domenica 15 aprile 2018

Paolo Gentiloni: ipocrisia e menzogne



Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, che rassomigliate a sepolcri imbiancati: essi all'esterno sono belli a vedersi, ma dentro sono pieni di ossa di morti e di ogni putridume. Così anche voi apparite giusti all'esterno davanti agli uomini, ma dentro siete pieni d'ipocrisia e d'iniquità. (Matteo, 23, 27-28)

Valori di umidità relativa in repentina discesa (inseminazione igroscopica delle nubi basse) ed innalzamento anomalo delle temperature (effetto serra indotto) coincidono sempre con la comparsa di quelle coperture artificiali che i meteo militarizzati descrivono come "innocue velature". Non sarebbe un controsenso, se dovessimo avvalorare la balzana tesi delle "scie di condensazione"? Com'è possibile, infatti, osservare un incremento del numero di scie persistenti [il che richiederebbe valori di umidità relativa (UR) in quota superiori al 150% ed in costante e progressivo aumento, il che è fisicamente impossibile] in atmosfera con l'aumento dei valori termici e la diminuzione dell'umidità atmosferica, se questi sono i parametri indispensabili per l'eventuale formazione di scie di condensazione (contrails), fenomeno comunque rarissimo?



Nella foto è riportata l’UR a livello del mare a Sanremo: ciò porta ad ipotizzare un tasso di UR in quota prossimo allo zero per cento. In questi giorni (14-15 aprile 2018), la volta è completamente occupata da una fitta e mortale coltre di nembi sintetici, formatisi a seguito d’intense attività di geoingegneria clandestina.

Il Presidente del Consiglio uscente, Paolo Gentiloni Silveri, riferendosi al supposto uso delle armi chimiche in Siria per opera del Presidente Assad (il tutto è, com’è ovvio, una manipolazione dei servizi segreti internazionali, questa volta sotto l’egida della perfida Albione, nella fattispecie dell’MI6, il servizio di “Sua maestà”), afferma che l'impiego di tali strumenti di morte è vietato dalle convenzioni internazionali, ma anche la guerra climatica è proibita da una serie di trattati sopranazionali. [1]

Abbiamo capito: è lecito impiegare gas tossici sulla popolazione mondiale, purché siano chemtrails. Si finge che sia innocuo vapore acqueo (sic) e si avvelena alacremente ed allegramente la biosfera. Congratulazioni, Presidente uscente Gentiloni!

[1] Paolo Gentiloni è discendente dell’illustre stirpe dei conti Gentiloni Silveri, “nobili di Filottrano, Cingoli e Macerata”, da sempre al servizio della Santa Sede.

Vietata la riproduzione - Tutti i diritti riservati.

Sponsorizza questo ed altri articoli con un tuo personale contributo. Aiutaci a mantenere aggiornato questo blog.

La guerra climatica in pillole

Le nubi che non ci sono più

Per una maggiore comprensione dei fenomeni legati alla guerra ambientale in corso, abbiamo realizzato l'Atlante dei cieli chimici.

Chi è Wasp? CLICCA QUI

CHEMTRAILS DATA

Range finder: come si sono svolti i fatti

51 commenti:

  1. Strakky, ma non ti stanchi mai di fare queste figure di merda?
    Guarda che l'umidità relativa si misura fino ad un massimo del 100%.
    Parlare di UR al 150% non ha senso; come le vostre vite, del resto.

    #strakerpuppa
    #zretripuppa
    #nomamminanopensioncina
    #processi
    #giustizia
    #condanne

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esimio ciccione di merda, è proprio perché l'UR al 150% non può sussistere che, di conseguenza, le scie non possono persistere e siccome sei uno scemo di guerra, mi hai dato involontariamente ragione.

      Salutami tuo fratello l'avvocato Fabio!

      Elimina
  2. Ahahahhah...ed io che pensavo che era morto esplodendo dal colesterolo.

