lunedì 17 aprile 2017

Siccità biblica in Italia



Furono avvertite tempo fa le varie associazioni di agricoltori che ora si disperano e si stracciano le vesti: se continuerete ad ignorare la geoingegneria clandestina, in particolare tutte le operazioni che provocano siccità, impedendo le piogge con le inseminazioni igroscopiche delle nubi basse, vi ritroverete con i raccolti falcidiati dalla carenza, anzi assenza di precipitazioni. E’ quello che è successo ed ora pare troppo tardi per intervenire: dall’aridità alla carestia il passo è breve…

Agricoltori costretti ad irrigare il grano: "In aprile non era mai successo". Fiume in secca come in piena estate. Coldiretti preoccupata: a rischio i raccolti.

"Se mi avessero detto che ad aprile avrei dovuto irrigare il grano, non ci avrei creduto". È il commento del presidente della Coldiretti di Rovigo, Mauro Giuriolo, sul protrarsi dell'allarme siccità in Polesine, dove si sta registrando un’inquietante assenza di precipitazioni.

"Da dicembre ad oggi - ricorda allarmato Giuriolo - sono caduti solo 80 millimetri di pioggia, di cui la maggior parte nella prima settimana di febbraio".

A preoccupare è anche la portata dei fiumi: "L'Adige, secondo le rilevazioni eseguite a Boara, ha segnato i meno 4,15 metri cubi al secondo ed i sifoni toccano ormai il fondo sabbioso del fiume, rendendo vana la loro azione. Addirittura i sifoni sono stati chiusi a Rosolina dove il cuneo salino ha già superato la barriera antisale".

La siccità, che sta superando ogni record storico negativo registrato negli ultimi vent’anni, obbliga i coltivatori ad irrigare i campi, ma l'acqua è sempre più scarsa. "La situazione è paragonabile a quella del periodo estivo, ma in primavera le piante attraversano una fase cruciale per la buona riuscita delle produzioni".

Fonte: polesine24

Articolo correlato: Allarme siccità in Italia, 2017


Vietata la riproduzione - Tutti i diritti riservati.

Sponsorizza questo ed altri articoli con un tuo personale contributo. Aiutaci a mantenere aggiornato questo blog.

La guerra climatica in pillole

Le nubi che non ci sono più

Per una maggiore comprensione dei fenomeni legati alla guerra ambientale in corso, abbiamo realizzato l'Atlante dei cieli chimici.

Chi è Wasp? CLICCA QUI

CHEMTRAILS DATA

Range finder: come si sono svolti i fatti

57 commenti:

  1. Tra l'altro, e qui mi affido alle vostre osservazioni per eventuali conferme o smentite, quando piove sembra provocato: sulle Alpi occidentali ha fatto piogge anche forti negli ultimi mesi, ma sono state sempre associate ad un forte puzzo di ammoniaca che prende alla gola e le nubi sembrano "sciolte". Non so se capita anche ad altri di sentire questa puzza, ma a me fa un effetto molto irritante in gola.
    Quando le nuvole vengono distrutte invece, le puzze sono diverse e ho invece la sensazione di polvere nella gola e nel naso. In questi casi le puzze vanno dal cheving gum (tipo big bubble) allo sterco di gallina, ai pastelli che usavo quando coloravo da bambino (quelli normali, non quelli a olio).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io avverto invece scie di distruzione cumuli: sempre tipo puzza di bruciato misto ad ammoniaca. Quelle di mantenimento appena avvertibili all'olfatto.

      Elimina
  2. Insomma, piogge o sole sempre tanfo dalle ... Logge.

    Ciao

    RispondiElimina
  3. ot, Giulietto Chiesa maledetto bugiardo...

    https://www.youtube.com/watch?v=WqNZpL0SA3g

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fingono di non sapere perché e come. Nessun accenno ai velivoli civili e si fanno belli con gli studi degli altri.

      Elimina
    2. Secondo questi quindi il meraviglioso progetto Teller sarebbe la spiegazione?
      Ma come ci si può fidare di ciò che ci dice qualcuno che così ammette di mentirci da decenni?

      Inoltre non sta in piedi, basta ragionare con la testa e non con le terga: ci dicono che ci sarebbe un riscaldamento globale causato dall'anidride carbonica?
      Bene, ragioniamo con la testa.

      Ci propongono di ovviare con la "tellerata", e cioè:
      1) usando aerei, che bruciano carburanti fossili producendo quantità enormi di inquinamento e... calore ed anidride anidride carbonica
      2) spargendo così sostanze più o meno tossiche nell'atmosfera (fantastico per la salute, era meglio il riscaldamento)
      3) le sostanze e i carburanti vanno prodotti in modo industriale, utilizzando energia con produzione di sostanze inquinanti (anche se si tratta di rinnovabili: pannelli solari, pale eoliche o altro bisogna pur costruirli e smaltirli) e... calore ed anidride carbonica (in caso di uso di combustibili fossili)
      4) le sostanze e i carburanti vanno trasportati fino agli aerei, con produzione di inquinamento e... calore ed anidride anidride carbonica
      5) lo strato di sostanze sparse nell'atmosfera non creano uno "schermo" bianco rilfettente, ma grigio/marrone, cosa verificabile da chiunque andando in montagna o facendo un volo per guardarlo dall'alto: quindi non riflette, ma assorbe calore, con il risultato di avere del pulviscolo bollente direttamente in atmosfera

      Bella idea, eh? per eliminare gli effetti l'anidride carbonica se ne produce altra in quantità industriale, più altro calore e inquinamento.
      Se davvero ci fosse un problema di CO2 e questa gente ragionasse con la testa, proporrebbe invece ciò che ha già imparato un bambino di 6 anni, e cioè ELIMINARE l'anidride carbonica con la fotosintesi clorofilliana: smettere di distruggere le foreste facendo anche ricrescere quelle pluviali, e smettere di distruggere la vita marina (quella vegetale utilizza la fotosintesi anch'essa).

      Elimina
    3. ho la sensazione che stiano entrando nella fase disclosure, peccato che le vere ragioni ovviamente sono occultate..
      mi chiedo se il sig chiesa sia consapevole delle stronzate che dice...."solar radiation management", certo come no.

      Elimina
    4. Sono anni che definiamo Chiesa un Gatekeeper e mi pare che i fatti confermino tutto.

      Elimina
    5. Chiesa mena il can per l'aia da anni. La sabbia nella clessidra è finita.

      Elimina
  4. Ma cosa dite mai? Ieri qua a Bologna ha piovuto eccome! Cubetti di ghiaccio grossi quanto gianduiotti, per dieci minuti buoni, il tutto corredato da cielo elettrico e phon africano. Tutto regolare, no?

    RispondiElimina
  5. Ma il controllo neuronale non era una fantasia complottista? meno male che questa volta sono i media di regime a parlarne. Complimenti per la riuscita del prelievo in quota. Buona siccità a coloro che si sono sempre girati dall'altra parte per non vedere ovvero le care associazioni agricole e pseudoambientaliste.
    Buonanotte resistenti

    RispondiElimina
  6. Scusate ho dimenticato di inserire il link


    http://www.ilfattoquotidiano.it/2017/04/17/usa-super-soldati-con-la-stimolazione-elettrica-del-cervello/3528125/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono più avanti di quanto vogliano far intendere.

      Elimina
    2. Lo ammettono pure!!!! Persino con uso di farmaci neurostimolanti! !!!!! Non servirà a comandarli come han fatto con coloro che si fanno esplodere? Nooo.

      Elimina
  7. Ma certo che lo sono avanti, adesso arrivano i filosofi a raccontar panzane e ci fanno pure dei seminari, dove erano nel 1992 quando tutti erano presi da tangentopoli e intanto pianificavano quello che poi dieci anni dopo (2002) ha sottoscritto quello di Arbore ... e ... basta con queste manfrine! Del so tutto io, adesso ci vogliono fare credere razionalmente che "dio è morto dal freddo quando era il padrone della legna"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'umanità è morta, la natura è agonizzante ed ancora dobbiamo sentire certe fumosità...

      Elimina
  8. Ieri e oggi c'hanno dato dentro di brutto! Alzarsi al mattino e aprire le persiane è diventato un incubo!

    RispondiElimina
  9. Asseverandum tamen Nobis est multa adhuc ad hoc spiritualis renovationis iter urgendum praestanda esse.

    RispondiElimina
  10. E gli stessi agricoltori e contadini che piagnucolano o si inalberano per l'assenza di piogge credendo che sia tutto un caso, ti voltano le spalle quando provi a dare una spiegazione. Tanto sei solo una giovane ragazza ultima arrivata, è la TV che conta, mica una persona senza lauree e senza cariche

    RispondiElimina
    Risposte
    1. cara An Gel, benvenuta fra noi. finalmente la presenza di un'altra figura femminile ci onora. Coldiretti è stata avvisata dai f.lli Marcianò ma invano. sono parte o completamente succupi del sistema.
      altro che forconi!!

