martedì 16 luglio 2019

Impianti fotovoltaici e geoingegneria clandestina: la pistola fumante



Nell'immagine di copertina (Clicca qui per visionarla in alta risoluzione) sono riportati due schemi che rappresentano il rendimento medio giornaliero di un impianto fotovoltaico da 3 KW/h. Sono due schemi puramente esemplificativi, ma l'apparato e la sua resa in condizioni diverse di tempo atmosferico sono stati monitorati per oltre due anni, tutti i giorni ed i dati sono stati raccolti, creando una statistica che non lascia dubbi in relazione a quanto le operazioni di geoingegneria clandestina influiscono sull'efficienza globale degli impianti fotovoltaici, cagionando un calo del rendimento annuo di oltre il 35%.

Questo è dovuto alla presenza delle onnipresenti "scie chimiche", spacciate per "scie di condensazione" e, di conseguenza, all'oscuramento artificiale provocato dalle chemtrails. E, però, importante evidenziare che anche le cosiddette "belle giornate", descritte dai meteorologi come "serene" e dal "cielo limpido", in realtà sono anch'esse giornate "trattate". Sono cieli innaturalmente privi di nubi, completamente "piatti" da un punto di vista cromatico. Il cielo non è blu cobalto come un tempo, ma azzurrino, tendente al violaceo, se non al bianco. All'orizzonte, tra l'altro, si nota bene la nebbia di ricaduta.



Non sono cieli normali, ma sono il risultato di "operazioni di mantenimento", in quanto gli aerei non creano scie persistenti e quindi ben visibili. La dispersione in atmosfera di particolato Welsbach [1], oltre ad avere conseguenze sulla salute della popolazione (malattie respiratorie, tumori, patologie neurodegenerative), danneggiare le piante, facilitare gli incendi boschivi, innalzare le temperature etc., provoca danni oggettivi nella produzione di energia elettrica con il fotovoltaico, determinando una flessione rilevante nel rendimento degli impianti. Ciò perché i composti chimici diffusi 24 ore su 24, impiegando in gran parte l'aviazione civile, creano uno schermo che si frappone tra la Terra ed il Sole, con le inevitabili conseguenze.

Ciò chiarito, la differenza di resa del sistema fotovoltaico in esame, pari, in media, ad oltre 700 W/h, indica indirettamente la presenza massiccia di nanoparticolato aviodisperso (che funge da filtro) anche nelle giornate solo in apparenza caratterizzate dall'assenza di operazioni di geoingegneria clandestina. Non è, infatti, vero che le cosiddette "scie chimiche persistenti" sono l'unico segno di attività di aerosol nei nostri cieli. Se così fosse, infatti, gli apparati per la produzione di energia elettrica tramite l'energia solare, non dovrebbero accusare un così elevato decremento di resa nei giorni in cui non si formano i cumuli da bel tempo. Se l'atmosfera fosse davvero pulita, si dovrebbe verificare piuttosto il contrario! La concomitanza di questi due fattori (completa assenza di nuvolosità naturale e notevole flessione del rendimento del fotovoltaico) sono la dimostrazione chiara ed inequivocabile della presenza in atmosfera di nanoparticolato schermante diffuso costantemente tramite l'aviazione civile e militare.

[1] Diffondendo tonnellate di particolato per mezzo degli aerei, l'atmosfera del pianeta diventa carica elettricamente e quindi adatta a progetti militari. L'aria che respiriamo è piena di fibre di amianto e di metalli tossici, compresi i sali di bario, l'alluminio e, secondo quanto riportato già nel 2008, torio radioattivo. Queste sostanze reagiscono come elettroliti per migliorare la conducibilità dell'aria, per i radar militari e le onde radio.

Vietata la riproduzione - Tutti i diritti riservati.

Sponsorizza questo ed altri articoli con un tuo personale contributo. Aiutaci a mantenere aggiornato questo blog.