    RispondiElimina
  3. Forse TFB non ha ancora afferrato che non siamo dei coglioni qualunque che non riescono a vedere...per esempio una distruzione di nuvole e/o impedimento di pioggia ( sporca )...e ALMENO questo ce lo deve spiegare se puo'.....oppure lo leghiamo ad una sedia ,lo teniamo sveglio per il tempo stesso che serve per farglielo capire e vedere,cosi si convince...cosi gli altri deb messi un serie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi domando come facciano ancora a stipendiare questo incapace.

      Elimina
  4. Questi giorni tossivano in molti

    http://www.baritoday.it/cronaca/soccorsi-medici-118-runner-gara-vivicitta-colpito-infarto.html

    RispondiElimina
  5. Stanno preparando forse il bel tempo per il Papa nel nord barese venerdi'prossimo in visita,con misure di sicurezza che neanche gli alieni che sbarcano sulla terra...io ci andrei a farmi controllare ma ci vado se posso con la mia maglietta preferita in mezzo al caos...mi divertirei alla grande !

    RispondiElimina
  6. Penso di farmi controllare il cuore da uno bravo,almeno"starei" un po piu' tranquillo,qui sono cazzi se si muore cosi' !

    Rosario,non è che vieni pagato dai cardiologi per aumentare le visite private ??? Ahaha !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dottor Jones dicono un gran bene della combinazione vitamina D e vitamina K molto utili in nostra difesa. Ciao

      Elimina
  7. Oggi guardavo vecchie foto scattate nei primi anni 90, di scie persistenti neanche l'ombra, ma effetto serra molto frequente...ora non sono esperto in meteorologia, ma le scie che subito scompaiono che rendono il cielo senza nubi e di un finto celeste (effetto serra?), le osservai già negli anni 90 (ero bambino, non so prima). Le prime estati roventi le ricordo invece nei primi 2000.
    Ps. Rosario, posso avere i tuoi documentari in dvd? Grazie, ci sentiamo via mail Garu89_@hotmail.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le possiamo definire "scie chimiche di mantenimento". Lo scopo è quello di prevenire la formazione di nuove nubi.
      Qui puoi ordinare il DVD che comprende documentario, documenti e libro in omaggio.

      Elimina
    2. Sì, orami ho imparato a riconoscerle.
      Grazie per il link.

      Elimina
  8. Qui scende solo "polvere" sporca e niente pioggia...le auto sempre sporche sui parabrezza,mai visto tante ore di sporco

    RispondiElimina
  9. Tempo fà lessi che sia Putin che la Merkel appartenevano alla medesima loggia massonica.
    Tu Rosario cosa ne pensi della questione siriana ?
    La storia delle armi chimiche puzza di boutade, invece la geoingegneria climatica và avanti . Oggi velature a go go sin dal primo mattino, questi pazzi non smettono.

    RispondiElimina
  10. Oggi cielo bianco metallizzato: un forno!

    RispondiElimina
  11. Ovviamente l'attacco in Siria è iniziato il 13

    RispondiElimina
  12. Domenica 15 in umbria sono scese 4 gocce che non bagnavano neppure i parabrezza delle auto ma li lasciavano pieni di (chiamiamola) sabbia. Dal giorno prima sciavano da pazzi: io non credo sia sabbia, ovviamente.
    Lunedì sono andato nelle marche stessa roba sulle auto e il cielo era una immensa grossa 'velatura'.

    p.s. l'orologio-igrometro in foto ce l'ho anch'io, ma per fargli leggere misure affidabili l'ho dovuto sforacchiare nel retro spostando lo stampatino coi sensori (temperatura e umidità) piu in basso, lontano dal calore del display, proprio vicino ai buchi d'areazione praticati.
    Prima della modifica dava sempre due gradi in più e umidità bassa, era inutile.

    RispondiElimina
  13. sembrerebbe che la polvere caduta domenica 15 aprile sia ferrosa. chi ha provato con i magneti ne ha avuto conferma

    RispondiElimina
  14. rettifico commento su polvere presunto ferrosa. esperimento fatto male. urge riprovare meglio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. fatto personalmente. uno spillo (pesante) sul vetro e sotto calamita si muove insieme alla calamita. la polvere invece non si è mossa di un micron!

      Elimina
    2. Anche perchè l'esperimento del video è stato fatto con un geomag che ha l'involucro in plastica e si potrebbe caricare di corrente elettrostatica. Il test andrebbe fatto con una calamita nuda priva di rivestimenti

      Elimina
    3. Ho provato oggi con magnete di hard-disk al neomidio sul coperchio della raccolta plastica: la sabbia non si attacca.
      Ma non significa che è solo sabbia!

      Elimina
  15. http://europa.today.it/attualita/eurodeputato-attacca-macron-arresto-figlia-corda.html#_ga=2.175054882.1044926843.1524037075-1219750464.1515578618

    RispondiElimina
  16. Le cause sono da accertare. Le conosceremo mai? Certo che spruzzare liquidi e polveri dentro i turbofan non è una cosa da fare, ma lo fanno.

    Usa: motore aereo esplode, donna quasi risucchiata da oblò

    RispondiElimina
  17. Buon pomeriggio Rosario, come va?,sono passato di qui per un saluto,,datoc he ti seguo sempre, qui oggi a Napoli c'è un insolito calore,mah che dire facciamoci forza per sopravvivere in questa giungla di pazzi,ti auguro un buon proseguimento di giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, grazie per la visita. Tutto bene, a parte la guerra climatica. Non se ne può più.

      Elimina
  18. Questo video è carino: don't stop investigating!!!

    https://www.youtube.com/watch?v=zKf_YJEbqiE

    RispondiElimina
  19. Questo passo del Vangelo (Matteo, 23, 27-28) é un capolavoro!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 27 Guai a voi, scribi e Farisei ipocriti, perché siete simili a sepolcri imbiancati, che appaion belli di fuori, ma dentro son pieni d’ossa di morti e d’ogni immondizia. 28 Così anche voi, di fuori apparite giusti alla gente; ma dentro siete pieni d’ipocrisia e d’iniquità.

      Elimina
  20. LO STALKER DIFFAMATORE CHE SU FACEBOOK, PER CONTO DEL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA, OPERA GESTENDO LA PAGINA "CREDICI BIFOLCO" E' ANDREA PAOLO ZACCHEDDU E LAVORA PER LA "G.MATICA" (OGGI "ADMIRALGN"), SOCIETA' CHE DISTRIBUISCE GLI APPARECCHI MANGIASOLDI SPARSI IN GIRO PER L'ITALIA.

    https://www.linkedin.com/in/paolo-andrea-zaccheddu-a024035/
    https://www.admiralgn.it/

    Admiral Gaming Network è uno dei Concessionari di Rete telematica, autorizzati dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli alla gestione degli apparecchi con vincita in denaro (NewSlot e VLT) installati presso una vasta rete di esercizi commerciali per il tramite di operatori autorizzati e iscritti ad un apposito Albo.

    Nel 2004, con la rete delle NewSlot inizia la storia di Admiral Gaming Network, che si avvale fin dalla sua costituzione di consolidate esperienze nel settore del gaming e della tecnologia. Oggi è il concessionario con la migliore performance degli ultimi due anni, durante i quali ha realizzato - in modo progressivo e costante – un incremento dell’installato pari al 58%.

    Dal 2011 Admiral Gaming Network è una società del Gruppo Novomatic, leader nel mercato internazionale con un’offerta completa e integrata di prodotti e servizi nel settore dei giochi. Con circa 3,2 miliardi di euro di fatturato nel 2011, Novomatic è uno dei maggiori operatori di gioco al mondo. Fondato nel 1980, il Gruppo ha sedi in 32 paesi, conta oltre 18.000 dipendenti, produce ed esporta apparecchi da gioco high-tech in 73 stati, gestisce più di 1.200 sale da gioco, casinò automatizzati, sale bingo ed agenzie di scommesse, con oltre 200.000 apparecchi installati.

    Grazie alla presenza del Gruppo nei vari segmenti del gaming, Admiral Gaming Network è in grado di offrire ai suoi partner una vasta gamma di prodotti di gioco e di opportunità di business: con il marchio YES by Admiral l’offerta si estende anche al settore del gioco online, attraverso verticali specializzati nei casinò-games, nel poker, nei soft-games (Bingo, burraco,..), nel betting sportivo e nelle Slot online.

    RispondiElimina
  21. Ecco uno che gioca con le vite degli altri e diffonde il suo cancro spirituale, nonché fisico contribuendo all infame spargimento aereo di veleni....Mala tempora....

    RispondiElimina
  22. Governant's business...bisognerebbe farli morire di fame...basta che i coglioni(?) del gioco si sveglino

    RispondiElimina
  23. Appena il Papa è decollato per Roma da Bari...tempo venti minuti e sono ripresi aerosol inutili essendo gia bel tempo....ma adesso white skies...quarantamila persona dalle tre del mattino fino alle tredici e trenta...mah !

    RispondiElimina
  24. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  25. ...speriamo che nel volo papale gli ugelli funzionino a dovere.

    RispondiElimina
  26. Global Warming Petition Project, come riporta il prof. Giaccio nel suo libro, rappresenta "il più ampio dissenso all'ideologia del climatismo" e si è concretizzato in una Petizione guidata da Frederick Seitz, ex presidente della National Academy of Science degli Stati Uniti. Il documento fu sottoscritto inizialmente da 17.800 scienziati in occasione della conferenza sul clima a Buenos Aires nel 1998. Attualmente sono più di 31 mila (tra i quali diversi Premi Nobel) gli studiosi di fisica, geofisica, climatologia, meteorologia, oceanografia, chimica, biologia, biochimica i quali sostengono che " non ci sono prove scientifiche sufficienti che il rilascio di CO2, metano o altri gas serra, prodotti dalle attività umane stia causando, o lo farà nel prossimo futuro, un catastrofico riscaldamento dell'atmosfera terrestre o un eventuale cambiamento climatico. Al contrario, ci sono sostanziali evidenze scientifiche che l'aumento dell'anidride carbonica nell'atmosfera produce molti benefici per la crescita delle piante e lo sviluppo dell'ambiente animale." Lo scopo principale del "Progetto Petizione" è quello di dimostrare che non solo non esiste unanimità di consenso a favore del global warming (come sostiene l'IPCC), ma un gran numero di scienziati rifiuta questa ipotesi in quanto priva di validità scientifica.

    https://www.sicurauto.it/esperto-di-sicurauto/news/la-co2-fa-davvero-male-la-risposta-scientifica-sullinquinamento.html

    RispondiElimina
  27. Le istituzioni, spinte da demagogia ambientalista, si accaniscono, da oltre 20 anni, solo contro le auto mentre su altri settori molto più inquinanti, domina l'impunità e un silenzio assordante. Mi chiedo se ai vari legislatori europei (i più accaniti contro le emissioni delle auto), sia mai venuto in mente di valutare obiettivamente, senza condizionamenti o preconcetti di tipo ideologico, magari con il supporto tecnico-scientifico di veri esperti non di parte, quanto possano inquinare molto più delle auto, gli aerei e le navi, tanto per restare nell'ambito dei mezzi di trasporto. Hanno costoro una sia pur vaga idea della enorme quantità di prodotti della combustione immessi nell'atmosfera dal traffico aereo e marittimo in un solo giorno o in un intero anno? La domanda è volutamente oziosa poichè è fin troppo evidente che gli esperti indipendenti lo sappiano bene, ma le istituzioni fanno finta di niente. [...]