      Elimina
    2. Rosario speriamo, anche se sta veramente diventando tardi, sempre ai limiti di tutto bisogna arrivare. La natura non è così...

      pantos grazie sono onorata io di imparare e comunicare con voi; è tosta sciogliere le convinzioni sbagliate, ma bisogna farlo. Questo vale anche per la Coldiretti e pincopallino, sono troppo corrotti e indemoniati

      Elimina
    3. Ah qui stanotte si sono distrutte tutte le viti, lavoro di un anno andato. C'era circa -4! È sempre per la geoingegneria clandestina vero?

      Elimina
  11. Stanotte qui han cominciato alle 2 di notte!!!! I numerosi cumuli enormi dopo ore si stanno dissolvendo

    RispondiElimina
  12. In Lombardia invece a parte domenica con supercarica di igroscopiche, negli ultimi giorni nuvoloni a fiocchi e forte vento, nessuna scia in vista.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oggi apparentemente nessuna scia anche da me e cumuli "panna montata".

      Elimina
  13. Urge scorta formato famiglia di Maaaaaalox

    Quattro tavoli di lavoro per mettere in campo misure concrete sul tema delle fake news saranno ospitati alla Camera venerdì 21 aprile (Montecitorio - Sala della Lupa - ore 11) e sarà presente anche il CICAP, rappresentato dal suo segretario nazionale Massimo Polidoro.
    ***

    Dal Ministero dell'Istruzione a Facebook, dalla RAI a Confindustria, dal CNR alla FIEG, dalla Polizia Postale alla CRUI.
    39 sigle in tutto verranno a presentare proposte e misure concrete che hanno intenzione di attuare per arginare il fenomeno della disinformazione.

    La Presidente della Camera, '''Laura Boldrini''', aprirà il confronto tra gli esperti dei quattro settori interessati.

    In particolare, al tavolo dedicato ai temi della Scuola, l'Università e la Ricerca interverranno: Giuseppe Pierro del Miur (Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca); Valter Malorni dell'Istituto superiore della Sanità; Massimo Inguscio, presidente del Cnr (Consiglio Nazionale delle Ricerche); Paolo Veronesi, presidente e Donatella Barus, direttrice della Fondazione Umberto Veronesi; Massimo Polidoro, segretario nazionale del Cicap (Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sulle Pseudoscienze); Gaetano Manfredi, presidente della Crui (Conferenza dei Rettori delle Università italiane); Roberta Lanciotti, portavoce del Forum nazionale delle associazioni studentesche.
    Moderatore: Walter Quattrociocchi.

    Al tavolo coi rappresentanti del mondo digitale parteciperanno Diego Ciulli, public policy Google; Laura Bononcini di Facebook Italia; Riccardo Capecchi, Segretario generale di Agcom; Licia Califano dell'Autorità garante della privacy; Silvia Brena, cofondatrice di Vox (Osservatorio italiano sui diritti); Nunzia Ciardi, direttrice della Polizia postale; Vincenzo Cosenza di Blogmeter; Matteo Flora, fondatore di The Fool.
    Moderatore: David Puente.

    Per quello delle imprese ci saranno Alfonso Dell'Erario, responsabile comunicazione di Confindustria; Lorenza Manessi, capo ufficio stampa Confartigianato, in rappresentanza di Rete imprese; Francesca Alfano, responsabile formazione di Coldiretti; Stefano Bassi, presidente di Ancc-Coop (Associazione Nazionale Cooperative di consumatori); Giovanna Maggioni, direttrice Generale di UPA (Utenti Pubblicità Associati); Luigi Mastrobuono, direttore di Confagricoltura per Agrinsieme e Alleanza delle cooperative italiane; Carolina Mailander, consigliere Assorel (Associazione imprese di comunicazione e relazioni pubbliche); Raffaele Paciello, consigliere nazionale Ferpi (Federazione relazioni pubbliche italiana).
    Moderatore: Michelangelo Coltelli.

    Infine, per i media, saranno presenti Fabrizio Carotti, direttore generale Fieg (Federazione italiana editori giornali); Maria Latella di Sky Tg24, Il Messaggero e Radio 24; Ida Colucci, direttrice del Tg2; Antonio Di Bella, direttore di Rai News 24; Riccardo Luna, direttore di Agi; Luigi Contu, direttore di Ansa; Peter Gomez, direttore de ilfattoquotidiano.it; un rappresentante dell'Ordine dei Giornalisti; Federica Gentile, di Rtl; Gianluca Di Feo, vicedirettore de La Repubblica; Raffaele Lorusso della Fnsi (Federazione Nazionale Stampa italiana); Paolo Liguori, direttore di Tgcom24 per Mediaset; Antonio Polito, vicedirettore del Corriere della sera; Francesca Sforza de La Stampa; Alexander Jakhnagiev, direttore dell'Agenzia Vista.
    Moderatore: Paolo Attivissimo.

