mercoledì 6 febbraio 2008

All'interno di un tanker chimico (Inside a chemical tanker)

Inside a chem tankerLa struttura di Pinal Airpark - Marana (Arizona) è il più importante impianto della C.I.A.-N.S.A., dove molti modelli di aeroplano per uso civile vengono riconvertiti per compiere le operazioni chimico-biologiche che entrarono a regime, per quanto riguarda gli Stati Uniti, nel novembre del 1998. Prima di quell'anno, furono scelte alcune regioni per condurre operazioni chimiche in atmosfera, in modo da sperimentare la tecnologia necessaria e per determinare i parametri relativi all'efficienza degli aerei irroranti ed alle condizioni meteorologiche.

Il programma è condotto sotto diversi nomi in codice, come "Operazione copertura" e "Operazione danza della pioggia". In seguito fu esteso a dozzine di stati nel mondo.

La fotografia mostra l'interno di un velivolo, in origine adibito al trasporto passeggeri, da cui sono stati smantellati gli allestimenti originari e ad essi sono stati sostituiti impianti idraulici, gestiti da una serie di controlli computerizzati per l'esecuzione delle irrorazioni in modo completamente automatico. Si notino, nella foto, i contenitori presumibilmente atti allo stoccaggio di composti liquidi (vedi trimetilallumnio) e collegati tra loro in serie, per mezzo di un complicato sistema di tubazioni.

Si osservino anche le scritte: in alto, in fondo, si legge "Sprayer!!" ("dispositivo di irrorazione") e più sotto "Hazard inside" ("Pericolo"). Su uno dei recipienti a destra, si può leggere la dicitura "Lock care", ossia "Chiudere con cura".

***

The C.I.A.-N.S.A facility at Pinal Airpark-Marana, (Arizona) is the most important centre that modifies a wide range of aircraft types to conduct the chemtrail spray operations that began the entire United States in November of 1998. Prior to this, selected areas of the U.S.A. had chemtrails operations to test all the technology employed in these chemtrails spray operations and to determine parameters related to aircraft performances and atmospheric conditions. The program is conducted under different code names: "Operation clover leaf", "Operation raindance" and so on. It is now spread in many countries in the world.

The photo shows the inside of a chemical tanker, that may be was a civil airplane, in which the original furniture was substituted by hydraulic structures, managed by an automatic and computerized system. In the photo, look at the containers probably used to stock chemical liquid compounds (trimetylaluminum) connected by means of a complicated tubes system. Look at the writings: over the black and yellow square, you can read "Sprayer!!", below "Hazard inside". Upon a container on the right, you can read "Lock care".

Tim White, Viet Nam Vet (USAF), Concerned Citizen

Qualcuno si è prontamente curato di farci sapere che... "Sono delle prove di stabilità con spostamento di peso della Boeing". Erano dettagli dei quali eravamo già al corrente. Qui ribadisco che riportiamo notizie riportate, in ossequio al dovere di cronaca. Inoltre la foto mostra chiaramente delle scritte dal significato inequivocabile. Piuttosto, è il contrario di quanto taluni affermano! Vengono invece adoperate apparecchiature già in uso per i test di volo, ma per gli scopi descritti nel post. Ci dimostrino il contrario.

Pinal Airparc-Marana (C.I.A - N.S.A.)
Coordinate su Google Earth:

32°30'50.20"N - 111°19'30.82"O


Addendum

Si notino i cassetti in alto a destra nella foto...

Riconsideriamo il lavoro che si svolge solitamente quando si smonta qualcosa....

Se assembli un aereo per i tests, non monti i cassetti per i bagagli, lo fai dopo! Viceversa, se lo smonti, togli solo quello che ti serve togliere.

E' quindi chiaro, a mio parere, che non si tratta di un velivolo per i tests di volo come paventato da molti (il materiale usato è assimilabile a quello dei tests di volo. Per ovvii motivi economici viene riciclato).

Noterete infatti che negli aerei impegnati in voli di prova, i vani portabagagli non sono presenti. E' normale che sia così, in quanto gli accessori non utili ai tests non vengono montati prima che i test medesimi siano terminati. Nella foto invece in esame, i cassetti, dal lato destro (in alto), si intravvedono (se ne scorgono quattro). Ciò fa pensare facilmente più ad un velivolo dismesso, piuttosto che ad un velivolo di test ancora da assemblare. Spero di essere stato chiaro. Qualsiasi altra informazione sia volta a sminuire la validità della testimonianza è quantomeno sospetta.

***

Look at the luggage drawers on the right side in the photo. Let's consider the operations necessary to dismantle something.
If you get an assembly of the interior of an aircraft for tests, you don't have to mount the luggage drawers, because you do it after. Vice versa, when you dismantle, you remove only what you need to remove.

On my opinion, it's clear that this is not an aircraft used for some test, as many people guess, even if the furniture is similar to what is used for flight test. We can see that in an aircraft used for flight tests, there are not luggage drawers.

It's logic: this furniture is not assembled, before tests are over. But in the photo you can see this furniture, i.e. four luggage drawers. So I think that this is a smantled airplane. Any other "information" against this hypothesis is, in my opinion, very suspicious.

Fonte: cloakanddagger.de




- Click here for the most popular videos

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare le mie notizie anche in questa pagina.

19 commenti:

  1. immagino che per i soliti debunkers quello della foto sia un aereo utilizzato nel Sud America per cospargere di pestici le piantagioni di banane!

    hai suggerimenti per ribattere a simili osservazioni che faranno per smontare questa prova?

    Io personalmente non credo che per spruzzare le banane di pesitici servano aerei civili camuffati pero' la credulità popolare ...

    RispondiElimina
  2. Dicano quel che vogliono, tanto ci siamo abituati. D'altro canto laddove non possono confutare, dicono sempre che quanto porti o è falso oppure è un documento privo di attendibilità. Per me possono andare a quel paese.

    RispondiElimina
  3. capisco il tuo stato d'animo fratello straker, ma dobbiamo essere pronti a smontare ogni ipotesi di contraffazione di questa incredibile foto,

    non certo per far contente certe persone pagate per gettare fango

    ma per rispondere a delle obiezioni che umanamente le persone dubbiose sono portate a fare, anche perchè per molti all'inizio è difficile credere a tanta mavagità umana.

    RispondiElimina
  4. Certo, ne convengo.

    a) La fonte è ritenuta attendibile.
    b) Non si adoperano aerei di linea modificati per irrorare i campi, a meno che non si tratti delle sterminate valli di Marte. :-)

    A prescindere da queste considerazioni... chi sono i debunkers? Gente pagata per spargere veleno e dubbi. Da parte nostra assolviamo al nostro dovere-diritto di cittadini che chiedono risposte di fronte ad una serie impressionante di prove ed indizi. Le istituzioni latitano? Bene! e noi instilliamo il dubbio che esse sappiano tutto. Ci dimostrino loro che abbiamo torto.

    RispondiElimina
  5. ok, ma se mia suocera o mio cognato (faccio un esempio) leggono su questo sito
    "la foto è ritenuta attendibile" automaticamente pensano (non per cattiveria, ma per condizionamento)
    "loro se la cantano e loro se la suonano, chi puo' garantirmi che la foto sia attendibile?"

    Quindi se non vi dispiace, posso sapere un po' di piu' su chi ha divulgato la fonte?

    In effetti potrei guardare il sito di riferimento ...

    RispondiElimina
  6. A loro l'enorme onere, l'improbo compito di tentare di falsificare. Popper docet.

    Ciao

    RispondiElimina
  7. Noi riportiamo la notizia pari pari da come la si vede al link del sito tedesco. Certo è che i dettagli appaiono innegabilmente sospetti.

    RispondiElimina
  8. Ottimo, questo è da postare immediatamente!

    Ciao a tutti

    RispondiElimina
  9. Alla faccia di chi scambia una realtà simile per una fantasia.

    Congratulazioni Straker!!!

    RispondiElimina
  10. Qualcuno si è prontamente curato di farci sapere che... "Sono delle prove di stabilità con spostamento di peso della Boeing". Qui ribadisco che riportiamo notizie riportate, in ossequio al dovere di cronaca.

    Inoltre la foto indica delle scritte dal significato inequivocabile.

    Piuttosto, è il contrario! Vengono utilizzate apparecchiature in uso per i test di volo per gli scopi descritti nel post.

    RispondiElimina
  11. Si notino i cassetti in alto a destra nella foto...

    Riconsidero il lavoro che si fa di solito quando si smonta qualcosa.
    Se assembli un aereo per i tests, non ci metti i cassetti per i bagagli, lo fai dopo
    Viceversa, se lo smonti, togli solo quello che ti serve togliere.

    RispondiElimina
  12. Per chi non avesse compreso il ragionamento da me fatto nel commento precedente, è chiaro, amio parere, che non si tratta di un velivolo per i tests di volo. Noterete infatti che negli aerei imegnati in voli di prova, i vani porta bagagli non sono presenti. E' normale che sia così, in quanto gli accessori non utili ai tests non vengono montati prima che i test medesimi siano terminati. Nella foto invece in esame, i cassetti, dal lato destro, si intravvedono. Ciò fa pensare facilmente ad un velivolo dismesso e non ad un velivolo di test ancora da assemblare. Spero di essere stato chiaro. Qualsiasi altra informazione sia volta a sminuire la validità della testimonianza è quantomeno dubbia.

    RispondiElimina
  13. non so se l'avete presa da qui ma cmq ecco un altra foto
    http://www.boeing.com/commercial/777family/200LR/people.html

    RispondiElimina
  14. Ma certo. Rimando alle note come addendum al post.

    RispondiElimina
  15. In ogni caso la nostra foto non ritrae l'interno di un 777.

    RispondiElimina
  16. dopo essermi occupato a tempo pieno
    della questione scie chimiche o saputo da fonti mediali che il conposto dei vapori è formato da rame alluminio e per finire beriglio.

    RispondiElimina
  17. quale relazione c'è tra le scie chimiche e le guerre batteriologiche?
    L'irrorazione aerea che causa piogge artificiali sono una sorta di vaccino per adattarci alle guerre chimiche?
    Chi può dare risposta?
    Perché tanta segretezza?

    RispondiElimina

ATTENZIONE! L'area commenti è bloccata per i non appartenenti al gruppo Tanker Enemy sino a data da definirsi. Coloro che (abitualmente) commentano su questo blog, potranno farlo se membri del medesimo. E' sufficiente che i nostri lettori inviino la loro mail (verificabile) a tanker.enemy [at] gmail.com. Riceveranno un invito, al quale dovranno rispondere. Una volta membri del blog, potranno inviare commenti liberamente e senza moderazione. In questo modo i negazionisti stalkers non potranno più dar sfogo alle loro frustrazioni da psicopatici.

NOTA BENE: Sebbene la piattaforma permetta di pubblicare nuovi post, è chiaro che questa scorciatoia antistalkers autorizza solo alla pubblicazione di commenti e non alla redazione di nuovi di articoli.

Grazie!

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

AddThis