    UN GIORNO IN AEROPORTO VALE 350 MILA AUTO

    Stime per difetto hanno quantificato che il traffico aereo di un aeroporto come Fiumicino o Malpensa emetta giornalmente gas inquinanti pari alla quantità che emetterebbero circa 350 mila auto non catalizzate! Figuriamoci se si prendono in considerazione aeroporti ben più trafficati come New York, Londra, Parigi. In altri termini, un solo aereo di linea inquina come circa 600 auto non catalizzate. Ma le auto, ormai da oltre 20 anni, sono tutte catalizzate per legge, quindi al suddetto rapporto, per essere più realistico, andrebbe aggiunto, per difetto, almeno uno zero.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. [...] DAI TURBOGETTI ESCE DI TUTTO

      I motori degli aerei producono, ossido di azoto (NOx), idrocarburi (HC), monossido di carbonio (CO), ossidi di zolfo (SOx) particolato (PM) ed anche anidride carbonica (CO2). Negli studi precedenti si presumeva che le emissioni inquinanti fossero più dannose durante le fasi di decollo e atterraggio in quanto più vicine al suolo. Ricordiamo peraltro che in fase di decollo è richiesta massima potenza ai motori, quindi massima emissione di prodotti della combustione. Tuttavia una nuova ricerca ha stabilito che le emissioni ad una certa quota sono le più critiche. "Abbiamo riscontrato che le emissioni provocate dagli aerei oltre i 900 metri di quota, sono la causa della maggior parte delle morti" afferma il responsabile della ricerca Steven Barret, un ingegnere areonautico del MIT (Massachusetts Institute of Technology). Le cosidette polveri sottili sono il maggior responsabile dei danni alla salute umana, specialmente se, una volta inalate nei polmoni, entrano in circolo nel flusso sanguigno. Quando un aereo vola ad altitudini da crociera sopra le nuvole, i venti possono spandere lontano gli agenti inquinanti permettendo ai venti di spostare queste sostanze e farle cascare a terra a distanze fino a 10.000 km dalla rotta dell'aereo. Lo zolfo, presente nei combustibili dei jet, è forse il maggior agente killer, ma con un piccolo costo, stimabile in 5 centesimi americani per gallone (14 centesimi di euro ogni 4,5 litri), gran parte dello zolfo (il maggior fattore di inquinamento) potrebbe essere rimosso. La componente NOx, correlata al processo di combustione nei motori aeronautici, è essenzialmente presente alle basse quote. NOx è una sigla generica che identifica collettivamente tutti gli ossidi di azoto e le loro miscele. Per limitare le emissioni di NOx è fondamentale che la combustione avvenga nel modo più uniforme possibile, evitando picchi di temperatura. Invece, nel caso dei motori aeronautici, si forma il thermal NOx, poiché si è in presenza di elevate temperature e di una grossa quantità di ossigeno. Il triossido ed il pentossido di azoto possono reagire con l'umidità atmosferica e produrre acido nitrico (corrosivo e tossico), presente nelle cosiddette piogge acide che cadono sulla superficie terrestre. Con il termine piogge acide si intende generalmente il processo di ricaduta dall'atmosfera di particelle, gas e precipitazioni acide, causate essenzialmente dagli ossidi di zolfo (SOx) e, in parte minore, dall'acido nitrico sia per cause naturali che per effetto di qualsiasi attività umane ed animale. Dal quadro che emerge, appare chiaro che le istituzioni si preoccupano, da oltre 20 anni, di curare il raffreddore quando invece imperversa la peste.

      https://www.sicurauto.it/esperto-di-sicurauto/news/auto-tartassata-ma-nulla-si-fa-contro-le-principali-fonti-inquinanti.html

      Elimina
  28. E nessuno punta ancora il ditino in alto; solo verso le brum brum é puntato.

    RispondiElimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione prima della loro eventuale pubblicazione.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...