La guerra climatica in pillole

Le nubi che non ci sono più

Per una maggiore comprensione dei fenomeni legati alla guerra ambientale in corso, abbiamo realizzato l'Atlante dei cieli chimici.

Chi è Wasp? CLICCA QUI

CHEMTRAILS DATA

Range finder: come si sono svolti i fatti

35 commenti:

  1. E' verità cristallina, mi sono accorto monitorando il mio impianto fotovoltaico che sto pagando con la produzione di energia elettrica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ci sono dubbi sul danno cagionato. L'unica soluzione percorribile consiste nel creare un impianto ibrido (policristallino e monocristallino), costituito da pannelli solari posti ad inclinazioni diverse, di modo che si possano sfruttare agevolmente i raggi solari del mattino e prima del tramonto.

      Elimina
    2. Certo, ma quello che ho installato, a suo tempo mi costò quasi 30.000 €. Non ho più l'età per fare altri "investimenti" e neanche i soldi. Forse costruirò una contraerea!!!!

      Elimina
    3. Hai ragione. Una contraerea è senza dubbio più conveniente, giunti a questo punto.

      Elimina
  2. In quest'ultimissimi giorni, sul giornale di Travaglio, ho appresso una curiosa notizia che ha catalizzato il mio interesse.
    La notizia in questione menziona una famiglia che, secondo quanto riportato dal pennivendolo, ha denunziato il regime italiano per il poco impegno impiegato da quest'ultimo nella lotta contro il sedicente "surriscaldamento globale".
    Tanto per iniziare, andrebbe verificata l'effettiva veridicità di tale fatto riportato, perché io avverto il fetore della propaganda pro-geoingegneria e falsamente ecologista. Dopodiché, se codesta famiglia avesse fatto realmente quanto riportato, sperando che avesse quantomeno agito in buona fede, sempre alla suddetta famiglia andrebbe cordialmente spiegato che non è in corso alcun "riscaldamento globale", né antropico né naturale, e che da molti anni, direi perlomeno dalla seconda metà degli anni '90, le Forze Armate, ed in particolare l'Aeronautica Militare, con il pesante contributo dalle compagnie civili di volo, modificano e manipolano le condizioni meteorologiche a loro piacimento. Se i militari sentenziano che su Pescara dovrà abbattersi una grandinata a dir poco anomala, vuol dire che ciò avverrà senza alcun ostacolo di qualsivoglia tipologia. Queste persone ordinano di irrorare continuamente metalli pesanti e sostanze chimiche pericolosissime. È molto rischioso trascorrere un certo numero di ore all'aria aperta. Io, ad esempio di ciò, un paio di anni orsono, venni intossicata dal manganese (metallo pesante nocivo), irrorato con lo scopo di far evitare la formazione di nubi. Tutto ciò si chiama geoingegneria.
    È fin troppo evidente che non è vero che la CO2 sia una iattura totale, anzi: quanto sulla Terra vi era una maggiore quantità di anitride carbonica, la Natura era piuttosto rigogliosa.
    La deforestazione, o disboscamento, è un'altra importantissima problematica che non va trascurata in alcun modo. Gli alberi vanno protetti dalla grinfie del regime feudalistico-mafioso di Roma, dei politicanti di paese e delle multinazionali parassitarie. Scrivo ciò per sollecitare i gentili lettori a non darla vinta alle aziende telefoniche ed alle amministrazioni comunali, che hanno in programma l'abbattimento di moltissimi alberi per concedere spazio ai ripetitori cancerogeni del 5G.
    La geoingegneria e le tecnologie wireless stanno annientando la Natura, e tutto questo avviene proprio mentre i Verdi e gli altri pseudoecologisti si preoccupano a tempo pieno delle sorti dei sodomiti e delle etnie allogene.
    Noi dobbiamo opporci alla spirale industrialista che travolge tutto e che danneggia l'ambiente.
    Sovente succede che le industrie, per massimizzare il profitto, ricorrano a metodi illegali per smaltire i rifiuti tossici. Talvolta, questi fanghi industriali cancerogeni vengono interrati in certe zone del meridione (leggasi le dichiarazioni del pentito Carmine Schiavone), talvolta vengono stipati nelle navi e fatte affondare in mare dalla manovalanza della 'ndrangheta, ma il più delle volte gli scarti chimici e radioattivi sono trasformati in nanoparticolato ed irrorati dagli aerei, e questo avviene sia per agevolare lo smaltimento clandestino sia perché questi rifiuti contengono in gran quantità metalli pesanti utilissimi per le operazioni dei militari. I militari non si fanno alcuno scrupolo a far irrorare persino il cesio, ossia una sostanza radioattiva.
    Ed in questo giro di smaltimento di rifiuti pericolosi, ci mangiano un po' tutti: imprenditori, massoni, militari, servizi segreti, politici, manager delle aziende farmaceutiche, ditte che si presentano per effettuare improbabili bonifiche, ecc.
    Noi non sappiamo fino a quando costoro vorranno imperversare con la loro maledetta geoingegneria, ma qui la gente continua a morire di cancro. Non solo lo Stato italiano non agisce per tutelare la nostra salute e quella dell'ambiente, anzi, continua ad occultare la verità sulla guerra climatica in corso. Non voglio essere più cittadina di questo Stato biocida!

