martedì 13 febbraio 2007

Scie chimiche: esposto-denuncia del Presidente regionale del Codacons

Il quotidiano Il Gazzettino ha pubblicato un esposto-denuncia prsentato alla Procura della Repubblica compentente per territorio. L'esposto è stato redatto dall'avvocato Claut, presidente regionale del Codacons. E' evidente che il professionista ha deciso di assumere tale iniziativa, in quanto il problema delle scie chimiche è reale ed inoppugnabile. Da rilevare che l'esposto non accenna a teorie o ad ipotesi, ma contesta fatti, anzi reati precisi, con l'esplicito riferimento a quote basse, dove, come è noto, le scie di condensazione non si formano. Analoga denuncia sporgemmo l'anno scorso alla Procura della Repubblica di Milano, senza, però, esito alcuno. Ora ci prova l'avvocato Claut. Speriamo sia più fortunato. Considerando la situazione manzoniana della giustizia che contraddistingue il "bel paese" (e non solo), ce ne vorrà molta.

IL GAZZETTINO
Domenica, 11 Febbraio 2007

Esposto dell’avvocato Claut, presidente regionale del Codacons.
Nel mirino i cargo in volo sopra la Base

Tossicità, aerei americani denunciati

(i.g.) Aerei militari, basi americane, scie tossiche, patologie in crescita: tutto questo è contenuto nella denuncia depositata in Procura dall'avvocato pordenonese Vitto Claut, presidente regionale del Codacons . Nell'esposto il legale chiede l'avvio d'indagini anche al fine di ottenere il risarcimento del danno morale subito. Inoltre, domanda che venga svolta un'apposita perizia sulla composizione delle acque, del terreno e delle colture, senza dimenticare le infrastrutture, soprattutto nella zona circostante la base di Aviano che potrebbe avere una diretta relazione con i fenomeni delle emissioni tossiche. L'obiettivo finale della denuncia? «Valutare - spiega Claut - l'eventuale presenza di percentuali, sopra le soglie di sicurezza, di alluminio, bario e quarzo».

Non è la prima volta che le scie tossiche lasciate da aerei americani finiscono nel mirino (in Canada s'iniziò ad affrontare il capitolo nel '98), ma è una novità assoluta la trasformazione di questi elementi in atto di denuncia. «Non possiamo ignorare - aggiunge - che nelle aree interessate al fenomeno in altri Paesi Nato si sono riscontrati perdita di memoria breve, disturbi alle vie respiratorie, depressione, insorgenza di morbi». Quanto alle ipotesi, Claut elenca quella più accreditata: «Da testimonianze, riprese fotografiche e video si è propensi a pensare ad aerei cargo militari Nato, per lo più da rifornimento, fatti volare a basse quote».

Clicca QUI per leggere l'articolo sul Gazzettino.

2 commenti:

  1. Tanti auguri all'Avv. Claut per quel suo gesto di buona volontà! Egli, per via del mestiere che esercita, conoscerà la Magistratura italiana sicuramente molto meglio del sottoscritto. Ma anch'io, nel mio piccolo, ne ho fatto la conoscenza per motivi fortunatamente futili. Meglio non averci mai a che fare, per tutto l'oro di questo mondo.
    La sua pratica giacerà a pigliar polvere sul tavolo dell'ultimo PM arrivato e dopo qualche tempo verrà archiviata in uno dei numerosi e corposi faldoni che ingolfano gli archivi delle 'preturine'. Questa è la mia profezia.
    Auguri, auguri di cuore!

    RispondiElimina
  2. Conosciamo bene i nostri tribunali e sappiamo come funziona. Sarà un'altra pratica sommersa dalla polvere. Pazienza. Noi non demordiamo.

    Un cordiale saluto e grazie!

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione (esclusi gli utenti autorizzati) prima della loro eventuale pubblicazione.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis