio campo magnetico.
    I cristalli sono conduttivi per la presenza di litio e possono ricevere il segnale dal trasmettitore alla cella e viceversa.
    QUINDI SONO NANOANTENNE! (prosegue)

    RispondiElimina
  12. (continuazione) Il litio a basse dosi blocca la pineale, a dosi elevate la può distruggere completamente.
    Anche alluminio e mercurio sono ampiamente utilizzati nei vaccini ed hanno effetti tossici su questa ghiandola.
    Essa produce la serotonina (l’ormone della felicità), controlla il bioritmo umano, ha un ruolo nella salute del sistema immunitario ed è cruciale per una maggior attività cerebrale (creatività, lungimiranza) e per le interazioni sociali umane.

    DARPA Hydrogel è una sostanza artificiale, transduttore tra il segnale elettromagnetico e la cellula vivente (=> il tessuto => l’organo e quindi il corpo intero).
    Converte, cioè, un segnale elettromagnetico proveniente da un trasmettitore in un segnale, che la cellula vivente comprende ed al quale risponde.
    E’ stato dimostrato che, iniettandolo nelle strutture nervose di (poveri) scarabei, questi sono divenuti radiocontrollabili.
    In definitiva l’idrogel DARPA con il litio blocca e distrugge la pineale, trasformando l’umano pensante in un biorobot controllabile.
    L’idrogel è vettore di una sostanza attiva, utilizzato per condurla nella parte del corpo desiderata. I vaccini contengono DARPA Hydrogel, litio ed informazioni genetiche.
    Messenger RNA (o mRNA) non è una novità non testata. Infatti è stato utilizzato come doping nell’allevamento e per i migliori atleti; e riduce notevolmente la durata della vita.

    Le informazioni genetiche nel vaccino portano alla formazione dei un mutante brevettato.
    Quindi un essere umano vaccinato è brevettato (chi ne sarà il proprietario?) ed il DNA viene gradualmente modificato dopo la vaccinazione; sarà quindi costretto – secondo il sogno delle forze oscure – ad aggiornarsi regolarmente proprio come un programma per computer.
    Ecco il perché di vaccinazioni ricorrenti.

    Piccola nota in calce: questo gruppo di studio ha scoperto che nel test l’aggiunta di invermectina (un efficace farmaco antiparassitario per vermi intestinali, acari parassiti), pidocchi) ha causato la scomparsa, immediata, completa e permanente, delle strutture cristalline DARPA Hydrogel.

    RispondiElimina
  13. Caro Zret: Lei ha scritto questo: "Tuttavia intravediamo qualche ombra: lo scienziato, in questi anni ha elaborato una dottrina che, nei suoi fondamenti, non privi di contraddizioni, non è poi così lontana dal tracotante antropocentrismo promulgato dalla Massoneria." Prima di pronunciarmi vorrei chiederle: quali sarebbero le contraddizioni di Malanga? E poi sarebbe anche coraggioso mettere nome, cognome e anche foto (il grado di cultura si capisce dallo scritto) così ci si può confrontare ad armi pari.

    RispondiElimina
  14. https://laforzadellaverita.wordpress.com/2021/05/10/i-tamponi-pcr-covid-sono-uno-strumento-di-genocidio/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 👍👍👍 Io avevo sentito un video. Grazie!

      Elimina
    2. Il video che ho visto è recente, l'articolo è di maggio, quindi probabilmente le analisi di allora non avevano ancora individuato la presenza di grafene e Hydra nei mucchini. Ciao.

      Elimina
  15. A proposito di Malanga, aggiungo questa nota.

    Per quanto riguarda la critica nei confronti del chimico pisano, l’incongruenza principale del suo modello (ma nessuna dottrina filosofica e nessuna teoria scientifica è immune da un indice più o meno alto di contraddittorietà) mi pare la seguente: la Coscienza, che per definizione, dovrebbe consuonare con la consapevolezza, per prendere coscienza di sé (?), si crea degli ostacoli, l’insieme delle situazioni negative che possiamo definire “Male”, per evolvere, per affermarsi. Invito qui a notare che, mutatis mutandis, il modello elaborato da M., non privo di idee interessanti, ripropone il pensiero del filosofo tedesco Fichte. Fichte, com’è ovvio, usa una diversa terminologia, ma, come M., concepisce un Io puro che pone sé stesso: per affermarsi si contrappone al diverso da sé (il mondo/la natura che forma il Non-Io). In questa dialettica, qui appena delineata, si esprime la libertà dei vari io finiti, gli individui. La libertà è intesa come impluso ad agire, come fine che motiva l’etica. Sono evidenti le somiglianze tra la filosofia di Ficthe e quella di M. - si condividano oppure no - accomunate dall’antropocentrismo e dall’importanza che assume l’idea di libertà/cocreazione. L’Idealismo di Fichte e soprattutto quello di Hegel fu criticato da Schopenauer, in riferimento alle concezioni ottimistiche che tendono a giustificare l’esistente, senza spiegare né la genesi né la funzione del Male, di per sé ignorato o ridimensionato, se non negato.

    RispondiElimina
  16. Circa il tòpos delle "cure domiciliari", osservo ciò.

    In certi discorsi credo di individuare degli errori di fondo, di natura concettuale e strategica. Ad esempio, che quasi tutti i divulgatori continuino a citare le cosiddette “cure domiciliari” costituisce uno scivolone che rischia di far crollare tutto. Nel momento in cui menzioni terapie a domicilio contro il fantomatico “covsars2”, invece di specificare che sono interventi contro patologie di altra natura (non di rado una normale influenza), quando non sono problemi provocati dai cosiddetti “vaccini”, avalli la versione ufficiale che sappiamo essere del tutto falsa, quella del coronavirus, un semplice virus del raffreddore, che avrebbe causato la letale “pandemia”. Se vuoi eliminare una mala pianta, non basta tagliarne le foglie, ma la devi sradicare. Diversamente si rischia di rimanere nel guado, in bilico tra verità e luoghi comuni, con il risultato che si confonde l’opinione pubblica già frastornata dall’”informazione” organica al sistema. Insomma, bisogna abituarsi a dire pane al pane, vino al vino, costi quel che costi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Proprio così, Antonio. Eliminare la causa, risolve i mali. Senza calare altri veli che oscurano, complicano ed alterano ulteriormente la verità delle cose (per i non avveduti).
      Altrimenti si sguazza continuamente nel pantano asfissiante della falsa pandemia, della menzogna gloBALLE.

      Elimina
  17. Risposte
    1. ma...uno in sonno, ipotizzo, dovrebbe andare a pesca e farsi i fatti suoi: guai a chi si impiccia, se ho capito qualcosa.
      Se sta sempre in scena a mettere becco su tutto è perché fa la parte del buono.
      ...
      o no?

      Elimina
  18. Era già di pubblico dominio da tempo, comunque, quest'articolo è del 2007:

    https://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2007/08_Agosto/07/massona_fede_sala_vip.shtml

    RispondiElimina
  19. Ma chi siete voi Marcianò che criticate a destra e a manca e censurate chi critica voi ? Ho mandato un commento per nulla offensivo ma semplicemente critico verso chi ha scritto questo articolo, ma non è stato pubblicato, ho riprovato ben due volte ma niente. Chi cazzo è da voi il moderatore, la Lamorgese per caso ? Non mi sembrate così liberi e onesti intellettualmente come date ad intendere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fabbro, il tuo commento non era apparso. Non siamo censori.

      Critica pure, purché in modo costruttivo.

      Elimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione prima della loro eventuale pubblicazione.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...