    Un saluto sincero.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In questi ultimi giorni dalla Chiesa qui vicino si odono le campane a morto due o tre volte al dì. In pratica, solo in questo quartiere, sono decedute almeno 14 persone in poco più di due settimane. Una vera strage e se andremo avanti su questa linea, i Governi non dovranno più pagare la pensione a nessuno.

      Elimina
    2. E se lo scopo fosse proprio questo?

      Elimina
  3. questo accadeva nel 2017:

    https://www.ilmattino.it/primopiano/cronaca/istat_decessi_record_nel_2017_speranza_di_vita_verso_il_calo-3338868.html

    e qui la prima metà del 2018:

    https://www.agi.it/breakingnews/istat_cala_ancora_la_popolazione_italiana_mai_tanti_decessi_dal_1945-4024145/news/2018-06-13/

    RispondiElimina
  4. Dalle parti di Genova hanno deciso che i miei contenuti violano le norme sull'incitamento all'odio. YouTube ha quindi diligentemente rimosso i seguenti contenuti:

    "Ponte Morandi: ancora menzogne!", pubblicato il 9 luglio 2019.

    Descrizione: "Capito? Il taglio di alcune sequenze è servito per evitare che a trecento metri di distanza e sotto una marea di pioggia si potessero riconoscere alcune vittime! Ed io mi chiamo Napoleone".

    "Abbattimento del ponte Morandi: gli inquirenti ci stanno ingannando", pubblicato il 16 settembre 2018.

    Descrizione: "Il traffico veicolare era stato già bloccato prima di eseguire la demolizione controllata del ponte Morandi. Poi è stato creato lo "stage event", con la collaborazione della magistratura inquirente, che sta al gioco e ci fornisce indicazioni false".

    In realtà qualcuno non gradisce che la "verità" ufficiale sia messa in dubbio, per cui ha ordinato la rimozione dei contenuti ritenuti scomodi. E la chiamano democrazia. Se chiedere la verità sul crollo del ponte Morandi è incitamento all'odio, allora bisogna riscrivere la bibbia.

    RispondiElimina
  5. Incitamento all odio??? Ma va', tutte queste brave persone che fanno del male alle persone e al pianeta, noi li amiamo...

