martedì 6 agosto 2019

La strategia della pentola a pressione



Potrebbe essere proficuo staccarsi dall'abitudine di star ad ascoltare soltanto quello che risulta subito chiaro. (M. Heidegger)

Un’altra estate, l’ennesima, all’insegna delle manipolazioni climatiche: le conseguenze sono quelle ormai arcinote, anche se la maggioranza dell’opinione pubblica non si è accorta dei cambiamenti in atto. La siccità è divenuta una costante, grazie ad un’alta pressione sovente artificiale ed al concomitante annichilimento delle perturbazioni. Sta succedendo anche in Russia dove vaste aree della Siberia bruciano a causa di un innaturale incremento delle temperature ed alla dispersione in atmosfera di SO2 (biossido di zolfo).

Si può definire la strategia della pentola a pressione, cioè per lungo tempo si inibiscono le precipitazioni – quasi del tutto spariti persino i classici temporali di calore – poi all’improvviso, si molla la presa ed ecco che si scatenano in tutta la loro veemenza nubifragi, grandinate e trombe d’aria. Le piogge improvvise, tumultuose e concentrate in zone circoscritte, però, in genere non sono di giovamento, perché il suolo arido non riesce ad assorbire l’acqua caduta nell’arco di pochi minuti. Spesso le coltivazioni sono inondate, la frutta crivellata dalla grandine, gli alberi schiantati…

E’ una tattica consolidata che funziona alla perfezione. Funziona soprattutto giacché convince i sudditi stolti e creduloni che i cosiddetti “cambiamenti climatici” e/o il “riscaldamento globale” sono provocati dalle emissioni di biossido di carbonio che, in realtà, è il gas della vita. I media mostrano con metodi terroristici i ghiacci della Groenlandia che si sciolgono, gli incendi che divorano la taiga. Persino l’astro-attore Luca Parmitano, dal set cinematografico, manda delle immagini che evidenziano l’avanzata dei deserti dovuta, a suo parere, ai soliti gas serra. Sono le consuete mistificazioni date in pasto al popolino ottuso.

Le vere cause degli sconvolgimenti climatici e delle calamità militari NON naturali sono accuratamente ignorate e nascoste anche da chi si avventura nel territorio di argomenti scomodi, come i danni delle vaccinazioni, dei campi elettromagnetici, le immonde scelleratezze della classe “politica” e di chi la controlla. La “geoingegneria clandestina” continua ad essere tabù, così come l’espressione “scie chimiche” (meglio “tossiche” o “letali”) che, in buona misura, equivale alla prima definizione. La lotta contro la “guerra climatica” è sempre più tutt’uno con la sfida contro la disinformazione… ed è una sfida impari, anche se necessaria.

Articolo correlato: La nebbia che uccide

Vietata la riproduzione - Tutti i diritti riservati.

Sponsorizza questo ed altri articoli con un tuo personale contributo. Aiutaci a mantenere aggiornato questo blog.


La guerra climatica in pillole

Le nubi che non ci sono più

Per una maggiore comprensione dei fenomeni legati alla guerra ambientale in corso, abbiamo realizzato l'Atlante dei cieli chimici.

Chi è Wasp? CLICCA QUI

CHEMTRAILS DATA

Range finder: come si sono svolti i fatti

28 commenti:

  1. Anche la pentola a pressione ha un limite di tenuta. Mi chiedo quale sia quello della biosfera. Per quanto magnanima e potente, non so per quanto madre natura riuscirà a mantenere un qual precario equilibrio in piedi, come quello attuale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti temo che ormai si sia giunti ad un punto di non ritorno.

      Elimina
    2. L'età media sta tornando ai livelli del medioevo, vedo 30-40-50enni cadere come birilli, improvvisamente. Per non parlare dei bambini. Stanno massacrando l'umanità.

      Elimina
    3. ...penso una "cazzata"....ma siamo davvero sette miliardi di persone ?