    L'appuntamento sarà trasmesso in diretta webtv qui: http://webtv.camera.it/evento/10993

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco l'associazione a delinquere al lavoro. Complimenti vivissimi!

      Elimina
    2. Ecco dove lavorava Paolo Attivissimo prima di diventare l'"esperto" della Boldrini: http://www.top-one-uk.com/

      Elimina
    3. [...] Dal 1997 al 2001 ha curato una rubrica settimanale d'informatica sulla Gazzetta dello Sport. Impiegato per vario tempo alla "Top One UK Ltd" (Macchinari per macinare le cose)...

      Elimina
    4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    5. Lotta alle fake news?
      Splendido! Inizino dalle loro, autoficcandosi in galera, poi magari se ne inizia a parlare.
      Giusto un paio di esempiucci:
      https://www.investireoggi.it/economia/previsioni-pil-italia-sovrastimate-tre-volte-piu-germania/
      https://ilmanifesto.it/scuola-gli-annunci-del-governo-e-la-realta-dei-fatti/

      Elimina
    6. Io una soluzione contro il Boldrini's Fan Club... l'ho trovata.

      Elimina
    7. Tutta la setta dei negazionisti al completo, gli autori di fake news e la masnada dei più ignoranti fra gli ignoranti sotto l'egida di Donna Prassede-Madame Boldrini. Se un meteorite potesse decidere dove cadere, saprebbe dove dirigersi.

      Elimina
    8. Un po' di spazio nel girone degli ipocriti si può ancora trovare.

      Elimina
    9. Attivissimo fa obbiettivamente schifo, ma chi lo erige ad "esperto" "superpartes" ancor di più!

      Elimina
    10. non ci sono parole. e lo fanno in Parlamento!!!!!!!!!!!!

      Elimina
    11. cito Lolli:

      ...va bene che il parlamento non conta niente,
      ma non è proprio il posto per certa gente!

      _______

      Invece il film vaxxed al parlamento non lo hanno fatto proiettare, caso mai nel tempio delle libere opinioni qualcuno per sbaglio se ne formi una.

      Elimina
  14. ...intanto vento forte e cielo quasi normale. Cumuli da bel tempo e temperature nella norma. Com'é le fabbrichette e le brum brum con il vento non ci sono? Il traffico é sempre quello...con la differenza che con il vento, I bastardi, dell aeronautica non rilasciano per non sprecare tutto quel ben di dio chimico.
    Ps: strano, inoltre, che con il vento si vedono pure in maniera nitida le montagne e le colline; coltre tossica quasi azzerata! STRANO DAVVERO.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hanno pure difficoltà nel volare col vento a bassa quota.

      Elimina
  15. E l'umidità al 40% che con la pioggia sale al 50%. Ci stanno disseccando oltre che avvelenando. Maledetti!!!!

    RispondiElimina
  16. Uno Stalker in meno. E' deceduto Angelo Nigrelli. Ne da notizia il diffamatore-geologo Aldo Piombino. Anche a lui la magistratura ha salvato il culo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nigrelli ha avuto anche il coraggio di gioire della morte di mio padre. Ora se la vedrà con lui.

      Elimina
    2. Fu lui l'anello di collegamento tra gli stalkers veneti del C.I.C.A.P. e la città di Sanremo. Wasp o anche waspdue, Mario Lipuma etc., al secolo Angelo Nigrelli, con attività di copertura tipografo. Nigrelli, uno dei disinformatori più subdoli e scurrili ha agito indisturbato per anni, disseminando calunnie, diffamazioni e contenuti scatologici a iosa.

      Elimina
    3. Citazione: "Voleva andare a processo, solo che ora non troverà un giudice massone a lisciargli la barba, ma il Supremo giudice barbuto che gli ficcherà un forcone tra le natiche e lo inzupperà tra le fiamme dell' inferno".

      Elimina
    4. condoglianze vivissime alla famiglia e sentite felicitazioni a tutti gli onesti del mondo.
      e la ruota gira... (e non parlo di demassis)

      Elimina
  17. Ora in diretta la Boldrini ed i baldanzosi quadrumviri: http://webtv.camera.it/evento/10993

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione prima della loro eventuale pubblicazione.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...