    RispondiElimina
  6. Buongiorno a tutti.
    Stamani sono uscita da casa per una breve passeggiata antistress. Nell'arco di circa mezz'ora, ho veduto almeno sei/sette aerei civili che, con ogni probabilità, hanno nuovamente irrorato del manganese in abnorme quantità.
    Voglio spiegarvi perché sostengo che hanno irrorato proprio del manganese.
    Innanzitutto, a titolo informativo, occorre comprendere che, con questa umidità, le nubi (ivi incluse quelle piovose) dovrebbero formarsi con ovvia facilità. Il manganese viene irrorato - talvolta anche ininterrottamente, come durante lo scorso mese di giugno - per impedire, o comunque complicare, la formazione delle nubi, che non sono gradite dai militari e dalle aziende farmaceutiche. Per di più, le nanoparticelle di manganese, assieme alle nanoparticelle di altri metalli come il piombo ed il tungsteno, agevolano e potenziano le comunicazioni militari radiosatellitari.
    Di recente, una persona un po' ingenua mi ha domandato: "com'è possibile che tutto questo stia avvenendo con il beneplacito del governo popolare?!"
    Beh, a dir la verità, l'attuale governo, così come tutti i precedenti esecutivi, non è affatto dalla parte delle persone più sofferenti, tutt'altro.
    Infatti, il governo giallo-verde è intrinsecamente mercantista ed oligarchico, ed è direttamente responsabile dei quotidiani abusi commessi dalle Forze Armate, dalla magistratura e dalle varie reti criminali che opprimono numerosi luoghi e comunità. Il piccolo borghese Salvini non è meno pericoloso del reazionario Renzi. Il ministro Costa, che recita la parte di colui che è sensibile alla causa della protezione ecologica, in realtà, andrebbe denunziato e condannato per biocidio per avere autorizzato lo sversamento di fanghi industriali nei terreni agricoli, ed al contempo costui non ha mai fatto nulla per contrastare la geoingegneria clandestina, che è la peggiore forma esistente di inquinamento. La ministra Grillo è collusa con il crudele cartello farmaceutico, ed in particolare con la Pfizer. Ella andrebbe denunziata e condannata con l'accusa di genocidio per avere non solo conservato, ma persino ampliato, il piano di vaccinazione di massa per i bambini, cioè i soggetti più fragili.
    L'attuale governo andrebbe abbattuto. Ma ciò non accadrà... le masse non hanno tempo per ribellarsi: meglio, piuttosto, drogarsi di Facebook ed Instagram. Attendo con impazienza il collasso definitivo di questa società così degenerata.

    Un saluto a tutti. Continuiamo a supportare i fratelli Marcianò. La guerra contro la geoingegneria deve proseguire nonostante le assurde persecuzioni pseudogiudiziarie e l'ostracismo dei mezzi di comunicazione.

    RispondiElimina
  7. Occorre che noi tutti consapevoli degli attacchi chimici, attivisti o semplicemente alle prime armi e rudimenti di geoingegneria, prestiamo attenzione a ciò che accade sulle nostre teste. A volte lo scempio è evidente come quando il cielo viene grigliato da scie e reso una cupola tossica convalescente. Altre volte la tracciatura chimica avviene silenziosamente e invisibilmente ad opera di aerei anonimi a bassissima quota su traiettorie inusuali co percorsi che non possono essere attuati su voli civili, quali ad esempio vallate appenniniche, litorali marittimi ad altezze infime. Ultimamente, sempre più spesso, scorgo questi voli clandestini facilmente visibili ad occhio nudo che apparentemente non rilasciano scie e la cui velocità di crociera mi pare comunque inferiore a quella dei voli civili. Quando vi sono questi passaggi ho notato che poche ore dopo il cambiamento di clima è repentino e con fenomeni violenti come è successo nelle scorse settimane. Sul discorso del fotovoltaico ho notato anche io questa minore efficienza degli impianti anche quando apparentemente non vi sono nuvole ad oscurare il sole, dal momento che nel condominio dove abito sono installati dei pannelli per la produzione di acqua calda ad uso domestico e anche nei mesi estivi più caldi, quando non subentra il teleriscaldamento, l'acqua non raggiunge mai temperature conformi a quelle dell'impianto tradizionale. Il motivo è presto spiegato qui da Rosario.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se li segui con Flightradar o simili, noterai che sono tutti aerei commerciali.