      Elimina
    4. ...a parte qualche decina di milioni di esseri non umani..per non dire altro che dominano il resto degli esseri animali terrestri

      Elimina
  2. OT datato

    nella povera Sicilia (Italia) le cacche miliardarie
    a fare i cazzi loro

    https://www.deluxeblog.it/post/129662/google-al-verdura-golf-resort-ospiti-i-big-del-colosso-americano

    RispondiElimina
  3. Sterminio nemmeno tanto velato di esseri umani voluto dai signori del mondo, tutto deve essere pronto per il nuovo mondo tutto a suo posto e in ordine, l'uomo non serve più ci sono i robot androidi, quindi che fa se spianano bimbi, donne, anziani, uomini neanche quarantenni e già col sistema respiratorio compromesso a vuta, tutto fa brodo ai signori del nwo, massoni, politici, banchieri, militari, agenti, tutto bestiame al loro servizio, madre natura è poi in un stato confusionale totale, non riuscendo a far proseguire il corso natural durante del creato iniziale, è in avanzato stato di caos.. Sconvolgimenti ovunque.. Direi che manca poco massimo 2030 e tutto finirà.
    Grazie sempre Ros e Antonio per il lavoro che fate

    RispondiElimina
  4. Ormai non se ne può , più è un gioco alla roulette, sempre, più gente si ammala, il cielo di celestino o bianchiccio, le persone , come se accettassero questo cambiamento climatico dovuto all' effetto Co2, inconsapevole che c'è ben altro sotto, e chi sa si sente impotente,tante battaglie in passato sono state fatte ma inutilmente.lo stato non ci tutela ed andrà tutto alla malora.Hanno studiato bene i metodi per ingannare i popoli e, farli fuori.Crimine contro l' umanità!

    RispondiElimina
  5. Il mondo visto all'incontrario:

    http://www.ansa.it/canale_ambiente/notizie/inquinamento/2019/08/06/aria-piu-pulita-in-italia-negli-ultimi-40-anni_14fb17f2-0f8b-4d0d-a693-02113ab788d1.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...."visibilità orizzontale in atmosfera, molto condizionata dall'inquinamento atmosferico e cruciale in diversi ambiti come il traffico aereo."....appunto !!

      Elimina
  6. Ho notato che negli ultimi anni, e me ne rendo conto soprattutto alla fine di un viaggio in autostrada, l'auto risulta pulita quasi come all'inizio del viaggio. In estate fino ad una ventina di anni fa il parabrezza era mitragliato da migliaia di insetti spiaccicati dall'impatto. Ora sopravvivono solo specie nocive e alloctone, dannose per l'ecosistema, l'agricoltura e sovente pure per l'uomo portando virus anche letali. La natura è azzerata, non più Madre ma schiava, umiliata ed offesa ad opera di élites perfide. Ciò che spargono nell'aria sta avvelenando ed estinguendo le specie più piccole e tra qualche anno toccherà a noi, temo....

    RispondiElimina
  7. ...poveri vecchietti..qui è una strage col caldo vero ...ma sempre adulterato....dall'"inquinamento del traffico aereo"..al momento la "finestra di overton" dei vecchietti che cadono si è focalizzata nella mia zona...una decina nel vicinato conosciuto.Ho sempre in mente quando,agli inizi della questione chemtrails in un video dicesti,Rosario, : "...scrematura della popolazione.." ! L'INPS è in sofferenza !

    RispondiElimina
  8. Ah, ecco una "splendida" foto di come viene agghindato il cielo...
    https://www.centrometeoitaliano.it/notizie-meteo/maltempo-la-protezione-civile-dirama-allerta-meteo-per-la-giornata-di-domani-ecco-le-citta-interessate-77644/amp/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io quelle celle non le vedo più in zona almeno da mezzo decennio.

      Elimina
  9. oggi in tv calcano molto sui familiari delle vittime del ponte, ho visto qualche volto contrito, fanno discorsi, devono rafforzare nel telespettatore il meme dei morti nel crollo. Quando poi gli dici che i morti non ci sono sai che indignazione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...i famigliari o le persone che vogliono sapere "altro" da dire in tv li allontanano..mentre fanno parlare quelli "pro sistema mediatico" ovviamente. Bisognerebbe stare vicino agli operatori della tv e alzare la voce per chiedere, sempre, come mai non abbiamo visto ancora il video del crollo...

      Elimina
    2. La RAI ha intervistato uno dei parenti delle "vittime" del ponte Morandi. Significativo questo frammento di intervista.
      Intervistatore: "Lei è la cognata di Roberto Robbiano".
      Intervistata: "Esatto. E' una persona splendida. E' dieci anni che lo conosco... ehm... lo conoscevo...".

      Elimina
    3. L'azienda presso cui "lavorava" Roberto Bibbiano, si occupa di logistica e tra i suoi clienti troviamo: l'"Aeronautica militare italiana", la "Piaggio Aerospace" e la "fondazione Renzo Piano".

      Elimina
    4. La rappresentante delle vittime (con i capelli pettinati a coprire Un occhio) si sperticava in lodi ai magistrati...

      Infatti son bravi! Video falsi e copertura della verità...bel lavoro.

      Elimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione prima della loro eventuale pubblicazione.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...