      Elimina
  8. Per un'informazione libera e senza compromessi, supportaci con una donazione: paypal.me/pools/c/835IiPnQDQ

    RispondiElimina
  9. https://oasisana.com/2019/07/16/i-fans-di-jovanotti-saranno-cavie-umane-da-5g/

    ....brainless..
    ...Jovanotti cavia dei poteri forti...e lui è contento

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nella locandina si nota come beach sia scritto cogli stessi caratteri di jova = J B, poi rimango colpito dalla tigre che non c'entra proprio nulla col concerto, ma giusto il 4 luglio scorso una tigre uccise il domatore...

      Elimina
  10. A quasi un anno dal crollo del Ponte Morandi le vicende attorno a quest'ultimo e al futuro di Genova sono ancora parzialmente oscure. Mentre attendiamo un nuovo ponte, raccogliamo il parere di un eminente esperto, il Professor Enzo Siviero, architetto e ingegnere, noto in tutto il mondo per professionalità, esperienza, pubblicazioni e un approccio progettuale che contempla sapienza costruttiva e ricerca estetico-formale.

    A cura di Margherita Furlan
    Editing Francesca Mallozzi
    Si ringrazia per la preziosa collaborazione l'architetto Patrizia Berardi
    Una produzione Cometa Associazione

    https://youtu.be/Q5dNlvINCLg

    RispondiElimina
  11. Adesso si sono messi a dare fuoco all'Artico

    RispondiElimina
  12. Qui ci vogliono tonnellate di sacchi di giustizia per spazzare via tutta la merda che sta salendo a galla....poi qualcuno non vuole sentire parlare di Dux..che metterebbe in riga parecchi luridi..almeno un po.

    RispondiElimina
  13. Quindi le irrorazioni fanno male all'ambiente,a noi e alle tecnologie pro/ambiente (fotovoltaico),tre danni globali con una sola arma esotica

    RispondiElimina
  14. Inserisco questo link che parla tra l'altro di chemtrail accennando ad esse come strumento di controllo per le masse quali in effetti sono in realtà: https://www.libreidee.org/2019/07/ashkenaz-il-super-sapiens-che-ci-schiavizza-con-la-finanza/

    RispondiElimina
  15. I negazionisti della geoingegneria dicono che non c'è nessuna prova scientifica dell'irrorazione atmosferica di aerosol. "The Dimming", un documentario presto in uscita fornirà i filmati dei test atmosferici e i risultati definitivi dei test scientifici. La negazione continuerà nonostante la prova?
    Per rimanere al passo con i progressi del prossimo film documentario di GeoengineeringWatch.org, vi preghiamo di mettere mi piace e seguiteci sulla nostra nuova pagina Facebook The Dimming. Assicurati di cliccare sulla casella segui / seguente (a destra con il pulsante " mi piace "), poi clicca sull'opzione " vedi prima dato che geoingegneria watch viene pesantemente censurata sui social. Fare clic sull'opzione "vedi prima" è l'unico modo per assicurarti di vedere i nostri aggiornamenti del post nella tua sezione notizie.
    Dane Wigington
    GeoengineeringWatch.org
    Per visualizzare questo video su Youtube:
    https://www.youtube.com/watch?v=oDIs0E42kZA

    RispondiElimina
  16. Video del 1988,ma rifatto nel 2016...vedi Simple Minds ? al minuto 00.45 solo un frame

    https://www.youtube.com/watch?v=7qbEt_lSib4

    RispondiElimina
  17. https://notizie.virgilio.it/venezia-malore-pilota-atterraggio-emergenza-662701?ref=libero

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'azienda per cui lavoro,mi forni' ai tempi dell'assunzione ( che culo ! ) una brochure per la sicurezza sul lavoro,che si chiama " Il rischio chimico " dove avvisa dei rischi se non si usano precauzioni. E i piloti hanno avuto la brochure : " fume events " ? :-)

      Elimina

ATTENZIONE! I commenti sono sottoposti a moderazione prima della loro eventuale pubblicazione.